La Fontana d’Oro, tornano attività e laboratori per gli ospiti



Aromaterapia, uscite sul territorio, progetti di incontro tra anziani e giovani. Sono alcune delle attività portate avanti dalla residenza sanitaria assistenziale che si trova nel cuore delle Alpi Apuane
 

Far ripercorrere agli anziani luoghi a loro cari e far rivivere le stesse atmosfere di un tempo; fare incontrare e interagire due generazioni diverse per un progetto comune; prendersi cura dei fiori o dell’orto. Sono alcuni degli obiettivi delle attività che la residenza sanitaria assistenziale La Fontana d’Oro di Mommio di Fivizzano, in provincia di Massa Carrara, organizza per i suoi 40 ospiti, autosufficienti e non. “A causa della pandemia – spiega Francesca Signani, infermiera e direttrice della Fontana d’Oro – sono stati due anni di restrizioni e poche possibilità di incontrare gente. Ma ora le nostre attività stanno riprendendo, ovviamente con tutte le precauzioni anti Covid ma anche con il desiderio di far tornare a vivere momenti di socializzazione e allegria. Abbiamo ripreso le uscite un giorno la settimana al mercato di Fivizzano, andiamo a fare colazione in un bar di piazza Medicea, andiamo nella chiesa del paese, tutti luoghi che molti dei nostri ospiti conoscono e frequentavano. Ogni settimana, poi, il parroco viene in struttura per celebrare la messa, cosa che per un certo periodo non si è potuta fare e che, invece, tanti aspettavano con ansia”. 

Per quanto riguarda l’interazione con i più giovani è stato realizzato un progetto insieme all’istituto Superiore Agrario Pacinotti Belmesseri di Fivizzano. “Abbiamo trascorso una splendida giornata insieme – dice con orgoglio Francesca Signani – conclusasi con un buffet. I ragazzi hanno portato diverse piante officinali come la lavanda, e piante aromatiche come la salvia e il rosmarino, insieme ad altri fiori molto colorati e profumatissimi. Sono preziosi per rendere ancora più bella la nostra struttura e per il nostro progetto di aromaterapia che serve per la stimolazione delle facoltà sensoriali, per l’agevolazione della percezione di sé e dell’altro e per la riduzione dei disturbi depressivi e l’incremento della la qualità della vita delle persone. Poi con gli studenti organizzeremo presto un’altra giornata per realizzare un piccolo orticello dove i nostri ospiti potranno dedicarsi alla cura delle piantine, nel limite della fattibilità, rievocando i tempi passati e tutti i bei momenti dedicati alla cura della terra” 

Per informazioni ed approfondimenti si può visitare il sito https://www.fontanadoro.com/ 

Contatti: https://www.fontanadoro.com/
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Immediapress