Connect with us

Esteri

Russia, sparatoria a scuola a Bryansk: 14enne uccide una...

Published

on

Russia, sparatoria a scuola a Bryansk: 14enne uccide una compagna e si toglie la vita

Feriti altri 5 studenti. All'origine della tragedia c'era un conflitto tra la ragazza ed i suoi compagni di classe

Scuola della città di Bryansk - (Afp)

Sparatoria in una scuola della città di Bryansk, nella Russia sud occidentale. Una ragazza di 14 anni ha aperto il fuoco con un fucile a pompa contro i suoi compagni di classe uccidendo una compagna e ferendo altri cinque studenti prima di suicidarsi.

Secondo il deputato della Duma, Alexander Khinshtein, la ragazza ha portato a scuola il fucile da caccia del padre nascosto in un tubo, mentre il Kommersant riferisce che all'origine della tragedia c'era un conflitto tra la ragazza ed i suoi compagni di classe.

Il Moscow Time, citando la Tass, afferma che il padre della ragazza è stato fermato per essere interrogato. Il governatore di Bryansk, Oleg Bogomaz, ha parlato di "terribile tragedia" assicurando che stabilirà come è stato possibile che la ragazza portasse un'arma a scuola per uccidere i compagni: "alla famiglia della ragazza uccise e agli altri feriti verrà fornita la necessaria assistenza", aggiunge in un messaggio su Telegram.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Vaccini nei bambini, allarme Onu: è flop per anti-morbillo

Published

on

Due agenzie delle Nazioni Unite: "Siamo sotto livelli pre-Covid, +2,7 mln di non protetti". Cresce copertura anti-Hpv tra le ragazze ma lontana dal 90%

Un bimbo viene vaccinato - (Fotogramma)

Stallo delle vaccinazioni pediatriche nel mondo, con coperture che restano sotto a quelle pre-Covid. "Nel 2023 i livelli globali di immunizzazione infantile si sono arrestati, lasciando molti bambini senza protezione salvavita". E' l'allarme lanciato da due agenzie delle Nazioni Unite, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e l'Unicef, che per l'anno scorso, rispetto al 2019, stimano "2,7 milioni di bimbi in più non vaccinati o sottovaccinati".

Il report Wuenic (Who/Unicef Estimates of National Immunization Coverage), che fornisce il set di dati più ampio e completo al mondo sui trend di immunizzazione contro 14 malattie, spiegano le Oms e Unicef, evidenziano "la necessità di continui sforzi" per recuperare e rafforzare i livelli di copertura. "Le ultime tendenze - afferma Catherine Russell, direttore esecutivo dell'Unicef - dimostrano che in molti Paesi troppi bambini continuano a mancare" all'appello delle vaccinazioni. "Colmare il divario vaccinale richiede uno sforzo globale", ammonisce Russel, esortando governi e autorità locali a investire sull'assistenza sanitaria di base e sulle risorse umane, per "garantire che ogni bambino venga vaccinato e che l'assistenza sanitaria complessiva sia rafforzata".

Il numero di bimbi che nel 2023 ha ricevuto 3 dosi di vaccino contro difterite, tetano e pertosse (Dtp), che rappresenta un indicatore chiave per la copertura vaccinale globale - sottolineano le 2 agenzie Onu - si è fermato all'84% (108 milioni). Tuttavia, i bambini che non hanno ricevuto nemmeno una dose di vaccino Dtp sono aumentati da 13,9 milioni nel 2022 a 14,5 milioni nel 2023. Più della metà dei non vaccinati vive in 31 Paesi con contesti fragili o colpiti da conflitti, dove i piccoli sono particolarmente vulnerabili a malattie prevenibili per la scarsa sicurezza, il poco cibo e la mancata assistenza. Inoltre, 6,5 milioni di bambini non hanno completato la terza dose di vaccino Dtp, necessario per ottenere la protezione dalla patologia. "Questi trend mostrano che la copertura vaccinale globale è rimasta sostanzialmente invariata dal 2022 e, cosa ancora più allarmante, non è tornata ai livelli 2019", rilevano Oms e Unicef, chiamando in causa "interruzioni nei servizi sanitari, sfide logistiche, esitazione vaccinale e disuguaglianze nell'accesso ai servizi".

Flop anti-morbillo, 3 bimbi su 4 vivono in Paesi con epidemie

"La bassa copertura vaccinale sta già provocando epidemie di morbillo", che "negli ultimi 5 anni hanno colpito 103 Paesi, dove vivono circa i 3 quarti di tutti i bambini del mondo", è uno dei dati evidenziati dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dall'Unicef. I dati mostrano che "i tassi di vaccinazione contro il morbillo", un'infezione potenzialmente "mortale", avvertono le 2 agenzie delle Nazioni Unite", nel 2023 "sono in stallo, lasciando quasi 35 milioni di bimbi senza protezione o con una protezione solo parziale".

L'anno scorso - riferiscono Oms e Unicef - soltanto l'83% dei bambini in tutto il mondo ha ricevuto la prima dose di vaccino anti-morbillo, mentre i bimbi che hanno avuto la seconda dose sono aumentati in modo modesto rispetto all'anno precedente, al 74%. Cifre che "non raggiungono la copertura del 95% necessaria per prevenire epidemie, evitare malattie e decessi, e centrare gli obiettivi di eradicazione del morbillo". Negli oltre 100 Paesi che nell'ultimo quinquennio hanno sperimentato epidemie di morbillo, rimarcano le 2 agenzie, "la bassa copertura vaccinale (80% o meno) e stata un fattore importante". E infatti, "all'opposto, 91 Paesi con una solida copertura vaccinale anti-morbillo non hanno avuto epidemie".

"Le epidemie di morbillo sono il canarino nella miniera di carbone", dichiara il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. "Mettono in luce le lacune nell'immunizzazione e colpiscono per primi i più vulnerabili", ammonisce. Ma il morbillo, ricorda il Dg, "è un problema risolvibile. Il vaccino anti-morbillo è economico e può essere somministrato anche nei contesti più difficili. L'Oms è impegnata a lavorare con tutti i nostri partner per aiutare i Paesi a colmare questo gap e proteggere i bambini più a rischio il più rapidamente possibile".

Cresce copertura anti-Hpv tra le ragazze ma lontana dal 90%

Cresce invece la copertura vaccinale contro il Papillomavirus umano (Hpv), almeno tra le ragazze, restando però lontana dai livelli raccomandati dalle autorità sanitarie internazionale. "La percentuale delle adolescenti che a livello globale hanno ricevuto almeno una dose di vaccino Hpv, che protegge contro il cancro della cervice uterina, è aumentata dal 20% nel 2022 al 27% nel 2023", riferiscono. Tuttavia, precisano le 2 agenzie delle Nazioni Unite, "la copertura vaccinale contro l'Hpv è ben al di sotto dell'obiettivo del 90%" che potrebbe "eliminare il cancro al collo dell'utero come problema di salute pubblica. Raggiunge" infatti "solo il 56% delle ragazze nei Paesi ad alto reddito e il 23% in quelli a basso e medio reddito".

Per Oms e Unicef, l'aumentata copertura vaccinale anti-Hpv fra le teenager è legata "in gran parte alla forte introduzione del vaccino nei Paesi sostenuti da Gavi", la Vaccine Alliance, "come Bangladesh, Indonesia e Nigeria. Anche il programma vaccinale a dose singola ha contribuito ad accrescere la copertura vaccinale". Commenta Sania Nishtar, Ceo di Gavi: "Il vaccino Hpv è uno di quelli di maggior impatto nel nostro portafoglio ed è incredibilmente rincuorante che stia raggiungendo più ragazze, come mai prima d'ora. Con vaccini disponibili per oltre il 50% delle adolescenti eligilbili nei Paesi africani, abbiamo molto lavoro da fare, ma oggi vediamo un percorso chiaro verso l'eradicazione di questa terribile malattia".

Un recente sondaggio condotto su più di 400mila utenti della piattaforma digitale dell'Unicef per i giovani, U-Report, evidenzia che oltre il 75% non è consapevole di cosa sia il Papillomavirus o non ne è sicuro. E' necessario colmare questo gap informativo, perché una volta compresi la natura del virus, il suo legame con il cancro e l'esistenza di un vaccino - rimarcano Oms e Unicef - il 52% degli intervistati ha dichiarato di voler ricevere il vaccino anti-Hpv, citando come ostacoli vincoli finanziari (41%) e mancata disponibilità (34%).

Continue Reading

Esteri

Attentato Trump, un agente ha provato a fermare il cecchino

Published

on

Un poliziotto ha provato a salire sul tetto, Crooks ha puntato l'arma

Trump ferito

Un agente di polizia ha provato a fermare Thomas Matthew Crooks, il cecchino che ha ferito Donald Trump, ma non c'è riuscito. Il ventenne ha aperto il fuoco durante il comizio dell'ex presidente a Butler, in Pennsylvania, sparando dal tetto di un edificio distante 150 km dal palco di Trump. Michael Slupe, sceriffo della contea di Butler, alla Cnn ha descritto il tentativo di intervento di un agente di polizia.

Le forze dell'ordine hanno ricevuto una segnalazione relativa ad una persona sospetta all'esterno del perimetro di sicurezza: inizialmente, nessuna informazione sul possesso di un'arma. Gli agenti hanno individuato una persona sul tetto di un edificio. Un poliziotto ha aiutato un altro agente ad arrampicarsi per controllare la situazione. Crooks, quindi, si è girato e ha puntato il suo AR 45 contro l'agente che è arretrato per ripararsi e salvarsi la vita. Il cecchino, subito dopo, ha aperto il fuoco.

Slope ha ammesso che "ovviamente" c'è stata una carenza nell'apparato di sicurezza: solo così si spiega la libertà con cui Crooks è salito su un edificio da cui ha avuto la visuale totalmente libera per sparare all'ex presidente.

"Si sta indagando, alla fine sapremo qualcosa", ha detto. A quanto pare, la polizia locale non aveva ricevuto segnalazioni di intelligence o allarmi specifici per il comizio, annunciato dalla campagna di Trump lo scorso 3 luglio. Una settimana fa, c'è stata una riunione tra Servizi Segreti, polizia di stato, polizia locale, artificieri e altre agenzie per discutere incarichi e responsabilità. Se fosse stato a conoscenza di eventuali minacce, lo sceriffo avrebbe fatto "tutto per evitare che" Trump "venisse allo scoperto".

Continue Reading

Esteri

Attentato Trump, il cecchino ha agito da solo: il punto...

Published

on

L'Fbi ha aperto l'indagine "per potenziale atto di terrorismo interno". Ecco chi è l'attentatore

(Afp)

Le indagini sull'attentato a Donald Trump, in cui l'ex presidente Usa è rimasto ferito a un orecchio, sono ancora "nelle fasi iniziali" ma l'Fbi ha aperto l'inchiesta "per potenziale atto di terrorismo interno". Gli inquirenti non hanno ancora individuato un chiaro movente ideologico dietro l'azione del 20enne Thomas Matthew Crooks. L'agente speciale dell'Fbi di Pittsburgh Kevin Rojek ha spiegato alla 'Nbc' che l'indagine è ancora "nelle sue fasi iniziali" e ulteriori elementi potrebbero arrivare dall'analisi del cellulare dell'attentatore. Al momento, "non ci sono indicazioni di problemi di salute mentale" per il giovane.

Le indagini

Rojek ha detto che l'Fbi ritiene che il sospettato abbia agito da solo e che non ci siano problemi di sicurezza pubblica in questo momento. Inoltre, non ci sono indicazioni che Crooks abbia avuto precedenti interazioni con le forze dell'ordine prima di sabato. La famiglia del ragazzo sembra collaborare con gli inquirenti, che hanno delineato il quadro relativo allarma utilizzata: si ritiene sia stata acquistata dal padre di Crooks.

"Il nostro obiettivo numero uno - ha sottolineato Rojek - è quello di identificare il movente e determinare se aveva altri associati o chiunque altro fosse coinvolto. Al momento l'indagine sembra determinare che abbia agito da solo ma abbiamo ancora altre indagini da fare".

Rojek, riferisce Fox News, ha confermato che l'arma usata nella sparatoria di sabato era un fucile AR 5.56, acquistato legalmente. Rojek ha detto anche che l'Fbi ha diversi elementi di prova che sono stati trasportati al laboratorio dell'Fbi a Quantico, in Virginia, per l'elaborazione e lo sfruttamento, tra cui l'arma e il telefono del tiratore.

Il Wall Street Journal scrive che il 20enne aveva ordigni esplosivi all'interno della sua auto, citando fonti a conoscenza della questione. La polizia ha ricevuto numerose segnalazioni di pacchi sospetti nei pressi del luogo in cui si è verificato l'attentato e sono stati inviati sul posto degli artificieri, proseguono le fonti. Un funzionario delle forze dell'ordine citato dalla Cnn ha spiegato che anche all'interno della casa dell'attentatore sono stati trovati degli esplosivi.

Il profilo dell'attentatore

''Il mio nome è Thomas Matthew Crooks. Odio i repubblicani, odio Donald Trump'', affermava il giovane in un videomessaggio sui social. Il ventenne figura nei registri pubblici come un elettore repubblicano ma aveva fatto una donazione di 15 dollari a un gruppo progressista affiliato ai democratici, spiega la Cnn.

Crooks viveva a Bethel Park, sobborgo di Pittsburgh, e si era diplomato alla Bethel Park High School nel 2022. Secondo The Tribune-Review della Pennsylvania occidentale, quell'anno gli è stato anche conferito uno "star award", un premio di 500 dollari dalla National Math and Science Initiative, per le sue eccellenti abilità matematiche.

Crooks lavorava in un centro di cura e riabilitazione a Bethel Park, nella contea di Allegheny nello Stato della Pennsylvania. A confermarlo alla 'Cnn' è Marcie Grimm, amministratrice del Bethel Park Skilled Nursing and Rehabilitation Center. "Siamo scioccati e rattristati nell'apprendere del suo coinvolgimento, poiché Thomas Matthew Crooks svolgeva il suo lavoro senza preoccupazioni e il suo passato era pulito", ha detto Grimm, spiegando che la struttura sta collaborando con le forze dell'ordine e che "i nostri pensieri e le nostre preghiere vanno all'ex presidente Trump e alle vittime di questa terribile tragedia".

L'attentatore aveva provato ad entrare nel club di tiro a segno del suo liceo, ma è stato respinto e gli è stato chiesto di non tornare, hanno riferito alla 'Abc News' due studenti che all'epoca facevano parte della squadra liceale. Crooks avrebbe partecipato a quella che è stata descritta come il 'preseason' del club di tiro a segno ma non sarebbe riuscito a partecipare alle selezioni. Entrambi gli studenti hanno detto che Crooks era un "pessimo tiratore", e uno di loro ha aggiunto che non era "adatto". "Non solo non è entrato in squadra, ma gli è stato chiesto di non tornare perché era un pessimo tiratore. Era considerato pericoloso", ha detto il compagno di classe Jameson Myers a Abc News. "Il primo giorno, in pratica, non riusciva nemmeno a colpire il bersaglio", ha dichiarato.

Un ex compagno di classe del 20enne ha affermato che Crooks era stato ''vittima di bullismo'' mentre era al liceo. Lo ha raccontato alla Nbc Jason Kohler, 21 anni, spiegando che Crooks indossava regolarmente abiti da caccia e veniva preso in giro per il suo modo di vestire. Crooks era un tipo "solitario" e sedeva da solo a pranzo, ha raccontato ancora.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca49 minuti ago

Covid Lazio oggi, “esplosione” di contagi: da 1...

Medici famiglia: "Dati ministero fortemente sottostimati, ripristinare misure protettive" Esplosione di contagi covid nel Lazio, dove si registrano "da 1...

Immediapress51 minuti ago

Smart Working: come gestire l’archivio cartaceo rimasto in...

Milano, 15 Luglio 2024. Negli ultimi anni, lo smart working ha subito una trasformazione significativa, diventando una componente fondamentale del...

Cronaca52 minuti ago

Diabete, in Italia sistema misura-glucosio che si applica...

Con FreeStyle Libre 2 Plus si controlla la glicemia con un'occhiata al cellulare senza scansionare il sensore o pungere il...

Esteri1 ora ago

Vaccini nei bambini, allarme Onu: è flop per anti-morbillo

Due agenzie delle Nazioni Unite: "Siamo sotto livelli pre-Covid, +2,7 mln di non protetti". Cresce copertura anti-Hpv tra le ragazze...

Immediapress1 ora ago

Arianna Burzoni: “Una festa per celebrare i primi 50 anni...

L’azienda, fondata nel 1974, ha tagliato il traguardo del mezzo secolo di attività riunendo tutti i collaboratori e i clienti...

Immediapress1 ora ago

Gabriele Feron di FGR: nell’edilizia pubblica e privata...

L’azienda toscana, certificata SOA, FGAS e antincendio, è specializzata in edilizia pubblica e privata e garantisce lavori di demolizione e...

Immediapress2 ore ago

Acquistare gomme online: perché affidarsi a Euroimport...

Torino, 15/07/2024. Da quando lo shopping online è diventato parte integrante delle abitudini di consumo di milioni di italiani, l'e-commerce...

Sport2 ore ago

Coppa America 2024, Argentina trionfa: Colombia battuta 1-0...

L'attaccante dell'Inter Lautaro, partito dalla panchina, va a segno nei supplementari al 112' con il tocco decisivo sull'assist di Lo...

Spettacolo2 ore ago

Caso Morgan e Angelica Schiatti, lui: “Vi racconto...

L'artista su Instagram: "Vi do un'anticipazione, domani e poi tutti i giorni avrete un pezzo per comporre il quadro totale"...

Spettacolo2 ore ago

Brenda e Kelly, l’addio di Jennie Garth a Shannen...

L'attrice in un post: "Era coraggiosa, appassionata, determinata e molto amorevole e generosa. Ho il cuore spezzato" "Sto ancora elaborando...

Cronaca3 ore ago

Italia nella morsa del caldo, temperature infernali:...

Colonnina sempre sopra i 34 -37 gradi su tante città con picchi addirittura di 42-43°C sulle zone interne della Sicilia...

Ultima ora3 ore ago

Bari, incendio a pronto soccorso Policlinico: pazienti...

Le fiamme da una sezione di un quadro elettrico al piano interrato del padiglione Asclepios Un incendio si è sviluppato...

Ultima ora3 ore ago

Trump a Milwaukee per convention repubblicana dopo...

Scendendo dall'aereo il tycoon ha alzato il pugno come dopo l'attacco. Servizi segreti sotto accusa, presidente Usa: "Avviata inchiesta" Un...

Cronaca4 ore ago

Parapendista precipita a Cefalù, intervento con elicottero

Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano e IV Reparto Volo della Polizia di Stato sono intervenuti nella zona di Cefalù (Palermo)...

Esteri11 ore ago

Attentato Trump, un agente ha provato a fermare il cecchino

Un poliziotto ha provato a salire sul tetto, Crooks ha puntato l'arma Un agente di polizia ha provato a fermare...

Sport12 ore ago

Coming out di Ralf Schumacher, su Instagram foto con il...

L'ex pilota di Formula Uno: "La cosa più bella della vita è quando hai al tuo fianco il compagno giusto...

Esteri12 ore ago

Attentato Trump, il cecchino ha agito da solo: il punto...

L'Fbi ha aperto l'indagine "per potenziale atto di terrorismo interno". Ecco chi è l'attentatore Le indagini sull'attentato a Donald Trump,...

Sport12 ore ago

Spagna campione d’Europa, Inghilterra battuta 2-1 in...

Decisivo il gol di Oyarzabal all'86' La Spagna è campione d'Europa. Nella finale di Euro 2024, a Berlino, la nazionale...

Cronaca12 ore ago

Omicidio Mollicone, lettera a Mattarella e Meloni:...

La missiva è firmata da Bianca Maria Ferrante, amica di Guglielmo Mollicone, padre della giovane di Arce uccisa nel 2001...

Esteri12 ore ago

Attentato Trump, Servizi Segreti sotto accusa. Biden:...

Dubbi sull'operato degli agenti. Il presidente chiede un'indagine sulle misure adottate al comizio I Servizi Segreti sotto accusa dopo l'attentato...