Obbligo mascherina all’aperto, Boccia: “Inevitabile prima di Natale”


“Tornano le varianti, tornano le prime zone gialle come in Friuli Venezia Giulia; così com’era prevedibile, l’emergenza Covid-19 non è finita. Oggi grazie ai vaccini possiamo convivere meglio, quindi proteggiamoci, vacciniamoci tutti e teniamo soprattutto le mascherine. Sono le uniche armi contro il Covid e le numerose varianti. L’obbligo delle mascherine all’aperto diventa inevitabile e necessario nel mese di dicembre, soprattutto nelle strade affollate per le attività commerciali pre-natalizie”. Così Francesco Boccia, deputato Pd e responsabile Regioni e Enti locali della segreteria nazionale, al termine dell’iniziativa organizzata dall’UCI, insieme a Enzo Maraio, segretario PSI, Arturo Scotto di Articolo Uno, Angelo Bonelli dei Verdi e Francesca Flati, deputata del M5S. 

“Proteggere tutti in pieno inverno, anche all’aperto dove c’è tanta gente -avverte- è necessario e vanno evitate ordinanze differenziate tra le diverse città. I sindaci che si sono mossi preventivamente lo fanno per opportuna prudenza e non hanno altre armi; e se lo fanno è perché provano a difendere la salute di tutti e le stesse attività commerciali. Sarebbe meglio a questo punto un intervento unitario in vista del Natale, di governo, Regioni e Comuni con un confronto in Conferenza unificata. Tutto questo diventa a maggior ragione necessario fino a quando resterà in circolazione una quota consistente di non vaccinati”. 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Coronavirus Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.