Covid, Calenda: “C’è chi strumentalizza la pandemia”


“Penso che la pandemia abbia creato un solco tra chi l’ha strumentalizzata e chi non l’ha fatto. A livello nazionale alcuni lo hanno fatto e altri no. Per esempio, la posizione dei tamponi gratis l’hanno tenuta sia la Cgil che la Lega. Quello che sta succedendo a Trieste ha molto a che fare con l’idea dei diritti senza i doveri”. Così il leader di Azione Carlo Calenda, ospite di ‘Mezz’ora in più’ su Rai Tre. “Uno dei problemi cruciali in Italia – ha proseguito – è il rapporto tra diritti e doveri”. 

Secondo Calenda “c’è una politica prima del Covid e una politica completamente diversa dopo. Questa linea di frattura è molto più forte tra populismo e non populismo”. 

“Il Green Pass? Si tiene. Si va avanti con questa strategia, la protesta è legittima mentre se è violenta si reagisce – ha detto il leader di Azione – La forza è monopolio dello Stato e lo Stato risponde con durezza e serietà”. 

Poi i partiti. “Movimenti politici del no a tutto, come i cinque stelle, si polverizzano nell’esperienza di governo” ha affermato.  

Quanto alla Lega, “c’è una contraddizione tra quello che fate in Europa e la posizione che, facendo parte del governo Draghi, dovete tenere in Italia. Bisogna vedere quale Lega prevarrà”. 

Guardando all’Europa, “i gruppi anti-europei dove siedono Meloni e Salvini non hanno nulla a che vedere con le posizioni di Berlusconi, che è costretto in Europa a dare addosso a loro, e quando torna in Italia a difenderli”.  

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Coronavirus Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *