Consip, Tiziano Renzi rinviato a giudizio per traffico di influenze


Tiziano Renzi, padre dell’ex premier e ora leader di Italia Viva Matteo, andrà a processo per l’accusa di traffico di influenze illecite nell’ambito di uno dei filoni dell’inchiesta Consip. Il gup di Roma Annalisa Marzano insieme a Tiziano Renzi ha rinviato a giudizio per lo stesso reato l’ex parlamentare Italo Bocchino e gli imprenditori Carlo Russo e Alfredo Romeo. Per loro l’udienza è stata fissata per il 16 novembre. Renzi ‘senior’ è stato prosciolto invece dall’accusa di turbativa d’asta e da un altro episodio di traffico di influenze.  

In rito abbreviato invece, il gup ha condannato a un anno l’ex senatore Denis Verdini, l’imprenditore Ezio Bigotti e l’ex parlamentare Ignazio Abrignani per il reato di turbativa d’asta. Verdini, come Abrignani e Bigotti, è stato assolto dall’accusa di concussione. Per loro il pm Mario Palazzi aveva chiesto l’assoluzione. 

“Dopo Genova e Cuneo, ora confidiamo nel dibattimento per l’en plein a Roma”. Cosi’ all’Adnkronos l’avvocato Federico Bagattini, difensore di Tiziano Renzi. ” Grande soddisfazione – sottolinea quindi l’avvocato Bagattini – per tre assoluzioni su 4 capi di imputazione”.
 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content


Politica Ultima ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *