Entra in contatto con noi

Sport

Champions, Juve-Chelsea 1-0: Chiesa stende i campioni d’Europa

Pubblicato

il

La Juventus batte il Chelsea per 1-0 nel match valido per la seconda giornata del Gruppo H di Champions League e con 6 punti guida il girone. I bianconeri conquistano il successo contro i campioni d’Europa grazie a Chiesa, a segno al 46′. La formazione di Allegri compie un passo enorme verso gli ottavi di finale. Il Chelsea rimane a quota 3 con lo Zenit Sanit Pietroburgo, vittorioso per 4-0 sul Malmoe. 

La Juve, priva degli infortunati Morata e Dybala, soffre in avvio: l’atteggiamento prudente dei bianconeri lascia il pallino del gioco agli inglesi. Il Chelsea si fa vivo al 3′ con Kovacic, che non crea problemi a Szczesny dalla distanza. Al 7′ ci prova Lukaku, il portiere bianconero rimedia in due tempi. I padroni di casa escono dal guscio al 20′ con la prima ripartenza efficace. Chiesa divora il campo sulla fascia destra e spara in diagonale, sfiorando il palo opposto. La Juve progressivamente riconquista metri: la formazione di Allegri non crea granché ma imbriglia gli avversari, concedendo poco o nulla ai campioni d’Europa. Il Chelsea domina il possesso del pallone, ma non sfonda.
 

L’equilibrio salta in avvio di ripresa alla prima azione. Sponda di Rabiot, imbucata di Bernardeschi e Chiesa fulmina Mendy: botta secca sotto la traversa, 1-0 al 46′. La Juve, avanti, può giocare la ‘sua’ partita. Doppio muro nella propria metà campo e Chelsea costretto a cercare varchi che non esistono. I bianconeri rischiano di farsi male da soli al 53′ con Locatelli, che devia verso la propria porta nel tentativo di interrompere una trama avversaria: palla fuori di un metro. I padroni di casa creano una chance colossale al 63′. Rabiot apre per Cuadrado, torre per Bernardeschi che da pochi passi non trova il tempo per la conclusione. Il Chelsea si riversa in avanti e all’83’ sfiora il pari con Lukaku. Il belga, cancellato per tutta la serata da Bonucci e DeLigt, trova lo spazio per battere di sinistro: palla larga, la Juve esulta. Finisce 1-0, Allegri si gode 3 punti d’oro.
 

“Di solito i marinai quando sono in tempesta trovano sempre la via di uscita. Bella partita contro i campioni d’Europa. Tecnicamente potevamo giocare meglio ma abbiamo sofferto poco e un paio di contropiedi li abbiamo sbagliati”. E’ il commento del tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, dopo la vittoria sul Chelsea. “Due partite, sei punti, zero gol subiti quindi un altro passo verso la qualificazione, un bel passo in avanti”, conclude l’allenatore livornese ai microfoni di Amazon Prime. 

“E’ stata una prestazione sofferta col Chelsea bravissimo nel possesso palla, però abbiamo fatto vedere lo spirito Juve. Siamo partiti con un modulo poi il tecnico ci ha detto di cambiare e siamo stati bravi a punirli. Abbiamo dimostrato lo spirito Juve contro i campioni d’Europa, una squadra fortissima”, dice Chiesa. “Abbiamo fatto una grande partita, una grande battaglia. E’ stata una bella vittoria, ottenuta col cuore. Adesso dobbiamo continuare così”, il commento di Locatelli a Jtv. 

“La mia prestazione? In queste gare c’è emozione ma non c’è tempo per pensarci. Si deve pensare ai tifosi, alla squadra e la vittoria è fondamentale. Ci abbiamo messo qualcosa in più del Chelsea perché ci credevamo -prosegue-. Abbiamo difensori forti, ma tutto dipende dal lavoro collettivo. I due Fede davanti (Bernardeschi e Chiesa, ndr) ci hanno aiutato tantissimo nel lavoro sporco”. 

 

Sbircia la Notizia Magazine unisce le forze con la Adnkronos, l'agenzia di stampa numero uno in Italia, per fornire ai propri lettori un'informazione sempre aggiornata e di alta affidabilità.

Sport

Beto si allena a parte, stop Okereke. Spinazzola all’asta di riparazione? Le novità

Pubblicato

il

(Adnkronos) –
Lecce, allarme rientrato per Hjulmand
 

Il capitano è tornato a lavorare in gruppo dopo che ieri si era limitato ad un lavoro personalizzato per un affaticamento muscolare. Potrà dunque prendere parte alla sfida con la Roma dove sarà titolare a centrocampo. Reduce da un assist con la Cremonese, si prepara per essere protagonista anche in un match così complicato.

Le novità sulle condizioni di Okereke 
 

La Cremonese di Davide Ballardini continua la preparazione in vista del match contro il Napoli, in calendario domenica alle ore 20:45. I grigiorossi si sono radunati anche questa mattina per lavorare e preparare la sfida con gli azzurri. Mister Ballardini, però, deve fare la conta degli uomini. Il motivo? In tre hanno svolto lavoro differenziato, compreso Okereke, ancora alle prese con i problemi fisici rimediati nelle ultime ore. 

L’attaccante ha rimediato una microlesione all’adduttore che lo ha costretto già a saltare l’ultima gara di campionato contro il Lecce. Ipotesi di rientro da fine febbraio.  

Beto e Walace si sono allenati a parte
 

I due giocatori dell’Udinese hanno svolto lavoro differenziato al fine di trovare la condizione migliore. Non c’è particolare allarme circa le loro condizioni: entrambi, infatti, stanno bene. Il lavoro differenziato è dovuto ad una semplice gestione della fatica. Domenica saranno regolarmente in campo contro l’undici di Alessio Dionisi.
 

Rientro di Spinazzola? Non ci sono buone notizie

 

La lesione al flessore patita circa 10 giorni fa costringerà l’esterno della Roma a rimanere lontano dal terreno di gioco per almeno un altro mese. L’obiettivo nel mirino è ovviamente la partita con la Juventus in programma il prossimo 5 marzo, ad oggi più una speranza che un concreto piano di rientro. 

Le sue condizioni saranno naturalmente monitorate giorno per giorno, ma nel frattempo continuerà ad agire Zalewski sulla corsia di sinistra, con Celik invece titolare a destra, senza però escludere la possibilità di rivedere anche El Shaarawy a tutta fascia come accaduto contro l’Empoli. 

Fantacalcio.it per Adnkronos 

Continua a leggere

Sport

Juventus, infortunio per Miretti

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Si temeva il peggio, ma fortunatamente sembra meno grave del previsto l’infortunio rimediato da Miretti
durante il match con la Salernitana.  

Gli esami a cui si è sottoposto il calciatore hanno escluso fratture come comunicato dalla Juventus. Il centrocampista inizierà l’iter riabilitativo per la ripresa dell’attività agonistica. 

Questo il comunicato ufficiale della Juventus: “Questa mattina Fabio Miretti, a seguito della distorsione della caviglia sinistra, è stato sottoposto ad approfondimenti radiologici presso il J|Medical che hanno escluso fratture e il calciatore inizierà l’iter riabilitativo volto alla ripresa dell’attività agonistica”. 

Non sono stati precisati i tempi di recupero. Sicuramente Miretti salterà il prossimo match di campionato in programma domenica alle 18 contro la Fiorentina. Prossima settimana poi sarà valutato di nuovo dallo staff medico, ma Allegri può tirare un sospiro di sollievo.  

Fantacalcio.it per Adnkronos 

  

Continua a leggere

Sport

Vlahovic si è ripreso la Juventus

Pubblicato

il

(Adnkronos) – La Juventus espugna l’Arechi di Salerno con un sonoro 3a0. Trascinatore Dusan Vlahovic, recuperato a pieno dalla pubalgia che lo ha condizionato negli ultimi mesi. Il serbo autore di una doppietta, c’è il suo zampino anche nella rete di Kostic.  

Il gol che apre le marcature arriva però dal dischetto, Dusan Vlahovic è una garanzia. Anche a Salerno l’attaccante non ha sbagliato dagli 11 metri, ritoccando al rialzo la sua percentuale di realizzazione. La migliore del campionato italiano. 

Di Maria gli ha lasciato il posto da rigorista e Vlahovic non ha tradito, scaraventando il pallone dagli 11 metri alle spalle di Ochoa. E’ bastato un cenno di intesa tra i due calciatori quando l’arbitro Rapuano ha assegnato la massima punizione.  
Vlahovic dunque è il rigorista designato della Juventus? Sembrano non esserci più dubbi, anche con la presenza del Fideo in campo.  

  

Fantacalcio.it per Adnkronos 

Continua a leggere

Sport

Mondiali sci 2023, Bassino oro in Super-g

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Marta Bassino trionfa nel Super-g ai campionati del mondo di sci alpino di Courchevel-Meribel 2023 e vince la seconda medaglia d’oro per l’Italia nella rassegna iridata francese dopo quella di Federica Brignone in Combinata. La piemontese si impone con il tempo di 1’28″06 davanti alla statunitense Mikaela Shiffrin (1’28″17) che centra la medaglia d’argento. Bronzo ex-aequo per la norvegese Kajsa Vickhoff Lie e l’austriaca Cornelia Huetter (1’28″39). Ottava l’altra azzurra Federica Brignone (1’28″61), undicesima Sofia Goggia (1’28″82), quindicesima Elena Curtoni (1’29″07). Per Bassino, 26 anni, è il secondo titolo iridato, dopo quello conquistato nel parallelo a Cortina nel 2021.  

“Ho tremato fino alla fine, nella parte alta della pista mi davano tutte mezzo secondo, non è poco da recuperare. E’ stato un patimento ma ora sono felice. Devo ancora realizzare bene, sono su di giri. E’ bellissimo. La mia prima vittoria in SuperG ai Mondiali, è incredibile”, ha detto l’azzurra. “Ho solo pensato di sciare come so, la differenza l’ha fatta il voler spingere a tutte le curve”, ha aggiunto, ai microfoni di Rai Sport, la 26enne piemontese, vincitrice dell’oro iridato nel parallelo a Cortina 2021.  

“Il parallelo era stato bello, ma oggi è una vittoria forte e incredibile. Sono senza parole, sono contenta di me stessa e meravigliata di aver sciato così bene. Sono felice, è il coronamento del lavoro e della costanza. Mi è spiaciuto lunedì per l’errore in combinata, ma ho deciso di voltare pagina e guardare al lato positivo. Al Mondiale è inutile guardarsi indietro e avere rimpianti, ho sbagliato ma ho cercato di avere sensazioni positive per oggi. Bello esserci riuscita. Domani riposo, nei prossimi giorni farò un po’ di gigante e poi torniamo in gara per il parallelo” 

 

Continua a leggere

Sport

Le maglie del Trento Rugby arrivano fino in Kenya

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Le maglie del Trento arrivano fino in Kenya. Le indossano i rugbisti della Sawa Sawa Academy di Timboni, villaggio affacciato sull’Oceano Indiano nel sud est dello stato, a un centinaio di chilometri da Mombasa dove da qualche mese opera Marco Canova, padovano ex giocatore, allenatore di rugby, volontario in occasione dei test match e delle gare del Sei Nazioni e padre di Tommaso che da qualche stagione milita nelle fila dei gialloblù. Dopo un periodo di vacanza trascorso nella zona, la folgorazione e la decisione di passare sempre più tempo nelle scuole per insegnare i fondamentali della palla ovale: “Dieci anni fa – spiega Marco al telefono – sono giunto in questa zona del Kenya per una vacanza e sono stato “fulminato” dall’amore dei bambini. Da ex giocatore, anche se mai ad alti livelli, ho portato con me la palla ovale. In due settimane ho fatto giocare almeno 50 ragazzini e mi sono ripromesso di tornare”. 

Dieci anni dopo la vacanza Marco torna in Kenya lo scorso ottobre, ma con un obiettivo completamente diverso: “Attualmente gestisco alcuni impianti sportivi nel padovano – prosegue – e sono insegnante di educazione fisica. Avevo bisogno di liberarmi la testa e trasmettere quello che so fare io, per cui ho deciso di impiegare 23 giorni della mia vita per andare in una scuola e insegnare il rugby ai giovani locali. Ho chiamato alcuni amici che avevo conosciuto qua per trovarmi una casa e una scuola dove insegnare educazione fisica. Ho iniziato il mio viaggio nella Sawa Sawa Academy, una scuola piuttosto strutturata dove ho insegnato la pallamano e la pallavolo (non c’è bisogno di insegnare l’educazione motoria perché tutti i ragazzini si muovono e corrono sin da piccoli) e negli ultimi giorni ho provato a inserire il rugby e l’idea è piaciuta molto a studenti e insegnanti”. 

La voce si spande in poco tempo e Marco conosce un’altra realtà: “Grazie a una delle tante volontarie che operano in Kenia dell’associazione Jua Yetu, sono entrato in contatto con una scuola periferica, la Mama Rossana Academy – in mezzo al nulla, costruita col fango e composta da quattro aule dove i bambini dai 5 anni in su sono stipati in pochissimo spazio. Tornato a casa in Italia ho iniziato a pensare e cosa c’era di meglio se non tornare lì e portare la palla ovale?”. Qua entra in gioco il rugby Trento. Pur avendo una buona tradizione rugbistica derivante dal periodo di occupazione britannica, nelle zone periferiche il materiale per la pratica dello sport scarseggia: “Ho chiesto una mano alla società di cui sono sponsor e dove gioca mio figlio Tommaso e ho trovato un’incredibile disponibilità. Sono così ripartito alla volta di Timboni con 5 borse piene di maglie, palloni, pettorine, conetti e materiale in buono stato che non veniva più utilizzato. Adesso tutte le mattine torno nella scuola e insegno un’ora di rugby con tanto di partitella finale. Dopo due sole lezioni i ragazzi iniziavano già a giocare tra loro, tanto che mi hanno chiesto di tornare da loro anche il pomeriggio, insegnando rugby ma anche le altre discipline tra cui il nuoto, novità assoluta. Lì utilizzo il materiale, mentre le divise destinate a ragazzi cresciuti le usano i ragazzi della Sawa Sawa Academy. La mia giornata ora conta di lezioni di 40 minuti la mattina e 2 pomeriggi si gioca. Fino a poco tempo fa c’erano calcio, pallamano e pallavolo, ora tutti i mercoledì ci sono 4 squadre che giocano a rugby e fanno i tornei tra di loro”. 

Continua a leggere

Sport

Processo Juve, Tapiro d’oro gigante a pm Santoriello

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Striscia la Notizia, con Valerio Staffelli, davanti al Palazzo di Giustizia di Torino per consegnare simbolicamente un Tapiro d’oro gigante a Ciro Santoriello, Pubblico ministero nel processo alla Juventus sulle plusvalenze travolto da una bufera mediatica per una frase pronunciata durante un convegno nel 2019: “Sono tifosissimo del Napoli e odio la Juventus. Da pubblico ministero ovviamente sono antijuventino”. 

Continua a leggere

Sport

Milan, le ultime su Maignan e Tomori

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Arrivano ulteriori aggiornamenti in casa Milan in merito alle condizioni di Maignan, Bennacer e Tomori, in vista dell’andata di Champions League contro il Tottenham. 

Le assenze dei tre calciatori stanno pesando e non poco nell’economia del gioco di Pioli, con un mese di gennaio disastroso dal punto di vista dei risultati. 

Nei prossimi due giorni sono in programma dei nuovi esami per verificare le condizioni e il conseguente recupero di Mike Maignan, Fikayo Tomori e Ismael Bennacer. I tre rossoneri salteranno sicuramente l’impegno di venerdì sera contro il Torino: la speranza è di recuperarli tutti per l’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Tottenham. 

Filtra maggiore pessimismo per Maignan e Bennacer, decisamente più “semplice” invece ipotizzare di avere a disposizione Tomori. L’obiettivo è comunque di averli quantomeno in panchina: il momento è difficile, motivo per cui Pioli vorrebbe avere tutto il gruppo unito per affrontare al meglio quella che potrebbe essere la partita della svolta, soprattutto a livello mentale. 

Fantacalcio.it per Adnkronos 

Continua a leggere

Sport

Lazio: Immobile sostituito a Verona, il motivo

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Ciro Immobile scalpita per tornare al gol con la maglia della Lazio. L’attaccante è rientrato da due partite in campionato smaltito l’infortunio muscolare alla coscia destra, ma non sta incidendo in campo. 

Ieri al Bentegodi contro il Verona, Immobile è stato richiamato in panchina al minuto 68 da Sarri che, al suo posto, ha lanciato in campo Felipe Anderson. Una sostituzione che il centravanti non ha preso affatto bene. A dimostrarlo è stata la sua reazione uscendo dal terreno di gioco: ha scosso la testa e ha allargato le braccia. Tutto è rientrato rapidamente, infatti al momento di accomodarsi in panchina ha abbracciato il tecnico senza polemiche. 

Nel post gara, ai microfoni di DAZN, Sarri è tornato sull’episodio: “Era programmato che uscisse Ciro. Ne abbiamo approfittato per far recuperare parzialmente Anderson, il giocatore che nelle ultime 5 ha accumulato più minutaggio”. 

Immobile sarà titolare sabato contro l’Atalanta?
Sicuramente Sarri punta su Immobile e lo dovrebbe schierare dal 1′ minuto anche nella 22a giornata di Serie A sabato sera all’Olimpico.
I fantallenatori aspettano il bonus del centravanti, l’ultimo conquistato risale infatti alla sedicesima giornata di campionato.  

  

Fantacalcio.it per Adnkronos 

  

Continua a leggere

Sport

Inchiesta Prisma Juve, scoppia il caso Santoriello: le frasi del pm

Pubblicato

il

(Adnkronos) –
“Io, lo ammetto, seguo e sono tifosissimo del Napoli e odio la Juventus. Come tifoso, è importante il Napoli. Come pubblico ministero sono anti-juventino, contro i ladrocini in campo”. Sono queste alcune delle frasi del pm Ciro Santoriello, oggi alle prese con l’indagine Prisma sui conti della Juventus a Torino. Le parole sono state pronunciate quasi 4 anni fa ad un convegno e immortalate in un video girato allo Spazio Chiossetto di Milano il 14 giugno 2019, durante un incontro su bilanci e plusvalenze tra avvocati e giuristi specializzati. In un altro video il relatore, un avvocato, dice a Santoriello “rimaniamo distanti sul fatto che lei sia pm e io avvocato, lei tifa Napoli e io tifo Inter”, che innesca la replica dal tono scherzoso: “Vabbé, dai: basta no Juventus”.  

Dopo le frasi, ampiamente riportate dai quotidiani, il ministro dello Sport, Andrea Abodi, ha provato a spegnere la polemica su Twitter, senza successo. L’hastag #Santoriello è in cima ai trend topic del social con migliaia di tweet che rinfocolano la vicenda. Abodi, ieri sera, aveva comunque twittato: “Ho visto, ascoltato e segnalato, nel rispetto dei ruoli, per le opportune verifiche e valutazioni. Per ora penso sia corretto che mi fermi qui”. 

Nell’evento in questione, nel 2019, Santoriello si soffermava anche sulle plusvalenze, elemento al centro delle vicende che coinvolgono ora la Juventus. L’iscrizione di una plusvalenza “non rende il bilancio falso, penalmente rilevante. La portata ingannatoria di queste circostanze è pari a zero., E’ un bilancio di una società su cui non conviene investire o da cui bisogna uscire, ma non è un bilancio falso”. 

“NON HO NULLA DA DIRE” – “Non ho nulla da dire”. Risponde così, sollecitato dall’Adnkronos, il pm. Santoriello è uno dei pubblici ministeri al lavoro sull’inchiesta Prisma che coinvolge la Juventus. 

Continua a leggere

Sport

Monza-Sampdoria 2-2, il pareggio su rigore a fine partita

Pubblicato

il

(Adnkronos) – Il Monza ha pareggiato in casa con la Sampdoria 2-2 nell’incontro valido per la 21ma giornata di Serie A. La doppietta di Gabbiadini non assicura la vittoria agli ospiti: i padroni di casa mettono infatti a segno con Pessina un rigore al 99°, che completa in extremis la rimonta avviata con Petagna nel primo tempo.  

Continua a leggere

Articoli recenti

Post popolari

Il contenuto di questa pagina è protetto.