Connect with us

Senza categoria

Quanti tipi di carte da gioco esistono? Ecco tutte le...

Published

on

Quanti tipi di carte da gioco esistono? Ecco tutte le tipologie

Quando apriamo le ante di un armadio o i cassetti di un mobile, specie se sono collocati nella sala principale della nostra casa, ci sono altissime probabilità di trovare al proprio interno un mazzo di carte. Anzi, forse anche più di uno. Questo perché ognuno di noi conosce tanti giochi da poter fare con le carte, come la briscola o lo scopone scientifico, di cui è bene sapere la giuste regole, ma che spesso richiedono l’uso di tipologie di mazzi diverse. A questo punto è lecito chiedersi, allora, quanti tipi di carte da gioco esistono nel mondo e in Italia. Una domanda curiosa alla quale cercheremo di rispondere in questo articolo.

Tipologie delle carte da gioco

Partiamo, dunque, con un discorso più generale e che prende in considerazione tutti i tipi di carte da gioco tradizionali, quindi escludendo quelle relative a giochi di società o specifici, come può essere “Uno”. Le carte si differenziano tra di loro per i semi che vengono raffigurati su di esse e per la loro quantità nel mazzo. Le più diffuse sono senz’altro quelle francesi. Ogni mazzo si compone di 54 carte, composte da 13 carte per seme più due jolly. I semi sono quattro e rappresentano in modo stilizzato i fiori e le picche in nero, i quadri e i cuori in rosso. Questa tipologia di carte viene usata solitamente per giochi quali il burraco, la scala 40, la canasta, il blackjack e il Poker, in tutte le sue discipline. A conferma di quanto stiamo dicendo si può dare uno sguardo ad alcune pagine sul web che mettono a disposizione dell’utente una guida con annesso elenco dei giochi di video poker gratis e che spiegano anche il loro funzionamento e l’uso della simbologia tipica delle carte francesi.

Esistono, poi, le carte tedesche, che hanno due tipologie di mazzo: quelle che riprendono i semi transalpini, cambiandone semplicemente i colori, e quelle tradizionali teutoniche, che per semi hanno le ghiande, le campanelle, i cuori e le foglie. Questi ultimi due diventano, invece, rose e scudi nelle carte svizzere. Entriamo, dunque, nel grande mondo dei mazzi con semi provenienti dalle antiche carte mamelucche e che oggi sono usati nei paesi Latini, ossia Spagna e Italia. I nomi dei simboli sono i medesimi. Semplicemente cambia la loro rappresentazione. Nello specifico stiamo parlando delle coppe, dei denari, delle spade e dei bastoni. Infine, sono da citare le carte giapponesi, che si distinguono dagli altri tipi di carte da gioco a causa della presenza di un quinto seme, i così detti “vortici”.

Tipi di carte da gioco italiane

Se colpisce la varietà di carte da gioco esistenti al mondo, sicuramente vi lascerà a bocca aperta sapere che nella sola Italia esistono ben 17 varianti regionali attualmente in uso. All’interno di questi, poi, si può fare un’ulteriore categorizzazione: alcuni usano, infatti, semi italiani o spagnoli, altri quelli francesi o tedeschi. Le uniche cose condivise da quasi tutte le tipologie italiche sono l’assenza dei jolly e il numero di carte che compongono il mazzo: 40. Fanno eccezione a questa seconda regola le carte Bresciane, che ne hanno 52 nonostante utilizzino semi italiani e non transalpini. Entriamo, ora, un po’ più nel dettaglio, partendo dalle più utilizzate in assoluto: le carte napoletane. Parliamo di un mazzo composto da 40 carte, 10 per seme (bastoni, coppe, denari e spade), che utilizza la tipica simbologia spagnoleggiante, risalente al 16esimo secolo e di provenienza evidentemente mamelucca. Tra i giochi più gettonati con le carte napoletane ci sono il Sette e Mezzo e la Briscola.

Al secondo posto, poi, tra le carte più diffuse in Italia ci sono le piacentine. Anch’esse hanno una tipica impostazione spagnola, sia nella rappresentazione dei simboli che nella scelta dei 4 semi. Il mazzo originale risale al 17esimo secolo, mentre nel 19esimo esse soppiantarono i mazzi locali di alcune regioni come Lazio, Umbria e Marche. Di influenza spagnola, poi, sono anche i mazzi delle due Isole Maggiori, Sicilia e Sardegna, che denunciano anche una certa somiglianza tra loro. Molto particolare è la pronuncia sarda dei quattro “is mertzas” “semi”: “Ispadas” (spade), “Cupas” (coppe), “Oros” (denari) e “Bastos” (bastoni). L’ultimo mazzo che ha scelto la rappresentazione spagnola dei semi, infine, è quello romagnolo, utilizzato anche nella Repubblica di San Marino. Passando, invece, alle tipologie di carte da gioco che usano semi francesi possiamo citare le fiorentine, le genovesi, le milanesi, le piemontesi e le toscane. Tutti questi mazzi presentano cuori, picche, fiori e quadri, ma la simbologia e il numero di carte (40) sono tipicamente italiani e quindi adatti a giochi come la scopa o il tresette.

Esistono anche versioni a 52 carte, specie per quel che riguarda la variante genovese, che possono essere usate, ad esempio, per giochi come il Baccarat. Totalmente italiane, invece, risultano le carte bergamasche, quelle bolognesi, le bresciane, le trentine, le trevigiane e le triestine. I semi di queste carte si differenziano da quelli spagnoli per la forma in cui vengono rappresentati, molto più arzigogolata e fastosa: basti pensare alle spade, che assomigliano a scimitarre lunghe e curve. Un solo mazzo, infine, usa i semi tedeschi: le salisburghesi. Queste sono tipiche della zona dell’Alto Adige e possono avere un mazzo da 36 carte se stampate al di là delle Alpi, 40 se prodotte nel versante italiano. Tra le varietà che non sono più in uso sono da segnalare le romane, le udinesi e le baresi.

Sbircia la Notizia Magazine è una testata giornalistica di informazione online a 360 gradi, sempre a portata di click! Per info, segnalazioni e collaborazioni, contattaci scrivendo a info@sbircialanotizia.it

Senza categoria

Il merchandising cinematografico: quando nasce e che...

Published

on

L’industria del cinema è una delle più complesse, nei settori economici poiché ha diversi campi di interesse. ll merchandising, ad esempio, rappresenta una parte significativa del reddito complessivo che ruota intorno al cinema.

Quella del merchandising è una storia che passa spesso in sordina. Viene infatti considerato un ambito dell’industria cinematografica abbastanza secondario ed invece ha una ricca storia che merita di essere raccontata.

Cinema che passione…

La settima arte è riuscita a diventare un vero e proprio punto di riferimento per il grande pubblico. Ci è riuscita anche fuori dalle sale cinematografiche al punto da diventare una compagna di vita per appassionati e non. Un modo per portare con sé un po’ di tutta la suspense, l’adrenalina e l’emozione che si è provato sullo schermo. Il merchandising cinematografico è nato per questo: offrire la possibilità di stare sempre sintonizzati su quello specifico contenuto ed interagire con esso. Ma è stato anche un modo per manifestare una appartenenza. Dalle maglie a tema, alle tazze, ai berretti, sono tantissimi gli esempi di oggetti che hanno catturato una scena di un film iconico e lo hanno impresso nel nostro quotidiano. Un modo per interagire costantemente con i personaggi preferiti di un colossal che ha subito una vera e propria rivoluzione con l’avvento di internet. 

Per i film più moderni, infatti, si studiano delle vere e proprie campagne di marketing per assicurarsi che il merchandising abbia successo prima, dopo e durante l’uscita del film.

Il web ha reso la possibilità di interazione con un contenuto cinematografico davvero infinite. Oggi si possono trovare temi di un film su diversi siti, consentendo agli appassionati di immergersi in esperienze uniche ed irripetibili anche mentre godono un meritato relax, come nel caso delle slot machine.

Merchandising cinematografico: trova lo squalo!

Per avere idea di come sia nata la storia del merchandising cinematografico, non si può non citare un film celebre: Lo squalo. Film del 1975 diretto da un magistrale Steven Spielberg basato sull’omonimo romanzo di Peter Benchley. In occasione dell’uscita di quel film la Universal Pictures metteva in piedi un vero e proprio team che si occupasse di stratagemmi di marketing. Poco prima dell’uscita erano stati avvistati due grandi squali bianchi al largo della costa della California. Per fare interessare la gente al film, si è iniziato a stampare immagini di squali sulle giacche, sui cappelli, su qualsiasi oggetto che le persone potessero portare a casa. Da allora si è sempre più pensato di creare dei punti di contatto tra i consumatori ed il film in uscita. Non si voleva solo preannunciare un’uscita di un film ma creare l’opportunità per il pubblico di interagire con quel contenuto. Questo implicava quindi stipulare accordi di licenza, partnership strategiche e accordi promozionali.

Prima dell’uscita del film i produttori infatti si impegnarono a prepararne il lancio globale, con la più grande spesa per la pubblicità che si sia mai fatta nella storia della Universal.

Merchandising per gli amanti del giurassico 

Sembra che sia Steven Spielberg a fornire il miglior terreno per favorire l’industria del merchandising cinematografico. La verità è che i suoi film si spendono bene per un’azione aziendale del genere. Lo ha dimostrato anche Jurassic Park, il film che ha portato i dinosauri sullo schermo, che interagivano con le primissime grafiche 3D. 

Il successo di questo film resta, ancora oggi, indiscusso. Con una spesa di 63 milioni di dollari, riuscì ad incassarne oltre 900 milioni nel mondo superando perfino E.T. l’extra-terrestre. Il film mantenne il primato per il maggior incasso di tutti i tempi e venne superato poi da Titanic nel 1997. Sia per Jurassic Park che per lo stesso Titanic, il merchandising fu un vero e proprio successo non solo di pubblico ma anche economico. Un’industria che oggi alimenta, per alcuni film e quasi da sola, gran parte di tutto l’introito che ruota attorno al cinema. Allo stesso tempo riesce anche a fidelizzare i più appassionati diventando una vera e propria moda, da portare in strada.

Conclusioni

Il merchandising cinematografico oggi rappresenta una fetta significativa dell’introito dell’industria del cinema. Ma il suo successo non è dettato solo dalla mole di denaro che riesce a muovere ma anche e soprattutto dalla possibilità che si offre agli appassionati di interagire con i propri personaggi o attori preferiti. Chiunque ha mostrato con fierezza una maglia o un oggetto con la scena del film che più gli ha fatto battere il cuore. Oggi però, tanto è facile indossare una sciarpa Grifondoro quanto lo è interagire virtualmente con i mondi ritratti dentro le scene più belle del cinema. A volte è sufficiente girare qua e là sul web per rendersi conto che perfino le slot oggi si rendono più accattivanti con le grafiche dei grandi colossal del cinema.

Continue Reading

Senza categoria

Quali sono i top player del Fantacalcio 2024 – 2025 da...

Published

on

Chiuso un fantacalcio se ne riapre presto un altro, perché soltanto poco più di due mesi separano la fine del campionato dal nuovo inizio e tutti i fantallenatori sono già con un occhio sulle statistiche di quest’anno, per prepararsi a fare il colpaccio e acquistare i migliori top player presenti nella lista della spesa.

I calciatori che hanno dominato le statistiche e le scommesse sportive sui migliori bomber di Serie A sono diversi, tra conferme e sorprese, alcuni hanno brillato per il ghiotto numero di assist forniti, altri per veri e propri record di rigori consecutivi segnati, insomma, ce n’è per tutti i gusti ed esigenze tattiche. Ecco chi sono i migliori top player da inserire in rosa per il fantacalcio 2024 – 2025.

Martinez e Dybala con una fantamedia stellare a trazione over 8

Abbiamo davanti a noi il miglior marcatore della stagione e il top player per quanto riguarda gli assist forniti, senza dimenticare che è andato anche in doppia cifra di gol.

La fantamedia di Lautaro Martinez quest’anno è stata di 8.73, con una differenza di 2 punti bonus rispetto alla media voto, ottenuti con 24 gol e 2 assist. I fantallenatori devono prepararsi a fare i debiti per acquistarlo al prossimo fantacalcio, ma il campione del mondo argentino resta il top player da avere assolutamente in rosa.

La fantamedia di Dybala è 8.20 e in questo fantacalcio dominato dai bomber argentini anche la Joya ha saputo sfruttare al meglio le sue potenzialità nelle 27 gare in cui ha preso il voto. Sono 13 i gol segnati più il record stagionale di 9 assist che condivide con il rossonero Leao.

Calhanoglu: record di rigori consecutivi segnati e miglior centrocampista di Serie A

Con il rigore segnato ad aprile contro il Torino, Calhanoglu ha agguantato il record assoluto di Giampaolo Pazzini a quota 16 rigori consecutivi segnati, questo significa che il prossimo rigore potrebbe proiettarlo nella storia del calcio italiano, anche se già è riuscito a entrarci di diritto.

La fantamedia del centrocampista turco campione d’Italia è di 7.7, score ottenuto con 13 gol (di cui 10 segnati su rigore) e 3 assist. Calhanoglu è stato anche votato come miglior centrocampista di Serie A dalla Lega e resta una pedina indispensabile per tutti i fantallenatori affamati di bonus.

Thuram, Gudmundsson e Koopmainers sono le sorprese che pagheremo a caro prezzo

Fra i top player che quest’anno hanno messo a segno score importanti e sono diventati le vere sorprese ci sono Thuram, Koopmeiners e Gudmundsson.

L’attaccante dell’Inter era comunque favorito sui siti scommesse di calcio e fantacalcio, sia perché veniva schierato in attacco, sia per la rosa nerazzurra favorita sin da inizio campionato per la vittoria dello scudetto. Tuttavia, Thuram non ha deluso le aspettative e la sua fantamedia è di 7.81 con 13 gol e 7 assist nelle 35 gare in cui ha preso il voto. Una perla che sicuramente pagheremo a caro prezzo quest’anno perché ormai si sta trasformando in un diamante.

Gudmundsson è stato la vera sorpresa di questo campionato, perché nei 35 match in cui ha preso il voto è riuscito a mantenere una fantamedia di 7.64, andando a segno 14 volte e fornendo anche 4 assist: per un centrocampista questi sono numeri stratosferici. Al di là del suo futuro una cosa è certa, il prezzo di questo calciatore lieviterà notevolmente fino ad agosto.

Non potevamo escludere l’Atalanta campione di Europa League e infatti Koopmeiners entra a gamba tesa tra i top player sorprendenti di questo campionato, che a breve pagheremo a prezzo alto nella prossima asta. Per il centrocampista della Dea la fantamedia è 7.58, condita da 12 gol e 5 assist che lo rendono un mago dei bonus. Quanto siete disposti a pagarlo?

Continue Reading

Senza categoria

Da dove iniziare se vuoi entrare nel mondo delle Elabet...

Published

on

Guardare la prossima partita della tua squadra preferita è di per sé un intrattenimento interessante. Ma le Elabet scommesse sportive ti aiuteranno a renderle più divertenti e, possibilmente, redditizie. Chiunque abbia raggiunto la maggiore età può scommettere. Allo stesso tempo, non è importante il tipo di bankroll che hai e la tua conoscenza dello sport. Affinché il gioco abbia il massimo successo, dovrai non solo scegliere determinati sport, ma anche comprendere i principi stessi delle scommesse. Naturalmente, nell’ambito di questo articolo non saremo in grado di darti informazioni complete su tutti i meccanismi, ma ti diremo a cosa dovresti prestare attenzione in primo luogo.

Scelta dello sport

Così come un atleta non può avere successo in diversi sport, è improbabile che uno scommettitore professionista riesca a ottenere risultati eccellenti in tutte le discipline sportive. Per far sì che il processo di scommessa abbia successo nel lungo periodo, è necessario immergersi in un determinato sport e, ovviamente, questo richiede molto tempo. Coloro che si occupano professionalmente di Elabet scommesse sportive sono sempre al corrente dell’andamento delle squadre selezionate e possono persino raccontare le statistiche delle partite giocate di recente. Inoltre, gli scommettitori esperti si concentrano sui risultati futuri delle squadre e possono farlo solo eseguendo un’analisi approfondita.

Studiare gli aspetti delle scommesse

Per cominciare, dovresti almeno capire cosa significano i termini principali delle Elabet scommesse sportive. Ad esempio:

  • Scommessa. L’importo che lo scommettitore punta su uno specifico esito dell’evento.
  • Probabilità. Un numero che indica la probabilità di un particolare risultato.
  • Scommessa pre-partita. Una scommessa piazzata prima dell’inizio di un evento sportivo.
  • Scommessa live. Una scommessa che viene effettuata durante una partita.
  • Un doppio esodo. Un’ottima opzione di scommessa quando devi prevedere diversi possibili risultati.
  • Scommessa con handicap. Si tratta di una scommessa in cui a una parte viene concesso un certo vantaggio.
  • Scommessa totale. Una scommessa sul numero totale di gol, punti, partite o altri eventi che probabilmente si verificheranno in una partita.
  • Cash out. Fissare il tasso per minimizzare le perdite.

Contabilizzazione delle offerte di bonus

Alcuni bookmaker offrono ulteriori incentivi. Naturalmente, la piattaforma ne ha bisogno soprattutto per attirare nuovi clienti o incoraggiare i giocatori attivi che giocano regolarmente. Per coloro che stanno iniziando a provare le Elabet scommesse sportive, queste offerte sono perfette, perché danno loro un vantaggio.

Cerca informazioni in diverse fonti

Non solo l’analisi delle partite recenti deve diventare l’elemento principale delle Elabet scommesse sportive. Ovviamente si tratta di un aspetto importante, ma i risultati delle partite passate non sempre determinano i risultati di quelle future. Le squadre possono mostrare risultati eccellenti anche dopo una serie di partite disastrose. È difficile scoprire quali fattori contribuiscono a questo risultato se si considerano solo i dati puramente statistici.

Informazioni preziose possono comparire ovunque, ma prima di tutto si tratta di siti specializzati. Sulle pagine dei club, degli atleti, degli analisti, sui siti web dei media sportivi nelle sezioni “news” – ovunque puoi trovare molti dati utili per rendere più redditizie le Elabet scommesse sportive. Le informazioni sugli infortuni dei giocatori chiave, i conflitti interni allo staff tecnico o la proposta di trasferimento dell’attaccante principale a un’altra squadra possono influire negativamente sullo stato funzionale della squadra.

Non dimenticare di consultare il materiale analitico dei principali scommettitori e degli specialisti che conoscono lo sport che hai scelto. Le previsioni sono ovviamente utili, ma non devi concentrarti solo su di esse. È molto importante sviluppare una propria strategia di gioco. Questa diventa tanto migliore quanto più lo scommettitore ha esperienza e quanto più spesso analizza i risultati.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca50 minuti ago

Milano, incendio in autofficina: 3 morti e e 3 feriti

Le fiamme sono state domate, i vigili del fuoco hanno evitato che si propagassero ai piani superiori dell'edificio Tre persone...

Spettacolo57 minuti ago

Amadeus condurrà ‘La Corrida’ sul Nove in...

Lo storico format vedrà il debutto in prima serata del conduttore sulla rete di Warner Bros come rivela in esclusiva...

Spettacolo1 ora ago

Da domani rassegna su Alberto Sordi nella sua villa di Roma

In programma 9 film che si potranno vedere gratuitamente previa prenotazione obbligatoria Alberto Sordi non se n’è mai andato veramente,...

Cronaca1 ora ago

Il ‘Gran Prix Storico di Roma’ accende i motori...

L'evento fino a domani, sabato 15 giugno, ai marmi del Foro Italico nella Capitale Auto storiche e Made in Italy...

Economia1 ora ago

Imprese, De Margheriti (Grant Thornton): “Apertura...

In provincia di Vicenza il 58° evento di Industria Felix “Oggi imprenditori e manager di organizzazioni, per poter perseguire la...

Sport2 ore ago

Mille Miglia, quarto pomeriggio di gara da 335 chilometri

È stato il Controllo Orario di ripartenza da Solomeo a inaugurare il dodicesimo settore di gara. Una volta passata la...

Esteri2 ore ago

Europei 2024, tensione prima del calcio d’inizio:...

A far scattare l'allarme uno zaino sospetto. Resta chiusa zona allestita per i tifosi vicino al Reichstag Tensione a Berlino...

Economia2 ore ago

Gruppo Aspi a summit G7, nuove tecnologie per mobilità...

Il gruppo Aspi è stato scelto dal governo per rappresentare le eccellenze italiane durante questo importante evento Autostrade per l'Italia...

Cronaca2 ore ago

G7, corteo a Fasano: “Forum si costruiscono con...

(dall’inviata Assunta Cassiano) - Un corteo pacifico ha attraversato questo pomeriggio le strade di Fasano, organizzato dal Contro Forum G7...

Cronaca2 ore ago

Milano, 2 detenuti evasi dal Beccaria: hanno scavalcato le...

De Fazio (Uilpa: "Sono in corso le ricerche da parte della polizia penitenziaria e delle altre forze dell’ordine" Due detenuti...

Esteri2 ore ago

Kate, domani prima apparizione pubblica: “Sto meglio...

Il messaggio della principessa, che assisterà alla parata per il compleanno di re Carlo La principessa Kate sta facendo "buoni...

Spettacolo2 ore ago

Roma e vip, ecco chi ha scelto la Capitale come casa

Post Content

Cronaca3 ore ago

Truffa figli in Brasile, appello al governo:...

L'avvocato d'affari Nunzio Bevilacqua prosegue la sua battaglia contro l'attribuzione di paternità Assume i tratti di un intrigo internazionale la...

Cultura3 ore ago

Dalla pietra all’Ia, la storia delle armi in...

I due autori ripercorrono il lungo viaggio compiuto dalla storia delle armi dal paleolitico ai giorni nostri, dai primi utensili...

Economia3 ore ago

IA e cinema WMF, l’intelligenza artificiale nel cinema

Frisari (Fantomatica) :"Deciderà il pubblico, ma credo che si sceglieranno sempre storie umane, magari con immagini generate dall'intelligenza artificiale, ma...

Sport3 ore ago

Euro 2024, tifosi Scozia guidano contromano: grave...

Appena atterrati a Dusseldorf si sono messi in viaggio per Monaco Cinque tifosi della Scozia in ospedale in Germania dopo...

Cronaca3 ore ago

Violenza su donne, moda e istituzioni insieme con la...

La Polizia di Stato sceglie anche la strada della moda per dire no alla violenza di genere. Con la presentazione...

Spettacolo3 ore ago

Jonathan Safran Foer si trasferisce a Roma. Tutte le star...

“Mi trasferisco a Roma con mia figlia Alba, che ha un anno e mezzo”. Jonathan Safran Foer, autore di “Ogni...

Spettacolo3 ore ago

Jonathan Safran Foer si trasferisce a Roma. Tutte le star...

Da Willem Dafoe ad Abel Ferrara passando per Matt Dillon ecco chi ha deciso di trasferirsi e perché "Mi trasferisco...

Lavoro3 ore ago

Aggregazione della spesa alla luce del nuovo codice degli...

Valorizzare l’esperienza decennale dei professionisti in una nuova ottica volta a supporto del sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e...