Connect with us

Spettacolo

L’anima multicolore di Ivan Cattaneo: tra musica e...

Published

on

L’anima multicolore di Ivan Cattaneo: tra musica e pittura

A cura di Pierluigi Panciroli

Ivan Cattaneo, un’icona artistica con la “A” maiuscola, ha trascorso la sua esistenza immerso nell’arte, nella musica e nell’anticipazione di tendenze culturali. Il suo successo, un trionfo che si è gradualmente concretizzato nel corso degli anni ’80, lo ha portato ad affermarsi nelle classifiche musicali ufficiali e nelle trasmissioni televisive più prestigiose di quell’epoca.

La sua forza risiedeva nella franchezza con cui affrontava la vita e nell’ardente impegno a difendere i diritti delle persone omosessuali.

Ivan ha dovuto lottare contro pregiudizi e discriminazioni

In un’epoca in cui la società condannava l’omosessualità e cercava di costringere gli individui a rinnegare la propria identità. Il suo passato include momenti di dolore, come l’ingiusta reclusione in un ospedale neuropsichiatrico in giovane età, seguita da una dichiarazione di “guarigione” che gli permise di uscirne. Già alle elementari, Ivan fu vittima di bullismo, quando la sua maestra lo derise pubblicamente per la sua diversità di interessi e gusti.

Tuttavia, nonostante le avversità, Ivan ha mantenuto la sua autenticità. Ha affermato di non volersi identificare come un’icona gay, ma ha riconosciuto il ruolo che ha svolto nella vita di molte persone, fornendo loro la forza di affrontare la propria identità. Ha criticato aspramente le icone gay che, paradossalmente, spesso diventano le prime a condannare la comunità LGBTQ+.

Ivan Cattaneo proveniva da umili origini

Nato a Bergamo nel 1953, fin da giovane, aveva dimostrato un talento eccezionale nella pittura, che gli aveva aperto le porte del Liceo Artistico. Tuttavia, la sua sete di esperienze lo aveva spinto a Londra, dove aveva avuto l’opportunità di incontrare figure di spicco dell’arte e della musica, tra cui Mark Edwards, David Bowie e Marc Bolan. Questa esperienza aveva forgiato il suo spirito ribelle e contribuito a emanciparlo.

La sua carriera musicale era iniziata con il suo primo album, “UOAEI,” nel 1975, grazie al sostegno di Nanni Ricordi. Quest’ultimo era noto per la sua apertura mentale e per l’abilità di riunire una vasta gamma di talenti artistici. Un incontro casuale con Leonard Bernstein e Maria Callas aveva aggiunto una nota di incredibile fortuna alla sua giovane carriera.

Un artista controcorrente

Negli anni successivi, Ivan aveva continuato a sfidare gli schemi della musica italiana, sperimentando con nuovi suoni e presentando performance teatrali che andavano oltre i tradizionali concerti. Aveva reinterpretato brani classici come “Una zebra a pois” di Mina e “Nessuno mi può giudicare” di Caterina Caselli.

La sua carriera aveva subito alti e bassi, ma Ivan aveva sempre mantenuto la sua creatività e la sua passione per l’arte. Aveva esplorato la pittura in modo unico, frammentando volti e ricomponendoli in una nuova identità, simile a un mosaico di identità multiple. I suoi dipinti erano noti per l’uso di colori vivaci, che esprimevano le emozioni profonde dell’artista.

Una continua reinvenzione di sé stesso

Oltre alla musica e alla pittura, Ivan aveva esplorato altri campi artistici, recitando in film e partecipando a progetti multidisciplinari. Aveva continuato a esibirsi dal vivo e a pubblicare nuove opere.

La sua filosofia di vita sosteneva che la giovinezza fosse una questione di atteggiamento verso la vita, piuttosto che di aspetto esteriore. La sua essenza era fondata sulla scoperta di sé e sull’amore per sé stessi, principi essenziali per rimanere autentici in un mondo che spesso ci distrae da chi siamo veramente.

In definitiva, Ivan Cattaneo emerge come un’artista eclettico e provocatorio, un’icona culturale completa che ha segnato profondamente la scena musicale italiana e l’arte contemporanea con la sua schiettezza, creatività e impegno sociale.

Sbircia la Notizia Magazine è una testata giornalistica di informazione online a 360 gradi, sempre a portata di click! Per info, segnalazioni e collaborazioni, contattaci scrivendo a info@sbircialanotizia.it

Spettacolo

Maninni: “Sanremo è ‘Spettacolare’ e per...

Published

on

Il giovane cantautore sull'esordio sul palco dell'Ariston: "Sono arrivato da sconosciuto, le persone adesso stanno scoprendo la mia musica ed è bellissimo"

Maninni:

L'esperienza del festival di Sanremo è stata "Spettacolare" in tutti i sensi e per il dopo Amadeus, "mi piacerebbe vedere una donna alla conduzione. Il mio sogno è Paola Cortellesi: sarebbe sicuramente un bellissimo festival". Così Maninni, all'anagrafe Alessio Mininni, che all'Adnkronos racconta la sua prima esperienza sanremese. Il giovane cantautore pugliese, infatti, quest'anno ha esordito tra i big con il brano 'Spettacolare', arrivando al 26esimo posto in classifica. Il post Sanremo? "E' stato traumatico. Ho avuto di tutto: un insieme di stress, febbre, influenza e tracheite. Adesso, però, sto bene", afferma il cantante che aggiunge: "Credo sia una delle esperienze più belle che un'artista possa fare. E anche i postumi dello stress fanno parte del gioco".

"In quel periodo si entra in un vero e proprio frullatore e solo adesso inizio a realizzare tutto quello che è successo. Devo dire che è stata veramente un'esperienza incredibile. Sono molto felice e soddisfatto di come è andata", afferma Maninni, che racconta: "Sul palco dell'Ariston sono arrivato da sconosciuto ma adesso, grazie al festival, ho affermato la mia esistenza nel panorama musicale. Le persone adesso mi stanno scoprendo attraverso la mia musica e quando le canzoni arrivano al cuore della gente è davvero la cosa più bella".

La classifica "non l'ho quasi mai vista. Mi sono perso anche quella provvisoria dell'ultima serata: ero andato a riposarmi un paio d'ore prima dell'esibizione. La verità è che non avevo aspettative. La mia ambizione era di fare bene. Per questo quando tornavo in camera. L'unica cosa che facevo era riguardare la mia esibizione per capire se ero riuscito a fare tutto quello che mi ero prefissato".

"Su quel palco tutti gli artisti hanno avuto lo stesso spazio per far valere la propria musica e questo viaggia indipendentemente dalla classifica". Con il brano 'Spettacolare', Maninni parla di cadute e risalite e lancia un messaggio ai giovani: "La ricerca della felicità non è fatta di scorciatoie. Servono anche le mille cadute per essere più consapevoli. A volte, invece, noi giovani commettiamo l'errore di voler bruciare le tappe e questo ci rende insoddisfatti".

Tanto che a volte è bene fermarsi, come ha scelto di fare Sangiovanni che ha deciso di prendersi una pausa, di mettere il proprio benessere mentale prima di tutto il resto: "Quando il tuo corpo e la tua mente ti dicono di fermarti allora è giusto farlo, al di là di tutto quello che c'è intorno. Nel caso di un'artista, Sanremo e la scia mediatica non devono influenzare perché la salute mentale è la prima cosa e Sangiovanni ha fatto bene".

"Anche per me - racconta Maninni - non è stato sempre facile. Quando intraprendi un percorso come questo è inevitabile trovare degli ostacoli. E' un percorso difficile, soprattutto per chi come me vive lontano dallo show business. Ma anche le cadute insegnano e nel mio percorso ce ne sono state tante. Molte volte ho pensato di mollare tutto e l'ultima volta che mi è passato per la testa è nata 'Spettacolare'. Anche dagli ostacoli, quindi, può nascere qualcosa di bello". E adesso Maninni si gode il momento, il nuovo album e l'appuntamento con i live: "Sono molto fiero dell'album, sono io a 360 gradi e non vedo l'ora di partire per i live" e gli appuntamenti sono: Molfetta (4 ottobre); Roma (9 ottobre); Torino (16 ottobre) e Milano (22 ottobre). Ma il cuore di Maninni resta a Bari: "Farò di tutto per restare radicato nella mia terra. Se sono quello che sono è anche grazie a questa città e vorrei continuare a vivere qua".

(di Loredana Errico)

Continue Reading

Spettacolo

Chiara Ferragni riceve il Tapiro di ‘Striscia’:...

Published

on

"Purtroppo è un periodo molto doloroso. Penso che nessuno sia contento"

La consegna del tapiro a Chiara Ferragni

"Non ho abbandonato Federico e questa non è una strategia di comunicazione". Chiara Ferragni, dopo le voci sulla separazione da Fedez, risponde così a Striscia la Notizia che la 'premia' con un Tapiro d'oro. "Non ho abbandonato Federico e questa non è una strategia di comunicazione. Mi piacerebbe lo fosse, ma non sono così stratega: purtroppo è un periodo molto doloroso. Penso che nessuno sia contento", dice l'imprenditrice a Valerio Staffelli. E quando l'inviato del tg satirico le chiede "sviluppi sul Pandoro Gate e sulle altrettanto discusse campagne di beneficenza legate alle uova di Pasqua e alle bambole", l’influencer risponde: "Non nego quello che è successo, ma siamo fiduciosi che tutto verrà chiarito. Ribadisco che non c’è alcuno schema".

Ferragni è al centro di un'inchiesta per le attività di beneficenza ed è stata sanzionata dall'Antitrust con una multa da 1 milione di euro. Due società che fanno capo all'imprenditrice hanno presentato ricorso al Tar del Lazio contro il provvedimento.

Continue Reading

Spettacolo

Buoni ascolti per ‘Tg2 Italia Europa’

Published

on

Trend positivo per la trasmissione che cresce di due punti sulla settimana scorsa

Buoni ascolti per 'Tg2 Italia Europa'

Ottimi ascolti per “Tg2 Italia – Europa” che segna uno dei risultati più alti della stagione. L’appuntamento a cura del Tg2, diretto da Antonio Preziosi, con la conduzione di Marzia Roncacci, nella puntata di ieri, dalle 10.00 alle 10.54, ha infatti registrato l’8,8% di share pari a 421 mila spettatori con un aumento di 2 punti percentuali di share rispetto alla scorsa settimana e confermando il trend positivo della trasmissione e l’affezione del pubblico.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri5 ore ago

Meloni-Biden, l’incontro: crisi umanitaria a Gaza e...

La presidente del Consiglio ricevuta alla Casa Bianca, ora tappa in Canada L'atmosfera è confidenziale, 'cara Giorgia', 'caro Joe'. La...

Cronaca6 ore ago

Strage Erba, si torna in aula il 16 aprile. Il pg:...

Olindo e Rosa, condannati in via definitiva all'ergastolo per il massacro dell'11 dicembre 2006, si sottraggono alle telecamere. La difesa:...

Esteri6 ore ago

Meloni a Washington, punto stampa non era programmato

La precisazione dell'ufficio stampa di Palazzo Chigi "Il punto stampa del Presidente Meloni a Washington non è mai stato programmato...

Sport6 ore ago

Lazio-Milan 0-1, gol di Okafor nel finale. Tre espulsi tra...

I rossoneri passano all'Olimpico, la rete decisiva all'88'. La squadra di Sarri chiude in 8 Il Milan vince 1-0 sul...

Cronaca7 ore ago

Lite tra vicini a Palermo, pitbull attacca donna incinta

La donna rischia di perdere il bambino Una donna e la figlia, in stato di gravidanza, sono state aggredite da...

Cronaca7 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi 1 marzo

I numeri estratti oggi Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 1 marzo 2024. Centrati due '5' che...

Esteri8 ore ago

Biden e la gaffe nel colloquio con Meloni: Gaza diventa...

Il presidente americano si confonde nel colloquio con la presidente del Consiglio Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si...

Politica9 ore ago

Israele-Hamas, Meloni a Biden: “Italia sostiene...

La presidente del Consiglio alla Casa Bianca dal presidente americano: "Nostro Paese lavora a soluzione a due Stati" "La crisi...

Ultima ora9 ore ago

Chico Forti, chi è: la sua storia, dalla condanna al...

E' stato condannato all'ergastolo senza appello nel giugno del 2000 per l'omicidio di Pike in Florida Si avvicina il momento...

Spettacolo9 ore ago

Maninni: “Sanremo è ‘Spettacolare’ e per...

Il giovane cantautore sull'esordio sul palco dell'Ariston: "Sono arrivato da sconosciuto, le persone adesso stanno scoprendo la mia musica ed...

Politica9 ore ago

Giorgia Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in...

L'annuncio della presidente del Consiglio: "Dopo 24 anni di detenzione negli Stati Uniti, è stata appena firmata l'autorizzazione al trasferimento...

Cronaca9 ore ago

Vannacci e la tentazione della politica: “Devo...

Il generale: "Le richieste sono tante". E sulle inchieste che lo riguardano dice: "Non ho mai pensato a complotti". I...

Spettacolo10 ore ago

Chiara Ferragni riceve il Tapiro di ‘Striscia’:...

"Purtroppo è un periodo molto doloroso. Penso che nessuno sia contento" "Non ho abbandonato Federico e questa non è una...

Cronaca10 ore ago

Strage Palermo, sì a perizia psichiatrica su Giovanni...

Accolta la richiesta del legale del muratore 54enne che si è autoaccusato di aver ucciso la moglie Antonella Salamone e...

Cultura10 ore ago

Gerardo e Viviana Sacco illuminano Aula Magna Università...

Nell'incantevole scenario dell'Aula Magna "Ludovico Quaroni", Plesso di Architettura dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, ieri si è dipinta una mattinata...

Cronaca10 ore ago

Coisp: “Volantini anarchici a Pisa per incitare a...

"All'improvviso anche i 'sinceri democratici' scoprono che la Polizia picchia: è il loro mestiere ed è proprio questo l'ordine pubblico....

Cronaca10 ore ago

Vannacci contro la gonna di Marco Mengoni e Mariotto...

Vannacci: "Quando si vede un uomo con la gonna ci si fa una risatina sotto i baffi". Lo stilista: "Mengoni...

Esteri11 ore ago

A Mosca i funerali di Navalny, folla davanti alla chiesa

Otto Paesi Ue chiedono nuove sanzioni contro la Russia Folla davanti alla chiesa di Mosca oggi per i funerali di...

Spettacolo11 ore ago

Buoni ascolti per ‘Tg2 Italia Europa’

Trend positivo per la trasmissione che cresce di due punti sulla settimana scorsa Ottimi ascolti per “Tg2 Italia – Europa”...

Sport11 ore ago

La finanza ‘scommette’ sul calcio: giro...

Usa in testa con 9 mandatari e il possesso di 14 club Il mondo della finanza è sempre più interessato...