Connect with us

Immediapress

Noleggio auto a lungo termine: un trend in continua crescita

Published

on

Milano, 15 Aprile 2024. Secondo i dati elaborati da UNRAE (Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri) in collaborazione con il MIT, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il settore del noleggio auto a lungo termine (NLT) continua a crescere; i dati relativi all’anno 2023, infatti, mostrano un aumento del 15% rispetto all’anno precedente.

Il comparto è trainato dal noleggio auto ad aziende (87,5%) per un totale di 621.626 contratti (ben il 18% in più rispetto all’anno 2022); il restante 12,5% è relativo ai contratti stipulati con i privati (qui si è registrato un lieve calo sull’anno precedente, -2,4%).

Recentemente, inoltre, sono stati messi a disposizione i dati elaborati da ANIASA (Associazione Nazionale dell’Industria dell’Autonoleggio, della Sharing Mobility e dell’Automotive Digital) e da Dataforce relativi al primo trimestre 2024. Si è registrato un rallentamento del noleggio a lungo termine, ma c’è stato un vero e proprio boom del noleggio auto a breve termine (+71,13%).

Per quanto riguarda il noleggio a lungo termine, la flessione ha riguardato il noleggio delle vetture, mentre quello dei veicoli commerciali leggeri mostra un notevole incremento rispetto al trimestre di riferimento dell’anno precedente: +33,83%. Attualmente, il mercato dell’autonoleggio vale il 31% del mercato italiano relativo alle autovetture.

Perché il noleggio auto a lungo termine è sempre più diffuso?

Il settore della mobilità sta attraversando un periodo molto particolare, fatto di grandi novità. Pensiamo per esempio al fatto che le grandi case automobilistiche hanno una sempre maggiore attenzione al tema della sostenibilità; sono infatti sempre più numerosi i modelli ibridi e full electric che entrano nel catalogo dei produttori.

Inizialmente la loro diffusione era frenata dai prezzi di acquisto particolarmente elevati, ma con il passare degli anni, per quanto ancora i modelli elettrici siano mediamente più costosi di quelli tradizionali, le quotazioni sono sensibilmente calate e c’è da aspettarsi che nel giro di pochi anni la percentuale di veicoli green circolanti sarà rilevante.

Un altro grande cambiamento è arrivato nella modalità di detenzione degli autoveicoli; in passato l’unica opzione per i privati era l’acquisto, ma oggi sono sempre di più le aziende e i soggetti privati che si rivolgono a società di noleggio come NoleggioClick che offrono ai loro clienti la possibilità di noleggiare un’autovettura a lungo termine, ovvero per un periodo che va dai 12 ai 60 mesi. Si tratta di una soluzione di mobilità conveniente e flessibile.

Noleggio auto a lungo termine: come funziona?

Il noleggio auto a lungo termine è un contratto di locazione che prevede l’utilizzo di un’autovettura di proprietà della società di autonoleggio dietro la corresponsione di un canone mensile che comprende diversi servizi (bollo auto, assicurazione RCA kasko full, manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, soccorso stradale h 24 in tutta Europa, cambio gomme).

Le possibilità di scelta dell’autovettura sono particolarmente numerose; di fatto è possibile scegliere qualsiasi modello di qualsiasi marca, anche di recentissima produzione.Peraltro è possibile anche noleggiare un’auto usata con notevole risparmio sul canone mensile (30% circa).

La formula del noleggio a lungo termine, essendo una locazione, elimina il problema della svalutazione del veicolo e libera il cliente da tutte le pratiche burocratiche e amministrative come per esempio la gestione delle varie polizze, della revisione obbligatoria, di eventuali multe ecc.

Come detto, poi, il canone di noleggio comprende i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria che possono essere particolarmente gravosi.

In sostanza, il noleggio auto a lungo termine è una soluzione di mobilità particolarmente flessibile che permette anche un notevole risparmio economico. È per questi motivi che sono sempre più numerosi coloro che si rivolgono alle società NLT rinunciando all’acquisto e c’è da scommettere che la quota di mercato del settore salirà ulteriormente nei prossimi anni.

Per maggiori informazioni

Sito web: https://www.noleggioclick.it/

Email: info@noleggioclick.it

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Immediapress

Nel cuore di Siena uno spazio PENNY per il territorio

Published

on

Siena Centro

Apre domani il quarto negozio della città mentre in tutta la Toscana il brand avvia macellerie e gastronomie proprie

Cernusco sul Naviglio – 20 maggio 2024. A solo due settimane dall’apertura del negozio di Capolona (Ar), PENNY torna in Toscana e apre un nuovo punto vendita a Siena, il 4° della città.

L’84° spazio PENNY della regione, nasce all’interno della Galleria Metropolitan di Piazza Matteotti, vero e proprio riferimento commerciale del centro storico, e con i suoi 560 mq di superficie di vendita va a rappresentare un’importante e unica offerta alimentare discount all’interno della città, con prodotti tipici della regione.

Il nuovo PENNY andrà ad offrire ai propri clienti un vasto assortimento, grazie alla presenza di un reparto macelleria, una gastronomia servita, un punto caldo e referenze territoriali di rinomati brand locali; inoltre saranno presenti bake off, pasticceria fresca, pesce fresco e vasca regionale.

I clienti che acquisteranno prodotti take-away o di gastronomia potranno consumarli all’interno di una terrazza adibita a punto ristoro, con vista sul Duomo di Siena. Il format dello store prevede un’offerta alimentare e di non-food in linea con la qualità e la convenienza del brand, con un assortimento per il 75% di prodotti italiani, con una particolare attenzione ai regionalismi ed alle produzioni locali.

Contestualmente, in tutta la Toscana, il brand ha avviato un’importante operazione legata ai reparti serviti di macelleria, gastronomia e punto caldo nei punti vendita già esistenti, per un miglior servizio ai clienti e a supporto delle eccellenze enogastronomiche della regione.

Come sempre, PENNY rivolge grande attenzione alla sostenibilità all’interno del suo percorso “VIVIAMO SOSTENIBILE”, garantendo in tutti i suoi nuovi punti vendita le attività di lotta allo spreco alimentare, rispetto per l’ambiente e responsabilità sociale con i partner di valore, parte integrante della storia del brand, con un approccio responsabile e innovativo. Inoltre, la ristrutturazione che ha interessato i locali occupati dal nuovo PENNY ha visto l’impiego di impianti, attrezzature e materiali di ultima generazione con particolare attenzione al risparmio dei consumi energetici e alla sostenibilità ambientale come l’utilizzo di impianti di illuminazione a led e impianti di refrigerazione alimentare a CO2.

L’apertura del punto vendita PENNY prevede un organico di 14 collaboratori, di cui 7 persone di nuova assunzione e il negozio osserverà i seguenti orari di apertura al pubblico: dal lunedì alla domenica: 8:00 - 21:00.

PENNY Italia

PENNY, discount alimentare del gruppo REWE, è uno dei gruppi commerciali leader sul mercato tedesco ed europeo nel settore della Grande Distribuzione Organizzata. In Italia, l'insegna nasce nel 1994 e segna un momento di straordinario cambiamento nel mondo del discount italiano, dando inizio al rinnovo del settore grazie alla nuova formula "assortimento di qualità, marca e prezzi bassi”. A livello nazionale, è presente sul territorio con oltre 450 punti vendita distribuiti nelle principali regioni d’Italia ed è attualmente in forte crescita, con fatturato per metro quadro superiore alla media di categoria. A livello internazionale, è presente con successo anche in Austria, Germania, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania. Obiettivo principale del gruppo è la soddisfazione dei clienti, ai quali garantisce non solo un'ampia scelta di prodotti di qualità a prezzi concorrenziali, ma anche punti vendita accoglienti e confortevoli, per una spesa facile e veloce. Le linee di prodotti a marchio privato PENNY Italia valorizzano il territorio, i regionalismi ed il made-in-italy. L’azienda, con i suoi oltre 5000 dipendenti, di cui donne sono il 62%, porta avanti da anni concrete iniziative di sostenibilità in ambito sociale, nella lotta allo spreco alimentare e nella tutela dell’ambiente. Per ulteriori informazioni: www.penny.it

REWE Group

Nel 1927, 17 cooperative d'acquisto unirono le loro forze e fondarono la "Revisionsverband der Westkaufgenossenschaften" - o in breve REWE - con l'obiettivo di organizzare collettivamente l'acquisto di cibo. Oggi la cooperativa ha una presenza internazionale e gode di successo sia nel settore della vendita al dettaglio che nel turismo. Come cooperativa con una storia che risale a più di 90 anni, comprendiamo la nostra responsabilità ecologica e sociale nei confronti delle generazioni future. Ci impegniamo a salvaguardare un futuro sostenibile. Il gruppo REWE è leader del commercio e del turismo in Germania e in Europa. Impiega oggi oltre 384.000 dipendenti e ha chiuso il 2022 con un fatturato di oltre 84,8 miliardi di euro, con quasi 16.000 tra punti vendite e agenzie in tutto il mondo. Le sue linee di vendita comprendono anche supermercati e negozi di beni di consumo gestiti dai marchi REWE, REWE CENTER, REWE CITY, BILLA, dai negozi di toom DIY e, naturalmente, del discount PENNY. Per ulteriori informazioni: https://www.rewe-group.com/en/

Marcello Caldarella | Corp. Communications Management | Penny Italia: mcaldarella@penny.it | +39 366 6270344 | +39 02 92724309

Fabio Valli | ADNKRONOS Comunicazione: Fabio.valli@adnkronos.com | + 39 02 76366 45 | +39 344 1281966

Continue Reading

Immediapress

Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione: “Innovazione,...

Published

on

Filippo Cirrincione, in alto, e Luca Maurogiovanni nella sede di Vivenda a Roma

Roma, 20 Maggio 2024. Nel panorama contemporaneo del marketing, dove l'innovazione tecnologica e l'impegno sociale diventano sempre più intrecciati, Vivenda SRL - guidata dal Presidente Luca Maurogiovanni e dall’AD Filippo Cirrincione - si distingue come un faro di creatività e responsabilità. Con un approccio che fonde arte, innovazione e solidarietà, l’azienda non solo riscrive le regole del marketing sociale, ma dimostra anche come le aziende possano essere motori di cambiamento positivo nella società.

Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione: “Con Vivenda Vogliamo Creare Un Ponte tra Arte e Pubblico”

Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione hanno capito che l'arte ha il potere unico di comunicare, emozionare e unire le persone.

Attraverso le sue campagne pubblicitarie e i progetti di restauro sponsorizzato, Vivenda trasforma gli spazi pubblicitari in vere e proprie gallerie a cielo aperto, rendendo l'arte accessibile a tutti.

Questa democratizzazione dell'arte non solo arricchisce l'esperienza urbana dei cittadini ma crea anche un dialogo continuo tra il pubblico e le opere esposte, elevando il discorso culturale e stimolando una maggiore consapevolezza sociale.

L’Innovazione al Servizio del Sociale

L'innovazione è al cuore delle strategie di Vivenda, ma non si limita alla tecnologia.

Come suggerito da Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione, l'azienda innova anche nel modo in cui concepisce e implementa le sue iniziative di marketing sociale, cercando sempre soluzioni creative che possano generare il massimo impatto positivo.

Che si tratti di campagne di sensibilizzazione su temi importanti o di progetti che supportano cause sociali, Vivenda utilizza la sua piattaforma e le sue risorse per fare la differenza, dimostrando che l'innovazione può e deve essere messa al servizio del bene comune.

Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione: “Per Noi La Solidarietà è Un Pilastro Aziendale”

La solidarietà non è solo un valore per Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione, ma un pilastro fondamentale dell’identità di Vivenda.

Collaborando attivamente con organizzazioni non profit, enti culturali e iniziative comunitarie, l’azienda va oltre il tradizionale concetto di responsabilità sociale d'impresa.

Queste partnership non sono semplici esercizi di branding, ma impegni autentici verso il sostegno di progetti che possono realmente migliorare la vita delle persone e la salute del pianeta.

Proprio come nell’esempio che si vede nella foto di ape rtura dell’articolo, dove Vivenda unisce il restauro sponsorizzato ad un forte messaggio di grande impatto ambientale.

Riscrivere le Regole Attraverso l'Esempio Concreto

In quest’ottica le parole di Luca Maurogiovanni sono chiarissime: “Vivenda non si limita a promuovere un nuovo approccio al marketing sociale; lo incarna attraverso le sue azioni.”

Concetto ribadito da Filippo Cirrincione: “Ogni campagna, ogni progetto, ogni iniziativa è un esempio concreto di come le aziende possano essere agenti di cambiamento positivo.

Vivenda sta riscrivendo le regole non solo attraverso le parole, ma soprattutto attraverso i fatti, ispirando altre aziende a seguire il suo esempio e a riconoscere il potere e la responsabilità che hanno nel modellare una società migliore.

Un Futuro di Marketing Sociale Innovativo

Guardando al futuro, Vivenda si impegna a continuare sulla strada dell'innovazione, dell'arte e della solidarietà, esplorando nuove modalità per integrare questi elementi nel cuore delle sue strategie di marketing.

L'obiettivo è chiaro: creare campagne che non solo catturino l'attenzione, ma che lascino anche un'impronta positiva sul mondo.

In questo viaggio, Vivenda - guidata da Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione - non è solo un leader nel settore pubblicitario, ma un pioniere di un nuovo paradigma di marketing sociale, dove ogni messaggio diventa un'opportunità per costruire un futuro più giusto, sostenibile e inclusivo.

Per maggiori informazioni

Sito web: https://www.vivenda.it/ 

Email: info@vivenda.it

Continue Reading

Immediapress

Kaspersky: la maggior parte delle aziende geo-distribuite...

Published

on

Kaspersky: la maggior parte delle aziende geo-distribuite ha problemi di rete almeno una volta al mese

Milano, 20 maggio 2024. Kaspersky ha rilevato che il 59% delle aziende distribuite sul territorio ha riscontrato problemi di rete legati alla loro struttura multisede almeno una volta al mese. Interruzioni di rete, perdita di connessione e scarse prestazioni di servizi e applicazioni sono tra i problemi più frequenti.

L'ultimo report di Kaspersky "Gestione delle aziende geograficamente distribuite: sfide e soluzioni" fornisce una visione più approfondita delle sfide relative alla sicurezza di rete affrontate dalle aziende geo-distribuite durante la creazione e la manutenzione della loro infrastruttura multisede. Inoltre, evidenzia i problemi legati alla protezione completa delle informazioni di tutti i loro uffici .

Secondo questo report, il 46% delle aziende geo-distribuite ha riscontrato problemi di rete tra una e tre volte al mese, mentre il 13% ogni settimana. Il restante 40% delle aziende ha dichiarato di aver affrontato questi problemi solo poche volte all'anno o di non averli affrontati affatto.

Per quanto riguarda le sfide più frequenti, i guasti o le interruzioni di rete sono stati il problema più diffuso tra le aziende (55%). La perdita di connettività e le scarse prestazioni di servizi e applicazioni sono state riscontrate dal 45% degli intervistati. Tra gli altri problemi di rete, gli intervistati hanno citato anche la scarsa qualità di connessione (37%) e l'interruzione completa o parziale della rete (32%).

"Come possiamo vedere, le organizzazioni geo-distribuite hanno riscontrato spesso problemi di rete. Considerata l'importanza dell'infrastruttura di rete per le aziende moderne, qualsiasi interruzione di rete e problema IT comporta un rischio enorme che può portare a danni alla reputazione e perdite finanziarie. Pertanto, è importante adottare misure tempestive per proteggere le reti aziendali e implementare soluzioni che ne consentano una gestione centralizzata e automatizzata, fornendo alle aziende una visione chiara di ciò che accade all’interno della loro infrastruttura IT nelle diverse sedi", ha commentato Maxim Kaminsky, Business Development Manager, Secure Access Service Edge, Kaspersky

Per ridurre al minimo la possibilità di problemi di rete, gli esperti Kaspersky consigliano di utilizzare soluzioni dedicate come Kaspersky SD-WAN, che gestisce l'intera rete aziendale da un'unica console. Questo prodotto fa convergere canali di comunicazione e funzioni di rete separati tra le aziende, facilitando la costruzione di reti affidabili e consentendo la connessione di nuove filiali con un'esperienza zero-touch.

Il report completo con ulteriori risultati sulle sfide che le aziende geo-distribuite devono affrontare è disponibile a questo link.

Nell'ambito di questa ricerca, Kaspersky ha interpellato 1.000 intervistati provenienti da 20 Paesi: Brasile, Cile, Colombia, Messico, USA, Francia, Germania, Regno Unito, Spagna, Arabia Saudita, Sudafrica, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Russia, Singapore, Cina, Giappone, India, Indonesia, Malesia.

Informazioni su Kaspersky

Kaspersky è un’azienda globale di sicurezza informatica e digital privacy fondata nel 1997. Le profonde competenze in materia di Threat Intelligence e sicurezza si trasformano costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere aziende, infrastrutture critiche, governi e utenti in tutto il mondo. Il portfolio completo di sicurezza dell’azienda comprende una protezione leader degli endpoint e diverse soluzioni e servizi di sicurezza specializzati e soluzioni Cyber Immune, per combattere le sofisticate minacce digitali in continua evoluzione. Oltre 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie Kaspersky e aiutiamo 220.000 aziende a tenere al sicuro ciò che più conta per loro. Per ulteriori informazioni è possibile consultare https://www.kaspersky.it/

Seguici su:

https://twitter.com/KasperskyLabIT

http://www.facebook.com/kasperskylabitalia

https://www.linkedin.com/company/kaspersky-lab-italia

https://www.instagram.com/kasperskylabitalia/

https://t.me/KasperskyItalia

Contatto di redazione:

NoesisKaspersky Italia

kaspersky@noesis.net

Continue Reading

Ultime notizie

Economia1 ora ago

Cuzzilla (Cida): “Ceto medio teme declassamento, serve...

“Il ceto medio, ovvero il 60% degli italiani, si sente in un momento di grande preoccupazione perché teme un declassamento....

Sport2 ore ago

Allegri, quale futuro dopo la Juve? Arabia, Bayern o Milan

L'allenatore aspetta una chiamata dopo l'esonero deciso dai bianconeri Dopo l'esonero annunciato dalla Juventus, che fine fa Massimiliano Allegri? L'allenatore...

Cultura2 ore ago

Sonia Aggio: “L’Impero Bizantino ci aiuta a...

La scrittrice, nella dozzina del premio Strega con 'Nella stanza dell’imperatore', racconta la parabola di Giovanni Zimisce e dice: "E'...

Demografica2 ore ago

“Non ci sono abbastanza bambini”, l’allarme degli esperti...

L’inverno demografico sta arrivando. Lo ha annunciato Jesus Fernadez-Villaverde, economista specializzato in demografia presso l’Università della Pennsylvania. Il mondo sta...

Economia2 ore ago

On-air ‘The Space of a Journey’ il podcast...

Lo scopo è quello di promuovere l’ascolto di analisi condotte da autorevoli opinion makers, professori, scienziati e intellettuali sui temi...

Economia2 ore ago

Olio: Calabria protagonista Premio Verga per migliori...

Si è svolta sabato e domenica a Cotronei l’ottava edizione del Premio Verga per i migliori oli extravergini di oliva...

Economia2 ore ago

Caffè, per 7 italiani su 10 berlo è esperienza che va oltre...

Secondo la ricerca realizzata da AstraRicerche per Consorzio Promozione Caffè Sono poche le cose che mettono d’accordo gli italiani e...

Cronaca2 ore ago

Maturità 2024, impazza toto-tracce: D’Annunzio, Pirandello...

Tra i pronostici ci sono anche gli 'usati sicuri' Ungaretti e Montale, l'intelligenza artificiale e il delitto Matteotti A un...

Ultima ora2 ore ago

Fedez è stato male ma non è ricoverato

Il rapper avrebbe dovuto partecipare sabato alla registrazione della prima puntata del programma di Alessandro Cattelan "Federico è stato male,...

Economia2 ore ago

A ‘Lezione di sicurezza informatica’ al...

La 1ª edizione della Cybsec-expo, l’innovativo appuntamento interamente dedicato alla sicurezza informatica, alla protezione dei dati e delle infrastrutture critiche,...

Economia3 ore ago

Agricoltura, Corsi (Syngenta): “Collaborazione...

La responsabile globale ricerca Crop protection Syngenta, a margine del panel 'Ricerca pubblica e privata: un intreccio sempre più indissolubile?',...

Cronaca3 ore ago

Matteo Salvini, ladri nella sua casa di Roma

Alcune persone, dopo essersi introdotte nel giardino, avrebbero alzato l'avvolgibile e forzato la porta finestra Ladri ieri sera prima di...

Esteri3 ore ago

Iran, schianto in elicottero: morto il presidente Raisi

Condoglianze e solidarietà dai leader di tutto il mondo Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto nell'incidente che ha coinvolto...

Gastronomia3 ore ago

Grande successo de “La Spagna al Femminile” a...

Padova, 15 maggio 2024 – Ieri sera la città di Padova è stata l’epicentro di un incontro culinario senza precedenti,...

Esteri3 ore ago

Morte Raisi, analista Iran: “Agenda in Medio Oriente...

Fereshteh Sadeghi: "Vice presidente Mokhber candidato plausibile per succedere a Raisi" Né la politica estera dell'Iran e nemmeno i suoi...

Cronaca3 ore ago

Peculato e truffa, divieto dimora a Cefalù per Gianfranco...

L'ex presidente dell'Ars avrebbe usato l'auto blu in maniera irregolare: "Andrò a spiegare tutto ai magistrati, non credo di avere...

Economia3 ore ago

Scuola, Cida-Censis: giudizio positivo su dirigenti per...

E per 65,6% italiani la sanità ha tenuto nel tempo per abnegazione medici Il 52,7% degli italiani in famiglie con...

Ultima ora3 ore ago

Lavoro, Cida-Censis: impegno e talento non riconosciuto per...

Riconoscere ruolo decisivo fattore umano per 88,1% italiani Il 57,9% degli italiani ritiene che in Italia impegno nel lavoro e...

Ultima ora3 ore ago

Consumi, Cida-Censis: per 59,7% italiani proprio tenore di...

Per 59,6% italiani pensionati che lo vogliono possono lavorare  Il 54,2% degli italiani prova un senso di declassamento, la sensazione...

Ultima ora3 ore ago

Redditi, Cida-Censis: 11,3% si sente ceto medio con reddito...

Per 76% italiani sempre più difficile salire scala sociale Tradizionalmente il ceto medio ingloba la maggioranza della popolazione italiana. Il...