Connect with us

Esteri

Israele: “Senza accordo su ostaggi entreremo a Rafah...

Published

on

Israele: “Senza accordo su ostaggi entreremo a Rafah durante Ramadan”

Attacco presso check point: 1 morto e 9 feriti. Hamas: "Risposta naturale a massacri a Gaza"

Soldati israeliani (Afp)

L'Idf è pronto a condurre un'operazione militare a Rafah durante il Ramadan, che inizierà a marzo, a meno che non venga raggiunto un accordo sugli ostaggi. Lo ha detto il ministro del gabinetto di guerra israeliano Benny Gantz, aggiungendo tuttavia che ci sono primi segnali che un accordo possa essere vicino.

L'inviato per il Medio Oriente della Casa Bianca, Brett McGurk, è in Israele e questo pomeriggio incontrerà il primo ministro, Benjamin Netanyahu, e il consigliere per la Sicurezza nazionale, Tzachi Hanegbi, per discutere di potenziali colloqui sugli ostaggi e dell'annunciata operazione delle Idf a Rafah, nel sud di Gaza. Lo ha riferito il Times of Israel, precisando che in serata è prevista una riunione del gabinetto di guerra israeliano.

Attacco a Rafah

Sette palestinesi sono stati uccisi e decine feriti in un attacco israeliano nella città di Rafah. Lo ha riferito al Jazeera. Un'altra persona sarebbe morta e molte altre sarebbero rimaste ferite nel bombardamento israeliano dell'edificio dell'Unrwa a Jabalia. La struttura ospita sfollati dal campo profughi della città nel nord della Striscia di Gaza. Nel frattempo, aggiunge l'emittente del Qatar, un raid dell'Idf ha preso di mira un veicolo palestinese a est del campo. "Un aereo da ricognizione israeliano - ha dichiarato un testimone - ha bombardato l'auto e abbiamo visto morti e feriti per strada".

Attacco presso check point

Una persona è morta e almeno altri nove civili sono rimasti feriti in un attacco terroristico sulla Highway 1 vicino all'insediamento di Maale Adumim, in Cisgiordania. Lo ha riferito Eli Bin, direttore generale del servizio di ambulanze di Magen David Adom. La polizia israeliana ha reso noto che due terroristi sono stati uccisi sul luogo dell'attacco dopo che avevano aperto il fuoco sui veicoli in attesa di passare attraverso un posto di blocco. Tra i feriti vi è una 23enne incinta sottoposta a intervento chirurgico.

Da domani i palestinesi di Gerusalemme Est che non sono in possesso della carta blu non potranno più passare attraverso i posti di blocco fino alle 9. Lo riportano i media israeliani. La polizia aumenterà inoltre la propria presenza sulle strade.

Hamas plaude all'attacco, definendolo "una risposta naturale ai massacri e ai crimini dell'occupazione nella Striscia di Gaza e in Cisgiordania". I miliziani parlano di una ''operazione eroica'' e avvertono, in vista del mese sacro all'Islam, che ''l'invasione di Gerusalemme da parte dell'occupazione e i suoi piani per impedire ai fedeli di raggiungere la moschea di Al-Aqsa durante il Ramadan non garantiranno sicurezza''.

Mistero Sinwar

Resta intanto il mistero sul leader di Hamas nella Striscia di Gaza Yahya Sinwar. Il quotidiano Yedioth Ahronoth scrive che lo Shin Bet ha chiesto al governo israeliano l'autorizzazione a colpire Sinwar per ben cinque volte da quando è stato scarcerato nell'ambito di uno scambio tra detenuti palestinesi e il caporale Gilad Shalit. Il quotidiano spiega che Netanyahu ha posto il veto per cinque volte all'uccisione di Sinwar cercando così di evitare di scatenare una guerra con Hamas. Il giornale ricorda l'attacco a Elad nel maggio 2022 dopo il quale lo Shin Bet aveva promosso un piano per assassinare il leader di Hamas, ma le Forze di difesa israeliane si sono opposte. Anche l'allora ministro della Difesa Benny Gantz era contrario a un attacco per eliminare Sinwar.

Missile dal Libano

Stamattina un missile anticarro lanciato dal Libano ha colpito una casa privata a Yuval, un villaggio nell'Alta Galilea. Un incendio è scoppiato nell'abitazione, sul posto sono arrivate le squadre dei vigili del fuoco. Non ci sono state segnalazioni di feriti. Un altro missile anticarro è stato lanciato verso la città di Kiryat Shmona ed è atterrato in un'area aperta. Lo riporta Ynet News.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Rischio attacco Teheran, gli arsenali di Iran e Israele a...

Published

on

Aerei, missili e droni: ecco le differenze tra i due Paesi

Carri armati israeliani - Afp

In attesa di un ormai sempre più imminente attacco iraniano contro Israele, gli esperti mettono a confronto le capacità missilistiche dei due Paesi. La Repubblica islamica dispone di nove tipi di missili in grado di coprire i mille chilometri che separano il paese da Israele: i Sejjil, Khaibar, Emad, Shahab 3, Ghadr, Paveh, Fattah-2, Kheibar Shekan e Haj Qasem sono tutti in grado di superare questa distanza. Israele dispone da parte sua di un arsenale in grado di rispondere, anche se nessun sistema di difesa è totalmente infallibile.

Missili, aerei e droni: il confronto

Un eventuale confronto - escluso quello diretto tra forze dei due paesi ed escluso il ricorso alle forze navali - implicherebbe l'uso di aerei, missili e droni. Secondo il Daily Mail l'aviazione israeliana è superiore a quella iraniana grazie, tra le altre cose, ai caccia forniti dagli Stati Uniti, tra questi gli stealth F-35 e gli ultimi caccia F-15 e F-16. Israele ha anche almeno 100 aerei in più rispetto all'Iran.

Per contrastare le capacità missilistiche di Teheran, Israele dispone di un sistema di difesa aerea a più livelli che include l'Iron Dome, la Fionda di David e l'Arrow 2 e 3. L'Iron Dome può intercettare droni, missili balistici e da crociera e ha una portata fino a 120 chilometri. La Fionda di David, con una portata fino a 250 chilometri, può anche intercettare i droni, compresi quelli lanciati ad una distanza di 2mila chilometri. Di recente ha abbattuto un drone sul Libano.

L'Arrow 2 è in grado di intercettare minacce fino a 1.500 chilometri, compresi i missili balistici. Il più avanzato Arrow 3 può intercettare missili dotati di testata nucleare o chimica fino a 3mila chilometri. Dall'inizio della guerra, il sistema Arrow ha intercettato tre missili lanciati dagli Houthi in Yemen e l'Arrow 3 ha intercettato un missile balistico terra-terra sparato dagli Houthi.

Il portavoce delle Forze di difesa israeliane, il contrammiraglio Daniel Hagari, ha dichiarato ieri che le difese missilistiche israeliane hanno intercettato e neutralizzato con successo migliaia di minacce in arrivo "ma non esiste difesa sigillata ermeticamente".

Continue Reading

Esteri

Israele si prepara all’attacco dall’Iran – Ascolta

Published

on

(Ipa/Fotogramma)

Israele si sta preparando a un attacco diretto dall’Iran probabilmente sul suolo israeliano, nelle prossime 24-48 ore: Lo ha detto al Wall Street Journal un funzionario statunitense citando rapporti dell’intelligence. Secondo la fonte, l'attacco avverrebbe nel sud oppure nel nord del Paese. Il rapporto del Wsj sottolinea inoltre che ai dipendenti del governo americano in Israele e alle loro famiglie è stato vietato viaggiare in aree al di fuori del centro di Israele, Gerusalemme e Beersheba, evitando il nord e il sud del Paese, fino a nuovo avviso.

Continue Reading

Esteri

Allarme Usa: “Iran attaccherà oggi Israele con 100...

Published

on

La rappresaglia dopo l'attacco israeliano al consolato iraniano a Damasco

Dimostranti iraniani che bruciano bandiera (Afp)

L'attacco dell'Iran contro Israele avverrà oggi. E' quanto hanno rivelato due fonti Usa alla Cbs, secondo cui oltre 100 droni e decine di missili bombarderebbero obiettivi militari all'intero del Paese, per rappresaglia all'attacco israeliano del primo aprile scorso contro il consolato iraniano a Damasco, costato la vita a un importante generale dei Pasdaran.

Secondo le stesse fonti, sarà impegnativo per gli israeliani difendersi da un attacco di tale portata e, sebbene sia trapelata la possibilità che gli iraniani possano optare per un attacco su scala ridotta per evitare un'escalation, si ritiene che in ogni caso la loro rappresaglia sia imminente.

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ieri ha chiesto a Cina, Turchia e Arabia Saudita di usare la loro influenza nei confronti dell'Iran per evitare che lanci un attacco contro Israele, provocando una escalation.

Esercito israeliano in allerta

"Siamo pronti per l'attacco e la difesa utilizzando varie capacità di cui dispongono le Idf, e pronti anche con i nostri partner strategici", ha dichiarato il portavoce delle Idf, il contrammiraglio Daniel Hagari, ribadendo che Israele rimane in massima allerta per la possibile rappresaglia dell'Iran. "Siamo in allerta, altamente preparati per vari scenari e valutiamo costantemente la situazione".

Annunciando che "non vi è alcuna modifica alle istruzioni del Comando del fronte interno", Hagari ha sottolineato che "un attacco dal territorio iraniano sarebbe una prova evidente delle intenzioni iraniane di aggravare la situazione in Medio Oriente e di smettere di nascondersi dietro i proxy". "Abbiamo una capacità di difesa a più livelli che si è dimostrata valida durante la guerra, con migliaia di intercettazioni riuscite", ha aggiunto il portavoce, pur ammettendo che "la difesa non sarà mai ermetica".

La risposta di Israele

Il ministro della Difesa israeliana Yoav Gallant ha detto al suo omologo statunitense Lloyd Austin che qualsiasi attacco iraniano diretto su Israele porterà a una risposta proporzionata. Gallant ha parlato questa sera con Austin, mentre Israele rimane in massima allerta per un possibile attacco iraniano. Gallant ''ha sottolineato che Israele non accetterà un attacco iraniano sul territorio israeliano'', secondo il suo ufficio.

La posizione di Hamas

Il leader di Hamas nella Striscia di Gaza Yahya Sinwar starebbe ritardando un accordo con Israele sugli ostaggi, sperando in un attacco iraniano che intensifichi il conflitto. E' quanto riferisce l'emitttente israeliana Channel 12 citando proprie fonti a condizione di anonimato. ''Sinwar non ha rinunciato alla sua ambizione di vedere una guerra regionale e ripone le sue speranze in un attacco iraniano e in una risposta israeliana, che potrebbe portare a un'unificazione dei vari fronti'' contro Israele, ha detto il servizio televisivo.

Continue Reading

Ultime notizie

Economia1 ora ago

Case green, Giorgetti: “Bellissima legge Ue, ma chi...

La direttiva sulla prestazione energetica degli edifici, o sulle case green, approvata oggi dal Consiglio Ue, è "bellissima, ambiziosa, ma...

Salute e Benessere1 ora ago

Farmaci, Campagnoli (Gsk): “Mepolizumab efficace in 4...

"Le patologie respiratorie sono un campo nel quale l'azienda ha sempre investito in ricerca" "Attraverso la ricerca abbiamo sviluppato l'anticorpo...

Economia1 ora ago

Pnrr, Giorgetti: “Ora no proroga, ne riparliamo tra...

"So perfettamente che non esiste disponibilità, oggi, a considerare" una proroga della scadenza della Recovery and Resilience Facility, lo strumento...

Ultima ora1 ora ago

Roma, incidente in viale Angelico: muore 77enne alla guida...

Alla guida dell'auto, una Panda, una 60enne straniera che si è fermata a prestare i primi soccorsi Gli agenti dei...

Sport2 ore ago

Politano torna ad allenarsi in gruppo

Il Napoli ritrova il centrocampista Si avvicina la sfida col Frosinone per il Napoli di Calzona. Una buona notizia in vista...

Economia2 ore ago

‘Il vino nuoce alla salute’, Lollobrigida:...

Il ministro all'Adnkronos: "Facciamo gli interessi di tutti quelli che credono in un'Europa che rispetta le regole e non utilizza...

Sport2 ore ago

Consigli Fantacalcio: 5 nomi per la 32a giornata

Cinque nomi consigliati, uno per reparto e uno Mantra Torna il campionato di Serie A e si riparte con la...

Economia2 ore ago

Blue Economy, Urso: “Disegno di legge...

“Questo è un summit diventato abituale e importante per confrontarsi con tutti gli attori dell’economia del mare. Così come lo...

Ultima ora2 ore ago

Da Martha di Norvegia e lo sciamano a Theodora di Grecia e...

Matrimoni in programma anche per il VII duca di Westminster, Elisabeth de Bourbon Parme e la figlioccia di Felipe VI...

Economia2 ore ago

Design Week, Citroën Ami celebra 50 anni Cubo di Rubik

Dal 15 al 21 aprile prossimi Dal 15 al 21 aprile, durante la Milano Design Week, il cubo Rubik, il...

Cultura2 ore ago

In 10 Corso Como l’estetica di Yohji Yamamoto

La mostra dedicata al 'poeta del nero' dal 16 maggio al 31 luglio negli spazi della Galleria a Milano Nel...

Ultima ora2 ore ago

Blue forum, risorse e formazione per rilanciare economia...

Oggi la terza giornata, investimenti al centro del dibattito Terza giornata per il summit nazionale sull’economia del mare 'Blue Forum',...

Salute e Benessere2 ore ago

Ordini degli infermieri, soddisfazione per...

Mangiacavalli (Fnopi): "Il superamento dei tetti di spesa garantisce sostenibilità e universalità del Servizio sanitario nazionale" "Esprimiamo soddisfazione per l'emendamento...

Esteri2 ore ago

Rischio attacco Teheran, gli arsenali di Iran e Israele a...

Aerei, missili e droni: ecco le differenze tra i due Paesi In attesa di un ormai sempre più imminente attacco...

Sport2 ore ago

La Ferrari di Elseid Hysaj prende fuoco: “Sto bene,...

"Per fortuna me ne sono accorto e ho subito accostato" Sono stati momenti di paura quelli vissuti giorni fa dal...

Ultima ora2 ore ago

Arriva ‘M.A.D.E’, docuserie in 10 episodi per...

Sviluppato da frame by frame per promuovere la filiera italiana della moda vincitrice del Premio Speciale Film Impresa-Unindustria alla Creatività...

Economia2 ore ago

Mare, Rampelli: “Piano Mattei ha ridato centralità al...

"Recuperare divario rispetto al passato ma negli ultimi due anni è stato fatto un lavoro gigantesco" “Penso che gli investimenti...

Economia2 ore ago

Ue, Capaccioli (Gbc Italia): “Direttiva case green...

"Necessario garantire transizione graduale e sostenibile verso ambiente edilizio a basse emissioni di carbonio" “Gbc Italia è a disposizione del...

Economia2 ore ago

Blue Economy, Rampelli: “Sfida del mare diventi...

“Penso che gli investimenti sulle politiche del mare siano multidirezionali. Dobbiamo recuperare un divario rispetto al passato ma penso che...

Economia2 ore ago

Direttiva case green, Capaccioli (GBC Italia): “275...

"Ogni Stato membro avrà due anni per presentare un piano di adeguamento. GBC Italia si è già messa a disposizione...