Connect with us

Sostenibilità

Sfruttare i mercati finanziari per l’uguaglianza di genere

Published

on

L’appello delle donne delle Nazioni Unite

Parità di genere

La disuguaglianza di genere, acuita dalla crisi climatica, rappresenta una delle principali sfide del nostro tempo. Le sue conseguenze si estendono alla vita, ai mezzi di sostentamento, alla salute e alla sicurezza delle donne e delle ragazze in tutto il mondo. Tuttavia, le recenti statistiche di genere dipingono un quadro scoraggiante di progressi lenti e insostenibili. Senza un intervento significativo, raggiungere l’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 5 sull’uguaglianza di genere e l’emancipazione delle donne entro il 2030 appare sempre più difficile.

Al contrario, l'inclusione piena delle donne nell'economia porta una serie di vantaggi: creazione di posti di lavoro, innovazione, crescita economica sostenibile e il rispetto dei diritti umani delle donne. L'Istituto europeo per l'uguaglianza di genere stima che il progresso dell'uguaglianza di genere potrebbe aumentare il PIL pro capite dell'Unione europea dal 6,1% al 9,6%.

Appello per la riforma finanziaria

Riconoscendo la necessità di un cambiamento sistemico nell'architettura finanziaria globale, UN Women sottolinea l'urgenza di riorientare i sistemi finanziari per servire sia le persone che il pianeta. Attualmente, 3,3 miliardi di individui vivono in paesi in cui la spesa pubblica per il servizio del debito supera gli investimenti in sanità e istruzione. Mentre la finanza pubblica rimane cruciale, il coinvolgimento del settore privato è fondamentale per finanziare il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. UN Women, come unica entità delle Nazioni Unite dedicata all'uguaglianza di genere, sta guidando gli sforzi per esplorare meccanismi di finanziamento innovativi in linea con l'agenda di Addis Abeba.

I mercati finanziari attuali offrono numerose opportunità per utilizzare strumenti finanziari al fine di promuovere l'uguaglianza di genere nei luoghi di lavoro, nei mercati e nelle comunità. Con l'aumento degli investimenti a impatto sociale e della finanza sostenibile, sempre più investitori adottano una prospettiva di genere per ottimizzare i rendimenti, ridurre i rischi e promuovere l'uguaglianza di genere. Tuttavia, mentre il mercato ha focalizzato l'attenzione dalla governance alla mitigazione del rischio, c'è un urgente bisogno di migliorare la misurazione, la trasparenza e la responsabilità per garantire che gli investimenti contribuiscano in modo tangibile all'uguaglianza di genere e all'emancipazione delle donne.

'Empowering women, building sustainable assets’

Da questa esigenza nasce il rapporto 'Empowering women, building sustainable assets: Strengthening the depth of gender lens investing across asset classes’ promosso da UN Women, Politecnico di Milano, Università Bocconi e Phenix Capital Group, che riflette su una vasta gamma di modelli e pratiche di investimento in ottica di genere, evidenziando potenziali sfide e contraddizioni rispetto alle agende femministe. Il report sottolinea il ruolo dei fondi a impatto nel rafforzare gli investimenti con obiettivi di genere (GLI) per promuovere uno sviluppo inclusivo e sostenibile. Basandosi sui dati dell’AXA Research Lab on Gender Equality dell’Università Bocconi e dell’Impact Fund Database di Phenix Capital Group, lo studio rivela che solo il 17,2% dei fondi dà priorità esplicita all’SDG 5.

Il rapporto sottolinea la mancanza di un consenso sulla definizione di uguaglianza e inclusione nel contesto finanziario, evidenziando l'urgente necessità di una migliore alfabetizzazione finanziaria. Si identifica il miglioramento dell'educazione finanziaria come un passo fondamentale per incorporare le questioni di genere nelle decisioni di investimento. Gli investitori, sempre più consapevoli, riconoscono l'importanza di misurare e rendicontare l'impatto dei loro investimenti, adottando pratiche di misurazione che coinvolgono questioni di genere e uguaglianza, contribuendo attivamente al successo e all'impatto positivo di tali iniziative.

I risultati chiave del rapporto forniscono una panoramica dettagliata del mercato degli investimenti miranti all'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile 5 delle Nazioni Unite, che promuove la diversità di genere. A luglio 2023, il capitale investito ha raggiunto la cifra notevole di 56 miliardi di dollari USA, evidenziando una crescente domanda per i fondi di investimento d'impatto legati all'SDG. Il private equity si conferma come la strategia ad impatto più matura, vantando il maggior numero di fondi di investimento (41) e un significativo capitale allocato. Anche gli investimenti in asset reali, immobiliari ed infrastrutturali, sebbene con un numero limitato di fondi, hanno registrato un aumento di iniziative nel 2022.

PoliMi, Bocconi e Phenix Capital sottolineano che questo innovativo rapporto non solo rivela risultati importanti, ma evidenzia anche i profondi contributi che il Gender Lens Investing può apportare alla società. Allocando strategicamente il capitale per affrontare la disuguaglianza di genere, il GLI offre una soluzione pratica e potenzialmente impattante per affrontare il cronico sottofinanziamento delle iniziative di emancipazione delle donne e di parità di genere. Mentre il mondo si impegna a raggiungere gli ambiziosi obiettivi stabiliti dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, questo rapporto rappresenta un'importante testimonianza del potenziale del Gender Lens Investing come forza trasformatrice per un cambiamento positivo, capace di rompere barriere e aprire la strada a un futuro più inclusivo ed equo.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sostenibilità

Sostenibilità, Arzà (Assogasliquidi): “BioGpl e...

Published

on

Andrea Arzà

“Il bio GPL e il bio GNL sono due carburanti gassosi immediatamente disponibili per garantire la transizione energetica. Rappresentano un miglioramento sostanziale rispetto ai carburanti e combustibili tradizionali". Lo ha sottolineato Andrea Arzà, presidente Federchimica - Assogasliquidi, intervenendo al meeting Adnkronos ‘Le nuove strade della sostenibilità’ presso il Palazzo dell’Informazione. Questi due carburanti - ha ricordato - "possono essere impiegati nei veicoli esistenti e possono essere distribuiti in tutta l'infrastruttura che già disponiamo. Noi in Italia abbiamo una rete di stazioni di servizio di oltre 4.300 punti che è la più grande in Europa e che può garantire, senza costi addizionali, questa transizione. Il bio GPL”, la versione biocarburante del gas, derivata interamente da fonti rinnovabili e “il bio GNL” il biometano liquido, “sono due sostituti eccellenti da un punto di vista ambientale dei rifiuti dell'industria agroalimentare”.

“I carburanti e i combustibili gassosi hanno la caratteristica di avere valori di emissioni di polveri sottili praticamente quasi uguali a zero - spiega Arzà - L’industria sta lavorando alla produzione di molecole che possono essere impiegate sia nel settore dei trasporti sia pubblici che privati, sia di traffico leggero che di traffico pesante. Delle due nuove molecole di origine bio, il BioGpl, in Italia è già prodotto in due bioraffinerie di Eni e viene già distribuita. Questo è un valore molto importante perché, uno dei modi secondo noi significativi per non impattare sull'ambiente, è cominciare a non costruire nuove infrastrutture”.

A proposito della mobilità elettrica "sorprende che l'Unione Europea - osserva - abbia pensato di emanare prima una direttiva che vincoli la possibilità dell'uso dei motori endotermici a partire dal 2035 e poi si sia preoccupato di fare una direttiva sulle materie prime e non il contrario. Sarebbe stato molto più logico” fare diversamente, “ma, del resto, si deve tener conto dell'approccio fortemente ideologico, e molto poco pragmatico". E' fortunatamente seguito "un passo in avanti con un cambiamento verso una neutralità tecnologica" perché "l primo approccio - conclude Arzà - era stato veramente molto esagerato".

Continue Reading

Sostenibilità

Sostenibilità, Coripet partecipa alla 16esima edizione di...

Published

on

La manifestazione fieristica di riferimento in Sicilia e nel Mediterraneo per il settore dei Sistemi Energetici, delle Tecnologie per l’Ambiente e i Rifiuti, della Ecoarchitettura, della Rigenerazione urbana, della Mobilità, dell’Impiantistica civile e industriale, dell’Innovazione Tecnologica, della Termoidraulica e del Comfort domestico

Sostenibilità, Coripet partecipa alla 16esima edizione di Ecomed

Coripet, consorzio volontario senza scopo di lucro che ha come mission la raccolta e l’avvio a riciclo delle bottiglie in Pet dopo il loro utilizzo, partecipa alla 16esima edizione di Ecomed (dal 17 al 19 aprile 2024, SiciliaFiera, Misterbianco - Ct), la manifestazione fieristica di riferimento in Sicilia e nel Mediterraneo per il settore dei Sistemi Energetici, delle Tecnologie per l’Ambiente e i Rifiuti, della Ecoarchitettura, della Rigenerazione urbana, della Mobilità, dell’Impiantistica civile e industriale, dell’Innovazione Tecnologica, della Termoidraulica e del Comfort domestico.

Coripet prenderà parte all’evento “Giornate dei rifiuti prima sessione”, coordinatori Claudia Brunori (Enea) e Enrico Rolle (Cts Ecomed), organizzato congiuntamente dalla Regione Siciliana - Assessorato Energia Servizi e Pubblica Utilità, dai Comitati Tecnici (Cs &Ctpi) di Ecomed, in programma domani a partire dalle 14.30. Tema dell’incontro, la gestione dei rifiuti a livello nazionale con specifico focus sulla regione Sicilia. Le relazioni principali riguarderanno il Piano Nazionale di Gestione dei Rifiuti, gli interventi del Commissario Unico per le bonifiche delle discariche e gli elementi salienti del nuovo piano rifiuti della Regione Siciliana. Sarà presentato un modello per la chiusura dei cicli di rifiuti e fanghi di depurazione; verranno poi presentati i più avanzati processi di riciclo e recupero energetico con specifico riferimento ai materiali plastici, alla frazione organica e ai fanghi di depurazione.

Afferma Monica Pasquarelli, responsabile eco compattatori Coripet, tra i relatori all’evento: “La sfida dei prossimi mesi sarà sempre più l’efficientamento del sistema delle raccolte selettive e tradizionali, e ciò per fare fronte agli obiettivi europei imposti dalla Direttiva Sup (Single Use Plastic): entro il 2025 i territori dovranno raccogliere almeno il 77% di bottiglie in Pet post consumo e il 90% entro il 2029. Contestualmente, chi utilizza questi contenitori per vendere i propri prodotti avrà l’obbligo di produrli con almeno il 25% di Pet riciclato a partire dal 2025 e il 30% a partire dal 2030. Proprio per questo il ruolo di Coripet è quanto mai strategico, perché la Direttiva Sup, oltre a mettere al bando taluni oggetti monouso, disciplina proprio il fine vita delle bottigliette in Pet e, per la prima volta, vengono indicati sia gli obiettivi di raccolta, che di utilizzo dell’RPet nella produzione di nuove bottiglie”.

Continue Reading

Sostenibilità

Sostenibilità, Cino (Centromarca): “Per brand è...

Published

on

"Oggi consumatori più attenti a sostenibilità e qualità che le grandi marche possono offrire"

Vittorio Cino

"La sostenibilità è prima di tutto un elemento di competitività. La marca e il brand sono sempre stati all'avanguardia dell'innovazione, in tutti i campi, incluso in quello della sostenibilità. La sostenibilità è un elemento competitivo perché i brand, per rimanere tali, devono avere nella sostenibilità uno degli strumenti principali per fare innovazione. E per porsi anche in termini di reputazione all'avanguardia del fenomeno, per esempio, del largo consumo in cui il Centromarca opera. Quindi innovazione, brand, sostenibilità sono tre elementi, tre parole che si uniscono, si devono unire in maniera molto forte perché hanno degli elementi in comune, ovvero il rapporto con i consumatori". Lo ha detto Vittorio Cino, direttore generale Centromarca, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos Q&A ‘Le nuove strade della sostenibilità’ presso il Palazzo dell’Informazione.

Per Cino "i consumatori oggi cercano la sostenibilità nei prodotti ma anche l'innovazione e la qualità che le grandi marche possono offrire. Quindi unire marchi, qualità, innovazione e sostenibilità rappresenta un po' la formula del successo per tutti, per tutte le aziende ma soprattutto per le aziende di marca".

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora6 ore ago

Maltempo, pioggia e freddo: meteo cambia in Italia da oggi

Temperature in discesa, su Alpi e Appennini torna la neve La primavera va in pausa in Italia, il quadro meteo...

Ultima ora6 ore ago

Attacco Iran, Usa: Israele sceglie risposta ma no escalation

Il messaggio di Washington recapitato da Blinken. Erdogan contro Netanyahu: "Tutta colpa sua" Israele deciderà se e come rispondere all'attacco...

Economia6 ore ago

Illycaffè, Brussa: “Per noi sostenibilità va di pari...

Illycaffè, Brussa: "Per noi sostenibilità va di pari passo con qualità" "Qualità e sostenibilità sono due facce della stessa medaglia....

Sport7 ore ago

Champions, Barcellona-Psg 1-4: Mbappé show e Luis Enrique...

Poker dei francesi, ribaltato il k.o. casalingo dell'andata Il Psg rifila quattro gol al Barcellona al Montjuïc, si impone 4-1...

Sport7 ore ago

Borussia Dortmund-Atletico Madrid 4-2, tedeschi in...

I gialloneri ribaltano la sconfitta subita per 2-1 all'andata Il Borussia Dortmund batte 4-2 l'Atletico Madrid nel ritorno dei quarti...

Spettacolo8 ore ago

Migranti, Richard Gere contro la ‘cattolica...

L'attore: "E' molto difficile capire un movimento di estrema destra conservatrice, soprattutto in un Paese che è prettamente cristiano" Richard...

Ultima ora8 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi

Nessun '6' né '5+', jackpot sale a 91,3 milioni Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 16 aprile...

Cronaca9 ore ago

Corona difende Orsini: “Tanti maleducati a E’...

"Gli hanno riso in faccia, comportamento da cafoni" "Voglio difendere Orsini. La cosa peggiore che possa succedere a una persona...

Economia9 ore ago

Ponte Messina, ministero delle Infrastrutture:...

L'annuncio dopo le richieste avanzate dal ministro dell'Ambiente. Opposizione all'attacco: "Oltre 200 rilievi, progetto dannoso, inutile, costoso e pieno di...

Ultima ora10 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano Commissariato:...

Due gli arrestati tra cui il manifestante che ha aggredito il rappresentante delle forze dell'ordine. Danneggiate due auto di vigilanza...

Ultima ora10 ore ago

Terremoto oggi a Siena, scossa magnitudo 3.4

L'epicentro a 4 km da Poggibonsi Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 19.49 dall'Ingv vicino...

Cronaca10 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano commissariato

Post Content

Ultima ora10 ore ago

Auto contro tir nel tarantino, morti mamma e figlio di 12...

Ferito anche il conducente del mezzo pesante Due persone, mamma e figlio di 12 anni, sono morte in un incidente...

Ultima ora11 ore ago

Zelensky: “Nato ha difeso Israele, Ucraina si difende...

Il presidente ucraino: "Occidente alleato di Israele nei cieli, non sulla carta" Con l'azione per difendere Israele dall'attacco dell'Iran, gli...

Esteri11 ore ago

Israele studia attacco, Iran minaccia uso nuova arma...

Israele risponderà all'Iran e l'attacco potrebbe presto arrrivare. Dopo il raid di sabato scorso, il governo di Benyamin Netanyahu sembra...

Economia11 ore ago

Imprese, Livi (SostenibleOggi.it): “Bilancio...

Così Livio Livi, Founder di SostenibleOggi.it, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos Q&A ‘Le nuove strade della sostenibilità’ presso il Palazzo dell’Informazione....

Ultima ora11 ore ago

Omicidio Ciatti, Cassazione conferma condanna a 23 anni di...

Il ceceno, tuttora latitante, ha pestato e ucciso il giovane nella notte tra l’11 e il 12 agosto 2017 fuori...

Economia11 ore ago

Sostenibilità, Dentis (Coripet): “Importante scadenza...

Il presidente di Coripet, il consorzio per la raccolta e il riciclo delle bottiglie in PET, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos...

Economia11 ore ago

Trasporto aereo, Fiumicino al primo posto per traffico...

Dai dati Enac L'aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per traffico passeggeri con circa 40,3 milioni e...

Salute e Benessere11 ore ago

Malattie del cuore, in Italia provocano una morte su 3

Sono la prima causa di mortalità in Italia con oltre 216.000 morti nel 2021 pari al 31% dei decessi complessivi...