Connect with us

Sport

Benfica-Inter 3-3, Joao Mario tris e rimonta nerazzurra

Published

on

La formazione di Inzaghi, già agli ottavi di Champions, risale da 0-3 e nel finale 'rischia' di vincere

Sanchez esulta dopo il 3-3

L'Inter pareggia per 3-3 in casa del Benfica nel match valido per la quinta giornata del Gruppo D di Champions League. I nerazzurri, sotto 3-0 nel primo tempo per la tripletta dell'ex Joao Mario, rimontano nella ripresa. La squadra allenata da Inzaghi, già qualificata agli ottavi, ha 11 punti come la Real Sociedad e si giocherà il primo posto nel girone tra due settimane nello scontro diretto con i baschi a Milano.

La partita

Joao Mario comincia il suo show personale al 5'. Tengstedt fa sponda con un colpo di testa, il compagno arriva e fa centro con un sinistro di prima intenzione: 1-0. Gli stessi giocatori sono protagonisti del raddoppio al 13'. Il Benfica recupera palla, Tengstedt arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone invitante: Joao Mario ringrazia e imbuca, 2-0. L'Inter, poco più che uno sparring partner in avvio, si fa viva al 26' con Arnautovic. Trubin se la cava con una avventurosa respinta di piede. Al 34', tris del Benfica. Ancora Joao Mario e ancora Tengstedt come suggeritore. Il cross colpisce l'ex giocatore dell'Inter che, quasi involontariamente, firma la tripletta: 3-0.

Alla fine del primo tempo, nello spogliatoio dell'Inter succede qualcosa. Nella ripresa, i nerazzurri si presentano effettivamente in campo. Al 51' la formazione di Inzaghi riapre i giochi con Arnautovic, che deposita in rete dopo la sponda di Bisseck. Al 58' il match torna totalmente in discussione. Cross di Acerbi e Frattesi, dal dischetto del rigore, indovina il sinistro al volo che vale il 3-2. La rimonta viene completata al 71'. Otamendi stende Thuram, rigore che Sanchez non sbaglia: 3-3.

L'ultima porzione di match è un duello senza esclusione di colpi. All'83' Di Maria chiama Audero alla gran parata. All'86' i portoghesi rimangono in 10 per l'espulsione di Antonio Silva, che abbatte Barella. I padroni di casa cercano comunque la vittoria e all'89' si rendono pericolosi con Rafa Silva, impreciso al tiro. Al 95' l'ultimo brivido: Barella ha a disposizione il match point da 10 metri, palo pieno.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sport

Juve, Giuntoli: “Contenti di Allegri, vogliamo che...

Published

on

L'allenatore risponde: "Ho un contratto fino al 2025, felice di rimanere"

Allegri e lo show in partita

Massimiliano Allegri resta alla Juventus anche il prossimo anno? Il futuro dell'allenatore, che ha un contratto valido fino al 2025, è di attualità in casa bianconera visto che la stagione si avvia alla conclusione con pochi 'brividi' in campionato: scudetto andato e piazzamento Champions a portata di mano, si può cominciare a pensare alla prossima stagione. "Noi vogliamo tenere il mister e il mister è contentissimo di restare alla Juventus. A tempo debito sederemo per programmare il futuro insieme", le parole del direttore sportivo Cristiano Giuntoli a Dazn prima del match vinto 3-2 contro il Frosinone in maniera rocambolesca.

"Sono contento per le parole del direttore Giuntoli, perché con la società stiamo lavorando bene, sono in sintonia su tutto, in questo momento bisogna pensare al presente, perché non abbiamo ancora raggiunto la Champions. Io poi ho un contratto fino al 2025, l'ho detto ieri in conferenza e lo ripeto, sono da 10 anni alla Juventus e ne sono orgoglioso, lavoro per questa società, per questa squadra, per la proprietà, con grande dedizione, amore e passione, perché ormai sono legato anche affettivamente e questo non so se è un bene o un male", dice Allegri a Dazn.

"Felice di restare alla Juventus? Assolutamente sì, perché quando sono tornato abbiamo iniziato un percorso con il presidente che c'era prima, con Cherubini e ora lo stiamo continuando con Giuntoli, Manna e Scanavino. Andiamo d'accordo, abbiamo degli obiettivi importanti", dice il tecnico. "Però in questo momento io devo pensare a quello che è il presente della squadra e della società, perché comunque tornare in Champions è un valore aggiunto sia tecnico che economico, poi la società farà le valutazioni su tutto e deciderà quelli che saranno i programmi futuri", aggiunge.

La Juve è tornata alla vittoria dopo 4 partite negative. "Ci sono anche questi momenti, basta lavorarci e riprendere a fare quello che facevamo prima. In questo momento è così e cercheremo di invertire il trend. Oggi era importante vincere perché sono tre punti pesanti per la corsa Champions. E soprattutto ci togliamo da queste quattro partite dove avevamo conquistato solamente due punti. Oggi abbiamo preso due gol evitabili, bisogna riprendere a difendere in modo diverso, perché nelle ultime sette partite abbiamo preso sei gol nel primo tempo e soprattutto oggi con una certa facilità".

Continue Reading

Sport

Juventus-Frosinone 3-2, gol di Rugani allo scadere e...

Published

on

I bianconeri si impongono con una rete del difensore al 95'

Massimiliano Allegri

La Juventus batte 3-2 il Frosinone nel match in calendario oggi per la 26esima giornata della Serie A 2023-2024. La formazione allenata da Allegri si impone allo scadere con il gol di Rugani che risolve la gara al 95'. I bianconeri salgono a 57 punti e, dopo 4 partite senza vittoria, puntellano il secondo posto con l'Inter ormai lanciatissima verso lo scudetto. Il Frosinone, che spreca la chance di fare punti a Torino, rimane a quota 24 e non si allontana dalla zona retrocessione. retrocessione.

La partita

La Juve sfonda subito. McKennie controlla il lancio di Gatti e serve Vlahovic, che ringrazia e non sbaglia: 1-0 al 3'. La rete immediata paradossalmente crea problemi alla formazione allenata da Allegri che arretra per difendere il vantaggio secondo un copione consolidato. Niente pressing e il Frosinone, colpito a freddo, può riorganizzarsi. Gli ospiti entrano in partita e al 14' pareggiano. Cheddira è libero di colpire di testa tra 4 giocatori della Juventus che lo guardano: 1-1. Allegri si sgola per richiamare Chiesa, che evidentemente non segue le indicazioni del tecnico. Il Frosinone controlla il gioco e al 27' mette la freccia. Valeri imbuca per Brescianini, botta sotto la traversa e i ciociari ribaltano il risultato: 1-2. La Juve, che perde Rabiot per infortunio e inserisce Alcaraz, risponde subito. Ancora McKennie suggeritore, ancora una stoccata di Vlahovic: 2-2 al 32'. Le due squadre mostrano una evidente fragilità difensiva ed è tutto sommato casuale se il punteggio non cambia ancora prima dell'intervallo.

La Juve spinge in avvio di ripresa e sfiora ripetutamente il gol. Al 51', dopo una carambola quasi casuale, Vlahovic si ritrova il pallone sulla testa e non riesce a indirizzarlo. Due minuti dopo, su azione da corner, Rugani colpisce dal cuore dell'area e centra la testa di Alcaraz in un flipper che salva il Frosinone. Al 57' uno dei pochi lampi di Chiesa, che rientra e calcia a giro: una deviazione vanifica il tentativo. L'ingresso di Yildiz al posto di Chiesa fa bene alla Juve, che ritrova vivacità in avanti, almeno a sprazzi. Il giovane turco prova a inventare ma non ha la bacchetta magica. Allegri urla dalla panchina ma le istruzioni dell'allenatore non producono risultati. In campo regnano caos e improvvisazione, con squadre lunghissime e errori a raffica. Quando il pari sembra deciso, la Juve pesca il jolly: Rugani fa centro al 95', 3-2.

Continue Reading

Sport

Odermatt da record, vince ancora a Palisades e blinda la...

Published

on

E' la 35esima vittoria della sua carriera

Marco Odermatt (Fotogramma)

Nuova impresa dello sciatore svizzero Marco Odermatt che ha vinto il decimo slalom gigante consecutivo sabato sulle nevi di Palisades Tahoe, un successo che gli assicura la terza Coppa del Mondo assoluta consecutiva. Con la vittoria di oggi - la 35ma della sua carriera - Odermatt ha portato a 1001 punti il suo vantaggio su Manuel Feller diventando così irraggiungibile nonostante manchino ancora 10 gare alla fine della stagione. La sua serie di vittorie consecutive è la seconda più lunga nella storia dello sci alpino maschile.

Il record di 14 vittorie consecutive di Ingemar Stenmark nello slalom gigante è ora nel mirino dello svizzero che può anche assicurarsi un altro globo di cristallo della disciplina il prossimo fine settimana ad Aspen e guidare anche la classifica di discesa libera e superG. Il 26enne svizzero potrebbe addirittura battere il suo stesso record di punti complessivi della scorsa stagione. Nella gara di oggi Odermatt ha distaccato il norvegese Henrik Kristoffersen di 12 centesimi, terzo l'americano River Radamus per il primo podio in Coppa del Mondo.

Domani nuova gara maschile con uno slalom in Sierra Nevada mentre le donne gareggeranno in Val di Fassa, per un superG femminile dopo l'annullamento della gara odierna per troppa neve fresca.

Continue Reading

Ultime notizie

Sport2 ore ago

Juve, Giuntoli: “Contenti di Allegri, vogliamo che...

L'allenatore risponde: "Ho un contratto fino al 2025, felice di rimanere" Massimiliano Allegri resta alla Juventus anche il prossimo anno?...

Esteri3 ore ago

Scava una buca in spiaggia, bambina muore travolta dalla...

La tragedia in Florida Una bambina di 7 anni scava una buca in spiaggia, viene travolta dalla sabbia e muore....

Politica3 ore ago

Cortei Pisa e Firenze, Salvini: “Giù le mani da forze...

Boccia: "Dalla Lega atteggiamento al limite dell'irresponsabilità". Bonelli: "Meloni in silenzio, destra non raccoglie appello del Quirinale". Piantedosi: "Valuteremo eventuali...

Economia4 ore ago

Transizione ecologica, entro 2050 in Ue serviranno 60...

In Italia entro il 2027 ne serviranno 2,4 milioni Secondo le cifre diffuse dalla Commissione europea entro il 2050 serviranno...

Politica4 ore ago

Scontri Pisa, Piantedosi: “Nessun cambiamento su...

Il ministro riferirà in Parlamento "Sull'ordine pubblico non ci sono stati cambiamenti, se ci sono stati eccessi li valuteremo". Lo...

Sport4 ore ago

Juventus-Frosinone 3-2, gol di Rugani allo scadere e...

I bianconeri si impongono con una rete del difensore al 95' La Juventus batte 3-2 il Frosinone nel match in...

Lavoro4 ore ago

Vino: Suavia, con ‘I luoghi’ il racconto di una...

Le sorelle Tessari alla guida dell'azienda del Soava Classico, leader nella produzione di bianchi Si chiama 'I luoghi' la nuova...

Cultura5 ore ago

Foibe, Sangiuliano: “Treno del Ricordo per tenere...

“Il viaggio di questo treno è un bellissimo progetto che sta unendo l’Italia nel nome del ricordo. Il Ministero della...

Cronaca5 ore ago

Ucraina, al Colosseo spunta striscione di Militia Christi:...

Il movimento politico cattolico rivendica il gesto su Facebook: "Causa del conflitto il massacro infame in corso da 10 anni...

Ultima ora5 ore ago

Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno della...

"Ho pensato a qualcosa che non facesse dimenticare quella strage" "Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi...

Cronaca5 ore ago

Strage Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno...

"Ho pensato a qualcosa che non facesse dimenticare quella strage" "Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi...

Politica5 ore ago

Giorgio Armani: “Meloni donna con elementi...

L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma...

Ultima ora6 ore ago

Etiopia, 4 sacerdoti ortodossi rapiti e uccisi dai ribelli...

Gli omicidi dopo un attacco al monastero di Zequala avvenuto il 22 febbraio scorso Quattro sacerdoti ortodossi sono stati uccisi...

Spettacolo6 ore ago

Chiara Ferragni, l’entourage dell’influencer:...

La smentita all'Adnkronos dopo che erano circolate voci su una possibile relazione tra i due come causa della crisi con...

Cronaca6 ore ago

Strage Cutro, sorella vittima: “Mio fratello sognava...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Ultima ora6 ore ago

Cutro, la sorella di una vittima: “Sajad sognava di...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Politica7 ore ago

Europee 2024, Salvini punta ancora su Vannacci: “Lo...

E sulle cariche della polizia a Pisa dice: "Giù le mani dalla forze dell'ordine" Matteo Salvini riconferma la sua fiducia...

Cronaca7 ore ago

Strage Cutro, inaugurato il ‘Giardino di Alì’

Il prefetto di Crotone: "Questa terra è accogliente" "So cosa significa ricordare. Ero all’Aquila, quando c'è stato il terremoto. Ricordare...

Esteri7 ore ago

Ucraina, Russia attacca con nuova ondata di droni

Le forze di Mosca colpiscono la regione di Zaporizhzhia. Kiev: "Uccisi 810 soldati russi" L'Ucraina si difende dalla nuova ondata...

Esteri7 ore ago

Petrolio raffinato in India e rivenduto in Usa, le tecniche...

Petrolio raffinato in India e rivenduto agli Usa: è una delle tecniche con cui la Russia ha aggirato le sanzioni...