Connect with us

Cronaca

Caos a Napoli, scontri tra tifosi oscurano trionfo in...

Published

on

Caos a Napoli, scontri tra tifosi oscurano trionfo in Champions League

La sfida di Champions League tra Napoli e Eintracht Francoforte, conclusasi con la vittoria dei padroni di casa per 3 a 0, è stata funestata dagli scontri tra i tifosi delle due compagini che hanno insudiciato le vie cittadine. Ieri, il centro di Napoli è stato teatro di una violenta guerriglia urbana. Nonostante il divieto di vendita di biglietti ai tedeschi residenti a Francoforte, circa 600 sostenitori sono giunti nella città partenopea, attraverso treni da Salerno e voli a Capodichino.

I primi episodi di violenza si sono verificati nella notte tra martedì e mercoledì in Piazza Bellini, con lancio di bottiglie di vetro contro un bar chiuso. Lungo il percorso tra la stazione e il lungomare, uno dei bus dei tifosi tedeschi è stato bersaglio di petardi. Un migliaio di agenti delle forze dell’ordine sono stati impegnati per impedire la caccia all’uomo da parte dei napoletani.

I sostenitori tedeschi si sono spostati in corteo lungo il lungomare e poi per le strade del centro, causando interruzioni temporanee del traffico e danneggiando alcuni autobus. La situazione è precipitata nel pomeriggio in Piazza del Gesù, con violenti scontri tra le due fazioni. Bottiglie, sassi, petardi e fumogeni sono stati scagliati da ambo le parti, mentre i passanti cercavano rifugio nei negozi e portoni. Una pattuglia della polizia è stata incendiata dai teppisti.

Le forze dell’ordine hanno tentato di ristabilire l’ordine con cariche e lacrimogeni, ma non hanno potuto evitare ulteriori incidenti post-partita. Un gruppo di ultras napoletani ha cercato di avvicinarsi all’hotel Continental, dove alloggiavano i tifosi dell’Eintracht, dando origine a nuovi scontri sul lungomare.

Nella notte, sono stati effettuati i primi arresti: sette napoletani e tre tedeschi sono stati fermati dalle forze dell’ordine per i reati commessi durante gli scontri. Sei agenti sono rimasti feriti o contusi negli incidenti. Si è tenuta una riunione urgente del Comitato di ordine e sicurezza pubblica presso la Prefettura di Napoli, con la partecipazione del presidente del Calcio Napoli, Aurelio De Laurentiis.

I tifosi tedeschi hanno lasciato l’albergo sul lungomare e sono stati trasportati con bus verso Salerno, Roma e Capodichino per raggiungere le loro destinazioni in Germania. Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha annunciato che richiederà un risarcimento per i danni causati dagli scontri sia ai mezzi pubblici che ai commercianti. De Laurentiis, invece, ha sollecitato l’adozione della legge inglese per regolare la frequentazione degli stadi.

Il bilancio degli scontri tra i tifosi a Napoli ha gettato un’ombra sul trionfo sportivo della squadra partenopea. Un evento che ha ricevuto la condanna unanime delle autorità e del mondo del calcio. Il direttore sportivo dell’Eintracht Francoforte, Markus Kroesche, ha espresso il suo rammarico per gli eventi e ha dichiarato che nulla giustifica tale violenza.

Quali potrebbero essere le conseguenze disciplinari per i due club coinvolti? Secondo Sportitalia, l’UEFA starebbe valutando l’esclusione per due anni dell’Eintracht Francoforte dalle competizioni europee. La decisione definitiva potrebbe arrivare venerdì, durante il sorteggio dei quarti di finale. L’ipotesi si baserebbe sull’articolo 16 del regolamento disciplinare dell’UEFA, che stabilisce le responsabilità dei club e delle associazioni nazionali per l’ordine e la sicurezza dentro e intorno allo stadio prima, durante e dopo le partite.

Il Napoli, invece, sembrerebbe in una situazione di relativa tranquillità, poiché gli scontri non sono avvenuti nelle immediate vicinanze dello Stadio Maradona, ma nel centro della città. Tuttavia, il club partenopeo potrebbe essere soggetto a provvedimenti disciplinari se non dimostra di aver rispettato gli obblighi definiti dalla UEFA e di non essere stato negligente nell’organizzazione della gara.

Per le otto persone arrestate (cinque napoletani e tre tedeschi), sono stati emessi provvedimenti Daspo per periodi compresi tra i 5 e gli 8 anni. Il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha annunciato che chiederà un risarcimento per i danni causati dagli scontri sia ai mezzi pubblici che ai commercianti.

Questo è il bilancio degli scontri tra i tifosi a Napoli, che hanno gettato un’ombra sul successo sportivo della squadra partenopea. Un episodio che dimostra ancora una volta come il calcio possa essere utilizzato come pretesto per esprimere violenza e intolleranza. La situazione ha sollecitato un’ampia riflessione sull’importanza della sicurezza negli eventi sportivi e sulla necessità di implementare misure più efficaci per prevenire episodi simili in futuro.

Sbircia la Notizia Magazine è una testata giornalistica di informazione online a 360 gradi, sempre a portata di click! Per info, segnalazioni e collaborazioni, contattaci scrivendo a info@sbircialanotizia.it

Cronaca

Moda, nel centenario della nascita Roma si...

Published

on

Alessandro Onorato, 'Se Roma è capitale della moda, dell'arte, della cultura è anche grazie alle sue intuizioni e al suo lavoro'. La figlia, 'mio padre un’icona di stile dall’animo puro e l’entusiasmo di un fanciullo'.

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, l'assessore a Moda Sport e Grandi Eventi del Campidoglio Alessandro Onorato accanto alle figlie e alla nipote di Renato  Balestra

Omaggio nella capitale, il 3 e il 4 maggio, a Renato Balestra, il grande couturier scomparso il 26 novembre 2022, nel centenario della nascita. La città, ed in particolare i luoghi del cuore che ha 'abitato' nel corso della sua lunga esistenza, Piazza del Campidoglio, la Scalinata di Trinità dei Monti e Porta Pinciana in via Veneto, saranno illuminati e 'rivestiti' con il classico Blu Balestra, colore icona dei suoi abiti, delle sue creazioni e delle sue sfilate, una sorta di marchio di fabbrica, personalissimo.

"Abbiamo voluto rendere omaggio a Renato Balestra nel giorno del centenario della sua nascita - annuncia Alessandro Onorato, assessore Moda, Sport, Turismo e Grandi Eventi del Campidoglio - L'amore del maestro con Roma è stato lungo e intenso. Si sono piaciuti fin da subito e si sono valorizzati a vicenda. Questa città l'ha accolto a braccia aperte e si è lasciata incantare dalla sua creatività. Se Roma è la capitale della moda, dell'arte e della cultura è anche grazie alle intuizioni e al lavoro di Balestra, che dagli anni Cinquanta ha portato in alto il nome della città, rendendola attraente per artisti, modelli e attori".

"Ha rappresentato e rappresenta ancora la qualità dell’artigianato made in Italy, un patrimonio che tutto il mondo ci invidia e che dobbiamo valorizzare ogni giorno - continua Onorato - L’esempio di Balestra deve indirizzare tanti giovani a inseguire il proprio sogno. Siamo contenti di avergli reso omaggio con il sindaco Gualtieri. Prima di annunciare la notizia dei monumenti illuminati abbiamo consegnato alla famiglia Balestra, alle figlie Fabiana, Federica e alla nipote Sofia, una targa celebrativa di Roma Capitale”

"Renato Balestra è stato un pioniere della moda italiana nel mondo, capace di conquistare sin dalla fine degli anni ’50 del secolo scorso il jet set internazionale con il suo stile elegante e raffinato - spiega Federica Balestra - Un’icona di stile dall’animo puro e l’entusiasmo di un fanciullo. La sua fantasia e le sue emozioni si riflettono nelle sue creazioni trasformandole in opere d’arte e sogni da indossare. Con il blu sempre nel cuore, negli occhi e nei suoi abiti indimenticabili".

Continue Reading

Cronaca

Pestaggi al carcere minorile Beccaria, pm: “Sistema...

Published

on

Secondo i magistrati a favorire le gli abusi il "contributo concorsuale omissivo e doloso di una serie di figure apicali con posizione di garanzia effettiva nei confronti dei detenuti"

Carcere minorile Beccaria di Milano - Fotogramma

Nell'istituto minorile Beccaria di Milano c'era "un sistema consolidato di violenze reiterate, vessazioni, punizioni corporali, umiliazioni e pestaggi di gruppo realizzati dagli indagati" appartenenti alla polizia Penitenziaria "ai danni dei detenuti per la maggior parte minorenni". Ne sono convinte le magistrate - la procuratrice aggiunta Letizia Mannella e i pm Cecilia Vassena e Rosaria Stagnaro - che hanno firmato la richiesta di misura cautelare per 21 agenti, 13 finiti dietro le sbarre e 8 sospesi dal servizio per reati che vanno dai maltrattamenti e alle lesioni aggravate fino alla tortura.

Un sistema "consolidato, nel corso degli anni", che coinvolgeva gli agenti in turno di servizio "e il resto del personale fuori servizio, convocato specificamente per la partecipazione ai pestaggi". Presunte violenze che hanno avuto come "principale fondamento" il "contributo concorsuale omissivo e doloso di una serie di figure apicali con posizione di garanzia effettiva nei confronti dei detenuti", un presunto 'aiuto' che "ha consapevolmente agevolato e rafforzato le determinazioni criminose dei suoi sottoposti".

Si parla di una diffusione "sistematica della violenza" che ha determinato nei detenuti "la maturazione di un concetto di 'normalità' della stessa" come dimostrano i loro racconti e i rudimentali metodi di prevenzione rispetto ai pestaggi come la scelta di insaponare il corpo per sfuggire alla presa o di indossare molti strati di abiti per attutire i colpi.

Al via gli interrogatori degli agenti indagati

Oggi sono iniziati i primi interrogatori degli indagati. Sei gli agenti del Beccaria sentiti in carcere dal gip di Milano Stefania Donadeo. Gli agenti, detenuti a Bollate, alcuni difesi dallo stesso legale, potrebbero decidere di avvalersi della facoltà di non rispondere di fronte ad accuse molto pesanti. Gli interrogatori proseguiranno nel pomeriggio, mentre gli altri sette arrestati saranno sentiti nei prossimi giorni.

Le intercettazioni degli agenti

Nell'inchiesta sono riportate diverse intercettazioni telefoniche che, a dire della procura di Milano, rappresentano un grave indizio contro gli indagati. In una conversazione, risalente allo scorso 9 marzo, riportata nella richiesta di misura cautelare, uno degli agenti sospeso confida a un collega, rispetto a un pestaggio di cui è accusato uno degli arrestati: "Le immagini sono veramente disastrose, non sono a favore di Giovanni. (...) Nelle immagini non si vede che gli sputa sangue addosso (il minorenne, ndr), ma si vede ben altro e quello che si vede è veramente grave. Non solo schiaffi, schiaffi, calci, pugni...quello a terra. Perciò ti dico che non è un bel vedere diciamo, dai".

All'aggressione sarebbero stati presenti altri tre agenti, ma le immagini sembrerebbero restituire solo la violenza di uno. "E' caduto per terra gli ha dato due calci, due pugni e l'ha distrutto! Si vede chiaramente", dice l'agente che confessa: "Le immagini le ho viste solo io stamattina".

Continue Reading

Cronaca

Roma, la denuncia: drogata e stuprata dopo appuntamento su...

Published

on

Una ragazza di 20 anni ha denunciato di essere stata narcotizzata e violentata da due persone che aveva conosciuto su Instagram

Un'auto della polizia

Una ragazza di 20 anni ha denunciato di essere stata narcotizzata e stuprata da due persone che aveva conosciuto su Instagram, dopo essere stata portata con l'inganno in un appartamento alla periferia di Roma. La violenza sarebbe avvenuta il 17 aprile scorso. La ragazza è stata rintracciata davanti a un bar di via di Torrenova, in zona Torre Angela, dal fidanzato il giorno successivo grazie alla localizzazione tramite cellulare. Il giovane l'aveva chiamata molte volte ma lei non aveva più risposto al telefono.

La 20enne dopo aver conosciuto sul social i due ragazzi si sarebbe data appuntamento con loro per un aperitivo. I due si sarebbero poi offerti di darle un passaggio alla metro ma l'avrebbero invece portata in un appartamento dove si sarebbe consumata la violenza. La giovane è stata visitata al policlinico Tor Vergata e dimessa con una prognosi di 40 giorni. Sono in corso le indagini della polizia del commissariato Casilino per ricostruire quanto accaduto.

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora3 ore ago

Ucraina-Russia, Nato: no armi nucleari in Polonia

Stoltenberg frena dopo l'apertura del presidente polacco La Nato non ha intenzione di posizionare armi nucleari in Polonia. Ad affermarlo...

Economia3 ore ago

Patto di stabilità, via libera Ue alla riforma ma...

Astensioni e voti contrari dai partiti di maggioranza e opposizione. Gentiloni ironizza: "Abbiamo unito la politica italiana" Per un giorno...

Ultima ora4 ore ago

Usa, aereo Douglas Dc-4 precipita in Alaska: stava...

Soccorsi sul posto. L'incidente a poche miglia dall'aeroporto internazionale di Fairbanks Un aereo Douglas Dc-4 è precipitato a Fairbanks, in...

Sport4 ore ago

Lazio-Juventus 2-1, bianconeri in finale di Coppa Italia

La formazione di Allegri, sconfitta a Roma nella semifinale di ritorno, passa grazie alla vittoria per 2-0 ottenuta all'andata La...

Ultima ora5 ore ago

Russia, arrestato vice ministro della Difesa: ha preso una...

Ivanov, uno dei vice di Shoigu, era responsabile della logistica delle forze armate Il comitato investigativo russo ha annunciato l'arresto...

Politica5 ore ago

Scurati contro il governo: “Ho toccato con mano cosa...

Lo scrittore: "Vi invito calorosamente ad andare in piazza il 25 aprile, restiamo uniti e opponiamo in numero alla forza"...

Politica6 ore ago

Puglia, mini rimpasto nella giunta Emiliano: nominati tre...

La decisione dopo la bufera giudiziaria Nessun azzeramento della giunta nella Regione Puglia. Dopo la bufera giudiziaria il governatore Michele...

Ultima ora6 ore ago

Superenalotto, centrato ‘5+’ da quasi 600mila...

Il jackpot per il prossimo concorso sale a 94,4 milioni Nessun '6' nell'estrazione del Superenalotto di oggi 23 aprile ma...

Cronaca7 ore ago

Moda, nel centenario della nascita Roma si...

Alessandro Onorato, 'Se Roma è capitale della moda, dell'arte, della cultura è anche grazie alle sue intuizioni e al suo...

Ultima ora7 ore ago

Chiara Ferragni e pandoro Balocco, tribunale conferma...

Codacons: "Ora si apre la strada ai risarcimenti per tutti coloro che hanno acquistato il pandoro" "Con una clamorosa sentenza...

Cronaca8 ore ago

Pestaggi al carcere minorile Beccaria, pm: “Sistema...

Secondo i magistrati a favorire le gli abusi il "contributo concorsuale omissivo e doloso di una serie di figure apicali...

Politica8 ore ago

Intelligenza artificiale, via libera Cdm: 1 miliardo di...

L'Italia che si candida a diventare il primo Paese europeo a legiferare sul tema  Il Consiglio dei ministri ha approvato...

Cronaca8 ore ago

Roma, la denuncia: drogata e stuprata dopo appuntamento su...

Una ragazza di 20 anni ha denunciato di essere stata narcotizzata e violentata da due persone che aveva conosciuto su...

Cronaca8 ore ago

Maturità: uno studente su tre soffre di attacchi di panico,...

Sondaggio community di Maturansia, per studenti social network il miglior strumento per integrare la preparazione Mancano ormai due mesi agli...

Ultima ora8 ore ago

Israele-Gaza, fosse comuni a Khan Yunis: Onu chiede...

Nell'area recuperati 283 cadaveri. Le forze di difesa israeliane respingono le accuse Le Nazioni Unite hanno chiesto che venga condotta...

Economia8 ore ago

Roberto Napoletano nuovo direttore de ‘Il...

Guiderà la testata dal prossimo 4 maggio A decorrere dal prossimo 4 maggio, Roberto Napoletano sarà il direttore del quotidiano...

Salute e Benessere9 ore ago

Emergenza regionale, Picco (Asl To): “Fondamentali...

"Stiamo realizzando una elisuperficie vicino al San Giovanni Bosco, ospedale hub di Torino" "Abbiamo l'emergenza a cuore e quindi siamo...

Cronaca9 ore ago

Depistaggio Borsellino: “Figli traditi da Stato in...

(dall'inviata Elvira Terranova) - Subito dopo lo strage di Via D'Amelio i magistrati di Caltanissetta, sotto la guida del Procuratore...

Sport9 ore ago

Roma, le ultime su Lukaku e N’Dicka

Giovedì il recupero contro l'Udinese Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite per la sconfitta rimediata contro il Bologna. La...

Economia9 ore ago

Confindustria-Deloitte, investimenti e convergenza...

Energia, ambiente e clima priorità Più investimenti, più collaborazione tra pubblico e privato e più convergenza tra politiche industriali dei...