Connect with us

Curiosità

Le pinze dei freni: alcune informazioni utili

Published

on

Le pinze dei freni, anche semplicemente chiamate pinze freno, fanno parte del sistema frenante dell’automobile ed assolvono al compito di far premere le pastiglie dei freni sulla superficie del rotore in modo da far rallentare o arrestare la vettura. Le ruote dell’auto sono infatti attaccate a dei dischi in metallo, o rotori, i quali girano in contemporanea con le ruote. Le pinze, sorreggendo le pastiglie dei freni, nelle manovre di rallentamento e di arresto dell’auto fanno in modo che si crei con i rotori quell’attrito necessario per compiere le suddette manovre. Da un punto di vista prettamente tecnico la pinza del freno è composta dall’insieme dei componenti che sostengono e muovono le pastiglie dei freni (pistoni o cilindretti, solitamente realizzati in alluminio o acciaio cromato, perni guida ecc.).

Sul mercato si trovano due tipi principali di pinza freno:

  • Le pinze galleggianti o flottanti, le più diffuse, che in virtù di un sistema di slittamento laterale sono caratterizzate da una libertà di movimento rispetto al disco freno, che è fisso. Queste pinze possono muoversi in entrata ed in uscita rispetto al rotore ed hanno due pistoni sul lato interno dello stesso. Quando vengono azionati i freni, il pistone muoverà l’intera pinza esercitando attrito su entrambi i lati del rotore. 
  • Le pinze fisse sono immobili ed hanno i pistoni situati sui lati opposti del rotore. Le prestazioni di questa pinza sono migliori, l’unico inconveniente è però il costo decisamente più alto rispetto a quello della tipologia precedente.

L’interno della pinza del freno è composto da una coppia di dischi metallici connessi tra di loro con materiale d’attrito, anche conosciuti come pattini dei freni. Quando si aziona il freno, il liquido dei freni proveniente dal cilindro maestro dà luogo ad una pressione idraulica sui pistoni della pinza del freno, facendo in modo che le pastiglie premano contro la superficie del rotore. Essendo il rotore attaccato alla ruota, il suo rallentamento o arrestamento farà in modo che anche questa rallenti o si fermi. 

Per quanto riguarda il loro posizionamento, nella maggior parte dei casi le pinze sono collocate davanti al centro ruota o dietro al centro ruota. La sede di montaggio di questi accessori è spesso determinata dal cosiddetto packaging, ovvero dal vincolo determinato dai sottosistemi che costituiscono l’autotelaio. In altre parole, lo spazio di installazione si ricava considerando i componenti della sospensione e quelli del sistema sterzo. Adducendo due esempi concreti, nelle auto a trazione anteriore e motore trasversale la tiranteria dello sterzo viene solitamente installata in posizione arretrata, cosa che determina il posizionamento delle pinze freno davanti al centro ruota. Nei veicoli con motore longitudinale e trazione posteriore, dove i tiranti dello sterzo vengono posti in posizione avanzata, le pinze freno possono invece venir installate dietro al centro ruota. Questi due esempi mostrano in maniera chiara come la sede di montaggio delle pinze sia determinata dal posizionamento dei componenti della sospensione e del sistema dello sterzo.

Manutenzione e sostituzione

La durata operativa delle pinze dei freni non ha dei limiti specifici. Chiaramente uno stile di guida sobrio, accompagnato da una regolare manutenzione e pulizia del sistema frenante contribuiranno alla lunga vita di questo dispositivo. In alcuni casi sarà necessario intervenire per la sostituzione o il ripristino di qualcuno dei componenti della pinza in quanto difettosi. L’inceppo del pistone comporta ad esempio in genere la sua sostituzione. La corrosione del manicotto della guida della pinza renderà ugualmente necessario un intervento. Tutti i componenti della pinza, in quanto costantemente esposti a stress termici sono comunque soggetti ad usura; un altro problema è inoltre rappresentato dagli accumuli di sporcizia e dalle infiltrazioni d’acqua, causa rispettivamente di usura abrasiva e di corrosione. Il cattivo funzionamento del parapolvere può ugualmente avere delle ripercussioni sulle pinze. L’usura delle guarnizioni di tenuta del pistone può causarne la perdita di ermeticità e la corrosione. Come si evince dagli esempi sopra riportati, pur trattandosi di una parte di lunga durata, anche la pinza freno è soggetta a guasti ed usura.

L’insorgere di stridii o rumori inconsueti provenienti dalla zona delle ruote e la presenza di macchie di liquido di freni su queste rappresentano i segnali più comuni indicanti un problema alle pinze dei freni. Se questo dovesse verificarsi, è consigliabile far effettuare il prima possibile un controllo tanto delle pinze che dell’intero sistema frenante, in quanto potrebbe diventare pericoloso circolare con un’auto in queste condizioni. 

Ai fini di operare con efficienza su questa parte del sistema frenante, i produttori hanno messo in commercio appositi kit di revisione e riparazione, contenenti tutto il necessario per intervenire sulle pinze. Data la complessità dell’intervento, la sostituzione delle pinze dei freni dovrebbe essere affidata nelle mani di un meccanico specializzato, in quanto molti passaggi richiedono l’uso di un’attrezzatura speciale. Per spianare i pistoni occorre ad esempio una strumentazione apposita che permette di smontare le parti difettose senza intaccare la sede di montaggio dell’unità. Il danneggiamento della filettatura durante lo svitamento dei bulloni di fissaggio e dei perni guida corrosi, a causa di una forza eccessiva esercitata, potrebbe causare un danno irreversibile all’intera pinza, che dovrà essere sostituita. Durante il montaggio, perni guida e pistoni devono essere lubrificati con composti appositi, che non tutti conoscono. Anche in questo caso l’uso di un prodotto lubrificante non idoneo potrebbe condurre a guasti ben più gravi. Gli esempi sopra elencati mostrano l’alto grado di competenze tecniche necessarie per condurre un tale intervento.

Quando si opera sulle pinze, è inoltre raccomandabile effettuare un controllo generale di tutto quanto l’impianto frenante, in particolare delle pastiglie, il cui spessore o indice di usura andrà verificato attraverso l’ausilio di un apposito strumento. 

Cosa contiene un kit di riparazione pinza freno?

Un tale kit include tutte le parti che occorrono per la riparazione o la sostituzione dell’unità: pistoni, perni guida, cuffie, anelli di arresto e manicotti, spessori antirumore, lubrificante ecc. I kit si differenziano a seconda del produttore, che chiaramente ne decide il contenuto, e del modello auto cui sono destinati: alcuni non includono ad esempio i pistoni, venduti separatamente.  Va anche aggiunto che i kit di riparazione per le pinze freno anteriori possono differire da quelli per le pinze freno posteriori.

Nello scegliere uno di questi kit è sempre consigliabile optare per quelli delle migliori marche, ad esempio ABS, Bosch, Brembo, Febi Bilstein ecc., tanto per citarne alcune, in modo da essere sicuri della qualità dei pezzi, pur spendendo un po’ di più. 

Prima del loro acquisto è necessario informarsi bene sulle caratteristiche della propria auto (marca, modello, anno di produzione, tipo di carrozzeria, tipo di pinza, marchio del sistema di drenaggio, diametro del pistone ecc.) per essere certi di optare per il prodotto giusto, evitando problemi di incompatibilità. In caso di dubbi, si può consultare il libretto dell’auto o anche fare una ricerca su internet, dove in diversi siti specializzati si troveranno tutte le informazioni che occorrono.

Ci auguriamo che la lettura di questo articolo sia stata utile.

Le informazioni sul kit di riparazione della pinza freno sono tratte da pezzidiricambio24.it

Informazioni sulla posizione della pinza del freno sul sito web meccanicadelveicolo.com

Sbircia la Notizia Magazine è una testata giornalistica di informazione online a 360 gradi, sempre a portata di click! Per info, segnalazioni e collaborazioni, contattaci scrivendo a info@sbircialanotizia.it

Curiosità

La Gen Z mangia green: 4 su 10 scelgono il made in Italy

Published

on

Gli Zoomers i più sensibili all’alimentazione sostenibile: per il 91% va cambiato il modo in cui il cibo viene prodotto e consumato

La Generazione Z traina la sostenibilità alimentare. Secondo i dati Ipsos, infatti, sempre più under 26 scelgono di mangiare consapevolmente. In particolare, il 38% cerca prodotti made in Italy, il 27% fa attenzione all’assenza di ormoni o antibiotici all’interno degli alimenti, il 26% rifiuta tutto ciò che proviene da allevamenti che non rispettano il benessere degli animali, il 20% è bio dipendente mentre il 18% opta per prodotti a km 0.

Ma quali sono i vantaggi di un’alimentazione green? In tal senso, Acea Energia – attraverso l’infografica “Mangiare green: i vantaggi di un’alimentazione sostenibile” – ha messo a punto uno studio che rintraccia i benefici e s’interroga sui modi e gli strumenti da utilizzare per abbracciare questo stile di vita.

Dal miglioramento della salute, possibile se associato a una regolare attività fisica e a un’alimentazione bilanciata, al rispetto dell’ambiente: i vantaggi di un‘alimentazione sostenibile sono numerosi e passano anche per il legame con il territorio, con una valorizzazione delle aziende e dei prodotti locali.

Consumare meno cibo, sprecare meno alimenti e privilegiare prodotti vegetali anziché di origine animale sono i tre concetti cardine della sostenibilità alimentare, a cui si aggiungono – tra gli altri – la spinta alla varietà, il limite al consumo di alimenti confezionati, la preferenza ai prodotti biologici, la scelta di optare ogni giorno per cinque porzioni di frutta o verdura.

Ci sono poi dei prodotti che, per ragioni diverse, sono “alleati” della sostenibilità alimentare: parliamo, ad esempio, dell’avena, coltivata senza l’utilizzo di fertilizzanti artificiali e – se “italiana” – valido sostituto del mais importato. Ma anche legumi – soprattutto per la capacità di auto-fertilizzare il terreno – e le verdure, se fresche, locali e di stagione.

Per una transizione verso la sostenibilità alimentare occorre apportare dei cambiamenti alle abitudini di acquisto e consumo: una corretta pianificazione degli alimenti da acquistare e una giusta attenzione alla data di scadenza e alla conservazione sono alcuni degli elementi da tenere sempre a mente quando si fa la spesa. Inoltre, va inserita nelle buone pratiche anche quella di ridare una “seconda vita” ad avanzi e scarti, riutilizzandoli in nuove ricette oppure riciclandoli tramite il compostaggio.

Si tratta di piccoli accorgimenti da far propri nella quotidianità e che – se resi concreti nel modo adeguato – possono rendere il concetto di sostenibilità alimentare una realtà. La situazione attuale lo pretende.

Continue Reading

Curiosità

Come trovare un dentista di fiducia nella tua città

Published

on

Trovare un dentista di fiducia è essenziale per mantenere una buona salute orale. Che tu ti sia trasferito in una nuova città o semplicemente desideri cambiare il tuo attuale dentista, ci sono diversi fattori da considerare per fare la scelta giusta. Nelle città con un alto tasso di ricambio, come quelle con una grande popolazione lavorativa, come Milano, o universitaria, come Bologna, seguire queste indicazioni diventa ancora più cruciale. Vediamo quindi alcuni consigli utili per la ricerca del dentista ideale, assicurandoti di trovare un professionista competente e affidabile.

Ricerca di raccomandazioni

Un ottimo punto di partenza è chiedere raccomandazioni a persone di cui ti fidi. Parenti, amici, colleghi o vicini di casa possono offrire consigli basati sulle loro esperienze personali. Le testimonianze dirette sono spesso più affidabili delle recensioni online, poiché provengono da persone che conosci e di cui ti fidi. Tuttavia, è anche utile considerare le recensioni online su piattaforme come Google, Yelp o siti specializzati in recensioni di servizi sanitari. Queste recensioni possono darti un’idea delle esperienze di altri pazienti e delle competenze del dentista.

Verifica delle qualifiche e delle certificazioni

Assicurarsi che il dentista sia qualificato e certificato è un passaggio cruciale. In Italia, tutti i dentisti devono essere iscritti alla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO). Puoi visitare il loro sito web per verificare se il dentista è registrato. Inoltre, appartenere ad associazioni professionali come l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI) può essere un indicatore di serietà e impegno verso l’aggiornamento professionale continuo.

Valutazione della prima visita

La prima visita dal dentista è fondamentale per farti un’idea del professionista e dello studio. Osserva attentamente la pulizia e l’ordine dello studio dentistico. Un ambiente pulito e ben organizzato è indicativo di professionalità e attenzione ai dettagli. Presta attenzione all’accoglienza e alla disponibilità del personale. Un team cordiale e disponibile è un buon segnale di un ambiente lavorativo positivo e di un servizio al paziente di alta qualità.

Un buon dentista dovrebbe essere in grado di comunicare chiaramente e con empatia. Durante la visita, il dentista dovrebbe spiegare in modo comprensibile i trattamenti proposti, i benefici, i rischi e le alternative disponibili. La comunicazione efficace è cruciale per creare un rapporto di fiducia tra paziente e dentista. Non esitare a fare domande e a esprimere eventuali dubbi. Un dentista che prende il tempo di rispondere alle tue domande e di spiegarti tutto nei dettagli dimostra professionalità e interesse per il benessere del paziente.

Tecnologie, Attrezzature, Specializzazioni

Gli studi dentistici moderni tendono a investire in tecnologie avanzate per migliorare l’esperienza del paziente. Tecnologie come lo scanner intraorale per impronte digitali e l’ortodonzia invisibile sono esempi di come l’innovazione può rendere i trattamenti più confortevoli ed efficienti​​. Verificare che il tuo dentista utilizzi attrezzature all’avanguardia può garantire cure di alta qualità e risultati migliori. Spesso ti basta anche cercare semplicemente online un dentista a Bologna o in qualsiasi altra città in cui ci si è traferiti e visitare il sito web dello studio per conoscere tutti gli strumenti utilizzati.
Inoltre, ogni dentista può avere aree di specializzazione diverse. Se hai bisogno di un trattamento specifico, come ortodonzia, implantologia o parodontologia, assicurati che il dentista abbia l’esperienza e le competenze necessarie in quel campo. La maggior parte degli studi dentistici offre una gamma di servizi che possono includere pulizie dentali, trattamenti ortodontici, chirurgia orale, trattamenti estetici e molto altro. Informati sui servizi offerti dallo studio per assicurarti che possano soddisfare tutte le tue esigenze odontoiatriche.

Richiedi un preventivo

Prima di iniziare qualsiasi trattamento, è importante avere un’idea chiara dei costi. Chiedi un preventivo dettagliato che includa tutte le procedure necessarie, i materiali utilizzati e il tempo stimato per completare il trattamento. Un preventivo trasparente ti aiuta a pianificare finanziariamente e a evitare sorprese sgradite. Confronta i preventivi di diversi dentisti per avere un’idea del costo medio dei trattamenti nella tua area.

Accessibilità e Orari

La comodità è un altro fattore importante da considerare. Lo studio dentistico dovrebbe essere facilmente accessibile dalla tua casa o dal tuo luogo di lavoro. Verifica gli orari di apertura per vedere se sono compatibili con il tuo programma. Alcuni studi dentistici offrono orari serali o di fine settimana per accomodare i pazienti con impegni lavorativi.

Inoltre, le emergenze dentali possono capitare in qualsiasi momento, quindi è importante sapere se il dentista offre un servizio di emergenza. Chiedi come vengono gestite le urgenze e se è possibile contattare il dentista al di fuori degli orari di lavoro normali. Un buon dentista dovrebbe avere un piano per le emergenze e offrire supporto tempestivo quando necessario.

Costi e modalità di pagamento

I costi delle cure dentali possono variare notevolmente a seconda della complessità dei trattamenti e delle politiche dello studio. È importante sapere in anticipo quali sono le modalità di pagamento accettate. Alcuni studi dentistici offrono piani di pagamento rateali o collaborano con compagnie assicurative. Informati sulle opzioni di finanziamento disponibili per evitare stress finanziario e gestire meglio le spese.

Ambiente confortevole

Un ambiente confortevole può rendere le visite dal dentista meno stressanti. Alcuni studi dentistici offrono servizi aggiuntivi come musica rilassante, TV o occhiali per la realtà virtuale per distrarre i pazienti durante i trattamenti. Un ambiente accogliente e rilassante può fare una grande differenza, specialmente per chi soffre di ansia dentale.

Continue Reading

Curiosità

Domenico Vacca apre la sua seconda boutique in Italia

Published

on

Domenico Vacca apre la sua seconda boutique in Italia, dopo Roma a Piazza di Spagna aperta due anni e mezzo fa, Domenico Vacca raddoppia con un bellissimo negozio di tre piani a Bari, Via Calefati 61/D, angolo Via Sparano.

La nuova boutique presenterà le collezioni uomo e donna del brand e avrà anche una sala dedicata al su misura. “Siamo molto contenti di aver aperto il nostro secondo negozio in Italia a Bari, un ritorno alle origini, visto che sono nato in Puglia ad Andria e un atto di fiducia e amore per la città di Bari e per la regione Puglia in grande crescita in tanti settori”, afferma Domenico Vacca.

Lo stilista di grande successo internazionale, sopratutto negli Stati Uniti, dove ha come clienti attori di Hollywood come Al Pacino, Daniel Day Lewis, Dustin Hoffman, Denzel Washington, Harrison Ford, Forest Whitaker, Pierce Brosnan, Michael Douglas, Mickey Rourke, Glenn Close, Diane Keaton, Queen Latifah, Rene Zellweger, Jodie Foster, cantanti, atleti, capi di stato e VIP ha anche realizzato costumi per più di 50 film e serie televisive.

In Italia ha realizzato i costumi per il film Il Contratto con Kevin Spacey, Eric Roberts e Vincent Spano, per il film Lucca Mortis con Dustin Hoffman e la serie televisiva A casa tutti bene di Gabriele Muccino e Malinconico con Massimiliano Gallo. Domenico Vacca vive tra l’Italia e gli Stati Uniti con sua moglie l’attrice Eleonora Pieroni e suo figlio di nove mesi Michele York.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca3 ore ago

Morte Angelo Onorato, autopsia: “Nessun segno di...

L'imprenditore palermitano di 55 anni, marito dell'europarlamentare Francesca Donato, è stato trovato senza vita nella sua auto con una fascetta...

Politica3 ore ago

De Luca, giornata complicata a Caivano: sfiorato incidente...

Il governatore campano tentenna sulla stretta di mano al parroco, che glielo fa notare Prima la stoccata di Giorgia Meloni,...

Politica3 ore ago

Pd: “Sciogliere Nato? Tarquinio indipendente,...

Provenzano: "Ricordo che la questione della Nato la sinistra italiana l’ha risolta con Berlinguer negli anni 70" "Com’è noto, Marco...

Politica3 ore ago

Caivano e gli insulti in politica, dai...

Il turpiloquio esiste da sempre nell'ambito pubblico e in quello privato, ecco un rapido excursus dal passato al presente Vincenzo...

Politica4 ore ago

Stop senatori a vita, da Palazzo Madama via libera...

A favore dell'articolo che sopprime l'istituto dei senatori a vita si sono registrati 94 voti. Resta viva invece la parte...

Cronaca4 ore ago

‘Parola di volontario’, premiato il giovane...

Si conclude il percorso di formazione Involontaria-Off promosso da Fondazione Msd Il mondo dei giovani e quello del volontariato si...

Cronaca4 ore ago

Dante e studenti musulmani esonerati a Treviso:...

Conclusa l'ispezione disposta dal Ministero dell'Istruzione e del Merito relativa alla vicenda : "Emersa estemporaneità dell'iniziativa non concordata né con...

Economia4 ore ago

Sciopero dei taxi il 5 e il 6 giugno 2024

L'appello del Garante al "rispetto delle regole" Nuovo sciopero dei taxi per le giornate di mercoledì 5 giugno e giovedì...

Cronaca4 ore ago

Salute, Vaccaro (Censis): “Con pandemia disagio...

"Dopo Covid in aumento tra adolescenti isolamento, solitudine, ansia e depressione, in molti ancora si rifiutano di uscire di casa"...

Salute e Benessere4 ore ago

Salute, Mele (Lundbeck Italia): “Disagio giovanile...

"Adolescenti hanno un grande bisogno di parlare, con progetto 'Mi vedete?' siamo entrati nelle scuole dove è necessaria la presenza...

Economia4 ore ago

Roma, iniziata la demolizione di tralicci nel quartiere...

Sono iniziate nel quartiere del Trullo a Roma le attività di demolizione da parte di Terna di 15 km di...

Ultima ora4 ore ago

Impagnatiello, la relazione dello psichiatra:...

Il quadro tracciato in 15 pagine da Raniero Rossetti, lo specialista in psichiatria incaricato dalla difesa dell'imputato nel processo per...

Salute e Benessere4 ore ago

Salute, psichiatra De Filippis: “Giovani depressi...

"I genitori vorrebbero i figli performanti, in realtà gli adolescenti chiedono solo di essere felici" Alla base di ansia o...

Economia4 ore ago

Stem Women Congress, Meriggi (Eng): “Importante role...

La Group Chief Information Officer di Eng alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress: ‘Dopo avvento AI è fondamentale...

Economia4 ore ago

Giboli (Edison): “Mio percorso sfidante e portatore...

La responsabile Sviluppo Piccole Derivazioni Idroelettriche di Edison alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress: “Mi piace definire una...

Economia4 ore ago

Stem Women Congress, ass. Cappello: ‘Necessario cambiamento...

L’assessora allo Sviluppo Economico e alle Politiche del Lavoro Comune di Milano alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress:...

Economia4 ore ago

Immediapress/I marchi PepsiCo Lay’s® e Gatorade®...

Due dei marchi PepsiCo più iconici, Lay's e Gatorade, uniscono le forze per dare impulso a iniziative globali di base,...

Demografica4 ore ago

70 anni e non sentirli, ormai si è vecchi sempre più tardi

In barba all’ageism, la discriminazione delle persone in base all’età, la vecchiaia sembrerebbe iniziare sempre più tardi. Merito sicuramente dell’allungamento...

Politica5 ore ago

“Sciogliamo la Nato”, Tarquinio diventa un caso

Gelo nel Pd, Calenda e Renzi attaccano "Sciogliamo la Nato". Le parole di Marco Tarquinio, ex-direttore dell'Avvenire e candidato Pd...

Sport5 ore ago

Kafd Globe Soccer Awards, Sardegna pronta per le stelle...

In lizza tra i tecnici Ancelotti, Inzaghi e Thiago Motta Dopo sei giorni di intense votazioni da parte dei tifosi,...