Connect with us

Lavoro

Energia, Zullo (Miwa Energia): “Fine tutela, centrali...

Published

on

Energia, Zullo (Miwa Energia): “Fine tutela, centrali trasparenza e attenzione per utente”

L'intervento dell'amministratore unico dell'azienda attiva su tutto il territorio nazionale nel settore gas ed energia elettrica

Michele Zullo, amministratore unico di Miwa Energia S.p.A.

"Si parla di fine del mercato tutelato da diversi anni ormai, senza essere ancora riusciti ad effettuare una transizione reale ed efficace. Per Miwa Energia l’imminente ingresso al mercato libero costituisce, sicuramente, una grande opportunità di crescita in termini di numero di clienti attivi, che oggi ammonta a circa 25.000 utenze, obiettivo fondamentale del 2024, ma anche dal punto di vista qualitativo poiché abbiamo in mente, da quest’anno, di incrementare la nostra offerta di servizi, da mettere a disposizione dei nostri agenti, non solo nel campo della fornitura di gas ed energia elettrica". Così, con Adnkronos/Labitalia, Michele Zullo, amministratore unico di Miwa Energia S.p.A., azienda attiva su tutto il territorio nazionale nel settore gas ed energia elettrica, sulla transizione dal mercato tutelato a quello libero.

Una transizione, spiega Zullo, in cui il consumatore deve vedere il lato positivo. "Essendo un operatore del mercato libero, Miwa Energia da sempre punta alla trasparenza contrattuale e informativa verso i potenziali clienti. In questo particolare momento storico, proseguiremo e rafforzeremo le nostre campagne informative, per dimostrare ai milioni di consumatori che sono in tutela che il passaggio non deve essere vissuto come un evento negativo, bensì come un beneficio economico legato a un orizzonte molto ampio", sottolinea Zullo.

Per coloro che potrebbero essere indecisi o non effettuare una scelta, c’è il regime transitorio 'a tutela graduale'. "Agli indecisi non posso che dare un consiglio spassionato: documentatevi -sottolinea- e fate una scelta consapevole, perché è sempre meglio decidere per se stessi ed evitare che siano altri a farlo per voi. Miwa Energia offre all’utenza molteplici canali per poter avere informazioni chiare e precise, all’insegna della trasparenza e dell’attenzione alle singole esigenze", aggiunge ancora.

Molti utenti sono preoccupati per un possibile aumento dei prezzi nel mercato libero. "La preoccupazione -spiega Zullo- nasce da una serie di informazioni errate e fuorvianti che gettano ombre sul mercato libero. Miwa Energia adotta da sempre tariffe in linea con il mercato e dispone di una serie di prodotti e servizi che non sono presenti nel mercato di tutela, che non ha, di fatto, un servizio clienti o una rete commerciale a cui rivolgersi. Pertanto, tutti i clienti in tutela non hanno lo stesso tipo di servizi, né alcun agente a cui rivolgersi. I contratti non hanno e non possono avere vincoli, per cui il cliente è sempre libero di fare scelte diverse, garantendosi la libertà di decidere in base alla sua volontà. Il cliente, nel mercato libero, è tutelato e garantito", aggiunge ancora.

Servizio clienti e di rete commerciale come elementi distintivi rispetto al mercato tutelato. Come siete strutturati in tal senso? "La nostra rete si sta ampliando anche fisicamente, con l’apertura di numerosi Miwa Store, Center, Point e Corner, su tutto il territorio nazionale. Dal 2021 abbiamo deciso di potenziare il nostro organico con l’apertura dei Miwa Store, la rete di negozi fisici di nostra proprietà, e dei Miwa Center, la rete franchising che stiamo implementando in ogni regione italiana, gestiti da operatori qualificati, a cui è possibile rivolgersi in qualsiasi momento per ricevere assistenza. Non si tratta soltanto di ampliare i nostri canali, ma di avere modo di essere ancora più vicini ai nostri clienti e di continuare a crescere insieme, in una prospettiva di progressivo miglioramento della qualità dei nostri servizi. Abbiamo anche aperto diversi point e corner all’interno di altri punti commerciali, allargando ulteriormente il nostro network, così da rendere Miwa Energia una realtà visibile e riconoscibile sul territorio nazionale", continua ancora.

"Lo sviluppo così come concepito in Miwa Energia coinvolge molti settori, perseguendo l’obiettivo di riuscire a dare un contributo positivo alla collettività. I nostri progetti futuri riguardano anche settori diversi dal servizio di fornitura energetica. Dalla telefonia mobile alle energie rinnovabili, abbiamo in cantiere tante novità, volte soprattutto a fornire ulteriori servizi alla nostra società. Dall’esperienza della gestione societaria della Cestistica Benevento, è sempre più accesa in noi la volontà di dare un’opportunità di socializzazione e aggregazione a tanti giovani, attraverso nuove iniziative che prevedono, da qui a breve, l’apertura di un centro polisportivo, che vuole essere il cuore pulsante della nostra comunità", conclude.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Lavoro

Lavoro, De Luca: “Da innovazione tecnologica nuove...

Published

on

Il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro è intervenuto a Milano, agli Stati generali dell’Economia di Forza Italia

Lavoro, De Luca:

"In un’epoca contraddistinta dall’innovazione tecnologica e da prassi di welfare aziendale che incoraggiano flessibilità e adattabilità, è opportuno guardare al futuro tenendo bene a mente i cambiamenti e le sfide che la transizione economica in atto determinerà sul lavoro e l’occupazione". Lo ha affermato Rosario De Luca, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, intervenuto oggi, a Milano, agli Stati generali dell’Economia di Forza Italia.

“Alcuni settori tradizionali - ha spiegato - saranno sostituiti o ridimensionati, ma emergeranno anche nuove opportunità legate allo sviluppo e alla gestione delle tecnologie emergenti. Per questo motivo, i lavoratori dovranno puntare sempre più su specializzazione e alta formazione per poter rispondere in modo adeguato alle esigenze del mercato e affidare alle nuove tecnologie compiti e attività ripetitive, che con l’uso dell’Intelligenza artificiale possono essere semplificati e migliorati”.

Per De Luca, il futuro del lavoro passa, quindi, dalla formazione: “Le sfide a cui le nuove tecnologie ci pongono di fronte, che richiedono un innalzamento costante delle competenze digitali e tecnologiche, rappresentano un’ottima occasione di arricchimento personale e professionale; una scommessa che possiamo vincere solo con l’arma della formazione”.

Ma al tempo stesso, secondo il numero 1 dei consulenti del lavoro, "bisogna guardare con favore a un modello organizzativo del lavoro che alimenti la produttività aziendale, sganciando la prestazione dal mero calcolo delle ore lavorate e in un’ottica di maggiore flessibilità, che guardi ai risultati raggiunti senza gravare sul costo del lavoro delle aziende".

“I nuovi modelli produttivi e organizzativi del lavoro non possono coesistere con la misurazione e la valutazione delle performance su base oraria”, ha precisato. “Non si può applicare la normativa per il lavoro in azienda - ha avvertito - alle occupazioni svolte fuori dalla sede lavorativa. C’è bisogno di maggiore adattabilità a un mondo in continuo cambiamento ed è necessario che tutti gli attori del mercato del lavoro facciano un salto culturale in tal senso”.

Lo strumento che può dar forza a questo concetto è la contrattazione collettiva, “il ‘luogo’ migliore - ha sottolineato - per restituire potere d’acquisto alle retribuzioni dei lavoratori, ma anche per ripensare a modelli di organizzazione del lavoro che rendano più competitiva l’azienda, favorendo al contempo la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei lavoratori”. "Per questo risulta pienamente condivisibile la proposta avanzata dalla Cisl sulla partecipazione dei lavoratori agli utili d’impresa", ha concluso De Luca.

Continue Reading

Lavoro

Startup, quando il tempo libero diventa lavoro: Kid Pass...

Published

on

Diventata punto di riferimento delle famiglie con bambini in Italia

Startup, quando il tempo libero diventa lavoro: Kid Pass compie 10 anni

Kid Pass è ormai diventata un punto di riferimento - con un portale e un magazine digitale - delle famiglie con bambini che desiderano vivere esperienze di qualità, e ora taglia il traguardo dei 10 anni, contando su oltre 100mila consultazioni del sito kidpass.it ogni mese, 20mila iscritti alla newsletter, più di 20mila eventi promossi e una community che comprende 130 strutture culturali. Numeri importanti per un progetto che nel 2014 fu pioniere in Italia: nato come startup insediata nell’incubatore del Parco Scientifico e Tecnologico di Venezia, Kid Pass prevedeva inizialmente un sito e una app, ideati dai soci che avevano constatato in prima persona la necessità di avere un punto di riferimento che permettesse di individuare e scegliere proposte di qualità per il tempo fuori casa vissuto dagli adulti assieme ai bimbi. Fu il primo portale e il primo marchio italiano nel suo genere.

Il motore è sempre stata la fondatrice, Marianna Vianello, una giovane donna che, dopo la nascita dei figli, ha scelto di diventare imprenditrice affidandosi al proprio sogno e all’esigenza, come genitore, di avere un punto di riferimento per trascorrere il tempo libero con i bambini identificando luoghi e attività interessanti per i più piccoli ma anche per gli adulti. “Organizzare il tempo libero dei bambini - spiega Marianna Vianello - per un genitore è un piccolo grande lavoro. Dieci anni fa, quando ho avviato il progetto Kid Pass, non esistevano portali o servizi specifici che aggregassero e geolocalizzassero le iniziative per le famiglie, e anche le proposte erano molte meno rispetto ad oggi".

"Kid Pass invece - sottolinea - proponeva una selezione in base alla qualità, con una visibilità delle proposte per regioni, e per questo è piaciuto subito. Fin dall’inizio Kid Pass si è occupato del tempo fuori casa con i più piccoli a 360 gradi, dai viaggi alla vita quotidiana in città, così come del tempo libero, innescando una vera e propria rivoluzione culturale: ha coltivato infatti l’idea che uscire con i bambini non sia una 'fatica', bensì un’opportunità anche per gli adulti, come ci raccontano i nostri autori e ci confermano gli utenti. Sapere quali sono i luoghi e gli eventi dove si è facilitati se si hanno dei bambini al seguito, dove anche per loro si possano trovare proposte di valore, migliora la qualità del tempo passato da noi adulti con i nostri figli”.

Nel 2023 al portale si è aggiunto anche il magazine trimestrale digitale, i podcast di storie regionali e dal 2024 una ricca programmazione di appuntamenti in live streaming su YouTube. Dal periodo della pandemia, inoltre, è disponibile una piattaforma di e-learning per il tempo libero dei bambini da 4 a 13 anni con un e-commerce di corsi e attività creative online fruibili sia con abbonamento sia con voucher da regalare. Parallelamente, è stata avviata anche un'intensa attività di ideazione e promozione di eventi di edutainment di alto livello, costruendo un circuito di cultura a misura di bambino con adesioni eccellenti da nord a sud, con l’impegno di promuovere le attività che avvicinano i piccoli e i grandi all’arte, alle scienze, alla storia, alla lettura, allo sport e al benessere, all’ecologia e all’interculturalità. In particolare, sono entrati nell'agenda delle famiglie due appuntamenti annuali nei musei e luoghi di cultura del Paese: i Kid Pass Days (quest’anno alla decima edizione e programmati per sabato 11 e domenica 12 maggio in oltre 120 musei e sedi culturali in tutta Italia) e Avventure tra le pagine in collaborazione con gli autori per bambini (appuntamento annuale nel mese di novembre). Oggi, grazie alla lungimiranza e alla tenacia di Marianna Vianello, ma anche al suo 'vivere in prima persona' l’esigenza di arricchire il tempo libero dei propri figli trovando le soluzioni migliori, Kid Pass è diventato un vero e proprio 'mondo', punto di riferimento per milioni di famiglie italiane. Il gruppo di collaboratori coinvolti è cresciuto e si è specializzato, condividendo la mission e i valori dell’azienda, che punta a una crescita sempre più significativa per i prossimi anni.

Per festeggiare i primi 10 anni, Kid Pass promuove un tour di eventi che durante il 2024 coinvolgerà i luoghi di cultura più iconici e family friendly d‘Italia: si inizia da Città della Scienza di Napoli il 21 aprile, per proseguire a The Home of The Human Safety Net di Venezia l'11 maggio, al Muse Museo delle Scienze di Trento il 2 giugno, all’Exlpora - Museo dei bambini di Roma il 28 settembre e al Museo del Duomo di Milano il 17 novembre. Nel corso di questi eventi speciali, Kid Pass festeggerà il decimo compleanno con giornate di intrattenimento culturale particolarmente ricche di esperienze coinvolgenti per crescere insieme, grandi e piccoli. Non solo, nel corso dell’anno Kid Pass assegnerà 10 speciali riconoscimenti alle realtà che hanno collaborato con impegno, continuità ed efficacia alle iniziative per famiglie: Muse Museo delle Scienze di Trento, Città della Scienza di Napoli, Explora di Roma, Palazzo Reale di Genova, Acquario di Genova, Museo del Duomo di Milano, Museo Archeologico Nazionale di Firenze, Reggia di Caserta, Ocean Space e Fondazione Musei Civici di Venezia. Il tour è promosso con la Media Partnership di Rai Kids e Rai Radio Kids.

Quanto ai progetti per il futuro, alle strutture museali italiane Kid Pass nel 2024 propone due webinar nei mesi di marzo e giugno, per conoscere e mettere in pratica le strategie di inclusione dei bambini sordi: i temi trattati sono quelli dell’accessibilità museale e del Design for all, con un focus sulla comunicazione, l’educazione al patrimonio e l’uso della lingua dei segni. Alla prima sessione formativa gratuita si sono iscritti 70 musei. "Anno dopo anno ci siamo resi conto di quanto le nostre iniziative siano in grado di creare un impatto concreto sulla crescita, in termini sia qualitativi sia quantitativi, delle proposte dedicate alle famiglie con bambini organizzate da un numero sempre più significativo di musei, per questo vogliamo proporci come ‘acceleratore di inclusione’ per i musei italiani anche per quanto riguarda i bambini con disabilità”, conclude Marianna Vianello.

Continue Reading

Lavoro

Dichiarazione Redditi, novità del modello 730 per il 2024

Published

on

Ecco chi potrà beneficiare della presentazione facilitata

Dichiarazione dei redditi (Fotogramma/Ipa)

Novità in arrivo in tema di dichiarazioni dei redditi. Facilitata ulteriormente la presentazione del modello 730, grazie alla presentazione in modalità semplificata, fruibile da lavoratori dipendenti e pensionati già a partire dall’attuale campagna dichiarativa 2024. Lo comunica l'Agenzia delle entrate in una nota. Snelliti e di più agevole compilazione anche i modelli di dichiarazione relativi alle imposte sui redditi, Iva e Irap. Le novità si ricorda, sono disposte dal decreto adempimenti tributari, che recepisce alcuni principi direttivi della riforma fiscale, su cui la circolare dell'Agenzia fornisce agli uffici le istruzioni operative. In particolare, l'esame delle nuove misure di razionalizzazione e semplificazione in materia di dichiarazioni fiscali è suddiviso in quattro distinti paragrafi, dedicati rispettivamente alle semplificazioni a favore delle persone fisiche non titolari di partita Iva, a quelle per i titolari di partita Iva, per i sostituti d'imposta e in materia di revisione dei termini di presentazione delle dichiarazioni.

Si tratta di una nuova opportunità per i lavoratori dipendenti e pensionati, percettori anche di redditi assimilati, che utilizzano il modello 730. Da quest'anno, infatti, con la presentazione semplificata della dichiarazione dei redditi precompilata, l'Agenzia delle Entrate rende disponibili al contribuente, in modo analitico, le informazioni in proprio possesso, che possono essere confermate o modificate. Queste informazioni, in particolare, saranno disponibili in un'apposita sezione dell'applicativo web della dichiarazione precompilata, accessibile tramite l’area riservata del sito internet dell'Agenzia delle Entrate.

I contribuenti interessati, utilizzando un percorso guidato e semplificato, potranno confermare o modificare le informazioni in possesso delle Entrate che, una volta definite, saranno riportate in via automatica nei campi corrispondenti della dichiarazione dei redditi modello 730, facilitando la compilazione della dichiarazione precompilata. Le modalità tecniche di accesso al nuovo sistema di interazione saranno definite da uno specifico provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate, sentito il Garante per la protezione dei dati personali.

La possibilità di presentare la dichiarazione semplificata sarà progressivamente estesa a tutti i contribuenti non titolari di partita Iva. A titolo esemplificativo, per effetto dell'estensione dellambito soggettivo, il modello di dichiarazione semplificato potrà essere presentato, a regime, anche da parte dei soggetti, non titolari di partita Iva, che non conseguono redditi di lavoro dipendente o assimilati, ma esclusivamente redditi di capitale. Un provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate stabilirà la graduale inclusione di nuove tipologie reddituali tra quelle dichiarabili mediante il modello 730 semplificato. Tra l’altro, già da quest'anno è possibile riportare i redditi di capitale di fonte estera soggetti a imposizione sostitutiva. Sempre a partire dall'anno in corso, un'ulteriore novità consente inoltre ai soggetti che presentano il modello dichiarativo 730 di poter ora richiedere direttamente all'Agenzia l'eventuale rimborso dell'imposta o effettuare il pagamento dell’importo dovuto, pur in presenza di un sostituto d’imposta tenuto a effettuare il conguaglio.

Tra le novità, modelli dichiarativi Redditi, Iva e Irap più snelli grazie alla progressiva eliminazione delle informazioni non rilevanti ai fini della liquidazione dell'imposta o acquisibili dall'Agenzia delle Entrate dalle banche dati proprie, oppure, nella titolarità di altre amministrazioni. La riduzione delle informazioni interesserà in particolare i crediti d'imposta derivanti da agevolazioni per gli operatori economici. In pratica, è progressivamente eliminato l'obbligo di indicare in dichiarazione i crediti d'imposta per i quali è riconosciuto il solo utilizzo tramite "compensazione orizzontale” finalizzata ad estinguere debiti.

Per quelli per cui permane l'obbligo di indicazione nelle dichiarazioni annuali, è stabilito, invece, che il mancato riporto nei modelli dichiarativi delle informazioni ad essi relative non comporta la decadenza dal beneficio, sempre che i crediti d'imposta siano spettanti. Tale previsione non vale per i crediti d’imposta qualificati come aiuti di Stato o aiuti de minimis. Estesa inoltre anche a lavoratori autonomi e imprenditori, seppur in fase di sperimentazione, la dichiarazione dei redditi precompilata. Modificati anche i termini ordinari di presentazione delle dichiarazioni, in materia di imposte sui redditi (modello Redditi) e Irap, inclusa la dichiarazione dei sostituti d'imposta (modello 770), per gli anni 2024 e seguenti, fermi restando i termini relativi alla presentazione del modello 730.

Continue Reading

Ultime notizie

Spettacolo2 ore ago

Urbano Barberini è ‘Sulle spine’, noir-comico...

Dal 19 al 21 aprile torna in scena la piece scritta e diretta da Daniele Falleri Un noir psicologico a...

Esteri2 ore ago

Israele chiede all’Onu tutte le sanzioni possibili contro...

L'inviato israeliano delle Nazioni Unite, Gilad Erdan, ha esortato il Consiglio di Sicurezza dell'Onu a imporre "tutte le possibili sanzioni"...

Politica2 ore ago

Perugia, Scoccia chiude campagna elettorale al Barton Park

L'evento di chiusura della campagna elettorale di Margherita Scoccia si terrà il 7 giugno al Barton Park di Perugia. Lo...

Economia2 ore ago

A Gaeta il terzo Summit sull’Economia del Mare

Si è tenuta a Gaeta la terza edizione del Summit sull’economia del mare, una quattro giorni con al centro il...

Ultima ora2 ore ago

Amadeus lascia la Rai, non rinnoverà il suo contratto

Lo ha comunicato il conduttore al direttore generale di viale Mazzini Rossi Amadeus non rinnoverà il suo contratto, in scadenza...

Sport2 ore ago

Ndicka, le cause del malore: ipotesi trauma toracico

Brozzi: "Se non ci sono complicazioni potrà rientrare in tempi rapidi" Lo stadio di Udine è rimasto con il fiato...

Immediapress2 ore ago

L’UE verso il divieto totale di sigarette elettroniche usa...

Milano, 15/04/2024 - Tra il mese di febbraio e quello di marzo 2024 sono aumentati i prezzi delle sigarette e...

Immediapress2 ore ago

RedMoringa, società italiana attiva in nutraceutica e...

Milano, 15/04/2024 - Ecosostenibilità, innovazione e ricerca vanno spesso di pari passo. Lo sanno bene i fondatori di RedMoringa, Luca...

Economia2 ore ago

Auto, aumentano costi di ricarica delle elettriche

La denuncia arriva da Federcarrozzieri Ricaricare le auto elettriche in Italia è sempre più costoso. La denuncia arriva da Federcarrozzieri,...

Ultima ora2 ore ago

Editoria, Adnkronos lancia campagna istituzionale del suo...

'Adnkronos.com, notizie allo stato puro' Parte oggi la campagna istituzionale e multicanale dal titolo 'Adnkronos.com, notizie allo stato puro'. Obiettivo...

Esteri3 ore ago

Attacco Iran a Israele, Macron: “Risposta Damasco...

Tel Aviv ha chiesto all'Onu di condannare Teheran che ribatte: "E' stata autodifesa" Tra Israele e Iran prosegue acceso lo...

Cronaca3 ore ago

Adriano Panatta e Paolo Petrecca ospiti del Rotary club...

L’ex campione di tennis ha ripercorso la sua carriera, raccontando l’inizio della sua avventura sportiva Grande serata di convivialità e...

Economia3 ore ago

Food: la stella di Aroma traina la ripresa post-covid

Un affaccio d’eccezione, su uno dei monumenti più iconici d’Italia e del mondo, il Colosseo: ma la location non è...

Ultima ora3 ore ago

E’ morto Mattia Giani, calciatore del...

Il 26enne ha avuto un arresto cardiaco: si è accasciato a terra al 14esimo minuto di gioco E' morto questa...

Sostenibilità3 ore ago

Fondazione per la Sostenibilità Digitale, Epifani: “Ancora...

Dall’istituzione di una patente per la sostenibilità nei report aziendali, fino alla formazione per giornalisti e parlamentari: ecco il “bilancio”...

Economia3 ore ago

Made in Italy, Acampora: “Prezioso il lavoro di Urso...

"Le nostre imprese sono le nostre eccellenze e solo attraverso il minuzioso lavoro di ogni giorno l’Italia può continuare ad...

Economia3 ore ago

L’Ai per il Made in Italy: Google a supporto delle Pmi

Destinati fino a 1 milione di euro per l’Italia per l’integrazione dell’intelligenza artificiale nell’eccellenze del Made in Italy L’intelligenza artificiale...

Immediapress3 ore ago

CulTurMedia Legacoop, subito i decreti attuativi sulle Icc

"E più risorse sui fondi per le imprese culturali e creative" 15 aprile 2024. Le tremila imprese cooperative con oltre...

Cultura3 ore ago

Al festival vicino/lontano 100 eventi e 200 protagonisti

E una dedica speciale a Tiziano Terzani nei 20 anni dalla scomparsa. A Udine dal 7 al 12 maggio Dal...

Spettacolo3 ore ago

Kne – I Kustodi di Napoli Est, il nuovo film di Ivan...

Dopo il grande successo nelle sale cinematografiche, “Kne – I Kustodi di Napoli Est”, il nuovo film di Ivan Orrico,...