Connect with us

Spettacolo

Ghali: “Pace non è contro qualcuno ma per tutti”

Published

on

Ghali: “Pace non è contro qualcuno ma per tutti”

L'artista riferendosi agli appelli di pace: "E' quello che abbiamo imparato a scuola ed è strano ritrovarsi in un mondo così"

Ghali - (Foto dal profilo Instagram di 'Che tempo che fa')

"E' chiaro" che la pace non è contro qualcuno e che la pace è per tutti. Così Ghali ospite a 'Che tempo che fa'. Poi, tornando sulle polemiche durante il Sanremo 2024 per il suo appello in merito al conflitto in Medio Oriente, a Fabio Fazio ha detto riferendosi agli appelli di pace: "E' quello che abbiamo imparato a scuola ed è strano ritrovarsi in un mondo così. Fa un po' strano. Ci hanno insegnato una cosa per tutta la vita ed a un certo punto sentiamo che non si può".

"Qualsiasi cosa - il successo, tutti i beni, tutte le ricchezze che abbiamo - non sarebbero delle ricchezze se non possiamo condividerle. Sono condivisibili solo se stanno tutti bene, se c'è pace. Se in una stanza siamo in dieci e 7 persone stanno male, stanno male tutti. E' importante stare tutti bene per quanto sembri banale", ha sottolineato ancora dopo la sua esibizione con il medley 'Bayna' e 'Casa Mia', branco che ha portato sul palco di Sanremo.

“A un certo punto ero annebbiato da tutto il successo. Inizi a rotolare per inerzia, non hai tempo per ragionare, per fare una vita normale - ha raccontato ancora l'artista riferendosi al periodo dopo Sanremo 2016 - Ho dovuto fare i conti con la mia vita personale. Mi sono staccato un attimo dalla musica, volevo tornare alla mia essenza che perdi sotto i riflettori di tutti i giorni".

"L’arte è una valvola di sfogo, una stanza creativa per chi soffre e capisce che può trarre vantaggio dalle proprie sfortune. L’arte è l’unico modo che abbiamo per far diventare una pietra preziosa il nostro dolore”, ha sottolineato.

Ghali e il messaggio per Gaza al Festival di Sanremo

"Stop al genocidio". E' stato il messaggio con cui Ghali si è congedato da Sanremo 2024 dopo l'esibizione nella serata finale. Il cantante, dopo aver proposto il brano 'Casa mia', ha chiuso la sua settimana sanremese ringraziando per l'accoglienza e l'ospitalità. Mentre la mamma dalla platea mostrava un cartello dedicato al figlio, è entrato in scena l'alieno che ha accompagnato Ghali al Festival. Il cantante ha confabulato con Rich Ciolino, il maxipupazzo che lo segue ovunque. Quindi, il messaggio: "Stop al genocidio" con riferimento alla Striscia di Gaza, che senza una citazione esplicita è menzionata anche nel testo della canzone: "Ma, come fate a dire che qui è tutto normale; Per tracciare un confine; Con linee immaginarie bombardate un ospedale; Per un pezzo di terra o per un pezzo di pane".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Vittorio Cecchi Gori, medico: “Sta meglio, forse a...

Published

on

"Ha superato la crisi respiratoria, da due giorni è uscito dalla terapia intensiva ed è ricoverato in reparto"

Vittorio Cecchi Gori (Fotogramma)

"Vittorio Cecchi Gori sta molto meglio". Antonio De Luca, medico e amico da molti anni del produttore cinematografico, riferisce all'Adnkronos che l'ex patron della Fiorentina "è ora in cura, assistito benissimo dai colleghi. Speriamo che, se tutto procede bene, dopo qualche giorno di osservazione, la prossima settimana potrà andare a casa".

"Da due giorni è stato trasferito dal reparto di rianimazione al reparto solventi del Policlinico Gemelli. Ha avuto una brutta crisi respiratoria che lo ha portato in terapia intensiva lunedì scorso, e che fortunatamente ha superato" aggiunge. "Lui stesso mi ha detto di sentirsi molto meglio, di respirare meglio - aggiunge il professore - e, anche sei in un buon reparto, immagino che non veda l'ora di lasciare l'ospedale".

Continue Reading

Spettacolo

Linguista De Blasi: “bene Geolier a Sanremo, dialetto...

Published

on

Professore Università Federico II, 'nuove generazioni hanno bisogno di essere ascoltati anche quando non cantano'

Il cantante napoletano Geolier - (Fotogramma /Ipa)

Non si ferma il dibattito sul successo di Geolier al Festival di Sanremo che con il brano 'I p' me, tu p' te' si è piazzato al secondo posto della gara canora. Il dialetto come lingua madre, forza aggregante soprattutto tra i giovani, simbolo di una generazione, di una città. Interviene Nicola De Blasi, professore di Storia della Lingua italiana all'università di Napoli Federico II, che all'Adnkronos spiega: "I giovani oggi hanno bisogno di essere ascoltati, anche quando non cantano. Penso che la scelta di Geolier, da parte della direzione artistica del Festival, come del resto anche quella di Angelina Mango, sia importante per aggregare un nuovo pubblico con artisti che già avevano un notevole seguito di fan".

E scherzando aggiunge: "Non ho titolo per intervenire sul piano musicale riguardo al brano di Geolier, ma non è la prima volta al Festival di Sanremo di un brano in dialetto, se non sbaglio in passato c'era stato anche Rocco Hunt. Sono sempre più convinto, però, che all'interno di un panorama musicale ci possano essere generi diversi e anche 'usiì linguistici, come nel caso del dialetto del rapper napoletano, che possano intercettare le nuove generazioni, platee più ampie".

E sui dialetti in particolare De Blasi che, con Francesco Montuori sta lavorando al 'Dizionario etimologico storico del Napoletano', precisa ancora: "Non è facile abbinare un dialetto ad un popolo, perchè il popolo italiano è unico. I diversi dialetti rappresentano le comunità, situazioni storiche o vicende particolari, non solo regionali, ma locali. Ci sono poi fasi storiche in cui alcuni dialetti sono più vivaci culturalmente e acquistano 'ascolto' al di fuori della propria area locale, soprattutto in ambito artistico, come nel caso di Geolier. Anche se con la canzone napoletana accade da tempo, già dalla fine dell'800".

Nicola De Blasi prosegue ricordando che "ci sono esempi recenti nel cinema, nelle serie tv, come 'Mare fuori' dove la fantasia artistica si trasforma in elemento aggiuntivo della creatività di un dialetto. Anche se sono sempre più convinto che il successo di un brano, di una serie tv, più che dal fattore linguistico, dipenda dalla validità del progetto, dal merito delle persone".

E a proposito dei temi affrontati dalle canzoni dei rapper in dialetto, dal punto di vista linguistico è giusto poter raccontare tutto, anche la violenza, la cruda realtà? "E' un vecchio problema dell'arte - risponde De Blasi- Ricordate 'Napoli Milionaria' di Eduardo De Filippo? Osserviamo pure la realtà, anche nei suoi aspetti più inquietanti, la vera qualità è non trasformarla in propaganda", conclude.

Continue Reading

Spettacolo

Naomi Campbell torna a Che Tempo Che Fa, l’annuncio...

Published

on

La top model era già stata ospite della trasmissione nel marzo 2017

Naomi Campbell - (Fotogramma)

Naomi Campbell ospite di Che tempo che fa domenica 25 febbraio. "Icona della cultura pop, musa della moda, attivista umanitaria… Questa domenica torna a 'Che Tempo Che Fa' Naomi Campbell", annuncia Fabio Fazio su 'X'. La Venere nera era già stata ospite di Fazio nel marzo 2017, quando il programma andava in onda su Rai3. In quell'occasione la top model era scoppiata a piangere quando sullo schermo scorrevano le immagini della sua carriera tra le quali quelle con Gianni Versace.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri5 ore ago

Ucraina-Russia, Europa non crede a vittoria di Kiev: il...

In Austria, Grecia, Ungheria, Italia e Romania l'opinione pubblica chiede ai governi di spingere Kiev ad accettare un accordo A...

Esteri6 ore ago

Ucraina-Russia, 2 anni di guerra: l’analisi del...

I generali Bertolini, Tricarico e Battisti si esprimono sul quadro in campo e le prospettive Due anni di guerra tra...

Esteri6 ore ago

Ucraina, 2 anni di guerra: 10mila civili morti da inizio...

Hanno lasciato il Paese circa 6,5 milioni di persone e 3,5 milioni sono gli sfollati interni. Danni per 486 miliardi...

Esteri6 ore ago

Navalny, Orsini: “Nessuna prova che dietro ci sia...

"Posso solo pronunciare una condanna morale del regime detentivo, non altro" "Non abbiamo i documenti per dire che Putin abbia...

Sport7 ore ago

Napoli-Barcellona 1-1, gol di Lewandowski e Osimhen in...

Catalani in vantaggio, pareggia il bomber nigeriano Napoli e Barcellona pareggiano 1-1 nell'andata degli ottavi di finale di Champions League...

Ultima ora7 ore ago

Strage Palermo, l’amica di Antonella: “Diceva...

"Era preoccupata, mi chiese anche consiglio" Antonella Salomone "era preoccupata" per l'arrivo di Massimo Carandente e Sabrina Fina, la coppia...

Lavoro7 ore ago

Fenimprese: ecco libro ‘E’ nata una...

In occasione dell'inaugurazione a Bari del 'Villaggio dell'Accoglienza - Trenta ore per la Vita' E' stato presentato a Bari, in...

Cronaca8 ore ago

Smog ‘veleno’ per il cervello, più segni...

Le persone che abitano in zone con livelli maggiori di Pm2,5 presentano più placche amiloidi spia di malattia Lo smog...

Esteri8 ore ago

Israele-Hamas, Gantz: “Primi segnali verso accordo su...

Il ministro del gabinetto di guerra israeliano annuncia "qualche progresso". Si muove il direttore della Cia "Ci sono i primi...

Ultima ora8 ore ago

Re Carlo torna al lavoro dopo il cancro e vede Sunak

Ha ripreso le udienze settimanali per discutere le questioni di governo Re Carlo III ha ricevuto oggi in udienza il...

Esteri9 ore ago

Irene Cecchini: “Sogno la cittadinanza russa,...

La studentessa di 23 anni è stata protagonista ieri del dialogo con il presidente russo "Il mio sogno è avere...

Spettacolo9 ore ago

Vittorio Cecchi Gori, medico: “Sta meglio, forse a...

"Ha superato la crisi respiratoria, da due giorni è uscito dalla terapia intensiva ed è ricoverato in reparto" "Vittorio Cecchi...

Economia9 ore ago

Rotocalco n. 8 del 21 febbraio 2024

Aeroporto dello Stretto, un’occasione da non perdere; Dress Your Story di Amazon, culmine del progetto che dà valore a diversità...

Spettacolo9 ore ago

Linguista De Blasi: “bene Geolier a Sanremo, dialetto...

Professore Università Federico II, 'nuove generazioni hanno bisogno di essere ascoltati anche quando non cantano' Non si ferma il dibattito...

Economia9 ore ago

Italia Economia n. 8 del 21 febbraio 2024

Amazon, formazione Stem per giovani donne; Syensqo investe a Bollate, 10 milioni in tre anni per nuovi laboratori; ‘Work on...

Cronaca9 ore ago

Pro Vita Famiglia: “In consiglio regionale presentato...

Durante l'evento “Custodi del Domani” In difesa dei bambini e della famiglia, sempre più spesso - nella società odierna -...

Cultura9 ore ago

Musa tv n. 8 del 21 febbraio 2024

L’arte di Jago a Palazzo Reale di Palermo La Fondazione Federico II espone “Look Down”

Politica10 ore ago

Meloni: “Record di occupati, abbiamo smesso di pagare...

"I risultati si vedono nei numeri che riguardano soprattutto l'occupazione femminile" "Abbiamo smesso di spendere i soldi dei cittadini per...

Esteri10 ore ago

“Uccisi 10 ostaggi in raid Israele su Gaza”

Lo riporta al-Jazeera, citando una notizia diffusa dal sito indipendente israeliano Hamkom  Dieci ostaggi sarebbero morti nei raid aerei condotti...

Cronaca10 ore ago

La mototerapia e il taxi galeotto, l’inventore:...

L'idea 14 anni fa dopo un incontro su una vecchia auto sudicia a Mosca. "Ho capito che volevo donare la...