Connect with us

Sostenibilità

Per gli italiani la transizione energetica farà aumentare i...

Published

on

Per gli italiani la transizione energetica farà aumentare i guadagni delle imprese

L’84% degli intervistati spenderebbe di più per prodotti sostenibili

Transizione energetica - Canva

Il conflitto transizione energetica-guadagno non esiste, anzi. Per il 71% degli italiani le azioni che renderebbero le aziende davvero sostenibili porterebbero alle imprese un vantaggio non solo di immagine ma anche un tangibile ritorno economico.

Questo emerge dall’indagine “Gli Italiani, la sostenibilità e le imprese” (effettuata su un campione di 1.000 italiani maggiori di 18 anni), commissionata da FpS e presentata in occasione del lancio del progetto Sustrain, agenzia specializzata nell’accompagnare le imprese lungo il loro percorso di transizione sostenibile.

L’opinione degli italiani sulla transizione

Tra i tre aspetti dell’ambito Esg (ambientale, sociale e di governance) gli italiani sentono più vicino quello ambientale. La ricerca Sustrain offre diversi spunti di interesse, tra cui:

- La riduzione della CO2 è l’impegno più importante che le aziende possano assumere nell’ottica di una trasformazione green per il 71% degli intervistati;

- l’impegno sociale dell’azienda, ovvero l’introduzione di piani di welfare per lavoratori e famigliari e progetti che abbiano un impatto positivo sulla comunità e il territorio in cui l’azienda opera è rilevante per il 51% degli intervistati;

- stando a quanto dicono gli intervistati, lo sforzo di transizione sarà premiato: l’84% degli intervistati dichiara che sarebbe disposto a pagare di più rispetto per un prodotto che sia davvero più sostenibile rispetto ai concorrenti.

L’89% degli intervistati ha dichiarato di preferire le marche considerate sostenibili.

I settori dove la sostenibilità è più percepita

L’indagine Sustrain evidenzia che gli italiani sono disposti a spendere di più in cambio di maggiore sostenibilità soprattutto per gli alimentari freschi (62%), seguiti da infrastrutture domestiche, come riscaldamento, condizionamento, infissi (36%), prodotti per la salute (35%) e prodotti per la casa (35%). Seguono più distanti: abbigliamento (29%) e mezzi di trasporto (auto, moto, bici, 25%) mentre solo il 18% degli intervistati accetta di spendere cifre maggiori per effettuare viaggi sostenibili.

Questi dati indicano che non è ancora chiaro l’impatto devastante che il fast fashion ha sull’ambiente e che si è ancora poco disposti a fare sacrifici sulla mobilità.

In realtà, scegliere la sostenibilità non significa solo scegliere un determinato prodotto, ma anche chiedersi se quello sia davvero un acquisto utile o solo un modo per fare felice il proprio cervello in quel momento, salvo poi accantonare il neoacquisto nel ripostiglio.

O, peggio, buttarlo come succede con quasi mille tonnellate di cibo all’anno. Secondo quanto riporta Unep, il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente, infatti, nel 2019 sono stati prodotti 931 milioni di tonnellate di scarti alimentari, dei quali la grande maggioranza (61%) domestici.

Il 26% proviene dal mondo della ristorazione e il restante 13% dalla vendita al dettaglio. Numeri impressionanti, nonostante il miglioramento registrato dall’ultimo rapporto Waste Watcher International che nel 2023 evidenzia una decisa riduzione di rifiuti alimentari in diversi dei Paesi, tra cui Germania -43%, Spagna -40%, USA -35%. La riduzione c’è, anche se è meno evidente, c’è stata anche in Italia con il -12%.

L’impatto del Covid

Spesso si dice che la pandemia, che è e resta uno dei momenti più bui degli ultimi decenni, sia stato un acceleratore di processi. Lo sostiene anche Gianluca Schinaia, Head of Sustainability di Sustrain, secondo cui i dati dell’indagine “confermano un trend nato negli anni post Covid, ovvero la crescita dell’attenzione dei consumatori italiani alla qualità e al valore sociale di un servizio o un prodotto.

La sostenibilità non è più, infatti, un ‘nice to have’, ma una caratteristica intrinseca di un prodotto. Oggi sostenibilità significa qualità sul mercato: sia del prodotto che dell’azienda che lo propone. E questo processo culturale si accompagna all’obbligo normativo sempre più stringente innescato dalle ultime direttive europee. Per rimanere competitivi, insomma, è tempo di diventare sostenibili”, chiosa Schinaia facendo eco agli studi che dimostrano che la decarbonizzazione costa, ma non farla costa di più.

Anche secondo il “Rapporto sulle imprese 2021” dell’Istat, la transizione ecologica piace agli italiani, che la ritengono non solo necessaria e urgente, ma anche conveniente dal punto di vista economico. Infatti, l’86% degli intervistati ritiene che la transizione ecologica riduca i rischi ambientali e climatici e favorisca gli investimenti, l’innovazione e l’occupazione. Inoltre, l’85% degli italiani pensa che non attuare la transizione ecologica significherebbe pagare costi elevati per i danni causati dall’inquinamento e dal riscaldamento globale.

Sul punto va segnalato che entro la fine di quest’anno scatta l’obbligo di assicurazione contro le calamità naturali per le imprese, misura che dimostra una volta di più quanto la sostenibilità ambientale e gli aspetti economici delle aziende siano connessi.

Una relazione non sconosciuta agli italiani che, sottolinea Lorenzo Bordoni, Business Developer di Sustrain, “sembrano essere consapevoli che per le imprese investire per essere sostenibili abbia un impatto positivo sui bilanci e sulla reputazione aziendale. Il 96% - continua Bordoni - ritiene che la sostenibilità abbia un ritorno d’immagine per l’impresa e per l’81% persino un guadagno a livello economico. Questi dati sembrano essere un segnale incoraggiante per le imprese decise a perseguire un percorso di innovazione economica, sociale e ambientale”.

Come attuare il cambiamento

Infine, la ricerca indaga come bisogna attuare la transizione secondo gli italiani. E anche qui la risposta è netta: il cambiamento deve partire dall’alto, dalle figure di vertice dell’azienda.

Infatti, l’85% degli intervistati ritiene molto o abbastanza necessario creare piani formativi per manager e dirigenti, mentre la formazione per i dipendenti raccoglie solo il 15% delle preferenze

Maggiore discrepanza, invece, sul ruolo degli incentivi fiscali: il 41% degli intervistati è d’accordo sul fatto che sia necessario prevedere degli incentivi fiscali per supportare le aziende nel loro cambiamento, mentre il 39% considera l’incentivazione fiscale un fattore da considerare solo a patto che questa porti risultati rilevanti e misurabili.

Quest’ultimo aspetto rappresenta un punto cruciale del Pnrr e può essere a chiave di volta per portare tutti gli stakeholder dalla parte della transizione che dovrà passare prima di tutto dalle aziende. Un risultato necessario, anche se non semplice da raggiungere come dimostra il rinvio del voto sul Supply chain act.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sostenibilità

Energia sostenibile dai tornelli delle metro: risultati...

Published

on

6 mini turbine hanno generato energia pari al consumo annuo di 4 famiglie

Donna attraversa tornelli metro - Canva

La metropolitana di Parigi è una delle più antiche e frequentate al mondo, con oltre 4 milioni di passeggeri al giorno. E alcuni di questi passeggeri contribuiscono anche a produrre energia elettrica ogni volta che attraversano i tornelli.

Il tutto grazie a un progetto sperimentale avviato nel 2023 presso la stazione della metropolitana Miromesnil, dove sono state installate 6 mini turbine eoliche sui tornelli. Queste turbine sono in grado di convertire l’energia cinetica generata dal movimento dei passeggeri in elettricità, che viene poi immagazzinata in una batteria o utilizzata per alimentare le luci e i display della stazione.

L’idea è nata da un gruppo di studenti della scuola di ingegneria Junia della città di Lille, che hanno partecipato a un concorso di open innovation lanciato dalla Ratp, l’azienda che gestisce la metropolitana di Parigi. Il concorso aveva lo scopo di trovare soluzioni innovative e sostenibili per migliorare l’esperienza dei viaggiatori e ridurre l’impatto ambientale della metropolitana.

Il progetto delle mini turbine eoliche ha vinto il primo premio e ha ricevuto il sostegno dell’azienda per essere realizzato e testato. I risultati sono stati incoraggianti: in un anno, le turbine hanno prodotto circa 120 kWh di energia, equivalenti al consumo annuo di energia elettrica di quattro famiglie. Sebbene si tratti di una quantità minima rispetto al fabbisogno energetico della metropolitana, che è di circa 1,5 TWh all’anno, il progetto dimostra il potenziale di questa tecnologia, che, se estesa a tutta la rete metropolitana e ad altre infrastrutture urbane potrebbe generare una considerevole mole di energia elettrica.

Altri progetti simili

La battaglia contro il cambiamento climatico e a favore di una economia più sostenibile passa da due filoni. Il primo è quello di un uso più consapevole delle risorse (energetiche e non solo, cibo in primis), l’altro è quello della ricerca. Questo settore apre a sua volte ad una doppia possibilità: utilizzare energie sostenibili e ridurre i consumi già esistenti. Spicca tra i vari esempi, il tentativo di ottenere biocarburante dai mozziconi di sigarette.

Sul fronte dell’energia cinetica prodotta in maniera sostenibile, l’esperimento della metro parigina non è il primo al mondo. Ecco altri esempi:

- A Londra, nel 2009, è stata inaugurata la prima discoteca ecologica al mondo, dove il pavimento è dotato di piastre che si comprimono sotto il peso dei ballerini e generano energia elettrica;

- A Rotterdam, nel 2016, è stato installato il primo ponte pedonale intelligente al mondo, dove i mattoni che lo compongono sono in grado di catturare l’energia cinetica dei pedoni e trasformarla in luce;

- A Rio de Janeiro, nel 2014, è stata realizzata la prima pista ciclabile solare al mondo, dove i pannelli fotovoltaici integrati nel pavimento producono energia elettrica per illuminare la pista stessa e le strade circostanti.

Questi esempi mostrano come sia possibile sfruttare le risorse rinnovabili e le tecnologie innovative per creare città più verdi e sostenibili, dove i cittadini diventano parte attiva del processo di produzione energetica. Sullo sfondo la possibilità di aumentare la consapevolezza dei privati sulla necessità della transizione energetica. E un messaggio di speranza: con investimenti coraggiosi, si può evitare che il cambiamento climatico diventi irreversibile.

Continue Reading

Sostenibilità

I giapponesi pronti al lancio del primo satellite...

Published

on

I giapponesi pronti al lancio del primo satellite ecosostenibile

Ogni anno i residui metallici dei satelliti lanciati nello spazio contribuiscono all’inquinamento del Pianeta, indebolendo le sue difese. È per questo motivo che gli scienziati dell’Università di Kyoto, in Giappone, hanno messo a punto LignoSat, il primo veicolo spaziale dall’involucro in legno, interamente ecosostenibile. Quando, in futuro, i traffici tra la Terra e gli altri pianeti si intensificheranno, questa soluzione potrebbe rivelarsi molto utile, riducendo l’impatto ambientale del settore aerospaziale.

Continue Reading

Sostenibilità

De Matteis (Comune di Milano): “Trattamento suolo e...

Published

on

La funzionaria del Comune di Milano alla seconda giornata di ‘Myplant & Garden’: “concentrati su depavimentazione e dispersione acque nel terreno”

De Matteis (Comune di Milano):

“Nell’approvazione del Piano Aria e Clima e degli obiettivi da raggiungere, il trattamento del suolo e la gestione delle acque hanno un ruolo centrale. L'amministrazione comunale si sta impegnando, oggi in modo sistematico, a trovare le risorse tutti gli anni per andare a puntualmente nella città a fare interventi di depavimentazione e contemporaneamente, dove si può, di gestione delle acque meteoriche e di quelle che vanno in fognatura perché, come sapete, Milano è una specie di cappa di impermeabilizzazione, quindi l'acqua sottoterra ci va sempre meno”. È il commento di Marina De Matteis, Responsabile Unico del Procedimento di depavimentazione Comune di Milano intervistata a margine del panel “Let’s Break It Up: Milan Greening City”, uno dei tanti incontri previsti alla kermesse Myplant & Garden, a Rho Fiera Milano.

Continue Reading

Ultime notizie

Politica3 ore ago

Forza Italia, il Congresso incorona Tajani: “Tutti al...

L'assise azzurra elegge il segretario per acclamazione. Via libera anche ai quattro vice: Cirio, Occhiuto, Bergamini e Benigni "Io ce...

Esteri3 ore ago

Ucraina, Meloni porta in dote a Kiev accordo su sicurezza:...

La presidente del Consiglio ha guidato il summit del G7 nella capitale ucraina Un accordo sulla sicurezza decennale, che spazia...

Sport3 ore ago

Odermatt da record, vince ancora a Palisades e blinda la...

E' la 35esima vittoria della sua carriera Nuova impresa dello sciatore svizzero Marco Odermatt che ha vinto il decimo slalom...

Sport4 ore ago

Genoa più vicino alla salvezza, 2-0 all’Udinese

A segno Retegui e Bani raddoppia Con una vittoria per 2 a 0 sull'Udinese, maturata negli ultimi minuti del primo...

Spettacolo4 ore ago

Berlinale 2024, l’Orso d’Oro va a Dahomey di...

Sebastian Stan e Emily Watson migliori interpreti Dahomey di Mati Diop vince l'Orso d'Oro per il miglior film alla 74esima...

Cronaca6 ore ago

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente oggi 24 febbraio

Nessun 6 né 5+ Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi. Centrato un '5' da 210.526 euro. Il...

Cronaca7 ore ago

Scontri Pisa e Firenze, capo della Polizia Pisani:...

"Momenti di criticità non possono essere una giustificazione" Cariche e manganellate durante il corteo di Pisa e poi a Firenze....

Sport7 ore ago

Maldini e Pessina stendono la Salernitana, il Monza sogna...

I brianzoli salgono a quota 36 in classifica, mentre i granata restano fermi a 13 Seconda vittoria di fila e...

Politica7 ore ago

Tajani: “L’Europa ci chiama non possiamo...

In Europa si fidano di noi, ha detto Antonio Tajani, appena rieletto segretario nazionale di Forza Italia. Hanno bisogno di...

Esteri7 ore ago

Ucraina, G7: “Russia fermi subito guerra e paghi per...

"Inammissibili minacce di Mosca su uso armi nucleari" La guerra tra l'Ucraina e la Russia al centro del G7 di...

Cronaca8 ore ago

Migranti, Tommasi: “Si parla solo di numeri mai di...

Il sindaco di Verona ed ex centrocampista dell'As Roma e della nazionale a Crotone per la partita in memoria delle...

Politica8 ore ago

Forza Italia, standing ovation per Tajani eletto segretario...

Antonio Tajani eletto segretario nazionale di Forza Italia nella seconda e conclusiva giornata del congresso del partito a cui hanno...

Politica8 ore ago

Cariche su studenti a Pisa e Firenze, Fratelli...

Il segretario di Forza Italia, Antonio Tajani: "Responsabilità sono individuali, forze dell'ordine non si toccano: rischiano la vita per quattro...

Cronaca8 ore ago

Strage Cutro, sopravvissuti: “Governo tedesco faccia...

(dall'inviata Elvira Terranova) - "Chiediamo al Governo tedesco che ci permetta di ricongiungerci con i nostri parenti, in Germania e...

Cronaca9 ore ago

Strage Cutro, il dramma di un sopravvissuto: “Ho...

Wahid è venuto a Crotone per il primo anniversario del naufragio costato la vita a oltre 100 migranti A un...

Sport9 ore ago

Jasmine Paolini vince torneo Wta di Dubai, primo titolo...

La 28enne azzurra supera in finale in rimonta la 25enne russa Anna Kalinskaya Impresa di Jasmine Paolini che oggi trionfa...

Cronaca9 ore ago

Corteo per Palestina a Milano, sagome insanguinate di...

Colpito anche un supermercato Carrefour, vetrina in frantumi Il grido 'Palestina libera', 'stop al genocidio' ma anche le sagome del...

Economia9 ore ago

Bonus ristrutturazione 2024, come richiederlo

Detrazione Irpef attiva fino al prossimo 31 dicembre Bonus ristrutturazione, fino al prossimo 31 dicembre è attiva la detrazione Irpef...

Politica9 ore ago

Sardegna domani al voto

Urne aperte domani fino alle 22 Domani in Sardegna si vota per il rinnovo del Consiglio regionale. Più di 1,4...

Ultima ora9 ore ago

Ucraina, a Fazzolari l’onorificenza dell’Ordine...

Lo riferisce Palazzo Chigi "Nell'ambito delle celebrazioni del secondo anniversario dell'aggressione russa all'Ucraina, il sottosegretario Giovanbattista Fazzolari è stato decorato...