Connect with us

Economia

La raccolta e il riciclo del Pet, la missione di Coripet

Published

on

Dentis, "Nel 2016 quando facemmo la prima istanza al Mite eravamo otto soggetti fondatori del consorzio, oggi siamo in 58"

La raccolta e il riciclo del Pet, la missione di Coripet

"La missione di Coripet è quella di gestire direttamente il fine vita dei contenitori per liquidi in Pet immessi sul mercato dai propri consorziati". A raccontare l'impegno, i risultati e gli obiettivi del consorzio è il presidente Corrado Dentis, in occasione della conferenza stampa dal titolo 'Raccogliamo il futuro: la raccolta selettiva e gli obiettivi europei', presso la sala stampa della Camera.

"Noi abbiamo sostanzialmente due obiettivi, da sempre quello di incrementare i livelli di riciclo dei contenitori per liquidi in Pet, avvicinando in modo innovativo la filiera industriale della produzione e del riciclo. Non di meno è importante per noi creare la filiera italiana del bottle to bottle", spiega Dentis. La storia del Consorzio: "Nel 2016 quando facemmo la prima istanza al Mite eravamo otto soggetti fondatori del consorzio, oggi siamo in 58. Dal punto di vista della gestione del fine vita di queste bottiglie siamo leader con il 60% di quota di mercato per il Pet adatto al contatto con gli alimenti; siamo al 52% per tutta la frazione Pet contenitori per liquidi, includendo la detergenza e quindi quella parte di imballaggio che non viene a contatto diretto con gli alimenti".

"Operiamo sostanzialmente su due ambiti distinti, uno tradizionale, cioè la raccolta differenziata che ci vede attori insieme a Conai di quella che è la dinamica legata alla gestione degli imballaggi in plastica post consumo", racconta.

Sul fronte della raccolta selettiva, poi, che mira "nel caso nostro a raccogliere solo ed esclusivamente bottiglie in Pet nate per andare a contatto con gli alimenti, stiamo dispiegando su tutto il territorio nazionale una serie di eco-compattatori, macchine intelligenti in grado di riconoscere la bottiglia in Pet da qualsiasi altro imballaggio in plastica, oltre che di individuare la bottiglia che è nata per contenere l'acqua piuttosto che contenere un detergente o un detersivo". Obiettivo finale: il bottle to bottle, cioè "la possibilità di rifare da un rifiuto, una vecchia bottiglia, una nuova bottiglia adatta al contatto con gli alimenti".

I numeri. "Iniziamo questo percorso nel 2020 con la macchina intelligente numero 1. Per arrivare l'anno scorso a 1206 installazioni, l'anno scorso abbiamo raccolto circa 300 milioni di bottiglie in Pet da raccolte selettive. Abbiamo comunque un obiettivo correlato alla Direttiva Sup che ci porta a raggiungere il 77% di raccolta delle bottiglie nel 2025 e il 90%, quindi 9 bottiglie su 10, dal 1 gennaio 2029. Parimenti, la reintroduzione del Pet riciclato adatto al contatto con gli alimenti ci porta ad una quota del 25% obbligatoria dal 1 gennaio 2025, che diventa il 30% dal 1 gennaio 2030. Le bozze che stanno arrivando sulle ipotesi successive al 2030 dal trilogo portano come obiettivo il 65% di reintroduzione di Pet riciclato al 2040".

Il sistema Italia, al 2022, vede "una raccolta di contenitori per liquidi del 67,3%, tra Coripet e Corepla, l'altro interlocutore in questo settore, quindi, ci mancano ancora circa 10 punti per raggiungere gli obiettivi che ci impone l'Europa. Sul fronte invece del Pet riciclato oggi reintrodotto nei contenitori per liquidi, siamo ad un 9% scarso, considerato che abbiamo come obiettivo il 25% la strada è ancora lunga".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Economia

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del...

Published

on

Attesi in fiera oltre 20.000 operatori dal mondo

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del verde, baluardo antismog'

Si è aperta oggi l’ottava edizione di Myplant & Garden, il Salone internazionale del Verde. Padiglioni gremiti, 768 espositori (650 nell’edizione precedente), il 21% dall’estero. “Green, sostenibile e smart: questo è il futuro che stiamo disegnando per le imprese, il comparto e il Paese”, affermano gli organizzatori. “A Myplant i migliori assist alla transizione verde”.

Nei quattro padiglioni, con una superficie espositiva di 50.000 mq, i visitatori possono infatti trovare le soluzioni verdi a 360°, dalle produzioni ai sistemi di coltivazione, dai giardini – anche terapeutici e inclusivi - alle green cities, dai campi e gli impianti sportivi al paesaggio, agli spazi pubblici, alle infrastrutture verdi, dalla robotica alle decorazioni per la casa, dai digital twin degli alberi alle nuove varietà botaniche, ai trend del giardinaggio (un hobby che appassiona 6 italiani su 10).

“Il potenziale del capitale verde nell’affrontare questioni ambientali, salutistiche e sociali è enorme”, sostengono da Myplant. Ogni euro investito nel verde pubblico si rivaluta sino a 4 euro. Il verde come materia prima di progetto diviene baluardo climatico, barriera antinquinamento, motore di inclusione e sicurezza sociale, bastione nella protezione ambientale, fattore di resilienza territoriale e tutela idrogeologica, custode di biodiversità. Con evidenti ricadute economiche dirette e indirette, materiali e immateriali.

Potenza del verde: qualche numero utile

Più verde significa meno PM atmosferici (dal 7 al 24% in meno), meno caldo (da 2 a 8°C in meno), minori spese sanitarie (a New York è stato registrato un beneficio di oltre 100milioni di dollari annui, mentre gli effetti a favore della comunità a San Francisco sono stati tradotti in quasi 160 dollari ad albero all’anno) e costi sociali, più risparmio energetico, maggiore valore immobiliare.

Un ettaro di foresta urbana è in grado di rimuovere mediamente 17 kg/anno di PM10 e 20.000kg di CO2. Secondo un recente studio condotto dall’Istituto per la Bioeconomia del Cnr, i fiori e le piante abbattono fino al 20% di CO2 e polveri sottili presenti in ambienti chiusi (in cui passiamo l’80% del tempo) come case, scuole e ospedali. Ospedali oggetto di sperimentazione, sempre condotte dal medesimo istituto, della cosiddetta ‘terapia forestale’ e dei suoi benefici fisio-psicologici.

Solo nel 2022, in tutta Europa i decessi da caldo eccessivo hanno superato quota 20.000: secondo una recente ricerca pubblicata da The Lancet, con l’aumento della copertura verde del 30% nei centri urbani si può ottenere un abbassamento delle temperature e ridurre le morti premature del 40%. Un aumento auspicabile in un Paese come l’Italia, che dispone di appena 32,5 mq di verde urbano per abitante. Mettere a dimora nuove alberature è fondamentale per affrontare balzi climatici, alluvioni, ondate di calore e assedio dello smog nelle città. Ma non solo: ogni aumento del 10% di copertura verde, secondo gli studi dell’Università di Cardiff, comporta un calo di criminalità del 2%.

Temi che troveranno spazio nei convegni e incontri organizzati durante la tre-giorni milanese, e che chiamano a raccolta imprese, esperti, scienziati, rappresentanze del settore.

A partire dall’apertura, con gli incontri dedicati alle coltivazioni fuori-suolo, alle proposte di rilancio della filiera (con Confagricoltura e Assoverde), alla gestione predittiva del patrimonio verde pubblico con l’AI e i digital-twin degli alberi, passando per il meeting delle federazioni sportive con FIGC, Federcalcio, LND, Fidal, Coni, Aitg, Fig, Fitp e, nel pomeriggio, sarà analizzato il ruolo e le ricadute dello sport nella rigenerazione urbana.

Si farà il punto della situazione sul PNRR e la forestazione urbana con Confartigianato, saranno esposte le buone pratiche di gestione del verde pubblico e, con ASSO.IMPRE.DI.A. e molte rappresentanze pubbliche, si parlerà del futuro verde, e quindi più salutare, inclusivo e sicuro dei centri urbani.

Di contorno, seminari e convegni di taglio più tecnico e professionale con le principali associazioni e confederazioni del settore e talk con trend setter e influencer internazionali.

Singolare, da quest’anno, il percorso in fiera denominato Myplantech, una mappa che individua i prodotti e le soluzioni più innovative che stanno dando forma al futuro del comparto, tra digitalizzazione, serre hi-tech, risparmio energetico, circolarità, riciclo, coltivazioni fuori suolo, mini-biofabbriche, nuove varietà di piante e fiori.

Innovazione che sta trasformando il mondo del motorgarden, i cui investimenti nella ricerca di soluzioni d’avanguardia tagliano a Myplant nuovi traguardi in termini di performance, autonomia, risparmio energetico, ergonomia e sicurezza.

Novità e curiosità tra gli stand, tra nuovi brevetti botanici, alghe e ai funghi da salotto, olivi pluricentenari, fiori e piante anti-caldo, nuove tendenze floreali per i matrimoni, architetture botaniche, eco-materiali per i giardini, sfilate flower-fashion.

La seconda giornata, giovedì 22 febbraio, ha in programma un doppio, prestigioso appuntamento col tema dello sport. Al mattino, un approfondimento sul tema della gestione dei manti erbosi, con ospiti internazionali provenienti dalla Serie A e dalle leghe estere; a seguire, il confronto istituzionale sulle SI-Sustainable Infrastructures, tema molto attenzionato da UEFA e FIGC, insieme a LND impianti.

Nel pomeriggio, sarà proprio la LND impianti a presentare pubblicamente obiettivi e novità della Lega.

Con Coldiretti e Assofloro saranno affrontati molti temi – florovivaismo, biodiversità, salute, ambiente, il ruolo degli alberi nell’ambiente urbano - nel ricco programma di conferenze, con relatori ed esperti di rilevanza nazionale.

Anche gli incontri sul paesaggio, che coinvolgono figure di prestigio internazionale, terranno banco per tutta la giornata. Tra i temi, i programmi di de-pavimentazione del Comune di Milano, la valorizzazione del patrimonio naturale, l’illuminazione degli spazi aperti, il risparmio idrico.

Si segnalano anche, nella giornata di chiusura di venerdì 23 febbraio, la cerimonia di conferimento del Premio ‘La città per il verde’, l’unico riconoscimento nazionale assegnato a realtà pubbliche e associazioni di volontariato che si sono distinte in opere di realizzazione, valorizzazione, manutenzione e riqualificazione del verde.

Sempre in tema progettuale, il nuovo concorso di Myplant per l’ideazione di un giardino terapeutico all’interno dell’Ospedale Niguarda di Milano, il legame tra sport e inclusività con ASSO.IMPRE.DI.A. e molte rappresentanze istituzionali, il convegno AIAPP in collaborazione con gli ordini professionali, l’accento sul ricambio generazionale all’interno della filiera e le opportunità di lavoro per i giovani (con CIA-Agricoltori italiani e Florovivaisti italiani), e il

convegno Fnsi dell'Unione Nazionale Associazioni Regionali Giornalisti Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Territorio, Foreste, Pesca, Energie, Turismo Rurale e Ambientale sulle sfide della comunicazione ambientale.

Continue Reading

Economia

Smog, Coldiretti lancia piante mangia polveri e salva...

Published

on

Un ettaro di alberi “aspira” 20mila kg di CO2 all’anno

Smog, Coldiretti lancia piante mangia polveri e salva polmoni

Per combattere l’emergenza smog che assedia le città italiane, dove sono scattate le prime misure di limitazione del traffico, arrivano le piante mangia polveri per ripulire l’aria inquinata dalle emissioni di Co2 e salvare i polmoni dei cittadini. E’ quanto afferma la Coldiretti in occasione dell’inaugurazione di Myplant&Garden di Milano dove sono esposte, in collaborazione con Assofloro, le specie di piante più adatte a catturare i gas a effetto serra responsabili dei cambiamenti climatici, ma anche di limitare l’inquinamento all’interno delle abitazioni, alla presenza del presidente nazionale della Coldiretti Ettore Prandini e del Governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Una pianta adulta è capace di catturare dall’aria dai 100 ai 250 grammi di polveri sottili – sottolinea Coldiretti - mentre un ettaro di piante è in grado di aspirare dall’ambiente ben 20mila chili di anidride carbonica (CO2) all’anno, secondo una analisi della Coldiretti. Promuovere essenze con il Leccio, la Fotinia, il Pittosforo, il Lauro o l’Eleagno aiuta dunque a rendere le strade più vivibili. Ma è importante anche il ruolo dell’Acero Riccio. Dodici piante assorbono – spiega Coldiretti – l'equivalente della CO2 emessa da un'auto di media cilindrata che percorre 10 mila km/anno. E piante antismog sono anche la Betulla, il Cerro, il Ginkgo Biloba, il Tiglio, il Bagolaro, l'Olmo campestre, il Frassino comune e l'Ontano nero.

Ma ci sono anche – continua la Coldiretti – le piante da appartamento che possono ridurre del 20% l’anidride carbonica in case, scuole, uffici e ospedali e del 15% il quantitativo di polveri sottili PM 2,5. Si va dalla Sansevieria alla Yucca, dalla Camadorrea alla Schefflera, dal Pothos alla Diffenbacchia, dallo Spatifillo fino ad arrivare all’Anturium. Un modo efficace di combattere l’inquinamento dell’aria negli ambienti chiusi, talmente diffuso da essere descritto come “Sindrome dell’edificio malato”, causando l’insorgere di mal di testa e problemi respiratori.

Per ridurre l’inquinamento e mantenere l’impegno a contrastare i cambiamenti climatici bisogna, dunque, intervenire in modo strutturale sugli ambienti metropolitani ripensando lo sviluppo delle città e favorendo la diffusione del verde pubblico e privato. Questo considerato che In Italia ogni abitante dispone di appena 32,5 metri quadrati di verde urbano con una situazione preoccupante per i grandi centri dove si va dagli 18,5 metri quadrati pro capite di Milano ai 16,9 di Roma, ai 13,5 di Napoli, dai 9,4 di Bari ai 12 metri quadrati di Palermo, secondo l’analisi Coldiretti su dati Istat.

L’analisi sottolinea anche come la presenza di aree verdi sia anche un baluardo contro il caldo, considerando che un parco di grandi dimensioni può abbassare il livello di calore da 1 a 3 gradi rispetto a zone dove non ci sono piante o ombreggiature verdi. Gli alberi infatti rinfrescano gli ambienti in cui si trovano grazie sia all’ombreggiatura che creano e sia alla traspirazione e fotosintesi del fogliame diventando dei grandi condizionatori naturali: un’area verde urbana di 1500 metri quadrati raffredda in media 1,5 gradi e propaga i suoi positivi effetti a decine di metri di distanza. Una spinta positiva in tale ottica è arrivata dal Bonus Verde, fortemente sostenuto da Coldiretti, che prevede una detrazione ai fini Irpef del 36% delle spese sostenute per la sistemazione a verde di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti, di unità immobiliari, pertinenze o recinzioni (giardini, terrazze), per la realizzazione di impianti di irrigazione, pozzi, coperture a verde e giardini pensili. La misura è in scadenza il prossimo 31 dicembre 2024 ed è importante che venga rinnovata con la Legge di bilancio, portando possibilmente al 50% la detrazione e/o innalzandola da 5.000 a 10.000 euro.

“La valorizzazione del ruolo del verde a tutela della salute dei cittadini rappresenta una nuova opportunità per promuovere un settore cardine per l’economia italiana”, ha dichiarato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini. “Puntare sulla filiera 100% italiana garantisce alla biodiversità locale di crescere – ha aggiunto - e alle nostre città di avere un alleato in più contro l’inquinamento. Puntiamo sulla giusta retribuzione delle piante, nel massimo rispetto della legge contro le pratiche sleali”.

Continue Reading

Economia

Assogrocery, innovativo accordo con sindacati per...

Published

on

La firma giunge dopo oltre 8 mesi di lavoro

 - Fotogramma

Assogrocery, l’associazione che rappresenta le aziende operanti nel settore della spesa e consegna online di alimentari e articoli per la casa (e-grocery), annuncia la firma di un accordo collettivo nazionale con i sindacati Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil congiuntamente alle rappresentanze dei lavoratori (c.d. shopper), per regolamentare il settore e-grocery, attraverso disposizioni specifiche riguardanti il trattamento economico e il quadro normativo riservato ai lavoratori.

La firma giunge dopo oltre 8 mesi di lavoro, nel corso dei quali le parti hanno discusso degli specifici strumenti e degli adeguati livelli di tutela per gli shopper, tra cui un compenso minimo per incarico, bonus e maggiorazioni (ad esempio, in caso di attività svolta durante le domeniche e i giorni festivi), rimborsi chilometrici e indennità di disponibilità. Inoltre, l’accordo include una specifica normativa volta ad aumentare i livelli di trasparenza della piattaforma digitale, evitare ogni possibile discriminazione, garantire adeguati livelli di sicurezza sul lavoro e le opportune tutele in caso di malattia, infortunio e maternità.

Infine, con l’accordo vengono riconosciuti i diritti sindacali con l’obiettivo di aumentare il livello di consapevolezza e di partecipazione sindacale nel settore stesso.

L’accordo segna l’inizio di un percorso di costruzione condivisa, in quanto le conversazioni sindacali sono costantemente in corso. Everli, aderente ad Assogrocery e principale marketplace per la spesa online con un team di 200 persone e 4 milioni di ordini consegnati, ha già dato piena disponibilità a nuovi incontri con i sindacati e i rappresentanti degli Shopper per discutere di tutti i possibili ulteriori miglioramenti all’assetto di tutele minime previste dall’accordo nazionale.

"Si tratta di un traguardo storico, non soltanto per il settore e-grocery ma per l’intero mercato, perché l’accordo rappresenta un esempio per tutto il mondo delle collaborazioni tramite piattaforma digitale", dichiara Alessandro Angelini (vicepresidente di Assogrocery, che ha seguito in prima persona tutta la trattativa sindacale con l’assistenza dell’avvocato giuslavorista Simone Carrà). “Per la prima volta, un’associazione di categoria raggiunge un’intesa con i sindacati confederali che riconosce l’alterità delle collaborazioni autonome del settore rispetto al modello lavorativo tradizionale e, al tempo stesso, definisce un assetto concordato di tutele e diritti ad hoc, raccogliendo la delega legislativa di cui all’art. 2, comma 2, lett. a del D.Lgs. 81/2015. Inoltre, l’accordo prende chiaramente le distanze dall’idea che il lavoro autonomo in piattaforma sia privo di tutele, con uno statuto disciplinare allineato alle esigenze e alle modalità lavorative dei collaboratori del settore", sottolinea. "Non saremmo mai arrivati a questo risultato -aggiunge ancora- se un gruppo di Shopper, da oltre tre anni, non avesse avviato un percorso di relazioni sindacali innovative e complesse: ritengo che il loro contributo sia stato determinante per creare il contesto di consapevolezza e identità sindacale confluito nel percorso svolto con il sindacato confederale”, conclude.

Continue Reading

Ultime notizie

Immediapress2 ore ago

Eugenio Falco Rivela Le 5 Strategie Vincenti per la...

Eugenio Falco, pioniere del marketing digitale con oltre 20 anni di esperienza e un comprovato track record di successi, ha...

Sport2 ore ago

Sinner e il ranking Atp: Jannik può superare Alcaraz

L'azzurro, appena diventato terzo, può scalare un altro gradino in classifica Jannik Sinner mette la freccia e punta al secondo...

Spettacolo2 ore ago

Mediaset apre a Fabio Fazio e il conduttore risponde:...

Il botta e riposta scherzoso tra Pier Silvio Berlusconi e Fazio durante lo speciale 'Dedicato a ... Maurizio Costanzo' Mediaset...

Immediapress2 ore ago

Imprese: al via il nuovo contest nazionale Ri-Generazione...

Pisa, 21 febbraio 2024 – Business Intelligence Group, azienda leader nelle ricerche di mercato in Italia, lancia il contest nazionale...

Cronaca2 ore ago

Natalità, Biscaglia: “Problema di tutti che va...

"Imprese, Scuola, politica c'è molto da fare e va fatto insieme"

Cronaca2 ore ago

Schillaci: “Entro il 2024 pronti ad abolire il tetto...

Il ministro della salute: "Stiamo combattendo il fenomeno gettonisti e lavorando per rendere attrattivo il Ssn" "Prima di aumentare gli...

Spettacolo2 ore ago

Vasco contro le fake news, smentisce Terrana come nuovo...

Quanto a Matt Laug: "Gli voglio molto bene e sono contento per lui. Avremo comunque nella band un personaggio di...

Cronaca2 ore ago

Ponte sullo Stretto di Messina, pm Roma apre indagine

Aperto un fascicolo, senza indagati né ipotesi di reato, dopo l'esposto presentato da Bonelli, Schlein e Fratoianni La procura di...

Immediapress2 ore ago

Eurospin Viaggi, il piacere di un’esperienza irripetibile,...

Milano, 21 febbraio 2024. La ricerca dell’eccellente rapporto qualità-prezzo è da sempre al centro delle decisioni di viaggio, ed Eurospin...

Cronaca2 ore ago

Fontana: “Situazione orografica non aiuta, ma stiamo...

"Purtroppo la Pianura Padana è una conca all'interno della quale non si crea un ricircolo di ari" Sulla situazione dell'inquinamento...

Immediapress2 ore ago

Dr. Claudio Mocci (Dent.AL.): “Stampa 3D e tecnologie...

Interventi di estetica, protesi e ortodonzia più precisi e veloci. L’innovazione tecnologica ha rivoluzionato la cura dentale e contribuisce a...

Cronaca3 ore ago

Alluvioni 2023, Figliuolo fa il punto: “Ci sono state...

Il Commissario straordinario alla ricostruzione sulle attività svolte nei territori delle regioni Emilia-Romagna, Toscana e Marche Alluvioni 2023, il Commissario...

Immediapress3 ore ago

Sicurezza nei cantieri, De Salvo della Chemichal Spa: «Con...

Il ceo dell’azienda di Potenza che ha ideato una piattaforma in cloud unica in Italia e in Europa: «Non basta...

Ultima ora3 ore ago

Navalny, Russia non restituisce corpo: la madre fa causa

L'udienza prevista per il 4 marzo La madre di Alxei Nalvalny ha denunciato alla giustizia russa "la mancata azione del...

Esteri3 ore ago

Navalny, la madre fa causa su rifiuto rilascio corpo...

L'udienza prevista per il 4 marzo La madre di Alxei Nalvalny ha denunciato alla giustizia russa "la mancata azione del...

Immediapress3 ore ago

Dal 25 febbraio Oknoplast torna on air con una nuova...

Milano, 21 febbraio 2024 – “Un pezzo di Design al prezzo di una finestra” è questo il claim della campagna...

Immediapress3 ore ago

L’Intelligenza Artificiale di Nexal che aiuta a scolpire il...

La personal trainer specializzata in glutei perfetti, con oltre 215 mila follower sui social e 5 milioni di like su...

Cronaca3 ore ago

Truffa dei buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Contestata a 4 persone anche turbativa d’asta. L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata da un’altra società. I fatti sono relativi...

Economia3 ore ago

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del...

Attesi in fiera oltre 20.000 operatori dal mondo Si è aperta oggi l’ottava edizione di Myplant & Garden, il Salone...

Economia3 ore ago

Smog, Coldiretti lancia piante mangia polveri e salva...

Un ettaro di alberi “aspira” 20mila kg di CO2 all’anno Per combattere l’emergenza smog che assedia le città italiane, dove...