Connect with us

Spettacolo

Nel film tv “La lunga notte” la Rai racconta la...

Published

on

Nel film tv “La lunga notte” la Rai racconta la caduta di Mussolini

Serie in tre doppie puntate in onda su Rai1 il 29, 30, 31 gennaio, prodotte da Luca Barbareschi con Eliseo Entertainment e Rai Fiction, protagonista Alessio Boni

Alessio Boni con Duccio Camerini nel film tv

Tre doppie puntate, in onda in prima serata su Rai1 per tre sere consecutive, lunedì 29, martedì 30 e mercoledì 31 gennaio, oltre che nel box set di Rai Play, per "far seguire la storia più in fretta possibile e mantenere il clima da thriller", come spiega Maria Pia Ammirati presidente di Rai Fiction, presentando nella sala Zavoli di Viale Mazzini la serie 'La lunga notte: la caduta del Duce' prodotta da Luca Barbareschi con Eliseo Entertainment e Rai Fiction e diretta da Giacomo Campiotti, su soggetto firmato dallo sceneggiatore Franco Bernini con Bernardo Pellegrini, con Alessio Boni protagonista nei panni di Dino Grandi e un cast composto fra gli altri da Duccio Camerini per Benito Mussolini, Martina Stella per Clara Petacci, Luigi Diberti per Vittorio Emanuele III, Maurizio Donadoni, Aurora Ruffino nelle vesti della principessa Maria Josè, Marco Foschi, Lucrezia Guidone, Ana Caterina Morariu.

La vicenda racconta le tre settimane del luglio 1943 che hanno portato alla caduta di Mussolini e della dittatura fascista. "La Storia è sempre complicata, fatta da uomini e donne, da confini da difendere o da estendere, da grandi vicende che riguardano il Paese e da vicende comuni che interessano le vite quotidiane - osserva Maria Pia Ammirati, presidente di Rai Fiction - In questa serie non vi è alcun intento nostalgico - tiene a precisare - ma c'è un'analisi dei fatti che diventa drammaturgia, nel solco della rappresentazione storica del fascismo, del nazismo e della seconda guerra mondiale, indagando sul clima politico e sociale del tempo".

Luca Barbareschi rivela che "il progetto nasce da una telefonata ricevuta dall'autore Franco Bernini e dalla sua stesura teatrale. Poi, quel soggetto è diventato una 'storia necessaria', da raccontare anche per fare i conti con il passato, con quel che è successo, altrimenti non si cresce - avverte il produttore - Occorre alfabetizzare per avere generazioni consapevoli che possano poi fare le loro libere scelte. Purtroppo - lamenta Barbareschi - viviamo in un tempo di stupidità assoluta, dove il trionfo del cretino ha una grande forza... Sono orgoglioso di aver prodotto questa serie tv e la responsabilità della Rai nell'educazione del nostro Paese resta importante".

L'autore e sceneggiatore Franco Bernini afferma: "Da uomo di sinistra, mi ha colpito questa storia che vede una riunione di fascisti per far cadere Mussolini, il duce del fascismo. E' una sorta di manuale su come far cadere un dittatore: spero che lo 'leggano' al più presto anche in Russia...". E lo storico Pasquale Chessa, che ha collaborato al soggetto, assicura che "qui la vicenda storica viene rispettata quasi alla lettera, in una drammaturgia che si concede pochissime licenze poetiche. Rappresentiamo in modo storiografico un episodio che in verità è difficile da raccontare, in assenza persino di un verbale di quella seduta del Gran Consiglio del Fascismo".

Dal suo canto, Alessio Boni protagonista del film tv nei panni di Dino Grandi, sottolinea il paradosso storico per il quale "un dittatore come Mussolini è stato destituito da una votazione, tra l'altro voluta da lui stesso anche se allo scopo di smascherare i 'traditori' per poi farli fucilare, dandosi così lui stesso una zappa sui piedi dopo il rifiuto del Re. A scuola si studia poco questo passaggio dal regime di Mussolini al governo Badoglio e la Rai, che è servizio pubblico, ha il dovere di farlo. Era facile - osserva l'attore - scivolare sull'eroismo, sul buonismo, sulla retorica, che invece sono stati del tutto evitati, raccontando il tutto come in un thriller".

(di Enzo Bonaiuto)

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Published

on

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala

Amadeus

Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media e gli appassionati di tv si interroga in questi giorni sul futuro professionale di Amadeus, dopo i rumors sempre più insistenti di un suo passaggio dalla Rai al Nove. Il mondo digitale mostra molto interesse verso l'argomento: l'hasthtag con la parola Amadeus è sempre in tendenza. L'instant mood di Arcadia, pubblicato oggi, analizza come sta mutando in rete il sentiment nei confronti del presentatore, evidenziando due elementi.

Nel confronto dall'8 al 10 e dall'11 al 13 aprile le conversazioni online sulla keyword nominativa Amadeus rilevano in primo luogo che gli italiani si sono appassionati al tema del possibile passaggio del conduttore dalla Rai alla concorrenza, con una crescita di menzioni e interazioni. In secondo luogo che il sentiment positivo verso il conduttore è però calato dal 51% al 38%.

Continue Reading

Spettacolo

Cinema, Occhipinti (Lucky Red): “Molti politici...

Published

on

Così l'amministratore unico di Lucky Red Andrea Occhipinti a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa

(Fotogramma)

"Ci sono stati vari politici che hanno attaccato in maniera confusa in particolare il cinema, dicendo che il tax credit per il cinema ammonta a 700 milioni di euro, mentre per il tax credit totale e quello che viene investito anche per attrarre produzioni straniere su cinema ci sono solo 176 milioni di euro. Rispetto al numero di film prodotti c'era sempre questa narrazione che molti film sono fatti ma non escono. E' vero che molti casi sono fuori dal sistema, ma ci sono stati moltissimi documentari che risultano come film ma non lo sono e aumentano il numero di film di finzione". Lo ha detto l'amministratore unico di Lucky Red Andrea Occhipinti a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa. E su quanto detto dalla ministra del Turismo Daniela Santanchè ("i soldi del tax credit ci sono ma vanno spesi bene, non per quelle produzioni che vanno in onda alle 8 del mattino o che non riescono a vedere le sale cinematografiche"), dice: "Non è esattamente così. La maggior parte dello strumento del tax credit è stato utilizzato per attrarre produzioni straniere, il 44 per cento. Per cui è stato uno strumento formidabile per portare investimenti in Italia. Per quanto riguarda il cinema che è solo il 22 per cento dell'ammontare, molti film, a cui faceva riferimento la ministra Santanchè, ancora non sono terminati per cui non possono uscire, e se i film non escono non hanno diritto al tax credit", dice. "Questo non vuol dire che non siano stati fatti dei titoli che non risultano come film ma non lo sono- spiega - ci sono molti documentari che devono uscire in sala, risultano come film ma in realtà non dovrebbero uscire in sala ma su una piattaforma", conclude.

"Sul tax credit chiediamo innanzitutto rapidità e certezze, perché l'industria cinematografica non può aspettare, altrimenti sarebbe un fallimento a favore di altri paesi che ormai hanno messo anche loro questo strumento fantastico come incentivo per attrarre produzioni e produrre di più localmente"."La programmazione e la pianificazione nel cinema si fanno con molti mesi di anticipo", ha aggiunto.

"Qual è il punto di forza di Lucky Red? Sicuramente la ricerca di film con contenuti importanti, ma anche con un'attenzione rivolta al pubblico. Ci sono, a volte, produzioni o dei registi autoreferenziali che fanno film pensando a quello che pensano sia interessante raccontare ma senza relazionarsi con il pubblico. Noi abbiamo sempre avuto un contatto diretto con il pubblico. La nostra forza è stata sempre quella di scoprire registi sconosciuti a farli diventare famosi per fargli vincere premi, da Cannes agli oscar". Ha concluso

Continue Reading

Spettacolo

Ferrara: “Da Stati generali Cinema documento con...

Published

on

Le parole del direttore scientifico degli Stati Generali del Cinema, in corso al Castello Maniace di Siracusa

Antonella Ferrara

"Vogliamo un Cinema italiano proiettato verso il futuro, il Cinema è in crisi ma ci sono segnali di ripresa incoraggianti e cercheremo di stendere un documento con delle proposte per uscire da questa situazione, indicando una direzione da prendere". Lo ha detto Antonella Ferrara, direttore scientifico degli Stati Generali del Cinema, in corso al Castello Maniace di Siracusa fino a domani. "L'idea è di avere ogni anno un taglio diverso- aggiunge - quest'anno il focus era sul cineturismo, istanza importante per la regione, poi c'è la produzione, l'assistemza alle produzioni, immaginiamo si possa già concepire un taglio diverso per il prossimo anno su un altro tema".

"Sono tre giorni con circa 20 panel, c'è stata un'affluenza che non ci aspettavamo e non solo di settore, con argomenti interessanti, dal tax credit al cineturismo, in cui si è evidenziato il ruolo della Sicilia in tema di audiovisivo, la nostra terra è un set a cielo aperto ma può prepararsi in maniera più adeguata ad accogliere le produzioni e questo può generare indotto primario e secondario per il territorio, derivante dalla scelta di ambientare storie qui".

"La Sicilia è un territorio ricco di suggestioni, non solo la nostra letteratura e i nostri luoghi sono ricche fonti, anche le nostre strutture possono diventare competitive", ha aggiunto. "Abbiamo immaginato questa tre giorni in questo senso, mettendo a convegno un intero comparto si possano recepire le varie istanze dell'audiovisivo per convogliare le richieste in un manifesto che possa dettare le linee guida di intervento anche a livello nazionale, non solo regionale. Abbiamo ascoltato rappresentanti del governo, Film Commission, produttori, tutti esprimono il punto di vista sulla materia e ci sembra un'ottima occasione per trattare la materia a 360 grandi".

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca1 ora ago

Attacco Iran contro Israele, misure di sicurezza in Italia...

Allerta al massimo livello già da ottobre L'attacco sferrato dall'Iran contro Israele non muta le condizioni di sicurezza in Italia,...

Esteri1 ora ago

Attacco Iran contro Israele, Tajani: “Pronti a...

Il ministro degli Esteri: "Ho chiesto prudenza a Teheran per evitare un allargamento del conflitto" "Seguiamo con attenzione e preoccupazione...

Attualità2 ore ago

Roberto Cavalli: L’addio a un gigante della moda

Il 12 aprile 2024, il mondo della moda ha dovuto fare i conti con la perdita di uno dei suoi...

Ultima ora3 ore ago

Superenalotto, oggi centrato un ‘5+1’ da oltre...

Il jackpot sale a oltre 90 milioni Nessun 'sei' al concorso Superenalotto - SuperStar numero 59 di oggi, 13 aprile...

Economia4 ore ago

‘La Dolce Vita Orient Express’fa tappa al...

Il treno di lusso annuncia le eccellenze enologiche italiane a bordo e un menù firmato Heinz Beck 'La Dolce Vita...

Sport5 ore ago

Torino-Juventus 0-0, derby della Mole senza gol

Un tempo per uno, bianconeri più pericolosi in avvio e granata più incisivi nella ripresa Torino e Juventus pareggiano 0-0...

Esteri5 ore ago

Attacco Iran, ‘allerta totale’ in Israele:...

In Israele scuole chiuse e niente assembramenti. Decolla l'aereo del premier L'Iran ha lanciato un attacco contro Israele usando centinaia...

Sport6 ore ago

MotoGp Austin, Vinales in pole e Bagnaia quarto

Tre spagnoli davanti, poi la Ducati del campione del mondo Maverick Vinales in pole nella classe MotoGp del Gp delle...

Ultima ora6 ore ago

Scintille Fedez-Gramellini, il rapper: “Di essere...

Il rapper da Los Angeles: "Nemmeno topo Gigio vorrebbe esserlo" Dopo le polemiche sulla cover del cellulare con l'immagine di...

Ultima ora6 ore ago

Ammirati (Rai): “Incendio a Stromboli grande ferita,...

Le parolele della direttrice di Rai Fiction a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa "Anche noi,...

Economia6 ore ago

Blue Economy, Di Meo: “Serve rafforzare regolamentazione...

“L’Europa ha iniziato un percorso di consapevolezza della risorsa mare. Di quello che sviluppa non solo come fonte primaria, energia,...

Sport6 ore ago

Sinner e la sconfitta a Montecarlo: “Errore...

L'azzurro e la palla decisiva nel terzo set: "Giocavo davvero bene in quel momento..." Jannik Sinner battuto in semifinale a...

Economia6 ore ago

Imballaggi, Pichetto: “Trattativa difficile ma...

Le parole del Ministro dell’Ambiente e Sicurezza Energetica partecipando al talk promosso dal gruppo Hera "Quella del regolamento imballaggi è...

Cronaca7 ore ago

Weekend estivo da Nord a Sud ma da lunedì cambia tutto: le...

Nel fine settimana temperature sopra la media con picchi di 31 gradi in Puglia Fine settimana dal clima estivo con...

Finanza7 ore ago

Fmi, Kristalina Georgieva confermata per altri 5 anni come...

Il Comitato esecutivo del Fondo Monetario Internazionale ha confermato Kristalina Georgieva come amministratore delegato per un secondo mandato di 5...

Ultima ora7 ore ago

Israele, gen. Bertolini: “L’Iran non ha...

L'analisi dell'ex comandante del Comando operativo di vertice interforze all'Adnkronos: "Una escalation trascinerebbe anche la Russia e Mosca non ha...

Spettacolo7 ore ago

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media...

Ultima ora7 ore ago

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media...

Salute e Benessere7 ore ago

Dengue, Burioni: “Unico modo per stare tranquilli?...

Il microbiologo: "Abbiamo eradicato la malaria nel 1946, eliminare il rischio di questo virus nel 2024 è una scelta" "L'unico...

Lavoro8 ore ago

Lavoro, De Luca: “Da innovazione tecnologica nuove...

Il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro è intervenuto a Milano, agli Stati generali dell’Economia di Forza...