Connect with us

Cronaca

Covid, Bassetti: “Contagi? Forse miliardi, numeri...

Published

on

Covid, Bassetti: “Contagi? Forse miliardi, numeri impressionanti ma abbiamo vinto noi”

Il direttore di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova: "Dovremo conviverci, però ora Sars-CoV-2 non è più l'unico grande problema"

Matteo Bassetti - Fotogramma

Sono "impressionanti" i numeri del Covid e "ci dicono che è un virus che ha girato veramente tantissimo. I quasi 800 milioni di casi riportati" dai conteggi ufficiali "secondo me sono ampiamente sottostimati perché sono appunto soltanto quelli in qualche modo ufficiali. E' probabile che si dovrebbero forse moltiplicare per due o probabilmente per tre. Il che porterebbe il numero totale dei casi a oltre 2 miliardi di persone nel mondo che hanno avuto questa infezione e naturalmente diluendo la letalità del virus. Perché il numero dei decessi non cambia, mentre se aumenta il denominatore è evidente che scende la percentuale di letalità". Dopo questi anni "possiamo dire che abbiamo vinto noi". E' il quadro tracciato all'Adnkronos Salute da Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova.

In un post su X l'esperto aveva condiviso il grafico del contatore mondiale di Covid-19, con i dati aggiornati a fine 2023. Dati che censivano "773milioni di casi e 7 milioni di morti con una letalità dell'1%". Quando è arrivata questa infezione, spiega dunque Bassetti, "aveva una letalità che aveva una forbice tra il 3 e il 5% iniziale, e in alcuni momenti nel nostro Paese ha addirittura toccato percentuali più alte. Oggi possiamo dire ragionevolmente che siamo intorno all'1%, se i numeri sono questi, ma se sono quelli che dicevo siamo intorno allo 0,3% di letalità, il che fa sì che ora siamo molto vicini alla letalità dell'influenza".

Il bilancio di Bassetti

L'infettivologo fa un bilancio di quello che è stato e chiarisce il punto in cui ci troviamo oggi, mentre è in corso questa stagione influenzale da record in cui il Covid è stato co-protagonista con altri patogeni, non unico personaggio sullo scena.

"Fondamentalmente - osserva - tutto questo è avvenuto grazie allo sforzo enorme che abbiamo fatto, sul fronte vaccinale, dei farmaci, delle conoscenze. Oggi abbiamo tra di noi un virus che è, diciamo, come tanti altri. E anche l'ultima ondata che ci ha lasciato io non la chiamerei così, la chiamerei convivenza vera con il virus. Questo inverno ci ha fatto capire come il Covid non è evidentemente l'unico grande problema".

"Forse quest'anno, 2023-2024 - riflette Bassetti - è stato l'anno della consapevolezza da parte dei cittadini del mondo e anche e soprattutto di quelli italiani che con il Covid ci dovremo convivere e che per la stragrande maggioranza delle persone rimane come l'influenza e come tanti altri virus. Mentre resta un problema per le persone, per i grandi anziani e per i fragili che ovviamente dovranno continuare a vaccinarsi, a fare attenzione e a utilizzare i farmaci antivirali".

"Io credo - conclude - che questo sia il modo migliore per guardare indietro e soprattutto per guardare avanti. Ormai siamo a 4 anni da quel terribile gennaio-febbraio del 2020 e possiamo dire che abbiamo sicuramente vinto noi. Possiamo dire che per l'ennesima volta gli umani hanno vinto contro un nuovo virus e lo hanno portato a un dato di letalità e di aggressività veramente molto simile a tanti altri patogeni".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Scontri Pisa e Firenze, capo della Polizia Pisani:...

Published

on

"Momenti di criticità non possono essere una giustificazione"

Vittorio Pisani (Fotogramma)

Cariche e manganellate durante il corteo di Pisa e poi a Firenze. "Purtroppo ieri durante i servizi di ordine pubblico i nostri operatori hanno posto in essere delle iniziative che dovranno essere analizzate singolarmente e verificate con severità e trasparenza" ha detto il capo della Polizia Vittorio Pisani al Tg1. "Quando le manifestazioni non sono preavvisate o non vengono condivise con la Questura, possono verificarsi dei momenti di criticità però questi momenti di criticità non possono essere una giustificazione".

"Va precisato e va chiarito che le iniziative e le decisioni che vengono adottate in sede locale durante i servizi di ordine pubblico non sono determinate né da scelte politiche né da direttive politiche. La polizia di Stato è la polizia di uno Stato democratico e noi abbiamo il dovere di garantire anzitutto la manifestazione del dissenso, ma questa manifestazione deve avvenire pacificamente, isolando i violenti, e rispettando anche le prescrizioni delle autorità".

"Indubbiamente il conflitto israelo-palestinese ha inciso nella gestione dell'ordine pubblico in termini di intensità per l'impiego del personale delle forze di polizia". "Va rappresentato che in molti Paesi europei non tutte le manifestazioni vengono autorizzate, in Italia nessuna manifestazione è stata mai vietata, anche quelle più radicali ed estreme. Le motivazioni ideologiche o politiche dei manifestanti vengono sempre affrontate dalla polizia di Stato con la massima neutralità- conclude -. Perché l'obiettivo ultimo della gestione dell’ordine pubblico è comunque quello di raggiungere il consenso unanime della collettività e di tutte le forze politiche".

Continue Reading

Cronaca

Migranti, Tommasi: “Si parla solo di numeri mai di...

Published

on

Il sindaco di Verona ed ex centrocampista dell'As Roma e della nazionale a Crotone per la partita in memoria delle vittime del naufragio

Damiano Tommasi

"Quando si parla di emergenza migranti si sente solo parlare di numeri e di norme e poco di cuore e di quelli che sono i sogni, le emozioni e i progetti di vita". A dirlo all'Adnkronos è il sindaco di Verona, Damiano Tommasi, arrivato a Crotone per la partita in ricordo delle vittime del naufragio di Cutro, avvenuto un anno fa. Tommasi ha partecipato alla partita amichevole di calcio che si p giocata nel pomeriggio allo stadio di Crotone. "Attraverso un pallone si può avviare un primo momento di dialogo con persone che hanno traiettorie di vita lontane ma che attraverso lo sport si possono mettere in sintonia per affrontare le difficoltà che ci possono essere quando sue strade si uniscono", spiega. Parlando poi più in generale dei migranti e delle politiche migratorie, Tommasi ha detto: "Siamo in una fase storica della nostra vita in cui le distanze si accorciano e i movimenti sono naturali e sono da prevedere". La partita di calcio è iniziata con la lettura dei 94 nomi delle vittime della strage di Steccato di Cutro del 26 febbraio 2023. L'incontro di calcio è stata organizzata da ResQ e ha aperto la tre giorni di manifestazioni promosse organizzate dalla Rete 26 febbraio in occasione dell'anniversario del naufragio.

Un match, giocato allo stadio Ezio Scida di Crotone, all'insegna dello sport inclusivo, solidale, di memoria e denuncia al quale hanno partecipato circa 40 persone, uomini e donne, tra cui alcuni familiari delle persone annegate. Tutti accompagnati da Damiano Tommasi, ex centrocampista dell'As Roma e della nazionale e attuale sindaco di Verona, e Antonio Galardo, già capitano e bandiera dell'FC Crotone.

Continue Reading

Cronaca

Strage Cutro, sopravvissuti: “Governo tedesco faccia...

Published

on

Strage Cutro, sopravvissuti:

(dall'inviata Elvira Terranova) - "Chiediamo al Governo tedesco che ci permetta di ricongiungerci con i nostri parenti, in Germania e che ci permetta di migliorare le nostre condizioni di vita. Siamo stanchi di vivere nei campi profughi di Amburgo". A parlare, come portavoce del gruppo di superstiti del naufragio di Steccato di Cutro di un anno fa, è Ahmad Fahim Amiri, un ragazzone afghano arrivato, con un permesso speciale, a Crotone per potere partecipare alla cerimonia per il primo anniversario della strage di Cutro di un anno fa.

"Rappresento tutti i miei compagni e ho due richieste da fare al Governo tedesco - dice con l'aiuto della mediatrice culturale, con accanto l'ambasciatore afghano Khaled Zekriya, che rappresenta la Repubblica Islamica. "La prima cosa che chiediamo -dice Ahmad leggendo un foglio - è che le nostre famiglie che si trovano in Afganistan in condizioni terribili, sia dal punto di vista sociale che sanitario ed economico, possano avere il permesso di raggiungerci, magari con un corridoio umanitario. Non possono svolgere una vita normale. Io chiedo che ci venga data la possibilità di averli vicini a noi".

"La seconda cosa che chiediamo alla Germania - dice ancora - è che le condizioni in cui viviamo ad Amburgo non sono adeguate. Da un anno viviamo nei campi e questo incide molto su di noi. Vorremmo trasferirci al più presto in un posto adeguato". "Mi auguro che le nostre richieste vengano accolte dal governo tedesco perché le condizioni in Afghanistan non sono più adeguate- dice - e se non riusciamo a ottenere nulla dalla Germania, ci rivolgiamo anche all'Italia per chiedere aiuto". E l'ambasciatore aggiunge: "Chiedo pubblicamente che il caso degli afghani venga trattato come una eccezione e io ne parlerò anche con il governo italiano". "Da un anno viviamo in condizioni pessime - dice poi Ahmad - e questo ci rende fragili psicologicamente. La Germania aveva promesso di migliorare le nostre condizioni ma al momento non hanno mantenuto le promesse".

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca2 ore ago

Scontri Pisa e Firenze, capo della Polizia Pisani:...

"Momenti di criticità non possono essere una giustificazione" Cariche e manganellate durante il corteo di Pisa e poi a Firenze....

Sport2 ore ago

Maldini e Pessina stendono la Salernitana, il Monza sogna...

I brianzoli salgono a quota 36 in classifica, mentre i granata restano fermi a 13 Seconda vittoria di fila e...

Politica3 ore ago

Tajani: “L’Europa ci chiama non possiamo...

In Europa si fidano di noi, ha detto Antonio Tajani, appena rieletto segretario nazionale di Forza Italia. Hanno bisogno di...

Esteri3 ore ago

Ucraina, G7: “Russia fermi subito guerra e paghi per...

"Inammissibili minacce di Mosca su uso armi nucleari" La guerra tra l'Ucraina e la Russia al centro del G7 di...

Cronaca3 ore ago

Migranti, Tommasi: “Si parla solo di numeri mai di...

Il sindaco di Verona ed ex centrocampista dell'As Roma e della nazionale a Crotone per la partita in memoria delle...

Politica3 ore ago

Forza Italia, standing ovation per Tajani eletto segretario...

Antonio Tajani eletto segretario nazionale di Forza Italia nella seconda e conclusiva giornata del congresso del partito a cui hanno...

Politica3 ore ago

Cariche su studenti a Pisa e Firenze, Fratelli...

Il segretario di Forza Italia, Antonio Tajani: "Responsabilità sono individuali, forze dell'ordine non si toccano: rischiano la vita per quattro...

Cronaca4 ore ago

Strage Cutro, sopravvissuti: “Governo tedesco faccia...

(dall'inviata Elvira Terranova) - "Chiediamo al Governo tedesco che ci permetta di ricongiungerci con i nostri parenti, in Germania e...

Cronaca4 ore ago

Strage Cutro, il dramma di un sopravvissuto: “Ho...

Wahid è venuto a Crotone per il primo anniversario del naufragio costato la vita a oltre 100 migranti A un...

Sport4 ore ago

Jasmine Paolini vince torneo Wta di Dubai, primo titolo...

La 28enne azzurra supera in finale in rimonta la 25enne russa Anna Kalinskaya Impresa di Jasmine Paolini che oggi trionfa...

Cronaca4 ore ago

Corteo per Palestina a Milano, sagome insanguinate di...

Colpito anche un supermercato Carrefour, vetrina in frantumi Il grido 'Palestina libera', 'stop al genocidio' ma anche le sagome del...

Economia5 ore ago

Bonus ristrutturazione 2024, come richiederlo

Detrazione Irpef attiva fino al prossimo 31 dicembre Bonus ristrutturazione, fino al prossimo 31 dicembre è attiva la detrazione Irpef...

Politica5 ore ago

Sardegna domani al voto

Urne aperte domenica fino alle 22 Domani in Sardegna si vota per il rinnovo del Consiglio regionale. Più di 1,4...

Ultima ora5 ore ago

Ucraina, a Fazzolari l’onorificenza dell’Ordine...

Lo riferisce Palazzo Chigi "Nell'ambito delle celebrazioni del secondo anniversario dell'aggressione russa all'Ucraina, il sottosegretario Giovanbattista Fazzolari è stato decorato...

Cronaca5 ore ago

Inflazione, il pediatra: “Risparmiare sul cibo è un...

"Preferire carne bianca e pesce azzurro, sì alle uova e a pizza e crostate fatte in casa". I consigli di...

Sport5 ore ago

Sassuolo-Empoli 2-3, colpo salvezza dei toscani allo scadere

Gli ospiti vincono con un gol al 94' Colpo salvezza dell'Empoli che si impone per 3-2 in trasferta sul Sassuolo...

Cronaca5 ore ago

Chiara Ferragni, Codacons all’attacco:...

Rienzi all'Adnkronos contro l'intervista rilasciata al Corriere della Sera: "Si consente di diffondere la difesa di un incriminato senza alcun...

Sport5 ore ago

Juve, Allegri: “Ho già un contratto per l’anno...

"In questo momento non firmerei niente, perché ho già un contratto per l'anno prossimo". Massimiliano Allegri firmerebbe in bianco per...

Esteri6 ore ago

Navalny, il corpo consegnato alla madre

Non è chiaro se saranno consentiti funerali come vorrebbe la famiglia Il corpo di Alexei Navalny è stato restituito alla...

Cronaca6 ore ago

Anguille a rischio estinzione, gli chef le tolgono dai menù

Ne è scomparso già il 95% Le anguille sono a rischio estinzione, il 95% è già scomparso, tanto da essere...