Connect with us

Cronaca

Covid Italia oggi, 40.990 casi e 279 morti: bollettino...

Published

on

Covid Italia oggi, 40.990 casi e 279 morti: bollettino settimana 21-27 dicembre

Tutti gli indici in calo, compreso il numero dei tamponi eseguiti. Vaia: "Andamento sostanzialmente buono"

Covid esami laboratorio - Fotogramma

Casi e morti Covid in calo in Italia nell'ultima settimana. Tra il 21 e il 27 dicembre sono stati 40.990 i contagi censiti, con una variazione -32,2% rispetto alla settimana precedente (quando i casi erano 60.440). I decessi registrati nell'ultima settimana sono 279, dato in calo del 34,4% rispetto ai 7 giorni precedenti (quando i morti erano 425). E' il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute sull'andamento della situazione epidemiologica da Covid.

Cala anche il numero di test: nella settimana monitorata si registrano 226.649 tamponi, con una variazione di -30% rispetto ai 7 giorni precedenti (323.844). In lievissimo calo il tasso di positività, che si attesta al 18,1%, -0,6 punti percentuali rispetto alla settimana precedente (18,7%).

"Trend sostanzialmente buono, cresce tasso vaccinazione"

"I dati pervenuti dalle Regioni, pur presumibilmente non completamente notificati a causa delle giornate festive, confermano comunque un andamento sostanzialmente buono della situazione epidemica" relativa a Covid in Italia, sottolinea Francesco Vaia, direttore generale della Prevenzione sanitaria del ministero della Salute. "Sia in numeri assoluti di contagi che per quanto attiene all'impatto sulle strutture ospedaliere che continua a mantenersi a livelli di buona tollerabilità. Cresce l'epidemia influenzale, ma contemporaneamente anche il tasso di vaccinazione sia per l'influenza che per Sars-CoV-2, grazie all'impegno delle Regioni e agli open day. Impegno che va mantenuto ed esteso in ogni Regione".

"Vanno ancor più incentivate - raccomanda Vaia - le misure prudenziali e di difesa delle persone fragili, soprattutto nei giorni di presumibile maggiore socialità dovuta alle festività di fine anno".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Truffa dei buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Published

on

Contestata a 4 persone anche turbativa d’asta. L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata da un’altra società. I fatti sono relativi agli anni 2021, 2022 e 2023

Auto della Guardia di finanza

Sono quattro le persone indagate dalla procura di Roma in un’inchiesta in cui si procede per truffa aggravata e turbativa d’asta che vede coinvolti i vertici della società specializzata in buoni pasto e ticket Edenred Italia. I fatti sono relativi agli anni 2021, 2022 e 2023.

L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata da un’altra società che opera nell’emissione di buoni pasto in cui chiedeva agli inquirenti di svolgere accertamenti sia sulla gara bandita per l’aggiudicazione del Lotto/ 7- Lazio sia sulla verifica di tutte le gare per le "convenzioni buono pasto", cui aveva partecipato Edenred Italia srl.

“E’ dimostrato che Edenred per mezzo dei soggetti agenti, attraverso gli artifici e raggiri, ha indotto Consip ad attribuire alla società stessa il punteggio massimo affinché risultasse legittimata a stipulare la convenzione per i buoni pasto della pubblica amministrazione - si legge nel decreto di sequestro emesso dal gip di Roma - Indubbiamente sono da ritenersi artifici e raggiri le false dichiarazioni rese da Edenred nella fase precedente alla aggiudicazione della gara circa le condizioni applicate agli esercenti”.

“Erano falsi gli accordi di convenzionamento tra Edenred e gli esercenti perché Edenred Italia aveva omesso di allegare l'esistenza dei cosiddetti accordi paralleli. Sul punto, richiamando quanto avvenuto per l'aggiudicazione del Lotto 7, tale artificio ha fatto si che Edenred Italia risultasse illegittimamente vincitrice della gara. Sussiste il danno alla Pa per il solo fatto che a seguito dell'artificio ha stipulato un contratto/convenzione illegittima che non avrebbe altrimenti stipulato”, si legge ancora nel provvedimento.

Continue Reading

Cronaca

Dengue, cosa si rischia con l’arrivo del caldo

Published

on

Rezza: "Rischio endemia, Italia non più al riparo da malattie neglette. Occorre fare di più"

Una zanzara - (Fotogramma)

"La globalizzazione da un lato e la tropicalizzazione del nostro clima dall'altro non possono più farci sentire al riparo da infezioni che rischiano di diventare endemiche anche da noi, visto che le zanzare con le quali si trasmettono si aggirano nelle nostre case anche d'inverno". Così Gianni Rezza, professore straordinario di Igiene all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, già direttore generale Prevenzione sanitaria del ministero della Salute, spiega in un'intervista a 'La Stampa' perché l'Italia rischia di diventare un buon habitat per le cosiddette malattie neglette. Una ventina di patologie, fra cui la Dengue, considerate finora un nemico lontano.

"Si chiamano così", malattie neglette, "non perché siano rare - precisa Rezza - dato che colpiscono un miliardo e 700 milioni di persone nel mondo e pesano in termini di morti e contagi come i tre 'big killer' messi insieme", ossia "tubercolosi, Hiv e malaria. Ma poiché sono diffuse in Paesi poveri, che non hanno risorse per acquistare farmaci e vaccini, finiscono per essere trascurare anche dalla ricerca. Come hanno però già dimostrato proprio la Dengue e Chikungunya", oggi non possiamo più sentirci al sicuro nemmeno alle nostre latitudini. Sul fronte ricerca, dunque, "occorre fare di più - sottolinea l'epidemiologo - perché se per la Dengue un vaccino almeno lo abbiamo e per Chikungunya è in fase di approvazione, per molte della ventina di malattie neglette c'è poco o nulla".

Chi rischia di più e quando

All'Istituto Spallanzani di Roma e nei centri vaccinali specializzati in malattie tropicali è iniziata la campagna anti-Dengue, ma chi deve proteggersi? "Il vaccino non è per tutti - rimarca Rezza - ma per chi deve intraprendere un viaggio nelle zone dove la malattia è endemica, come Brasile, Argentina, India e Sud Est Asiatico. E' raccomandato anche a chi ha già avuto una infezione da Dengue, perché reinfettarsi fa aumentare notevolmente il rischio di malattia grave e di morte". Oltre a proporre la vaccinazione, "il ministero della Salute ha giustamente inviato una circolare dove agli Uffici di sanità marittima e aerea si chiede di alzare il livello di sorveglianza e di disinfettare gli aerei e le merci provenienti dai Paesi dove circola il virus. Ma con l'arrivo del caldo e la maggiore circolazione della zanzara tigre che trasmette il virus - avverte l'esperto - sarà necessario anche aumentare la vigilanza per individuare tempestivamente i casi e disinfestare le aree verdi circostanti i focolai. Sperando non sbarchi anche da noi, come già avvenuto a Cipro, la Aedes aegypti, che è molto più efficiente nel trasmettere il virus della Dengue, che tra il 1927 e il 1928 sconvolse Atene con un'epidemia di grandi dimensioni".

Il vaccino

Riguardo al vaccino Qdenga, fa il punto Rezza, "l'efficacia complessiva nei confronti dei due sierotipi di Dengue più diffusi a livello globale è dell'80% a 12 mesi dalla seconda dose", mentre "contro le ospedalizzazioni è del 90% a 18 mesi. I risultati a lungo termine, a 4 anni e mezzo, hanno dimostrato un'efficacia complessiva del vaccino del 61,2% nel prevenire la malattia e dell'84,1% nel prevenire l'ospedalizzazione".

"Si tratta di un vaccino a virus vivo attenuato, in maniera tale da stimolare una risposta immunitaria senza essere in grado di provocare la malattia", e "deve essere somministrato da un medico o da un infermiere con iniezione sottocutanea nella parte superiore del braccio. Il ciclo vaccinale si compone di due dosi, la seconda va somministrata a distanza di 3 mesi dalla prima".

Continue Reading

Cronaca

Ciclone polare porta freddo, neve e pioggia: previsioni...

Published

on

Arriva la coda dell'inverno, da domani fase di maltempo

La mappa meteo

Il Ciclone polare verso l'Italia, con temperature in calo e maltempo da domani fino a domenica 25 febbraio, con pioggia e neve secondo le previsioni. L'anticiclone, con temperature superiori alla media e condizioni meteo che contribuiscono alla pessima qualità dell'aria, sta per farsi da parte.

Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma l'arrivo di una massa d'aria decisamente 'meno calda' rispetto agli ultimi 10 giorni, di lontana estrazione polare: da giovedì 22 febbraio, quest'aria più frizzante scenderà dalla Scozia verso l'Italia.

Dopo un mercoledì soleggiato e mite, salvi ultimi rovesci al sud, la giornata di giovedì inizierà con qualche rovescio al Nord-Ovest in rapido trasferimento verso il Triveneto: sono attese nevicate sulle Alpi a quote medio-alte per febbraio, oltre i 1400-1500 metri.

Da venerdì però arriverà il clou del Ciclone, di lontana estrazione polare, che spingerà la quota neve verso il basso con fiocchi in arrivo anche sull'Appennino: si tratta del colpo di coda di un inverno appena percepito.

La neve sarà molto abbondante sulle Alpi centro-orientali, oltre mezzo metro in 24 ore. Le precipitazioni raggiungeranno anche il Centro e parte del Sud, dando inizio ad un weekend molto instabile e ventoso. Sabato sono infatti attesi ancora venti forti a rotazione ciclonica, piogge e neve in montagna da Nord a Sud.

Domenica stando alle prime proiezioni, da confermare, il maltempo si concentrerà al meridione, ma un fronte occluso porterà ancora fenomeni anche al Nord in un contesto più freddo.

Il Ciclone Polare proverà a riportare alcune sembianze di febbraio, con tantissima neve sulle Alpi e un calo delle temperature di 10 gradi e soprattutto con la pioggia lava-smog, in grado di ripulire l'aria inquinata.

Le previsioni

Mercoledì 21. Al nord: dapprima soleggiato, poi aumento generale della nuvolosità. Al centro: cielo poco nuvoloso, tempo stabile. Al sud: ultime piogge sulla Sicilia sudorientale, sole altrove.

Giovedì 22. Al nord: precipitazioni via via più diffuse, neve sulle Alpi; più asciutta l'Emilia Romagna e il basso Veneto. Al centro: nuvoloso, piogge sull'Alta Toscana. Al sud: bel tempo prevalente.

Venerdì 21. Al nord: maltempo. Al centro: maltempo. Al sud: peggioramento.

Tendenza: ciclone dalle zone polari carico di neve e pioggia.

Continue Reading

Ultime notizie

Immediapress2 ore ago

Dal 25 febbraio Oknoplast torna on air con una nuova...

Milano, 21 febbraio 2024 – “Un pezzo di Design al prezzo di una finestra” è questo il claim della campagna...

Immediapress2 ore ago

L’Intelligenza Artificiale di Nexal che aiuta a scolpire il...

La personal trainer specializzata in glutei perfetti, con oltre 215 mila follower sui social e 5 milioni di like su...

Cronaca2 ore ago

Truffa dei buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Contestata a 4 persone anche turbativa d’asta. L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata da un’altra società. I fatti sono relativi...

Economia2 ore ago

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del...

Attesi in fiera oltre 20.000 operatori dal mondo Si è aperta oggi l’ottava edizione di Myplant & Garden, il Salone...

Economia2 ore ago

Smog, Coldiretti lancia piante mangia polveri e salva...

Un ettaro di alberi “aspira” 20mila kg di CO2 all’anno Per combattere l’emergenza smog che assedia le città italiane, dove...

Sport2 ore ago

Napoli-Barcellona oggi in Champions League: orario,...

Le due squadre si affronteranno allo stadio Maradona nell'andata degli ottavi Napoli all'assalto del Barcellona nell'andata degli ottavi di finale...

Immediapress2 ore ago

Con Her-Age rivive il mercato second-hand...

Her-Age è il primo marketplace al mondo per abbigliamento di seconda mano di lusso che rilascia certificazioni NFT per rendere...

Esteri3 ore ago

Alexei Navalny, l’uomo che morì due volte

Ascolta "Alexei Navalny, l’uomo che morì due volte" su Spreaker. Reticenze, misteri, accuse e sospetti. La morte a 2.000 chilometri...

Cronaca3 ore ago

Dengue, cosa si rischia con l’arrivo del caldo

Rezza: "Rischio endemia, Italia non più al riparo da malattie neglette. Occorre fare di più" "La globalizzazione da un lato...

Esteri3 ore ago

Ucraina, Kiev attacca campo di addestramento russo nel...

Secondo l'esercito ucraino sono 1.130 le vittime subite dalle forze russe nell'ultimo giorno Almeno 60 persone sarebbero rimaste uccise in...

Spettacolo3 ore ago

Maurizio Costanzo, Maria De Filippi e il perché non ha più...

"Ho sempre avuto paura, e ce l'ho anche adesso, che con le parole si banalizzi sia l'amore che il dolore"...

Esteri3 ore ago

Alcaraz, infortunio all’Atp Rio de Janeiro: lo...

Il numero 2 del mondo ha lasciato il campo dopo soli due game Finisce dopo soli due game il torneo...

Cronaca4 ore ago

Ciclone polare porta freddo, neve e pioggia: previsioni...

Arriva la coda dell'inverno, da domani fase di maltempo Il Ciclone polare verso l'Italia, con temperature in calo e maltempo...

Ultima ora4 ore ago

Trump si paragona a Navalny: “Io perseguitato come...

L'ex presidente in un'intervista definisce il dissidente russo “un uomo molto coraggioso”, ma probabilmente "non sarebbe dovuto tornare in Russia"...

Esteri4 ore ago

Gaza, Israele colpisce rifugio Medici senza frontiere:...

Idf annuncia morte di un soldato a Gaza, altri 3 feriti in modo grave. Intensificata attività aerea droni ad ovest...

Cronaca5 ore ago

Bimbo di 5 anni picchiato con cavi elettrici, fermate due...

Le indagini partite dalla segnalazione di una dirigente scolastica di Catania "Frustate nella schiena e nelle gambe a un bambino...

Cultura5 ore ago

Giornata della lingua madre, la linguista Della Valle:...

La docente: "L'intelligenza artificiale potrebbe essere un vantaggio" La lingua italiana gode di buona salute "si arricchisce continuamente e forma...

Cronaca5 ore ago

Omicidio Primavalle, uccise e gettò nel carrello 17enne...

L'imputato ha chiesto il rito abbreviato Si apre oggi, 21 febbraio 2024, davanti al Tribunale dei minori di Roma il...

Esteri12 ore ago

Julian Assange, oggi il verdetto sull’estradizione in...

Grande attesa per la decisione dell'Alta Corte britannica sul cofondatore di Wikileaks Qual è il destino di Julian Assange? A...

Politica12 ore ago

Terzo mandato, resta il muro contro muro Fdi-Lega: in...

Tajani: "Apprezzo Salvini che ha detto che si troverà la soluzione" Preso atto che la differenza di vedute resta evidente,...