Connect with us

Lavoro

Turismo, la greca Elefsina vince la sfida dei...

Published

on

Turismo, la greca Elefsina vince la sfida dei ‘misteri’ e con 2023Eleusis riscatta il suo passato

Si chiude l'anno di Capitale europea della Cultura all'insegna della rigenerazione urbana e del rilancio come polo culturale

Turismo, la greca Elefsina vince la sfida dei 'misteri' e con 2023Eleusis riscatta il suo passato

Oltre 400 'misteri eleusini' in chiave contemporanea per far rinascere uno dei più importanti centri spirituali dell'antichità, la città greca di Elefsina, la mitologica Eleusi, che in questo 2023 è stata Capitale europea della cultura, condividendo il titolo con la romena Timisoara e l'ungherese Veszprém. La più piccola città ad aver mai vinto il riconoscimento e la quarta in Grecia, dopo Atene (1985), Salonicco (1997) e Patrasso (2006). Dopo 315 giorni dall'inaugurazione dell'anno, partito ufficialmente a febbraio con il 'Mistero numero zero', una tre giorni che si è svolta dal 15 al 17 dicembre ne ha segnato la chiusura, con una cerimonia conclusiva che, fin dal nome, 'Closing: Openinig', ha voluto in realtà segnare un nuovo inizio con il 'Mistero numero 1', una vera e propria ripartenza.

Ed è un piccolo grande miracolo quello compiuto da questo centro di 30mila abitanti a 20 chilometri da Atene, che da città micenea fondata nel secondo millennio prima di Cristo, attraversata poi dalle dominazioni romana e ottomana, e dalle distruzioni cristiane, nel Novecento è stato trasformato in uno dei più grandi poli di industria pesante del paese, compromettendo l'ecosistema di questo angolo di costa affacciato sul Golfo di Saronico e riparato dall'altrettanto mitologica isola di Salamina. Un destino ribaltato poi dalla crisi del 2009 con il default e i successivi anni di austerity, che hanno provocato la chiusura di molte aziende e la conseguente disoccupazione di massa.

E' da qui che nasce l'esigenza di ricostruire un futuro per la città, ripartendo dal suo glorioso passato e facendolo conoscere o riscoprire ai più. Un futuro dove la memoria del lavoro è parte integrante del tessuto sociale, dove la cultura si riappropria del suo ruolo e dove gli spazi fruibili vengono restituiti ai cittadini.

Oggi come nell'antichità, tutto ruota attorno alla collina mitologica, con le rovine dell'antica Eleusi, epicentro di quei 'misteri' con cui ogni anno, nel mese di settembre, si invocava la Dea dell'agricoltura Demetra affinché favorisse un ricco raccolto, all'arrivo di una processione che da Atene percorreva a piedi la distanza di 20 chilometri fino a Eleusi, lungo quella strada santa ancora oggi a tratti riconoscibile. La città sorgeva proprio attorno al tempio dedicato a Demetra, che, secondo la mitologia, in questo territorio era arrivata per cercare la figlia Persefone rapita e poi salvata da Ade, permettendole di risorgere, dal regno dell'ignoto, per sei mesi l'anno, gli stessi che scandiscono l'alternarsi delle stagioni del freddo e del caldo, a simboleggiare morte e rinascita.

Accanto a ciò che resta di questo che è uno dei più importanti santuari dell'antichità, risalente al sesto secolo avanti Cristo, sorge il Museo Archeologico di Elefsina, completamente rinnovato e riaperto in questo speciale 2023, che custodisce i reperti dell'area e ripercorre la storia del sito, anche con l'ausilio di strumenti multimediali e interattivi ed effetti sonori e luminosi di grande impatto che guidano il visitatore in un viaggio nel passato. Dal Museo si gode della vista su tutta la baia di Elefsina tra antiche colonne e ciminiere di raffinerie che nuove non sono più, cantieri navali e un mare che non ha i colori dell'Egeo. E si percepisce quanto antico e moderno, mito e storia, cultura e industria si fondano in uno dei luoghi più sacri dell'antica Grecia.

Un mix reinterpretato nel ricco programma di 2023Eleusis: per un anno 30 luoghi caratteristici della città hanno fatto da sfondo a 130 progetti, realizzati con la collaborazione di artisti greci e internazionali, e declinati in 436 'misteri' a comporre un fitto calendario di eventi tra concerti, mostre, spettacoli e workshop. A farla da padrone le arti visive con installazioni luminose, esibizioni di artisti d'avanguardia ma anche mostre fotografiche a documentare il passato industriale e la working class, fatta da locals ma anche da molti immigrati asiatici. Non meno importante la valorizzazione dell'artigianato e dei prodotti locali.

Parola chiave è stata, appunto, il mistero, eredità panellenica riscattata in chiave di transizione verso un nuovo domani. Tre gli assi attorno ai quali è ruotato il programma: Società, Ambiente e Lavoro. Tre temi che riflettono le caratteristiche della città tra passato e presente e al tempo stesso la sfida futura verso una moderna economia sostenibile, dove industria, arte e innovazione sociale vanno a braccetto. Un programma realizzato con un budget limitato rispetto ad altre Capitali europee della cultura, che ha avuto l'ambizione di affrancare la città dalla percezione di centro industriale in declino e di orientarla verso una nuova fase, che vuole riposizionarla nella mappa culturale.

Una opportunità di pianificazione strategica di lungo periodo e un volano di trasformazione economica e sociale che vuole segnare la transizione dal passato industriale a un futuro di polo creativo e di avanguardia, anche grazie a residenze d'artistista, dedicato, prima ancora che ai visitatori, ai residenti stessi, e destinato a durare nel tempo. La scommessa era di recuperare l'antica gloria e riproporla in chiave moderna, una eredità poco conosciuta anche agli stessi greci. Uno degli obiettivi, infatti, è quello di portare gli stessi ateniesi a visitare Elefsina, creando anche connessioni con l'area metropolitana della capitale.

Al programma culturale si è accompagnata un'opera di rigenerazione urbana e di rinnovamento delle architetture e infrastrutture della città, che ha visto durante l'anno restaurare e recuperare numerosi spazi, destinati a location per eventi e manifestazioni che resteranno per la città. A cominciare dagli edifici di archeologia industriale, riportati a nuova vita trasformandoli in spazi per eventi e hub culturali. Tra questi, l'ex fabbrica di sapone, il cui cortile ha fatto spazio a un teatro all'aperto, che ha ospitato tra gli altri le tragedie di Eschilo, nato proprio a Eleusi (e da oltre 40 anni celebrato in uno dei più importanti Festival culturali in Grecia), e la Iris, già primo produttore di vernici in Grecia, con la ciminiera che svetta su tutta la città, diventato un centro polivalente. Ancora, recuperati il capannone Eleourgio e la vecchia Stazione ferroviaria, così come è stato restaurato il Municipio, che ha sede in uno dei più rilevanti edifici di Elefsina, affacciato sulla nuova isola pedonale dove ora sorgono ristorantini e locali alla moda degni delle più mondane località balenari.

Dieci di questi nuovi spazi sono stati inaugurati proprio in occasione delle celebrazioni di chiusura. Dopo 35 anni, il 15 dicembre ha riaperto il Cinema Eleusis, restituito alla città con una nuova veste, ospitando il primo Festival del documentario, 'In Situ Realities', con 12 cortometraggi sulla storia delle persone e l'identità di luoghi, co-prodotti con 2023Eleusis e proiettati in prima assoluta. A cominciare dal filmato di Filippos Koutsaftis, che con il Mistero 31 'Gli Eleusini', che racconta le trasformazioni della città attraverso le testimonianze dei suoi abitanti, ha dato il via alla kermesse, alla presenza di autorità ed esponenti dello spettacolo.

Nell'occasione, il sindaco di Elefsina, Nikolaos Villiotis, ha annunciato che la sala principale del Cinema verrà intitolata all'attrice Despoina Geroulanou, inizialmente a capo della struttura organizzativa di 2023Eleusis ma prematuramente scomparsa ad aprile. Da parte sua, Nana Spyropoulou, Ceo di 2023Eleusis, ha sottolineato l'eredità che con questi luoghi resterà alla città di Elefsina, mentre il direttore artistico, Michail Marmarinos, ha rimarcato l'importanza della Capitale europea della cultura per promuovere, riscoprire e sviluppare il patrimonio tangibile e intangibile di arte, cultura e ricerca di Elefsina. Ad assicurare il supporto del governo nazionale anche dopo il 2023, per far sì che i risultati del progetto possano avere un seguito, è stato Christos Dimas, in rappresentanza del ministero della Cultura.

Sempre in tema cinema, altro spazio recuperato e riservato alla creatività dei più giovani, con workshop e laboratori, è Canteen art hub, in riva al mare, inaugurato domenica 17 dicembre. Proprio nei giorni della chiusura è stata inaugurata, con tanto di parata su ruote, la prima pista da skate di questa parte dell'Attica, da tempo desiderata dai giovani del posto, accanto all'Arkopolis, l''Arco dell'eterna giovinezza', creato da un gruppo collettivo belga e trasportato da Anversa a bordo di un alternativo carretto decorato da artisti, per essere installato ad Elefsina come spazio aperto di cooperazione, inclusione ed espressione. Lo spazio, curato dal gruppo giovanile Cultterra, nato nel 2019 per dare voce ai giovani artisti e non solo e supportare il futuro sostenibile della città, è una donazione della Fondazione Onassis al Comune di Elefsina.

E non poteva mancare la musica in chiusura dell'anno, con i canti popolari dedicati al Natale, curati da Lambros Liavas, presso il nuovo X-Bowling Art Center, il party notturno con il grande dj set all'interno del recuperato Eleourgiki Industrial Complex e le voci dell'Elefsina Community Orchestra & Choir in una parata a sorpresa per le strade di Elefsina domenica 17 dicembre, curata da Aleksandar Carić e con la partecipazione di 150 cittadini.

Ancora, masterclass e workshop per bambini, installazioni di luce riflesse su edifici e ciminiere e, vere protagoniste della cerimonia di chiusura, le arti visive. In uno degli spazi industriali rinnovati, Old Oil Mlla Factory, è stata inaugurata il 15 dicembre la mostra della pluripremiata artista greca Stefania Strouza (Mistero 87 'My Sea Journey - My Land Claim'), focalizzata sul tema ambientale, dove un'installazione scultorea in 3 parti concepite come isole simboleggia la distruzione del pianeta e in particolare della costa di Elefsina. Di fianco, nella stessa struttura, prosegue l'esposizione 'A rave down below', con le opere di un gruppo di artisti internazionali, curata da Panos Giannikopoulos. Poi, inaugurata domenica 17 dicembre, la mostra di Juan Sandoval, 'Terracotta Army', che incarna il 'Mistero 111': un tributo alla classe operaia dell'Attica con oltre tremila elmetti di lavoratori delle industrie locali che rivestono le pareti della ex fabbrica di vernici Iris, decorati raccogliendo le testimonianze degli operai stessi.

Finale a sorpresa, a chiusura della tre giorni di celebrazioni, con un inaspettato tramonto sulla baia di Elefsina ('Immersion: an unexpected set'): una struttura di quattro metri di diametro in mezzo al mare, che lentamente si è immersa nelle acque portando nel mondo sconosciuto il suo messaggio (“I am surely not what should be, but I am a face of what is missing but is"). Si è chiuso così il cerchio di un anno magico che ha segnato la rinascita di Elefsina nel segno del mito.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Lavoro

Infortuni, Marmigi (Safety Expo): “Affrontare...

Published

on

A Bergamo l'evento gratuito di riferimento in Italia per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e la prevenzione incendi che si terrà a a Bergamo il 18 e 19 settembre prossimi

Infortuni, Marmigi (Safety Expo):

"Il fenomeno degli infortuni deve essere affrontato proprio a partire dalla cultura della sicurezza che noi cerchiamo di fare ogni anno con il Safety Expo". A dirlo all'Adnkronos/Labitalia, in vista della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, Daniele Marmigi, direttore tecnico di Safety Expo, l'evento gratuito di riferimento in Italia per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e la prevenzione incendi che si terrà a a Bergamo il 18 e 19 settembre prossimi. Giunto alla sua VII edizione, nasce dall’unione del Forum di Sicurezza sul Lavoro e del Forum di Prevenzione Incendi dal 2016 uniti in un unico appuntamento.

"La manifestazione - sottolinea - diffonde contenuti nuovi e prospettive inedite, favorisce lo scambio di idee, riflessioni utili e spunti creativi. Si punta inoltre a rafforzare relazioni e connessioni tra professionisti della sicurezza e della prevenzione incendi provenienti da tutta Italia".

"Durante il Safety Expo - spiega Marmigi - verranno inoltre proposti programmi di formazione accreditata e presentate le soluzioni aziendali nei diversi comparti. L'obiettivo è proprio quello di creare tavoli di confronto per promuovere uno scambio di competenze per garantire un miglioramento delle azioni da parte di tutti gli attori".

"E' fondamentale - insiste - avvicinare al tema degli infortuni sul lavoro e sulla sicurezza in generale le cosiddette persone comuni a partire dalla scuola. Non dimentichiamo che spesso gli incidenti avvengono perché da parte del dipendente non c'è la consapevolezza di cosa significhi lavorare in modo sicuro per sé e per i colleghi".

"Una consapevolezza - sostiene - che parte proprio dai banchi di scuola e che va acquisita con le persone giuste e affrontata con le parole e gli esempi giusti. Per questo è opportuno che ci sia una formazione specifica per coloro che devono affrontare determinate tematiche con i giovani".

"Più che una semplice vetrina dei maggiori player del settore - aggiunge Daniele Marmigi - Safety Expo è un vero laboratorio di idee e di novità che favorisce l’incontro reale tra domanda e offerta e che continua a registrare un numero sempre crescente di espositori e pubblico: l’edizione 2023 ha contato 300 aziende espositrici, più di 10.000 presenze e 120 eventi fra convegni, seminari, corsi di formazione e addestramento pratico".

Continue Reading

Lavoro

Ancot, 40 anni in difesa e al fianco dei tributaristi

Published

on

Il presidente Bottoni: "Realtà radicata sul territorio nazionale e viva, grazie al contributo quotidiano di ogni singolo associato"

Ancot, 40 anni in difesa e al fianco dei tributaristi

Ancot, Associazione nazionale consulenti tributari, compie 40 anni di promozione, tutela e difesa dei tributaristi. “L’Associazione nazionale consulenti tributari - ha dichiarato il presidente Celestino Bottoni in occasione dell'incontro organizzato per i 40 anni - è una realtà radicata sul territorio nazionale e viva, grazie al contributo quotidiano di ogni singolo associato. Quando penso al passato, riaffiorano alla mente innumerevoli episodi, molte persone amiche che sono da sempre al nostro fianco oppure che, purtroppo, ci hanno lasciato e di cui serbiamo un meraviglioso ricordo. Idee, battaglie, conquiste, emozioni: questo è il nostro patrimonio che non disperderemo, il punto di partenza per continuare a far vivere, quotidianamente, la nostra associazione. Insieme”.

“L’Ancot - spiega Lucia Albano sottosegretario di Stato del Mef - è un importante punto di riferimento a livello nazionale nell’ambito della consulenza tributaria, che svolge un ruolo importante e centrale anche nell’ambito della riforma del fisco, la quale sta procedendo con grande rapidità. La delega fiscale ha visto già dodici decreti attuativi in approvazione, su cui stiamo lavorando sulla linea della semplificazione, della chiarezza e della certezza del diritto”.

Per Andrea Putzu, consigliere regionale delle Marche e presidente della seconda Commissione consiliare permanente “sono quarant’anni importanti quelli dell’Ancot, perché voi tributaristi siete le sentinelle e i consiglieri delle imprese. Il vostro è un lavoro fondamentale, soprattutto in tempi come questi di crisi economica. Auspico a breve un incontro con tutti i referenti provinciali e il referente regionale per una collaborazione sempre più stretta. Anche noi nelle Marche stiamo supportando gli investimenti delle imprese con la programmazione europea e con il fondo 'Credito futuro Marche'. La vostra opera, che svolgete egregiamente a livello nazionale, potrebbe portare anche nelle Marche alla creazione di un tavolo in cui potreste esporci le vostre idee”.

Marco Giuliani, dell'Università Politecnica delle Marche, ha ricordato il primo master sui principi contabili, organizzato con l’Ancot nel 2014 seguito poi da numerosi altri momenti di formazione: “Voi siete oggi chiamati ad essere parte attiva, al fianco delle imprese, di numerosi mutamenti: la riforma in atto cambierà radicalmente l’approccio alla fiscalità e voi ne sarete interpreti attivi, ma anche altri temi come la sostenibilità e la digitalizzazione renderanno ancor più importante il vostro ruolo”.

“I vostri quarant’anni di lavoro sono d’ispirazione per l’intera confederazione - ha aggiunto il presidente della confederazione Aepi, Mino Dinoi - perché non si può raggiungere tale traguardo senza competenza ed entusiasmo, senza voglia di crescere: si tratta di un patrimonio per l’intera comunità e anche per la Confederazione, che intende festeggiare i quarant’anni Ancot a maggio, durante il prossimo Meeting Aepi”.

“Nei nostri quarant’anni di attività - sottolinea il presidente Bottoni - ci sono stati momenti in cui gli uomini dell’associazione hanno deciso di passare il testimone ai giovani, dopo aver dato ampia testimonianza del loro valore. Vedo tanti giovani che ci permettono di immaginare, fra dieci anni, un cinquantennale ancora più ricco di episodi da ricordare e traguardi da festeggiare. Loro saranno la nuova classe dirigente nella misura in cui ognuno di noi, oggi, saprà interessarli, aiutarli, sostenerli. In fondo, le persone da cui abbiamo imparato tutto, in associazione, non sono quelle che ci hanno rimbrottato per ogni minimo errore, ma che ci hanno lasciati liberi anche di sbagliare, purché il nostro lavoro fosse stato svolto con spirito positivo e proattivo”.

Continue Reading

Lavoro

Formazione, Fondirigenti: 10 milioni di euro per piani su...

Published

on

L’Avviso 1/2024 finanzia piani formativi mirati ad accrescere il mindset e le competenze digitali dei dirigenti per migliorare le performance delle imprese e l’occupabilità del management

Formazione, Fondirigenti: 10 milioni di euro per piani su competenze digitali per competitività impresa

E' dedicato all’innovazione digitale il primo Avviso nazionale dell’anno (Avviso 1/2024) di Fondirigenti, il Fondo interprofessionale leader in Italia per il finanziamento della formazione continua dei dirigenti, promosso da Confindustria e Federmanager. I processi di trasformazione digitale, amplificati dalle recenti evoluzioni delle tecnologie legate all’Intelligenza Artificiale, hanno infatti bisogno di essere presidiati da un management preparato, al fine di garantire significativi impatti in termini di performance per le imprese, di occupabilità dei lavoratori e di risultati aziendali rispetto agli indicatori Esg di sostenibilità. E Fondirigenti ha scelto di concentrare su questo specifico fattore il principale Avviso dell’anno.

“I dati e le ricerche di Fondirigenti - spiega il dg del Fondo Massimo Sabatini - indicano con chiarezza il crescente fabbisogno di competenze manageriali necessarie per governare questi processi, sia per sfruttare le opportunità connesse all’innovazione, sia per far fronte alle insicurezze che rischiano di stravolgere il mercato del lavoro dei prossimi anni. La formazione manageriale può essere uno dei principali strumenti per accompagnare questa trasformazione, che riguarda in maniera trasversale i principali ambiti di funzionamento delle imprese”.

Da qui nasce l’Avviso 1/2024, con il quale il Fondo intende proseguire il percorso intrapreso nel sostegno all’innovazione attraverso la leva formativa, con uno stanziamento complessivo di 10 milioni di euro (per un importo massimo di 12.500 euro ad azienda). Due le macroaree di competenze prioritarie, necessarie a guidare il cambiamento: da un lato le competenze tecnico-gestionali, legate all’utilizzo della tecnologia e della digitalizzazione nei processi e gestione delle relazioni con l’ecosistema dell’innovazione, dall’altro le competenze soft, riguardanti la leadership ed il cosiddetto mindset manageriale, inclusa la capacità di favorire nelle imprese processi di apprendimento organizzativo.

Potranno essere finanziati sia Piani aziendali singoli sia Piani aggregati, in risposta a specifiche esigenze di collaborazione tra settori o filiere. Sono, inoltre, previste premialità per incoraggiare la partecipazione delle piccole imprese che accedono a percorsi di transizione digitale in percentuale minore rispetto alle medie e grandi, e delle imprese delle regioni del Sud che utilizzano la leva formativa in modo ancora troppo limitato, con significativi ritardi nella digitalizzazione e nell’innovazione. In particolare, sono quattro gli ambiti di intervento identificati, tutti caratterizzati dal ruolo chiave della trasformazione digitale: strategie, processi, organizzazione, capacità individuali. I contenuti delle proposte potranno riguardare interventi formativi per sfruttare la leva digitale nei processi di pianificazione e innovazione strategica per la transizione sostenibile in chiave Esg (riduzione dei consumi, efficientamento risorse, sostenibilità ed economia circolare, ecc.), o interventi per innovare i processi produttivi (digital lean, internet of things, business intelligence, big data, marketing 5.0, cybersecurity, ecc.), o ancora interventi per migliorare l’organizzazione del lavoro (progettazione e pianificazione processi lavorativi, recruiting, valutazione delle performance, ecc.) o, infine, interventi per governare le innovazioni tecnologiche e guidare il cambiamento tecnologico attraverso l’innovazione del mindset e la capacità di utilizzare in modo consapevole gli strumenti digitali, tenendo conto anche degli aspetti etici.

“E' un Avviso importante - afferma il presidente Marco Bodini - a cui dedichiamo uno stanziamento di risorse altrettanto importante, per mettere la formazione manageriale al servizio di una delle missioni fondamentali del Pnrr, quella della trasformazione digitale del Paese. Oggi più che mai, in tempi di Intelligenza Artificiale sempre più presente negli investimenti aziendali, ciò che può fare la differenza è un management aggiornato e responsabile, capace di guidare con lungimiranza i processi di innovazione nelle diverse funzioni aziendali”.

La presentazione dei Piani formativi dovrà avvenire attraverso l'Area riservata delle aziende, sul sito di Fondirigenti, a partire dalle ore 12.00 dell’8 maggio 2024 fino alle ore 12.00 del 20 giugno 2024. Il testo integrale dell’Avviso e le Linee guida per la presentazione sono disponibili nella sezione dedicata sul sito di Fondirigenti da cui è possibile registrarsi al webinar nazionale in programma per il prossimo 6 maggio alle ore 15:00 per conoscere le priorità e le caratteristiche dell’Avviso e ricevere indicazioni utili alla partecipazione.

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora2 ore ago

Ucraina, Biden: “Subito armi a Kiev”. Missili...

L'Ucraina ha già ricevuto i missili a lungo raggio Subito armi a Kiev. Il presidente americano Joe Biden lo ha...

Ultima ora2 ore ago

Ucraina, ecco i nuovi missili Atacms: come cambia la guerra

Kiev riceve dagli Usa i missili per colpire obiettivi a 300 km. Mosca pensa a 'zona cuscinetto' L'Ucraina ha chiesto...

Spettacolo3 ore ago

‘La fisica dell’amore’, Schettini...

Il programma stroncato da TvBlog, la risposta del divulgatore scientifico Il professore Vincenzo Schettini, famoso sui social con la pagina...

Economia3 ore ago

Italia Economia n. 17 del 24 aprile 2024

Trasporti: Le sfide per il TPL passano per la transizione energetica e il fondo nazionale; Il "Megafono Sociale" di Danone:...

Economia3 ore ago

Enel, intesa con sindacati: 2.000 ingressi in 3 anni

Nota del gruppo: individuato percorso condiviso che mette al centro le persone, le reti e la transizione energetica Accordo raggiunto...

Politica3 ore ago

Europee, magistrato Tarfusser si candida: ira Castagna...

“Magari alle prossime elezioni candidate Olindo…”. Cuno Tarfusser, il magistrato che ha chiesto, ben prima della difesa di Olindo Romano...

Sport3 ore ago

Atalanta-Fiorentina 4-1, nerazzurri in finale Coppa Italia...

Poker dei bergamaschi contro i viola nel ritorno della semifinale L'Atalanta batte la Fiorentina per 4-1 nel ritorno della semifinale...

Ultima ora3 ore ago

Houthi rivendicano attacchi contro due navi Usa e una...

Nel Golfo di Aden e nell'Oceano Indiano. Il portavoce militare non ha specificato la data degli attacchi Il gruppo Houthi...

Cronaca6 ore ago

Assalto Cgil, Cassazione: Appello bis per nove imputati

I giudici hanno annullato con rinvio le sentenze della Corte di Appello di Roma, che avevano confermato le condanne degli...

Spettacolo6 ore ago

Spotify lancia la quarta edizione di Radar, prima volta in...

Negli spazi di Arca Milano si è tenuta la quarta edizione di Radar, il programma globale di Spotify nato per...

Ultima ora6 ore ago

Spagna, l’annuncio di Sanchez: “Lunedì decido...

Dopo l'inchiesta giudiziaria che ha coinvolto la moglie, il premier socialista scrive una lettera ai cittadini sui social: "Devo fermarmi...

Ultima ora6 ore ago

Spotify presenta i nuovi talenti di ‘Radar...

Gli artisti selezionati sono Tony Boy, okgiorgio, Coca Puma, STE, Sally Cruz e centomilacarie. Arriva in Italia la quarta edizione...

Salute e Benessere6 ore ago

Università, Gesualdo (Fism): “Nettamente contrari a...

"D'accordo con Ordine medici e Anaao. Serve programmazione razionale, le Scuole di Medicina non possono accogliere 70mila iscritti per mancanza...

Cronaca6 ore ago

Cospito, Cassazione conferma condanna a 23 anni per...

Difesa Cospito: "Rammarico per condanna estremamente severa". Confermata la pena a 17 anni e 9 mesi per Anna Beniamino La...

Ultima ora6 ore ago

Cospito, Cassazione conferma condanna per attentato ex...

Confermate la pena a 17 anni e 9 mesi per Anna Beniamino. Difesa Cospito: "Rammarico per condanna estremamente severa" La...

Sport7 ore ago

Zaccagni, Felipe Anderson e Kamada: gli aggiornamenti

In casa Lazio si fa la conta degli infortunati La Lazio, nonostante la buona prestazione che ha portato alla vittoria ieri...

Ultima ora7 ore ago

Netanyahu: “Antisemitismo nei campus Usa come in...

"Quello che sta accadendo è orribile" "Quello che sta accadendo nei campus universitari americani è orribile. Bande antisemite hanno preso...

Sport7 ore ago

Jacobs apre la stagione, debutto nei 100 metri in Florida

Il campione olimpico rompe il ghiaccio Marcell Jacobs rompe il ghiaccio e dopo i tweet ironici annuncia il debutto: il...

Ultima ora7 ore ago

Lunedì a Roma presentazione campagna per europee ed eventi...

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del voto alle europee e gli eventi organizzati in occasione della Giornata dell’Europa del 9...

Politica7 ore ago

Neonato con malformazione cardiaca trasferito da Uk a Roma:...

Il piccolo di circa un mese trasportato con un C130 dell'aeronautica è stato operato oggi. L'ospedale: "Aumentate le chance di...