Connect with us

Salute e Benessere

Censis, 9,8 mln italiani con dolore cronico, costi per 62...

Published

on

Censis, 9,8 mln italiani con dolore cronico, costi per 62 mld l’anno

Censis, 9,8 mln italiani con dolore cronico, costi per 62 mld l'anno

Sono 9,8 milioni gli italiani che soffrono di dolore cronico di intensità moderata o grave. Corrispondono al 19,7% degli italiani maggiorenni: due su dieci. Si oscilla tra il 14,7% dei giovani, il 21,1% degli adulti e il 20,9% degli anziani, con una prevalenza femminile: il 21,2% delle donne rispetto al 18,1% degli uomini. E con costi sociali per quasi 62 miliardi all’anno, considerando l’insieme delle spese a carico dei malati, il costo delle prestazioni sanitarie a carico del Servizio sanitario nazionale, la mancata produttività dei pazienti, i servizi di assistenza di cui necessitano e il 'care' informale. È quanto emerge dal 1° Rapporto Censis-Grünenthal "Vivere senza dolore", presentato oggi a Roma, alla biblioteca del Senato.

Ancora sui costi: si stimano in 6.304 euro in media all’anno per paziente, di cui 1.838 euro di costi diretti e 4.466 euro di costi indiretti. I primi sono in capo ai pazienti per 646 euro e 1.192 euro ricadono sul Servizio sanitario nazionale. Complessivamente, dunque, si arriva a stimare in 61,9 miliardi all’anno la spesa in Italia. Le spese private afferenti alla gestione e alla cura della patologia pesano 'molto' o 'abbastanza' sul bilancio familiare secondo il 66,5% dei malati, per il 28% in misura ridotta e solo per il 5,5% non incidono significativamente. Le spese private pesano 'molto' o 'abbastanza' sui budget familiari del 76% delle persone con redditi bassi e del 48,3% delle persone più abbienti.

E ancora: per il 67,8% il dolore cronico moderato o grave ha un impatto sulla vita quotidiana e sul proprio benessere 'molto' (11,1%) o 'abbastanza' (56,7%) negativo, mentre per il 28,2% incide negativamente ma in misura ridotta e solo per il 4% non ha effetti negativi. In ogni caso, per il 92,8% dei malati il dolore cronico di intensità moderata o severa condiziona le proprie attività quotidiane e solo il 7,2% ci convive senza rilevanti effetti negativi.

Per 40% malati conseguenze negative sul lavoro, 11% ha dovuto lasciare

I vincoli nella vita quotidiana sono: le difficoltà nel sollevare oggetti (per il 60,2%), fare ginnastica o altro esercizio fisico (59,3%), dormire (50,5%), passeggiare (49%), svolgere le faccende domestiche (48,5%), partecipare alle attività sociali e ricreative (36,8%), guidare l’automobile (23,6%), gestire le relazioni con i familiari e con gli amici (23,2%), il desiderio e le relazioni sessuali (22,7%), le ordinarie attività quotidiane come lavarsi e vestirsi (22,6%), l’alimentazione (18,6%). Ulteriori effetti negativi sulla condizione psico-fisica dei malati sono: il 48,8% avverte apatia, perdita di forze, debolezza, il 38,2% tende facilmente alla commozione, il 37% vive stati di ansia e di depressione, il 30,8% soffre di vertigini. Perciò al 38,2% capita di dover ricorrere a forme di supporto da parte di familiari, amici o volontari.

Per il 40,6% dei malati, inoltre, l’insorgenza della patologia ha avuto conseguenze negative sul proprio lavoro. Il 35,4% ha dovuto mettersi in malattia, il 30,8% ha dovuto chiedere permessi per recarsi dal medico e per effettuare le terapie, il 27,7% ha dovuto assentarsi spesso dal lavoro, il 25% ha ridotto il rendimento (e quindi le opportunità di carriera), il 13,3% ha dovuto cambiare mansioni, l’11,8% ha dovuto ridurre l’orario ricorrendo al part time (cui corrisponde una retribuzione ridotta), il 5,8% ha dovuto lavorare da casa, il 3,8% è stato costretto a cambiare lavoro perché l’impiego non era più compatibile con le problematiche legate al dolore. Addirittura, l’11,1% dei malati ha dovuto smettere di lavorare e l’1,2% è stato licenziato. Inoltre, il 41,3% dei malati occupati dichiara che la propria condizione viene talmente sottovalutata al lavoro da essere considerata un pretesto per assentarsi o per impegnarsi di meno.

Ma a pesare sulla vita quotidiane sono anche solitudine e incomprensione. Il 62,1% dei malati riesce a tenere il dolore sotto controllo grazie a farmaci, terapie e trattamenti. Tuttavia, il 56,5% ritiene che nessuno capisca veramente la proprio sofferenza e il 46,7% si sente solo con il proprio dolore. Il 36,4% ha la sensazione che persino il proprio medico sottovaluti la patologia. Più in generale, per il 72,5% dei malati il dolore nella nostra società è decisamente sottovalutato. Ma cosa si aspettano i malati? Per l’81,7% il dolore dovrebbe essere riconosciuto come una patologia a sé stante. Per l’86,2% è fondamentale istituire, nell’ambito del Ssn, uno specialista di riferimento per il dolore cronico di intensità moderata o severa o un servizio specificamente dedicato.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Salute e Benessere

Sanità, Meninni: “Ora collaborazione cross-settoriale...

Published

on

Sul Manifesto Sostenibilità e innovazione nel diabete, 'impatto ambientale è tra gli obiettivi fondamentali da tenere in considerazione'

Francesco Saverio Mennini, Capo Dipartimento della Programmazione, dei dispositivi medici, del farmaco e delle politiche in favore del Ssn del Ministero della Salute

"Dei cinque punti chiave del Manifesto ‘Sostenibilità e innovazione nel diabete’ sicuramente la collaborazione cross-settoriale e l’innovazione dell’ecosistema salute rappresentano due cardini importanti su cui puntare da subito, anche perché il primo si riferisce al rafforzamento appunto della collaborazione cross-settoriale sui temi dell’ambiente e della salute, quindi riprende un po' il concetto anche dell'approccio One Health, direzione nella quale il ministero della Salute sta andando tant’è che è stata prevista una Direzione generale dedicato". Così all’Adnkronos Salute Francesco Saverio Mennini, Capo Dipartimento della Programmazione, dei dispositivi medici, del farmaco e delle politiche in favore del Ssn del Ministero della Salute, esperto in economia sanitaria, durante la presentazione del Manifesto 'Sostenibilità e innovazione nel diabete’ realizzato da The European House Ambrosetti con il contributo non condizionante di Novo Nordisk, in occasione dell’evento ‘Salute, Ambiente e Clima: una visione integrata – Focus su sostenibilità e innovazione nel diabete' tenutosi oggi a Roma presso la Biblioteca del Senato - Sala degli Atti parlamentari.

Il "secondo punto importante, a mio avviso – continua Mennini che è anche Research Director Eehta del Ceis, Università degli Studi di Roma Tor Vergata - è quello dell'innovazione dell’ecosistema salute, dove appunto si prevede un'implementazione di strumenti e processi innovativi, affinché la sanità diventi ancora più sostenibile".

Mennini sottolinea l’importanza dell’impatto ambientale che è "tra gli obiettivi fondamentali da tenere in considerazione" perché "è uno dei punti cardine che negli ultimi anni è stato sviluppato all'interno della metodologia dell'HTA Health Technology Assessment, ormai utilizzata a livello europeo per la valutazione dell'impatto delle tecnologie. Quindi sì farmaci, sì dispositivi medici ma anche modelli organizzativi e gestionali", conclude.

Continue Reading

Salute e Benessere

Uap lancia manifestazione a settembre: “No a...

Published

on

"Saggia decisione del Governo di escluderle da decreto anti-liste d'attesa. Noi ci opporremo fermamente nella sede parlamentare ad ogni disegno normativo potenzialmente in grado di far nascere assurde confusioni per pazienti e per i clinici rispetto agli esiti delle analisi cliniche che sole possono essere svolte dai competenti laboratori d’analisi cliniche e diagnostica"

Uap lancia manifestazione a settembre:

"Salutiamo con gratitudine e soddisfazione la saggia decisione del Governo Meloni di escludere la norma relativa alle 'Disposizioni urgenti per promuovere l’erogazione dei servizi in farmacia' dal decreto legge 7 giugno 'anti-liste d'attesa'. La norma, che apre la possibilità alle farmacie di effettuare prestazioni di laboratorio di analisi non più limitate al solo test di autocontrollo sinora consentito, potrebbe trasformerebbe le farmacie non solo in laboratori d’analisi ma in erogatori di servizi sanitari, nonostante il farmacista non possieda gli strumenti conoscitivi e strumentali per trasformare il semplice reperto derivante dal prelievo di sangue o genetico in un referto corredato da unità di misura, intervalli di riferimento e limiti decisionali". Così l'Uap, l'Unione nazionale ambulatori, poliambulatori, enti e ospedalità privata, in una nota torna a ribadire con fermezza i paletti rispetto all'allargamento della 'farmacia dei servizi'. L'Uap annuncia a metà settembre "una importante manifestazione".

"Gli elementi, indispensabili per la valutazione clinica, spettano assieme alla garanzia e al controllo della qualità analitica in via esclusiva ai professionisti della medicina di laboratorio e quindi ai laboratori pubblici e privati e ai centri polispecialistici, che contano oltre 95.000 strutture sul territorio nazionale, coì come per tutti gli altri test di diagnosi", ribadisce Uap, guidata da Mariastella Giorlandino.

'Noi ci opporremo fermamente nella sede parlamentare ad ogni disegno normativo'

"Noi ci opporremo fermamente nella sede parlamentare ad ogni disegno normativo potenzialmente in grado di far nascere assurde confusioni per pazienti e per i clinici rispetto agli esiti delle analisi cliniche che sole possono essere svolte dai competenti laboratori d’analisi cliniche e diagnostica. Le farmacie - rimarca Uap - non possiedono le competenze per erogare prestazioni che i laboratori di analisi e i centri polispecialistici sinora effettuano dopo aver seguito i previsti e certificati programmi di formazione specifica, a valle di complesse procedure di autorizzazione e accreditamento regionale, dopo aver rispettato gli oltre 420 requisiti necessari per iniziare l’attività a tutela della salute dei cittadini, adeguato i propri locali ai migliori standard igienico - sanitari oltre che tecnologici e logistici, con importanti investimenti economici e di risorse umane".

"Confidiamo sempre nell’alta autorità e di presidio della Costituzione svolta magistralmente e quotidianamente con cura sapiente e visione imparziale da parte della Presidenza della Repubblica per la tutela delle leggi - ricorda Uap - Siamo certi che le leggi all’esame di questo Parlamento non saranno in grado di violare l’articolo 32 della nostra Costituzione, alta garanzia costituzionale a tutela della salute pubblica e privata; in questa prospettiva, noi siamo per il mantenimento della normativa vigente (il D.Lgs. numero 153 del 2009), in base al quale l’esecuzione di esami di laboratorio nelle farmacia resta limitata a 'prestazioni analitiche di prima istanza rientranti nell’ambito dell’autocontrollo' vale a dire i test gestibili direttamente dai pazienti o dal farmacista mediante il prelievo di sangue capillare e per tutto il resto, ai fini autorizzativi per qualsiasi diagnosi al mantenimento del D.Lgs. numero 502 del 1992 attualmente vigente".

Continue Reading

Salute e Benessere

Aids, nuovi farmaci a rilascio prolungato, una rivoluzione...

Published

on

PROVETTE ANALISI HIV AIDS (Aresu, MILANO - 2004-08-02) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - FOTOGRAMMA

Novità scientifiche e terapeutiche e un nuovo approccio sempre più deciso della comunità scientifica, supportata dalle istituzioni e con il contributo della community, verso una corretta informazione sulle malattie infettive trasmesse per via sessuale. È questo uno degli spunti principali della 16° edizione di Icar, Italian Conference on Aids and Antiviral Research che si tiene dal 19 al 21 giugno a Roma all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro Congressi Europa. Rinnovata sensibilità su questi temi, con la premiazione del concorso RaccontART, dove i giovani raccontano la prevenzione attraverso le loro opere video/fotografiche e grafiche.

Per questa XVI edizione di Icar, che torna nella Capitale dopo sei anni, sono attesi oltre mille tra specialisti e clinici, giovani ricercatori, infermieri, operatori nel sociale, volontari delle associazioni pazienti, per un’iniziativa che si conferma punto di riferimento per la comunità scientifica in tema di Hiv-Aids, Epatiti, Infezioni Sessualmente Trasmissibili e Virus emergenti. Icar è organizzato sotto l’egida della Simit, la Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali, di tutte le maggiori società scientifiche di area infettivologica e virologica e del mondo della Community. I presidenti di questa edizione sono Antonella Cingolani, ricercatore Malattie infettive, Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università Cattolica, Roma;Antonio Di Biagio, professore associato Malattie Infettive, Università di Genova; Massimo Farinella, responsabile Salute Circolo Mario Mieli; Giulia Carla Marchetti, professore ordinario di Malattie Infettive Università degli Studi di Milano.

“ICAR rappresenta un appuntamento consolidato per la nostra società scientifica – commenta Roberto Parrella, presidente Simit –. Le sfide poste dall’HIV si stanno rinnovando: la popolazione affetta dal virus invecchia come la popolazione generale grazie all'efficacia delle terapie, ma d'altro canto aumentano le comorbidità e le possibili interazioni farmacologiche. Accogliamo con soddisfazione il coinvolgimento di tanti giovani ricercatori, che devono essere preparati a questa nuova fase: oggi abbiamo strumenti di prevenzione come la PrEP, mentre la terapia antiretrovirale permette alle persone con HIV di avere una qualità di vita simile alla popolazione generale; tuttavia, l’infezione è ancora presente e minacciosa e come tale deve essere considerata. Per questo, è necessario rilanciare campagne di informazione corrette e sempre più aggiornate”.

"Il claim di questa edizione di Icar 'Research and care: from bench, to bedside, to community' evidenzia il nostro intento: non esiste ricerca clinica senza un pieno coinvolgimento del paziente – sottolinea Antonella Cingolani - Oggi la terapia antiretrovirale permette di garantire una sopravvivenza ai pazienti Hiv positivi che si avvicina sempre di più a quella della popolazione generale; se la terapia è assunta regolarmente, la viremia si può azzerare fino a rendere il virus non trasmissibile, come sancito dall’equazione U=U, Undetectable=Untrasmittable. Ciò non significa che l’HIV sia sconfitto, anzi, resta un ampio sommerso, come dimostrano le diagnosi tardive che emergono ogni anno, con pazienti talvolta già in Aids. I nuovi strumenti a disposizione poi ci impongono di pensare a un trattamento personalizzato per ogni paziente e a una terapia che possa durare per decenni”.

I nuovi farmaci a lunga durata, i cosiddetti 'long acting', rappresentano il traguardo più recente raggiunto dalla ricerca, con ulteriori prospettive di sviluppo. Già oggi la terapia antiretrovirale ha reso l’Hiv un’infezione cronica, con la corretta assunzione che rende il virus non rilevabile nel sangue. "Siamo a una svolta nella terapia per l’Hiv – sottolinea Antonio Di Biagio –. Già con i nuovi farmaci, disponibili da circa due anni, abbiamo potuto allungare la periodicità della somministrazione a 8 settimane per la terapia iniettiva intramuscolo e a sei mesi per la via sottocutanea. Tuttavia, con i l'ong acting' attualmente a disposizione si stima che solo il 50% delle persone con Hiva (dati coorte Arca - Antiviral Response Cohort Analysis) possa accedere a questi trattamenti. Con i nuovi farmaci, i cui studi sono in fase 2 e 3, che in Italia probabilmente saranno disponibili dal 2025, la stragrande maggioranza dei pazienti potrà fruire di trattamenti a rilascio prolungato, con benefici per l’aderenza terapeutica, per la qualità della vita, per la lotta allo stigma, visto che si tratta di una terapia che impatta pochissimo sulla quotidianità, garantisce efficacia a lungo termine e bassa tossicità”.

L’ambito formativo di Icar sarà valorizzato dall’assegnazione dei premi ai giovani ricercatori italiani con gli Icar-Croi Awards, gli Scientific Committee Awards e i Simit Special Awards. Vi sarà anche la 10° edizione di RaccontART, il tradizionale contest artistico attraverso cui ragazzi degli istituti superiori esprimono il loro punto di vista sulle tematiche infettivologiche al centro di Icar. Educazione a tutto tondo quindi, con anche la presentazione del progetto EduForIST, a cui è dedicato un simposio e varie comunicazioni orali.

Continue Reading

Ultime notizie

Politica2 ore ago

Autonomia, Furgiuele (Lega): “Decima? Ho fatto come...

Il deputato del Carroccio: "Gesto fatto per dire che non mi piace Bella ciao" "A X Factor facevano la X...

Politica2 ore ago

Rissa alla Camera, Donno: “Colpito da un pugno...

Il deputato M5S ricostruisce i momenti dell'aggressione: "Calci e pugni da parlamentari di Lega e Fratelli d'Italia, vedrò se prendere...

Cronaca2 ore ago

G7, Meloni a Borgo Egnazia con la figlia. Promossa dal...

Italo Farnetani: "Alla premier consiglio di fare tappa in una spiaggia Bandiera verde e le lancio un appello perché abolisca...

Cronaca3 ore ago

Vaccini, da Aviaria a Dengue per Italia strategia...

No al contratto Ue per l'acquisto del vaccino prepandemico Seqirus. Lopalco: "Scelta miope che ci isola" Passata l'emergenza della pandemia...

Politica3 ore ago

Autonomia, caos alla Camera: “Pugni in testa a...

Il protagonista dell'aggressione sarebbe stato Igor Iezzi (Lega). Donno portato via, visibilmente sconvolto, in carrozzina. Furgiuele espulso dall'Aula per aver...

Sport3 ore ago

Automobilismo, Mille Miglia: secondo pomeriggio di gara fra...

Ripartite dopo il pranzo in gara dall’area del porto antico di Genova, le vetture della 1000 Miglia 2024 hanno sfilato...

Esteri3 ore ago

Macron e lo scioglimento dell’Assemblea nazionale:...

Il Presidente francese ha spiegato la decisione: "Con un tale risultato non bastava un rimpasto" "È un voto europeo ma...

Economia4 ore ago

Pmi, Berselli (Bper Banca): “Vogliamo affiancare le...

Al Bper Forum di Modena promosso con Rtz Advisory, Confindustria Emilia e dipartimento Scienze aziendali università Bologna “Vogliamo infatti affiancare...

Sport4 ore ago

Juventus, Thiago Motta è il nuovo allenatore: contratto...

Il tecnico italo-brasiliano ha firmato un accordo con il club bianconero fino al 30 giugno 2027 È ufficiale: il prossimo...

Economia4 ore ago

Tassi in calo per i prestiti: ad aprile scesi al 4,09%

Lo rileva Bankitalia Ad aprile i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie per l'acquiso di abitazioni comprensivi delle...

Sport4 ore ago

Monza, Nesta è il nuovo allenatore: è ufficiale

A dare l'ufficialità è il club brianzolo con una nota sul proprio sito web Alessandro Nesta è il nuovo allenatore...

Politica4 ore ago

Orsini contro Di Maio: “Un privilegiato dei poteri...

Il sociologo va in difesa di Conte dopo l'attacco dell'ex ministro degli Esteri: "Pur non essendo eletto ha ottenuto un...

Esteri4 ore ago

Russia, nuove sanzioni Usa. Da Borsa Mosca stop a...

Il segretario di Stato americano Blinken ha affermato che le sanzioni colpiscono “molti settori essenziali per lo sforzo bellico della...

Politica4 ore ago

Veneto, Fratelli d’Italia ‘prenota’...

Crippa: "Contano le persone, non i numeri" Fratelli d'Italia torna a reclamare il candidato alla presidenza del Veneto per il...

Salute e Benessere4 ore ago

Sanità, Meninni: “Ora collaborazione cross-settoriale...

Sul Manifesto Sostenibilità e innovazione nel diabete, 'impatto ambientale è tra gli obiettivi fondamentali da tenere in considerazione' "Dei cinque...

Politica4 ore ago

Patto Salvini-Le Pen, obiettivo: unire tutte le forze di...

Faccia a faccia tra i due leader prima dell'incontro allargato al gruppo: nessuna apertura a sinistre ed eco-fanatici Unità del...

Esteri4 ore ago

Francia, Ciotti espulso da partito dei Repubblicani. La...

Martedì l'annuncio dell'accordo con Rassemblement National di Marine Le Pen Eric Ciotti espulso dal partito dei repubblicani (Les Républicains, Lr)....

Esteri5 ore ago

Hamas vuole garanzie scritte da parte degli Stati Uniti...

Hamas vuole garanzie scritte da parte degli Stati Uniti per un cessate il fuoco permanente e il ritiro delle forze...

Salute e Benessere5 ore ago

Uap lancia manifestazione a settembre: “No a...

"Saggia decisione del Governo di escluderle da decreto anti-liste d'attesa. Noi ci opporremo fermamente nella sede parlamentare ad ogni disegno...

Cronaca5 ore ago

L’ex arcivescovo esorcista Milingo compie 94 anni

Emmanuel Milingo, l’ex arcivescovo di Lusaka dimesso dallo stato clericale nel 2009, domani compie 94 anni e, come dono di...