Connect with us

Finanza

Equita a Roma per celebrare mezzo secolo di finanza...

Published

on

Equita a Roma per celebrare mezzo secolo di finanza indipendente

Equita, la principale banca d’affari indipendente italiana, celebra il suo 50esimo anniversario con un evento a Roma dedicato a imprenditori, manager ed istituzioni. La serata – a cui hanno aderito più di 200 partecipanti – è stata l’occasione per consolidare il posizionamento di Equita nella Capitale ed approfondire alcuni temi di attualità, tra cui la transizione energetica, la trasformazione digitale e l’importanza della finanza straordinaria, temi questi rivelatisi ancora una volta centrali per la crescita del Paese. L’evento ha visto la partecipazione istituzionale dell’On. Maurizio Leo, Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, e una tavola rotonda moderata da Stefano Donnarumma, Senior Advisor Equita, a cui sono intervenuti Silvia Rovere, Presidente Poste Italiane, Pietro Labriola, Amministratore Delegato TIM, e Giuseppe Gola, Amministratore Delegato Open Fiber.

Andrea Vismara, Chief Executive Officer di Equita, ha commentato: “Mezzo secolo di storia è un traguardo importante per una banca d’affari come la nostra, che si posiziona come il principale esperto indipendente in Italia sui mercati finanziari e sul mercato dei capitali. Essere qui a Roma a celebrarlo insieme a tanti imprenditori ed istituzioni è il giusto modo per concludere degnamente quest’anno”. Carlo Andrea Volpe, Co-Head dell’Investment Banking di EQUITA, ha aggiunto: “Con l’evento di oggi consolidiamo il nostro ruolo di partner credibile su Roma, al fianco di imprenditori, società ed istituzioni. Abbiamo tante opportunità di crescita da cogliere, un po’ su tutti i fronti, e molte passano dalla Capitale”.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Finanza

Fmi, Kristalina Georgieva confermata per altri 5 anni come...

Published

on

Il Comitato esecutivo del Fondo Monetario Internazionale ha confermato Kristalina Georgieva come amministratore delegato per un secondo mandato di 5 anni a partire dal 1° ottobre 2024.

Continue Reading

Finanza

Borse europee chiudono in deciso calo sotto peso Fed, a...

Published

on

Borse europee chiudono in deciso calo sotto peso Fed, a Milano corre Eni (+1,04%)

Chiusura in deciso calo per le principali Borse europee, con Milano che scivola a 34.010 punti lasciando sul terreno l'1,29%. Sostanzialmente analoghi i livelli di Parigi (-1,11%) e Francoforte (-1,34%), mentre Londra limita le perdite a quota -0,85%.

A pesare sul Vecchio continente le dichiarazioni dell'economista Nouriel Roubini al workshop Ambrosetti di Cernobbio, secondo il quale "in uno scenario di 'no landing', con l’inflazione che non scende verso il target, la Fed potrebbe tagliare i tassi solo uno o due volte o non tagliarli" affatto e "l'anno prossimo si potrebbe prevedere che non solo non li tagli, ma addirittura li aumenti".

In questo scenario il principale listino milanese evidenzia pochi titoli in crescita: su tutti Eni, maglia rosa, che sulla scia dei programmi di buyback deliberati nella serata di ieri dal Cda, guadagna l'1,04% attestandosi a 15,50 euro per azione. Va bene anche per Leonardo, che avanza dello 0,82%, mentre la giornata è stata piuttosto pesante per il comparto energetico: Snam è maglia nera e chiude in calo del 3,95%, seguita da Italgas (-3,65%), Terna (-2,62%) ed Enel (-2,30%). In rosso anche le banche: Mps cede il 3,13%, Pop Sondrio il 2,15%.

Continue Reading

Finanza

Belingheri (Bff): ”risiko bancario? Ci interessa...

Published

on

Massimiliano Belingheri, Ad di Bff Banking Group

Il risiko bancario continua a tenere alta l'attenzione di mercati e investitori, che si chiedono come finirà la partita delle possibili unioni-acquisizioni-fusioni tra i gruppi bancari italiani. Le pagine dei giornali riportano quotidianamente aggiornamenti, rumors e ipotesi, alla ricerca di possibili indizi su quale potrebbe essere l'esito finale e le conseguenze che ne potrebbero derivare. C'è tuttavia anche chi vive questa 'febbre' da spettatore più o meno disinteressato, pur facendo parte a pieno titolo del settore. Come Bff Banking Group, il più grande operatore di finanza specializzata in Italia, tra i leader in Europa nella gestione e nello smobilizzo pro soluto di crediti commerciali vantati nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, e leader in Italia nei securities services e nei servizi di pagamento. Un istituto che nel 2023 ha registrato utili per 183,2 milioni di euro e un payout ratio del 100%.

Unica banca depositaria italiana, Bff fornisce servizi di depositario a big come Fonchim, Bcc Sgr e Fopen. Considerata struttura di riferimento a sostegno dell’industria italiana dei fondi pensione, dove ha una quota di mercato pari al 55% per numero di fondi negoziali ai quali offre il servizio di banca depositaria, opera anche in Croazia, Francia, Grecia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna.

"Noi non siamo una banca retail, come quelle più tradizionali -spiega all'Adnkronos Massimiliano Belingheri, amministratore delegato di Bff- facciamo un mestiere particolare, un po' diverso dagli altri istituti; siamo una banca di secondo livello, ossia una banca che offre e coordina servizi ad altre banche, a imprese e istituzioni finanziarie, su tre aree: factoring pro soluto e lending verso la Pubblica amministrazione e la Sanità, securities services e pagamenti. Abbiamo circa 110 miliardi di euro di assets under custody, di cui circa 60 come banca depositaria, e siamo un pezzo unico dell'infrastruttura del sistema bancario italiano, se si pensa che gestiamo circa tra il 15 il 20% di tutti i bonifici italiani, agendo come fornitore di tutte le banche medio piccole che utilizzano la nostra infrastruttura per non accedere direttamente alle infrastrutture di mercato".

Il risiko bancario interessa quindi in maniera marginale: "La nostra banca opera in nicchie relativamente uniche rispetto alle banche retail tradizionali, nicchie di specialty finance. Nel consolidamento del settore bancario, ci saranno sempre operazioni nel mondo delle banche medio-piccole, le cosiddette LSI - Less Significant Institutions. Ma si tratta di un mondo molto variegato e molto spesso si parla di business model molto specializzati o di banche molto radicate sul territorio, per questo non c'è una reale necessità di fondersi con altre realtà. In questo comparto molti modelli di business funzionano proprio perché sono indipendenti. La sfida, piuttosto, è spesso quella di mantenere internamente solo determinate attività per darne altre in outsourcing. E noi, di fatto, fornitori di queste soluzioni, beneficiamo di questo. Proprio per la nostra specializzazione noi siamo un po' eccentrici un po' fuori dal centro del consolidamento perché a differenza di altre banche non offriamo particolari sinergie.

D'altra parte, "siamo una banca quotata con un float quasi totale e siamo di fatto una public company, ma non rientriamo nel processo di consolidamento delle banche commerciali più generaliste dove la spinta è legata anche alla necessità di controllare i costi di una crescente complessità. Le banche tradizionali costituiscono una realtà alla quale non guardiamo perché operano su un business model molto diverso dal nostro. Parte della nostra forza è proprio quella di essere una banca non in competizione con i suoi clienti".

Detto questo, osserva Belingheri, "sarebbe necessario avere una maggiore uniformità della regolamentazione in Europa perché in Italia abbiamo un regolatore molto attento, ma all'estero non tutti i regolatori lo sono. Certamente bisogna stare attenti a non omologare tutto perché questo potrebbe creare problemi di natura diversa, ma sicuramente una maggiore omogeneità aiuterebbe. Il nostro sviluppo di business a livello internazionale ha beneficiato delle regole esistenti perché abbiamo semplicemente aperto delle 'branch' in altri Paesi, cosa che nell'Ue è piuttosto semplice. Ma l'idea di arrivare ad una unione bancaria europea credo sia positiva. L'Italia poi ha una regolamentazione tra le più complete quindi una maggiore omogeneità non potrebbe che favorire le banche italiane (di Cristina Livoli)

Continue Reading

Ultime notizie

Interviste57 minuti ago

Riflessi artistici: il percorso luminoso di Lorenzo Balducci

A cura di Pierluigi Panciroli Lorenzo Balducci inizia il suo viaggio nell’arte all’età di quattordici anni immergendosi negli studi di...

Ultima ora2 ore ago

Siti nucleari e fabbriche di droni, ecco perché Israele ha...

L'impianto target del raid israeliano nell'Iran centrale Importanti siti nucleari, una grande base aerea e fabbriche associate alla produzione di...

Immediapress2 ore ago

Winter Garden a Merlata Bloom Milano, un’opera...

By Rubner Grandi Strutture In Legno Milano, 19 aprile 2024 – Praticamente una serra bioclimatica che garantisce un comfort ottimale...

Salute e Benessere2 ore ago

Covid Italia, Rt sotto soglia epidemica: dati ultima...

Il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità: Basilicata, Calabria e Bolzano non segnalano casi L'Rt, l’indice di trasmissibilità Covid calcolato con...

Immediapress2 ore ago

Faraone.shop, approfittare della moda 2024 diventa...

Milano, 19 aprile 2024. Faraone.shop emerge come punto di riferimento essenziale per chiunque desideri immergersi nelle ultime tendenze della moda....

Immediapress2 ore ago

Pneumatici estivi per auto, l’indagine Altroconsumo aiuta i...

I test hanno coinvolto 16 diversi pneumatici. I primi classificati: Continental, Michelin e Kumho. Milano, 19 aprile 2024 - In...

Immediapress2 ore ago

Logistica e-commerce: perché è sempre più importante

Roma, 19 aprile 2024 - Il mondo del commercio online ha subìto una crescita esponenziale negli ultimi anni, diventando una...

Spettacolo2 ore ago

Renzo Rubino: “Torno con un disco felice come una...

Il nuovo album 'Il silenzio fa Boom' arriva a 7 anni di distanza dall'ultimo: "Ho vissuto cose che mi hanno...

Economia2 ore ago

Pa, Pucci (Telecomunicazioni): “Sistemi di...

Il report durante gli Stati generali, i dati emersi dall’indagine “Abbiamo fatto un'indagine per capire livelli di adozioni livelli Iot...

Economia2 ore ago

Innovazione, Iannicelli (Ordine Ingegneri): “Digital...

Il presidente della Commissione Tlc durante gli Stati generali: 'Portare la fibra alle nostre imprese' “Nelle digital skill degli individui...

Ultima ora2 ore ago

Taylor Swift sorprende i fan con un doppio album

'Tortured Poets Department' è fuori e la popstar annuncia a sorpresa 15 canzoni extra C'era grande attesa per 'The Tortured...

Spettacolo2 ore ago

Fiorello all’ad Discovery: “Nessun progetto per...

La giornata di ‘VivaRai2!’ si apre con l’in bocca al lupo di Fiorello ad Amadeus, ufficialmente passato al Nove. Anche...

Cronaca2 ore ago

Tornano freddo e neve, weekend invernale sull’Italia

Temperature sotto la media del periodo fino alla fine del mese Freddo e anche neve nel weekend sull'Italia. Le previsioni...

Politica3 ore ago

Europee, Vannacci: “Io tv con Ilaria Salis? Nessun...

Così il generale dopo le parole di Salvini: "Per ora non ho sentito nulla in proposito, le proposte me le...

Spettacolo3 ore ago

Ex-Otago, il ritorno dopo 4 anni di silenzio – Ascolta

Lontani dai riflettori da 4 anni tornano con l'album 'Auguri' gli Ex-Otago.

Esteri3 ore ago

Israele attacca Iran, il raid nel giorno del compleanno di...

La Guida suprema iraniana è nata il 19 aprile 1939 ''Buon compleanno Khamenei''. Così diversi utenti sui social hanno commentato...

Ultima ora4 ore ago

Iran, Tajani: “Da Israele no reazione per...

"Al momento non c'è nessuna criticità per gli italiani che vivono nel Paese", ha assicurato il titolare della Farnesina ''Da...

Salute e Benessere4 ore ago

Malattie rare, Uniamo: “Con diario fari accesi su...

Scopinaro, "Vademecum per pazienti e specialisti che vogliono conoscere patologia misconosciuta" “L’anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi (Cad) è una...

Salute e Benessere4 ore ago

Malattie rare, ematologa Sau: “Per anemia emolitica...

‘Diagnosi tardiva tra i 50 e i 70 anni ma esordio patologia avviene prima. Aspettativa vita pazienti ridotta per mancanza...

Salute e Benessere4 ore ago

Malattie rare, Filippini (Sanofi): “Con diario diamo...

‘Progetto in linea con nostra missione, sviluppare farmaci in aree dove c'è un bisogno insoddisfatto’ “Il Diario ‘Una vita senza...