Connect with us

Attualità

Processo Depp-Heard: È sorprendente vedere un verdetto che...

Published

on

Processo Depp-Heard: È sorprendente vedere un verdetto che favorisca un uomo con tale foggia

Il notissimo attore ha vinto la sua causa contro Amber Heard, per 15 milioni di dollari. La decisione della giuria segna un gravoso indebolimento del movimento MeToo, movimento di denuncia di molestie e abusi sessuali.

La giuria formata da cinque uomini e due donne si è riunita per decidere la sorte di due Stelle, ex coniugi… Ma cosa avrebbe dovuto decidere in realtà? Beh, decisamente una storia venale, basata principalmente sul Dio denaro, un copione da milioni e milioni di dollari. Johnny Depp ha denunciato Amber Heard per diffamazione, a causa di un editoriale pubblicato sul Washington Post nel 2018, in cui veniva presentato come un personaggio pubblico che commetteva abitualmente violenza domestica.

Depp sosteneva che il contenuto di questo articolo, aveva danneggiato la sua reputazione, lo aveva privato di alcuni ruoli etici e morali e che, quindi, per rimettere lo status in regolare coerenza attendibile, gli era costato considerevole denaro. Chiedeva così la titanica somma di 50 milioni di dollari per i danni d’immagine subiti. Amber Heard aveva contrattaccato, per diffamazione, chiedendogli l’esorbitante cifra di 100 milioni di dollari. Il ruolo della giuria era di valutare se Johnny Depp avesse veramente diffamato l’attrice ex moglie e quindi decidere il giusto ammontare dei danni. Si trattava di determinare quanto avrebbero toccato o pagato questi attori estremamente ricchi. Dopo incontri e rincontri in aula, di accuse e contraccuse scenografiche degne delle due famose “Star” il verdetto è stato così raggiunto. Johnny Depp è stato infatti lui, vittima di diffamazione, e Amber Heard dovrà pagargli $ 15 milioni. Eh sì, però anche lei era stata diffamata, ma in maniera meno denigratoria secondo la giuria, dovrà quindi ricever da Johnny solo 2 milioni di dollari.

Sembrerebbe che il successo di Johnny Depp, fosse scontato considerando la sua “esibizione” durante il processo. Secondo i giudici, non c’era nulla in ciò che era stato dichiarato che supportasse le accuse di Amber. Certo, c’erano elementi che mostravano senza sorta di dubbio anche la violenza da parte di Johnny, gli abusi, ma, ahimè, secondo la versione di Depp, era sempre sua moglie Amber che iniziasse puntualmente il tutto, che lo infastidisse, che lo istigasse. Ma, tutto ciò con contegno placato e garbato, aggiungeva Johnny e giustificava l’ex compagna affermando che fosse la natura umana, con gli alti e bassi della vita a scaturire tale atteggiamento caduco della moglie Amber Heard.

Mentre Johnny Depp, esponeva la difficile situazione coniugale e chiariva i punti a bassa voce, calmo, compito, delicato, quasi come se camminasse su una coltre di soffici nubi, Amber Heard, al contrario era violenta, aggressiva, bellicosa nell’esporre gli episodi intercorsi nella loro relazione. Amber lo era controbattendo le asserzioni di Johnny, risultando a tutti solo un’ irrazionale, una menzognera.

Non ci sono mai state accuse contro di lui in tutta la sua carriera, in tutta la sua equilibrata ed onesta vita. Avrebbe dovuto girare il sesto episodio di “Pirati dei Caraibi”, film con la Disney, ma tutto ciò fu depennato e fu proprio ed esclusivamente a causa di questo editoriale del Washington Post. Pare che, fu proprio da lì che la sua carriera iniziò ad avere un’escalation inconsulta. Naturalmente, Johnny Depp aveva denunciato il tutto in Inghilterra, ma, suo malgrado ne aveva perso la causa. Ma le leggi in Inghilterra sono diverse come in tutti i tribunali europei, tuttavia, probabilmente, anche Depp quindi era colpevole ma questa sentenza non era stata gradita all’impavido pirata. In particolare, quello che Johnny ha dichiarato alla mercé di tutto e tutti, su Amber, è veramente riprovevole. Come si possono affermare cose del genere così disdicevoli nei confronti di una Donna, della sua Donna che un tempo non troppo lontano ha corteggiato, amato, conquistato ed alla quale aveva promesso amore eterno. Forse con quel suo modo di porsi in tribunale così umile, educato, fine, compito, recitava uno dei suoi ruoli più importanti da oscar. Sinceramente tutto questo modo di essere è imperdonabile.

Il movimento MeToo è crollato negli ultimi anni, si è affievolito negli anni, tutti questi problemi sui diritti delle donne, sull’aborto, sono passati in secondo ordine previa divaricazione a macchia d’olio di una società maschilista. Speriamo che questo verdetto dissuaderà le donne dall’essere libere di parlare, di dimostrare che possano avere tutte le prove che vogliono e di affrontarle sempre a testa alta. Di non lasciarsi intimorire, di denunciare le violenze domestiche, gli uomini prevaricatori, l’uomo padrone, anche se non dovessero crederle, non cambia nulla, ci provino ugualmente.
Beh, sicuramente oseremmo pensare che forse, anche che la giuria non abbia considerato la differenza di potere tra i due, trattandoli e giudicandoli in egual guisa.
Ma le contingenze lo smentiscono, purtroppo una donna di Hollywood, anche se ha un po’ più potere sulle altre donne comuni mortali, sicuramente rispetto a Depp, è minuscola.

Camille Vazquez, avvocato di Depp una donna contro una donna, contro i suoi diritti, i suoi valori, il suo rispetto, la sua natura. A che vale quindi ci chiediamo rivendicare i festeggiamenti di una giornata internazionale della donna, che si annovera l’otto marzo…
I diritti delle donne sono parte integrante dei diritti umani, ma molte donne hanno i loro diritti messi in discussione, limitati o ridotti. Le donne oggi vedono un po’ più di erosione dei loro diritti sotto la legge, che non sono mai stati uguali a quelli degli uomini in nessun continente. In quel fatidico otto marzo, giornata internazionale della Donna e ci permettiamo per incondizionato rispetto di usare la lettera maiuscola, si, a che vale incoraggiare la mobilitazione e l’attivismo per promuovere l’uguaglianza di genere e l’emancipazione delle donne. A cosa, quando una giustizia basata su di un avvocato donna, è capace di travolgere e stravolgere anni e anni di valorosa storia.

L’avvocatessa da parte del signor Depp, come sia riuscita a convincere meglio la giuria pur essendo anch’essa donna. È stata spudoratamente capace di spingere Amber all’esaperazione, fino a farla scoppiare, renderla impotente dinanzi a tanto odio femminile. Certo è pur sempre un avvocato ma, probabilmente questa non è un’ottima tecnica istruttoria, per affrontare questa straziante causa…

Un po’ di blues… E se guardassimo la vita dal lato positivo, abbandonando lo stereotipo dell’appartenenza sessuale… E se tralasciassimo nell’oblio ogni inutile sorta di ripicca, rappresaglia, dispetto, puntiglio, o rivalsa? Poiché, personalmente, penso che tutti abbiano bisogno di speranza e incoraggiamento per sorridere alla “vita”, questa fausta concessione irripetibile…
La fonte di ogni felicità non è il Dio denaro, ma tutto il candore che ci circonda… Si, proprio intorno a noi, è tutto ciò è parte di quello che fondamentalmente siamo… Iniziamo però, riconoscendo e apprezzando il privilegio di poter vivere l’abbondanza fuori di noi… Guardiamo suadenti la pienezza della vita, il calore del sole sulla nostra pelle, le sfumature dei colori dei fiori con i loro suggestivi profumi che gremiscono i giardini, i campi, o la dolcezza dei frutti succulenti dai mille sapori o la tiepida pioggia che cade dal cielo e ci bagna nelle suadenti giornate di primavera…
” (AnnA Del Bene)

Una sofisticata esperta in viaggi, turismo e tempo libero, che esplora con passione le frontiere del settore turistico per fornire ai nostri lettori intuizioni uniche e consigli preziosi. Con una profonda conoscenza che va dalle destinazioni esotiche alle gemme nascoste locali, la sua competenza è indispensabile per chi cerca di trasformare ogni viaggio in un’esperienza memorabile. Le sue analisi ricche di sfumature e le sue raccomandazioni su misura sono fondamentali per offrire un panorama completo di tutto ciò che il mondo del turismo ha da offrire.

Continue Reading

Attualità

Scalzo Hair Beauty: Eccellenza, professionalità e stile...

Published

on

Mattia Scalzo, con una solida formazione acquisita presso la scuola professionale per acconciatori a Como, ha maturato dal 2008 al 2020 un’importante esperienza lavorativa nel salone di famiglia. Oggi, questa competenza si è trasferita in Svizzera, dove dal 2021 Scalzo ha inaugurato con grande entusiasmo il suo salone “Scalzo Hair Beauty” a Mendrisio, situato nel cuore del centro storico.

Il salone offre servizi di bellezza unisex, rivolti a clienti di ogni età, dai più giovani ai più anziani, includendo servizi specializzati come le acconciature da sposa. La versatilità di Mattia, però, non si ferma all’acconciatura: dopo aver partecipato a un corso a Roma, si è specializzato anche in hair tattoo, una moda molto in voga tra i giovani di Mendrisio. Ma le novità non si fermano qui: Mattia è in procinto di diventare formatore ufficiale, completando il percorso formativo necessario.

La carriera di Mattia è costellata di successi e riconoscimenti. Scalzo Hair Beauty si è guadagnato una collaborazione con la squadra di calcio locale, e la qualità del suo lavoro è evidenziata dal sito web, dai profili sui social media e dalle numerose recensioni positive online.

Mattia Scalzo condivide la sua visione: “Il mio obiettivo è esaltare le persone a partire dalla loro immagine. Oggi, avere un’immagine curata è essenziale nella società, un valore che arricchisce e motiva a migliorarsi. Per questo motivo, oltre all’hair tattoo, offriamo anche servizi molto apprezzati come le extension. Ciò che offriamo non è semplicemente un servizio, ma un’esperienza memorabile che i nostri clienti vivono con passione, e questa è la mia soddisfazione più grande.”

Con un approccio innovativo e un’attenzione particolare verso ogni cliente, Mattia Scalzo e il suo salone Scalzo Hair Beauty si confermano punti di riferimento nel settore della bellezza, portando lo stile e la professionalità italiana nel cuore della Svizzera.

Continue Reading

Attualità

Tra maschere, carri e sorrisi, gli orfani ucraini celebrano...

Published

on

Ivrea, famosa per la sua spettacolare festa di Carnevale, apre le porte a un gruppo di visitatori davvero “speciali”: gli orfani di Kharkiv, vittime della guerra in Ucraina.
Ad accogliere la delegazione guidata dalla giornalista e attivista Claudia Conte il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio.
Ragazze e ragazzi che hanno affrontato e continuano a vivere le durezze del conflitto con la Russia, oggi sono ad Ivrea accompagnati dalla giornalista e attivista Claudia Conte per trovare un po’ di gioia in questa nuova missione umanitaria organizzata in collaborazione con l’Associazione Memoria Viva.

“Sono felice di partecipare allo Storico Carnevale di Ivrea accompagnando i bambini ucraini. La Mugnaia libero’ con un gesto eroico il popolo dalla tirannia, oggi rievocato con la Battaglia delle arance. Significativa la presenza della bandiera ucraina, a rappresentare il desiderio di libertà del popolo oppresso. Non lasciamoli soli”.
Un’accoglienza speciale per i bimbi ucraini da parte del sindaco di Ivrea Matteo Chiantore e di tutta l’amministrazione comunale.

Per la prima volta dallo scoppio della guerra gli orfani dall’Ucraina sono giunti in Italia e saranno protagonisti di un programma umanitario, il 42esimo organizzato dall’associazione dallo scoppio della guerra, che offrirà loro un momento di distrazione e leggerezza. I ragazzi saranno in visita dall’8 al 13 febbraio a Ivrea, nei giorni successivi a Castellamonte e al Parco Nazionale del Gran Paradiso per arrivare poi e Torino. Dal 20 al 25 si sposteranno invece in Versilia, a Viareggio. Tutti i comuni, insieme alle organizzazioni del Carnevale, collaborano direttamente al progetto lanciando inoltre una raccolta fondi di beni di prima necessità che i piccoli orfani potranno portare con loro in Ucraina.

Continue Reading

Attualità

Mercato immobiliare in Italia nel 2024: qual è lo stato...

Published

on

Secondo un recente sondaggio demoscopico, la casa è considerata il “bene più prezioso” per la maggior parte degli italiani. D’altro canto, essa rappresenta il luogo in cui trovare un po’ di relax dopo una giornata di lavoro o trascorsa sui banchi di scuola, dove si trascorre gran parte del proprio tempo in compagnia delle persone a noi più vicine, oltre a ricevere la visita, perché no, di quelle a cui siamo legate da un sentimento di affetto o amicizia

Questo concetto viene rafforzato dai numeri, che testimoniano, a chiare lettere, quanto la casa sia un’autentica “fissazione” per i cittadini del Belpaese, per molti un vero e proprio sogno da realizzare anche tramite sacrifici economici di non poco conto. La corsa alla sottoscrizione di un mutuodal 2013 al 2021,  grazie alla presenza di tassi d’interesse decisamente bassi rispetto alla media storica, è stata piuttosto intensa, destinata a tornare nuovamente vigorosa nel corso dei prossimi anni. 

I tassi sono in calo: aumentano le richieste di mutui in avvio 2024

Se il biennio 2022/2023 ha fatto registrare un significativo calo della sottoscrizione dei mutui a causa della politica monetaria aggressiva della Banca Centrale Europea, volta al contenimento del vigoroso aumento dei prezzi, l’avvio del 2024 è stato salutato con grande sollievo da moltissimi italiani: i tassi per i finanziamenti di lungo termine, di cui i mutui casa fanno la “voce grossa”, sono risultati in calo. E il motivo è abbastanza semplice: la Banca Centrale Europea è pronta a tagliare i tassi nel corso dell’anno. 

Questa ipotesi, per quanto ovvio, dovrà poi essere supportata dai fatti, ma tutti gli analisti finanziari sono concordi nell’affermare che Francoforte dovrà allentare l’attuale politica dei tassi d’interesse durante il 2024 o, al più tardi, all’inizio del 2025. I tassi nel lungo periodo, quindi, stanno già scontando questo scenario offrendo opportunità a un costo economico decisamente più “sostenibile”. E un numero crescente di italiani ha inoltrato richiesta per sottoscrivere un mutuo. 

Si prevede, quindi, che il mercato immobiliare possa tornare nuovamente effervescente, anche se – oltre ai summenzionati tassi d’interesse – è necessario che i prezzi degli immobili scendano. Il loro costo, come si evince leggendo i prezzi medi delle case a Milano, in molti casi è diventato particolarmente elevato e non consente ai cittadini di poter acquistare la tanto agognata “prima casa”, obbligandoli a ricorrere ad una soluzione più onerosa dal punto di vista dell’impegno mensile che non implica però, a differenza della maggior parte dei mutui, l’impiego di un capitale iniziale per poter godere del bene: l’affitto

Aumentano i contratti d’affitto nell’epoca post-pandemia

A causa dell’aumento dei tassi registrato nell’ultimo biennio, un numero crescente di soggetti ha optato per quest’ultima soluzione. E il costo dei canoni di locazione, non di rado, è letteralmente schizzato alle stelle, complice un mercato, quello della locazione immobiliare, tornato nuovamente appetibile dopo un decennio piuttosto avaro di soddisfazioni.

Oltre alla crescente richiesta di immobili in locazione, a causare il vertiginoso aumento dei canoni di locazione è stata la scarsità dell’offerta. Basta consultare il sito di qualsiasi agenzia immobiliare per comprendere quanto sia elevata la forbice tra immobili in vendita o in locazione. Volgendo lo sguardo alla già citata Milano, località, tra l’altro, che vanta un elevatissimo numero di immobili proposti in locazione, si registrano quasi 18000 immobili proposti in vendita e poco più di 8000 offerti in affitto. 

Questa forbice, percentualmente parlando, diventa ancor più significativa in città di dimensioni ridotte. Basti pensare, ad esempio, alla vicina Brescia, dove l’offerta di immobili in vendita supera le 2000 unità a fronte di una proposta di case in affitto inferiore a 200. Quanto questa soluzione, tuttavia, non sia particolarmente gradita agli italiani, è testimoniata, poi, dai numeri: solo un quarto dei cittadini del Belpaese, infatti, vive in affitto.

Continue Reading

Ultime notizie

Immediapress2 ore ago

Dal 25 febbraio Oknoplast torna on air con una nuova...

Milano, 21 febbraio 2024 – “Un pezzo di Design al prezzo di una finestra” è questo il claim della campagna...

Immediapress2 ore ago

L’Intelligenza Artificiale di Nexal che aiuta a scolpire il...

La personal trainer specializzata in glutei perfetti, con oltre 215 mila follower sui social e 5 milioni di like su...

Cronaca2 ore ago

Truffa dei buoni pasto, indagati vertici Edenred Italia

Contestata a 4 persone anche turbativa d’asta. L’inchiesta è partita dalla denuncia presentata da un’altra società. I fatti sono relativi...

Economia2 ore ago

Al via Myplant & Garden, il salone internazionale del...

Attesi in fiera oltre 20.000 operatori dal mondo Si è aperta oggi l’ottava edizione di Myplant & Garden, il Salone...

Economia2 ore ago

Smog, Coldiretti lancia piante mangia polveri e salva...

Un ettaro di alberi “aspira” 20mila kg di CO2 all’anno Per combattere l’emergenza smog che assedia le città italiane, dove...

Sport2 ore ago

Napoli-Barcellona oggi in Champions League: orario,...

Le due squadre si affronteranno allo stadio Maradona nell'andata degli ottavi Napoli all'assalto del Barcellona nell'andata degli ottavi di finale...

Immediapress2 ore ago

Con Her-Age rivive il mercato second-hand...

Her-Age è il primo marketplace al mondo per abbigliamento di seconda mano di lusso che rilascia certificazioni NFT per rendere...

Esteri3 ore ago

Alexei Navalny, l’uomo che morì due volte

Ascolta "Alexei Navalny, l’uomo che morì due volte" su Spreaker. Reticenze, misteri, accuse e sospetti. La morte a 2.000 chilometri...

Cronaca3 ore ago

Dengue, cosa si rischia con l’arrivo del caldo

Rezza: "Rischio endemia, Italia non più al riparo da malattie neglette. Occorre fare di più" "La globalizzazione da un lato...

Esteri3 ore ago

Ucraina, Kiev attacca campo di addestramento russo nel...

Secondo l'esercito ucraino sono 1.130 le vittime subite dalle forze russe nell'ultimo giorno Almeno 60 persone sarebbero rimaste uccise in...

Spettacolo3 ore ago

Maurizio Costanzo, Maria De Filippi e il perché non ha più...

"Ho sempre avuto paura, e ce l'ho anche adesso, che con le parole si banalizzi sia l'amore che il dolore"...

Esteri3 ore ago

Alcaraz, infortunio all’Atp Rio de Janeiro: lo...

Il numero 2 del mondo ha lasciato il campo dopo soli due game Finisce dopo soli due game il torneo...

Cronaca4 ore ago

Ciclone polare porta freddo, neve e pioggia: previsioni...

Arriva la coda dell'inverno, da domani fase di maltempo Il Ciclone polare verso l'Italia, con temperature in calo e maltempo...

Ultima ora4 ore ago

Trump si paragona a Navalny: “Io perseguitato come...

L'ex presidente in un'intervista definisce il dissidente russo “un uomo molto coraggioso”, ma probabilmente "non sarebbe dovuto tornare in Russia"...

Esteri4 ore ago

Gaza, Israele colpisce rifugio Medici senza frontiere:...

Idf annuncia morte di un soldato a Gaza, altri 3 feriti in modo grave. Intensificata attività aerea droni ad ovest...

Cronaca5 ore ago

Bimbo di 5 anni picchiato con cavi elettrici, fermate due...

Le indagini partite dalla segnalazione di una dirigente scolastica di Catania "Frustate nella schiena e nelle gambe a un bambino...

Cultura5 ore ago

Giornata della lingua madre, la linguista Della Valle:...

La docente: "L'intelligenza artificiale potrebbe essere un vantaggio" La lingua italiana gode di buona salute "si arricchisce continuamente e forma...

Cronaca5 ore ago

Omicidio Primavalle, uccise e gettò nel carrello 17enne...

L'imputato ha chiesto il rito abbreviato Si apre oggi, 21 febbraio 2024, davanti al Tribunale dei minori di Roma il...

Esteri12 ore ago

Julian Assange, oggi il verdetto sull’estradizione in...

Grande attesa per la decisione dell'Alta Corte britannica sul cofondatore di Wikileaks Qual è il destino di Julian Assange? A...

Politica12 ore ago

Terzo mandato, resta il muro contro muro Fdi-Lega: in...

Tajani: "Apprezzo Salvini che ha detto che si troverà la soluzione" Preso atto che la differenza di vedute resta evidente,...