Connect with us

Sport

Gp Imola, Verstappen trionfa con Red Bull e Leclerc terzo...

Published

on

Gp Imola, Verstappen trionfa con Red Bull e Leclerc terzo con Ferrari

L'olandese precede la McLaren di Norris. Terzo posto per il monegasco, Sainz quinto con l'altra rossa

Charles Leclerc

Max Verstappen trionfa a Imola con la Red Bull e vince il Gp dell'Emilia Romagna. Il pilota olandese, leader del Mondiale e campione del mondo, precede la McLaren del britannico Lando Norris e la Ferrari del monegasco Charles Leclerc.

Verstappen, al quinto successo stagionale e al 59esimo della carriera, domina la gara fino al 50esimo dei 63 giri: poi, complice il deterioramento delle gomme, rallenta e viene avvicinato da Norris. Il pilota della McLaren, vincitore 2 settimane fa a Miami, non completa la rimonta e chiude al secondo posto. Leclerc è terzo con la Ferrari al termine di una giornata senza sussulti: il monegasco mantiene la posizione di partenza e finisce davanti alla McLaren di Oscar Piastri, che soffia la quarta piazza a Carlos Sainz, quinto con l'altra rossa.

A completare la top ten, le Mercedes di Lewis Hamilton e George Russell, la Red Bull di Sergio Perez, l'Aston Martin di Lance Stroll e la RB di Yuki Tsunoda.

Il Mondiale di Formula 1 prosegue con il Gp di Monaco, in programma domenica 26 maggio a Montecarlo.

La gara giro per giro

Giro 63 - Verstappen vince, Norris è secondo. Leclerc è terzo con la Ferrari.

Giro 60 - Verstappen stringe i denti e riesce a tenere un minimo margine sull'inseguitore.

Giro 57 - Norris crede alla rimonta, il gap da Verstappen scende sotto i 2''.

Giro 55 - La Red Bull ha problemi con le gomme, Verstappen fatica sempre di più e la gara incredibilmente si riapre. Norris è a 2''5 dall'olandese.

Giro 52 - Verstappen vede diminuire il vantaggio su Norris, staccato di 4''5 dal leader.

Giro 48 - In una fase della gara condizionata anche dai doppiaggi, Norris riprende il largo: Leclerc commette un errore, il ritardo sale a 2''.

Giro 44 - Leclerc continua a guadagnare giro dopo giro, Norris ha 0''8 sulla Ferrari.

Giro 40 - La Ferrari del monegasco guadagna terreno rispetto alla McLaren di Norris e si porta a 2'' dal secondo posto.

Giro 38 - Leclerc aumenta il ritmo, la Ferrari stacca la McLaren di Piastri.

Giro 35 - Verstappen continua la sua corsa solitaria con oltre 6'' di vantaggio su Norris.

Giro 33 - Piastri insidia la terza posizione di Leclerc.

Giro 30 - Dopo la sequenza di pit-stop, le prime 3 posizioni sono invariate. Piastri sale al quarto posto, davanti a Sainz.

Giro 28 - Si ferma anche la Ferrari di Sainz.

Giro 26 - Pit-stop per Leclerc.

Giro 25 - Verstappen rischia di complicarsi la vita. L'olandese colleziona 3 'track limit', andando oltre le linee bianche che delimitano il tracciato. La quarta violazione farebbe scattare la penalità. La Red Bull si ferma per il cambio gomme.

Giro 23 - Norris si ferma per il primo pit-stop.

Giro 21 - Verstappen allunga ancora, il vantaggio raggiunge i 7''.

Giro 18 - Il pubblico prova a appassionarsi al duello per la quarta posizione tra Sainz e Piastri, in attesa che la prima serie di pit-stop offra un po' di movimento.

Giro 16 - Gp a dir poco 'lineare'. Verstappen scappa, Norris scivola a 5''. Leclerc è ad un paio di secondi dalla McLaren nel trenino.

Giro 13 - La fuga di Verstappen prende forma km dopo km. Norris è a 3'' dalla Red Bull.

Giro 10 - Sainz fatica a gestire la quarta posizione. La Ferrari dello spagnolo è tallonata dalla McLaren di Piastri.

Giro 8 - La gara scivola via senza sussulti. Verstappen continua a guadagnare giro dopo giro, il ritardo di Norris arriva a 2''5.

Giro 5 - La Red Bull del campione del mondo ha quasi 2'' di margine su Norris. Leclerc è a 3'' dal leader.

Giro 3 - Verstappen comincia a dettare il ritmo. La Red Bull ha già 1''5 di vantaggio sulla McLaren di Norris. Le Ferrari faticano a rimanere nella scia del britannico.

Giro 1 - Verstappen difende la prima posizione al via e respinge l'attacco di Norris alla prima curva.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sport

Giro d’Italia, oggi 18esima tappa: orario, come...

Published

on

A Padova arrivo per velocisti

Tadej Pogacar

Il Giro d'Italia 2024 prevede oggi la 18esima tappa, la Fiera di Primiero-Padova di 178 chilometri. Dopo le tappe di montagna degli ultimi giorni, che hanno definitivamente blindato la maglia rosa di Tadej Pogacar, il 23 maggio propone una frazione che può riportare i velocisti sotto i riflettori per un arrivo in volata.

La prima parte della tappa è lievemente movimentata, con il Gran premio della montagna di quarta categoria a Lamon, dopo soli 18 chilometri. Non ci sono reali trampolini per una fuga e dal km 73 il percorso propone solo pianura. Più di 100 km per preparare, con ogni probabilità, lo sprint di Padova.

La tappa in tv e streaming

La sedicesima tappa del Giro d'Italia sarà trasmessa in diretta in tv in chiaro e in streaming. La Rai racconterà la giornata della seconda tappa in chiaro ogni giorno di gara. La giornata televisiva comincerà con un'ora di 'Giro Mattina' su Rai Sport HD, che proporrà poi 'Prima diretta' per seguire il momento della partenza della tappa, in programma oggi alle 13.10. L'arrivo è atteso tra le 17.10 e le 17.30.

Per la parte clou della programmazione il palinsesto della Corsa Rosa si trasferisce su Rai 2, con 'Giro in Diretta' e 'Giro all’Arrivo'. Subito a ruota, le tradizionali analisi del dopo gara del Processo alla Tappa. Il Giro può essere visto anche su Eurosport 1 HD e in streaming su Rai Play, discovery+, Sky Go, NOW e DAZN.

Continue Reading

Sport

Atalanta in paradiso, 3-0 al Bayer Leverkusen: Dea vince...

Published

on

La tripletta di Lookman annienta i tedeschi in finale

L'Atalanta alza l'Europa League

L'Atalanta travolge il Bayer Leverkusen per 3-0 nella finale di Europa League, trionfa a Dublino e conquista il trofeo. I bergamaschi, al primo titolo internazionale, dominano con la tripletta di Lookman: l'attaccante nigeriano sblocca il risultato al 12', raddoppia al 26' e chiude i conti al 76'.

Secondo titolo in 117 anni di storia per la società orobica, dopo la Coppa Italia del 1963. Primo trofeo in carriera per il tecnico nerazzurro Gasperini, forse al passo d'addio, che mette il punto esclamativo a otto anni straordinari a Bergamo.

La Dea impone la prima sconfitta stagionale al Leverkusen, campione di Germania, alza la coppa e si guadagna la qualificazione alla prossima Champions League, dove potrebbe approdare anche la Roma. Se i nerazzurri chiudessero il campionato al quinto posto, ai giallorossi basterebbe la sesta posizione per centrare la qualificazione.

La partita

Il primo brivido della partita arriva al 5': lancio improvviso verso Wirtz, che taglia centralmente inserendosi in modo pericoloso e senza che nessuno lo segua, Musso esce con i pugni e lo anticipa. All'8' la replica della Dea, cross dalla sinistra con Ruggeri, Scamacca si inserisce e cerca la girata di testa, l'ex West Ham tocca il pallone ma non riesce a deviarlo verso la porta. Al 12' passa in vantaggio l'Atalanta con Lookman.

La squadra di Gasperini manovra bene sulla destra e alla fine libera Zappacosta che mette un pallone rasoterra che taglia l'area orizzontalmente. Davanti alla porta non ci arriva nessuno ma all'altezza del secondo palo sbuca Lookman, sfuggito a Palacios, che insacca a porta vuota. Al 19' pericolosi i tedeschi, Frimpong scappa via a destra e mette in mezzo, cercando un compagno a rimorchio. Grimaldo è ben appostato ma incespica sul pallone, l'azione prosegue e porta a un tiro di Stanisic, parato da Musso.

Al 22' giallo a Djimsiti per un fallo su Palacios. Al 26' raddoppio dell'Atalanta ancora con Lookman il grande protagonista della serata che segna un gol di rara bellezza. Al limite dell'area salta Xhaka con un tunnel, poi uno sguardo alla porta e palla piazzata all'angolino alla sinistra del portiere, con un destro a giro. Poco dopo la mezz'ora Koopmeiners scucchiaia in area per Zappacosta che aveva tagliato verso il centro, la difesa respinge ma non libera e la palla a Scamacca che cerca il tiro, ma troppo debole.

Al 35' grande chance per i tedeschi, Grimaldo lanciato verso la porta, con Musso che sbaglia l'uscita regalandogli la possibilità di un pallonetto, che però non gli riesce: palla tra le braccia del portiere, quasi incredulo. Al 36' ammonizione per Scamacca, entrato duro su Grimaldo. Arriva Wirtz che protesta in maniera esagerata e l'arbitro ha un giallo anche per lui. Al 43' ripartenza orobica, Scamacca da metà campo sulla sinistra vede De Ketelaere sulla fascia opposta e lo trova con un taglio d'esterno preciso. Il belga può puntare l'avversario aiutato da Zappacosta che si sovrappone portandogliene via un altro, si accentra e calcia dal limite: Kovar para.

In avvio di ripresa Xabi Alonso si gioca la carta Boniface, esce Stanisic. Camba anche Gasperini con Scalvini al posto di Kolasinac. Al 4' occasione per il tris: palla recuperata a centrocampo da Koopmeiners su Wirtz e ripartenza immediata, Lookman arriva al cross teso in mezzo da sinistra, De Ketelaere davanti alla porta è anticipato di un soffio da Hincapie che salva in angolo. Al 12' esce De Ketelaere ed entra Pasalic. Koopmeiners chiede a Gasperini se deve avanzare sulla trequarti ma l'allenatore gli dice di no. L'olandese resta in mediana, il croato più avanzato.

Al quarto d'ora su un cross da sinistra toccato leggermente da Musso, Frimpong può cerca la girata in porta al volo ma la conclusione è larga. Passa un minuto e Zappacosta si becca un cartellino giallo per un fallo su Adli. Al 23' doppio cambio per le 'aspirine' con Andrich e Hlozek per Palacios e Grimaldo. Al 25' giallo per Koopmeiners che si fa ammonire per fermare Wirtz a metà campo.

Al 31' la Dea cala il tris e chiude la partita con una perfetta ripartenza: Scamacca innesca Lookman, il nigeriano salta Tapsoba con un doppio passo e poi, appena dentro l'area scarica un sinistro a incrociare fortissimo e imparabile per Kovar. Al 36' Xabi Alonso esaurisce i cambi: entrano Schick e Tella, fuori Wirtz e Frimpong. Al 38' finisce la partita di Scamacca e Zappacosta, entrato El Bilal Touré e Hateboer. Nei minuti finale l'Atalanta si difende con ordine e dopo 4 minuti di recupero Gasperini e i suoi ragazzi possono alzare le braccia nel cielo di Dublino e festeggiare il meritato trionfo insieme agli 8000 bergamaschi presenti all'Aviva Stadium.

Continue Reading

Sport

Atalanta-Bayer Leverkusen, Lookman re della finale di...

Published

on

Il 26enne nigeriano di origine inglese a segno a Dublino

Ademola Lookman

Un gol, due gol, tre gol. Ademola Lookman protagonista assoluto della finale di Europa League che l'Atalanta domina contro il Bayer Leverkusen conquistando il primo trofeo internazionale della propria storia. Il 26enne attaccante inglese, naturalizzato nigeriano, firma una doppietta in avvio del match di Dublino. Un tocco di 'rapina' su cross basso di Zappacosta per l'1-0, un meraviglioso destro dal limite dopo un dribbling per il 2-0. Nella ripresa, doppio passo e sinistro all'incrocio: 3-0, sipario.

Lookman si conferma un elemento chiave della squadra di Gasperini. Con la maglia dell'Atalanta, dove è approdato nel 2022, la punta vive il momento migliore di una carriera cominciata nel Charlton e vissuta tra Germania e Inghilterra prima dell'approdo a Bergamo. Tra il 2017 e il 2020, Lookman ha fatto la spola tra Everton e RB Lipsia, che lo acquista per 18 milioni, senza trovare la consacrazione tra Premier League e Bundesliga. Nel 2020-2021 gioca con il Fulham, nell'annata successiva c'è il Leicester: la doppia cifra di gol non viene mai avvicinata (4 e 6).

Ad agosto 2022 il trasferimento all'Atalanta per 15 milioni di euro. E' la svolta. Va in gol al debutto, diventa rapidamente una soluzione di primo piano per l'attacco della Dea. Arrivano 31 presenze e 13 gol in campionato: le reti sono solo una parte dell'enorme contributo che l'attaccante, capace di disimpegnarsi anche come esterno, regala ai nerazzurri. Il 2023-2024 è la conferma definitiva del valore del giocatore: 40 presenze e 15 gol in tutte le competizioni. I 3 di stasera valgono una coppa.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri3 ore ago

Russia, il generale in manette: il messaggio di Putin a chi...

Popov arrestato per una truffa, un anno fa criticò le operazioni militari Un generale arrestato per truffa. Un avvertimento di...

Sport3 ore ago

Giro d’Italia, oggi 18esima tappa: orario, come...

A Padova arrivo per velocisti Il Giro d'Italia 2024 prevede oggi la 18esima tappa, la Fiera di Primiero-Padova di 178...

Cronaca3 ore ago

Terremoto, anche l’Ue monitora i Campi Flegrei:...

Palazzo Chigi: situazione costantemente sotto controllo. De Luca: "Dobbiamo essere preparati a tutto" e raccomanda di predisporre vie di fuga...

Politica3 ore ago

Meloni vede Leo e ‘congela’ redditometro, verso...

Fonti all'Adnkronos: la norma verrà limata e ridotta all'osso Il colpo di scena arriva in serata, con un video sui...

Politica3 ore ago

Europee, derby sempre più acceso Salvini-Tajani: è scontro...

I sondaggi parlano di testa a testa, Fi e Lega si contendono il secondo il posto nel centrodestra Si accende...

Sport4 ore ago

Atalanta in paradiso, 3-0 al Bayer Leverkusen: Dea vince...

La tripletta di Lookman annienta i tedeschi in finale L'Atalanta travolge il Bayer Leverkusen per 3-0 nella finale di Europa...

Ultima ora5 ore ago

Roma, ragazza morta per overdose: fermato un uomo per...

La giovane trovata senza vita in via del Vignola Un uomo di 40 anni, somalo, è stato fermato dalla polizia...

Ultima ora5 ore ago

Campi Flegrei, Musumeci: “Chi ha scelto di viverci...

Il ministro per la Protezione civile: "Serve convivenza vigile col pericolo, zone troppo popolate potrebbero creare problemi sul piano di...

Sport6 ore ago

Atalanta-Bayer Leverkusen, Lookman re della finale di...

Il 26enne nigeriano di origine inglese a segno a Dublino Un gol, due gol, tre gol. Ademola Lookman protagonista assoluto...

Politica6 ore ago

Superbonus, ok alla fiducia sul decreto anche alla Camera:...

Incassati 178 sì 102 no e 4 astenuti Ok alla fiducia sul dl Superbonus, nel testo identico già passato al...

Economia7 ore ago

Rotocalco n. 21 del 22 maggio 2024

Fondazione Gi Group, “Donne, Lavoro e Sfide Demografiche” concluso l’incontro per promuovere soluzioni a favore occupazione femminile e genitorialità; A...

Sport7 ore ago

Jannik Sinner pronto per il Roland Garros

Allenamento ok e primi segnali positivi per il campione di tennis Dopo essere sbarcato ieri sera a Parigi, oggi Jannik...

Ultima ora8 ore ago

Redditometro, Meloni: “Ho visto Leo, sospendiamo il...

La presidente del Consiglio su Instagram: "Nessun Grande Fratello Fiscale sarà mai introdotto da Fratelli d'Italia, dal centrodestra, da questo...

Economia8 ore ago

La sirena di Starbucks® si tuffa a Napoli: la città...

Inaugurato nella suggestiva cornice della Galleria Umberto I di Napoli, il secondo store Starbucks della Campania vil 38° in Italia...

Sostenibilità8 ore ago

L’Anci detta le linee guida per le Comunità energetiche...

L’Ue ha stabilito che almeno il 20% dell’energia da fonti rinnovabili provenga dalle Cer Tutti i dati dimostrano che bisogna...

Sostenibilità8 ore ago

A Milano il più grande fotovoltaico sui tetti d’Italia, al...

L’impianto coprirà circa il 35% del fabbisogno energetico di Fiera Milano per il quartiere espositivo di Rho A Milano è...

Economia8 ore ago

Terna presenta ‘Terra’, portale per la programmazione delle...

Il portale digitale TE.R.R.A., introdotto dalla Legge 11/2024 conosciuta come "Decreto energia", è stato sviluppato da Terna per offrire accesso...

Economia8 ore ago

Bonus affitto giovani, i requisiti

Cosa c'è da sapere I requisiti per richiedere il bonus affitto giovani, dedicato ad alcune categorie di contribuenti che hanno...

Lavoro8 ore ago

Fisco, Michelino (Commercialisti): “Redditometro? è...

Il presidente dell'associazione nazionale dottori commercialisti: "I cittadini dovranno fare i conti con senso di invadenza che ci sembra un...

Politica8 ore ago

Meloni: “Io sempre contraria a meccanismi invasivi...

"Mai nessun 'grande fratello fiscale' sarà introdotto da questo Governo" "Sono sempre stata contraria a meccanismi invasivi di redditometro applicati...