Connect with us

Ultima ora

Ucraina, Putin distrugge le centrali: energia è arma anche...

Published

on

Ucraina, Putin distrugge le centrali: energia è arma anche contro l’Europa

Il Cremlino ha cambiato strategia per vincere la guerra contro Kiev e mettere alla prova anche gli alleati

Vladimir Putin (Fotogramma/Ipa)

Le rovine della centrale termoelettrica a carbone bombardata di Trypilska, la principale centrale di Kiev a 50 km a sud della capitale ucraina che produceva elettricità per milioni di persone, sono il simbolo di un devastante cambio di strategia adottato dai russi nella guerra. Nelle ultime settimane, i russi hanno iniziato a infliggere danni più permanenti al sistema energetico, ucraino, cercando di colpire anche i vasti depositi di gas sotterraneo su cui hanno contato i Paesi della Ue lo scorso inverno per scongiurare crisi di approvvigionamento.

Le centrali prese di mira

Si tratta di attacchi diversi da quelli condotti finora in questi due anni di guerra dai russi, che hanno colpito in prevalenza trasformatori e altre componenti delle reti energetiche, che potevano essere quindi riparate o sostituite. Ora, invece, intere centrali sono nel mirino, e le ricostruzioni potranno durare anni, mentre gli attacchi ai depositi di gas possono privare l'Europa di un'importante rete di sicurezza.

"Le nostre centrali termoelettriche sono state attaccate 48 volte negli ultimi sei mesi, ma senza dubbio, gli attacchi russi delle ultime settimane sono stati i peggiori dall'inizio dell'invasione nel 2022", ha dichiarato a Politico Maxim Timchenko, Ceo della principale società elettrica privata Dtek che ora ha perso quasi l'80% della sua capacità di generare elettricità.

Le autorità ucraine, che stanno facendo i conti con una sempre più drastica mancanza di sistemi di difesa aerea per proteggere le sue centrali elettriche, ora temono di non poter essere in grado di mantenere le luci accese, e anche i riscaldamenti visto che la stagione fredda non è ancora finita, per la popolazione.

Poi c'è la preoccupazione per una ricaduta per l'Europa, che lo scorso inverno ha contato sulla rete di riserve di gas garantire da Kiev, che ora i russi stanno prendendo di mira. "La Russia sta cercando di usare l'energia come un'arma non solo contro l'Ucraina ma contro il mondo intero - spiega Oleg Ustenko, consulente economico di Volodymyr Zelenskyy - è una sfida per noi, anche per l'Europa".

Fino a poche settimane fa, Kiev poteva vantare di esportare un milione di euro di elettricità al giorno ai vicini occidentali, mentre ora, dopo i bombardamenti russi, la situazione è rovesciata, con l'Ucraina che deve far fondo ai suoi precari bilanci per importare energia, mentre lotta per evitare blackout e sospensione di servizio per l'industria bellica.

"C'è una pressione enorme, soprattutto in regioni come Kharkiv dove tutte le nostre principali strutture sono state attaccate dai missili e stiamo cercando di ripristinare il più possibile l'elettricità mentre il nemico porta a termine nuovi attacchi", afferma, intervistato dal sito americano, Volodymyr Kudrytskyi, Ceo dell'operatore della rete elettrica statale Ukrenergo. "Sono sicuro che saremo in grado di rimettere in moto la rete, ma la generazione di elettricità appare essere il problema principale", aggiunge riferendosi appunto ai bombardamenti delle centrali termoelettriche.

L'appello agli alleati: "Ci servono sistemi di difesa aerea"

Secondo Timchenko, solo l'aiuto degli alleati può permettere di salvare quello che è rimasto della rete: "Abbiamo urgente bisogno di sistemi di difesa aerea più forti per salvare a proteggere il sistema energetico ucraino". Una richiesta che da giorni Kiev continua a ripetere: "Undici missili sono arrivati, abbiamo distrutto i primi sette, gli altri quattro hanno distrutto la centrale. Perché? Perché non avevamo più missili, avevamo finito i missili per proteggere Trypilska", ha detto Zelensky dopo il bombardamento della centrale l'11 aprile scorso.

L'appello è rivolto in particolare agli Stati Uniti, dove da mesi i repubblicani fedeli a Donald Trump tengono bloccati alla Camera i 60 miliardi di dollari di aiuti militari, un comportamento che di fatto ha permesso a Vladimir Putin di ottenere un'avanzata forse decisiva sul campo di battaglia. Ma anche alla Ue: nei giorni scorsi il ministro dell'Energia ucraino, German Galushchenko, ha avuto un incontro con il commissario Ue per l'Energia, Kadri Simson, in cui si è concentrato "sugli ulteriori passi internazionali e l'aiuto necessari per sostenere il sistema energetico ucraino, principalmente assicurando maggiore difesa aerea", hanno riferito fonti informate.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Salute e Benessere

Sindrome della ‘testa che scivola sul collo’,...

Published

on

Quali sono i sintomi della spondilolistesi, come intervenire

Scheletro -

Nella mitologia greca, Atlante era stato condannato, per aver contrariato Zeus, a reggere sulle proprie spalle il peso dell’intera volta celeste. Per questo, la prima (C1) delle sette vertebre della colonna cervicale, quella che ha il delicato compito di sostenere il cranio, si chiama proprio ‘atlante’. Il punto di contatto tra questa vertebra dalla forma particolare, la seconda vertebra cervicale (il cosiddetto dente dell’epistrofeo) e la base cranica è detta giunzione cranio-cervicale. "E' un punto molto delicato - spiega Massimiliano Visocchi, associato di neurochirurgia all’università Cattolica del Sacro Cuore e direttore della Uos di Chirurgia della giunzione cranio-cervicale, Fondazione policlinico Gemelli Irccs - che può essere interessato da una serie di patologie infiammatorie, degenerative, neoplastiche e traumatiche che possono dar luogo ad una 'spondilolistesi', cioè la ‘malattia della testa che scivola sul collo'".

Quando può comparire, come riconoscerla

"Questo tipo di condizione - prosegue - può comparire nelle persone con problemi dismetabolici (sindrome di Down, mucopolisaccaridosi, iperparatiroidismo, malattia di Paget), infiammatorie (artrite reumatoide, sindrome di Griesel), con tumori della giunzione cranio-cervicale, ma anche a seguito di un evento traumatico come un incidente stradale, uno schiaffo dietro la nuca, un incidente durante una partita di tennis o di calcio, una caduta sugli sci, che porti a una frattura della prima o seconda vertebra cervicale e a una dislocazione della giunzione cranio-cervicale. Tutte queste problematiche possono portare a un’instabilità della colonna che va risolta in genere chirurgicamente - sottolinea - in urgenza nel caso di un incidente traumatico o in elezione nelle altre patologie".

I sintomi, come trattarla

I sintomi di questa condizione possono essere diversi. “Il paziente può presentare un dolore che insorge con i movimenti della testa, formicolii agli arti, un’andatura instabile (cosiddetta atassica o paraparetica). In alcuni casi si può avere perdita del controllo dello sfintere urinario", elenca Visocchi. Di fronte a questi sintomi il neurochirurgo chiederà indagini radiologiche. “La radiografia dinamica evidenzierà l’anomalo rapporto tra le prime vertebre cervicali e la base cranica, in relazione ai movimenti del capo", mentre la Tac e la risonanza magnetica consentiranno di valutare in maniera approfondita il danno da trattare.

Nei casi meno gravi si può tentare di ridurre questa dislocazione posizionando il cosiddetto collare di Halo-Vest, un’areola metallica intorno alla testa, fissata con delle viti al cranio e collegata con barre metalliche ad una sorta di corsetto toracico rigido. "Si tratta di un sistema di contenzione esterna temporanea, che si indossa per qualche mese e può fare da ponte all’intervento chirurgico - spiega ancora Visocchi - che immobilizza e protegge la colonna cervicale e il collo dopo una frattura o dislocazione delle prime vertebre cervicali. In alcuni tipi di frattura l’immobilizzazione con Halo-Vest porta alla guarigione per consolidamento della vertebra. In altri casi è necessario invece ricorrere all’intervento chirurgico, che consiste nel bloccare tra loro queste vertebre, utilizzando quattro viti e due barre in titanio. In passato veniva bloccato il cranio su tutto il collo, mentre oggi la base cranica viene bloccata solo sulle prime due vertebre cervicali".

L’intervento dura circa 3 ore e non è necessaria riabilitazione. Ma si tratta di un'operazione complessa per cui è bene affidarsi a centri con grande esperienza. “Nell’arco degli ultimi 10 anni - conclude l'esperto - abbiamo operato un centinaio di casi: siamo un centro di riferimento in Italia e anche l’unica università al mondo che dispone di un centro di ricerca, di un master di II livello e di un’unità operativa, espressamente dedicata alla chirurgia della giunzione cranio-cervicale".

Continue Reading

Salute e Benessere

Sla, per Aisla bilancio ok e passaggio in Aps

Published

on

L'Assemblea dei soci ha anche eletto i 13 consiglieri nazionali che guideranno l'associazione per i prossimi tre anni

Sla, per Aisla bilancio ok e passaggio in Aps

L'Assemblea dei soci di Aisla – Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica – nel fine settimana ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2023, registrando un avanzo di 272.938 euro. Di questi, 130mila euro sono stati vincolati per le ‘operazioni sollievo’ e oltre 140mila euro destinati alla riserva di utili. Con un incremento delle previsioni del 30%, Aisla ha investito 1.718.552 euro in attività di interesse generale nel 2023, su proventi totali di 2.551.073 euro. Con un patrimonio netto di 4.587.447 euro, Aisla conferma una situazione finanziaria solida. Tutti i documenti sono disponibili per la consultazione online (www.aisla.it).

L'Assemblea annuale - riporta una nota - ha visto l’esercizio diretto del voto dei soci costretti all’uso del comunicatore oculare, proprio in virtù del recente riconoscimento da parte del ministero della Giustizia del diritto alla comunicazione non verbale. L'evento ha permesso di rinnovare il Consiglio direttivo nazionale e di discutere le future prospettive. Il bilancio annuale ha dimostrato risultati positivi, grazie all'impegno dei volontari e alle donazioni. È stata anche approvata la trasformazione in Associazione di promozione sociale (Aps). Sono state due giornate di intenso lavoro – riferisce la nota - che hanno coinvolto i volontari di 64 sedi e sezioni Aisla da 19 regioni italiane.

La prima giornata, dedicata al dibattito e alla discussione, in cui i volontari hanno avuto modo di condividere le strategie nel supporto ai pazienti con Sla e alle loro famiglie, ha trovato conclusione con la tradizionale cena sociale, un momento di aggregazione e festa, presente anche il cantautore Ron, da oltre dieci anni testimonial di Aisla, associazione da più di 40 anni impegnata nella tutela, nell'assistenza e nella cura dei malati di Sla, una patologia neurodegenerativa che colpisce i motoneuroni e limita progressivamente l'attività muscolare, conducendo alla paralisi.

Sabato 18 maggio, durante una seduta straordinaria, l'Assemblea dei soci ha approvato all'unanimità il nuovo Statuto dell'associazione. La firma ufficiale - dettaglia la nota - è avvenuta alla presenza del notaio Clerici, con il deposito dell'atto insieme alla richiesta di iscrizione al Registro unico del Terzo settore (Runts) con la forma di Associazione di promozione sociale (Aps). L'Assemblea dei soci ha anche eletto i 13 consiglieri nazionali che guideranno l'associazione per i prossimi tre anni. Sotto la guida di Fulvia Massimelli, presidente nazionale di Aisla al suo secondo mandato, lavoreranno i neoeletti Paolo Zanini (sarà anche vicepresidente nazionale); Pina Esposito (che confermata segretario generale); Antonello Palliotta (tesoriere). A loro si uniscono: Davide Rafanelli, Paola Rizzitano, Alessandra Collicelli, Antonio Bianco, Chiara Candela, Maurizio Colombo, Adele Ferrara, Alessandro Porcelli e Vincenzo Soverino. L’Assemblea ha anche provveduto ad eleggere il Collegio dei Revisori che sarà composto da Aldo Occhetta, Mario Giusti e Paolo Masciocchi.

"Ogni pagina di questo nostro Bilancio racconta storie di vita straordinarie e una comunità unita dall'incrollabile speranza di vincere questa battaglia - dichiara Massimelli - Quando parliamo di Aisla, parliamo di un'organizzazione che incarna l'esempio di dialogo e di impatto positivo nella società italiana grazie al volontariato organizzato”.

Continue Reading

Spettacolo

Morto Dimitri Iannone de Il Collegio, tra vittime incidente...

Published

on

Ventiquattro anni, aveva preso parte al docu-reality in onda su Rai2 quando era 17enn. Il toccante post del professor Maggi

Dimitri Iannone - (Post Instagram di Andrea Maggi)

Dimitri Iannone, ex concorrente de Il Collegio, è una delle vittime del grave incidente avvenuto in via delle Dune a Villa Literno (Caserta) tra sabato e domenica. Nello scontro tra due auto sono morti in tre, una ragazza di 20 anni e due ragazzi di 23 e 24 anni, mentre sono rimasti feriti gravemente altri tre giovani.

Dimitri Iannone, 24 anni, aveva partecipato alla prima stagione del docu-reality in onda su Rai2 quando di anni ne aveva 17. Adottato quando aveva 5 anni, era di origini ucraine. Di lui i genitori avevano detto che non amava troppo le regole.Per lui era arrivata presto l'espulsione dal programma dopo aver sfidato apertamente il preside quando aveva minacciato di cacciare il primo che usciva dall’aula.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Andrea Maggi (@andreamaggi1)

Il post del professor Maggi

A ricordare il giovane tra i tanti c'è anche Andrea Maggi, professore di italiano del Collegio. "Caro Dimitri - scrive - questo è quel genere di post che non avrei mai voluto scrivere. Ho saputo adesso dell’incidente che ti è costato la vita. Non ho potuto fare altro che andare a riguardarmi il video del falò che abbiamo fatto nella prima edizione. Lo ricordi? In quella prima edizione del Collegio eravate delle autentiche pesti, ma la sera del falò qualcosa è cambiato. Ricordi quando Veronica lesse la sua poesia? Ricordi il suo smarrimento di fronte a un mondo che le sembrava troppo duro, troppo complicato? Al termine della lettura della sua poesia scoppiò a piangere e tu la guardasti con uno sguardo carico di compassione". "Non credere che non l’avessi notato. Vi dissi che la vita non va vissuta superficialmente, come facendo lo sci d’acqua, ma andando in profondità, come fanno i palombari, per esplorare i meandri più bui; perché è lì che troviamo noi stessi. So che ascoltasti quelle parole e che ti colpirono, perché poi ti avvicinasti a Veronica e la stringesti in un abbraccio, come molti altri dei tuoi compagni", aggiunge.

"Eravate tutti dei ragazzi di cuore. E l’idea che adesso tu non ci sia più mi distrugge. Non oso immaginare il dolore dei tuoi compagni di collegio, né tantomeno quello dei tuoi genitori, che ti amavano infinitamente, e a cui va il mio abbraccio. Caro Dimitri, le lacrime mi impediscono di andare avanti, ma vorrei scriverti ancora una cosa: sono felice di averti conosciuto perché anche tu, come tutti i giovani che incontro nel corso della mia carriera, hai saputo insegnarmi qualcosa. Noi che siamo ancora qui, adesso dobbiamo aumentare gli sforzi affinché tragedie come la tua non accadano mai più. Ti sia lieve la terra. Il tuo professore", conclude.

Continue Reading

Ultime notizie

Gastronomia1 ora ago

Grande successo de “La Spagna al Femminile” a...

Padova, 15 maggio 2024 – Ieri sera la città di Padova è stata l’epicentro di un incontro culinario senza precedenti,...

Salute e Benessere2 ore ago

Sindrome della ‘testa che scivola sul collo’,...

Quali sono i sintomi della spondilolistesi, come intervenire Nella mitologia greca, Atlante era stato condannato, per aver contrariato Zeus, a...

Immediapress2 ore ago

Luca Maurogiovanni e Filippo Cirrincione: “Innovazione,...

Roma, 20 Maggio 2024. Nel panorama contemporaneo del marketing, dove l'innovazione tecnologica e l'impegno sociale diventano sempre più intrecciati, Vivenda...

Salute e Benessere2 ore ago

Sla, per Aisla bilancio ok e passaggio in Aps

L'Assemblea dei soci ha anche eletto i 13 consiglieri nazionali che guideranno l'associazione per i prossimi tre anni L'Assemblea dei...

Spettacolo2 ore ago

Morto Dimitri Iannone de Il Collegio, tra vittime incidente...

Ventiquattro anni, aveva preso parte al docu-reality in onda su Rai2 quando era 17enn. Il toccante post del professor Maggi...

Salute e Benessere2 ore ago

Vaccini: da Longevitas campagna prevenzione per over 65,...

La Fondazione in campo per promuovere progetti e iniziative educazionali su stili di vita sani e importanza della vaccinazione, prima...

Spettacolo2 ore ago

Ascolti tv, 2.348.000 spettatori per ‘Makari’...

Sul podio anche 'L'Isola dei Famosi' e Report Su Rai1 nel prime time di ieri sera la replica di 'Makari'...

Spettacolo3 ore ago

Isola dei famosi 2024, ultima puntata: Valentina Vezzali...

Nomination: Artur Dainese e Greta Zuccarello sono i nomi indicati dal gruppo, mentre Aras Şenol è stato scelto dalla leader...

Immediapress3 ore ago

Kaspersky: la maggior parte delle aziende geo-distribuite...

Milano, 20 maggio 2024. Kaspersky ha rilevato che il 59% delle aziende distribuite sul territorio ha riscontrato problemi di rete...

Economia3 ore ago

B7, Hannappel (Philip Morris): “Transitions e catene...

"Oggi la presidente Emma Marcegaglia presenterà il comunicato finale alla presidente Meloni. All'interno due temi molto importanti. Il primo è...

Salute e Benessere3 ore ago

Covid, scoperto il segreto delle forme letali: così mette...

Si chiama ferroptosi la forma di morte cellulare indotta dal virus. Lo studio Usa: "Bersaglio per nuove cure" Nei casi...

Cronaca3 ore ago

Agricoltura, Pesce (Crea): “Ricerca pubblica e privata...

“Quello di cercare di ridurre al minimo l’impatto dell’azione antropica, con degli effetti positivi soprattutto per le generazioni future, è...

Economia3 ore ago

Agricoltura, Corsi (Syngenta): “Collaborazioni...

“La collaborazione tra pubblico e privato è importantissima per un’azienda privata come Syngenta. Abbiamo un portafoglio di circa 500 collaborazioni...

Cronaca3 ore ago

Campus Bio-Medico di Roma nella top ten italiana dei...

Ottavo tra le italiane, 79ma posizione nella classifica World Young University Rankings 2024 'Times Higher Education' Entra nella top ten...

Immediapress3 ore ago

Presentata in Toscana la Carta dei Diritti dei Pazienti in...

Percorsi essenziali per garantire cure e assistenza adeguate a tutti i pazienti bisognosi di Nutrizione Artificiale. Firenze, 20 maggio 2024...

Cronaca3 ore ago

EYE, il Campus Unibo di Forlì in prima linea per...

Forlì è la prima citta Italiana a ricevere EYE, l’European Youth Event, voluto dal Parlamento europeo per avvicinare i giovani...

Cronaca3 ore ago

EYE, “Forlì scelta simbolica ad un anno dall’alluvione”

Il parlamentare europeo Molinari ha sottolineato l’importanza di portare un evento come EYE in una città colpita dall’alluvione ad un...

Cronaca3 ore ago

Claudia Colla (Ue): “Università bacino della Commissione...

“L’Università è un bacino dove la Commissione Europea è contenta di lavorare. È la prima volta che l’EYE si tiene...

Economia3 ore ago

Sostenibilità, la sfida della rendicontazione: Giro...

L’appuntamento, in programma domani alle 10 al Politecnico di Bari, è rivolto a tutti gli stakeholders dell’economia sostenibile La finanza...

Immediapress3 ore ago

ITACO, un faro nel mare nostrum dell’edilizia

Il consorzio funge da incubatore di competenze e innovazioni per la ristrutturazione, riqualificazione e costruzione dell’edificio del futuro Loria (Tv),...