Connect with us

Ultima ora

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi

Published

on

Nessun '6' né '5+', jackpot sale a 91,3 milioni

Schedine del superenalotto

Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 16 aprile 2024. Il concorso di oggi è il primo della settimana. Si torna a giocare tra 2 giorni, giovedì 18 aprile, per la seconda estrazione.

Il prezzo di una schedina

La schedina minima nel concorso del SuperEnalotto prevede 1 colonna (1 combinazione di 6 numeri). La giocata massima invece comprende 27.132 colonne ed è attuabile con i sistemi a caratura, in cui sono disponibili singole quote per 5 euro, con la partecipazione di un numero elevato di giocatori che hanno diritto a una quota dell'eventuale vincita. In ciascuna schedina, ogni combinazione costa 1 euro. L'opzione per aggiungere il numero Superstar costa 0,50 centesimi.

La giocata minima della schedina è 1 colonna che con Superstar costa quindi 1,5 euro. Se si giocano più colonne basta moltiplicare il numero delle colonne per 1,5 per sapere quanto costa complessivamente la giocata.

Quali punteggi vincono?

Al SuperEnalotto si vince con punteggi da 2 a 6, passando anche per il 5+. L'entità dei premi è legata anche al jackpot complessivo. In linea di massima:

- con 2 numeri indovinati, si vincono orientativamente 5 euro;

- con 3 numeri indovinati, si vincono orientativamente 25 euro;

- con 4 numeri indovinati, si vincono orientativamente 300 euro;

- con 5 numeri indovinati, si vincono orientativamente 32mila euro;

- con 5 numeri indovinati + 1 si vincono orientativamente 620mila euro.

Ho vinto o no?

E' possibile verificare eventuali vincite attraverso l'App del SuperEnalotto. Per controllare eventuali schedine giocate in passato e non verificate, è disponibile on line un archivio con i numeri e i premi delle ultime 30 estrazioni.

La combinazione vincente di oggi

Ecco la combinazione vincente: 1 - 3 - 11 - 53 - 75 - 81. Numero Jolly: 61. Numero Superstar: 26. Centrati invece dieci '5' da oltre 18mila euro ciascuno. Il jackpot per il prossimo concorso sale a 91,3 milioni.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Russia, il generale in manette: il messaggio di Putin a chi...

Published

on

Popov arrestato per una truffa, un anno fa criticò le operazioni militari

Vladimir Putin

Un generale arrestato per truffa. Un avvertimento di Vladimir Putin a tutti. Il generale Ivan Popov, comandante della 58esima armata interforze e protagonista della guerra che la Russia ha scatenato in Ucraina, è stato arrestato. Responsabile della difesa davanti alla controffensiva ucraina nell'estate 2023 nella regione di Zaporizhzhia, è finito in carcere il 17 maggio al termine di un'inchiesta che sarebbe durata 8 mesi. E che, secondo gli analisti e gli osservatori, nasconde un'altra verità.

La vicenda monopolizza l'attenzione dei 'milblogger' russi, ex militari e esperti che diffondono news sul conflitto dai propri seguitissimi canali Telegram. Popov sarebbe stato coinvolto in una truffa da 100 milioni di rubli (1,1 milioni di dollari), architettata con la vendita di materiali metallici che avrebbero dovuto essere utilizzati nella costruzione di barriere difensiva. Nel caso sarebbero implicati anche un imprenditore e un ufficiale impegnato finora nel distretto militare meridionale.

L'Institute for the study of war (Isw), think tank americano che monitora quotidianamente il conflitto, ricostruisce la vicenda. Popov è stato sostanzialmente rimosso dal proprio ruolo un anno fa, con una decisione legata a 'errori militari' e non alla truffa. Per i milblogger, Popov è sempre stato un comandante di alto livello: le qualità riconosciute negli ambienti militari avrebbero dovuto portare ad un reintegro.

Invece, Popov è stato silurato a luglio 2023 dal comandante delle forze armate, Valery Gerasimov. Il provvedimento drastico è stato adottato dopo le critiche del generale nei confronti della gestione degli uomini nell'oblast di Zaporizhzhia. In un audio attribuito a Popov, spiccano accuse dirette all'ex ministro della Difesa Sergei Shoigu: l'alto ufficiale era convinto che il suo accantonamento fosse la vendetta di Shoigu per le critiche mosse all'apparato militare a Zaporizhzhia.

L'arresto appena scattato, secondo l'Isw, chiuderebbe il cerchio: il carcere sarebbe la replica del Cremlino alle accuse mosse da Popov quasi un anno fa. Le autorità russe non hanno voluto punire pubblicamente Popov nel luglio 2023 per paura di un'ondata di sostegno pubblico al comandante. Silurare Popov nel'estate 2023 avrebbe gettato ulteriore benzina sul fuoco già alimentato dalla rivolta -rientrata- della Wagner di Evgeny Prigozhin.

L'arresto formalmente si inserisce ora in una ampia campagna anticorruzione che il Cremlino 'sponsorizza' nell'ambito del ministero della Difesa. Il provvedimento nei confronti di Popov, al di là delle carte bollate e delle firme dei magistrati, rappresenta un avvertimento per tutti i big delle forze armate: prima o poi, chi si allontana dalla linea del Cremlino dovrà affrontare le conseguenze delle proprie azioni. "Il presidente russo Vladimir Putin preferisce la lealtà alla competenza", riassume l'Isw.

Continue Reading

Sport

Giro d’Italia, oggi 18esima tappa: orario, come...

Published

on

A Padova arrivo per velocisti

Tadej Pogacar

Il Giro d'Italia 2024 prevede oggi la 18esima tappa, la Fiera di Primiero-Padova di 178 chilometri. Dopo le tappe di montagna degli ultimi giorni, che hanno definitivamente blindato la maglia rosa di Tadej Pogacar, il 23 maggio propone una frazione che può riportare i velocisti sotto i riflettori per un arrivo in volata.

La prima parte della tappa è lievemente movimentata, con il Gran premio della montagna di quarta categoria a Lamon, dopo soli 18 chilometri. Non ci sono reali trampolini per una fuga e dal km 73 il percorso propone solo pianura. Più di 100 km per preparare, con ogni probabilità, lo sprint di Padova.

La tappa in tv e streaming

La sedicesima tappa del Giro d'Italia sarà trasmessa in diretta in tv in chiaro e in streaming. La Rai racconterà la giornata della seconda tappa in chiaro ogni giorno di gara. La giornata televisiva comincerà con un'ora di 'Giro Mattina' su Rai Sport HD, che proporrà poi 'Prima diretta' per seguire il momento della partenza della tappa, in programma oggi alle 13.10. L'arrivo è atteso tra le 17.10 e le 17.30.

Per la parte clou della programmazione il palinsesto della Corsa Rosa si trasferisce su Rai 2, con 'Giro in Diretta' e 'Giro all’Arrivo'. Subito a ruota, le tradizionali analisi del dopo gara del Processo alla Tappa. Il Giro può essere visto anche su Eurosport 1 HD e in streaming su Rai Play, discovery+, Sky Go, NOW e DAZN.

Continue Reading

Politica

Meloni vede Leo e ‘congela’ redditometro, verso...

Published

on

Fonti all'Adnkronos: la norma verrà limata e ridotta all'osso

Giorgia Meloni - Fotogramma

Il colpo di scena arriva in serata, con un video sui social in cui Giorgia Meloni annuncia di aver messo in 'stand-by' il decreto ministeriale firmato da Maurizio Leo e che, di fatto, resuscita il redditometro reso dormiente dal 2018. Il 'radar' del fisco per stanare furbi e furbetti fa ballare per 24 ore la maggioranza, e attiva il fuoco amico verso Fdi e la sua leader, che di redditometro non ha mai voluto sentir parlare. Un fuoco incrociato che parte nella mattinata di martedì e che, a distanza di un giorno, non accenna ad arrestarsi. E' così che il decreto pubblicato in Gazzetta ufficiale lunedì scorso genera un vero e proprio terremoto, con Lega e Fi che si intestano la battaglia per sbianchettare la norma, le opposizioni che attaccano e la premier, ma anche Fdi, che arrancano, con l'aggravante, o meglio la convinzione, che la norma si trasformi in un boomerang ad appena due settimane dal voto.

Bisogna correre ai ripari. E così di buon mattino la premier, sempre sui social, assicura che mai "nessun grande fratello fiscale verrà introdotto da questo governo". E apre spiragli su imminenti modifiche. "Mi confronterò personalmente con il vice ministro Leo, al quale ho chiesto anche di venirne a riferire al prossimo Consiglio dei ministri. E se saranno necessari cambiamenti sarò io la prima a chiederli", mette in chiaro. Il Cdm è in programma venerdì, all'odg anche il 'salva case' su cui Matteo Salvini punta le sue fiches, alla lista delle misure si aggiunge la 'resa dei conti' sul redditometro. Ma Meloni, consapevole del 'pasticcio', accelera: riceve Leo a Palazzo Chigi, di certo indispettita per un incidente di percorso evitabile. Insieme decidono di mettere in stand-by la misura. Se non addirittura in soffitta.

Come cambierà il provvedimento

Una virata che segna un deciso cambio di rotta, anche se, nel video sui social, Meloni non sconfessa la norma. "Abbiamo ereditato una situazione molto pericolosa - mette in chiaro - nella quale non c'è alcun limite al potere discrezionale dell'amministrazione finanziaria di contestare incongruenze tra il tenore di vita e il reddito dichiarato. Da qui la necessità di emanare un decreto ministeriale che prevedesse precise garanzie per i contribuenti. Quel decreto ha però prodotto diverse polemiche", dunque "meglio sospendere" il provvedimento "in attesa di ulteriori approfondimenti, perché il nostro obiettivo è e rimane quello di contrastare la grande evasione e il fenomeno inaccettabile, ad esempio, di chi si finge nullatenente ma gira con il suv o va in vacanza con lo yacht senza però per questo vessare con norme invasive le persone comuni''. Ed è questa la rotta. Un 'restyling' "ci sarà e sarà radicale", riferiscono beninformati all'Adnkronos. Il che si traduce, in soldoni, nella volontà di smantellare la norma, limandola fino all'osso. E 'sforbiciando' in maniera netta gli indicatori che faranno scattare l'allarme.

Sotto la lente solo beni di lusso?

Via dal 'radar' del fisco - stando ai rumors che circolano in queste ore - le spese per abbigliamento e calzature, men che meno saranno passate sotto la lente di ingrandimento quelle sostenute per medicinali e visite, bollette e spese del mutuo o del telefono. Il campo dovrebbe essere circoscritto in "maniera sostanziale", lasciando in piedi solo quelle variabili che consentano all''accertamento sintetico' - così la norma nel gergo tecnico - di stanare chi dichiara redditi 'da fame' ma di fatto vive nel lusso: leggi suv, barche o seconde case in località di grido.

E fatta salva, ça va sans dire, la facoltà per i contribuenti di difendersi e di dimostrare che il finanziamento delle spese è avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nel periodo d’imposta. O che le spese attribuite hanno un diverso ammontare o sono state finanziate con un reddito messo su nel corso di anni precedenti. Per cambiare la norma in corsa tecnicamente "viene differita l’attività applicativa" del decreto ministeriale firmato da Leo, "nelle more di un successivo provvedimento normativo di revisione dell’istituto", spiegano fonti di governo in serata.

E dovrebbe essere questa la direzione che il governo, nella persona di Leo, imboccherà per avviare la 'revisione' della norma, che, per ora, dovrebbe comunque restare in 'ghiacciaia'. Guadagnando tempo anche per rassicurare gli elettori -l'ordine di scuderia di via della Scrofa- sulle reali intenzioni del governo "per un fisco amico", slogan sbandierato per mesi e mesi salvo finire nella morsa del redditometro.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri2 ore ago

Russia, il generale in manette: il messaggio di Putin a chi...

Popov arrestato per una truffa, un anno fa criticò le operazioni militari Un generale arrestato per truffa. Un avvertimento di...

Sport2 ore ago

Giro d’Italia, oggi 18esima tappa: orario, come...

A Padova arrivo per velocisti Il Giro d'Italia 2024 prevede oggi la 18esima tappa, la Fiera di Primiero-Padova di 178...

Politica2 ore ago

Meloni vede Leo e ‘congela’ redditometro, verso...

Fonti all'Adnkronos: la norma verrà limata e ridotta all'osso Il colpo di scena arriva in serata, con un video sui...

Politica2 ore ago

Europee, derby sempre più acceso Salvini-Tajani: è scontro...

I sondaggi parlano di testa a testa, Fi e Lega si contendono il secondo il posto nel centrodestra Si accende...

Sport4 ore ago

Atalanta in paradiso, 3-0 al Bayer Leverkusen: Dea vince...

La tripletta di Lookman annienta i tedeschi in finale L'Atalanta travolge il Bayer Leverkusen per 3-0 nella finale di Europa...

Ultima ora4 ore ago

Roma, ragazza morta per overdose: fermato un uomo per...

La giovane trovata senza vita in via del Vignola Un uomo di 40 anni, somalo, è stato fermato dalla polizia...

Ultima ora5 ore ago

Campi Flegrei, Musumeci: “Chi ha scelto di viverci...

Il ministro per la Protezione civile: "Serve convivenza vigile col pericolo, zone troppo popolate potrebbero creare problemi sul piano di...

Sport5 ore ago

Atalanta-Bayer Leverkusen, Lookman re della finale di...

Il 26enne nigeriano di origine inglese a segno a Dublino Un gol, due gol, tre gol. Ademola Lookman protagonista assoluto...

Politica5 ore ago

Superbonus, ok alla fiducia sul decreto anche alla Camera:...

Incassati 178 sì 102 no e 4 astenuti Ok alla fiducia sul dl Superbonus, nel testo identico già passato al...

Economia6 ore ago

Rotocalco n. 21 del 22 maggio 2024

Fondazione Gi Group, “Donne, Lavoro e Sfide Demografiche” concluso l’incontro per promuovere soluzioni a favore occupazione femminile e genitorialità; A...

Sport6 ore ago

Jannik Sinner pronto per il Roland Garros

Allenamento ok e primi segnali positivi per il campione di tennis Dopo essere sbarcato ieri sera a Parigi, oggi Jannik...

Ultima ora7 ore ago

Redditometro, Meloni: “Ho visto Leo, sospendiamo il...

La presidente del Consiglio su Instagram: "Nessun Grande Fratello Fiscale sarà mai introdotto da Fratelli d'Italia, dal centrodestra, da questo...

Economia7 ore ago

La sirena di Starbucks® si tuffa a Napoli: la città...

Inaugurato nella suggestiva cornice della Galleria Umberto I di Napoli, il secondo store Starbucks della Campania vil 38° in Italia...

Sostenibilità7 ore ago

L’Anci detta le linee guida per le Comunità energetiche...

L’Ue ha stabilito che almeno il 20% dell’energia da fonti rinnovabili provenga dalle Cer Tutti i dati dimostrano che bisogna...

Sostenibilità7 ore ago

A Milano il più grande fotovoltaico sui tetti d’Italia, al...

L’impianto coprirà circa il 35% del fabbisogno energetico di Fiera Milano per il quartiere espositivo di Rho A Milano è...

Economia7 ore ago

Terna presenta ‘Terra’, portale per la programmazione delle...

Il portale digitale TE.R.R.A., introdotto dalla Legge 11/2024 conosciuta come "Decreto energia", è stato sviluppato da Terna per offrire accesso...

Economia8 ore ago

Bonus affitto giovani, i requisiti

Cosa c'è da sapere I requisiti per richiedere il bonus affitto giovani, dedicato ad alcune categorie di contribuenti che hanno...

Lavoro8 ore ago

Fisco, Michelino (Commercialisti): “Redditometro? è...

Il presidente dell'associazione nazionale dottori commercialisti: "I cittadini dovranno fare i conti con senso di invadenza che ci sembra un...

Politica8 ore ago

Meloni: “Io sempre contraria a meccanismi invasivi...

"Mai nessun 'grande fratello fiscale' sarà introdotto da questo Governo" "Sono sempre stata contraria a meccanismi invasivi di redditometro applicati...

Demografica8 ore ago

Matrimonio e figli meglio della carriera, ma solo per le...

Donne, matrimonio e i figli sono meglio della carriera. E anche se oggi vi state laureando, pensateci bene. Questo in...