Connect with us

Esteri

Iran oggi al voto tra stanchezza politica e crisi economica

Published

on

Paese alle urne per il rinnovo del Parlamento e dell'Assemblea degli Esperti, vincitori annunciati gli ultraconservatori

Manifesti elettorali a Teheran, Iran - Afp

Sullo sfondo di due guerre a cui non è certo estraneo, a Gaza come attore protagonista e in Ucraina più defilato, l'Iran vota oggi per il rinnovo del Parlamento e dell'Assemblea degli Esperti. In quelle che saranno le prime consultazioni nazionali dalla morte nel settembre 2022 di Mahsa Amini, che innescò un'ondata di proteste antigovernative, i vincitori annunciati sono i cosiddetti 'principalisti' (gli ultraconservatori), mentre il Fronte riformista, che raggruppa 31 fazioni, ha annunciato il boicottaggio. Decisivo, come sempre nella Repubblica islamica per valutare il livello di sostegno popolare al sistema, sarà il dato dell'affluenza. Le stime non fanno sorridere gli ayatollah: gli ultimi sondaggi indicano che sarà tra il 37 ed il 46%, con grandi differenze tra Teheran, dove è stimata intorno al 17%, e le altre province.

L'appello di Khamenei per una partecipazione "massiccia"

Come sempre accade alla vigilia delle elezioni, la Guida Suprema dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei, ha lanciato un appello per una partecipazione "massiccia". Prendendo la parola durante un incontro con un gruppo di giovani che voteranno per la prima volta, Khamenei ha sottolineato che un'alta partecipazione alle elezioni causerà "una delusione per i nemici che tengono gli occhi puntati sull'Iran" per poi tentare di pungere nell'orgoglio gli iraniani. "Venerdì andranno alle urne tutti coloro che amano l'Iran e la Repubblica islamica, la rivoluzione, il potere nazionale ed il progresso", ha scandito, prima di scatenarsi con la solita retorica anti-statunitense e anti-israeliana.

"Stanchezza economica e politica, è momento cruciale con cambio generazionale"

Secondo Raffaele Mauriello, docente dell'Università 'Allameh Tabatabai' di Teheran, le elezioni "non democratiche ma con elementi democratici" di oggi non vanno sottovalutate, malgrado tutte le loro imperfezioni. Innanzitutto per il 'peso' che ha il Majlis, uno dei tanti organi politici della Repubblica islamica, che oltre ad approvare i singoli ministri ed il budget, ha il compito di votare anche gli accordi internazionali come avvenuto nel 2015 per il Jcpoa, l'intesa sul nucleare. Il Paese, spiega all'Adnkronos il professore, arriva al voto in un clima di "stanchezza" economica e politica e in un momento in cui la Repubblica islamica è alle prese con una "crisi di legittimità".

L'economia "non brilla", taglia corto, sottolineando come il Paese fatichi a rialzarsi dopo il combinato disposto del Covid-19 che si è sommato alle sanzioni ripristinate dagli Stati che hanno avuto un'incidenza "devastante". L'inflazione è schizzata in alto (l'ultimo dato di autunno della Banca Centrale indicava un più 56%), ma finalmente da circa un anno - ed è tra i meriti del governo Raisi - i prezzi stanno iniziando a tornare sotto controllo. Quei problemi già visti verso la fine del mandato di Hassan Rohani sono esplosi sotto l'attuale presidenza e l'inflazione ha toccato livelli "mai visti nella storia della Repubblica islamica".

C'è anche una malcelata stanchezza politica. Le proteste nazionali innescate dalla morte in custodia della polizia di Amini, che secondo Mauriello nascevano di fondo da problemi economici ed erano "più complesse" di una semplice battaglia femminista come è stata rappresentata, hanno portato "pochi risultati", ma proprio sull'obbligo di indossare velo si sono registrati "passi avanti" sul piano pratico.

"Oggi tante donne a Teheran non lo portano, anche se la legge non è cambiata", precisa. Il momento è "cruciale", prosegue il professore, ricordando come lo stesso Raisi, il presidente eletto con il numero più basso di voti nella storia dell'Iran, abbia faticato nella prima fase del suo mandato e solo ora sia riuscito a "consolidare" la sua amministrazione. Intanto a Teheran c'è un clima di relativa tranquillità, ma le autorità per sicurezza in questi giorni hanno imposto qualche limite in più alle comunicazioni con l'esterno.

Mauriello evidenzia come in queste elezioni parte dei candidati ammessi siano indipendenti, mentre sono pochi i riformisti. Secondo la Bbc, sono solo 30. Ci sono, è vero, liste elettorali, ma si sono costituite solo dopo il via libera del Consiglio dei Guardiani e sulla base della sensibilità dei politici che hanno ricevuto il via libera. A Teheran ci sono tre liste, una riconducibile all'ex sindaco e attuale Speaker, Mohammed Bagher Qalibaf, una a Raisi e una chiamata 'Voce della Nazione', guidata da Ali Motahari e che vede tra le sue fila la 44enne Afifeh Abedi, una delle rare riformiste ammesse al voto.

Un personaggio che promette di far parlare di sé e che rappresenta a pieno il "ricambio generazionale" a livello politico in corso in Iran, precisa Mauriello, sottolineando come i politici che a lungo sono stati per l'Occidente punti di riferimento sono usciti di scena o sono sul punto di farlo. L'unico caposaldo sono i Guardiani della Rivoluzione che continuano ad avere "tantissimo peso" sulla scena politica e rappresentano sempre più "l'ossatura dello Stato".

I numeri: 15.200 candidati per 290 seggi del nuovo Majlis

Secondo i media ufficiali, 15.200 candidati tra cui 1.713 donne - oltre il doppio delle 819 registrate nel 2020 - si sfideranno per i 290 seggi del nuovo Majlis, che si insedierà a fine maggio. Gli occhi saranno puntati anche sull'Assemblea degli Esperti, organo composto da 88 membri eletti ogni otto anni, che elegge ed, eventualmente, può rimuovere la Guida Suprema e che assume un ruolo fondamentale visto che Khamenei ad aprile spegnerà 85 candeline.

Nelle scorse settimane ha suscitato scalpore l'esclusione dalla corsa all'Assemblea degli Esperti dopo tre mandati consecutivi dell'ex presidente, Hassan Rohani. Le motivazioni di questa decisione non sono state chiarite. Probabilmente sono politiche, ma è anche una conferma di un ricambio generazione che a livello politico si sta concretizzando lontano dagli occhi dell'Occidente.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Israele studia attacco, Iran minaccia uso nuova arma...

Published

on

(Fotogramma)

Israele risponderà all'Iran e l'attacco potrebbe presto arrrivare. Dopo il raid di sabato scorso, il governo di Benyamin Netanyahu sembra aver fatto la sua scelta. L'operazione verso cui si sta dirigendo Israele si scontra con la posizione americana e di quella degli alleati che l'hanno affiancato nell'abbattere il 99% dei proiettili lanciati da Teheran contro lo stato ebraico. Secondo un autorevole funzionario dell'Amministrazione Usa e una fonte dell'intelligence americana la risposta isareliana sarà ristretta e limitata ma colpirà l'interno del territorio iraniano.

Continue Reading

Esteri

Israele pensa a una risposta militare all’Iran –...

Published

on

(Ipa/Fotogramma)

L'apparato di difesa israeliano preme per una risposta militare all'attacco dell'Iran e il premier Benyamin Netanyahu sembra deciso ad appoggiarlo. Lo rivela Haaretz citando una sua fonte mentre è in corso il dibattito nel Gabinetto di guerra che deve decidere quale risposta dare a Teheran. La stessa fonte ha aggiunto che la forte pressione internazionale su Israele avrà effetti sulla decisione. Secondo le previsioni e proprio in vista di questo aumento della pressione, Haaretz sostiene che, se c'è una finestra per compiere l'attacco questa si chiuderà tra pochi giorni. Gli Stati Uniti ritengono che la risposta di Israele all'attacco senza precedenti dell'Iran sarà probabilmente limitata e potrebbe concentrarsi su obiettivi chiave al di fuori dell'Iran.

Continue Reading

Esteri

Unità d’assalto russe usano moto per eludere droni...

Published

on

(Fotogramma)

La costante minaccia provocata dai droni ha portato una unità d'assalto russa ad utilizzare delle moto per un blitz nel Luhansk. Una tattica che permette spostamenti agili e veloci in grado di mettere in crisi le difese ucraine.

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora7 ore ago

Maltempo, pioggia e freddo: meteo cambia in Italia da oggi

Temperature in discesa, su Alpi e Appennini torna la neve La primavera va in pausa in Italia, il quadro meteo...

Ultima ora7 ore ago

Attacco Iran, Usa: Israele sceglie risposta ma no escalation

Il messaggio di Washington recapitato da Blinken. Erdogan contro Netanyahu: "Tutta colpa sua" Israele deciderà se e come rispondere all'attacco...

Economia7 ore ago

Illycaffè, Brussa: “Per noi sostenibilità va di pari...

Illycaffè, Brussa: "Per noi sostenibilità va di pari passo con qualità" "Qualità e sostenibilità sono due facce della stessa medaglia....

Sport8 ore ago

Champions, Barcellona-Psg 1-4: Mbappé show e Luis Enrique...

Poker dei francesi, ribaltato il k.o. casalingo dell'andata Il Psg rifila quattro gol al Barcellona al Montjuïc, si impone 4-1...

Sport8 ore ago

Borussia Dortmund-Atletico Madrid 4-2, tedeschi in...

I gialloneri ribaltano la sconfitta subita per 2-1 all'andata Il Borussia Dortmund batte 4-2 l'Atletico Madrid nel ritorno dei quarti...

Spettacolo9 ore ago

Migranti, Richard Gere contro la ‘cattolica...

L'attore: "E' molto difficile capire un movimento di estrema destra conservatrice, soprattutto in un Paese che è prettamente cristiano" Richard...

Ultima ora9 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi

Nessun '6' né '5+', jackpot sale a 91,3 milioni Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 16 aprile...

Cronaca9 ore ago

Corona difende Orsini: “Tanti maleducati a E’...

"Gli hanno riso in faccia, comportamento da cafoni" "Voglio difendere Orsini. La cosa peggiore che possa succedere a una persona...

Economia10 ore ago

Ponte Messina, ministero delle Infrastrutture:...

L'annuncio dopo le richieste avanzate dal ministro dell'Ambiente. Opposizione all'attacco: "Oltre 200 rilievi, progetto dannoso, inutile, costoso e pieno di...

Ultima ora11 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano Commissariato:...

Due gli arrestati tra cui il manifestante che ha aggredito il rappresentante delle forze dell'ordine. Danneggiate due auto di vigilanza...

Ultima ora11 ore ago

Terremoto oggi a Siena, scossa magnitudo 3.4

L'epicentro a 4 km da Poggibonsi Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 19.49 dall'Ingv vicino...

Cronaca11 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano commissariato

Post Content

Ultima ora11 ore ago

Auto contro tir nel tarantino, morti mamma e figlio di 12...

Ferito anche il conducente del mezzo pesante Due persone, mamma e figlio di 12 anni, sono morte in un incidente...

Ultima ora11 ore ago

Zelensky: “Nato ha difeso Israele, Ucraina si difende...

Il presidente ucraino: "Occidente alleato di Israele nei cieli, non sulla carta" Con l'azione per difendere Israele dall'attacco dell'Iran, gli...

Esteri11 ore ago

Israele studia attacco, Iran minaccia uso nuova arma...

Israele risponderà all'Iran e l'attacco potrebbe presto arrrivare. Dopo il raid di sabato scorso, il governo di Benyamin Netanyahu sembra...

Economia11 ore ago

Imprese, Livi (SostenibleOggi.it): “Bilancio...

Così Livio Livi, Founder di SostenibleOggi.it, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos Q&A ‘Le nuove strade della sostenibilità’ presso il Palazzo dell’Informazione....

Ultima ora11 ore ago

Omicidio Ciatti, Cassazione conferma condanna a 23 anni di...

Il ceceno, tuttora latitante, ha pestato e ucciso il giovane nella notte tra l’11 e il 12 agosto 2017 fuori...

Economia12 ore ago

Sostenibilità, Dentis (Coripet): “Importante scadenza...

Il presidente di Coripet, il consorzio per la raccolta e il riciclo delle bottiglie in PET, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos...

Economia12 ore ago

Trasporto aereo, Fiumicino al primo posto per traffico...

Dai dati Enac L'aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per traffico passeggeri con circa 40,3 milioni e...

Salute e Benessere12 ore ago

Malattie del cuore, in Italia provocano una morte su 3

Sono la prima causa di mortalità in Italia con oltre 216.000 morti nel 2021 pari al 31% dei decessi complessivi...