Connect with us

Lavoro

Roma Couture, l’Alta Moda Capitolina torna in...

Published

on

Roma Couture, l’Alta Moda Capitolina torna in passerella

Un tributo alla pura artigianalità, al valore del saper fare, all’importanza dell'unicità e della preziosità per il singolo dettaglio

I couturier Michele Miglionico Giampaolo Zuccarello Nino Lettieri e Giada Curti

L’Alta moda capitolina a Palazzo Ripetta torna in passerella con il progetto 'Roma Couture' un’iniziativa ideata da Grazia Marino e Antonio Falanga, andata in scena ieri sera nello storico edificio del XVI secolo di Palazzo Ripetta. L’evento patrocinato dall’Assessorato ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda del Comune di Roma, prodotto da Spazio Margutta, ha come propria mission quella di riportare l’attenzione su un comparto, quello del 'fatto a mano' importantissimo per il nostro il Made in Italy. 'Roma Couture' vuole essere un progetto pilota, dedicato a quelle Maison che nel corso degli anni hanno contribuito, con la loro arte e la loro sartorialità, a dare risalto al Calendario di Altaroma. Un tributo alla pura artigianalità, al valore del saper fare, all’importanza dell'unicità e della preziosità per il singolo dettaglio. Il vero lusso non è ostentazione, ma essenza e fascino di un prodotto esclusivo, intento a valorizzare quelle tradizioni che si possono e si devono tramandare alle nuove generazioni.

Quattro i quadri moda presentati nell’esclusiva Sala Bernini, proposti da altrettanti couturier: Giada Curti, Gian Paolo Zuccarello, Michele Miglionico e Nino Lettieri, presenze sartoriali costanti di quella kermesse istituzionale della capitale, nella quale di fondamentale importanza sono state le Maison storiche dell’Alta Moda Italiana, e che con il passare del tempo si è evoluta diventando punto di riferimento soprattutto nella ricerca stilistica per moltissimi giovani fashion designer. “Questa prima edizione di 'Roma Couture' - dichiarano Grazia Marino e Antonio Falanga - vuole essere un vero e proprio punto di ripartenza per Roma, per la sua storia e per quello che rappresenta nell’immaginario collettivo degli addetti ai lavori, l’intento è quello di sostenere con questa ed altre iniziative simili, la sua identità di culla dell’alta moda nazionale, riuscendo di conseguenza a tutelare le sue preziosissime e fondamentali micro realtà artigiane”.

Giada Curti e le sue radici siciliane diventano la cifra stilistica della Collezione 'Giada Gioia mia...'. Il cinema italiano degli anni 40 e 50 è una continua fonte di ispirazione, le donne del neorealismo, sensuali e austere come Anna Magnani, sono la musa ispiratrice. 'Gioia mia' è uno stile di vita. Una collezione tra sacro, fede e famiglia. Ambientata a Noto, un tributo ai miei ricordi d'infanzia, al barocco, alla cultura e alla tradizione della mia isola. 'Gioia mia' è incantevole, elegante, delicatamente sensuale, immersa in un racconto senza tempo tra tradizione e modernità. Giochi di colori su taffetà, chiffon e satin. Linee scivolate per le iconiche gonne e volumi couture per gli abiti ricchi di stampe barocchesi mescolano con i colori della pietra calcarea. Questa è la 'Donna#giadacurtiresort2024... una collezione dedicata a mio padre'.

Lo stilista Michele Miglionico porta sulla passerella dell’evento 'Roma couture', un estratto della sua collezione 'Madonne lucane' con nove outfits che guardano alla tradizione raccontando il patrimonio culturale, artistico e antropologico della sua terra di origine, la Basilicata, esaltandone gli elementi del costume lucano, dell’artigianalità, della sacralità e costruendo una connessione con il contemporaneo ispirandosi alle Madonne venerate e portate in processione ed alle sue figure femminili che in questo territorio, luogo magico, pieno di bellezze e contraddizioni, ancora oggi consacrano per devozione gli abiti più belli e preziosi alle statue di culto.

A 'Roma Couture' per il tributo all’Alta Moda Italiana, Nino Lettieri, ha creato una capsule monocromatica di abiti preziosi di alta sartoria ricamati e realizzati da mani sapienti ed esperte. Creazioni di una particolarità ricercata e di grande eleganza, omaggio al compianto Maestro Lorenzo Riva, a cui la Collezione è dedicata. Tra i partner tecnici dell'evento Raffaele Squillace noto beauty designer, cultore del fashion beauty , da molti anni punto di riferimento di importanti brand cosmetic luxury, maison di alta moda nazionali ed internazionali, celebrity e magazine di settore. Considerato oggi un eccellenza del made in Italy sempre attento alla formazione, innovazione e sperimentazione del beauty system internazionale per la divulgazione dell’arte della bellezza nel mondo. Ci sono poi Simone e Luca Bartorelli figli d’arte, nati e cresciuti nel mondo artistico, hanno avuto sin da giovanissimi una particolare passione in comune, quella per l’hair style. Grazie alla loro formazione internazionale sono riusciti a sviluppare la capacità di promuovere il loro progetto stilistico a 360°, facendosi strada nel mondo della bellezza della moda, dei marchi di lusso e del cinema.

Oltre alla loro sede storica di Passeggiata di Ripetta, nell’imminente primavera si realizzerà un altro fondamentale e rilevante progetto, l’apertura nella prestigiosa Piazza di Spagna, di un nuovo atelier nel quale ospitare quel mirato jet set cosmopolita, che più che mai ha come meta turistica la città di Roma, capitale mondiale dell’ospitalità luxury. Tra i partner tecnici figura LiveOn, full service di servizi audio, video, luci, multimedia e allestimenti in grado di offrire la più alta professionalità per la riuscita di ogni tipo di evento. Tra le principali realtà del settore produce e pianifica meeting e congressi sia in Italia che all’estero, offre un servizio completo per la progettazione e realizzazione di spettacoli, convention, manifestazioni ed eventi di moda.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Lavoro

Diana Bracco scala classifica Top Reputation marzo 2024

Published

on

Guadagna 12 posizioni rispetto al mese precedente e sale al 33esimo posto

Diana Bracco

Nella speciale classifica Top Manager Reputation di marzo 2024, Diana Bracco ha scalato 12 posizioni rispetto al mese precedente, salendo al 33esimo posto. Sul podio - secondo l’Osservatorio permanente sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia - figurano i vertici di tre grandi aziende quotate: Claudio Descalzi Amministratore delegato di Eni (1 posto), Andrea Orcel di Unicredit (2°) e Carlo Messina di Intesa Sanpaolo (in terza posizione). La Presidente e Ceo del Gruppo Bracco è anche prima nella classifica dei Top Manager del settore Pharma e Lifesciences, seguita da Marcello Cattani, presidente di Farmindustria e presidente di Sanofi Italia e Malta.

Bracco è un Gruppo che opera nel settore delle scienze della vita ed è leader mondiale nella diagnostica per immagini. Fondato nel 1927, oggi ha un fatturato consolidato di 1,8 miliardi di euro di cui l’88% sui mercati esteri e occupa 3.700 dipendenti. Il Gruppo vanta un patrimonio di oltre 2.000 brevetti e investe ogni anno in R&S oltre il 10% del fatturato di riferimento nell’imaging diagnostico e nei dispositivi medicali avanzati.

Continue Reading

Lavoro

Made in Italy, FederlegnoArredo: “Filiera da 20...

Published

on

Subiscono un ridimensionamento contenuto rispetto all’anno precedente

Il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin

“Eccellenza della creatività italiana, ingegno, Italia che crea: sono le parole chiave scelte per la prima giornata del Made in Italy di cui come filiera legno-arredo e design, da sempre siamo ambasciatori nel mondo. Salutiamo pertanto con entusiasmo e partecipazione questa iniziativa fortemente voluta dal ministro Urso che precede l’apertura della 62esima edizione del Salone del Mobile.Milano". Lo afferma il presidente di FederlegnoArredo, Claudio Feltrin, alla vigilia dalla giornata del Made in Italy, in programma, lunedì 15 aprile, tracciando la mappa dell’export della filiera secondo i Consuntivi 2023 realizzati dal Centro Studi FederlegnoArredo.

“Ci fregiamo di rappresentare una delle filiere strategiche per il Pil nazionale: lo stile, la ricerca, l’innovazione e l’artigianalità ‘industriale’ ci permettono infatti di essere un settore, il cui macrosistema arredamento vale circa 28 miliardi di euro ed esporta ben il 53% dei suoi prodotti di arredamento, 15 dei quali destinati oltre confine e un saldo commerciale pari a 9,8 miliardi di euro. Sopra i 141mila gli addetti attivi nel settore arredamento per un totale di poco più di 21mila aziende. Numeri importanti per un settore - spiega il presidente Feltrin - che ha proprio nell’export il suo punto di forza, come dimostra anche l’affluenza di buyer e addetti ai lavori stranieri, nel 2023 più del 60%, che ogni anno arrivano a Milano per visitare il Salone, la fiera del design più importante al mondo”.

Secondo i consuntivi 2023, elaborati dal Centro Studi FederlegnoArredo, le esportazioni del macrosistema arredamento valgono circa 15 miliardi di euro nel 2023 (il 53% del totale) e subiscono un ridimensionamento contenuto rispetto all’anno precedente del 3,8%, pur confermandosi su livelli più elevati del 2019 che valevano poco più di 12 miliardi di euro.

Il primo mercato si conferma la Francia (oltre 2,4 miliardi di euro, pari al 16,5% dell’export totale), con un valore in linea con il ‘22 (+0,2%). Seguono gli Stati Uniti con 1,7 miliardi (11,7% del totale) e una diminuzione dell’8% sul ’22 , terza la Germania con 1,3 miliardi e un -5,4%. In quarta posizione il Regno Unito a -6,4%, al quinto la Svizzera a -3%, mentre la Spagna al sesto posto è stabile. La Cina si conferma al settimo posto con un arretramento importante di ben il 17%. Segno positivo per gli Emirati Arabi che si trovano in nona posizione con un +5,4% (329 milioni di euro). Al decimo posto i Paesi Bassi con un -9,2%. La riduzione media è pertanto determinata in particolar modo dall’andamento del mercato americano, tedesco e cinese.

Allargando lo sguardo all’intera filiera legno-arredo, il valore esportato nel ‘23 si attesta sui 20 miliardi di euro, registrando una flessione del 4,6% sul ’22, ma ancora sopra di circa 2,8 miliardi di euro ai livelli 2019. Le prime 10 destinazioni rappresentano il 63% dell’export totale e risultano tutte in flessione, ad eccezione di Spagna e Austria stabili, con un calo complessivo di quasi un miliardo di euro. Al primo posto ancora una volta la Francia (16,3% del totale) con 3,2 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto al ’22, seguita dagli Stati Uniti (10,7% del totale) con 2,1 miliardi di euro e un -10,5%; terza la Germania (10,7% del totale) con 2,1 miliardi di euro e un -7%. Quarto il Regno Unito a -6,6%, seguito dalla Svizzera a -4,2%. La Spagna si distingue per un segno positivo del +1,3% davanti alla Cina che cala addirittura del 16,8%. Austria pressoché stabile, davanti al Belgio in nona posizione (-6,1)%, chiudono la top ten i Paesi Bassi con 442 milioni e un -8,4%.

Tra i principali mercati quello maggiormente penalizzato nel 2023, oltre Stati Uniti e Germania, indubbiamente è la Cina che perde 115 milioni di euro registrando una performance molto peggiore dei Paesi europei, a dimostrazione di come negli anni il mercato cinese abbia avuto un’espansione importante, che si è poi bloccata con il Covid e da quel momento non è stata in grado di riprendere il ritmo, come invece avvenuto in altri mercati.

Uscendo dai confini europei performance in crescita per l’Egitto (35esima posizione) con la filiera a +21,2% sul ’22 e un valore di 106 milioni e per l’India che vale 135 milioni (29esima posizione) e registra un +15,7%, nonostante il valore relativamente basso l’India è un paese da attenzionare per il potenziale ancora molto difficile da cogliere; gli Emirati Arabi si posizionano al 12esimo posto con un +3,9% (388 milioni di euro).

Altro fenomeno che risulta dai dati di export della filiera riguarda la Russia, o meglio quei russi che a causa della guerra e avendone le possibilità economiche hanno deciso di trasferirsi in altri Paesi, come farebbero presupporre i numeri della Georgia (+54,2%) del Kirghizistan (+263,3%) e del Kazakistan (+71,3%).

Interessanti anche i movimenti del continente africano (588 milioni di euro, +5,1%) e in particolare dei Paesi della fascia settentrionale che crescono del 10,7% per un valore complessivo di 349 milioni di euro. Indubbiamente mercati dinamici caratterizzati da un “dinamismo a spot”, che difficilmente segue un andamento uniforme e costante nel tempo, dissuadendo pertanto da investimenti a lungo termine in queste zone. L’Arabia Saudita si colloca alla 16esima posizione, registrando un +2,1% e raggiungendo un valore di 247 milioni di euro, quasi esclusivamente di arredo. Come per gli Sati Uniti anche il Canada sta vivendo un momento di impasse con un -11,6% che lo colloca alla 14esima posizione.

Per quanto riguarda il macrosistema legno, le esportazioni (escluso il Commercio legno) valgono 5 miliardi di euro e subiscono una contrazione del 7,2%. Le prime dieci destinazioni presentano andamenti negativi, ad eccezione della Spagna che cresce del 3% (225 milioni di euro) e l’Austria stabile a +0,1% (172 milioni di euro). La Francia supera la Germania (785 milioni di euro e -9,3%) e diventa il primo mercato con 805 milioni di euro, pur registrando una contrazione dell’1,3%. Terzo il Regno Unito (579 milioni di euro) a -6,9% davanti agli Stati Uniti (411 milioni di euro) che registrano il calo più significativo nella top10 (-19,7%) ma mantengono la loro posizione, mentre la Cina (-16%) esce dalla top ten e scende all’11esimo posto.

Continue Reading

Lavoro

Design, Elleci: il made in Italy scommette sul ‘bello...

Published

on

Intervista al Coo dell'azienda che produce componenti per bagni e cucine in occasione della Milano Design Week

Design, Elleci: il made in Italy scommette sul 'bello e ben fatto'

A pochi giorni dall’inizio della Milano Design Week (15-22 aprile), che vede il made in Italy ancora di più protagonista indiscusso, anche il mondo della cucina è sotto i riflettori. In questo contesto, l’azienda Elleci si conferma al top e dopo 30 anni d’attività lancia un rebranding importante. Il marchio, che progetta, produce e distribuisce lavelli, lavabi e complementi di design per il mondo Kitchen e Bath, parte dalla sua storia per reinventare il settore ispirandosi al passato ma guardando al futuro. Ne parla, con Adnkronos/Labitalia, Graziano Traversa, Coo di Elleci e primogenito della famiglia, quale responsabile della strategia di sviluppo e direttore operativo dell’azienda.

"Da sempre il made in Italy - afferma - rappresenta un punto fermo nel panorama del design europeo e mondiale. Stili e tendenze nascono in Italia da secoli e dettano le dinamiche di numerosi settori. Oggi il made in Italy evolve verso il consolidamento di un’eccellenza, quella italiana, non solo incentrata sulla creatività e sul puro gusto estetico ma anche sulla concretezza di valori come qualità, tecnologia e durabilità. È così che il made in Italy diviene la perfetta sintesi della filosofia contemporanea del 'bello e ben fatto'".

Un valore aggiunto, quindi, nel mondo dell’arredo. "Rispetto ad altri 'made in', in particolare il 'made in Germany', che per molti settori rappresenta l’approccio razionale alla tecnologia, massima espressione di qualità, il made in Italy porta con sé un valore intrinseco di 'charm' e desiderabilità, che al contempo acquista concretezza funzionale e qualità costruttiva", assicura. "Un asset, quindi, strategico per le imprese italiane nel comparto arredo, che costituisce una leva solida di competizione. Sarebbe tuttavia errato basare l’intero progetto di business solo ed esclusivamente su tale asset; ecco perché le aziende italiane sono chiamate a investire con convinzione nello sviluppo tecnologico sostenibile per i propri processi e le proprie idee", avverte.

Per il Coo di Elleci, tecnologia e sostenibilità vanno a braccetto: "Il concetto stesso di evoluzione tecnologica è imprescindibile da considerazioni approfondite sull’impatto dei processi in termini di sostenibilità. È responsabilità di ogni moderna realtà produttiva impiegare sviluppi tecnologici nei temi di efficientamento, esperienza lavorativa e semplificazione per accrescere la tutela dell’ambiente e delle persone. I risultati saranno migliori, quanto più avremo la capacità di applicare il pensiero laterale: bisogna scrollarsi di dosso l’annoso concetto dell’'abbiamo sempre fatto così' e vanno messi in discussione aspetti che fino a ieri erano sembrati intoccabili. Solo così si potrà ottenere una vera transizione tecnologica, come sottolineato dalla comunità Europea in ottica Transizione 5.0, dove la tecnologia integrata convive sinergicamente con gli obiettivi di sostenibilità".

Partecipare a eventi come la Milano Design Week è imprescindibile. "Il potere di attrazione, condivisione e inclusione di un evento come la Milano Design Week è impagabile. Un format dinamico, creativo e informale, come quello che anima il centro città in Brera permette di avvicinare tutti gli stakeholder a quelli che saranno gli stili, le tendenze e, soprattutto per l’edizione di quest’anno (Materia Natura), ai grandi progetti di sostenibilità delle aziende".

E il 2024 è l’anno del rilancio, del rebranding per l'azienda. "Negli ultimi anni Elleci - racconta Graziano Traversa - ha maturato la consapevolezza di poter e voler essere un brand europeo di riferimento nel settore dei beni durevoli per l’arredamento domestico, promettendo di elevare l’esperienza quotidiana del consumatore sia in cucina che in bagno; due ambienti cardine della vita in casa".

"Il grande progetto inizia proprio con l’esposizione Elleci Synesthesia per la Milano Design Week: un concept originale e coinvolgente, scelto per raccontare a partner e clienti, architetti e designer l’identità aziendale e la vision con cui Elleci guarda al futuro. L’azienda presenterà, oltre al nuovo visual system e al rebranding, il programma Élite in cui materiali esclusivi, design intelligente e ricerca estetica si combinano dando vita a soluzioni uomo-spazio innovative, in un affascinante processo di nobilitazione del prodotto che pervade ogni dettaglio", annuncia.

"Non da ultimo, protagonista dell’installazione milanese - aggiunge Traversa - è l’hero product della nuova linea, Mixology. L’hyper workstation è pensata per unire due mondi differenti, vicini e complementari: la cucina e il bartending. Un prodotto rivoluzionario, che raccoglie gli input evolutivi del design più innovativo per vivere gli spazi conviviali in maniera inedita e felice, dalle abitazioni private ai locali d’intrattenimento sino agli avanguardistici progetti residenziali di co-living e co-housing".

"Con una visione umano-centrica, cosmopolita e orientata al futuro, Mixology dimostra la volontà di Elleci di accogliere e farsi portavoce di tematiche sociali profonde e ad ampio raggio, come la ricerca di nuovi modelli di sviluppo più sostenibili per l’ambiente e la società e di stili di vita più soddisfacenti per le persone", conclude.

Continue Reading

Ultime notizie

Salute e Benessere1 ora ago

Malattie rare: mese consapevolezza Fabry, rapper Blind la...

L'inedito 'Un pezzo di te' lancia la campagna 'Do Re Mi Fabry' promossa da Aiaf e Gruppo Chiesi Italia "Ciao...

Ultima ora1 ora ago

Visibilia, procura Milano chiude indagini: Santanchè...

In particolare, l'ipotesi di falso in bilancio riguarderebbe le comunicazioni tra il 2016 e il 2020 della quotata La procura...

Economia1 ora ago

Pneumatici estivi per auto, da Altroconsumo test e consigli...

In vista dell’annuale appuntamento con il cambio gomme estive, che deve essere effettuato entro il 15 maggio In vista dell’annuale...

Ultima ora1 ora ago

Fonti Usa: “L’Iran attaccherà oggi Israele con...

La rappresaglia dopo l'attacco israeliano al consolato iraniano a Damasco L'attacco iraniano contro Israele avverrà oggi. E' quanto hanno rivelato...

Salute e Benessere2 ore ago

Leucemia acuta promielocitica, esperti: “Verso cura...

Ne hanno discusso durante l’ottavo Simposio internazionale sulla leucemia acuta promielocitica (Lap) a Roma il 10, 11 e 12 aprile...

Salute e Benessere2 ore ago

L’allarme: “In alcune regioni le sale...

Intervista al presidente dei chirurghi ospedalieri: "Le borse di specializzazione vanno sempre più deserte e i colleghi lasciano il Ssn...

Immediapress2 ore ago

Le telecamere di EQUtv presenti alla 56^ Edizione di...

Dal 14 al 17 aprile 2024 l’emittente dedicata al mondo del cavallo racconterà le novità di Veronafiere dallo stand del...

Economia2 ore ago

La Svizzera è il primo Paese colpevole di inazione...

Un gruppo di attiviste, le Klima Seniorrinen Schweiz, che hanno denunciato il proprio Paese perché non fa abbastanza per contrastare...

Sostenibilità2 ore ago

Emissioni globali: le aziende più inquinanti del Pianeta

Secondo un report del progetto Carbon Majors, l'80% delle emissioni è prodotto da sole 57 grandi aziende Per poter accelerare...

Sport2 ore ago

Milan-Roma, Lazza: “Coro sui napoletani? Solo ironia...

Il rapper su Instagram: "Amare una squadra di calcio non potrà mai farmi odiare nessuna città del mio paese" Con...

Ultima ora2 ore ago

Crolla tetto nel milanese, operaio precipita e muore

Aveva 36 anni Un operaio di 36 anni è morto questa mattina, nel milanese per un incidente sul lavoro. L'uomo,...

Salute e Benessere2 ore ago

Farmaci antidiabetici dimagranti, Ema: “Non ci sono...

Comitato sicurezza Prac: "Evidenze disponibili non supportano un legame causa-effetto" Non ci sono prove sufficienti per dire che i farmaci...

Ultima ora2 ore ago

Natalità, Roccella: “Grande incentivo per...

Così la ministra per la Famiglia, la Natalità e le Pari Opportunità aprendo i lavoro del convegno 'Per un'Europa giovane....

Salute e Benessere2 ore ago

Allergie in piena fioritura, ecco come difendersi: la...

Domenico Schiavino: "Siamo in piena fase di sensibilizzazione agli allergeni. Questo è il momento della cura, ecco come" Naso chiuso...

Immediapress2 ore ago

Serie A – La Juventus cerca l’ennesimo trionfo nel Derby...

Roma, 12 aprile 2024 – Aprile è stato soprannominato, in questa stagione, il mese dei derby in Serie A. Dopo...

Politica2 ore ago

Natalità, Meloni: “Decrescita non è mai felice, se...

La premier durante il suo intervento all'incontro "Per un'Europa giovane. Transizione demografica, ambiente, futuro": "Invertire drammatica tendenza che compromette sviluppo"...

Politica2 ore ago

Famiglia, Mattarella: “Carta richiede sostegno,...

Il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica alla ministra per Famiglia, la natalità e le pari opportunità, Eugenia Maria Roccella,...

Sostenibilità2 ore ago

Valencia 2024, i piani eco-sostenibili della Capitale Verde...

I progetti e le iniziative della EU Green Capital 2024 Nel 2024 Valencia brilla sotto i riflettori internazionali come la...

Cultura2 ore ago

Al Campiello Giovani cinque finalisti

E' il concorso rivolto agli aspiranti scrittori: provengono da Lazio, Lombardia e Sicilia È stata selezionata oggi a Verona la...

Spettacolo3 ore ago

Malagò e i Laganà stasera a ‘Paradise’ su Rai2

Tra gli ospiti del programma di Pascal Vicedomini anche l’attore americano Daniel McVicar Rodolfo e Filippo Laganà insieme al presidente...