Connect with us

Cronaca

Biotecnologie e ricerca biomedica, Superti-Furga (Ri.Med):...

Published

on

Biotecnologie e ricerca biomedica, Superti-Furga (Ri.Med): “Con nuovo centro Sicilia sarà faro internazionale”

"Attireremo talenti da tutto il mondo, sarà strutturato attorno allo studio di organi specifici come cervello e fegato"

Giulio Superti-Furga nel cantiere del Cbrb a Carini

Il nuovo Centro per le biotecnologie e la ricerca biomedica (Cbrb) della Fondazione Ri.Med, che sorgerà a Carini (Palermo), "porterà la Sicilia ad essere un faro della ricerca a livello internazionale e vogliamo attirare talenti da tutto il mondo in Sicilia". Così all'Adnkronos Salute Giulio Superti-Furga, direttore scientifico della Fondazione Ri.Med e futuro direttore del Cbrb, fa il punto sull'impatto che avrà il centro per il Paese. Superti-Furga manterrà anche la direzione del Centro di ricerca per la medicina molecolare (Cemm) dell'Accademia austriaca delle scienze, in modo da poter sviluppare collaborazioni scientifiche e progetti multidisciplinari tra i due enti. "Il Cbrb - spiega - si dedicherà principalmente allo studio dell'interazione tra l'essere umano e l'ambiente. In questa prospettiva, la ricerca abbraccia un contesto di medicina ambientale che trascende l'approccio classico alla tossicologia e all'inquinamento, includendo vari influenti e perturbazioni, dalla nutrizione alle infezioni virali, dalla temperatura alle radiazioni solari. Questo approccio, definito sempre più 'One health', comprende la salute umana, quella delle specie animali e vegetali circostanti e anche la salute dell'ambiente, la qualità del cibo e altro. Il nostro obiettivo è intervenire efficacemente in questi ambiti".

"La nostra forza risiederà nell'eccellenza - prosegue Superti-Furga, che è stato insignito dal presidente austriaco Alexander Van der Bellen della Croce d'Onore della scienza per i risultati raggiunti oltralpe, la più alta onorificenza nell'ambito delle scienze e delle arti - Il centro aspira ad essere tra i primi e migliori al mondo a fungere da collegamento tra la ricerca sui processi fondamentali dell'interazione uomo-ambiente e la realtà clinica, rappresentata primariamente dall'Ismett ora e in futuro dal nuovo ospedale Ismett a Carini. Dopo decenni di raccolta dati e conoscenze, il nuovo centro promuoverà un'intensa innovazione negli interventi. L'obiettivo è rendere l'essere umano più preparato e resiliente attraverso tali interventi. Il centro vuole aprire la strada alla creazione di nuovi vaccini, farmaci, valvole cardiache, cellule umane e batteri con proprietà terapeutiche o diagnostiche, nuove diete e tessuti. Il nostro vantaggio sarà l'interfaccia con la cultura e l'ambiente del Mediterraneo e l'instaurazione di una vera competizione internazionale, dove la diversità di persone e idee viene valorizzata in un contesto ambientale e storico unico in Europa".

E sul 'valore Sicilia' rispetto ad altre regioni: "E' un luogo di connessioni tra persone - rimarca - perfetto per studiare le relazioni tra uomo e ambiente; penso ad esempio agli studi sulla dieta mediterranea e a quelli sugli effetti della vita in prossimità del mare, tutti ambiti di ricerca che svilupperemo nel nuovo centro Ri.Med".

Come si può tradurre la ricerca biomedica e la biotecnologica d'avanguardia in pratiche cliniche e prodotti innovativi? "La sfida nel settore delle Life Sciences - risponde Superti-Furga - si concentra sempre più sulla capacità di convertire efficacemente i risultati della ricerca scientifica in applicazioni cliniche. Questo processo richiede un'accentuata integrazione di risorse e competenze provenienti da diversi ambiti, che spaziano dalla ricerca di base e lo sviluppo preclinico di nuove terapie, dispositivi medici, biomarcatori e biomateriali, fino alla sperimentazione clinica. E' essenziale che la ricerca sia guidata dai bisogni terapeutici senza trascurare l'importanza della creatività per lo sviluppo di soluzioni innovative". Superti-Furga è stato membro del consiglio scientifico del Consiglio europeo della ricerca (Erc) e dal 2024 è presidente di Eu-Life, un'alleanza di 15 importanti istituti di scienze della vita che sostengono l'eccellenza della ricerca in Europa. E' inoltre Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.

"Stiamo valutando l'idea di strutturare il centro attorno alla ricerca focalizzata su specifici organi umani, quali il cervello e il fegato - spiega ancora - per allinearla con le corrispondenti aree terapeutiche. Un elemento cruciale in questo processo è la collaborazione sinergica con il nostro partner principale, l'Ircss Ismett, un ospedale di eccellenza specializzato nei trapianti e nel trattamento delle malattie terminali d'organo. L'obiettivo è abbattere le barriere per favorire l'interdisciplinarità e stimolare l'innovazione. Il biodesign - illustra lo scienziato - emerge come un ambito promettente di eccellenza, che abbraccia dalla creazione di nuove valvole cardiache alla produzione di farmaci personalizzati. La nostra ambizione di aumentare la resilienza di fronte alle grandi sfide ambientali ci orienterà sempre più verso interventi preventivi e preparatori. Tra questi, prevediamo, oltre a vaccini, miglioramenti nell'ambiente stesso, riducendo gli impatti negativi e valorizzando quelli positivi, come l'adozione di una dieta equilibrata individuale, uno stile di vita salutare, la diminuzione dell'inquinamento e delle pratiche dannose, e uno sviluppo del settore agroalimentare che sia in armonia con l'evidenza scientifica e la salute di tutti".

Sull'oncologia assistiamo ad un momento di grande effervescenza, dalle nuove terapie ai vaccini mRna, l'Italia potrà essere protagonista? Il Cbrb potra attrarre studenti e ricercatori in Sicilia, promuovendo ancora di più il ritorno dei 'cervelli' in fuga all'estero? "Nella ricerca biomedica, l'oncologia spesso funge da pioniere, e molti approcci originariamente sviluppati in questo campo si sono dimostrati applicabili ad altre aree terapeutiche. Un esempio è la medicina personalizzata - avverte - dove i trattamenti sono selezionati in base alle caratteristiche molecolari specifiche del tumore. Analogamente, la terapia cellulare, che consiste nell'ingegnerizzare le cellule del paziente per conferirgli proprietà antitumorali, è ora impiegata in vari ambiti. Il potenziale dell'Rna per lo sviluppo di vaccini di diversi tipi, così come per fornire versioni sane di proteine mancanti nei tessuti dei pazienti, è immenso. Il centro investirà in queste tecnologie avanzate".

"La nostra strategia contro la fuga di cervelli - spiega il direttore del Cbrb - adotta un approccio inedito. Non miriamo semplicemente a colmare le lacune, consapevoli che chiudere una falla può portarne all'apertura di altre. La nostra sfida è di adottare un approccio inverso, attirando talenti da tutto il mondo in Sicilia, creando così un vero e proprio polo di attrazione di alto livello e di portata globale. La creazione di posti di lavoro passa attraverso l'eccellenza e il sostegno all'innovazione. Il centro darà vita a startup, renderà necessari vari servizi nuovi e necessiterà di scuole, abitazioni per le famiglie dei ricercatori e istituti di formazione per profili professionali di nuova tipologia".

"Desideriamo inoltre che aziende già esistenti e leader nei settori della salute e della nutrizione si stabiliscano nelle vicinanze del centro, per generare sinergie e beneficiare delle competenze dei talenti formati da noi. Ci immaginiamo come una comunità di innovazione in continua espansione, dove i talenti non solo restano ma vengono attratti da nuove opportunità. Pur sembrando un sogno, siamo ambiziosi e collaborativi, determinati a essere un catalizzatore di successo per tutti. Potrebbero volerci almeno alcuni anni per cogliere appieno l'entità del progetto, ma riponiamo piena fiducia nella creatività e serietà dei siciliani e nella collaborazione di tutta la società civile. Un progetto con visione di lungo periodo", conclude Superti-Furga.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Adriano Panatta e Paolo Petrecca ospiti del Rotary club...

Published

on

L’ex campione di tennis ha ripercorso la sua carriera, raccontando l’inizio della sua avventura sportiva

Adriano Panatta e Paolo Petrecca ospiti del Rotary club Cristoforo Colombo

Grande serata di convivialità e di sport al Rotary club Roma Cristoforo Colombo, che ha ospitato l’ex campione di tennis Adriano Panatta e il direttore di RaiNews 24 Paolo Petrecca. La conviviale -organizzata dalla Presidente di Club Silvia De Mari con il supporto di tutto il Direttivo- ha registrato un sold-out, con la presenza di molti ospiti ed altri Rotary club, che hanno potuto godere di un frizzante talk-show in diretta animato da Panatta e Petrecca.

L’ex campione di tennis ha ripercorso la sua carriera, raccontando l’inizio della sua avventura sportiva, una vita vissuta alla grande, unico sportivo italiano ad aver vinto due campionati del mondo in due diverse discipline sportive: il tennis e la motonautica. Immancabili i racconti degli incroci con stelle mondiali come Jimmy Connors, Arthur Ash, Bjorn Borg e molti altri. Ma Panatta non è solo sinonimo di tennis, ma anche di motonautica. Tantissime le storie delle tante imprese sportive. Paolo Petrecca con le sue domande ha catturato l’attenzione di tutti i presenti alla serata regalando momenti di vera condivisione scanditi da molteplici applausi rivolti ai due ospiti d’onore. Panatta ha rievocato aneddoti e confronti tra il tennis di 50 anni fa e quello di oggi senza risparmiare qualche battuta sui moderni campioni come Yannik Sinner.

Al termine della serata Silvia De Mari ha consegnato ai due ospiti il gagliardetto del Club: "Siete due esempi di vita: Panatta del mondo sportivo e Petrecca per il giornalismo. I tanti giovani presenti qui oggi hanno percepito, ascoltando le vostre parole, i veri valori della vita. Il Rotary Club Roma Cristoforo Colombo, che rappresento, vi ringrazia dal più profondo del cuore. Ad maiora semper”.

Continue Reading

Cronaca

The Glitch Camp, a Milano il campeggio urbano gratuito di...

Published

on

Più di 30 nazionalità e provenienze nel camp allestito nel campo da calcio di Milanosport - Centro Sportivo 'Enrico Cappelli Savorelli'

The Glitch Camp, a Milano il campeggio urbano gratuito di Ied

“Mi sono iscritta a The Glitch Camp perché ho sempre voluto visitare Milano, specialmente durante la Design Week, è un evento e uno show incredibile”. Sono le parole di una delle studentesse che hanno risposto alla call che Ied ha aperto alle scuole di design di tutto il mondo per soggiornare gratuitamente al The Glitch Camp durante la Design Week. La risposta è arrivata: 20 le università di provenienza, più di 30 nazionalità e fino a 300 i glitcher, i campeggiatori, che pernotteranno nel Camp allestito nel campo da calcio di Milanosport - Centro Sportivo 'Enrico Cappelli Savorelli'. Al Camp prende forma un melting pot culturale di giovani pronti a scoprire Milano e a vivere tutte le opportunità offerte dalla Design Week. Solo per citare alcune fra nazionalità e provenienze internazionali: Spagna, Francia, Belgio, Finlandia, Israele, Georgia, Germania, Regno Unito, Grecia, Romania, Russia. E ancora America Centrale e Sudamerica – Messico, Perù, Colombia, Venezuela, Cile – Usa, Giappone, Indonesia, Australia.

The Glitch Camp apre quindi le porte: grazie alla collaborazione con il Comune di Milano e Milanosport, l’Istituto Europeo di Design è riuscito nell’intento di rendere accessibile la settimana del Salone del Mobile e quindi più democratico il patrimonio del design a quanti più giovani di provenienza internazionale possibili. The Glitch Camp risponde inoltre all’obiettivo di garantire ospitalità a ridotto impatto ambientale ed economico e circolarità dei prodotti utilizzati. La produzione è stata infatti seguita con l’agenzia Piano B, impegnata proprio nella riduzione dell'impatto ambientale degli eventi. I glitcher, che potranno soggiornare fino ad un massimo di due notti, usufruiranno di un campeggio equipaggiato da tende Ferrino del progetto di ecodesign Tent Set, un sistema modulare che risponde a specifiche esigenze di utilizzo e riduce gli sprechi di materiali e i rifiuti di prodotto.

All’interno delle tende troveranno il 'kit per il sonno perfetto' e ad accoglierli un’area lounge, entrambi a cura di Ikea Italia, per permettere da un lato un riposo confortevole per affrontare al meglio le lunghe giornate di visita del Fuorisalone, dall’altra momenti di condivisione, convivialità e divertimento nel The Glitch Camp. Un esempio questo, infine, di economia circolare perché il materiale Ikea Italia, una volta chiuso The Glitch Camp, sarà devoluto in parte a Opera San Francesco per i Poveri, affinché venga riusato e destinato ai loro progetti di accoglienza a Milano. Un’altra parte sarà destinata agli spazi della Casa di reclusione Milano Opera e a supporto di Croce Rossa Italiana.

The Glitch Camp segue la trasformazione di Ied in società benefit, che fonda il suo Dna nel generare valore condiviso per la collettività e l’ambiente, con l’impegno ad operare in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori. L’approccio formativo Ied mette sempre più al centro della sua missione il concetto di bene comune e il Design come strumento per raggiungerlo. Il DesignXCommons punta proprio sul ruolo del Design quale piattaforma trasformativa attraverso cui prendersi cura del mondo, formulare domande e individuare risposte alle esigenze che emergono, applicando la progettazione alla condivisione, rigenerazione e integrazione e dei beni comuni.

The Glitch Camp offre infine non solo il camping ma anche la possibilità di vivere l’esperienza piena della design community con attività programmate per le ore più 'scariche' della design week. Fino al 21 aprile le giornate al Camp - illuminato dalla speciale installazione di un 'sole notturno' - inizieranno con lezioni collettive di pilates e stretching alternate a momenti di confronto con designer e ospiti. Martedì 16 e giovedì 18 - dalle 10.30 alle 11.30 - si terranno i Glitch Breakfast, incontri informali curati dall’arch. Davide Fabio Colaci con l’obiettivo di far dialogare i protagonisti del mondo del progetto.

Attraverso il racconto del loro lavoro, della loro ricerca e della loro esperienza acquisita in fondazioni, onlus e istituzioni, i Glitch Breakfast mettono insieme una comunità che progetta per i commons, ovvero che desidera un futuro più equo, sostenibile, inclusivo, in cui l’immaginazione e la creatività hanno fondamentale importanza, e in cui le risorse condivise sono coltivate, protette e accessibili a tutti. Per i resident del Camp la giornata si conclude infine con un cinema notturno, in collaborazione con Il Cinemino, e con la proiezione di film storici legati alla città di Milano e alle sue trasformazioni.

Continue Reading

Cronaca

‘Vittime civili e inciviltà delle guerre’, a...

Published

on

Nel 75° anniversario dell'adesione italiana alla IV Convenzione di Ginevra per la tutela delle vittime civili di guerra

'Vittime civili e inciviltà delle guerre', a Roma convegno organizzato da Archivio Disarmo e Sapienza

I civili nelle ultime guerre non dichiarate in tutto il mondo pagano un prezzo esorbitante (oltre 10.000 caduti solo tra i cittadini ucraini). Nel 75° anniversario dell'adesione italiana alla IV Convenzione di Ginevra per la tutela delle vittime civili di guerra, Archivio Disarmo e il Dipartimento di scienze sociali ed economiche dell'Università di Roma la Sapienza hanno organizzato il convegno "Vittime civili e inciviltà delle guerre". Come ha osservato il presidente di Archivio Disarmo, Fabrizio Battistelli, nelle "nuove" guerre la proporzione dei caduti civili rispetto ai militari è cresciuta dal 41% del totale della Prima guerra mondiale al 53% della Seconda: "E questa quota non accenna a diminuire. Sembra anzi che dalle 'perdite collaterali' si sia passati a una strategia di intenzionale aggressione ai civili inermi, in particolare donne e bambini, considerati un obiettivo “sensibile” del nemico".

Sulla vulnerabilità delle donne ha richiamato l'attenzione la ricercatrice dell'università di Milano Bicocca, Daniela Belliti, secondo la quale in tutti i conflitti il corpo femminile è sistematicamente attaccato "come segno di conquista, umiliazione e sottomissione dell'altro". Sui possibili scenari di argine alla violenza distruttrice della guerra è intervenuto Luigi Ferrajoli, filosofo del diritto dell'Università Roma Tre, noto a livello internazionale per i suoi studi sulla necessità di una "Costituzione della Terra". "Un'effettiva tutela della sicurezza delle popolazioni - afferma Ferrajoli - può essere perseguita soltanto in un quadro di "radicale messa al bando delle armi" e di instaurazione dei vincoli che, oggi proclamati dalle Costituzioni dei singoli paesi, possono diventare effettivi unicamente se condivisi a livello universale".

Non meno drammatica la situazione relativa alla guerra russo-ucraina, testimoniata questa volta sulla base dell’esperienza di una ONG italiana, la Comunità papa Giovanni XXIII, che con l’Operazione Colomba è in prima linea nell'assistenza umanitaria alla popolazione ucraina. "La conoscenza delle tragedie belliche assicurata dai giornalisti e dai ricercatori è senza dubbio importante ma - ha osservato Alberto Capannini - una alternativa alla guerra, in un momento in cui la guerra sembra un destino inevitabile, deve nascere da chi la conosce per viverla al fronte, sulla propria pelle".

La necessità che a parlare dei lutti imposti dalle armi siano in prima persona coloro che ne sono vittime è sottolineata anche da Alidad Shiri, profugo in fuga dall'Afghanistan devastato dalla guerra. Arrivato in Italia quattordicenne dopo un viaggio durato due anni, dice Shiri che ora ne ha 32: "Divisioni religiose ed etniche, corruzione, fondamentalismo religioso e maschilismo, ma anche e soprattutto il condizionamento delle grandi potenze, danno vita a disastrosi conflitti, a loro volta causa di ferite interiori difficilmente cancellabili".

In un momento in cui ricercatori e studenti vengono accusati di drammatizzare i conflitti in atto nel mondo, il Convegno di Archivio Disarmo e Sapienza ha un preciso obiettivo: richiamare l’attenzione, sia dei giovani cittadini sia della politica sugli impegni che nel 1949, con l’adesione alla IV Convenzione di Ginevra, l’Italia ha assunto di fronte alla comunità internazionale per garantire alle popolazioni civili in guerra i diritti umani e la sicurezza.

Continue Reading

Ultime notizie

Spettacolo1 ora ago

Urbano Barberini è ‘Sulle spine’, noir-comico...

Dal 19 al 21 aprile torna in scena la piece scritta e diretta da Daniele Falleri Un noir psicologico a...

Esteri1 ora ago

Israele chiede all’Onu tutte le sanzioni possibili contro...

L'inviato israeliano delle Nazioni Unite, Gilad Erdan, ha esortato il Consiglio di Sicurezza dell'Onu a imporre "tutte le possibili sanzioni"...

Politica1 ora ago

Perugia, Scoccia chiude campagna elettorale al Barton Park

L'evento di chiusura della campagna elettorale di Margherita Scoccia si terrà il 7 giugno al Barton Park di Perugia. Lo...

Economia2 ore ago

A Gaeta il terzo Summit sull’Economia del Mare

Si è tenuta a Gaeta la terza edizione del Summit sull’economia del mare, una quattro giorni con al centro il...

Ultima ora2 ore ago

Amadeus lascia la Rai, non rinnoverà il suo contratto

Lo ha comunicato il conduttore al direttore generale di viale Mazzini Rossi Amadeus non rinnoverà il suo contratto, in scadenza...

Sport2 ore ago

Ndicka, le cause del malore: ipotesi trauma toracico

Brozzi: "Se non ci sono complicazioni potrà rientrare in tempi rapidi" Lo stadio di Udine è rimasto con il fiato...

Immediapress2 ore ago

L’UE verso il divieto totale di sigarette elettroniche usa...

Milano, 15/04/2024 - Tra il mese di febbraio e quello di marzo 2024 sono aumentati i prezzi delle sigarette e...

Immediapress2 ore ago

RedMoringa, società italiana attiva in nutraceutica e...

Milano, 15/04/2024 - Ecosostenibilità, innovazione e ricerca vanno spesso di pari passo. Lo sanno bene i fondatori di RedMoringa, Luca...

Economia2 ore ago

Auto, aumentano costi di ricarica delle elettriche

La denuncia arriva da Federcarrozzieri Ricaricare le auto elettriche in Italia è sempre più costoso. La denuncia arriva da Federcarrozzieri,...

Ultima ora2 ore ago

Editoria, Adnkronos lancia campagna istituzionale del suo...

'Adnkronos.com, notizie allo stato puro' Parte oggi la campagna istituzionale e multicanale dal titolo 'Adnkronos.com, notizie allo stato puro'. Obiettivo...

Esteri2 ore ago

Attacco Iran a Israele, Macron: “Risposta Damasco...

Tel Aviv ha chiesto all'Onu di condannare Teheran che ribatte: "E' stata autodifesa" Tra Israele e Iran prosegue acceso lo...

Cronaca2 ore ago

Adriano Panatta e Paolo Petrecca ospiti del Rotary club...

L’ex campione di tennis ha ripercorso la sua carriera, raccontando l’inizio della sua avventura sportiva Grande serata di convivialità e...

Economia2 ore ago

Food: la stella di Aroma traina la ripresa post-covid

Un affaccio d’eccezione, su uno dei monumenti più iconici d’Italia e del mondo, il Colosseo: ma la location non è...

Ultima ora2 ore ago

E’ morto Mattia Giani, calciatore del...

Il 26enne ha avuto un arresto cardiaco: si è accasciato a terra al 14esimo minuto di gioco E' morto questa...

Sostenibilità2 ore ago

Fondazione per la Sostenibilità Digitale, Epifani: “Ancora...

Dall’istituzione di una patente per la sostenibilità nei report aziendali, fino alla formazione per giornalisti e parlamentari: ecco il “bilancio”...

Economia2 ore ago

Made in Italy, Acampora: “Prezioso il lavoro di Urso...

"Le nostre imprese sono le nostre eccellenze e solo attraverso il minuzioso lavoro di ogni giorno l’Italia può continuare ad...

Economia2 ore ago

L’Ai per il Made in Italy: Google a supporto delle Pmi

Destinati fino a 1 milione di euro per l’Italia per l’integrazione dell’intelligenza artificiale nell’eccellenze del Made in Italy L’intelligenza artificiale...

Immediapress2 ore ago

CulTurMedia Legacoop, subito i decreti attuativi sulle Icc

"E più risorse sui fondi per le imprese culturali e creative" 15 aprile 2024. Le tremila imprese cooperative con oltre...

Cultura2 ore ago

Al festival vicino/lontano 100 eventi e 200 protagonisti

E una dedica speciale a Tiziano Terzani nei 20 anni dalla scomparsa. A Udine dal 7 al 12 maggio Dal...

Spettacolo2 ore ago

Kne – I Kustodi di Napoli Est, il nuovo film di Ivan...

Dopo il grande successo nelle sale cinematografiche, “Kne – I Kustodi di Napoli Est”, il nuovo film di Ivan Orrico,...