Connect with us

Esteri

Ucraina, Macron: “Ipotesi invio soldati a Kiev in...

Published

on

Ucraina, Macron: “Ipotesi invio soldati a Kiev in futuro”

Il presidente francese annuncia la creazione di una coalizione per garantire missili a lungo raggio all'Ucraina

Emmanuel Macron

Una "coalizione" per fornire missili a lungo raggio all'Ucraina, senza escludere in futuro l'invio di truppe. Sono le conclusioni a cui è arrivato il presidente francese Emmanuel Macron al termine della Conferenza di Parigi sul sostegno a Kiev nella guerra contro la Russia. Macron ha annunciato la creazione di una "coalizione" per fornire "missili e bombe a medio e lungo raggio" all'Ucraina. Il leader transalpino ha anche aggiunto che l'invio di truppe occidentali sul terreno in Ucraina non dovrebbe "essere escluso" in futuro, anche se in questa fase "non c'è consenso" su questa ipotesi: "Oggi non c'è consenso sull'invio di truppe di terra in modo ufficiale, scontato e approvato. Ma nella dinamica non è da escludere nulla. Faremo tutto il necessario affinché la Russia non possa vincere questa guerra", ha spiegato.

"Se siamo qui riuniti, è perché siamo convinti, fin dal primo giorno di questa guerra, che ciò che sta accadendo in Ucraina non sia cruciale solo per l'Ucraina, ma anche per la nostra sicurezza collettiva e per la difesa di un ordine internazionale fondato sul diritto", ha detto Macron in apertura dell'appuntamento.

"L'Ucraina - ha aggiunto - è già riuscita grazie all'eroica resistenza dei suoi soldati, anche grazie al nostro sostegno e alle misure prese fin dai primi giorni, a sconfiggere i disegni del Russia. L'operazione speciale che due anni fa doveva durare tre settimane è ancora in corso, con posizioni ormai stabilizzate sul fronte. Allo stesso tempo assistiamo, soprattutto negli ultimi mesi, ad un irrigidimento della Russia, un indurimento che si è manifestato in materia di politica interna crudelmente con la morte di Alexei Navalny: l'abbiamo tutti formalmente condannata, ma ha segnato la linea di questo indurimento. Attraverso il perseguimento giudiziario degli oppositori politici, l'interdizione degli oppositori politici dalle elezioni, la morte di Alexei Navalny, il divieto aggiuntivo di nuove strutture, c'è un evidente indurimento".

"L'Ucraina oggi è determinata, ha bisogno di noi, al di là di ciò che già abbiamo fatto, con sforzi di bilancio, economici e di capacità già considerevoli. Ma considerando quello che ho appena detto, oggi siamo non solo ad un punto che segna poco più di due anni dall'inizio di questa guerra di aggressione russa. Siamo indubbiamente nel momento di un risveglo necessario da parte di tutti noi, tenendo conto della trasformazione della minaccia dal punto di vista militare e strategico", ha detto ancora.

Zelensky e il messaggio a Trump

Kiev può contare sul sostegno dell'Europa ma attende ancora un segnale decisivo dagli Stati Uniti. A Washington, dopo il via libera del Senato, la Camera dei Rappresentanti a maggioranza repubblicana deve esprimersi sul pacchetto di armi e aiuti da 61 miliardi di dollari. Sullo sfondo, la figura di Donald Trump che condiziona le scelte di alcuni deputati. E proprio a Trump si è rivolto ancora il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Trump, ha detto Zelensky alla Cnn, sarà "contro gli americani" se sceglierà di sostenere la Russia invece dell'Ucraina. Il numero 1 di Kiev ha ribadito di "non riuscire a capire come Trump possa stare dalla parte di Putin. È incredibile".

"Penso che Donald Trump non conosca Putin - ha detto Zelensky - So che lo ha incontrato... ma non ha mai combattuto con lui. L'esercito americano non ha mai combattuto contro l'esercito russo. Mai... ho una comprensione migliore. Non credo che capisca che Putin non si fermerà mai".

Nella sua intervista, il presidente ha aggiunto che la Russia sta spendendo "miliardi" per diffondere false informazioni sulla guerra e che ha avuto successo nell'usare la disinformazione come arma e nell'influenzare il dibattito negli Stati Uniti. "Sono rimasto sorpreso dal fatto che siano forti anche negli Stati Uniti, nella Ue, in tutto il mondo. Hanno investito molti soldi in questo", ha detto.

Kiev e la produzione di droni

In attesa della fumata bianca a Washington, l'Ucraina continua ad aumentare i propri sforzi in una guerra sempre più tecnologica. "L'Ucraina ha raggiunto la Russia sia in termini di quantità che di capacità dei droni da combattimento prodotti", ha detto Oleksandr Kamyshin, ministro delle industrie strategiche del governo di Kiev. L'Ucraina, ha annunciato, sta ora producendo proprie versioni dei droni Shahed di fabbricazione iraniana utilizzati dalla Russia.

I droni ucraini - ha aggiunto - sono equivalenti agli Shahed "sia in termini di dimensioni degli ordigni esplosivi che in termini di portata ed altri parametri tecnici".

"E quest'anno non siamo in alcun modo indietro rispetto alla Russia nella produzione di questi droni", ha detto alla televisione ucraina. Kamyshin ha sottolineato che l'Ucraina sta ora utilizzando anche altri tipi di droni nella lotta contro le forze russe, e li dispiega per colpire siti in profondità nel territorio russo. "Ciò che esplode in Russia viene da noi", ha detto il ministro.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Iran, schianto in elicottero: morto il presidente Raisi

Published

on

Condoglianze e solidarietà dai leader di tutto il mondo

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto nell'incidente che ha coinvolto l'elicottero su cui viaggiava ieri. I corpi di Raisi, del ministro degli Esteri e delle altre sette vittime dello schianto sono stati recuperati e portati a Tabriz, nell'Iran nordoccidentale. Il leader supremo iraniano Ayatollah Ali Khamenei ha nominato il primo vicepresidente, Mohammad Mokhber, presidente facente funzioni. Il governo ha quindi annunciato che continuerà a lavorare "senza interruzioni", si legge in un comunicato. Condoglianze e solidarietà dai leader di tutto il mondo

Continue Reading

Esteri

Morte Raisi, analista Iran: “Agenda in Medio Oriente...

Published

on

Fereshteh Sadeghi: "Vice presidente Mokhber candidato plausibile per succedere a Raisi"

Raisi

Né la politica estera dell'Iran e nemmeno i suoi rapporti con i cosiddetti 'proxy', da Hezbollah agli Houthi fino alle milizie sciite in Iraq e Siria, subiranno ripercussioni per la morte del presidente iraniano, Ebrahim Raisi, e del ministro degli Esteri, Hossein Amir-Abdollahian. E' quanto sostiene Fereshteh Sadeghi, analista di Teheran, in un'intervista all'Adnkronos.

"L'Iran ha agende nazionali e internazionali che sono stabilite e implementate da tutto il sistema politico. Tali agende e strategie possono essere riviste, leggermente ritoccate di volta in volta o implementate in modo diverso dai vari diplomatici o presidenti, ma la linea principale non vede alcun cambiamento", spiega l'analista, secondo cui la morte di Raisi e Amir-Abdollahian "non cambierà la politica estera dell'Iran, soprattutto nella regione del Medio Oriente. Allo stesso modo non ci sarà alcun cambiamento nelle relazioni tra l'Iran ed i cosiddetti proxy".

Sadeghi sottolinea poi come la scomparsa del presidente, da tempo considerato come possibile successore di Ali Khamenei, non alteri la corsa alla carica di Guida Suprema. "Non è detto che avrebbe ottenuto quell'incarico - precisa -. Per questo motivo l'establishment iraniano si limiterà a cancellare il suo nome dalla lista e a concentrarsi su altri possibili candidati".

Chi invece succederà a Raisi stesso? "Per il futuro presidente, il vice presidente (ed attuale presidente ad interim, ndr) Mokhber è sicuramente un candidato. Ma dobbiamo far trascorrere questi giorni, tenere i funerali e poi vedere chi sarà interessato a candidarsi", risponde, ricordando come la Costituzione preveda lo svolgimento delle elezioni presidenziali entro 50 giorni.

Secondo Sadeghi, la scomparsa del presidente non avrà conseguenze neanche sulla stabilità interna del Paese. "La Repubblica Islamica è forte e stabile abbastanza da non vacillare davanti all'opposizione interna o esterna. Gli oppositori della diaspora non sono nella posizione di muovere nemmeno un dito contro la Repubblica islamica. Inoltre, il loro sostegno a Israele durante la recente guerra a Gaza li ha totalmente screditati - conclude - Quando si tratta di opposizione interna, dobbiamo sapere che è una minoranza e che non ha la minima possibilità di destabilizzare il sistema politico. Non sono affatto preoccupata. Non succederà nulla al Paese".

Continue Reading

Esteri

Kharkiv ancora sotto attacco, forze Kiev controllano 60% di...

Published

on

Per le autorità "i raid son ben lontani dal fermarsi"

Attacchi a Kharkiv - (Afp)

Le Forze Armate ucraine controllano "circa il 60%" di Vovchansk, nella regione di Kharkiv, ma la zona resta nel mirino di attacchi. Lo afferma il vice governatore Roman Semenukha, in dichiarazioni rilanciate da Rbc-Ukraine. "Stiamo affrontando bombardamenti continui. Il nemico persiste nell'assalto, concentrandosi soprattutto sulle direzioni degli insediamenti di Lyptsi e Vovchansk - ha detto - Il nemico continua a cercare di allontanare le Forze Armate ucraine dal centro della città di Vovchansk. Circa il 60% della città è sotto il controllo delle Forze Armate ucraine e questo significa che gli attacchi son ben lontani dal fermarsi".

Negli ultimi mesi, le forze russe hanno preso l’iniziativa nel conflitto, mentre Kiev si trova ad affrontare una grave carenza di riserve e armi, in parte causata dallo stallo al Congresso Usa sul pacchetto di aiuti militari.

Le forze russe hanno lanciato un assalto a sorpresa nella regione di Kharkiv il 10 maggio, che ha portato alla più grande conquista territoriale in un anno e mezzo. Funzionari ucraini hanno accusato i soldati russi a Vovchansk di aver catturato dozzine di civili e di usarli come “scudi umani” per difendere il quartier generale del comando, ma la notizia non è stata ancora verificata in modo indipendente.

Bombardamenti su Kherson

I bombardamenti russi hanno ucciso una persona nella regione meridionale ucraina di Kherson. Lo ha scritto su Telegram il governatore della regione Oleksandr Prokudi , aggiungendo che nell'attacco è rimasto ferito anche un uomo di 72 anni. Kherson è stata riconquistata dalle forze ucraine alla fine del 2022, mesi dopo che le forze russe avevano invaso l’Ucraina, ma da allora la regione e la sua città più grande sono state oggetto di persistenti attacchi russi.

 

Continue Reading

Ultime notizie

Economia2 ore ago

Cuzzilla (Cida): “Ceto medio teme declassamento, serve...

“Il ceto medio, ovvero il 60% degli italiani, si sente in un momento di grande preoccupazione perché teme un declassamento....

Sport2 ore ago

Allegri, quale futuro dopo la Juve? Arabia, Bayern o Milan

L'allenatore aspetta una chiamata dopo l'esonero deciso dai bianconeri Dopo l'esonero annunciato dalla Juventus, che fine fa Massimiliano Allegri? L'allenatore...

Cultura2 ore ago

Sonia Aggio: “L’Impero Bizantino ci aiuta a...

La scrittrice, nella dozzina del premio Strega con 'Nella stanza dell’imperatore', racconta la parabola di Giovanni Zimisce e dice: "E'...

Demografica2 ore ago

“Non ci sono abbastanza bambini”, l’allarme degli esperti...

L’inverno demografico sta arrivando. Lo ha annunciato Jesus Fernadez-Villaverde, economista specializzato in demografia presso l’Università della Pennsylvania. Il mondo sta...

Economia2 ore ago

On-air ‘The Space of a Journey’ il podcast...

Lo scopo è quello di promuovere l’ascolto di analisi condotte da autorevoli opinion makers, professori, scienziati e intellettuali sui temi...

Economia3 ore ago

Olio: Calabria protagonista Premio Verga per migliori...

Si è svolta sabato e domenica a Cotronei l’ottava edizione del Premio Verga per i migliori oli extravergini di oliva...

Economia3 ore ago

Caffè, per 7 italiani su 10 berlo è esperienza che va oltre...

Secondo la ricerca realizzata da AstraRicerche per Consorzio Promozione Caffè Sono poche le cose che mettono d’accordo gli italiani e...

Cronaca3 ore ago

Maturità 2024, impazza toto-tracce: D’Annunzio, Pirandello...

Tra i pronostici ci sono anche gli 'usati sicuri' Ungaretti e Montale, l'intelligenza artificiale e il delitto Matteotti A un...

Ultima ora3 ore ago

Fedez è stato male ma non è ricoverato

Il rapper avrebbe dovuto partecipare sabato alla registrazione della prima puntata del programma di Alessandro Cattelan "Federico è stato male,...

Economia3 ore ago

A ‘Lezione di sicurezza informatica’ al...

La 1ª edizione della Cybsec-expo, l’innovativo appuntamento interamente dedicato alla sicurezza informatica, alla protezione dei dati e delle infrastrutture critiche,...

Economia3 ore ago

Agricoltura, Corsi (Syngenta): “Collaborazione...

La responsabile globale ricerca Crop protection Syngenta, a margine del panel 'Ricerca pubblica e privata: un intreccio sempre più indissolubile?',...

Cronaca3 ore ago

Matteo Salvini, ladri nella sua casa di Roma

Alcune persone, dopo essersi introdotte nel giardino, avrebbero alzato l'avvolgibile e forzato la porta finestra Ladri ieri sera prima di...

Esteri3 ore ago

Iran, schianto in elicottero: morto il presidente Raisi

Condoglianze e solidarietà dai leader di tutto il mondo Il presidente iraniano Ebrahim Raisi è morto nell'incidente che ha coinvolto...

Gastronomia3 ore ago

Grande successo de “La Spagna al Femminile” a...

Padova, 15 maggio 2024 – Ieri sera la città di Padova è stata l’epicentro di un incontro culinario senza precedenti,...

Esteri3 ore ago

Morte Raisi, analista Iran: “Agenda in Medio Oriente...

Fereshteh Sadeghi: "Vice presidente Mokhber candidato plausibile per succedere a Raisi" Né la politica estera dell'Iran e nemmeno i suoi...

Cronaca3 ore ago

Peculato e truffa, divieto dimora a Cefalù per Gianfranco...

L'ex presidente dell'Ars avrebbe usato l'auto blu in maniera irregolare: "Andrò a spiegare tutto ai magistrati, non credo di avere...

Economia3 ore ago

Scuola, Cida-Censis: giudizio positivo su dirigenti per...

E per 65,6% italiani la sanità ha tenuto nel tempo per abnegazione medici Il 52,7% degli italiani in famiglie con...

Ultima ora3 ore ago

Lavoro, Cida-Censis: impegno e talento non riconosciuto per...

Riconoscere ruolo decisivo fattore umano per 88,1% italiani Il 57,9% degli italiani ritiene che in Italia impegno nel lavoro e...

Ultima ora3 ore ago

Consumi, Cida-Censis: per 59,7% italiani proprio tenore di...

Per 59,6% italiani pensionati che lo vogliono possono lavorare  Il 54,2% degli italiani prova un senso di declassamento, la sensazione...

Ultima ora3 ore ago

Redditi, Cida-Censis: 11,3% si sente ceto medio con reddito...

Per 76% italiani sempre più difficile salire scala sociale Tradizionalmente il ceto medio ingloba la maggioranza della popolazione italiana. Il...