Connect with us

Cronaca

Crollo in cantiere a Firenze, recuperato nella notte corpo...

Published

on

Crollo in cantiere a Firenze, recuperato nella notte corpo quarta vittima

Proseguono le ricerche dell'ultimo disperso. E' stato il crollo del solaio di un prefabbricato a provocare la tragedia nel cantiere edile a nord-ovest della città

Vigili del fuoco al lavoro sul luogo del crollo

E' stato ritrovato il corpo di un quarto operaio, vittima del crollo, avvenuto ieri mattina, venerdì 16 febbraio, nel cantiere dove erano in corso i lavori per la realizzazione di un nuovo supermercato a Firenze. Proseguono le ricerche dei Vigili del fuoco: resta un disperso. Tre i feriti, due dei quali in gravi condizioni ricoverati all'ospedale Careggi (VIDEO).

E' stato il crollo del solaio di un prefabbricato a provocare la tragedia nel cantiere edile a nord-ovest della città quattro le squadre dei vigili al lavoro dalle 9 del mattino per le operazioni di soccorso. La procura di Firenze, guidata dal procuratore capo Filippo Spiezia, ha intanto aperto un fascicolo per omicidio colposo plurimo e crollo colposo. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

"Non abbiamo mai interrotto neanche durante tutta la notte le operazioni di soccorso iniziate da ieri mattina alle 9. Speriamo di arrivare all’obiettivo”, il ritrovamento dell'ultimo operaio disperso, il quinto, “il più in fretta possibile" ha detto il dirigente dei vigili del fuoco Luca Cari. Sul luogo del crollo è stata posizionata, inoltre, una seconda gru che servirà per rimuovere le travi di cemento armato che sono crollate e che ora incombono pericolosamente sulle macerie che devono essere rimosse.

Chi sono le quattro vittime

Due operai marocchini, di 24 e 43 anni, sono tra le quattro vittime recuperate tra le macerie del supermercato, c'è poi un tunisino di 54 anni e l'unico italiano, il 59enne Luigi Coclite, operaio edile abruzzese, ma da oltre trenta residente a Collesalvetti nella frazione di Vicarello nel livornese. Tre operai di nazionalità romena sono ricoverati all'ospedale fiorentino di Careggi.

Nardella: "Inaccettabile morire di lavoro"

"E' inaccettabile che si muoia di lavoro, non me ne faccio una ragione" ha detto il sindaco di Firenze, Dario Nardella. "Credo che tutta la città sia rimasta molto colpita da questa tragedia. A memoria non ricordo un fatto così grave sul luogo di lavoro nella nostra città. Una città peraltro molto attenta alla questione dei diritti dei lavoratori". "Però non basta mai l'attenzione - ha aggiunto il sindaco - Quello in cui si è verificato il crollo è un cantiere privato, e bisogna dire che c'è una grande differenza nella regolazione dei cantieri delle opere pubbliche rispetto a quelli delle opre private. Nonostante ciò anche per le opere pubbliche ci sono tante norme non ancora all'altezza per garantire davvero la sicurezza dei lavoratori".

"Questa mattina ho sentito il procuratore Spiezia, l'ho ringraziato per il lavoro della Procura, ci siamo messi a totale disposizione; ho sentito la prefetta e, ovviamente, dopo faremo anche il punto con la giunta a Palazzo Vecchio prima del minuto di silenzio. Non ho sentito al momento autorità governative, ma come ho detto ieri mattina, sono stato raggiunto dal presidente della Repubblica, e lo ringrazio perché ancora una volta ha dimostrato grande sensibilità e vicinanza a tutta la nostra comunità e alle comunità di provenienza dei lavoratori e anche ai familiari delle vittime. Avremo modo poi di parlare anche con le autorità governative di questa situazione".

"Dobbiamo sapere che il cantiere è sotto sequestro, c’è un’indagine in corso come è giusto e doveroso che sia ed aspettiamo anche gli sviluppi di queste indagini", ha detto Nardella, riferendosi all'inchiesta aperta dalla procura per le ipotesi di reato di omicidio colposo plurimo e crollo colposo. A chi gli ha chiesto se fosse in grado di confermare l'indiscrezione secondo la quale due delle vittime fossero irregolari e prive di contratto, il sindaco ha risposto: "I dati sulle persone non possono essere in questo momento diffusi perché ci sono indagini in corso, quindi io non posso dire niente a riguardo".

Giani: "C'è tanta rabbia per la tragedia nel cantiere"

"C'è tanta rabbia, ma soprattutto tanta voglia di non vedere sul nostro territorio situazioni che poi in qualche modo danno l'idea di una cattiva gestione dei cantieri" ha detto il presidente della Toscana, Eugenio Giani. "Firenze e la Toscana sono sempre stati un esempio per la sicurezza sul lavoro, noi ci abbiamo investito tanto, ci sono state iniziative che sono state leader a livello nazionale". A Firenze esiste il protocollo del cantiere trasparente che però, come hanno denunciato i sindacati, non era applicato nel cantiere privato in via Mariti.

"Per i cantieri pubblici viene applicato - ha spiegato Giani - Occorre che anche sui privati ci sia rigore nell’applicazione. In questo caso era un cantiere privato, la magistratura sicuramente ci darà le indicazioni di come procedere oltre. Io comunque sono convinto che dobbiamo anche creare più deterrenza: il concetto dell'omicidio sul lavoro deve entrare a pieno titolo nel nostro codice penale. E contemporaneamente per quello che riguarda disposizioni e leggi regionali voglio ricreare quel gruppo di lavoro che avevamo fatto per Teresa Moda di Prato per applicarlo anche sui cantieri edili a Firenze, visto che nella nostra città il processo di modernizzazione delle infrastrutture ci porta a vedere tanti cantieri".

La presidente Esselunga Capriotti

"Esprimiamo profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime del gravissimo incidente di questa mattina nel cantiere di via Mariti a Firenze. Siamo sconvolti per quanto avvenuto. Il cantiere in costruzione era affidato in appalto a una società terza e siamo a disposizione delle autorità per contribuire a chiarire la dinamica di quanto accaduto e per qualsiasi esigenza. In segno di lutto nel pomeriggio i negozi Esselunga della città di Firenze verranno chiusi”. E' quanto dichiarato da Marina Caprotti, presidente di Esselunga, in merito al terribile incidente avvenuto questa mattina.

Le reazioni

"A nome mio e del Governo esprimo cordoglio per le vittime del crollo di una trave avvenuto in un cantiere a Firenze". Così, sui social, la presidente del Consiglio Giorgia Meloni. "Seguo con apprensione l'evolversi della situazione e ringrazio quanti stanno partecipando alle ricerche dei dispersi e alle operazioni di soccorso dei feriti. Le nostre più sentite condoglianze alle famiglie colpite da questa terribile tragedia", scrive inoltre la premier.

"Solo adesso, al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza, ho saputo di questa tragedia immane" ha detto il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi. E questo "sia perché ci sono delle persone decedute, e lo sarebbe in ogni caso, poi quando ci sono persone morte sul lavoro questo offende e allarma e crea dispiaceri ulteriori. Non si dovrebbe mai morire di lavoro".

Lo sciopero 

Fiom e Uilm, insieme alla Cgil e alla Uil, hanno proclamato 2 ore di sciopero nazionale per mercoledì 21 febbraio da effettuare in tutti i luoghi di lavoro, anche in assemblea o secondo le modalità stabilite dalle Rsu. Lo rendono noto la Fiom e la Uilm in un comunicato congiunto dopo che questa mattina a Firenze, a seguito del crollo di un cantiere per la costruzione di un supermercato Esselunga, 3 lavoratori hanno perso la vita e al momento altri lavoratori risultano dispersi sotto le macerie. "È l’ennesima tragedia che colpisce i lavoratori in continuità purtroppo con la lunga catena di morti sul lavoro che quotidianamente registriamo lungo tutto il territorio nazionale. Nell'esprimere il cordoglio e la vicinanza di tutti i metalmeccanici alle famiglie degli operai deceduti siamo ancora una volta a denunciare un sistema di appalti e subappalti che non garantisce il rispetto delle norme a tutela della salute e sicurezza", sottolineano Fiom e Uilm. Il nostro grido di allarme, concludono, "è ormai da troppo tempo inascoltato, non è più possibile rimandare, il lavoro e la sicurezza devono tornare al centro del dibattito politico, vanno trovate soluzioni e non parole".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Meteo, ancora tante piogge fino a domenica: poi arriva...

Published

on

Meteo, ancora tante piogge fino a domenica: poi arriva l’anticiclone africano

Ancora

Ancora tante piogge sull'Italia secondo le previsioni meteo di oggi e domani. Il maltempo dovrebbe durare fino a domenica, quando tornerà l'anticiclone africano. Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma che nelle prossime ore il maltempo estremo di stampo autunnale colpirà Germania e Polonia, essendosi allontanato velocemente dall’Italia già nella giornata di martedì 21 maggio; al Nord e a ridosso degli Appennini centrali resterà comunque una diffusa instabilità durante le ore più calde della giornata.

In pratica sono previsti rovesci o temporali a nord del fiume Po e sulle zone interne delle regioni centrali nel pomeriggio. Questo aumento della nuvolosità causerà anche un leggero calo delle temperature: sono attese massime fino a 30°C al Sud, 25-26°C al Centro e intorno ai 23 al settentrione. Niente caldo africano insomma, per ora.

Giovedì 23 maggio vedrà il ritorno di nuove piogge diffuse al Nord, in estensione graduale dal Piemonte verso il Nord-Est. Al Centro-Sud la situazione sarà più soleggiata con massime in leggerissimo aumento su questi settori: si parla di un incremento medio di 1°C, poca cosa, ancora niente caldo estivo.

Venerdì sarà la giornata migliore della settimana con tempo asciutto quasi ovunque salvo locali rovesci a ridosso dei rilievi del Nord e localmente fino alle pianure adiacenti: in altre parole al Nord avremo ancora qualche ombrello aperto, ma nulla in confronto alle ultime settimane di questo piovosissimo maggio.

Nel weekend una nuova perturbazione potrebbe portare qualche rovescio verso le regioni centro-meridionali: una novità, dopo un periodo di maltempo al Nord ecco che qualche pioggia si sposterà altrove. In particolare sono attesi dei fenomeni sabato sulle regioni centrali tirreniche ed in Sicilia, l’ultima domenica di maggio invece vedrà piovaschi su medio Adriatico, Lazio e sud peninsulare. Finiremo la settimana con qualche pluviometro pieno, ma la prossima, come detto, sarà accompagnata da una ‘silenziosa novità’: i modelli sembrano sempre più concordi nel prevedere l’arrivo dell’alta pressione con sole e temperature oltre la media del periodo.

Dalla fine di maggio ‘il silenzio del caldo’ sostituirà il fragore dei tuoni e della pioggia battente che ha colpito parte del nostro Paese nelle ultime umidissime settimane.

NEL DETTAGLIO

Mercoledì 22. Al Nord: tempo spiccatamente instabile con frequenti rovesci. Al Centro: qualche temporale su rilievi e zone vicine, piovaschi su coste adriatiche. Al Sud: bel tempo.

Giovedì 23. Al Nord: temporali sparsi, forti al Nordovest. Al Centro: rovesci sparsi sugli Appennini, soleggiato altrove. Al Sud: bel tempo.

Venerdì 24. Al Nord: più soleggiato, ma non mancheranno precipitazioni sparse. Al Centro: soleggiato. Al Sud: soleggiato e più caldo.

Tendenza: via via meno instabile al Nord, rovesci verso il Centro-Sud; prossima settimana con probabile arrivo dell’anticiclone africano.

Continue Reading

Cronaca

Terremoto Campi Flegrei, scossa 3.4. Oggi vertice a Palazzo...

Published

on

I comuni più vicini all'epicentro sono stati Bacoli, Monte di Procida e Pozzuoli

Una zona di Bacoli

Una nuova scossa di terremoto, di magnitudo 3.4, è stata registrata dall'Ingv oggi 22 maggio nella zona dei Campi Flegrei. I comuni più vicini all'epicentro della scossa, delle ore 8.28, sono stati Bacoli, Monte di Procida e Pozzuoli.

La scossa è arrivata dopo una notte trascorsa fuori casa dagli abitanti di Pozzuoli e Bagnoli. L’ultima scossa si è registrata ieri, appena avvertita e i lavori sono in corso, con le verifiche tecniche da parte di Protezione Civile e istituzioni sull’agibilità di edifici pubblici e privati. Al momento non ci sono segnalazioni, riaprono anche le scuole nei comuni in cui ieri era stata disposta la chiusura, tranne che a Pozzuoli.

Oggi vertice a Palazzo Chigi

Intanto a Palazzo Chigi oggi il ministro della Protezione Civile e del Mare, Nello Musumeci, si incontrerà con il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, per il punto della situazione. Tra Pozzuoli e Bagnoli sono state montate le tendopoli da parte della Protezione Civile, presto ne saranno montate altre: resteranno in piedi anche quando l’emergenza finirà, come confermato dal sindaco di Napoli e della Città metropolitana Gaetano Manfredi e dal Prefetto di Napoli, Michele di Bari, in visita al Coc di Pozzuoli e Bacoli e che sempre ieri durante i vari incontri con la stampa, oltre a sottolineare il lavoro collettivo delle istituzioni e della Protezione Civile, ha evidenziato l’impegno sulle vie fuga dall’area dei Campi Flegrei, qualora vi fosse l’escalation delle scosse: l’Ingv prevede altri eventi, non superiori a magnitudo 5, ma il fenomeno bradisismo sarebbe in affievolimento, con lento ritorno alla normalità.

Intanto, le persone evacuate sarebbero circa 160. Ma la tensione resta alta: per questo motivo a Pozzuoli sono segnalate diverse famiglie che si sarebbero affrettate a fare la spesa, saccheggiando i vari punti bancomat: resiste il timore di un evento tale da costringere alla fuga, anche se in pochi si sono iscritti per le prove di evacuazione che si svolgeranno a fine maggio, che è uno dei punti fondamentali del piano espeditivo nazionale fissato dal Decreto Legge Campi Flegrei: la terza e ultima prova è prevista a ottobre. C’è spazio anche per le polemiche: i sindaci dell’area dei Campi Flegrei - ieri in particolare il primo cittadino di Pozzuoli, Gigi Manzoni - sono tornati a invocare un ‘sisma bonus’ per consentire ai residenti di poter adeguare le proprie abitazioni ai dettami antisismici.

Continue Reading

Cronaca

Terrorismo, armi e droga: 19 arresti in blitz contro...

Published

on

Coinvolti centinaia di poliziotti tra la Svizzera e l’Italia

Terrorismo, armi e droga: 19 arresti in blitz contro organizzazione turca

E’ in corso di esecuzione un’ordinanza di misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Milano, nei confronti di 19 turchi dimoranti in Italia, ma anche in Svizzera e Germania e Turchia, indagati, a vario titolo, per associazione per delinquere aggravata anche dalla transnazionalità, banda armata diretta a costituire un’associazione con finalità terroristiche ed a commettere attentati terroristici, quindi detenzione e porto illegale di armi “micidiali” e di esplosivi, traffico internazionale di stupefacenti, omicidio e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

La misura cautelare è stata emessa dal gip del Tribunale di Milano su richiesta dell’ufficio della procura della Repubblica di Milano – Sezione distrettuale antiterrorismo, che ha delegato per l’esecuzione la polizia e la guardia di finanza.

Le operazioni svolte sul territorio dalla polizia sono state svolte grazie alle intercettazioni telefoniche ed ambientali effettuate nei confronti del gruppo criminale, a complessi servizi di osservazione e pedinamento svolti sul territorio nazionale con uno scambio informativo tramite Interpol, tra la polizia di Stato e la polizia turca del Kom.

L'operazione, tuttora in corso, sta coinvolgendo centinaia di poliziotti tra la Svizzera e l’Italia tra cui personale della squadra mobile di Como, del Servizio centrale operativo di Roma, della Sezione investigativa Sco di Milano e di Brescia, delle squadre mobili di Catania, Crotone, Verona, Viterbo, delle Unità operative di primo intervento, del Reparto prevenzione crimine Lazio e Lombardia, della guardia di finanza di Milano e Roma, delle unità cinofile di Roma, il I reparto volo di Roma e della polizia scientifica delle città interessate.

Ulteriori dettagli dell'operazione saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà nell'ufficio del procuratore della Repubblica di Milano Marcello Viola alla ore 11.30.

Continue Reading

Ultime notizie

Attualità41 secondi ago

Margarita: dopo 20 anni arriva il sequel di Floricienta per...

È il 2004 quando “Flor, speciale come te” entra nei cuori di milioni di telespettatori, portando con sé una ventata...

Cronaca2 ore ago

Meteo, ancora tante piogge fino a domenica: poi arriva...

Ancora Ancora tante piogge sull'Italia secondo le previsioni meteo di oggi e domani. Il maltempo dovrebbe durare fino a domenica,...

Esteri2 ore ago

Gaza, l’Egitto e l’ombra degli 007...

Lo rivela la Cnn. L'annuncio di Hamas del 6 maggio sull'accordo di cessate il fuoco con Israele non riguardava l'intesa...

Cronaca3 ore ago

Terremoto Campi Flegrei, scossa 3.4. Oggi vertice a Palazzo...

I comuni più vicini all'epicentro sono stati Bacoli, Monte di Procida e Pozzuoli Una nuova scossa di terremoto, di magnitudo...

Salute e Benessere3 ore ago

Vaccini: da nord a sud, sempre più ‘open day’

Nei grandi come nei piccoli centri, si moltiplicano i momenti di sensibilizzazione e informazione ad accesso libero o agevolato, promossi...

Spettacolo3 ore ago

Sanremo 2025, Carlo Conti direttore artistico e conduttore...

L'annuncio al Tg1, ma già l'indiscrezione era stata di fatto confermata dall'ad, Roberto Sergio, che ha postato la foto insieme...

Spettacolo4 ore ago

Alessandro Cattelan, da Mtv al ‘sogno’ Sanremo –...

Gli esordi, Mtv, X Factor, passando per Le Iene,…le mille vite di Alessandro Cattelan conduttore di 'Da vicino nessuno è...

Sport4 ore ago

Atalanta-Bayer Leverkusen, oggi finale Europa League in tv...

La formazione bergamasca disputa la partita più importante della propria storia dopo aver perso la finale di Coppa Italia contro...

Esteri4 ore ago

Iran, in migliaia a Teheran per l’ultimo saluto a...

Omaggio del popolo al presidente morto domenica nell'incidente dell'elicottero su cui viaggiava insieme al ministro degli Esteri Hossein Amir-Abdollahian Sono...

Cronaca4 ore ago

Terrorismo, armi e droga: 19 arresti in blitz contro...

Coinvolti centinaia di poliziotti tra la Svizzera e l’Italia E’ in corso di esecuzione un’ordinanza di misura cautelare emessa dal...

Ultima ora11 ore ago

Ucraina, Zelensky: “Distruggiamo Russia a...

Il presidente invia l'ennesimo messaggio ai partner: "Armi servono ora, non in estate" "Nella regione di Kharkiv le nostre forze...

Salute e Benessere11 ore ago

Omega 3, dubbi su integratori: nei sani possibili più...

Uno studio evidenzia che l'uso regolare potrebbe aumentare, anziché diminuire, il rischio di malattie cardiache e ictus tra chi godono...

Ultima ora11 ore ago

Giro d’Italia, oggi 17esima tappa: orario, come...

Pogacar a caccia di un'altra vittoria Il Giro d'Italia 2024 propone oggi la 17esima tappa, la Selva di Val Gardena...

Ultima ora12 ore ago

Redditometro divide maggioranza, Palazzo Chigi aggiusta il...

Il viceministro Leo: nessun ritorno al "vecchio redditometro". Nel prossimo Cdm terrà un'informativa "sul superamento" dello strumento L'argine arriva nel...

Ultima ora12 ore ago

Meteo, pioggia anche oggi: allerta rossa in Veneto

Riflettori accesi sui fiumi. Allerta arancione in Emilia Romagna, rischio temporali al Nord Il maltempo allenta la presa sull'Italia ma...

Ultima ora12 ore ago

Papa Francesco: “No alle donne diacono”

Il Pontefice: "Fare spazio alle donne nella Chiesa non significa dare loro un ministero" No alle donne diacono. Il Papa,...

Ultima ora13 ore ago

Baustelle, lutto per il frontman Francesco Bianconi: il...

Ilvo Bianconi aveva 78 anni, investito a Montepulciano Lutto per Francesco Bianconi, fondatore e leader storico dei Baustelle, band tra...

Attualità14 ore ago

Inaugurato a Sant’Antimo il centro antiviolenza...

Oggi è stato inaugurato il nuovo Centro Antiviolenza intitolato a Giulia Tramontano, la giovane donna tragicamente uccisa lo scorso anno...

Cronaca14 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi 21 maggio

Nessun '6' né '5+1' al concorso Superenalotto numero 80 di oggi Nessun '6' né '5+1' al concorso Superenalotto numero 80...

Sport15 ore ago

Cagliari, Ranieri lascia il club dopo la salvezza:...

L'addio per la seconda volta con i rossoblù: "Per sempre grati, mister. Quanto fatto resterà indelebile nel cuore di ogni...