Connect with us

Economia

Protesta dei trattori, Riscatto Agricolo: “Non...

Published

on

Protesta dei trattori, Riscatto Agricolo: “Non andremo al corteo del 15 febbraio”

Secondo fonti parlamentari di maggioranza verrebbe anche dimezzato "l'importo da pagare per i redditi tra 10mila e 15mila euro"

Trattori (Fotogramma)

Un incontro distensivo con il governo quello di oggi tra il ministro dell'Agricoltura Francesco Lollobrigida e i rappresentanti di Riscatto Agricolo, ma i presidi locali rimangono fino a che l'intesa raggiunta, e gli impegni presi, non saranno "nero su bianco". Ad affermarlo all'Adnkronos sono alcuni agricoltori aderenti al movimento, protagonista della protesta dei trattori di questi giorni arrivata fino a Roma. "Abbiamo ottenuto ma non molliamo finché l'accordo non sarà nero su bianco e nelle varie province restiamo in presidio, ad esempio qui a Brescia" afferma Davide Pedrotti, il giovane allevatore di vacche da latte, referente di Riscatto per il bresciano e che, tra l'altro avrebbe voluto salire sul palco di Sanremo.

"Anche se a Roma stanno pensando di tornare nei luoghi di origine, una ventina di presidi rimarranno operativi, in Lombardia, in Friuli Venezia Giulia, Campania, Puglia, in Sardegna..." spiega Pedrotti e annuncia che dovranno "aspettare fino al 26 febbraio quando ci sarà la riunione straordinaria della Commissione Ue a Bruxelles, dove si vedrà se le modifiche alla Pac annunciate saranno realizzate (prima fra tutte lo stop all'obbligo di lasciare il 4% dei terreni incolti). Quanto all'esenzione dell'Irpef per i redditi sotto ai 10mila euro, allo studio del governo "non è il punto forte della nostra protesta, ma piuttosto che ci paghino il giusto prezzo ai nostri prodotti".

Sulla stessa lunghezza d'onda Roberto Congia, portavoce di Riscatto per la Sardegna, che nei giorni scorsi era venuto a Roma e aveva partecipato venerdì all'incontro con il ministro Francesco Lollobrigida. "Veramente non ho sentito ancora i portavoce del coordinamento nazionale perché voglio capire bene come è andata - spiega Congia raggiunto telefonicamente dall'Adnkronos - ho visto il comunicato, sono contento perché la piattaforma riguarda anche la Sardegna e se sarà confermata l'apertura del tavolo anche sugli ecoschemi per il settore ovicaprino saremo pronti a smobilitare e a discutere con le istituzioni in maniera costruttiva".

"Siamo più sereni perché c'è un impegno a convocare dei tavoli e a discutere la nostra piattaforma - aggiunge Congia - cogliamo in maniera positiva la disponibilità a discutere e a dare delle risposte certe, alcune sono già arrivate, come ad esempio per l'esenzione dell'Irpef. Quindi il clima è meno agguerrito. Siamo agricoltori e i pastori della Sardegna a cagliari, Olbia e Porto Torres, e continuiamo a essere uniti al movimento Riscatto Agricolo, nel quale non c'è politica di mezzo - conclude - attendiamo risposte positive, decideremo tutti assieme il da farsi".

Intanto, annuncia Congia, il 15 febbraio a Bolotona, un comune in provincia di Nuoro, nel cuore dell'isola, i pastori sardi che appoggiano Riscatto Agricolo terranno una manifestazione.

Lollobrigida: "Al lavoro con Mef per nuova proposta su Irpef"

"Sull’Irpef insieme ai colleghi Giorgetti e Leo stiamo lavorando a una ulteriore proposta che garantisca, nel modo più rilevante possibile gli imprenditori agricoli" afferma il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare Francesco Lollobrigida in una nota. "Il sostegno al reddito dei più deboli e l’abbattimento dei costi di produzione, - sottolinea - in un quadro di equità, restano la stella polare dell’esecutivo guidato da Giorgia Meloni e spero che chiunque, al di là della collocazione parlamentare, abbia a cuore il sistema agricolo".

Fonti: "Sale esenzione Irpef, -50% per redditi tra 10mila e 15mila euro"

“Il ministro Giancarlo Giorgetti e il vice ministro Maurizio Leo, in stretto contatto con il ministro Francesco Lollobrigida, stanno predisponendo un emendamento governativo sulla problematica dell’Irpef. Una norma che prevede, oltre alla franchigia per esentare dal pagamento i redditi agrari e dominicali fino a 10.000 euro, anche una riduzione del 50% dell'importo da pagare per i redditi tra i 10.000 e i 15.000 euro. Una norma che riguarderebbe solo gli imprenditori agricoli professionali e i coltivatori diretti in forma individuale o in società semplice”. Lo riferiscono fonti parlamentari di maggioranza.

Per le stesse fonti, si tratta di un emendamento al Milleproroghe che è "la dimostrazione dell'impegno massimo del governo Meloni e della vicinanza agli agricoltori in questi 16 mesi. Un risultato, al di sopra delle aspettative, che certifica il raggiungimento dell’accordo all’interno della maggioranza, che si deve al lavoro congiunto dei ministri Giorgetti, Lollobrigida e Ciriani e del viceministro Leo, che si sono prodigati per reperire le risorse necessarie a coprire i costi della misura”.

A Roma giovedì: due trattori al Colosseo e il presidio al Circo Massimo

Una nuova 'protesta' dei trattori è prevista giovedì mattina a Roma. Due sigle, 'Altragricoltura' e 'Popolo produttivo' hanno preavvisato la questura di Roma che, nella notte tra martedì e mercoledì, arriveranno nella Capitale un centinaio di mezzi agricoli provenienti da Caserta, Fondi, Velletri e dall'Abruzzo per posizionarsi in un'area privata nella zona di Castel di Leva. Giovedì mattina, 15 febbraio, due trattori, 'scortati' dalle forze dell'ordine, arriveranno fino al Colosseo.

Giovedì pomeriggio è prevista, invece, l'iniziativa dei Comitati Riuniti Agricoli (Cra) Agricoltori traditi, 'capitanati' tra gli altri da Danilo Calvani, al Circo Massimo. "Non andremo assolutamente alla manifestazione di giovedì prossimo, non è nostra" afferma all'Adnkronos Maurizio Senigagliesi, portavoce del movimento autonomo Riscatto Agricolo.

La Pietra: "Nelle prossime settimane tavolo con regioni e agricoltori"

"Nelle prossime settimane il governo aprirà un confronto con le Regioni e le organizzazioni agricole per individuare le filiere cui destinare i primi interventi di sostegno - ha detto il sottosegretario al Masaf, Patrizio La Pietra -, ma come giustamente evidenziato dagli agricoltori bisogna anche lavorare a una organica riforma del sistema assicurativo, così da abbassare i costi delle polizze assicurative per gli agricoltori, ampliare la platea degli assicurati e sostenere gli agricoltori contro i rischi catastrofali". "Il governo intende, inoltre, rafforzare il vincolo di origine 100% italiana delle produzioni, come aiuto diretto alla filiera agroalimentare nazionale" aggiunge.

Tajani: "Stiamo lavorando su Irpef, ma no a false promesse"

"C'è una base minima, che è quella dei 10mila euro, se si può ottenere di più meglio, noi stiamo lavorando" dice Antonio Tajani, ministro degli Esteri e segretario di Fi, a margine di una conferenza stampa alla Camera. "Avevamo chiesto all'inizio come Forza Italia un'esenzione totale, però il problema riguarda i conti, con il ministro Giorgetti stiamo lavorando perché comunque si parta da una base di 10mila e se si può ottenere di più meglio, però bisogna sempre essere responsabili". "Già con la quota dei 10 mila euro viene esentato l'80% delle aziende agricole, quindi già è un risultato molto importante. Ma questo ovviamente non basta, serve fare molto di più, serve una strategia complessiva", aggiunge Tajani.

Le posizioni della Lega che chiede di più? "Tutte le norme sono state approvate in Consiglio dei ministri da tutti, se si può migliorare la situazione siamo sempre pronti a farlo, servono però proposte che non siano demagogiche ma che possano permettere di risolvere i problemi, siamo contrari a fare false promesse", replica il ministro.

'Grande soddisfazione' Lega su Irpef agricola

Fonti della Lega esprimono "grande soddisfazione" per "la determinazione del governo a rivedere il provvedimento sull'Irpef", così "come richiesto sin dalla scorsa settimana da Matteo Salvini", viene sottolineato.

Bonelli: "Governo attacca politiche green per nascondere responsabilità"

“Il governo ha creato il problema con gli agricoltori aumentando loro le tasse e oggi, per distogliere l’attenzione dalle proprie responsabilità, attacca la transizione verde e lo fa mentre la crisi climatica produce danni ingenti: nel 2022 la siccità ha causato 6 miliardi di euro di danni all’agricoltura e, nel silenzio generale e senza alcuna reazione preoccupata da parte del governo, la Regione Sicilia ha dichiarato lo stato di calamità naturale per la siccità già nel mese di febbraio” ha detto il co-portavoce nazionale di Europa Verde e deputato di Alleanza Verdi e Sinistra, Angelo Bonelli.

“Condivido buona parte delle rivendicazioni degli agricoltori, dalla concorrenza sleale, al ruolo della grande distribuzione, alla riforma della Pac votata in Europa anche dalla Lega e FdI, che dà risorse alle grandi multinazionali a scapito dei piccoli agricoltori. Come ecologisti - continua - non siamo d’accordo sull’eliminazione della messa a riposo del 4% dei terreni, pratica agricola. I nostri nonni e bisnonni praticavano il riposo dei terreni, pratica chiamata anche ‘maggese’, che consente il recupero della fertilità del suolo, la riduzione dell'erosione e l'incremento della biodiversità: 'Un campo che ha riposato dà un raccolto abbondante,’ scriveva Ovidio'".

"Do appuntamento al governo alla prossima primavera/estate, quando non ci sarà acqua per i campi e la siccità metterà purtroppo in ginocchio la nostra agricoltura. Irresponsabilmente, vengono attaccate le politiche sul clima, ben sapendo che la crisi climatica è la peggiore nemica dell’agricoltura”, conclude Bonelli.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Economia

Transizione ecologica, entro 2050 in Ue serviranno 60...

Published

on

In Italia entro il 2027 ne serviranno 2,4 milioni

Secondo le cifre diffuse dalla Commissione europea entro il 2050 serviranno 60 milioni di lavoratori green per la transizione ecologica. Ogni settore dovrà adeguarsi ma secondo l'Eurostat l'Italia è il fanalino di coda. Per Unioncamere e Anpal il mercato del lavoro italiano richiederà entro il 2027 a quasi 2,4 milioni di occupati di avere competenze green. Tra le figure più richieste gli energu manager ma anche ingegneri di materiali green e giuristi ambientali.

Continue Reading

Economia

Bonus ristrutturazione 2024, come richiederlo

Published

on

Detrazione Irpef attiva fino al prossimo 31 dicembre

Bonus ristrutturazione, fino al prossimo 31 dicembre è attiva la detrazione Irpef sulle spese per la ristrutturazione di abitazioni e parti comuni di edifici. Ecco chi potrà beneficiarne.

Continue Reading

Economia

Energia, Descalzi: “Ue non può dettare stesse regole...

Published

on

L'Ad Eni: "Senza materie prime nessuno può essere tranquillo, serve progetto di sicurezza energetica"

Claudio Descalzi - Fotogramma

"L'Europa non può imporre a tutti i Paesi la tecnologia da utilizzare per raggiungere gli obiettivi della transizione energetica e con la riduzione della C02. Quindi vanno bene gli obiettivi, ma sulle soluzioni dobbiamo essere attenti. Le soluzioni hanno impatto sociale forte e possono essere bombe sociali. Ci vogliono meno ideologie e più obiettivi da raggiungere, ma imporre soluzioni è una follia. Non si può dire a tutti come raggiungerli''. Lo sottolinea l'Ad di Eni, Claudio Descalzi, alla Scuola di formazione politica della Lega.

"Serve progetto di sicurezza energetica"

''L'Europa consuma 400 miliardi di metri cubi gas. Sia noi che la Germania acquistavamo gran parte del gas dalla Russia. E abbiamo dovuto trovare altri Paesi fornitori. E' cambiato radicalmente il modello, In Russia era come comprare in un negozio. Ora il gas che arriva in parte è nostro perché facciamo investimenti. Certo nessuno può essere tranquillo sulle forniture perché non abbiamo la materia prima''.

“Per essere tranquilli - aggiunge Descalzi - bisogna avere un progetto di sicurezza energetica e di diversificazione, e quindi servono le tecnologie. Ora noi invece siamo tranquilli ma perché il clima non è rigido, l’Lg da Nord Europa, Usa, Africa e Medioriente ha sostituito il gas russo, e la Cina ha ridotto la sua crescita”.

“Quando non si possiede una risorsa primaria - e petrolio gas e carbone sono ancora l’80% del fabbisogno energetico - non si è tranquilli”, ha sottolineato l’Ad, facendo presente che infatti “gli Usa sono tranquilli, hanno un grande mercato, superiore a quello Ue, e fanno anche export; la Russia è tranquilla, la Cina no ma negli ultimi 30 anni ha avuto una strategia di sicurezza energetica basata sulla diversificazione”.

Ora il modello nazionale è cambiato: “Gran parte del gas è equity nostro e questo è un sistema molto più robusto, ci dà più sicurezza. L’Algeria ci dà il gas perché abbiamo aumentato gli investimenti e una quota parte di questo gas è nostro”, ha ricordato Descalzi.

Continue Reading

Ultime notizie

Sport2 ore ago

Juve, Giuntoli: “Contenti di Allegri, vogliamo che...

L'allenatore risponde: "Ho un contratto fino al 2025, felice di rimanere" Massimiliano Allegri resta alla Juventus anche il prossimo anno?...

Esteri3 ore ago

Scava una buca in spiaggia, bambina muore travolta dalla...

La tragedia in Florida Una bambina di 7 anni scava una buca in spiaggia, viene travolta dalla sabbia e muore....

Politica3 ore ago

Cortei Pisa e Firenze, Salvini: “Giù le mani da forze...

Boccia: "Dalla Lega atteggiamento al limite dell'irresponsabilità". Bonelli: "Meloni in silenzio, destra non raccoglie appello del Quirinale". Piantedosi: "Valuteremo eventuali...

Economia3 ore ago

Transizione ecologica, entro 2050 in Ue serviranno 60...

In Italia entro il 2027 ne serviranno 2,4 milioni Secondo le cifre diffuse dalla Commissione europea entro il 2050 serviranno...

Politica4 ore ago

Scontri Pisa, Piantedosi: “Nessun cambiamento su...

Il ministro riferirà in Parlamento "Sull'ordine pubblico non ci sono stati cambiamenti, se ci sono stati eccessi li valuteremo". Lo...

Sport4 ore ago

Juventus-Frosinone 3-2, gol di Rugani allo scadere e...

I bianconeri si impongono con una rete del difensore al 95' La Juventus batte 3-2 il Frosinone nel match in...

Lavoro4 ore ago

Vino: Suavia, con ‘I luoghi’ il racconto di una...

Le sorelle Tessari alla guida dell'azienda del Soava Classico, leader nella produzione di bianchi Si chiama 'I luoghi' la nuova...

Cultura5 ore ago

Foibe, Sangiuliano: “Treno del Ricordo per tenere...

“Il viaggio di questo treno è un bellissimo progetto che sta unendo l’Italia nel nome del ricordo. Il Ministero della...

Cronaca5 ore ago

Ucraina, al Colosseo spunta striscione di Militia Christi:...

Il movimento politico cattolico rivendica il gesto su Facebook: "Causa del conflitto il massacro infame in corso da 10 anni...

Ultima ora5 ore ago

Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno della...

"Ho pensato a qualcosa che non facesse dimenticare quella strage" "Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi...

Cronaca5 ore ago

Strage Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno...

"Ho pensato a qualcosa che non facesse dimenticare quella strage" "Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi...

Politica5 ore ago

Giorgio Armani: “Meloni donna con elementi...

L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma...

Ultima ora6 ore ago

Etiopia, 4 sacerdoti ortodossi rapiti e uccisi dai ribelli...

Gli omicidi dopo un attacco al monastero di Zequala avvenuto il 22 febbraio scorso Quattro sacerdoti ortodossi sono stati uccisi...

Spettacolo6 ore ago

Chiara Ferragni, l’entourage dell’influencer:...

La smentita all'Adnkronos dopo che erano circolate voci su una possibile relazione tra i due come causa della crisi con...

Cronaca6 ore ago

Strage Cutro, sorella vittima: “Mio fratello sognava...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Ultima ora6 ore ago

Cutro, la sorella di una vittima: “Sajad sognava di...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Politica7 ore ago

Europee 2024, Salvini punta ancora su Vannacci: “Lo...

E sulle cariche della polizia a Pisa dice: "Giù le mani dalla forze dell'ordine" Matteo Salvini riconferma la sua fiducia...

Cronaca7 ore ago

Strage Cutro, inaugurato il ‘Giardino di Alì’

Il prefetto di Crotone: "Questa terra è accogliente" "So cosa significa ricordare. Ero all’Aquila, quando c'è stato il terremoto. Ricordare...

Esteri7 ore ago

Ucraina, Russia attacca con nuova ondata di droni

Le forze di Mosca colpiscono la regione di Zaporizhzhia. Kiev: "Uccisi 810 soldati russi" L'Ucraina si difende dalla nuova ondata...

Esteri7 ore ago

Petrolio raffinato in India e rivenduto in Usa, le tecniche...

Petrolio raffinato in India e rivenduto agli Usa: è una delle tecniche con cui la Russia ha aggirato le sanzioni...