Connect with us

Spettacolo

Sanremo, ecco la quinta serata: Fiorello al fianco di...

Published

on

Sanremo, ecco la quinta serata: Fiorello al fianco di Amadeus per il gran finale

Quarto posto per Ghali, quinto Irama. Fiorello show all'Ariston che canta 'Farfallina del Qua Qua'. E' boom televoto. Ovazione per Roberto Bolle. Finisce l'era Amadeus, l'addio: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto"

Angelina Mango (Fotogramma /Ipa)

E' Angelina Mango con 'La Noia' a vincere il festival di Sanremo 2024, l'ultimo (almeno così sembra) condotto dal direttore artistico Amadeus. Al secondo posto Geolier con 'I p' me, tu p' te', al terzo Annalisa con 'Sinceramente', al quarto Ghali con 'Casa mia', al quinto Irama con 'Tu no' "Grazie di cuore all'orchestra, a te, a Giò, a Fiorello, al mio team, a mia mamma, alla mia famiglia.... E' troppo... Non ci credo" dice Angelina, visibilmente commossa.

Ritmi serrati e tanto show nella lunga serata con Fiorello finalmente sul palco dell'Ariston nelle vesti di co conduttore al fianco di Amadeus, uomo dei record negli ascolti con lo share più alto di sempre. Il gran finale, che si apre con la Banda dell'Esercito e l'Inno di Mameli, ha visto protagonisti sul palco tutti i 30 cantanti in gara.

Sono subito cori per Amadeus dalla platea, ma anche fischi per Geolier che - primo nella classifica provvisoria - raccoglie il rumoroso disappunto del pubblico. Il direttore artistico invita quindi al rispetto dei cantanti. La prima apparizione di Fiorello è spettacolo puro: lo showman si esibisce in un mash up tra Michael Jackson e Domenico Modugno vestito con un frac profilato di led fosforescenti.

Incanta il primo ospite Roberto Bolle, che danza e incassa l'ovazione del pubblico. Poi Gigliola Cinquetti che torna a Sanremo per celebrare i 60 anni di 'Non ho l'età'. Il 'Doc' Luca Argentero ringrazia dal palco i medici.

L'Inno di Mameli all'Ariston

Teatro Ariston in piedi per l'inno di Mameli. Si apre il sipario della serata finale del festival di Sanremo. In platea ci sono il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Informazione e all'Editoria, Alberto Barachini, il sottosegretario alla Difesa, Isabella Rauti, il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Barbara Floridia, il capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, generale Piero Serino, e il consigliere d'amministrazione della Rai, Simona Agnes. A seguire la banda lascia il palco da platea eseguendo la Marcia d’Ordinanza.

Classifica provvisoria: Geolier primo, ancora fischi dalla platea

Si parte subito con il botto: Geolier primo nella classifica provvisoria di Sanremo e arriva la pioggia di fischi dalla platea dell'Ariston, che non gradisce. Amadeus, dopo la reazione del pubblico, invita al rispetto dei cantanti: "Capisco e fa parte della storia di Sanremo. Un po' è come essere allo stadio: ci sono gruppi e fan, prego di applaudire e anche di esprimere disappunto ma vi chiedo solo il rispetto per tutti e 30 i cantanti in gara", è l'invito di Amadeus.

Questa la Top Five: Geolier, Angelina Mango, Annalisa, Ghali e Irama. Il resto della classifica provvisoria: sesto Mahmood, settima Alessandra Amoroso, ottava Loredana Bertè, nono Diodato, decimo Alfa, undicesimi Il Volo, dodicesima Emma, 13esimo Gazelle, 14esima Fiorella Mannoia, 15esimi The Kolors, 16esimo Il Tre, 17esimi Santi Francesi, 18esimo Mr Rain, 19esimi Negramaro, 20esimi Ricchi e Poveri, 21esimo Dargen D'Amico, 22esima BigMama, 23esima Rose Villain 24esima Clara, 25esimo Maninni, 26esimi Renga e Nek, 27esimi Bnkr 44, 29esimo Fred De Palma, 30esimo Sangiovanni.

BigMama, la dedica alle persone insicure: "Credete nei sogni"

Vestita di rosso, canta Big Mama, seconda artista in gara con il brano 'La rabbia non ti basta'. "Questa sera dedico la canzone a tutte le persone insicure che provano vergogna. Credete in voi stessi, credete nei vostri sogni e se volete ballare ballate" dice l'artista a fine esibizione che ringrazia il maestro, l'orchestra e Amadeus: "grazie perché hai visto in me la luce". "Sei unica" risponde il direttore artistico.

Inizia il Fiorello show

Sulle note di Michael Jackson arriva Fiorello vestito di led. Ma ecco il colpo di scena: Billie Jean si trasforma in Vecchio Frac, cantata dallo showman con tanto di coreografia dei Light Balance, compagnia ucraina di Kiev celebre nel mondo. Ovazione dalla platea. "Per fare questo numero sono stato in carica tutto il pomeriggio", scherza riferendosi alla divisa di led. "Devo ringraziare quest'uomo che ha fatto miracoli. Tu col 67% sei non un partito politico ma un'intera coalizione da solo. Questo vince le europee e si prende l'Eurofestival", dice lo showman. Poi il siparietto con il figlio di Amadeus, Josè: "Gli spettatori ti hanno visto crescere! Ora il prossimo anno ti tocca andare a scuola, mi immagino il professore: 'ah, Josè Sebatiani con il codice...'". E ancora la gag sui tempi del festival: "Quando l'ultimo ha finito di cantare, il primo è già in tournee". Prima di ritirarsi, ecco l'abbraccio e il bacio fra i due.

Scintille anche nella versione ufficiale da co conduttore, quando - introducendo i Negramaro - Fiorello imita il frontman Giuliano Sangiorgi fra le risate di Amadeus e del pubblico e l'approvazione del cantante. "Voi sarete al Techeté del 2059, perché questo è il mio primo annuncio e voi siete i miei primi annunciati", dice Fiorello. Lo showman siciliano gorgheggia e ulula facendo scherzosamente il verso a Giuliano Sangiorgi: "In Salento cantano così perché c'è il sole è la sabbia è molto calda", scherza. Poi il microfono passa ai Negramaro, e il frontman Giuliano Sangiorgi prima di cantare esorta: "Viva la musica, viva la libertà, viva la pace".

Torna Tananai: "Vi sono mancato?"

Tananai ritorna sul palco dell'Ariston dopo il successo dello scorso anno con 'Tango'. "Vi sono mancato?", chiede raccogliendo gli applausi del pubblico. "Che bello raga essere qua senza tutta quell'ansia" dice sorridendo, per poi essere accompagnato verso l'uscita, direzione piazza Colombo con il palco che lo attende per l'esibizione.

Ovazione per Mahmood: "Viva le differenze"

Ovazione per Mahmood al teatro Ariston che con il brano 'Tuta Gold' si esibisce con un corpo di ballo. "Volevo ringraziare tutte le artiste e gli artisti che questa settimana ci hanno regalato la loro visione del mondo: viva le differenze, viva la libertà di pensiero sempre e comunque", dice l'artista alla fine dell'esibizione.

Boom televoto: "Traffico senza precedenti"

"Mi dicono che si stanno avendo problemi per votare. State tranquilli, è tutto regolare. Stanno gestendo il traffico del televoto che è senza precedenti". L'annuncio arriva direttamente da Amadeus che rassicura sulla regolarità del voto da casa.

"Non andrà perso nessun voto". Nella sala stampa dell'Ariston Roof, Fabrizio Casinelli, capo ufficio stampa della Rai rassicura sulla regolarità del televoto. "C'è una valanga di voti, in netto aumento rispetto al passato - spiega Casinelli -I voti vengono regolarmente acquisiti ma il messaggio di conferma arriva con un leggero ritardo, perché la Telecom sta dando la priorità all'acquisizione dei voti" piuttosto che alla conferma. "Non andrà perso nessun voto questo ce l'hanno confermato i notai e i dirigenti di Telecom", rassicurano dalla Rai.

Amadeus porta il Giorno del Ricordo sul palco

La finale di Sanremo 2024 cade il 10 febbraio e Amadeus dedica un momento alla Giorno del Ricordo, dedicato ogni anno a non dimenticare i massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata. Il conduttore e direttore artistico del Festival informa dell'inaugurazione avvenuta oggi nella stazione di Trieste Centrale del Treno del Ricordo, che ospiterà a bordo una mostra multimediale aperta al pubblico, attraverso la quale si potrà ripercorrere idealmente il viaggio compiuto dagli esuli giuliano dalmati. Lungo il percorso si potranno vedere filmati di repertorio provenienti dall’Archivio Istituto Luce e da Rai Teche, video originali, fotografie e masserizie fornite dall'Istituto Regionale per la Cultura Istriana-Fiumana-Dalmata (IRCI).

Valanga di applausi per Roberto Bolle

Torso nudo, pantaloni neri, ha ballato su una pedana rotonda accompagnato dal corpo di ballo del Bejart Ballet di Losanna. Roberto Bolle incanta l'Ariston, in un'esibizione che ha ricevuto molti applausi dalla platea del festival di Sanremo. "Sono 18 danzatori e ho portato una coreografia iconica e una delle più conosciute del Bolero di Ravel, è la prima volta che si vede nella tv italiana", ha detto Bolle. Poi arriva Fiorello, che scherza ancora una volta sui muscoli del ballerino: "Questa che confezione è, da otto?", dice indicando gli addominali. E poi immancabile l'ironia sulle 'scarpe', tormentone del festival dopo l'episodio John Travolta. Solo che Bolle è scalzo: "Abbiamo controllato? I piedi sono griffati?", dice Fiorello facendo ridere il pubblico.

"Questo non è un festival, è un travaglio"

"Sei ore...questo non è un festival, è un travaglio!". Secondo ingresso col botto per Fiorello che stavolta parte dalla platea e lancia il messaggio 'sociale' a modo suo: "Fate sport anche se avete una certa età, fate controlli, mangiate sano, bevete latte senza lattosio, mangiate pane senza panosio, caramelle senza caramellosio". E via con l'aneddoto sul cardiologo e la prova da sforzo, che lo showman mima "come se dovessi andare in bagno". "Il cardiologo mi diceva 'non ti preoccupare che tanto ci sono io'. Mentre pedalavo ho visto una mia zia morta...", dice per poi lanciare il messaggio sulla prevenzione invitando alla mappatura dei nei.

Gigliola Cinquetti sul palco per i 60 anni di 'Non ho l'età'

Gigliola Cinquetti torna a Sanremo in occasione dei 60 anni di 'Non ho l'età', che canta sul palco dell'Ariston. "Grazie Amadeus per questo regalo meraviglioso, non riesco a dirvi cosa significhi cantare qui questa canzone, dopo tutto questo tempo. E' come se fosse tornata da me, come se leggessi un libro letto prima da tante persone. La canzone è diventata della gente e ora è come se fosse tornata a trovarmi qui a casa, Sanremo è la casa di noi italiani. E' una casa piena di colori, suoni e affetti", dice, aggiungendo: "Questo è un periodo duro, ma l'onda d'amore che c'è nella nostra casa ci fa sperare che tutto andrà bene".

Ghali: "Stop genocidio"

"Stop al genocidio". E' il messaggio con cui Ghali si congeda da Sanremo dopo l'esibizione nella serata finale. Il cantante, dopo aver proposto il brano 'Casa mia', chiude la sua settimana sanremese ringraziando per l'accoglienza e l'ospitalità. Mentre la mamma dalla platea mostra un cartello dedicato al figlio, entra in scena l'alieno che ha accompagnato Ghali al Festival. Il cantante confabula con Rich Ciolino, il maxipupazzo che lo segue ovunque. Quindi, il messaggio: "Stop al genocidio" con riferimento alla Striscia di Gaza, che senza una citazione esplicita è menzionata anche nel testo della canzone: "Ma, come fate a dire che qui è tutto normale; Per tracciare un confine; Con linee immaginarie bombardate un ospedale; Per un pezzo di terra o per un pezzo di pane".

Il 'Doc' Argentero ringrazia i medici

"Grazie a chi nel momenti del buio la luce la accende. Medici, infermieri, operatori sanitari". Il 'Doc' più amato d'Italia, Luca Argentero, protagonista dell'omonima fiction di successo della Rai ospite sul palco dell'Ariston conversa con Amadeus e coglie l'occasione per ricordare la classe medica italiana. "Ho capito molte più cose facendo questo lavoro -ha detto l'attore torinese- Sono orgoglioso di vivere in un paese con questa classe medica. Io ne ho incontrato medici così".

"Gli Amarello sono qua!"

"Gli Amarello sono qua!". Fiore e Ama si esibiscono sul palco con l'inno della coppia, composta da "quello bello" e da "quello simpatico". Una "canzoncina fatta oggi, scritta oggi e venuta benissimo!", ironizza Fiorello.

Standing ovation per Angelina Mango (che cade)

Standing ovation e cori per Angelina Mango, che a Sanremo porta 'La noia'. Piccolo contrattempo per l'artista che inciampa nel vestito, scivola risalendo le scale al termine dell'esibizione e cade sul palco: nessuna conseguenza, ma una risata e tanti applausi di incoraggiamento per la cantante in gara.

Emma dedica il suo festival al papà

"Dedico questo Sanremo al mio papà che mi ha lanciato su questo palco, avevo 10 anni. Voglio promettergli che resterò su questo palco fino a quando avrò fiato in corpo". E' la dedica che Emma fa dal palco dell'Ariston per ricordare suo padre scomparso nel 2022.

Fiorello canta la 'Farfallina del Qua Qua'

Fiorello riporta al Festival il 'Ballo del Qua Qua'. Dopo le critiche per averlo fatto ballare a John Travolta, lo showman siciliano lo propone però in una chiave decisamente diversa ed esilarante. Dopo aver interrogato Amadeus su cosa lo colpisca di più nei brani, se il testo o la musica ("entrambi", è la risposta), Fiorello intona il testo del brano conosciuto in Italia per l'interpretazione di Romina Power sulla musica della struggente 'Farfallina' di Luca Carboni. Il contrasto per la 'Farfallina del Qua Qua' scatena le risate dell'Ariston.

La top 5 e la classifica definitiva

Con l'esibizione di Rose Villain si chiude la gara. Primo stop al televoto e arriva la classifica generale. Nella Top 5, a giocarsi la vittoria, ci sono Irama, Ghali, Angelina Mango, Geolier e Annalisa. Disapprovazione in sala per Mahmood che resta fuori dalla cinquina.

Questa la classifica definitiva del Festival di Sanremo 2024 dal sesto al 30esimo posto: 6. Mahmood 7. Loredana Bertè 8. Il Volo 9. Alessandra Amoroso 10. Alfa 11. Gazzelle 12. Il Tre 13. Diodato 14. Emma 15. Fiorella Mannoia 16. The Kolors 17. Mr Rain 18. Santi francesi 19. Negramaro 20. D'Argen D'amico 21. Ricchi e poveri 22. BigMama 23. Rose Villain 24. Clara 25. Renga e Nek 26. Maninni 27. La Sad 28. Bunker 44 29. Sangiovanni 30. Fred De Palma.

I premi: a Bertè il premio Mia Martini, Mango premiata dalla Sala stampa

Angelina Mango ha vinto il Premio Sala Stampa Lucio Dalla del Festival di Sanremo 2024. La cantante ha ottenuto 22 voti. Alle sue spalle, entrambe con 18 voti, Fiorella Mannoia e Loredana Bertè. A Bertè va invece il Premio della Critica Mia Martini. La cantante, in gara con il brano 'Pazza', ha ottenuto 54 voti. Dietro di lei, Fiorella Mannoia con 'Mariposa' ha ottenuto 16 voti e Diodato con 'Ti Muovi' ha ottenuto 15 voti. Miglior testo per Fiorella Mannoia con 'Mariposa', premio Bigazzi ad Angelina Mango per 'La Noia'.

Angelina Mango vince il Festival

E' Angelina Mango con 'La noia' a vincere il 74° festival di Sanremo. Al secondo posto Geolier con 'I p' me, tu p' te', al terzo Annalisa con 'Sinceramente', al quarto Ghali con 'Casa mia', al quinto Irama con 'Tu no'.

Finisce l'era Amadeus: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto"

"Ciao, Sanremo. Grazie di tutto". Amadeus e Fiorello dicono addio (arrivederci?) al Festival di Sanremo. La conclusione della 74esima edizione, con la vittoria di Angelina Mango, segna la fine dell''era di Amadeus', che si congeda dopo 5 edizioni all'Ariston. Il direttore artistico e lo showman, co conduttore nella serata finale, al termine della kermesse escono di scena lasciando il teatro Ariston mano nella mano. Quindi, salgono su una carrozza bianca e salutano: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Slash, morta figlia di 25 anni: la scia di lutti tra...

Published

on

La figliastra del chitarrista dei Guns n’Rose nata dall’unione tra la sua attuale compagna Meegan Hodges e Mark Knight

Slash e Meegan Hodges - (Fotogramma)

Grave lutto per Slash, il chitarrista dei Guns n’Roses: la figliastra Lucy-Bleu Knight, 25 anni, nata dall’unione tra la sua attuale compagna Meegan Hodges e Mark Knight, è morta per cause ancora sconosciute. Lucy Blue è solo l'ultima di una lunga lista di figli di personaggi famosi deceduti precocemente, in modo inaspettato, a volte in modo assurdo.

Andando un po' indietro nel tempo, colpì moltissimo l'opinione pubblica a tragedia straziante della morte del figlio di Romy Schneider ed Harry Meyen, David, morto il 5 luglio 1981, a soli 14 anni, in un tragico incidente. Il ragazzo era andato a trovare i genitori del patrigno Daniel Biasini, che lui considerava suoi nonni. Mentre stava scavalcando il cancello dell'abitazione, perse l'equilibro e cadde sulle lance appuntite nel cancello che lo trafissero. David fu trasportato in gravissime condizioni in ospedale dove morì la sera stessa per la perforazione dell'arteria femorale.

Decisamente sfortunati anche i figli di Marlon Brando, protagonisti di una vera e propria tragedia familiare: Christian, il figlio maggiore del noto attore, uccise a colpi di pistola il fidanzato della sorellastra Cheyenne, nata dal matrimonio di Brando con la sua terza moglie. Cinque anni dopo l’omicidio del fidanzato, per il quale Christian sarà ritenuto colpevole, Cheyenne si suicidò a soli 25 anni, nel 1995, dopo una vita alle prese, già dai 16 anni, con droghe, fumo, alcol. Le era stata tolta la custodia del bambino perché affetta da disturbi mentali.

Altra tragedia familiare, quella di Paul Newman, il cui figlio Scott che aveva tentato, senza successo, di seguire le orme del padre ma a 28 anni morì di overdose. Il padre, scosso, decise di aprire un centro contro le droghe. Morta giovanissima, a soli 25 anni, anche la figlia di Bob Geldof, rockstar irlandese nota ai più soprattutto per aver organizzato il Live Aid nel 1985, un concerto in favore dell’Africa: Peaches, modella, conduttrice tv, giornalista. Il giorno prima di morire, aveva pubblicato una sua foto, da piccola, con la madre, Paula Yates, morta nel 2000 per overdose da eroina. Di quella morte, la ragazza ricordava: "Quando successe, non provai dolore, perché mio padre voleva che facessimo finta di nulla. Intorno ai 16 anni ho iniziato a soffrire davvero".

E ancora: molto nota anche la storia di Guillaume Depardieu, figlio maggiore del più noto attore francese Gerard. Celebre soprattutto per i suoi problemi con la droga e con l’alcol, vittima di un incidente automobilistico, che gli causerà l’amputazione di una gamba, è morto di polmonite nel 2008, a soli 37 anni.

Nel 2012, un grave lutto colpi Sylvester: Stallone, il cui figlio Sage Moonblood, morì per arresto cardiaco a soli 36 anni, nessun eccesso di droga o altre sostanze psicotrope, certificò l’autopsia. Anche John Travolta nel 2009 dovette dire addio a Jett, che a 16 anni fu portato via da un attacco epilettico. O la figlia di Jean Louis Trintignant, Marie, che fu massacrata di botte dal compagno. Altrettanto tragica la morte di Brandon Lee, figlio di Bruce, che morì proprio come il padre, colpito da un proiettile di pistola durante le riprese de 'Il corvo'.

E poi ancora, tra le tragedie che hanno colpito artisti italiani: quella di Connor, figlio di Lory Del Santo e Eric Clapton, precipitato a soli 4 anni da un grattacielo a New York. O il dolore straziante di Niccolo Fabi per la perdita della figlia Olivia, la piccola 'Lulù', deceduta il 3 luglio del 2010 per una meningite fulminante. Segnata dal dolore anche la vita di Terence Hill, al secolo Mario Girotti: il figlio adottivo Ross morì il 30 gennaio 1990, a soli 16 anni, in un tragico incidente stradale. Stava tornando a casa dal college con il suo amico Kevin Lehman, la cui auto finì su una lastra di ghiaccio, sbandando e schiantandosi contro un albero. Il ragazzo perse la vita sul colpo.

Continue Reading

Spettacolo

Compleanno con ‘Bollicine’ per Max Giusti:...

Published

on

Lo showman compirà i suoi 56 anni domenica 28 luglio, a Ostia Antica. Intanto annuncia le date della tournée invernale

Max Giusti

Compleanno effervescente, con tante 'Bollicine' e in uno scenario magico come il Teatro Romano di Ostia Antica, quello che aspetta, domenica 28 luglio, un "doppiamente emozionato" Max Giusti: per i suoi 56 anni festeggiati sul palco "di casa mia", con lo spettacolo 'Bollicine', e per il mega tour invernale, in partenza a ottobre. Un annuncio freschissimo, quello del tour "molto emozionante per me, perché dopo tanti anni, per la prima volta, faccio una tournée con il mio 'one man show', girando quasi tutta Italia, in tantissimi teatri prestigiosi", dal Teatro Verdi di Firenze, al Celebrazioni di Bologna e all'Arcimboldi di Milano, dice Giusti all'Adnkronos.

Dunque, doppia gioia per lo showman: il compleanno nella splendida Ostia Antica: "Per me quasi una terapia, nel senso che sono così felice di fare lo spettacolo lì che se il pubblico lo sapesse non pagherebbe neanche il biglietto, penserebbe perché 'devo pagare per farti contento?'. E poi, vuoi mettere - sottolinea - per una volta uscire da casa tua per andare a esibirti e non da un aeroporto o da un hotel? Ostia - aggiunge - sarà la prima data in cui entreranno dentro 'Bollicine' nuovi personaggi: debutta il mio Alessandro Borghese e la mia versione di Aurelio De Laurentiis, che quest'anno ho fatto alla Gialappa e che sono diventati, diciamo, più famosi di me" con milioni di visualizzazioni sul web.

Quanto al tour "arriviamo fino a maggio 2025, tra date quelle estive e le altre arriviamo a circa una sessantina di spettacoli. Insomma, "questa sarà un'annata veramente incentrata sul teatro, oltre che sulla televisione, e non vedo l'ora". E infine, per definire il suo tour, Max Giusti butta lì una battuta: "Questo tour sarà l'ultimo tour sorprendente". Cioè? "Sarà il mio ultimo tour 'sorprendente' - spiega - perché sono stufo di sentire il pubblico uscire dagli spettacoli e dire 'sai Max che non me l'aspettavo che fossi così?'. Questa cosa da una parte mi dà gioia, dall'altra mi fa pensare che non ho ancora fatto capire molto di me. Per questo spero che, dopo questo tour, in cui darò la mia versione live più autentica e senza freni, sia l'ultimo in cui il pubblico si sorprenderà", conclude.

E il titolo 'Bollicine' non è affatto casuale: Max vuole 'stapparsi' dopo aver capito, grazie all’esperienza del Marchese del Grillo, che le cose vanno dette, chiare e tonde, senza filtri, come faceva lui. Tra le verità più scomode che rivelerà: i danni che ha creato il patriarcato alle donne ma anche agli stessi uomini, l’amore che è sempre più a tempo determinato, crescere figli con in testa modelli totalmente superati, essere un volto tv quando tutti dicono di guardare solo le serie. Un flusso di coscienza irresistibile, un viaggio nei nostri tempi che porterà l’attore a dimostrare al pubblico che la gabbia del politicamente corretto, di cui tanto si parla, in realtà non è mai esistita.

Dunque il tour invernale parte il 12 ottobre da Lacedonia (Av), al Teatro Comunale; prosegue il 2 novembre al Teatro Verdi di Firenze; il 7 novembre a Cormons (Go) al Teatro Comunale; l'8 a Ferrara al Teatro Comunale; il 9 a Broni (Pv) al Teatro Carbonetti; il 22 a Colle Val d’Elsa (Si) al Teatro del Popolo; il 23 a Bolzano al Teatro Comunale. Mentre le date di dicembre prevedono: il 3 a Legnano (Vr) al Teatro Salieri, il 6, 7 e 8 a Fermo al Teatro dell’Aquila; il 14 e 15 a Bari al Teatro Team; a febbraio il 15 ad Assisi al Teatro Lyrick, mentre il 7 marzo a Senigallia (An) al Teatro La Fenice; l'8 a Padova al Gran Teatro Geox; il 9 a Brescia al Gran Teatro Morato; il 19 marzo a Bologna al Celebrazioni; il 20 a Biella al Teatro Odeon; il 21 a Milano al Teatro degli Arcimboldi; il 28 a Roma al Teatro della Conciliazione; l'11 aprile a Civitavecchia (Rm) al Teatro Traiano e il 16 maggio a Reggio Calabria al Teatro Cilea.

Continue Reading

Spettacolo

Venezia 81, cinque film italiani in Concorso. Da Clooney a...

Published

on

'L'orto americano', thriller di Pupi Avati, film di chiusura di Venezia 81 Fuori Concorso

Mostra del cinema di Venezia 81

Sono 5, su 21, i film italiani in Concorso a Venezia 81: alla Mostra 2024, in gara 'Campo di battaglia' di Gianni Amelio (con Alessandro Borghi, Gabriel Montesi, Federica Rosellini, Giovanni Scotti, Vincenzo Vivenzo, Alberto Cracco, Luca Lazzareschi, Maria Grazia Plos, Rita Bosello); 'Vermiglio' di Maura Delpero (con Tommaso Ragno, Giuseppe De Domenico, Roberta Rovelli, Martina Scrinzi, Orietta Notari, Carlotta Gamba, Santiago Fondevila Sancet, Rachele Potrich, Anna Thaler, Patrick Gardener, Enrico Panizza, Luis Thaler, Simone Benedetti, Sara Serraiocco): 'Iddu (Sicilian letters)' di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (con Toni Servillo, Elio Germano, Daniela Marra, Barbora Bobulova, Giuseppe Tantillo, Fausto Russo Alesi, Antonia Truppo, Tommaso Ragno, Betti Pedrazzi, Filippo Luna, Rosario Palazzolo, Roberto De Francesco, Vincenzo Ferrera, Maurizio Marchetti, Gianluca Zaccaria, Lucio Patanè); 'Queer' di Luca Guadagnino (con Daniel Craig, Drew Starkey, Jason Schwartzman, Lesley Manville, Michael Borremans, Andra Ursuta, David Lowery); 'Diva futura' di Giulia Louise Steigerwalt (con Pietro Castellitto, Barbara Ronchi, Denise Capezza, Tesa Litvan, Lidija Kordić).

Queer di Luca Guadagnino

'Queer' di Guadagnino è un adattamento di un romanzo dello scrittore statunitense William S. Burroughs, in cui Daniel Craig interpreta l'alter ego del celebre scrittore della Beat Generation, un espatriato americano emarginato che vive in Messico e lotta contro la dipendenza dall'eroina. La star della serie Netflix 'Outer Banks' Drew Starkey interpreta un uomo più giovane di cui l'espatriato si infatua perdutamente.

L'anno scorso 'Challengers', il film di Guadagnino sul triangolo amoroso del tennis, avrebbe dovuto aprire Venezia fuori concorso, prima di essere ritirato dal Festival a causa di complicazioni promozionali dovute allo sciopero degli attori e degli sceneggiatori di Hollywood.

Iddu su Matteo Messina Denaro

Il dramma sul boss di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro, dal titolo "Iddu", di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza - con Toni Servillo, Elio Germano, Daniela Marra, Barbora Bobulova, Giuseppe Tantillo, Fausto Russo Alesi, Betti Pedrazzi e con Antonia Truppo e con la partecipazione di Tommaso Ragno - è una coproduzione Italia-Franciaed è è scritto dagli stessi Grassadonia e Piazza.

'L'orto americano', thriller di Pupi Avati, sarà invece il film di chiusura di Venezia 81 Fuori Concorso, ha annunciato il direttore artistico della Mostra del Cinema, Alberto Barbera.

12 i film italiani selezionati

"Alla Mostra abbiamo invitato 12 film italiani, 5 in Concorso, 3 in Orizzonti, 2 in Orizzonti Extra, 2 Fuori Concorso: è una magnifica dozzina, o quella sporca dozzina se volete, sono ovviamente i film che ci sono sembrati più interessanti. Ce ne erano altri che sono rimasti fuori per ragioni di spazio, di numeri, di logistica, eccetera. Quelli selezionati, film belli, lasciatemelo dire, perché se parliamo dei 5 film in Concorso, tracciano indicazioni e strade del tutto diverse rispetto al cinema italiano che conosciamo e alla tradizione del nostro cinema", ha detto Barbera.

Il regista Peter Weir e l'attrice Sigourney Weaver Leoni d'oro alla carriera

Sono stati attribuiti al regista e sceneggiatore australiano Peter Weir e all'attrice americana Sigourney Weaver i Leoni d’oro alla carriera della 81esima Mostra del cinema di Venezia. La decisione è stata presa dal Cda della Biennale, che ha fatto propria la proposta del direttore della Mostra, Alberto Barbera.

"La Mostra del Cinema di Venezia e il suo Leone d'Oro fanno parte dell’immaginario del nostro mestiere. Essere premiati per il lavoro di una vita come registi, è un grande onore", ha dichiarato, nell'accettare la proposta, Peter Weir (L'attimo fuggente, The Truman Show, Master & Commander). "Sono davvero onorata di ricevere il Leone d'oro alla carriera dalla Biennale di Venezia. Questo premio è un privilegio che condivido con tutti i registi e collaboratori con cui ho lavorato nel corso degli anni. Accetto con orgoglio questo riconoscimento, che celebra anche tutti coloro che hanno contribuito a dare vita a questi film", ha dichiarato Sigourney Weaver (Alien, Ghostbusters, Gorilla nella nebbia, Avatar, Il maestro giardiniere) nell'accettare la proposta.

Le star a Venezia 81

Red carpet super affollato di star internazionali a Venezia 81: Tilda Swinton, Julianne Moore, John Turturro ('The room next door' di Pedro Almodóvar), Adrien Brody, Guy Pearce, Felicity Jones ('The Brutalist' di Brady Corbet), Daniel Craig, Jason Schwartzman ('Queer' di Luca Guadagnino), Jude Law, Nicholas Hoult ('The Order' di Justin Kurzel), Angelina Jolie ('Maria' di Pablo Larraín), Joaquin Phoenix, Lady Gaga ('Joker: folie à deux' di Todd Phillips), Nicole Kidman, Harris Dickinson, Antonio Banderas ('Babygirl' di Halina Reijn), Michael Keaton, Winona Ryder, Monica Bellucci, Jenna Ortega, Willem Dafoe ('Beetlejuice Beetlejuice' di Tim Burton), Brad Pitt, George Clooney ('Wolfs' di Jon Watts), Cate Blanchett, Kevin Kline ('Disclaimer' - serie tv in 7 capitoli di Alfonso Cuarón), Samantha Morton ('2073' di Asif Kapadia), Peter Sarsgaard ('September 5' di Tim Fehlbaum), Sigourney Weaver (Leone d'oro alla carriera).

A sfilare tra gli ttori e le attrici italiane Pierfrancesco Favino, Alba Rohrwacher ("Maria" di Pablo Larraín), Alessandro Borghi ("Campo di battaglia" di Gianni Amelio), Toni Servillo, Elio Germano ("Iddu - Sicilian letters" di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza), Pietro Castellitto, Barbara Ronchi ("Diva futura" di Giulia Louise Steigerwalt), Tommaso Ragno, Sara Serraiocco ("Vermiglio" di Maura Delpero), Fabrizio Gifuni, Romana Maggiora Vergano ("Il tempo che ci vuole" di Francesca ComencinI), Fausto Russo Alesi, Rocco Papaleo, Filippo Timi, Pier Giorgio Bellocchio, Fabrizio Gifuni, Edoardo Leo ("Se posso permettermi - Capitolo II" di Marco Bellocchio), Luca Marinelli ("M - Il figlio del secolo" episodio 1 - 8 di Joe Wright), Valerio Mastandrea, Lino Musella, Laura Morante ("Nonostante" di Valerio Mastandrea), Francesco Gheghi, Francesco Di Leva ("Familia" di Francesco Costabile), Valeria Bruni Tedeschi ("L'attachement" di Carine Tardieu), Filippo Scotti, Chiara Caselli ("L'orto americano" di Pupi Avati, Valentina Cervi, Alessandro Preziosi, Alessio Boni ("Leopardi. Il poeta dell'infinito - Parte 1 e 2" di Sergio Rubini).

'Joker 2: Folie à Deux', il sequel musicale di Todd Phillips del suo 'Joker', premiato con il Leone d'Oro nel 2019, sarà in Concorso a Venezia 81. Il film è interpretato da Lady Gaga e Joaquin Phoenix.

 Brad Pitt e George Clooney saranno a Venezia 81 come interpreti del film 'Wolfs'. commedia gangsteristica diretta da Jon Watts, già autore di due film sull'Uomo Ragno. Pitt interpreta un addetto delle pulizie (che però deve ripulire le prove del crimine prima che le forze dell'ordine se ne accorgano) che deve vedersela con un rivale (George Clooney).

Continue Reading

Ultime notizie

Economia2 ore ago

Poste, rinnovato contratto: aumento di 230 euro e...

Valido fino al 31 dicembre 2027. Dipendenti riceveranno inoltre un importo una tantum di 1000 euro lordi medi a settembre...

Politica2 ore ago

Decreto carceri, opposizioni abbandonano lavori commissione...

La scelta di Pd, M5S, Avs e Italia Viva dopo il no a tutti gli emendamenti Le opposizioni al completo...

Esteri2 ore ago

Kamala Harris è ‘brat’, una star del pop può...

Charli XCX definisce la vicepresidente 'brat': cosa significa il termine che è diventato virale Kamala Harris da un paio di...

Esteri2 ore ago

Biden negativo al covid: “Non ha più sintomi”

Il medico personale del presidente Usa: "Continuerà a essere monitorato per eventuali ricomparse". Mercoledì il discorso alla nazione Il presidente...

Cronaca2 ore ago

Balneari, grido d’allarme in lettera a Gualtieri:...

Operatori turistici e balneari: "La 'Ostia by night' un nostalgico ricordo. Siamo a luglio inoltrato e le autorizzazioni non arrivano"...

Lavoro3 ore ago

Turismo, Leonardo Hotels lancia la partnership con Ferrari...

Parte per un esclusivo viaggio 'From Rome to Paris in Red' Leonardo Hotels lancia la partnership con Ferrari Club Passione...

Cronaca3 ore ago

Si schianta con il parapendio su pista ciclabile, morto...

E' accaduto a Malcesine (Verona) Un turista svedese di 29 anni è morto oggi, nel primo pomeriggio, a Malcesine (Verona),...

Lavoro3 ore ago

Scampia, l’esperta: “Difficile dire ora causa...

Pecce ad Adnkronos/Labitalia, 'strutture hanno vita, funzionalità, degrado e vanno manutenute e controllate come si fa con una macchina' "Io...

Cronaca3 ore ago

Cade da un’altezza imprecisata, morto operaio 22enne...

Ha riportato lezioni multiple Grave incidente sul lavoro questo pomeriggio nell’Alessandrino. Un 22enne, per cause ancora in corso di accertamento,...

Economia3 ore ago

Tovaglieri (Gruppo ID): “No al divieto dei gas...

“Sono in prima linea per un cambio di rotta nelle politiche energetiche comunitarie, per un’Europa che investa sui gas rinnovabili...

Cronaca3 ore ago

Veglia cadavere della madre in casa per un mese, saponette...

E’ successo a Teramo. La slama coperta di lenzuoli bagnati sul letto anche per con conservare meglio la salma Ha...

Spettacolo3 ore ago

Slash, morta figlia di 25 anni: la scia di lutti tra...

La figliastra del chitarrista dei Guns n’Rose nata dall’unione tra la sua attuale compagna Meegan Hodges e Mark Knight Grave...

Economia3 ore ago

Fidanza (ECR): “Sostenibilità e competitività per un...

“Con la rielezione di Ursula Von der Leyen come presidente della Commissione Europea rimane aperto un dibattito che ha toccato...

Economia3 ore ago

Squeri (FI): “Lontani dall’elettrico, c’è bisogno di...

“Attualmente è inverosimile pensare che tutti utilizzino auto elettriche, sia per i tempi che questo richiede, sia perché non è...

Lavoro3 ore ago

Scampia, Campus (Architetti): “Tragedia annunciata,...

Riportare al centro delle politiche urbane il social housing come motore per rigenerare porzioni di quartieri "Il crollo di Scampia...

Cultura4 ore ago

‘Libri sotto l’ombrellone’, il consiglio...

Suggerisco 'You like it darker' di Stephen King, la conferma di un talento che merita una riconsiderazione critica' Un consiglio...

Economia4 ore ago

Salini (WeBuild): “Con 3 Tbm oggi giornata importante...

"Oggi è una giornata importante per il Sud Italia e per tutto il Paese perché l'avvio di 3 TBM in...

Lavoro4 ore ago

Ex Whirlpool, Granisso: “Progetto Italian Green...

A Napoli 'entro 12 mesi al via produzione power skid e inseguitori solari' "Il progetto Italian Green Factory per la...

Ultima ora4 ore ago

Vance contro Kamala Harris e le donne americane senza...

Il candidato vicepresidente in ticket con Trump in un'intervista tornata virale in queste ore si schiera contro le donne americane...

Economia4 ore ago

Foti (Fdi): “Scegliere l’elettrico condanna a morte...

“Scegliere l’elettrico nel settore dell’automobile significa decretare la deindustrializzazione dell’Europa”. Così Tommaso Foti, presidente Gruppo FDI della Camera dei Deputati...