Connect with us

Spettacolo

Sanremo, ecco la quinta serata: Fiorello al fianco di...

Published

on

Sanremo, ecco la quinta serata: Fiorello al fianco di Amadeus per il gran finale

Quarto posto per Ghali, quinto Irama. Fiorello show all'Ariston che canta 'Farfallina del Qua Qua'. E' boom televoto. Ovazione per Roberto Bolle. Finisce l'era Amadeus, l'addio: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto"

Angelina Mango (Fotogramma /Ipa)

E' Angelina Mango con 'La Noia' a vincere il festival di Sanremo 2024, l'ultimo (almeno così sembra) condotto dal direttore artistico Amadeus. Al secondo posto Geolier con 'I p' me, tu p' te', al terzo Annalisa con 'Sinceramente', al quarto Ghali con 'Casa mia', al quinto Irama con 'Tu no' "Grazie di cuore all'orchestra, a te, a Giò, a Fiorello, al mio team, a mia mamma, alla mia famiglia.... E' troppo... Non ci credo" dice Angelina, visibilmente commossa.

Ritmi serrati e tanto show nella lunga serata con Fiorello finalmente sul palco dell'Ariston nelle vesti di co conduttore al fianco di Amadeus, uomo dei record negli ascolti con lo share più alto di sempre. Il gran finale, che si apre con la Banda dell'Esercito e l'Inno di Mameli, ha visto protagonisti sul palco tutti i 30 cantanti in gara.

Sono subito cori per Amadeus dalla platea, ma anche fischi per Geolier che - primo nella classifica provvisoria - raccoglie il rumoroso disappunto del pubblico. Il direttore artistico invita quindi al rispetto dei cantanti. La prima apparizione di Fiorello è spettacolo puro: lo showman si esibisce in un mash up tra Michael Jackson e Domenico Modugno vestito con un frac profilato di led fosforescenti.

Incanta il primo ospite Roberto Bolle, che danza e incassa l'ovazione del pubblico. Poi Gigliola Cinquetti che torna a Sanremo per celebrare i 60 anni di 'Non ho l'età'. Il 'Doc' Luca Argentero ringrazia dal palco i medici.

L'Inno di Mameli all'Ariston

Teatro Ariston in piedi per l'inno di Mameli. Si apre il sipario della serata finale del festival di Sanremo. In platea ci sono il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all'Informazione e all'Editoria, Alberto Barachini, il sottosegretario alla Difesa, Isabella Rauti, il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Barbara Floridia, il capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano, generale Piero Serino, e il consigliere d'amministrazione della Rai, Simona Agnes. A seguire la banda lascia il palco da platea eseguendo la Marcia d’Ordinanza.

Classifica provvisoria: Geolier primo, ancora fischi dalla platea

Si parte subito con il botto: Geolier primo nella classifica provvisoria di Sanremo e arriva la pioggia di fischi dalla platea dell'Ariston, che non gradisce. Amadeus, dopo la reazione del pubblico, invita al rispetto dei cantanti: "Capisco e fa parte della storia di Sanremo. Un po' è come essere allo stadio: ci sono gruppi e fan, prego di applaudire e anche di esprimere disappunto ma vi chiedo solo il rispetto per tutti e 30 i cantanti in gara", è l'invito di Amadeus.

Questa la Top Five: Geolier, Angelina Mango, Annalisa, Ghali e Irama. Il resto della classifica provvisoria: sesto Mahmood, settima Alessandra Amoroso, ottava Loredana Bertè, nono Diodato, decimo Alfa, undicesimi Il Volo, dodicesima Emma, 13esimo Gazelle, 14esima Fiorella Mannoia, 15esimi The Kolors, 16esimo Il Tre, 17esimi Santi Francesi, 18esimo Mr Rain, 19esimi Negramaro, 20esimi Ricchi e Poveri, 21esimo Dargen D'Amico, 22esima BigMama, 23esima Rose Villain 24esima Clara, 25esimo Maninni, 26esimi Renga e Nek, 27esimi Bnkr 44, 29esimo Fred De Palma, 30esimo Sangiovanni.

BigMama, la dedica alle persone insicure: "Credete nei sogni"

Vestita di rosso, canta Big Mama, seconda artista in gara con il brano 'La rabbia non ti basta'. "Questa sera dedico la canzone a tutte le persone insicure che provano vergogna. Credete in voi stessi, credete nei vostri sogni e se volete ballare ballate" dice l'artista a fine esibizione che ringrazia il maestro, l'orchestra e Amadeus: "grazie perché hai visto in me la luce". "Sei unica" risponde il direttore artistico.

Inizia il Fiorello show

Sulle note di Michael Jackson arriva Fiorello vestito di led. Ma ecco il colpo di scena: Billie Jean si trasforma in Vecchio Frac, cantata dallo showman con tanto di coreografia dei Light Balance, compagnia ucraina di Kiev celebre nel mondo. Ovazione dalla platea. "Per fare questo numero sono stato in carica tutto il pomeriggio", scherza riferendosi alla divisa di led. "Devo ringraziare quest'uomo che ha fatto miracoli. Tu col 67% sei non un partito politico ma un'intera coalizione da solo. Questo vince le europee e si prende l'Eurofestival", dice lo showman. Poi il siparietto con il figlio di Amadeus, Josè: "Gli spettatori ti hanno visto crescere! Ora il prossimo anno ti tocca andare a scuola, mi immagino il professore: 'ah, Josè Sebatiani con il codice...'". E ancora la gag sui tempi del festival: "Quando l'ultimo ha finito di cantare, il primo è già in tournee". Prima di ritirarsi, ecco l'abbraccio e il bacio fra i due.

Scintille anche nella versione ufficiale da co conduttore, quando - introducendo i Negramaro - Fiorello imita il frontman Giuliano Sangiorgi fra le risate di Amadeus e del pubblico e l'approvazione del cantante. "Voi sarete al Techeté del 2059, perché questo è il mio primo annuncio e voi siete i miei primi annunciati", dice Fiorello. Lo showman siciliano gorgheggia e ulula facendo scherzosamente il verso a Giuliano Sangiorgi: "In Salento cantano così perché c'è il sole è la sabbia è molto calda", scherza. Poi il microfono passa ai Negramaro, e il frontman Giuliano Sangiorgi prima di cantare esorta: "Viva la musica, viva la libertà, viva la pace".

Torna Tananai: "Vi sono mancato?"

Tananai ritorna sul palco dell'Ariston dopo il successo dello scorso anno con 'Tango'. "Vi sono mancato?", chiede raccogliendo gli applausi del pubblico. "Che bello raga essere qua senza tutta quell'ansia" dice sorridendo, per poi essere accompagnato verso l'uscita, direzione piazza Colombo con il palco che lo attende per l'esibizione.

Ovazione per Mahmood: "Viva le differenze"

Ovazione per Mahmood al teatro Ariston che con il brano 'Tuta Gold' si esibisce con un corpo di ballo. "Volevo ringraziare tutte le artiste e gli artisti che questa settimana ci hanno regalato la loro visione del mondo: viva le differenze, viva la libertà di pensiero sempre e comunque", dice l'artista alla fine dell'esibizione.

Boom televoto: "Traffico senza precedenti"

"Mi dicono che si stanno avendo problemi per votare. State tranquilli, è tutto regolare. Stanno gestendo il traffico del televoto che è senza precedenti". L'annuncio arriva direttamente da Amadeus che rassicura sulla regolarità del voto da casa.

"Non andrà perso nessun voto". Nella sala stampa dell'Ariston Roof, Fabrizio Casinelli, capo ufficio stampa della Rai rassicura sulla regolarità del televoto. "C'è una valanga di voti, in netto aumento rispetto al passato - spiega Casinelli -I voti vengono regolarmente acquisiti ma il messaggio di conferma arriva con un leggero ritardo, perché la Telecom sta dando la priorità all'acquisizione dei voti" piuttosto che alla conferma. "Non andrà perso nessun voto questo ce l'hanno confermato i notai e i dirigenti di Telecom", rassicurano dalla Rai.

Amadeus porta il Giorno del Ricordo sul palco

La finale di Sanremo 2024 cade il 10 febbraio e Amadeus dedica un momento alla Giorno del Ricordo, dedicato ogni anno a non dimenticare i massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata. Il conduttore e direttore artistico del Festival informa dell'inaugurazione avvenuta oggi nella stazione di Trieste Centrale del Treno del Ricordo, che ospiterà a bordo una mostra multimediale aperta al pubblico, attraverso la quale si potrà ripercorrere idealmente il viaggio compiuto dagli esuli giuliano dalmati. Lungo il percorso si potranno vedere filmati di repertorio provenienti dall’Archivio Istituto Luce e da Rai Teche, video originali, fotografie e masserizie fornite dall'Istituto Regionale per la Cultura Istriana-Fiumana-Dalmata (IRCI).

Valanga di applausi per Roberto Bolle

Torso nudo, pantaloni neri, ha ballato su una pedana rotonda accompagnato dal corpo di ballo del Bejart Ballet di Losanna. Roberto Bolle incanta l'Ariston, in un'esibizione che ha ricevuto molti applausi dalla platea del festival di Sanremo. "Sono 18 danzatori e ho portato una coreografia iconica e una delle più conosciute del Bolero di Ravel, è la prima volta che si vede nella tv italiana", ha detto Bolle. Poi arriva Fiorello, che scherza ancora una volta sui muscoli del ballerino: "Questa che confezione è, da otto?", dice indicando gli addominali. E poi immancabile l'ironia sulle 'scarpe', tormentone del festival dopo l'episodio John Travolta. Solo che Bolle è scalzo: "Abbiamo controllato? I piedi sono griffati?", dice Fiorello facendo ridere il pubblico.

"Questo non è un festival, è un travaglio"

"Sei ore...questo non è un festival, è un travaglio!". Secondo ingresso col botto per Fiorello che stavolta parte dalla platea e lancia il messaggio 'sociale' a modo suo: "Fate sport anche se avete una certa età, fate controlli, mangiate sano, bevete latte senza lattosio, mangiate pane senza panosio, caramelle senza caramellosio". E via con l'aneddoto sul cardiologo e la prova da sforzo, che lo showman mima "come se dovessi andare in bagno". "Il cardiologo mi diceva 'non ti preoccupare che tanto ci sono io'. Mentre pedalavo ho visto una mia zia morta...", dice per poi lanciare il messaggio sulla prevenzione invitando alla mappatura dei nei.

Gigliola Cinquetti sul palco per i 60 anni di 'Non ho l'età'

Gigliola Cinquetti torna a Sanremo in occasione dei 60 anni di 'Non ho l'età', che canta sul palco dell'Ariston. "Grazie Amadeus per questo regalo meraviglioso, non riesco a dirvi cosa significhi cantare qui questa canzone, dopo tutto questo tempo. E' come se fosse tornata da me, come se leggessi un libro letto prima da tante persone. La canzone è diventata della gente e ora è come se fosse tornata a trovarmi qui a casa, Sanremo è la casa di noi italiani. E' una casa piena di colori, suoni e affetti", dice, aggiungendo: "Questo è un periodo duro, ma l'onda d'amore che c'è nella nostra casa ci fa sperare che tutto andrà bene".

Ghali: "Stop genocidio"

"Stop al genocidio". E' il messaggio con cui Ghali si congeda da Sanremo dopo l'esibizione nella serata finale. Il cantante, dopo aver proposto il brano 'Casa mia', chiude la sua settimana sanremese ringraziando per l'accoglienza e l'ospitalità. Mentre la mamma dalla platea mostra un cartello dedicato al figlio, entra in scena l'alieno che ha accompagnato Ghali al Festival. Il cantante confabula con Rich Ciolino, il maxipupazzo che lo segue ovunque. Quindi, il messaggio: "Stop al genocidio" con riferimento alla Striscia di Gaza, che senza una citazione esplicita è menzionata anche nel testo della canzone: "Ma, come fate a dire che qui è tutto normale; Per tracciare un confine; Con linee immaginarie bombardate un ospedale; Per un pezzo di terra o per un pezzo di pane".

Il 'Doc' Argentero ringrazia i medici

"Grazie a chi nel momenti del buio la luce la accende. Medici, infermieri, operatori sanitari". Il 'Doc' più amato d'Italia, Luca Argentero, protagonista dell'omonima fiction di successo della Rai ospite sul palco dell'Ariston conversa con Amadeus e coglie l'occasione per ricordare la classe medica italiana. "Ho capito molte più cose facendo questo lavoro -ha detto l'attore torinese- Sono orgoglioso di vivere in un paese con questa classe medica. Io ne ho incontrato medici così".

"Gli Amarello sono qua!"

"Gli Amarello sono qua!". Fiore e Ama si esibiscono sul palco con l'inno della coppia, composta da "quello bello" e da "quello simpatico". Una "canzoncina fatta oggi, scritta oggi e venuta benissimo!", ironizza Fiorello.

Standing ovation per Angelina Mango (che cade)

Standing ovation e cori per Angelina Mango, che a Sanremo porta 'La noia'. Piccolo contrattempo per l'artista che inciampa nel vestito, scivola risalendo le scale al termine dell'esibizione e cade sul palco: nessuna conseguenza, ma una risata e tanti applausi di incoraggiamento per la cantante in gara.

Emma dedica il suo festival al papà

"Dedico questo Sanremo al mio papà che mi ha lanciato su questo palco, avevo 10 anni. Voglio promettergli che resterò su questo palco fino a quando avrò fiato in corpo". E' la dedica che Emma fa dal palco dell'Ariston per ricordare suo padre scomparso nel 2022.

Fiorello canta la 'Farfallina del Qua Qua'

Fiorello riporta al Festival il 'Ballo del Qua Qua'. Dopo le critiche per averlo fatto ballare a John Travolta, lo showman siciliano lo propone però in una chiave decisamente diversa ed esilarante. Dopo aver interrogato Amadeus su cosa lo colpisca di più nei brani, se il testo o la musica ("entrambi", è la risposta), Fiorello intona il testo del brano conosciuto in Italia per l'interpretazione di Romina Power sulla musica della struggente 'Farfallina' di Luca Carboni. Il contrasto per la 'Farfallina del Qua Qua' scatena le risate dell'Ariston.

La top 5 e la classifica definitiva

Con l'esibizione di Rose Villain si chiude la gara. Primo stop al televoto e arriva la classifica generale. Nella Top 5, a giocarsi la vittoria, ci sono Irama, Ghali, Angelina Mango, Geolier e Annalisa. Disapprovazione in sala per Mahmood che resta fuori dalla cinquina.

Questa la classifica definitiva del Festival di Sanremo 2024 dal sesto al 30esimo posto: 6. Mahmood 7. Loredana Bertè 8. Il Volo 9. Alessandra Amoroso 10. Alfa 11. Gazzelle 12. Il Tre 13. Diodato 14. Emma 15. Fiorella Mannoia 16. The Kolors 17. Mr Rain 18. Santi francesi 19. Negramaro 20. D'Argen D'amico 21. Ricchi e poveri 22. BigMama 23. Rose Villain 24. Clara 25. Renga e Nek 26. Maninni 27. La Sad 28. Bunker 44 29. Sangiovanni 30. Fred De Palma.

I premi: a Bertè il premio Mia Martini, Mango premiata dalla Sala stampa

Angelina Mango ha vinto il Premio Sala Stampa Lucio Dalla del Festival di Sanremo 2024. La cantante ha ottenuto 22 voti. Alle sue spalle, entrambe con 18 voti, Fiorella Mannoia e Loredana Bertè. A Bertè va invece il Premio della Critica Mia Martini. La cantante, in gara con il brano 'Pazza', ha ottenuto 54 voti. Dietro di lei, Fiorella Mannoia con 'Mariposa' ha ottenuto 16 voti e Diodato con 'Ti Muovi' ha ottenuto 15 voti. Miglior testo per Fiorella Mannoia con 'Mariposa', premio Bigazzi ad Angelina Mango per 'La Noia'.

Angelina Mango vince il Festival

E' Angelina Mango con 'La noia' a vincere il 74° festival di Sanremo. Al secondo posto Geolier con 'I p' me, tu p' te', al terzo Annalisa con 'Sinceramente', al quarto Ghali con 'Casa mia', al quinto Irama con 'Tu no'.

Finisce l'era Amadeus: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto"

"Ciao, Sanremo. Grazie di tutto". Amadeus e Fiorello dicono addio (arrivederci?) al Festival di Sanremo. La conclusione della 74esima edizione, con la vittoria di Angelina Mango, segna la fine dell''era di Amadeus', che si congeda dopo 5 edizioni all'Ariston. Il direttore artistico e lo showman, co conduttore nella serata finale, al termine della kermesse escono di scena lasciando il teatro Ariston mano nella mano. Quindi, salgono su una carrozza bianca e salutano: "Ciao, Sanremo. Grazie di tutto".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Rai ricorda Hack con il film “Margherita delle...

Published

on

L'attrice con Cesare Bocci per la regia di Giulio Base

Cristiana Capotondi interpreta Margherita Hack nel film tv

"Un romanzo di formazione, il percorso di vita di una donna e di una scienziata". Così Cristiana Capotondi descrive 'Margherita delle stelle', il film tv coprodotto da Rai Fiction e Minerva Pictures, che la vede protagonista nei panni dell'astrofisica Margherita Hack, con i genitori interpretati da Cesare Bocci e Sandra Ceccarelli e il marito da Flavio Parenti, diretti dal regista Giulio Base, in onda il 5 marzo su Rai1 in prima serata.

"Conoscevo la Hack scienziata e divulgatrice, la sua storia non solo professionale ma anche familiare e personale; è vissuta coltivando il valore della libertà, di spirito e di pensiero; e credo che sarebbe potuta essere una grande senatrice a vita - afferma la Capotondi - Questo film è stato per me un autentico viaggio verso le stelle: nella fiction alla giovane Margherita davanti al telescopio le viene chiesto di 'puntare la stella giusta', che è anche una metafora adatta alla vita".

Osserva a questo proposito l'attrice: "Sicuramente, Margherita Hack ha saputo 'puntare la stella giusta', sia come scienziata che come donna. Amo la sua schiettezza e il suo spirito 'toscanaccio'. E il suo ateismo conclamato non le ha mai tolto il gusto della contemplazione, rifiutando sempre ogni risposta facile e scontata".

Cesare Bocci, il padre di Margherita Hack nel film tv, elogia "la sceneggiatura e la regia semplicemente perfetti e un cast davvero unito; sono felice di aver potuto cogliere questa opportunità professionale". Anche il regista Giulio Base parla di "grande privilegio nel poter raccontare una storia così bella. Era da dodici anni che non lavoravo più a un prodotto per la Rai, sempre impegnato per il cinema; ma questo era un progetto talmente alto, al quale non si poteva dire di no".

Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction, confessa: "Dal primo giorno a Viale Mazzini desideravo che si raccontasse una storia come questa, che rientra nelle migliori tradizioni del biopic targato Rai. Non era facile fare un film tv sulla vita di Margherita Hack, una ragazza nata e vissuta in un mondo privo, per scelta, della qualità femminile nell'intelletto e nella scienza, con la donna relegata al ruolo di moglie e madre. Era, più che una donna trasgressiva, una donna libera. 'Margherita delle stelle' è il ritratto di una grande donna, che ha fatto la storia dell'astrofisica in Italia e nel mondo: gli italiani le devono moltissimo e le donne ancora di più".

(di Enzo Bonaiuto)

Continue Reading

Spettacolo

Musica: Cidim fa volare all’estero il jazz di Ionata...

Published

on

Oltre 30 concerti tra Svizzera, Germania, Francia, Giappone, Etiopia e Kazakistan

Musica: Cidim fa volare all'estero il jazz di Ionata e Pancella

Si chiama 'Suono Italiano - Jazz Session' ed è il progetto promosso dal Comitato nazionale italiano musica (Cidim) per portare all’estero i migliori interpreti italiani del Jazz. Protagonisti della prossima tournée in Svizzera, Germania, Francia, Giappone, Etiopia e Kazakistan sono il sassofonista Max Ionata e il pianista Tony Pancella, due artisti abruzzesi affermati e conosciuti in campo internazionale. Oltre 30 concerti, in tre diversi Continenti, in programma dal 1° marzo all’8 giugno, in alcune delle più belle città in Europa come Parigi, Marsiglia, Monaco e Basilea e in Giappone come Tokyo e Kobe, con una parentesi di due giorni in Kazakistan dove Pancella si esibirà ad Almaty e Addis Abeba in Etiopia a fine aprile. I due musicisti suoneranno da soli o in gruppo, ma non insieme come invece accaduto spesso in passato. Il progetto 'Suono Italiano-Jazz Session' - la cui direzione artistica è affidata dal 2015 a Lucio Fumo - gode del contributo del ministero della Cultura, Direzione generale Spettacolo.

"Il Cidim nel 2015, grazie alle sollecitazioni di Lucio Fumo, pioniere della promozione di questo repertorio nel nostro paese, ha allargato la propria programmazione al Jazz, una musica che in Italia da sempre gode di grande seguito da parte del pubblico e di una vasta platea di appassionati e di performer che hanno dedicato al settore la propria vita professionale. Negli anni il grande riscontro ottenuto ci ha spinto ad aumentare il numero dei concerti da organizzare in Italia e all’estero”, afferma il vicepresidente del Cidim e presidente dell'Associazione italiana attività musicali (Aiam), Francescantonio Pollice.

“Da oltre 20 anni - dichiarano Max Ionata e Tony Pancella - suoniamo in tutto il mondo perché ci piace 'fare musica', ma anche per far conoscere la nostra musica. In questa lunga avventura è fondamentale il supporto di enti come il Cidim nella promozione e nell'organizzazione dei concerti e nella possibilità che ci regala di collaborare con artisti di grande calibro e fama internazionale. Insieme al Cidim anche quest'anno portiamo il jazz oltre confine, ed è così che l'avventura continua", concludono.

Max Ionata, è considerato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea, in pochi anni ha conquistato l'approvazione di critica e pubblico riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all'estero. Ha all'attivo la pubblicazione di oltre settanta dischi e collaborazioni con musicisti italiani ed internazionali. Ha suonato nei più importanti jazz club e jazz festival al mondo. Max Ionata si esibirà in Germania, Svizzera, Francia e Giappone. Questi i nomi degli artisti che di volta in volta lo accompagneranno: Dominik Schürmann - basso, Frits Landesbergen - batteria, Martin Sasse - pianista, Lorenzo Petrocca - chitarra, Pierrick Pedron - sassofono, Yutaka Shiina - pianoforte, Thomas Bramerie - contrabbasso, Manuel Weyand - batteria. E ancora Thomas Siffling - trombettista, Nico Brandenburg - bassista, Patrick Manzecchi - batterista.

Tony Pancella è un pianista molto apprezzato dalla critica musicale internazionale, svolge la sua attività concertistica nei più noti festival, teatri e jazz club del mondo. Musicista autodidatta, dal talento naturale proveniente da famiglia di musicisti, inizia studiando a Siena e poi a New York con i pianisti James Williams e Larry Willis. Ha collaborato con moltissimi musicisti importanti, tra questi Helen Merril, Phil Woods e Lee Konitz. I suoi lavori discografici sono stati entusiasticamente accolti e recensiti dalle più importanti pubblicazioni specializzate internazionali. Tony Pancella suonerà in Kazakistan, Etiopia e Giappone. Accanto al pianista ci sarà in Kazakistan la cantante Yekaterina Khomenkova, mentre in Germania avrà accanto la cantante belga/statunitense Pascale Elia (con cui ha pubblicato un Cd), Henning Sieverts al contrabbasso e Guido May alla batteria. Il calendario completo dei concerti è disponibile sul sito www.cidim.it.

Continue Reading

Spettacolo

Siffredi: “Sono stato orgogliosamente uomo oggetto,...

Published

on

Il pornodivo presenta in anteprima a Berlino 'Supersex', la serie in arrivo su Netflix con protagonista Alessandro Borghi nel ruolo del re dell'hard

L'articolo di Novella 2000 su Rocco siffredi

"Sono stato orgogliosamento un uomo oggetto per la donna e non lo dico con vanità, ma a testa alta. Per avere tutto questo ho pagato un caro prezzo". Parola di Rocco Siffredi, che ha presentato in anteprima a Berlino 'Supersex', la serie con protagonista Alessandro Borghi che ripercorre la vita del pornodivo e che sbarcherà su Netflix dal prossimo 6 marzo. A riportare le parole del re dell'hard è Novella 2000, che racconta di un Siffredi commosso per la serie tra le più chiacchierate del momento, opera che in 7 episodi svelerà il percorso compiuto dal semplice ragazzo della provincia abruzzese verso l'Olimpo del porno mondiale.

Nei panni del pornoattore Borghi, che ha rivelato come le difficoltà principali sul set siano state di tipo "emotivo: mi chiedevo sempre se Rocco Siffredi si sarebbe riconosciuto in quella scena, non volevo farne solo un'imitazione". L'effetto sul diretto interessato? "Ho pianto per giorni", dice, confessando di non riuscire inizialmente a riconoscersi negli attori per poi invece rivivere in modo "bellissimo" persino l'infanzia, in una atmosfera "surreale" come può capitare solo vedendo "scorrere la propria vita sul divano con moglie e figli" accanto. E se proprio la moglie Rosa è la donna - "Santa Rosa", la chiama il divo dell'hard - che gli ha donato equilibrio e con la quale ha costruito una famiglia, le donne sono protagoniste non solo davanti ma anche e soprattutto dietro le quinte di 'Supersex'. A ideare e sceneggiare la serie, infatti, è Francesca Manieri, mentre Francesca Mazzoleni è una dei tre registi. E dopo anni di rappresentazione delle donne come oggetti del desiderio, la situazione per l'attore si starebbe ribaltando nel mondo del porno: "Oggi sono tutte quasi donne a lavorare nell'industria pornografica: registe e content creator oltre che attrici. Guadagnano milioni di euro, fanno muovere i pornoattori come vogliono. Forse è l'era dell'uomo oggetto...", la provocazione del principe dell'hard.

Continue Reading

Ultime notizie

Economia2 ore ago

Italia Economia n. 9 del 28 febbraio 2024

Natalità, il sistema Italia rischia di saltare; Presentato a Milano progetto innovativo Checasavuoi.it per aiutare giovani nell’immobiliare; Milano Cortina 2026,...

Spettacolo2 ore ago

Rai ricorda Hack con il film “Margherita delle...

L'attrice con Cesare Bocci per la regia di Giulio Base "Un romanzo di formazione, il percorso di vita di una...

Esteri2 ore ago

Kate Middleton “in miglioramento”: come sta la...

La comunicazione di Kensington Palace sulle condizioni di salute della moglie di William dopo l'intervento chirurgico addominale a cui è...

Cronaca2 ore ago

Droga, ‘Grande raccordo criminale’: confermati...

In Appello condanna a 10 anni per Petoku, il narcos albanese evaso da comunità di recupero e ora latitante. Le...

Cronaca2 ore ago

Estate europea bollente se aumenta acqua dolce...

La previsione in uno studio: "Quest'anno sarà calda e secca nel Nord ed entro 5 anni ne avremo una così...

Esteri2 ore ago

Israele attacca ancora, nel mirino anche Jenin –...

145esimo giorno di guerra. Le foze di difesa israeliane continuano a operare sulla parte Sud della Striscia, soprattutto a Khan...

Esteri2 ore ago

Moldova, deputati Transnistria chiedono aiuto alla Russia

"La Moldova è impegnata a una soluzione pacifica" della crisi, dice la presidente Maia Sandu I rappresentanti a tutti i...

Cronaca2 ore ago

Eredità Agnelli, udienza davanti a Riesame su materiale...

I legali di due dei tre indagati, John Elkann e Gianluca Ferrero, hanno presentato ricorso per ‘vizio di motivazione' Si...

Salute e Benessere2 ore ago

Farmaceutica, Ipsen entra nel mondo delle malattie epatiche...

Ipsen, azienda biofarmaceutica con un'esperienza consolidata in oncologia e nelle neuroscienze, annuncia il suo ingresso nell’area delle malattie rare alla...

Lavoro2 ore ago

Altroconsumo, più consapevolezza che pensione non basterà...

Questo è il quadro che emerge dall’indagine “Prepararsi alla pensione” In Italia migliora la consapevolezza della problematica previdenziale e si...

Politica2 ore ago

Ddl Capitali, via libera definitivo del Senato

Ecco di cosa si tratta L'Aula del Senato ha dato il via libera definitivo al ddl capitali, collegato alla manovra,...

Politica2 ore ago

Allerta meteo Vicenza, il sindaco: “Situazione...

"Limitare al massimo gli spostamenti" Maltempo a Vicenza, il sindaco Giacomo Possamai definisce la "situazione critica" in un post sulla...

Lavoro2 ore ago

Sardegna, Durante (Cgil): “Da Todde ci aspettiamo...

L'intervista al leader del sindacato dopo l'elezione della nuova presidente alla guida della Regione "Noi abbiamo avuto negli ultimi 5...

Immediapress2 ore ago

Al via la partnership tra Unicusano e A.S.D. Club Sport Roma

28 febbraio 2024. L’Università Niccolò Cusano continua a promuovere il connubio sport – cultura come proprio valore cardine attraverso la...

Cultura2 ore ago

Musa tv n. 9 del 28 febbraio 2024

A Roma la mostra “Antonio Donghi. La magia del silenzio” Margherita Buy parla all’Adnkronos del suo esordio alla regia con...

Economia2 ore ago

Mps sigla accordo con Alis a sostegno settore logistica e...

Prevede numerose opportunità per soddisfare le specifiche esigenze finanziarie e di consulenza delle aziende associate Banca Monte dei Paschi di...

Esteri2 ore ago

Russia, i piani top secret per le armi nucleari: ecco i...

Il Financial Times svela documenti segreti che abbassano la soglia sull'uso di testate tattiche. Tra gli scenari simulati "l'invasione cinese"...

Cronaca2 ore ago

Scuola, tornano i giudizi e il pediatra boccia...

Farnetani: "Troviamo un'altra formula" Il ritorno dei giudizi 'classici' - come ottimo, buono e così via - nella pagella delle...

Immediapress2 ore ago

…And the Oscar goes to: Oppenheimer! La pellicola di Nolan...

Roma, 28 febbraio 2024–La Notte degli Oscar si avvicina e, aspettando di poter rivedere per la quarta volta sul palco...

Politica3 ore ago

Sardegna, Tenores di Bitti: “Buon lavoro a Todde,...

"Speriamo ci sia confronto e ascolto con chi opera nel mondo della cultura, e per quanti ci riguarda della arti...