Connect with us

Spettacolo

Sanremo 2024, parla l’osteopata dei cantanti:...

Published

on

Sanremo 2024, parla l’osteopata dei cantanti: “Così li accompagno dalle prove al palco”

Valentina Carlile, una carriera al fianco di star internazionali e di casa nostra, insegna agli artisti e ai loro coach come curare la voce per dare il meglio al festival. Ecco le dritte per non steccare

Sanremo 2024, parla l'osteopata dei cantanti:

Il sipario sta per alzarsi sui 30 artisti in gara al 74esimo Festival di Sanremo. Dalle vecchie glorie della musica italiana alle nuove leve, dai veterani della kermesse ai debuttanti, c'è un fil rouge che affratella i cantanti in attesa di esibirsi: il 'panico da Ariston', la paura che un acuto possa tremare, che un tono basso muoia in gola, che il fiato non regga. Evitare stecche non è solo una questione di mestiere, ma anche il frutto di un lungo lavoro di squadra che coinvolge tanti professionisti della voce. Una di loro è Valentina Carlile, nome di punta dell'osteopatia foniatrica, che nella sua carriera ha collaborato a tour di star nazionali e internazionali. Sotto le sue mani stelle del pop, come pure 'ugole' della lirica. Anche quest'anno l'esperta ha aiutato a preparare alcuni concorrenti di Sanremo e all'Adnkronos Salute spiega come li accompagna "dalla sala prove al palco".

"L'organo musicale più antico, più vero, più bello, la sola origine alla quale la nostra musica deve il suo essere, è la voce umana". Nata a Sesto San Giovanni nel 1974, studio a Milano, Carlile ha scelto questa frase di Richard Wagner come biglietto da visita per presentare su Internet l'attività che la assorbe da quando, nel 2002, si è messa "al servizio di chi lavora con la voce". Che proprio come uno strumento va 'accordata' e manutenuta, perché davanti al pubblico - soprattutto di fronte a quello dell'Ariston - improvvisare non si può. "Si comincia a lavorare a dicembre - racconta - subito dopo Natale. Appena dopo la presentazione ufficiale del titolo del brano in gara a Sanremo", all'osteopata dei cantanti "iniziano ad arrivare le richieste di vocal coaches e gli invii foniatrici per l'assistenza alla preparazione degli artisti".

Cosa succede esattamente? "L'artista - descrive Carlile - viene accolto in studio con la segnalazione di quelle che sono le sue difficoltà o i punti di debolezza nell'esecuzione, che possono variare da dolori dorsali, salti di nota o rotture al passaggio fra una nota e l'altra, a tensioni mandibolari o disturbi nel tuning a livello di feedback acustico. Quasi sempre ad accompagnare il cantante ci sono il manager o il vocal coach con i dati della visita foniatrica. Si inizia allora a fare una valutazione con test, palpazione e, se necessario, anche monitoraggio strutturale di tutto il 'motore della voce', dal torace (partendo dal diaframma e dai suoi ancoraggi), al vero e proprio tratto vocale con le sue strutture associate, e si comincia a impostare un piano di trattamento".

Nei mesi che separano il cantante dalla scalinata dell'Ariston, il programma terapeutico stilato dall'osteopata procede "di pari passo con il lavoro in voce per permettere all'artista il massimo comfort e la massima libertà e resa esecutiva - prosegue l'esperta - e si pianificano delle sedute in accordo con gli impegni pre-kermesse". Un delicato incastro tra "interviste, prove in sala, prove in teatro e altri mille appuntamenti".

"In tutto questo percorso - sottolinea Carlile - il vocal coach diventa il 'caregiver': sarà lui che seguirà l'artista fino all'ingresso sul palco, quindi al cantante e al suo vocal vengono insegnate strategie di autotrattamento per la gestione degli elementi vocali anche in caso di difficoltà last minute". Siccome però una performance perfetta dipende dalla voce, ma anche dall'orecchio, sarà "importantissima la sincronia con il sistema acustico", l'apparato uditivo, "che verrà valutato dall'audiologo foniatra così da poter trasmettere i dati più corretti al fonico una volta arrivati in teatro". Insomma, "il tempo non è mai troppo - precisa l'osteopata - e prepararsi è uno 'slalom' dentro un immenso calendario di impegni, ma lo stretto contatto tra tutte le figure che seguono gli artisti è fondamentale perché il risultato sia il migliore".

Dritte della vigilia? "Sicuramente - osserva Carlile - una delle difficoltà della prima serata è il dover cantare in un teatro pieno dopo aver fatto le prove a teatro vuoto. Questo a volte porta l'artista a spingere un po' di più la voce per ovviare a piccoli aggiustamenti di feedback". Il consiglio è "cercare di seguire solo le sensazioni fisiche vocali, senza aggiungere o modificare quanto assimilato in preparazione e in prova, in modo da non creare piccoli sovraccarichi che potrebbero pesare sulla voce nelle serate a seguire". Chi poi volesse sfruttare a proprio vantaggio anche l'attesa dietro le quinte potrà mettere in pratica le 'manovre' apprese dall'osteopata: "Automassaggio dei muscoli masticatori e della catena linguale superiore - prescrive l'esperta - abbinato ai consueti esercizi di riscaldamento e raffreddamento vocale, prima di esibirsi e dopo averlo fatto".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Published

on

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala

Amadeus

Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media e gli appassionati di tv si interroga in questi giorni sul futuro professionale di Amadeus, dopo i rumors sempre più insistenti di un suo passaggio dalla Rai al Nove. Il mondo digitale mostra molto interesse verso l'argomento: l'hasthtag con la parola Amadeus è sempre in tendenza. L'instant mood di Arcadia, pubblicato oggi, analizza come sta mutando in rete il sentiment nei confronti del presentatore, evidenziando due elementi.

Nel confronto dall'8 al 10 e dall'11 al 13 aprile le conversazioni online sulla keyword nominativa Amadeus rilevano in primo luogo che gli italiani si sono appassionati al tema del possibile passaggio del conduttore dalla Rai alla concorrenza, con una crescita di menzioni e interazioni. In secondo luogo che il sentiment positivo verso il conduttore è però calato dal 51% al 38%.

Continue Reading

Spettacolo

Cinema, Occhipinti (Lucky Red): “Molti politici...

Published

on

Così l'amministratore unico di Lucky Red Andrea Occhipinti a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa

(Fotogramma)

"Ci sono stati vari politici che hanno attaccato in maniera confusa in particolare il cinema, dicendo che il tax credit per il cinema ammonta a 700 milioni di euro, mentre per il tax credit totale e quello che viene investito anche per attrarre produzioni straniere su cinema ci sono solo 176 milioni di euro. Rispetto al numero di film prodotti c'era sempre questa narrazione che molti film sono fatti ma non escono. E' vero che molti casi sono fuori dal sistema, ma ci sono stati moltissimi documentari che risultano come film ma non lo sono e aumentano il numero di film di finzione". Lo ha detto l'amministratore unico di Lucky Red Andrea Occhipinti a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa. E su quanto detto dalla ministra del Turismo Daniela Santanchè ("i soldi del tax credit ci sono ma vanno spesi bene, non per quelle produzioni che vanno in onda alle 8 del mattino o che non riescono a vedere le sale cinematografiche"), dice: "Non è esattamente così. La maggior parte dello strumento del tax credit è stato utilizzato per attrarre produzioni straniere, il 44 per cento. Per cui è stato uno strumento formidabile per portare investimenti in Italia. Per quanto riguarda il cinema che è solo il 22 per cento dell'ammontare, molti film, a cui faceva riferimento la ministra Santanchè, ancora non sono terminati per cui non possono uscire, e se i film non escono non hanno diritto al tax credit", dice. "Questo non vuol dire che non siano stati fatti dei titoli che non risultano come film ma non lo sono- spiega - ci sono molti documentari che devono uscire in sala, risultano come film ma in realtà non dovrebbero uscire in sala ma su una piattaforma", conclude.

"Sul tax credit chiediamo innanzitutto rapidità e certezze, perché l'industria cinematografica non può aspettare, altrimenti sarebbe un fallimento a favore di altri paesi che ormai hanno messo anche loro questo strumento fantastico come incentivo per attrarre produzioni e produrre di più localmente"."La programmazione e la pianificazione nel cinema si fanno con molti mesi di anticipo", ha aggiunto.

"Qual è il punto di forza di Lucky Red? Sicuramente la ricerca di film con contenuti importanti, ma anche con un'attenzione rivolta al pubblico. Ci sono, a volte, produzioni o dei registi autoreferenziali che fanno film pensando a quello che pensano sia interessante raccontare ma senza relazionarsi con il pubblico. Noi abbiamo sempre avuto un contatto diretto con il pubblico. La nostra forza è stata sempre quella di scoprire registi sconosciuti a farli diventare famosi per fargli vincere premi, da Cannes agli oscar". Ha concluso

Continue Reading

Spettacolo

Ferrara: “Da Stati generali Cinema documento con...

Published

on

Le parole del direttore scientifico degli Stati Generali del Cinema, in corso al Castello Maniace di Siracusa

Antonella Ferrara

"Vogliamo un Cinema italiano proiettato verso il futuro, il Cinema è in crisi ma ci sono segnali di ripresa incoraggianti e cercheremo di stendere un documento con delle proposte per uscire da questa situazione, indicando una direzione da prendere". Lo ha detto Antonella Ferrara, direttore scientifico degli Stati Generali del Cinema, in corso al Castello Maniace di Siracusa fino a domani. "L'idea è di avere ogni anno un taglio diverso- aggiunge - quest'anno il focus era sul cineturismo, istanza importante per la regione, poi c'è la produzione, l'assistemza alle produzioni, immaginiamo si possa già concepire un taglio diverso per il prossimo anno su un altro tema".

"Sono tre giorni con circa 20 panel, c'è stata un'affluenza che non ci aspettavamo e non solo di settore, con argomenti interessanti, dal tax credit al cineturismo, in cui si è evidenziato il ruolo della Sicilia in tema di audiovisivo, la nostra terra è un set a cielo aperto ma può prepararsi in maniera più adeguata ad accogliere le produzioni e questo può generare indotto primario e secondario per il territorio, derivante dalla scelta di ambientare storie qui".

"La Sicilia è un territorio ricco di suggestioni, non solo la nostra letteratura e i nostri luoghi sono ricche fonti, anche le nostre strutture possono diventare competitive", ha aggiunto. "Abbiamo immaginato questa tre giorni in questo senso, mettendo a convegno un intero comparto si possano recepire le varie istanze dell'audiovisivo per convogliare le richieste in un manifesto che possa dettare le linee guida di intervento anche a livello nazionale, non solo regionale. Abbiamo ascoltato rappresentanti del governo, Film Commission, produttori, tutti esprimono il punto di vista sulla materia e ci sembra un'ottima occasione per trattare la materia a 360 grandi".

Continue Reading

Ultime notizie

Attualità2 ore ago

Roberto Cavalli: L’addio a un gigante della moda

Il 12 aprile 2024, il mondo della moda ha dovuto fare i conti con la perdita di uno dei suoi...

Ultima ora3 ore ago

Superenalotto, oggi centrato un ‘5+1’ da oltre...

Il jackpot sale a oltre 90 milioni Nessun 'sei' al concorso Superenalotto - SuperStar numero 59 di oggi, 13 aprile...

Economia4 ore ago

‘La Dolce Vita Orient Express’fa tappa al...

Il treno di lusso annuncia le eccellenze enologiche italiane a bordo e un menù firmato Heinz Beck 'La Dolce Vita...

Sport4 ore ago

Torino-Juventus 0-0, derby della Mole senza gol

Un tempo per uno, bianconeri più pericolosi in avvio e granata più incisivi nella ripresa Torino e Juventus pareggiano 0-0...

Esteri5 ore ago

Attacco Iran, ‘allerta totale’ in Israele:...

Scuole chiuse e niente assembramenti. Le forze armate pronte a mobilitarsi L'"allerta totale" è stata dichiarata dall'esercito di Israele per...

Sport5 ore ago

MotoGp Austin, Vinales in pole e Bagnaia quarto

Tre spagnoli davanti, poi la Ducati del campione del mondo Maverick Vinales in pole nella classe MotoGp del Gp delle...

Ultima ora5 ore ago

Scintille Fedez-Gramellini, il rapper: “Di essere...

Il rapper da Los Angeles: "Nemmeno topo Gigio vorrebbe esserlo" Dopo le polemiche sulla cover del cellulare con l'immagine di...

Ultima ora6 ore ago

Ammirati (Rai): “Incendio a Stromboli grande ferita,...

Le parolele della direttrice di Rai Fiction a margine degli Stati generali del Cinema in corso a Siracusa "Anche noi,...

Economia6 ore ago

Blue Economy, Di Meo: “Serve rafforzare regolamentazione...

“L’Europa ha iniziato un percorso di consapevolezza della risorsa mare. Di quello che sviluppa non solo come fonte primaria, energia,...

Sport6 ore ago

Sinner e la sconfitta a Montecarlo: “Errore...

L'azzurro e la palla decisiva nel terzo set: "Giocavo davvero bene in quel momento..." Jannik Sinner battuto in semifinale a...

Economia6 ore ago

Imballaggi, Pichetto: “Trattativa difficile ma...

Le parole del Ministro dell’Ambiente e Sicurezza Energetica partecipando al talk promosso dal gruppo Hera "Quella del regolamento imballaggi è...

Cronaca6 ore ago

Weekend estivo da Nord a Sud ma da lunedì cambia tutto: le...

Nel fine settimana temperature sopra la media con picchi di 31 gradi in Puglia Fine settimana dal clima estivo con...

Finanza6 ore ago

Fmi, Kristalina Georgieva confermata per altri 5 anni come...

Il Comitato esecutivo del Fondo Monetario Internazionale ha confermato Kristalina Georgieva come amministratore delegato per un secondo mandato di 5...

Ultima ora7 ore ago

Israele, gen. Bertolini: “L’Iran non ha...

L'analisi dell'ex comandante del Comando operativo di vertice interforze all'Adnkronos: "Una escalation trascinerebbe anche la Russia e Mosca non ha...

Spettacolo7 ore ago

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media...

Ultima ora7 ore ago

Amadeus via da Rai? Il ‘caso’ accende il web,...

Arcadia analizza le conversazioni online: il sentiment positivo verso Amadeus cala Amadeus firma o non firma? Il mondo dei media...

Salute e Benessere7 ore ago

Dengue, Burioni: “Unico modo per stare tranquilli?...

Il microbiologo: "Abbiamo eradicato la malaria nel 1946, eliminare il rischio di questo virus nel 2024 è una scelta" "L'unico...

Lavoro7 ore ago

Lavoro, De Luca: “Da innovazione tecnologica nuove...

Il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro è intervenuto a Milano, agli Stati generali dell’Economia di Forza...

Politica7 ore ago

Lega, Bossi: “Nuovo leader? Serve attenzione a...

"Salvini? Non l'ho sentito. Giorgetti? Non voglio fare il suo nome per non massacrarlo"' "Non mi pare che Matteo Salvini...

Economia8 ore ago

Imballaggi, Hera ospita ministro Pichetto per il punto sul...

TAlk in cui è stato fatto un focus sulla leadership delle aziende italiane mercato delle plastiche riciclate Un’Italia ancora più...