Connect with us

Ultima ora

E’ morto Antonio Paolucci, ex ministro dei Beni...

Published

on

E’ morto Antonio Paolucci, ex ministro dei Beni culturali aveva 84 anni

E' stato soprintendente per il Polo Museale Fiorentino e direttore dei Musei Vaticani

Antonio Paolucci (Fotogramma)

Lo storico dell'arte Antonio Paolucci, ministro per i Beni culturali nel governo Dini, già soprintendente per il Polo Museale Fiorentino e direttore dei Musei Vaticani, è morto a Firenze all'età di 84 anni. Nato a Rimini il 29 settembre 1939, Paolucci si era laureato in storia dell'arte nel 1964 con Roberto Longhi, iniziando la sua carriera nell'Amministrazione statale come funzionario del ministero della Pubblica Istruzione (cui fino al 1975 spettavano le competenze in seguito devolute al Ministero della Cultura) nel 1969, avvicinandosi al mondo delle soprintendenze.

Dal 1980 Paolucci ha rivestito il ruolo di soprintendente prima a Venezia, poi a Verona, a Mantova e infine a Firenze, dove è stato soprintendente dell'Opificio delle Pietre Dure, per poi passare alla Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici (diventata poi Soprintendenza speciale per il Polo Museale Fiorentino) ed essere nominato anche Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana sino al collocamento a riposo per raggiunti limiti d'età, avvenuto nel 2006.

Dal gennaio 1995 al maggio 1996 ha ricoperto la carica di ministro per i Beni culturali e ambientali durante il governo presieduto da Lamberto Dini. Dopo il terremoto che ha colpito l'Umbria e le Marche nel 1997 è stato nominato commissario straordinario del governo per il restauro della Basilica di San Francesco ad Assisi.

Nel novembre 2007 è stato nominato da Papa Benedetto XVI direttore dei Musei Vaticani, rimanendo in carica fino al luglio 2016, quando Papa Francesco scelse il suo successore, Barbara Jatta, entrata in carica il 1º gennaio 2017, che nei precedenti sei mesi lo ha affiancato come vicedirettrice.

Nel 2018 è stato nominato presidente della Commissione di indirizzo per il concorso di progettazione internazionale propedeutico alla ricostruzione della Basilica di San Benedetto da Norcia gravemente danneggiata dal sisma dell'Italia centrale del 2016.

Per i meriti conseguiti nell'ambito della sua attività culturale, Paolucci è stato inoltre eletto Accademico ordinario dall'Accademia delle arti del disegno di Firenze. Nel 2007 era stato incaricato dal ministro Francesco Rutelli di far parte dei quattro membri esperti che hanno affiancato Salvatore Settis nel coordinare i lavori del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Rissa alla Camera, M5S Donno deposita denuncia

Published

on

Nell’esposto si ipotizzano i reati di lesioni e tentate lesioni: il parlamentare indica i deputati Igor Iezzi e Stefano Candiani della Lega e Federico Mollicone, Enzo Amich e Gerolamo Cangiano di Fratelli d’Italia

Un momento della maxi rissa alla Camera

Il deputato M5S Leonardo Donno, accompagnato dal legale, ha depositato ai carabinieri denuncia-querela in relazione alla maxi rissa avvenuta la scorsa settimana alla Camera.

Nell’atto il parlamentare indica i deputati Igor Iezzi e Stefano Candiani della Lega e Federico Mollicone, Enzo Amich e Gerolamo Cangiano di Fratelli d’Italia. In merito all’aggressione subita nell’esposto, ora all’attenzione dei carabinieri di piazza Venezia, si ipotizzano i reati di lesioni e tentate lesioni.

Cosa è accaduto in Aula

La maxi rissa risale a una settimana fa: era mercoledì 12 giugno e alla Camera si discuteva il disegno di legge sull'autonomia, fortemente voluto dalla Lega e dal suo ministro Roberto Calderoli (presente in Aula durante i lavori). Prima i deputati dell'opposizione, da Pd a M5S e Avs, si alzano dai banchi e iniziano a sventolare bandiere tricolore, intonando l'Inno di Mameli come atto di protesta contro l'autonomia differenziata (VIDEO).

Il deputato della Lega Domenico Furgiuele non ci sta e con le braccia disegna una 'X' imitando il generale Vannacci nello spot per le europee ormai divenuto celebre. In Aula scoppia il parapiglia. "Ha fatto il simbolo della X Mas!", la denuncia che arriva dal Pd. Furgiuele viene espulso dall'Aula e Fontana annuncia un'istruttoria con i questori per fare luce sul caso. "Ma quale X Mas, il mio era solo un 'no' a Bella ciao... Come a X Factor", si giustifica Furgiuele parlando con i cronisti in Transatlantico.

L'esponente calabrese del Carroccio non fa nemmeno in tempo a finire di parlare che dall'emiciclo giungono nuove urla. "Che succede?", "Hanno espulso Donno dei 5 Stelle", le voci che si rincorrono nel corridoio. Medici e operatori sanitari fanno il loro ingresso in Aula: si vede anche una barella e una carrozzina, sulla quale uscirà, dopo pochi minuti, Leonardo Donno con la faccia stravolta, condotto in infermeria dai camici bianchi.

Il racconto di Donno

"Mi sono avvicinato al ministro Calderoli, volevo solo consegnargli il tricolore. Niente di più. Poi c'è stato il caos. Tra i vari calci mi è arrivato anche un pugno fortissimo allo sterno e sono crollato perché non riuscivo a respirare. Mi sono spaventato", ha raccontato Donno all'Adnkronos subito dopo l'aggressione da lui subita in Aula a Montecitorio, durante la discussione sull'autonomia differenziata.

"Fortunatamente i medici, che ringrazio, mi hanno assistito immediatamente. Ho fatto 7-8 volte l'elettrocardiogramma perché ero agitato. Ora sto meglio, ho preso anche un antidolorifico", ha spiegato il parlamentare grillino. "Non sono riuscito a capire bene nella confusione, ma hanno provato e sono riusciti anche a colpirmi con calci e pugni Iezzi, Candiani, Cangiano, Amich... Parlamentari di Lega e Fratelli d'Italia. Mi hanno detto ci sono dei video. Vedrò se prendere dei provvedimenti", ha aggiunto il deputato.

Continue Reading

Lavoro

Consumi, Mozzarella bufala Dop al vertice in Francia e...

Published

on

Presentato l’Osservatorio economico sulla mozzarella di bufala campana Dop, ideato dal Consorzio di Tutela in partnership con Nomisma e UniCredit

Consumi, Mozzarella bufala Dop al vertice in Francia e amata dai bambini in Italia

I formaggi stranieri consumati più spesso in Francia sono quelli italiani: 6 francesi su 10 li indicano come i preferiti da mettere in tavola, seguiti a distanza da quelli olandesi e spagnoli. E nel gradimento Oltralpe dei formaggi a pasta filata italiani al primo posto si piazza la mozzarella di bufala, con quasi 7 francesi su 10 che l’hanno consumata nell’ultimo anno; a seguire burrata e stracciatella con tassi di consumo di circa il 50% dei francesi. La mozzarella di bufala viene scelta innanzitutto perché è un piatto fresco perfetto per l’estate e poiché è ritenuta uno dei prodotti simbolo della cucina italiana. La modalità di consumo preferita da un francese su due, infatti, è la caprese.

È quanto emerge dai dati dell’Osservatorio economico sulla mozzarella di bufala campana Dop, strumento ideato dal Consorzio di Tutela in partnership con Nomisma e UniCredit. L’edizione 2024 è stata presentata oggi, negli spazi del Next di Paestum, ed è incentrata sul confronto tra il mercato dei formaggi in Italia e in Francia e sul posizionamento della mozzarella Dop in questo scenario. Per l’occasione, Nomisma ha realizzato un’indagine sui consumatori in Italia e in Francia, illustrata dal ricercatore Fabio Benassi, dopo i saluti istituzionali del presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Domenico Raimondo, e del Regional Manager Sud di Unicredit, Ferdinando Natali.

Al termine dell’analisi, è seguita una tavola rotonda che ha delineato le sfide legate alla competitività per il futuro del comparto e del Made in Italy, a cui hanno partecipato: Andrea Prete, presidente di Unioncamere; Fabian Capitanio, docente di Economia e Politica Agraria all’università Federico II di Napoli; Pier Maria Saccani, direttore del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop; Sabato D’Amico, presidente della Fondazione Its Te.La.

“Ben il 90% dei francesi intervistati identifica l'Italia come uno dei principali Paesi di provenienza dei formaggi stranieri di maggiore qualità. Questo conferma ulteriormente la leadership del Made in Italy nel settore caseario a livello internazionale”, spiega Benassi. L’Italia è il principale esportatore di formaggi e latticini in Francia, con una quota sull’import a valore del 34% (i Paesi Bassi seguono con un peso del 19%). E dal 2018 al 2023 il valore è cresciuto dell’80%, sfiorando 1 miliardo di euro. La mozzarella di bufala campana vede proprio nella Francia il principale paese di destinazione per l’export con una quota pari al 29%.

Secondo Nomisma, in Italia la mozzarella di bufala campana Dop si rivela il formaggio a pasta filata che piace di più agli under 18: il 40% dei genitori afferma che la bufala è il formaggio a pasta filata preferito dei propri figli (contro il 37% di quella vaccina, 8% della stracciatella e 6% della burrata). Un gradimento crescente per la Bufala Dop, tanto che ben l’84% dei consumatori nazionali continuerebbe ad acquistare mozzarella di bufala campana anche se costasse di più e addirittura il 35% continuerebbe a comprarla anche se il prezzo aumentasse di 1 euro per ogni confezione da 200/250g.

I motivi del successo? Il prodotto Dop rispetto a quello non Dop è percepito come di maggiore qualità (lo pensa il 73% dei consumatori), più sicuro e controllato (66%), più buono (62%), capace di tutelare il benessere animale (43%). Sicurezza e tutela: sono queste le caratteristiche che secondo il consumatore distinguono la mozzarella di bufala rispetto agli altri formaggi a pasta filata.

In Italia la Bufala campana viene consumata prevalentemente a casa (per il 74% dei consumatori), mentre il 18% la consuma soprattutto fuori casa, una quota che sale al 26% tra gli under 30. Il 17% la considera il proprio 'salva-pasto' abituale perché completo, veloce e gustoso. E infatti 1 su 3 la consuma da sola come piatto unico. Tra i giovani (under 30) cresce il consumo sulla pizza (27% vs 19% della media nazionale). Anche in Francia il prodotto viene consumato prevalente a casa (circa il 70% dei consumatori questo è il canale prevalente). Cresce in maniera importante il consumo fuori casa (24% ristorante, pizzeria). La modalità preferita dai francesi (1 su 2) è la caprese o comunque in insalate.

Lo scenario futuro in Francia è incoraggiante. Il 31% degli intervistati prevede un aumento dei consumi di mozzarella di bufala nei prossimi anni, sia in casa che fuori casa. Tramite incremento della conoscenza e consapevolezza nel consumatore e ampliamento degli assortimenti, Nomisma stima che “si attiverebbe una nuova potenziale consumer base del 45% degli attuali non users”. Il futuro anche in Italia fa ben sperare: nei prossimi 2-3 anni 1 consumatore su 4 prevede di aumentare i consumi di Mozzarella Dop, soprattutto gli under 30. Le certificazioni 'green' (bio, benessere animale), insieme a un packaging sempre più sostenibile, sono gli elementi che potrebbero essere dei fattori incentivanti per aumentare i consumi nei prossimi anni, secondo il 21% del campione.

Il consumatore di mozzarella di bufala Dop è uomo, del Centro e Sud Italia, appartenente alla Generation X (44-60 anni). Il consumo cresce inoltre tra le famiglie con figli e tra i responsabili degli acquisti appartenenti alla middle-upper class, con titoli di studio medio-alti. A differenza dell’Italia, l’identikit del consumatore in Francia restituisce la fotografia di una “usership” al femminile e concentrata nella fascia 30-44 anni. Comune, invece, il fatto che i consumi si concentrino nei lavoratori della middle-upper class con titoli di studio medio-alti.

Durante la giornata di lavori, sono stati diffuso anche i dati su export e produzione. Nel 2023 le esportazioni della mozzarella di bufala campana Dop risentono di un leggero calo dettato dallo scenario internazionale, attestandosi al 38,3% delle vendite totali (erano il 40,1% nel 2022), con la Francia in testa alla classifica dei Paesi mozzarella-lovers (da sola assorbe il 29% del totale export).

Per quanto riguarda la produzione, se nel 2023 è rimasta sostanzialmente invariata rispetto al 2022 (55.588 tonnellate di mozzarella Dop, -0,4%), nel primo trimestre 2024 si assiste a una diminuzione del 3,8%, dovuto alle difficoltà dei mercati e all’inflazione, “che seppur in calo - avverte Nomisma - sta pesando sulle tasche degli italiani e si riflette negli acquisti”. Si registra, invece, nello stesso primo trimestre 2024, un aumento del 3,3% di latte idoneo alla Dop, con il rischio di uno squilibrio della filiera, come segnalato nel report. Nell’area di produzione, infatti, come risulta dalla Banca dati nazionale, sono presenti 196.369 bufale in lattazione. I caseifici non riescono a trasformare in mozzarella tutto il latte prodotto, per cui ad oggi si registra un esubero di latte idoneo alla Dop di oltre 110 milioni di chilogrammi, che rappresenta un nodo da affrontare per il futuro della filiera.

“La fotografia scattata dall’Osservatorio ci mette di fronte alle tante sfide da affrontare. Viviamo un periodo molto complesso, caratterizzato da una forte resilienza del comparto, che si trova di fronte alle difficoltà dettate dal contesto internazionale e dalla crisi dei consumi delle famiglie italiane, che hanno dovuto fare i conti con il caro-carrello”, dichiara Domenico Raimondo, presidente del Consorzio di Tutela della mozzarella di bufala campana Dop. “Siamo riusciti a contenere i danni, ma i campanelli di allarme devono spingerci a programmare bene il futuro, a delineare strategie efficaci per affrontare i rapidi cambiamenti in atto. Dobbiamo far leva sulla voglia di mozzarella di bufala campana Dop che continuiamo a registrare nel mondo, ovunque andiamo con le nostre attività", avverte. "E sento un particolare orgoglio rispetto al successo che la Bufala Dop ottiene in Francia, Paese dalla grande tradizione casearia, dove noi svettiamo nelle preferenze. Questo è il modello da seguire e incentivare”, conclude.

“UniCredit, da sempre attenta al sostegno al settore agroalimentare, è partner finanziario del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop e collabora attivamente all’Osservatorio nazionale che raccoglie i numeri di questa filiera e ne evidenzia i potenziali di crescita", afferma Ferdinando Natali, Regional Manager Sud di UniCredit. “Nei mesi scorsi UniCredit - ricorda - ha lanciato l’ultima edizione del programma Unicredit per l’Italia che stanzia 10mld di euro dedicati alle pmi, con un 40% destinato al Sud con uno specifico riferimento al comparto dell’agrifood (1 mld). Tali fondi sono destinati anche a sostenere la transizione energetica e Esg. Il settore agroalimentare è uno dei principali per volumi di erogato di UniCredit al Sud con erogazioni pari a 300 mln nel 2023 e volumi di impieghi di circa 600 mln". "Il sostegno al settore - conclude Natali - è assicurato dai 28 gestori agribusiness, oltre ai 3 specialisti agribusiness che forniscono consulenza su finanza agevolata e prodotti specialistici”.

Continue Reading

Cronaca

Giacomo Matteotti, vandalizzato monumento a Riano

Published

on

Il Pd su Facebook: "Oltraggio alla Repubblica e alla libertà di espressione e pensiero". Morassut presenta interrogazione al ministro Piantedosi

Riano, il monumento a Giacomo Matteotti vandalizzato

Vandalizzato il monumento a Giacomo Matteotti a Riano, sulla via Flaminia, vicino Roma. Ne dà notizia il Pd locale su Facebook. "Questa mattina ci siamo svegliati con una triste notizia: il monumento a Giacomo Matteotti sulla Flaminia è stato vandalizzato, e con esso anche la corona di fiori del Presidente della Repubblica. Oltre a essere un oltraggio alla memoria dell'onorevole Matteotti, brutalmente assassinato dai fascisti, è un oltraggio anche alla nostra Repubblica e alla libertà di espressione e pensiero, che l'attualità ci ricorda essere in pericolo".

Il post riporta poi le parole del sindaco di Riano, Luca Abbruzzetti: "Un grave e vergognoso oltraggio alla memoria di un martire dell'antifascismo che colpisce tutta la comunità di Riano da sempre legata al ricordo di Matteotti e alle battaglie da lui portate avanti allora e ancora attuali oggi. Come 100 anni fa ad alcuni vigliacchi, Giacomo Matteotti fa ancora paura".

"Questa è l’aria che si respira nel nostro paese", osserva Francesco Boccia, presidente dei senatori del Pd. "E’ di ieri la notizia dell’ennesima profanazione della tomba di Enrico Berlinguer a Roma. Questa notte è stato vandalizzato a Riano il monumento sul luogo dove fu ritrovato il cadavere di Giacomo Matteotti. Nel frattempo a Manfredonia, durante l’inaugurazione del comitato elettorale del candidato sindaco del centrodestra Ugo Galli, Giuseppe Marasco, campione di preferenze di FdI del luogo, pronuncia una frase agghiacciante, come fosse una battuta, che ricorda i forni crematori", dice Boccia.

"Gli atti vandalici sono evidentemente atti politici, che colpiscono la storia e la memoria comune del nostro Paese. Una memoria che, evidentemente, in ambienti di destra non è condivisa. Sempre a destra si scherza sui forni. E tutto questo avviene nel silenzio dei vertici dei partiti di maggioranza e del governo. C’è un clima pesante nel nostro paese, che ci preoccupa. Ci auguriamo che arrivino presto parole chiare di condanna da parte del centrodestra: la memoria condivisa va salvaguardata e non profanata e sulle tragedie della storia non si scherza", conclude il presidente dei senatori del Pd.

Il deputato dem Roberto Morassut ha presentato una interrogazione al ministro Piantedosi sul caso di Riano. "Non possiamo più accettare questi continui attacchi ai simboli dell’antifascismo. Chiediamo alla presidente Meloni una immediata e repentina condanna senza se e senza ma”, dichiara Morassut.

“Ieri ancora uno sfregio alla tomba di Berlinguer, oggi viene vandalizzato il monumento in onore di Matteotti a Riano. È evidente - sottolinea - che non si tratta di atti vandalici sporadici, ma sono continui attacchi alla democrazia e alla libertà. Il Ministro Piantedosi risponda alla nostra interrogazione sul caso di Riano e più in generale su quali iniziative concrete sta mettendo in campo per contrastare questi continui atti vandalici di matrice fascista”.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca9 minuti ago

Rissa alla Camera, M5S Donno deposita denuncia

Nell’esposto si ipotizzano i reati di lesioni e tentate lesioni: il parlamentare indica i deputati Igor Iezzi e Stefano Candiani...

Lavoro16 minuti ago

Consumi, Mozzarella bufala Dop al vertice in Francia e...

Presentato l’Osservatorio economico sulla mozzarella di bufala campana Dop, ideato dal Consorzio di Tutela in partnership con Nomisma e UniCredit...

Immediapress17 minuti ago

Kaspersky: basta un minuto per compromettere le password...

Milano, 18 giugno 2024. Gli esperti di Kaspersky hanno condotto uno studio su larga scala sulla resistenza di 193 milioni...

Cronaca37 minuti ago

Giacomo Matteotti, vandalizzato monumento a Riano

Il Pd su Facebook: "Oltraggio alla Repubblica e alla libertà di espressione e pensiero". Morassut presenta interrogazione al ministro Piantedosi...

Salute e Benessere54 minuti ago

Rimuovere cancro seno senza bisturi, al via sperimentazione...

Trattare il cancro del seno senza ricorrere al bisturi. Un’alta percentuale di pazienti con questo tumore in fase iniziale può...

Cronaca60 minuti ago

Maturità, Ciardi (Acn): ”Cybersicurezza sfida...

L'Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (Acn) al fianco dei giovani che si apprestano ad affrontare l'esame di maturità, non solo...

Cronaca1 ora ago

Roma, tenta di arrampicarsi su Fontana di Trevi: multa da...

L'uomo, un 27enne ucraino, ha tentato la fuga. Al Colosseo arrestato venditore abusivo per aver aggredito gli agenti durante i...

Esteri1 ora ago

Carlo gioioso ma anche cupo al Trooping the Colour:...

Darren Stanton ha analizzato i movimenti del re durante l'evento e ha concluso che "era assorto nei suoi pensieri e...

Cronaca1 ora ago

Morte Angelo Onorato, legale famiglia: “Ipotesi...

L'avvocato ricorda la lettera consegnata dall'imprenditore due giorni prima del ritrovamento del cadavere all'avvocato amico "L'ipotesi dell'omicidio resta aperta. Se...

Demografica1 ora ago

No dei giocatori della Danimarca all’aumento di stipendio,...

I calciatori della Danimarca hanno rifiutato l’aumento salariale proposto dalla federazione per solidarietà alle colleghe danesi donne, da sempre molto...

Cronaca2 ore ago

“Mai un caldo così”, allarme medici di...

I medici di famiglia della Fimmg lanciano un appello alla popolazione, in particolare alle persone anziane e fragili, affinché adottino...

Lavoro2 ore ago

Roma, Casa Tecnologie Emergenti: 8 startup selezionate in...

In occasione del Demo Day AcceleraImpresa, promosso dall’assessorato alle Attività Produttive e Pari Opportunità guidato dall’assessora Monica Lucarelli, sono stati...

Esteri2 ore ago

Frankenstein il tank tedesco anti-droni presto in Ucraina...

La Germania fornirà Kiev di un nuovo carro armato dal nome evocativo, ‘Frankenstein’. Il tank, progettato per abbattere droni e...

Cronaca2 ore ago

Caso Pozzolo, chiesto rinvio a giudizio per deputato

Nell'ambito dell'inchiesta sull'esplosione di un colpo di arma da fuoco durante i festeggiamenti del Capodanno a Rosazza (Biella), che ferì...

Esteri2 ore ago

L’artiglieria israeliana bombarda il sud del Libano –...

L'artiglieria israeliana ha bombardato questa mattina alcuni obiettivi legati a Hezbollah nel sud del Libano come riferisce la stampa israeliana...

Cronaca2 ore ago

Abbandona madre invalida e va in vacanza, anziana muore di...

La figlia 49enne, dopo il fermo dei carabinieri, è stata sottoposta agli arresti domiciliari Avrebbe abbandonato la madre invalida per...

Cronaca2 ore ago

Sicurezza privata, Mastrangelo nuovo presidente Anivp e...

Si è tenuta oggi, presso la sede di Confcommercio a Roma, l’Assemblea Annuale dell’Anivp, il marchio storico della rappresentanza del...

Spettacolo2 ore ago

Morta a 92 anni Anouk Aimée, attrice de ‘La Dolce...

Ha incantato il pubblico con la sua eleganza, il suo fascino e le sue interpretazioni indimenticabili E' morta a 92...

Ultima ora2 ore ago

Speaker arrestato non risponde a gip, difesa:...

"Valuteremo l'ipotesi del Riesame", annuncia l'avvocato di Andrea Piscina Andrea Piscina, il 25enne speaker radiofonico arrestato giovedì scorso a Milano...

Sport3 ore ago

Golf, Mirabilandia special sponsor dell’81° Open...

DUrante la manifestazione mascotte e alcuni artisti di Mirabilandia arriveranno ad animare i momenti pre o post gara. Dal 27...