Connect with us

Spettacolo

Sanremo 2024, i Jalisse al Festival con Fiorello?...

Published

on

Sanremo 2024, i Jalisse al Festival con Fiorello? “Noi non sappiamo nulla”

Voci sul coinvolgimento del duo da parte di Fiorello, ma l'entourage frena

I Jalisse

"Noi non sappiamo nulla, non ci risulta nulla". Così dall'entourage dei Jalisse replicano all'Adnkronos sulla possibilità che il duo composto dai coniugi Fabio Ricci e Alessandra Drusian possa arrivare a Sanremo 2024. Da giorni la notizia circola sul web dopo che il sito di Davide Maggio, specializzato in indiscrezioni televisive, li dava in avvicinamento all'Ariston, addirittura per la serata finale, su iniziativa di Fiorello, che ne ha spesso citato con ironia i 27 tentativi vani di tornare al Festival dopo la vittoria di Sanremo 1997 con il brano 'Fiumi di parole'.

Fiorello arriverà a Sanremo stasera per preparare la sua performance festivaliera che si giocherà tra il Glass costruito davanti all'ingresso dell'Ariston e ribattezzato 'Aristonello' e il dialogo con quanto accade in teatro: lo showman siciliano sarà impegnato con la puntata di lunedì 5 febbraio di 'Viva Rai2', in onda regolarmente alle 7 del mattino, poi in quattro puntate di 'Viva Sanremo', l'after show del festival, in onda a notte fonda dal Glass da martedì a venerdì, e infine nella coconduzione della serata finale del festival al fianco di Amadeus.

Ma è chiaro, come annunciato dallo stesso Amadeus ieri sera a 'Porta a Porta' che da Fiorello ci si potrà aspettare di tutto anche durante le dirette del festival, con collegamenti e irruzioni in teatro. L'unico imperativo è che non salirà sul palco dell'Ariston prima della finale di sabato 10 febbraio ma, ha chiarito Amadeus, potrà entrare in platea. Dunque, niente di più facile che in una delle sue performance da 'fantasista' del festival possa coinvolgere i Jalisse e portarli da "Belzebù", come Fiorello ha ribattezzato quest'anno Amadeus. Ma anche su questo, dall'entourage dei Jalisse c'è massima cautela e anche un po' di scetticismo: "Ricordatevi che anche l'anno scorso abbiamo letto per settimane che i Jalisse sarebbero stati coinvolti nella serata dei duetti e invece non fu così", dicono.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Spettacolo

“Fabio Fazio, a Mediaset? Pier Silvio come...

Published

on

(Fotogramma)

Corteggiato da Pier Silvio Berlusconi, Fabio Fazio gli ha ricordato che per ora è impegnato con il Nove, per ora. Del resto anche il papà dell’attuale amministratore delegato di Mediaset, Silvio Berlusconi, mostrò di apprezzare il conduttore di ‘Che tempo che fa’, dicendo non avrebbe avuto problemi a prenderlo a Mediaset.

Continue Reading

Spettacolo

Vittorio Cecchi Gori, medico: “Sta meglio, forse a...

Published

on

"Ha superato la crisi respiratoria, da due giorni è uscito dalla terapia intensiva ed è ricoverato in reparto"

Vittorio Cecchi Gori (Fotogramma)

"Vittorio Cecchi Gori sta molto meglio". Antonio De Luca, medico e amico da molti anni del produttore cinematografico, riferisce all'Adnkronos che l'ex patron della Fiorentina "è ora in cura, assistito benissimo dai colleghi. Speriamo che, se tutto procede bene, dopo qualche giorno di osservazione, la prossima settimana potrà andare a casa".

"Da due giorni è stato trasferito dal reparto di rianimazione al reparto solventi del Policlinico Gemelli. Ha avuto una brutta crisi respiratoria che lo ha portato in terapia intensiva lunedì scorso, e che fortunatamente ha superato" aggiunge. "Lui stesso mi ha detto di sentirsi molto meglio, di respirare meglio - aggiunge il professore - e, anche sei in un buon reparto, immagino che non veda l'ora di lasciare l'ospedale".

Continue Reading

Spettacolo

Linguista De Blasi: “bene Geolier a Sanremo, dialetto...

Published

on

Professore Università Federico II, 'nuove generazioni hanno bisogno di essere ascoltati anche quando non cantano'

Il cantante napoletano Geolier - (Fotogramma /Ipa)

Non si ferma il dibattito sul successo di Geolier al Festival di Sanremo che con il brano 'I p' me, tu p' te' si è piazzato al secondo posto della gara canora. Il dialetto come lingua madre, forza aggregante soprattutto tra i giovani, simbolo di una generazione, di una città. Interviene Nicola De Blasi, professore di Storia della Lingua italiana all'università di Napoli Federico II, che all'Adnkronos spiega: "I giovani oggi hanno bisogno di essere ascoltati, anche quando non cantano. Penso che la scelta di Geolier, da parte della direzione artistica del Festival, come del resto anche quella di Angelina Mango, sia importante per aggregare un nuovo pubblico con artisti che già avevano un notevole seguito di fan".

E scherzando aggiunge: "Non ho titolo per intervenire sul piano musicale riguardo al brano di Geolier, ma non è la prima volta al Festival di Sanremo di un brano in dialetto, se non sbaglio in passato c'era stato anche Rocco Hunt. Sono sempre più convinto, però, che all'interno di un panorama musicale ci possano essere generi diversi e anche 'usiì linguistici, come nel caso del dialetto del rapper napoletano, che possano intercettare le nuove generazioni, platee più ampie".

E sui dialetti in particolare De Blasi che, con Francesco Montuori sta lavorando al 'Dizionario etimologico storico del Napoletano', precisa ancora: "Non è facile abbinare un dialetto ad un popolo, perchè il popolo italiano è unico. I diversi dialetti rappresentano le comunità, situazioni storiche o vicende particolari, non solo regionali, ma locali. Ci sono poi fasi storiche in cui alcuni dialetti sono più vivaci culturalmente e acquistano 'ascolto' al di fuori della propria area locale, soprattutto in ambito artistico, come nel caso di Geolier. Anche se con la canzone napoletana accade da tempo, già dalla fine dell'800".

Nicola De Blasi prosegue ricordando che "ci sono esempi recenti nel cinema, nelle serie tv, come 'Mare fuori' dove la fantasia artistica si trasforma in elemento aggiuntivo della creatività di un dialetto. Anche se sono sempre più convinto che il successo di un brano, di una serie tv, più che dal fattore linguistico, dipenda dalla validità del progetto, dal merito delle persone".

E a proposito dei temi affrontati dalle canzoni dei rapper in dialetto, dal punto di vista linguistico è giusto poter raccontare tutto, anche la violenza, la cruda realtà? "E' un vecchio problema dell'arte - risponde De Blasi- Ricordate 'Napoli Milionaria' di Eduardo De Filippo? Osserviamo pure la realtà, anche nei suoi aspetti più inquietanti, la vera qualità è non trasformarla in propaganda", conclude.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri2 ore ago

Biden attacca Putin: “Un pazzo figlio di...

Il presidente americano: "Per colpa sua e di quello come lui dobbiamo preoccuparci di un conflitto nucleare" Vladimir Putin è...

Esteri2 ore ago

Guerra Ucraina-Russia, nuovi attacchi con missili e droni

Kiev: "Abbattuti 8 droni russi durante la notte". Mosca: "Intercettati drone e missile di Kiev" Continua la guerra di missili...

Cronaca3 ore ago

Roma, apertura in ritardo metro C nella tratta fra San...

Lo comunica Atac "Per un precedente problema agli impianti di telecomunicazione, attualmente risolto, il tratto urbano della linea metro C...

Spettacolo3 ore ago

“Fabio Fazio, a Mediaset? Pier Silvio come...

Corteggiato da Pier Silvio Berlusconi, Fabio Fazio gli ha ricordato che per ora è impegnato con il Nove, per ora....

Cronaca3 ore ago

Smog, scienziati: “Aumentano ricoveri, non c’è...

Dai risultati di due maxi studi Usa "indicazioni preziose per nuovi standard sulla qualità dell'aria" Lo smog aumenta il pericolo...

Esteri10 ore ago

Ucraina-Russia, Europa non crede a vittoria di Kiev: il...

In Austria, Grecia, Ungheria, Italia e Romania l'opinione pubblica chiede ai governi di spingere Kiev ad accettare un accordo A...

Esteri10 ore ago

Ucraina-Russia, 2 anni di guerra: l’analisi del...

I generali Bertolini, Tricarico e Battisti si esprimono sul quadro in campo e le prospettive Due anni di guerra tra...

Esteri10 ore ago

Ucraina, 2 anni di guerra: 10mila civili morti da inizio...

Hanno lasciato il Paese circa 6,5 milioni di persone e 3,5 milioni sono gli sfollati interni. Danni per 486 miliardi...

Esteri10 ore ago

Navalny, Orsini: “Nessuna prova che dietro ci sia...

"Posso solo pronunciare una condanna morale del regime detentivo, non altro" "Non abbiamo i documenti per dire che Putin abbia...

Sport12 ore ago

Napoli-Barcellona 1-1, gol di Lewandowski e Osimhen in...

Catalani in vantaggio, pareggia il bomber nigeriano Napoli e Barcellona pareggiano 1-1 nell'andata degli ottavi di finale di Champions League...

Ultima ora12 ore ago

Strage Palermo, l’amica di Antonella: “Diceva...

"Era preoccupata, mi chiese anche consiglio" Antonella Salomone "era preoccupata" per l'arrivo di Massimo Carandente e Sabrina Fina, la coppia...

Lavoro12 ore ago

Fenimprese: ecco libro ‘E’ nata una...

In occasione dell'inaugurazione a Bari del 'Villaggio dell'Accoglienza - Trenta ore per la Vita' E' stato presentato a Bari, in...

Cronaca12 ore ago

Smog ‘veleno’ per il cervello, più segni...

Le persone che abitano in zone con livelli maggiori di Pm2,5 presentano più placche amiloidi spia di malattia Lo smog...

Esteri12 ore ago

Israele-Hamas, Gantz: “Primi segnali verso accordo su...

Il ministro del gabinetto di guerra israeliano annuncia "qualche progresso". Si muove il direttore della Cia "Ci sono i primi...

Ultima ora13 ore ago

Re Carlo torna al lavoro dopo il cancro e vede Sunak

Ha ripreso le udienze settimanali per discutere le questioni di governo Re Carlo III ha ricevuto oggi in udienza il...

Esteri13 ore ago

Irene Cecchini: “Sogno la cittadinanza russa,...

La studentessa di 23 anni è stata protagonista ieri del dialogo con il presidente russo "Il mio sogno è avere...

Spettacolo14 ore ago

Vittorio Cecchi Gori, medico: “Sta meglio, forse a...

"Ha superato la crisi respiratoria, da due giorni è uscito dalla terapia intensiva ed è ricoverato in reparto" "Vittorio Cecchi...

Economia14 ore ago

Rotocalco n. 8 del 21 febbraio 2024

Aeroporto dello Stretto, un’occasione da non perdere; Dress Your Story di Amazon, culmine del progetto che dà valore a diversità...

Spettacolo14 ore ago

Linguista De Blasi: “bene Geolier a Sanremo, dialetto...

Professore Università Federico II, 'nuove generazioni hanno bisogno di essere ascoltati anche quando non cantano' Non si ferma il dibattito...

Economia14 ore ago

Italia Economia n. 8 del 21 febbraio 2024

Amazon, formazione Stem per giovani donne; Syensqo investe a Bollate, 10 milioni in tre anni per nuovi laboratori; ‘Work on...