Connect with us

Cronaca

In Italia le spoglie degli Alpini caduti in Russia, i...

Published

on

In Italia le spoglie degli Alpini caduti in Russia, i parenti: “Chiuso un capitolo”

Gen. Battisti: "Ricordare significa mantenere viva una parte della nostra storia e della nostra stessa coscienza nazionale"

In Italia le spoglie degli Alpini caduti in Russia, i parenti:

"Si è chiuso un capitolo". Così all'Adnkronos Clara Cagnasso, nipote di Giuseppe Cagnasso, effettivo nel 2° Reggimento Alpini, dichiarato disperso nel gennaio del 1943 in Russia e le cui spoglie sono rientrate il 26 gennaio scorso insieme a quelle di altri 19 militari caduti nel 1943 nella regione russa di Rostov, otto recuperati nell’area di operazioni della Divisione alpina “Cuneense”, sei nella zona dell’aeroporto di Millerovo e sei nell’area in cui operava la Divisione di fanteria “Ravenna”. Solo due di loro sono noti: il Soldato Fiorenzo Conterno di Albaretto della Torre (Cuneo), Decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare, e il Soldato Giuseppe Cagnasso di Alba (Cuneo), entrambi effettivi al 2° reggimento alpini. Cagnasso è stato riconosciuto grazie alla presenza della piastrina di identificazione personale. Il 30 gennaio scorso le spoglie dei soldati sono state tumulate presso il Tempio Ossario di Cargnacco (Udine).

"Giuseppe Cagnasso era mio zio, fratello di mio padre che lo aveva cercato a lungo, invano, - racconta Clara Cagnasso - pensando addirittura che magari si era salvato e si era rifatto una vita in Russia. Cercato attraverso canali militari e con una minima speranza di poter rivedere suo fratello, ad un certo momento poi si rassegnò anche perché dalla ricostruzione degli eventi si capiva che non ce l'aveva fatta".

"Io ero bambina, ma mi rendevo conto e dicevo a mio padre che con quel gelo, la neve non era possibile sopravvivere. E conoscendo la storia, quei soldati erano partiti senza equipaggiamenti adatti a quel clima così rigido. - ricorda Clara Cagnasso - Mio zio non l'ho conosciuto, posso solo dire che mio padre mi raccontava che insieme a lui, avevano un'azienda agricola e lavoravano insieme. Posso dire che è stato molto emozionante, molto forte, assistere al rientro delle spoglie, anche perché per me è come se si fosse chiuso un capitolo: proprio vent'anni dopo la morte di mio padre, tornano in Italia le spoglie del fratello e io ho partecipato alla cerimonia proprio per rispetto alla memoria di mio padre e per il fatto che lo aveva cercato per così tanto tempo".

"Una cerimonia toccante, quella del rientro e della tumulazione delle spoglie dei soldati rientrati dalla Campagna di Russia. Abbiamo voluto essere vicini alle famiglie per dimostrare il nostro affetto e per sottolineare l'importanza del sacrificio di queste persone". Così all'Adnkronos Lorenzo Barbero, assessore alla Sicurezza, Polizia Municipale, Ambiente, Commercio e Attività Produttive di Alba, in merito alla cerimonia del rientro delle spoglie. "Sono finalmente riusciti a tornare a casa, e ora dopo tanto tempo possono riposare qui. - aggiunge Barbero - Queste cerimonie sono importanti per non dimenticare. Il rientro, che è avvenuto a ridosso della Giornata della Memoria, non fa che dimostrare l'importanza del ricordo, per non dimenticare le sofferenze di quei anni, della guerra, anche se proprio oggi stiamo nuovamente assistendo a tali sofferenze".

"Il rientro delle spoglie dei nostri Caduti, spesso passato senza grande rilievo mediatico, costituisce un momento di grande emozione sia per le famiglie, che hanno atteso con grande dignità la restituzione dei resti mortali dei loro congiunti, sia, ritengo, per molti di noi Italiani". Così all'Adnkronos il generale Giorgio Battisti, primo comandante del contingente italiano della missione Isaf in Afghanistan e membro del Comitato Atlantico, in merito al rientro dei venti soldati, caduti nel 1943 nella regione russa di Rostov: otto recuperati nell’area di operazioni della Divisione alpina “Cuneense”, sei nella zona dell’aeroporto di Millerovo e sei nell’area in cui operava la Divisione di fanteria “Ravenna”. Solo due di loro sono noti: il Soldato Fiorenzo Conterno di Albaretto della Torre (Cuneo), Decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare, e il Soldato Giuseppe Cagnasso di Alba (Cuneo), entrambi effettivi al 2° reggimento alpini. Il 30 gennaio scorso le spoglie dei soldati sono state tumulate presso il Tempio Ossario di Cargnacco (Udine).

"Si tratta di momento di riflessione e di ricordo nei confronti di tutti quei giovani che sono giunti all’estremo sacrificio per rispettare il giuramento, per spirito di corpo verso i propri commilitoni o semplicemente per la loro dignità di uomini. - sottolinea Battisti - Secondo i dati del Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti ci sono ancora circa 200 mila dispersi degli oltre 900 mila Caduti di cui la nostra Patria ha sofferto nel XX secolo. Ricordare è molto più che un dovere morale. Ricordare significa mantenere viva una parte della nostra storia e della nostra stessa coscienza nazionale. Significa onorare quanti seppero agire con iniziativa, determinazione e coraggio sino all’estremo sacrificio".

"Ma, più di ogni altra cosa, è importante non dimenticare affinché i nostri figli sappiano, conoscano e tramandino il sacrificio dei loro padri alle generazioni future. Un vecchio detto militare afferma che un Soldato non muore quando cade sul campo di battaglia, ma muore veramente quando viene dimenticato dalla propria società. La Memoria ci permette di trovare continuità con ciò che è avvenuto e che dà spessore e significato alla nostra storia, nel bene e nel male. Quei ragazzi di 80 anni fa erano esseri umani come noi, che avevano affetti familiari, amicizie, attività, speranze e sogni come chiunque di noi. - continua Battisti - Il ritorno dei resti dei nostri militari in Russia assume un significato particolare in quanto serve proprio a non perdere la memoria collettiva dei piccoli e grandi gesti di 'ordinario' sacrificio compiuti nel corso di una delle campagne più tragiche dell’intero Secondo Conflitto Mondiale, che ha segnato in maniera profonda la storia di migliaia di soldati, soprattutto di Alpini, e delle loro famiglie".

"La Divisione Alpina Cuneense, alla quale appartenevano 8 Alpini delle Spoglie rientrate a fine gennaio, perse quasi tutti i suoi 16.000 uomini; solo 1.400 tornarono in Italia. Concludo con una frase di Giovanni Guareschi, tratta dal suo libro 'Diario Clandestino': '… quando un Soldato italiano muore, il suo corpo rimane aggrappato alla terra, ma le stelle della sua giubba si staccano e salgono in cielo ad aumentare di due piccole gemme il firmamento'", conclude Battisti.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Corona difende Orsini: “Tanti maleducati a E’...

Published

on

"Gli hanno riso in faccia, comportamento da cafoni"

Bianca Berlinguer e Mauro Corona

"Voglio difendere Orsini. La cosa peggiore che possa succedere a una persona che parla in tv è vedere qualcuno che ride. Chi ride mentre un'altra persona parla è un cafone maleducato". Mauro Corona si schiera in difesa del professor Alessandro Orsini, presenza quasi fissa a E' sempre Cartabianca, la trasmissione condotta da Bianca Berlinguer su Rete4. In una delle ultime puntate, Orsini si è scagliato in maniera veemente contro il giornalista Stefano Cappellini insultandolo. Il motivo? Capellini avrebbe sorriso durante un intervento del professore sulla crisi in Medio Oriente e in particolare sull'operazione di Israele nella Striscia di Gaza.

"Ho molta stima di Cappellini, uomo educato e pacato. In quel caso lì mi ha fatto rabbia, ha riso mentre Orsini parlava e non va bene. Orsini gli ha detto 'è un cretino'? Ha fatto bene, io avrei fatto di peggio", dice Corona. Magari, dice Berlinguer, Cappellini non sapeva di essere inquadrato dalla telecamera.

"Non serve essere vigili, basta essere educati. Vedo molti suoi ospiti che sono cafoni e maleducati, ridono mentre gli altri parlano. E' un gesto cinico e rozzo. Parliamo di persone che non ci sono? Stanno ascoltando, quindi ci sono", dice Corona.

Continue Reading

Cronaca

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano commissariato

Published

on

Post Content

Continue Reading

Cronaca

Denti più bianchi? Ecco come fare

Published

on

Ogni anno 120mila italiani chiedono al dentista trattamenti sbiancanti. Tra dentifrici al carbone e prodotti chimici i dottori anti-fake news fanno chiarezza: "No al fai da te"

Denti più bianchi? Ecco come fare

Denti più bianchi per un sorriso senza macchia. "Lo sbiancamento è una procedura di odontoiatria estetica che sta vivendo una fase di grande richiesta": la chiedono al dentista "ogni anno almeno 120mila italiani", ansiosi di "schiarire il colore dei denti che si macchiano e ingialliscono a causa del consumo dello smalto e dell'azione colorante del fumo e di alcuni alimenti, come il caffè, il tè, il vino rosso, i succhi di frutta al mirtillo". Il dato è emerso durante l'ultimo Congresso dell'Accademia italiana di odontoiatria conservativa e restaurativa (Aic), durante il quale è stato presentato uno studio secondo cui "oltre la metà dei pazienti intervistati è insoddisfatta del colore dei propri denti". Lo ricordano gli esperti di 'Dottore, ma è vero che?', il portale anti-fake news curato dalla Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

Come fare a sbiancarsi i denti in sicurezza? Per rispondere alla domanda i dottori anti-bufala fanno innanzitutto chiarezza sui dentifrici sbiancanti che "sempre più spesso si trovano in farmacia o negli scaffali dei supermercati" e hanno "la pasta scurissima, data dalla presenza del carbone attivo vegetale. Può essere vero che la sua elevata capacità assorbente contribuisca a rimuovere la placca, il tartaro e le altre sostanze che rovinano il bianco naturale dei denti", però "non si può non considerare l'azione abrasiva del prodotto, che a lungo andare potrebbe rovinare in modo permanente lo smalto", avvertono gli esperti. "La polvere di carbone ha un certo effetto abrasivo e quindi può favorire lo sbiancamento dei denti per eliminazione di colorazioni superficiali acquisite", ammette Edoardo Baldoni, professore ordinario di Malattie odontostomatologiche all'università degli Studi di Sassari. "Non è in grado di eliminare le colorazioni profonde, ma potrebbe essere di aiuto per combattere l'alitosi. Tuttavia - precisa - non esistono ancora studi scientifici affidabili (randomizzati e controllati) che confermino entrambe queste caratteristiche, anche perché la disponibilità del prodotto sotto forma di pasta dentifricia è relativamente recente".

Secondo uno studio pubblicato su 'The Journal of the American Dental Association', spiegano i medici, "non ci sono prove scientifiche che dimostrino l'efficacia del carbone attivo per la pulizia e lo sbiancamento dentale. Gli autori hanno condotto una revisione della letteratura per esaminare l'efficacia e la sicurezza dei dentifrici a base di carbone, arrivando a identificare 118 articoli potenzialmente idonei. Nessuno degli è risultato abbastanza convincente e la ricerca ha dimostrato che non ci sono prove sufficienti a sostegno della sicurezza e dell'efficacia dei dentifrici a base di carbone attivo. Sono necessari studi più ampi per stabilire prove conclusive e nel frattempo si consiglia di non utilizzarlo".

Cosa fare allora? Per Baldoni, illustrano i dottori anti-bufale, "la prima cosa da fare è una seduta di igiene orale professionale per eliminare dai denti placca batterica, tartaro e macchie superficiali. A seguire, si possono valutare tre possibilità. La prima è l'impiego prolungato di dentifrici sbiancanti, facendo attenzione a evitare quelli troppo abrasivi che potrebbero alla lunga danneggiare lo smalto. La seconda è utilizzare prodotti chimici sbiancanti sotto forma di pennellini applicatori, striscioline o mascherine da applicare sui denti per alcuni minuti ogni giorno, fino a raggiungere la colorazione desiderata; il prodotto migliore e la modalità più idonea devono essere consigliati individualmente dall'odontoiatra o dall'igienista dentale. La terza possibilità è sottoporsi a sedute professionali di sbiancamento con l'impiego di sostanze a base di perossidi a maggior concentrazione, con l'aiuto o meno di luci a particolari frequenze, che consentono in tempi più rapidi l'eliminazione di decolorazioni anche profonde e persistenti". E' invece "assolutamente sconsigliato l'utilizzo di metodi 'fai da te' senza aver consultato prima il proprio dentista".

Ma avere denti bianchi equivale e ad avere denti sani? "La colorazione naturale dei denti - risponde Baldoni - è correlata geneticamente con quella della pelle, degli occhi e dei capelli. Avere denti di colorazione uniformemente più intensa non vuol dire che non siano sani, ma la presenza di singoli denti con riflessi grigiastri o macchie scure può segnalare la presenza di carie o infiltrazioni. Al contrario, la presenza di aree gessose o macchie bianche può significare che ci sono alterazioni dello smalto, che possono essere congenite o acquisite. Da ricordare, infine, che i denti naturali non hanno mai una colorazione uniforme in tutte le zone della corona e non tutti i denti sono dello stesso identico colore nelle varie zone della bocca. Ad esempio, i canini hanno sempre un tono più intenso di tutti gli altri. Attualmente sono di moda, o comunque graditi e socialmente apprezzati - osserva lo specialista - denti resi artificialmente molto uniformi e molto bianchi, ma che raramente si ritrovano in natura".

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora5 ore ago

Maltempo, pioggia e freddo: meteo cambia in Italia da oggi

Temperature in discesa, su Alpi e Appennini torna la neve La primavera va in pausa in Italia, il quadro meteo...

Ultima ora5 ore ago

Attacco Iran, Usa: Israele sceglie risposta ma no escalation

Il messaggio di Washington recapitato da Blinken. Erdogan contro Netanyahu: "Tutta colpa sua" Israele deciderà se e come rispondere all'attacco...

Economia5 ore ago

Illycaffè, Brussa: “Per noi sostenibilità va di pari...

Illycaffè, Brussa: "Per noi sostenibilità va di pari passo con qualità" "Qualità e sostenibilità sono due facce della stessa medaglia....

Sport6 ore ago

Champions, Barcellona-Psg 1-4: Mbappé show e Luis Enrique...

Poker dei francesi, ribaltato il k.o. casalingo dell'andata Il Psg rifila quattro gol al Barcellona al Montjuïc, si impone 4-1...

Sport6 ore ago

Borussia Dortmund-Atletico Madrid 4-2, tedeschi in...

I gialloneri ribaltano la sconfitta subita per 2-1 all'andata Il Borussia Dortmund batte 4-2 l'Atletico Madrid nel ritorno dei quarti...

Spettacolo7 ore ago

Migranti, Richard Gere contro la ‘cattolica...

L'attore: "E' molto difficile capire un movimento di estrema destra conservatrice, soprattutto in un Paese che è prettamente cristiano" Richard...

Ultima ora7 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi

Nessun '6' né '5+', jackpot sale a 91,3 milioni Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 16 aprile...

Cronaca7 ore ago

Corona difende Orsini: “Tanti maleducati a E’...

"Gli hanno riso in faccia, comportamento da cafoni" "Voglio difendere Orsini. La cosa peggiore che possa succedere a una persona...

Economia8 ore ago

Ponte Messina, ministero delle Infrastrutture:...

L'annuncio dopo le richieste avanzate dal ministro dell'Ambiente. Opposizione all'attacco: "Oltre 200 rilievi, progetto dannoso, inutile, costoso e pieno di...

Ultima ora9 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano Commissariato:...

Due gli arrestati tra cui il manifestante che ha aggredito il rappresentante delle forze dell'ordine. Danneggiate due auto di vigilanza...

Ultima ora9 ore ago

Terremoto oggi a Siena, scossa magnitudo 3.4

L'epicentro a 4 km da Poggibonsi Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 19.49 dall'Ingv vicino...

Cronaca9 ore ago

Scontri alla Sapienza, studenti assaltano commissariato

Post Content

Ultima ora9 ore ago

Auto contro tir nel tarantino, morti mamma e figlio di 12...

Ferito anche il conducente del mezzo pesante Due persone, mamma e figlio di 12 anni, sono morte in un incidente...

Ultima ora9 ore ago

Zelensky: “Nato ha difeso Israele, Ucraina si difende...

Il presidente ucraino: "Occidente alleato di Israele nei cieli, non sulla carta" Con l'azione per difendere Israele dall'attacco dell'Iran, gli...

Esteri9 ore ago

Israele studia attacco, Iran minaccia uso nuova arma...

Israele risponderà all'Iran e l'attacco potrebbe presto arrrivare. Dopo il raid di sabato scorso, il governo di Benyamin Netanyahu sembra...

Economia10 ore ago

Imprese, Livi (SostenibleOggi.it): “Bilancio...

Così Livio Livi, Founder di SostenibleOggi.it, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos Q&A ‘Le nuove strade della sostenibilità’ presso il Palazzo dell’Informazione....

Ultima ora10 ore ago

Omicidio Ciatti, Cassazione conferma condanna a 23 anni di...

Il ceceno, tuttora latitante, ha pestato e ucciso il giovane nella notte tra l’11 e il 12 agosto 2017 fuori...

Economia10 ore ago

Sostenibilità, Dentis (Coripet): “Importante scadenza...

Il presidente di Coripet, il consorzio per la raccolta e il riciclo delle bottiglie in PET, intervenendo all’appuntamento di Adnkronos...

Economia10 ore ago

Trasporto aereo, Fiumicino al primo posto per traffico...

Dai dati Enac L'aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per traffico passeggeri con circa 40,3 milioni e...

Salute e Benessere10 ore ago

Malattie del cuore, in Italia provocano una morte su 3

Sono la prima causa di mortalità in Italia con oltre 216.000 morti nel 2021 pari al 31% dei decessi complessivi...