Connect with us

Lavoro

Fisco, Int: “Serve norma estensiva per visto di...

Published

on

Fisco, Int: “Serve norma estensiva per visto di conformità ai tributaristi”

Il Consiglio di Stato rinvia gli atti alla Corte Costituzionale per motivi di incostituzionalità

Fisco, Int:

“Alla luce dell’ordinanza del Consiglio di Stato, che ha dichiarato la fondatezza dell’incostituzionalità del divieto di apposizione del visto di conformità ai tributaristi non iscritti nel Ruolo tributi alla data del 30/9/93, rinviando gli atti alla Corte Costituzionale, ci auguriamo, plaudendo al lavoro svolto dalla Lapet, che la spinta del Cds fornisca ulteriori motivazioni per la sentenza di incostituzionalità da parte della Corte. Intanto, in attesa dei tempi burocratici, l'auspicio è che tale ordinanza possa finalmente stimolare in tempi brevi governo o Parlamento all'estensione normativa anticipando l’attesa di incostituzionalità". E' quanto afferma il presidente dell’Istituto nazionale tributaristi (Int), Riccardo Alemanno.

"Per cui continueremo a proporre emendamenti estensivi per via legislativa - prosegue - come abbiamo fatto recentemente e ciò non per equiparazioni surrettizie ad altre professionalità ordinistiche, in capo alle quali permangono funzioni riservate come la consulenza del lavoro o particolari attività straordinarie, ma per dare naturale continuità dell’attività quotidiana di libero esercizio della consulenza tributaria e dell’assistenza e rappresentanza ai sensi dell’art. 63 del dpr 600/73 del proprio assistito da parte del tributarista qualificato ai sensi della legge 4/2013, attività di assistenza oggi rafforzata dalla recente modifica del comma 2 dell’art.12 della legge 212/2000 (Statuto del contribuente) in tema ispezioni e verifiche".

"E’ poi evidente che al momento vige l’attuale normativa per l’apposizione del visto di conformità, ma il Cds ne ha evidenziato chiaramente i tratti discriminatori", conclude.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Lavoro

Busticchi (Siemens Healthineers Italia): “Colmare...

Published

on

"Come azienda diamo il nostro contributo sostenendo iniziative come quella di oggi"

Busticchi (Siemens Healthineers Italia):

Siemens Healthineers ha partecipato alla prima edizione italiana dello Stem Women Congrees (SWC) che si è tenuta oggi a Milano. Lo Stem Women Congress rappresenta un’occasione di confronto tra aziende, istituzioni, scuole e organizzazioni per promuovere il talento femminile e disegnare un futuro più inclusivo per le donne nel mondo.

“Siemens Healthineers supporta le tematiche Stem al femminile, e non solo, grazie a progetti concreti come il Progetto STEM Lab, un’iniziativa nata dal team italiano di StepUp network, l’employee resource group di Siemens Healthineers, e dedicata ai figli e figlie dei dipendenti”. È quanto ha dichiarato Roberta Busticchi, Presidente, CEO e Amministratore Delegato di Siemens Healthineers Italia che questa mattina è intervenuta allo Stem Women Congress (SWC), in veste di Role Model femminile in ambito STEM, con un contributo dal titolo “I falsi miti delle STEM: è vero che le donne sono più portat per le materie umanistiche?”

“Dobbiamo continuare a lavorare per colmare il gender gap nelle STEM e superare i bias culturali che fin da piccole influenzano le nostre scelte scolastiche e professionali. Come azienda diamo il nostro contributo sostenendo iniziative come quella di oggi e realizzando la seconda edizione di STEM Lab con un focus alla promozione della partecipazione femminile”, ha proseguito Busticchi.

Dopo il successo di sette edizioni in Spagna, quest’anno lo Stem Women Congress (SWC) ha debuttato in Italia e si è tenuto oggi presso il laboratorio sperimentale BASE Milano, grazie alla collaborazione tra Orange Media Group, FMA Hub e Women at Business, in sinergia con il Comune di Milano e il Patto per il lavoro. Un’intera giornata dedicata a colmare il gap di genere all’interno delle discipline STEM incoraggiando e ispirando le carriere al femminile dei settori della scienza e della tecnologia.

SWC rappresenta un’occasione di incontro e confronto tra aziende, istituzioni, scuole e organizzazioni per promuovere il talento femminile e disegnare un futuro sempre più inclusivo per le donne nel mondo accademico e professionale in campo scientifico e tecnologico.

In Italia, la media dei laureati Stem è del 6,7%, rispetto al 13% europeo e solo 1 su 3 è di sesso femminile. Inoltre, secondo i dati Eurostat, le donne occupano solo il 22% di tutti i posti di lavoro in ambito tecnologico nelle aziende europee, mentre in Italia non si supera il 15%. Come riportato nel Report annuale 2023 di SWC, se tutte le bambine e le ragazze di età compresa tra 0 e 16 anni nel mondo optassero oggi per una carriera Stem, non si raggiungerebbe il 50% di presenza femminile nell’IT fino al 2050.

“Come azienda del settore Healthcare investiamo nell’AI che sta cambiando il paradigma delle diagnosi e delle terapie e che sarà centrale nella medicina di precisione. Oltre agli aspetti tecnologici vanno considerati anche gli aspetti etici e di inclusività, per garantire i quali la partecipazione delle donne allo sviluppo dei sistemi di AI è indispensabile. Il nostro obiettivo è dare ai clinici tutti i dati utili alla decisione, nel modo più preciso, accurato e veloce, per una assistenza sanitaria di qualità, più equa possibile“, ha affermato Patrizia Palazzi, Strategic Sales Consultant and DE&I Manager Siemens Healthineers, intervenuta durante la mattinata nel panel sull‘AI.

Durante l’evento, il team Human Resources di Siemens Healthineers ha inoltre preso parte a una sessione di orientamento e “speed date”, durante la quale ha incontrato le studentesse e neolaureate iscritte all’evento, un‘opportunità per incoraggiare a considerare le materie tecnico-scientifiche all’interno dei propri percorsi di studi accademici.

Continue Reading

Lavoro

Lucio Fochesato rieletto presidente regionale di...

Published

on

Per il secondo mandato consecutivo

Lucio Fochesato

È Lucio Fochesato, 68 anni, il presidente dei dirigenti, quadri ed executive professional privati del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato del Veneto. Ad eleggerlo, per il secondo mandato consecutivo, l’assemblea annuale degli associati a Manageritalia Veneto che si è svolta sabato scorso gli spazi del Four Points by Sheraton di Padova.

“Sono onorato e orgoglioso di questa riconferma. Una nomina che premia il grande lavoro svolto nel corso di questi primi quattro anni di mandato da tutta la squadra di Manageritalia Veneto. Un’associazione che in questi anni ha molto aumentato i suoi iscritti, che sono oggi 2.442. Una squadra che sin dal suo insediamento si è adoperata per rendere la nostra Associazione un solido punto di riferimento per le esigenze contrattuali, di formazione, sanitarie, di welfare dei nostri associati”, commenta Lucio Fochesato, presidente di Manageritalia Veneto.

E Fochesato prosegue: "la managerialità nel nostro territorio deve aumentare: i manager nelle imprese venete sono cresciuti complessivamente solo di quasi l’1%, contro una media nazionale che arriva a quasi il 4%: occorre anche nelle pmi del Veneto investire e ricorrere a competenze esterne alla proprietà e alla famiglia se si vuole competere in un mondo ormai globalizzato. Per favorire la crescita e lo sviluppo del nostro territorio è indispensabile un’intensa sinergia e il dialogo costruttivo tra manager, mondo delle imprese e le istituzioni, perché si cresce solo insieme e i manager veneti sono pronti a fare la propria parte!”. Lucio Fochesato, già presidente di Manageritalia Veneto nella passata consigliatura, ex dirigente e Maestro del lavoro, ha maturato una lunga esperienza nel campo della grande distribuzione e da 24 anni è membro attivo di Manageritalia. L’assemblea ha inoltre riconfermato i vicepresidenti di Manageritalia Veneto: Manuel Modolo e Carlo Terrin.

Dal 2008 ad oggi, secondo gli ultimi dati Inps elaborati da Manageritalia, il territorio veneto ha visto una sostanziale della dirigenza all’interno delle imprese con solo un +0,2% di manager attivi sul territorio, nel mentre in Italia sono cresciuti del 6,5. Il dato è espressione della scarsa managerialità nel tessuto produttivo dovuta soprattutto all’insufficiente utilizzo da parte degli imprenditori locali di manager esterni alla famiglia che spesso detiene la proprietà dell’azienda. In Italia solo il 28% delle PMI ha manager esterni, contro il 60% nei più avanzati e competitivi paesi europei. La mancanza di managerialità ad oggi rappresenta il maggiore gap da colmare per consentire alle imprese di competere e crescere.

In Italia la crescita dei dirigenti privati è guidata dalle donne, aumentate dell’8,1% nel 2022, contro il 2,7% degli uomini, ma soprattutto cresciute dell’86,7% dal 2008, rispetto al calo del 4,6% degli uomini. La rincorsa verso la parità è quindi in atto anche ai vertici dove le donne dirigenti sono oggi il 21,4% del totale (12,2% nel 2008), ma ben più presenti nelle coorti di dirigenti più giovani (38,5% tra gli under 35 e 31% tra gli under 40) e tra i quadri (32,1%). Donne dirigenti che sono percentualmente molto più presenti nel terziario (25,4%) rispetto all’industria (15,9%).

In Veneto la managerialità ha il freno tirato, infatti i dirigenti sono aumentati solo del +0,7% nell’ultimo anno contro una media nazionale in crescita del +3,8%. I vertici aziendali però si tingono ancor di più di rosa, crescono del 93% le donne manager negli ultimi 14 anni arrivando a quota 1.384 su un totale di quasi 8.651 manager in attività. Tutte in positivo le provincie venete con Verona +1,2% (6° nella classifica delle provincie italiane dopo Milano, Roma, Torino, Bologna e Bescia) che si conferma la realtà più numerosa con 2.233 manager e le donne salite a +9,4%. È però Rovigo, +6,4%, la provincia che fa segnare l’incremento complessivo di dirigenti maggiore. Addirittura, +67% se si guarda alle sole donne. Bene anche la provincia di Vicenza, +5%, con le dirigenti che arrivano a doppia cifra, +14%, e quella di Padova, +4,6%, in cui sono maggiormente gli uomini a crescere con un +5,3%, mentre le donne si fermano a un +0,9%. Unica realtà in controtendenza è Venezia, -11%, che, nonostante i suoi 1.153 manager in attività, vede calare sensibilmente i suoi dirigenti in tutti i settori sia per quanto concerne la componente maschile, -7.2%, ma soprattutto -26,4% quella femminile, dato più alto in regione.

Continue Reading

Lavoro

Autovelox, l’esperto: “Da decreto molti aspetti...

Published

on

L'intervento di Roberto Impero, esperto internazionale di sicurezza stradale passiva e membro autorevole dell’Associazione mondiale della strada (Piarc)

Roberto Impero, esperto internazionale di sicurezza stradale passiva e membro autorevole dell’Associazione mondiale della strada (Piarc)

“Il decreto che disciplina le modalità di collocazione e l’uso degli autovelox presenta alcuni aspetti molto positivi per la sicurezza stradale passiva. In primo luogo, prevede che il prefetto individui i tratti di strada dove è realmente necessario monitorare la velocità, basandosi anche sulle statistiche degli incidenti passati. Questo non solo frena l'installazione arbitraria e indiscriminata di questi dispositivi, ma permette di creare una mappatura precisa dei punti più pericolosi delle nostre strade. Questi punti, monitorati per la frequenza di incidenti e le necessarie limitazioni di velocità, possono evidenziare anche altre problematiche, come la presenza di ostacoli fissi non protetti (alberi, cuspidi stradali, terminali di guardrail) che possono trasformarsi in pericoli letali in caso di perdita di controllo del veicolo. Saranno da attenzionare in modo particolare le strade extraurbane provinciali che versano in condizioni di assoluta precarietà, da nord a sud". Così, con Adnkronos/Labitalia, Roberto Impero, esperto internazionale di sicurezza stradale passiva e membro autorevole dell’Associazione mondiale della strada (Piarc).

"Il secondo aspetto importante -continua l'esperto che è anche ceo dell'azienda Sma Road Safety, partner ufficiale di Piarc, Uni, Unicmi e Assosegnaletica e particolarmente attiva nel sensibilizzare utenti, addetti ai lavori e istituzioni sull’importanza di un’adeguata sicurezza stradale passiva- riguarda l'aumento della fiducia degli automobilisti nelle norme stradali, che dovrebbero sempre essere percepite come una tutela della loro sicurezza. Tuttavia, il controllo della velocità è spesso visto come un modo per aumentare le entrate comunali senza migliorare la sicurezza stradale".

"Non dimentichiamo che l'Italia è il paese con il maggior numero di autovelox: Codacons ne ha contati 11.171, molti più di altri paesi europei con migliori risultati in termini di sicurezza stradale, come la Gran Bretagna (7.707), la Germania (4.690) e la Francia (3.745). Nel 2023, i comuni italiani hanno incassato 1,5 miliardi di euro in multe stradali, fondi che spesso non vengono reinvestiti, come previsto dal codice della strada, nella manutenzione delle infrastrutture e nella sensibilizzazione sulla sicurezza stradale", conclude.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca3 ore ago

Morte Angelo Onorato, autopsia: “Nessun segno di...

L'imprenditore palermitano di 55 anni, marito dell'europarlamentare Francesca Donato, è stato trovato senza vita nella sua auto con una fascetta...

Politica3 ore ago

De Luca, giornata complicata a Caivano: sfiorato incidente...

Il governatore campano tentenna sulla stretta di mano al parroco, che glielo fa notare Prima la stoccata di Giorgia Meloni,...

Politica3 ore ago

Pd: “Sciogliere Nato? Tarquinio indipendente,...

Provenzano: "Ricordo che la questione della Nato la sinistra italiana l’ha risolta con Berlinguer negli anni 70" "Com’è noto, Marco...

Politica3 ore ago

Caivano e gli insulti in politica, dai...

Il turpiloquio esiste da sempre nell'ambito pubblico e in quello privato, ecco un rapido excursus dal passato al presente Vincenzo...

Politica3 ore ago

Stop senatori a vita, da Palazzo Madama via libera...

A favore dell'articolo che sopprime l'istituto dei senatori a vita si sono registrati 94 voti. Resta viva invece la parte...

Cronaca3 ore ago

‘Parola di volontario’, premiato il giovane...

Si conclude il percorso di formazione Involontaria-Off promosso da Fondazione Msd Il mondo dei giovani e quello del volontariato si...

Cronaca3 ore ago

Dante e studenti musulmani esonerati a Treviso:...

Conclusa l'ispezione disposta dal Ministero dell'Istruzione e del Merito relativa alla vicenda : "Emersa estemporaneità dell'iniziativa non concordata né con...

Economia3 ore ago

Sciopero dei taxi il 5 e il 6 giugno 2024

L'appello del Garante al "rispetto delle regole" Nuovo sciopero dei taxi per le giornate di mercoledì 5 giugno e giovedì...

Cronaca3 ore ago

Salute, Vaccaro (Censis): “Con pandemia disagio...

"Dopo Covid in aumento tra adolescenti isolamento, solitudine, ansia e depressione, in molti ancora si rifiutano di uscire di casa"...

Salute e Benessere3 ore ago

Salute, Mele (Lundbeck Italia): “Disagio giovanile...

"Adolescenti hanno un grande bisogno di parlare, con progetto 'Mi vedete?' siamo entrati nelle scuole dove è necessaria la presenza...

Economia3 ore ago

Roma, iniziata la demolizione di tralicci nel quartiere...

Sono iniziate nel quartiere del Trullo a Roma le attività di demolizione da parte di Terna di 15 km di...

Ultima ora3 ore ago

Impagnatiello, la relazione dello psichiatra:...

Il quadro tracciato in 15 pagine da Raniero Rossetti, lo specialista in psichiatria incaricato dalla difesa dell'imputato nel processo per...

Salute e Benessere3 ore ago

Salute, psichiatra De Filippis: “Giovani depressi...

"I genitori vorrebbero i figli performanti, in realtà gli adolescenti chiedono solo di essere felici" Alla base di ansia o...

Economia4 ore ago

Stem Women Congress, Meriggi (Eng): “Importante role...

La Group Chief Information Officer di Eng alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress: ‘Dopo avvento AI è fondamentale...

Economia4 ore ago

Giboli (Edison): “Mio percorso sfidante e portatore...

La responsabile Sviluppo Piccole Derivazioni Idroelettriche di Edison alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress: “Mi piace definire una...

Economia4 ore ago

Stem Women Congress, ass. Cappello: ‘Necessario cambiamento...

L’assessora allo Sviluppo Economico e alle Politiche del Lavoro Comune di Milano alla prima edizione italiana dello Stem Women Congress:...

Economia4 ore ago

Immediapress/I marchi PepsiCo Lay’s® e Gatorade®...

Due dei marchi PepsiCo più iconici, Lay's e Gatorade, uniscono le forze per dare impulso a iniziative globali di base,...

Demografica4 ore ago

70 anni e non sentirli, ormai si è vecchi sempre più tardi

In barba all’ageism, la discriminazione delle persone in base all’età, la vecchiaia sembrerebbe iniziare sempre più tardi. Merito sicuramente dell’allungamento...

Politica4 ore ago

“Sciogliamo la Nato”, Tarquinio diventa un caso

Gelo nel Pd, Calenda e Renzi attaccano "Sciogliamo la Nato". Le parole di Marco Tarquinio, ex-direttore dell'Avvenire e candidato Pd...

Sport4 ore ago

Kafd Globe Soccer Awards, Sardegna pronta per le stelle...

In lizza tra i tecnici Ancelotti, Inzaghi e Thiago Motta Dopo sei giorni di intense votazioni da parte dei tifosi,...