Connect with us

Lavoro

Superbonus, Pecci (Uniko spa): “Riqualificate 1.500...

Published

on

Superbonus, Pecci (Uniko spa): “Riqualificate 1.500 unità immobiliari senza mai chiudere cantieri”

L'ad dell'azienda: "Nel 2023 fatturato di circa 85 mln, +146% rispetto al 2022. Grazie a trasparenza ed equilibrio finanziario"

Francesco Pecci, ad di Uniko SpA società benefit

"Nell’ultimo triennio abbiamo profuso grandi sforzi senza mai perdere di vista due principi fondamentali: trasparenza ed equilibrio finanziario che siamo riusciti sempre a garantire in tutte le fasi dei vari progetti, ai fornitori, alle maestranze e ai professionisti, il che ci ha consentito di far funzionare il sistema, senza mai dover chiudere, fosse anche per un giorno, uno dei nostri cantieri. Un modus operandi che ci ha consentito di raggiungere importanti risultati sui nostri cantieri. Volendo tradurre in cifre reali il nostro impegno, possiamo affermare di aver installato circa 200.000 mq di isolamento termico, circa 10.000 serramenti, oltre 1.000 impianti termici, oltre 2 MW di fotovoltaico installato solo nel corso 2023, per un totale di circa 1.500 unità immobiliari e 110 condomini riqualificati". Così, con Adnkronos/Labitalia, Francesco Pecci, ad di Uniko SpA società benefit, azienda di Orte (Vt), racconta i risultati raggiunti in questi anni nella sua attività nell'ambito del superbonus.

Uniko spa con il conseguimento dello status di Energy Service Company (ESCo), oltre ad affermarsi una eccellenza assoluta nel campo dell’edilizia sostenibile, rappresenta infatti un modello virtuoso nella gestione del Superbonus 110% e dei vari bonus edilizi, con importanti ricadute a livello economico e sociale, misurabili facilmente in termini di incremento occupazionale, di riduzione di Co2, di accrescimento del valore patrimoniale degli edifici e di un aumento considerevole degli imponibili fiscali.

Queste performance hanno consentito ad Uniko SpA SB di chiudere il 2023 con un fatturato di circa 85 milioni, registrando una crescita del 146% rispetto al 2022 ed esprimendo una forza lavoro diretta di 80 dipendenti.

Ma quale la strategia vincente per questa 'best practice'? "Grazie alla nostra 'condotta lineare', i principali istituti di credito italiani come Intesa Sanpaolo, UniCredit, Bnl e Monte dei Paschi di Siena hanno dato fiducia alla nostra azienda mediante concessioni di plafond per acquisto di crediti fiscali per un volume pari a circa il 40% del controvalore del fatturato complessivamente prodotto nel triennio 2021/2022/2023", sottolinea Pecci.

"Per il restante 60%, Uniko SpA -spiega l'ad dell'azienda- ha interessato il mercato secondario, facendo leva sull'elevato grado di fidelity maturato con i primari operatori commerciali ricompresi nella filiera produttiva delle forniture di materiale per l'edilizia che hanno condiviso le nostre politiche di sviluppo, creando i presupposti per un patrimonio aggregativo di fiducia reciproca e di sinergie operative destinato a durare nel tempo".

"Inoltre, altro aspetto importante, i nostri crediti fiscali per detrazioni edilizie, ceduti in gran parte al ceto bancario ed ad importanti operatori del mercato secondario, sono stati certificati in prevalenza da Ernst & Young e da Deloitte, quali principali advisor del settore", aggiunge.

E per il futuro Pecci chiede che le competenze raggiunte in questi anni non vadano sprecate. "È bene -sottolinea- riflettere sull’importanza dei bonus edilizi per le imprese, non solo perché il comparto, con il suo indotto vale il 4,5% del Pil, ma anche perché in Italia operano oltre mezzo milione di imprese, le quali rappresentando l’11,2% dell’intero sistema produttivo dell’industria e dei servizi. Si tratta di imprese dedicate in prevalenza a lavori di costruzione specializzati, imprese di costruzione edifici e attive nell’ingegneria civile. Per ottemperare agli obblighi imposti dalla Direttiva Case Green entro il 2030 in tema di riqualificazione energetica è necessario che il know how creatosi negli anni del Superbonus non vada sprecato, e che quindi sia salvaguardata l’esistenza di quelle aziende che come Uniko hanno lavorato seriamente in questi anni, qualificandosi come modelli virtuosi", aggiunge ancora.

"Il mio auspicio -continua- è che la competenza maturata dalle aziende che si sono dimostrate affidabili in questo ultimo triennio sia valorizzata e che si creino tutte le condizioni per riqualificare in ottica sostenibile l’intero patrimonio edilizio del nostro Paese". Ma quali sono le priorità di Uniko nelle vesti di Energy service company?"Il nostro percorso ci consente di posizionarci sul mercato come una ESCo seria, affidabile e credibile, in grado di fornire tutti i servizi di carattere tecnico, commerciale e finanziario necessari alla realizzazione di interventi di efficienza energetica. Con il venir meno del Superbonus 110% e con il passaggio alla detrazione del 70%, risulta maggiormente vantaggiosa la pianificazione di progetti che coinvolgono anche l’involucro edilizio, per i quali la detrazione sale fino al 75%, o ancora che oltre al risparmio energetico comportano anche l’adeguamento antisismico, al fine di beneficiare del bonus potenziato fino all’85%", sottolinea.

"Noi intendiamo mettere il nostro know how a disposizione di tutti gli Enti del Terzo Settore, come Onlus, Odv e Aps, e per tutti quegli edifici ubicati nei crateri sismici per i quali gli incentivi fiscali previsti dal Superbonus 110% per interventi di riqualificazione energetica, adeguamento sismico e installazione di fonti di energia rinnovabile rimangono attivi fino a tutto il 2025. Infine, non bisogna trascurare che anche il Pnrr sarà fondamentale per la crescita del nostro Paese, per un suo reale ed effettivo rilancio. Penso agli interventi che si potranno realizzare per la rigenerazione urbana, contro il dissesto idrogeologico, per la realizzazione di nuove strutture sanitari e per la messa in sicurezza di migliaia di edifici scolastici", conclude.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Lavoro

Infortuni, Marmigi (Safety Expo): “Affrontare...

Published

on

A Bergamo l'evento gratuito di riferimento in Italia per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e la prevenzione incendi che si terrà a a Bergamo il 18 e 19 settembre prossimi

Infortuni, Marmigi (Safety Expo):

"Il fenomeno degli infortuni deve essere affrontato proprio a partire dalla cultura della sicurezza che noi cerchiamo di fare ogni anno con il Safety Expo". A dirlo all'Adnkronos/Labitalia, in vista della Giornata mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro, Daniele Marmigi, direttore tecnico di Safety Expo, l'evento gratuito di riferimento in Italia per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e la prevenzione incendi che si terrà a a Bergamo il 18 e 19 settembre prossimi. Giunto alla sua VII edizione, nasce dall’unione del Forum di Sicurezza sul Lavoro e del Forum di Prevenzione Incendi dal 2016 uniti in un unico appuntamento.

"La manifestazione - sottolinea - diffonde contenuti nuovi e prospettive inedite, favorisce lo scambio di idee, riflessioni utili e spunti creativi. Si punta inoltre a rafforzare relazioni e connessioni tra professionisti della sicurezza e della prevenzione incendi provenienti da tutta Italia".

"Durante il Safety Expo - spiega Marmigi - verranno inoltre proposti programmi di formazione accreditata e presentate le soluzioni aziendali nei diversi comparti. L'obiettivo è proprio quello di creare tavoli di confronto per promuovere uno scambio di competenze per garantire un miglioramento delle azioni da parte di tutti gli attori".

"E' fondamentale - insiste - avvicinare al tema degli infortuni sul lavoro e sulla sicurezza in generale le cosiddette persone comuni a partire dalla scuola. Non dimentichiamo che spesso gli incidenti avvengono perché da parte del dipendente non c'è la consapevolezza di cosa significhi lavorare in modo sicuro per sé e per i colleghi".

"Una consapevolezza - sostiene - che parte proprio dai banchi di scuola e che va acquisita con le persone giuste e affrontata con le parole e gli esempi giusti. Per questo è opportuno che ci sia una formazione specifica per coloro che devono affrontare determinate tematiche con i giovani".

"Più che una semplice vetrina dei maggiori player del settore - aggiunge Daniele Marmigi - Safety Expo è un vero laboratorio di idee e di novità che favorisce l’incontro reale tra domanda e offerta e che continua a registrare un numero sempre crescente di espositori e pubblico: l’edizione 2023 ha contato 300 aziende espositrici, più di 10.000 presenze e 120 eventi fra convegni, seminari, corsi di formazione e addestramento pratico".

Continue Reading

Lavoro

Ancot, 40 anni in difesa e al fianco dei tributaristi

Published

on

Il presidente Bottoni: "Realtà radicata sul territorio nazionale e viva, grazie al contributo quotidiano di ogni singolo associato"

Ancot, 40 anni in difesa e al fianco dei tributaristi

Ancot, Associazione nazionale consulenti tributari, compie 40 anni di promozione, tutela e difesa dei tributaristi. “L’Associazione nazionale consulenti tributari - ha dichiarato il presidente Celestino Bottoni in occasione dell'incontro organizzato per i 40 anni - è una realtà radicata sul territorio nazionale e viva, grazie al contributo quotidiano di ogni singolo associato. Quando penso al passato, riaffiorano alla mente innumerevoli episodi, molte persone amiche che sono da sempre al nostro fianco oppure che, purtroppo, ci hanno lasciato e di cui serbiamo un meraviglioso ricordo. Idee, battaglie, conquiste, emozioni: questo è il nostro patrimonio che non disperderemo, il punto di partenza per continuare a far vivere, quotidianamente, la nostra associazione. Insieme”.

“L’Ancot - spiega Lucia Albano sottosegretario di Stato del Mef - è un importante punto di riferimento a livello nazionale nell’ambito della consulenza tributaria, che svolge un ruolo importante e centrale anche nell’ambito della riforma del fisco, la quale sta procedendo con grande rapidità. La delega fiscale ha visto già dodici decreti attuativi in approvazione, su cui stiamo lavorando sulla linea della semplificazione, della chiarezza e della certezza del diritto”.

Per Andrea Putzu, consigliere regionale delle Marche e presidente della seconda Commissione consiliare permanente “sono quarant’anni importanti quelli dell’Ancot, perché voi tributaristi siete le sentinelle e i consiglieri delle imprese. Il vostro è un lavoro fondamentale, soprattutto in tempi come questi di crisi economica. Auspico a breve un incontro con tutti i referenti provinciali e il referente regionale per una collaborazione sempre più stretta. Anche noi nelle Marche stiamo supportando gli investimenti delle imprese con la programmazione europea e con il fondo 'Credito futuro Marche'. La vostra opera, che svolgete egregiamente a livello nazionale, potrebbe portare anche nelle Marche alla creazione di un tavolo in cui potreste esporci le vostre idee”.

Marco Giuliani, dell'Università Politecnica delle Marche, ha ricordato il primo master sui principi contabili, organizzato con l’Ancot nel 2014 seguito poi da numerosi altri momenti di formazione: “Voi siete oggi chiamati ad essere parte attiva, al fianco delle imprese, di numerosi mutamenti: la riforma in atto cambierà radicalmente l’approccio alla fiscalità e voi ne sarete interpreti attivi, ma anche altri temi come la sostenibilità e la digitalizzazione renderanno ancor più importante il vostro ruolo”.

“I vostri quarant’anni di lavoro sono d’ispirazione per l’intera confederazione - ha aggiunto il presidente della confederazione Aepi, Mino Dinoi - perché non si può raggiungere tale traguardo senza competenza ed entusiasmo, senza voglia di crescere: si tratta di un patrimonio per l’intera comunità e anche per la Confederazione, che intende festeggiare i quarant’anni Ancot a maggio, durante il prossimo Meeting Aepi”.

“Nei nostri quarant’anni di attività - sottolinea il presidente Bottoni - ci sono stati momenti in cui gli uomini dell’associazione hanno deciso di passare il testimone ai giovani, dopo aver dato ampia testimonianza del loro valore. Vedo tanti giovani che ci permettono di immaginare, fra dieci anni, un cinquantennale ancora più ricco di episodi da ricordare e traguardi da festeggiare. Loro saranno la nuova classe dirigente nella misura in cui ognuno di noi, oggi, saprà interessarli, aiutarli, sostenerli. In fondo, le persone da cui abbiamo imparato tutto, in associazione, non sono quelle che ci hanno rimbrottato per ogni minimo errore, ma che ci hanno lasciati liberi anche di sbagliare, purché il nostro lavoro fosse stato svolto con spirito positivo e proattivo”.

Continue Reading

Lavoro

Formazione, Fondirigenti: 10 milioni di euro per piani su...

Published

on

L’Avviso 1/2024 finanzia piani formativi mirati ad accrescere il mindset e le competenze digitali dei dirigenti per migliorare le performance delle imprese e l’occupabilità del management

Formazione, Fondirigenti: 10 milioni di euro per piani su competenze digitali per competitività impresa

E' dedicato all’innovazione digitale il primo Avviso nazionale dell’anno (Avviso 1/2024) di Fondirigenti, il Fondo interprofessionale leader in Italia per il finanziamento della formazione continua dei dirigenti, promosso da Confindustria e Federmanager. I processi di trasformazione digitale, amplificati dalle recenti evoluzioni delle tecnologie legate all’Intelligenza Artificiale, hanno infatti bisogno di essere presidiati da un management preparato, al fine di garantire significativi impatti in termini di performance per le imprese, di occupabilità dei lavoratori e di risultati aziendali rispetto agli indicatori Esg di sostenibilità. E Fondirigenti ha scelto di concentrare su questo specifico fattore il principale Avviso dell’anno.

“I dati e le ricerche di Fondirigenti - spiega il dg del Fondo Massimo Sabatini - indicano con chiarezza il crescente fabbisogno di competenze manageriali necessarie per governare questi processi, sia per sfruttare le opportunità connesse all’innovazione, sia per far fronte alle insicurezze che rischiano di stravolgere il mercato del lavoro dei prossimi anni. La formazione manageriale può essere uno dei principali strumenti per accompagnare questa trasformazione, che riguarda in maniera trasversale i principali ambiti di funzionamento delle imprese”.

Da qui nasce l’Avviso 1/2024, con il quale il Fondo intende proseguire il percorso intrapreso nel sostegno all’innovazione attraverso la leva formativa, con uno stanziamento complessivo di 10 milioni di euro (per un importo massimo di 12.500 euro ad azienda). Due le macroaree di competenze prioritarie, necessarie a guidare il cambiamento: da un lato le competenze tecnico-gestionali, legate all’utilizzo della tecnologia e della digitalizzazione nei processi e gestione delle relazioni con l’ecosistema dell’innovazione, dall’altro le competenze soft, riguardanti la leadership ed il cosiddetto mindset manageriale, inclusa la capacità di favorire nelle imprese processi di apprendimento organizzativo.

Potranno essere finanziati sia Piani aziendali singoli sia Piani aggregati, in risposta a specifiche esigenze di collaborazione tra settori o filiere. Sono, inoltre, previste premialità per incoraggiare la partecipazione delle piccole imprese che accedono a percorsi di transizione digitale in percentuale minore rispetto alle medie e grandi, e delle imprese delle regioni del Sud che utilizzano la leva formativa in modo ancora troppo limitato, con significativi ritardi nella digitalizzazione e nell’innovazione. In particolare, sono quattro gli ambiti di intervento identificati, tutti caratterizzati dal ruolo chiave della trasformazione digitale: strategie, processi, organizzazione, capacità individuali. I contenuti delle proposte potranno riguardare interventi formativi per sfruttare la leva digitale nei processi di pianificazione e innovazione strategica per la transizione sostenibile in chiave Esg (riduzione dei consumi, efficientamento risorse, sostenibilità ed economia circolare, ecc.), o interventi per innovare i processi produttivi (digital lean, internet of things, business intelligence, big data, marketing 5.0, cybersecurity, ecc.), o ancora interventi per migliorare l’organizzazione del lavoro (progettazione e pianificazione processi lavorativi, recruiting, valutazione delle performance, ecc.) o, infine, interventi per governare le innovazioni tecnologiche e guidare il cambiamento tecnologico attraverso l’innovazione del mindset e la capacità di utilizzare in modo consapevole gli strumenti digitali, tenendo conto anche degli aspetti etici.

“E' un Avviso importante - afferma il presidente Marco Bodini - a cui dedichiamo uno stanziamento di risorse altrettanto importante, per mettere la formazione manageriale al servizio di una delle missioni fondamentali del Pnrr, quella della trasformazione digitale del Paese. Oggi più che mai, in tempi di Intelligenza Artificiale sempre più presente negli investimenti aziendali, ciò che può fare la differenza è un management aggiornato e responsabile, capace di guidare con lungimiranza i processi di innovazione nelle diverse funzioni aziendali”.

La presentazione dei Piani formativi dovrà avvenire attraverso l'Area riservata delle aziende, sul sito di Fondirigenti, a partire dalle ore 12.00 dell’8 maggio 2024 fino alle ore 12.00 del 20 giugno 2024. Il testo integrale dell’Avviso e le Linee guida per la presentazione sono disponibili nella sezione dedicata sul sito di Fondirigenti da cui è possibile registrarsi al webinar nazionale in programma per il prossimo 6 maggio alle ore 15:00 per conoscere le priorità e le caratteristiche dell’Avviso e ricevere indicazioni utili alla partecipazione.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca4 ore ago

Assalto Cgil, Cassazione: Appello bis per nove imputati

I giudici hanno annullato con rinvio le sentenze della Corte di Appello di Roma, che avevano confermato le condanne degli...

Spettacolo4 ore ago

Spotify lancia la quarta edizione di Radar, prima volta in...

Negli spazi di Arca Milano si è tenuta la quarta edizione di Radar, il programma globale di Spotify nato per...

Ultima ora4 ore ago

Spagna, l’annuncio di Sanchez: “Lunedì decido...

Dopo l'inchiesta giudiziaria che ha coinvolto la moglie, il premier socialista scrive una lettera ai cittadini sui social: "Devo fermarmi...

Ultima ora4 ore ago

Spotify presenta i nuovi talenti di ‘Radar...

Gli artisti selezionati sono Tony Boy, okgiorgio, Coca Puma, STE, Sally Cruz e centomilacarie. Arriva in Italia la quarta edizione...

Salute e Benessere4 ore ago

Università, Gesualdo (Fism): “Nettamente contrari a...

"D'accordo con Ordine medici e Anaao. Serve programmazione razionale, le Scuole di Medicina non possono accogliere 70mila iscritti per mancanza...

Cronaca4 ore ago

Cospito, Cassazione conferma condanna a 23 anni per...

Confermate la pena a 17 anni e 9 mesi per Anna Beniamino. Difesa Cospito: "Rammarico per condanna estremamente severa" La...

Ultima ora4 ore ago

Cospito, Cassazione conferma condanna per attentato ex...

Confermate le condanne a 23 anni per Alfredo Cospito e a 17 anni e 9 mesi per Anna Beniamino La...

Sport5 ore ago

Zaccagni, Felipe Anderson e Kamada: gli aggiornamenti

In casa Lazio si fa la conta degli infortunati La Lazio, nonostante la buona prestazione che ha portato alla vittoria ieri...

Ultima ora5 ore ago

Netanyahu: “Antisemitismo nei campus Usa come in...

"Quello che sta accadendo è orribile" "Quello che sta accadendo nei campus universitari americani è orribile. Bande antisemite hanno preso...

Sport5 ore ago

Jacobs apre la stagione, debutto nei 100 metri in Florida

Il campione olimpico rompe il ghiaccio Marcell Jacobs rompe il ghiaccio e dopo i tweet ironici annuncia il debutto: il...

Ultima ora5 ore ago

Lunedì a Roma presentazione campagna per europee ed eventi...

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del voto alle europee e gli eventi organizzati in occasione della Giornata dell’Europa del 9...

Politica5 ore ago

Neonato con malformazione cardiaca trasferito da Uk a Roma:...

Il piccolo di circa un mese trasportato con un C130 dell'aeronautica è stato operato oggi. L'ospedale: "Aumentate le chance di...

Salute e Benessere5 ore ago

25 aprile, il pediatra: “Ecco come spiegarlo ai...

"Per ogni età c'è il giusto modo di raccontarlo, a seconda della fase evolutiva" 25 aprile data importante per gli...

Cultura5 ore ago

“Agdam delenda est”, in 150 foto di Fabrizio...

Presentato al Palazzo dell'Informazione Adnkronos il volume del direttore creativo di Artcloud Network International "Agdam delenda est. Immagini dal Karabakh"...

Politica5 ore ago

Rama contro Report, Rai: “Nessuna telefonata furiosa...

La nota di Viale Mazzini: "Corsini ci ha comunicato di essere stato raggiunto telefonicamente dal Primo Ministro albanese" "Il direttore...

Demografica5 ore ago

Guardare in rete, comprare in negozio: le abitudini di...

Nel panorama del consumo contemporaneo, caratterizzato da una crescente digitalizzazione e dall’inarrestabile ascesa del commercio online, emerge una tendenza peculiare...

Ultima ora5 ore ago

Iran, rapper chiede diritti per le donne: condannato a morte

L'artista 33enne arrestato nel 2022 In Iran è stato condannato a morte il rapper Toomaj Salehi. "Purtroppo la Prima Sezione...

Economia6 ore ago

Università digitale Pegaso lancia Horizon2020-Silvanus

Il progetto di ricerca mondiale per prevenire gli incendi boschivi Realizzare una piattaforma di gestione forestale ecosostenibile e resiliente al...

Economia6 ore ago

Mezzogiorno, a Palermo l’incontro su Zes unica di...

Si è svolto a Palermo il convegno ‘Zes unica: una grande opportunità per il Mezzogiorno?’, organizzato dalla Fondazione Magna Grecia...

Economia6 ore ago

Caro caffè, una tazzina al bar non costa mai meno di 1 euro

Allarme dei torrefattori: "Rincari negli ultimi 6 mesi dal 55 al 90%" In Italia una tazzina di caffè al banco...