Connect with us

Esteri

Attacchi Houthi nel Mar Rosso, il piano Usa per una...

Published

on

Attacchi Houthi nel Mar Rosso, il piano Usa per una ‘lunga campagna militare’

Timori che un'operazione a tempo indefinito possa "trascinare" gli Stati Uniti in un "altro conflitto imprevedibile". Intanto il Regno Unito potenzia i missili usati dalla Royal Navy

Nave Usa schierata nel Mar Rosso contro gli attacchi degli Houthi - Afp

Un piano Usa contro gli attacchi degli Houthi nel Mar Rosso, con l'amministrazione Biden che definisce la strategia per una 'campagna militare prolungata' contro il gruppo armato in Yemen, che l'Iran è accusato da anni di sostenere. Lo scrive il Washington Post, dopo dieci giorni di raid che non sono riusciti a fermare gli attacchi degli Houthi, che ostacolano il traffico marittimo, alimentando i timori tra alcuni funzionari che un'operazione a tempo indefinito possa "far deragliare la fragile pace" nel Paese e "trascinare" gli Usa in un "altro conflitto imprevedibile".

Il Post scrive di funzionari di alto livello convocati mercoledì alla Casa Bianca per parlare delle opzioni per il futuro della risposta dell'Amministrazione agli Houthi.

La strategia Usa in Yemen, l'incertezza sui tempi e sugli sviluppi

Da novembre, secondo il giornale, sono stati più di 30 gli attacchi contro mercantili sferrati dagli Houthi con missili e droni. E la risposta Usa in "rapida espansione" rischia di trascinare Biden in un'altra campagna incerta nella regione. Funzionari dell'Amministrazione hanno descritto la strategia in Yemen come un lavoro per intaccare le capacità militari di alto livello degli Houthi.

"Abbiamo le idee chiare su chi siano gli Houthi e sulla loro visione del mondo - ha detto un funzionario - Quindi non siamo sicuri che si fermeranno immediatamente, ma stiamo cercando di ridurre e distruggere le loro capacità". I funzionari non si aspettano che l'operazioine andrà avanti per anni come per Iraq, Afghanistan o Siria, ma affermano che è difficile prevederne la fine.

Né è possibile prevedere quando saranno adeguatamente intaccate le capacità militari degli Houthi, che dal settembre 2014 controllano la capitale yemenita Sana'a e che adesso con i loro attacchi stanno ridefinendo la mappa del trasporto marittimo globale. Le forze Usa lavorano anche per intercettare le forniture di armi dall'Iran. "Non stiamo cercando di sconfiggere gli Houthi. Non c'è alcuna voglia di invadere lo Yemen", ha detto un diplomatico. Secondo un funzionario Usa, i primi raid statunitensi e britannici sono riusciti a "danneggiare in modo significativo" gli asset militari presi di mira, ma gli Houthi hanno un arsenale significativo.

"E' impossibile prevedere esattamente cosa accadrà", ha detto un funzionario. Per Mohammed al-Basha, esperto di Yemen del Navanti Group, gli Houthi sono molto incentivati ad andare avanti. "Quando attaccarono l'aeroporto di Abu Dhabi ebbero molta attenzione, ancor di più quando attaccarono Aramco - ha ricordato riferendosi ad attacchi degli anni scorsi negli Emirati Arabi Uniti e in Arabia Saudita - Ma l'attenzione che stanno ricevendo oggi per gli attacchi nel Mar Rosso è inaudita e ne sono molto felici".

E, di fronte all'iniziativa americana, il Post scrive di funzionari Usa che hanno espresso il timore che l'intervento militare Usa possa vanificare i successi diplomatici per porre fine al conflitto in Yemen o aggravare ulteriormente la già disperata situazione umanitaria nel Paese, il più povero del mondo arabo. Ci sono voci al Dipartimento di Stato e all'Usaid che temono gli Houthi vengano spinti a espandere gli attacchi contro obiettivi sauditi, raffinerie per prime, provocando il fallimento del lavoro per un accordo di pace e la fine di una guerra che in nove anni in Yemen ha fatto centinaia di migliaia di morti. Perché mancano ancora molti passi per consolidare un accordo di pace.

Timori su exit strategy e costi

Non manca tra i funzionari americani chi teme che gli Usa si siano spinti in un conflitto con poca exit strategy e un sostegno limitato da parte dei principali alleati. Senza contare i partner nel Golfo. Per il Qatar, alleato chiave degli Usa, "va affrontata la questione centrale, che è Gaza". Qui, secondo il ministero della Salute dell'enclave palestinese finita nel 2007 sotto il controllo di Hamas, si contano 25.000 dall'avvio della campagna militare israeliana lanciata dopo l'attacco del 7 ottobre in Israele.

A Washington ci sono anche preoccupazioni per i costi dell'operazione Usa. Il senatore Jack Reed, presidente della commissione Servizi armati, ha sottolineato come alcuni dei missili sinora impiegati potrebbero costare due milioni di dollari ciascuno. E il senatore Richard Blumenthal non dimentica che gli Stati Uniti in passato hanno tentato di indebolire altri gruppi, come i Talebani, da oltre due anni di nuovo al potere in Afghanistan. "Gli Houthi si riorganizzavano anche se i sauditi li bombardavano - ha detto riferendosi all'intervento saudita in Yemen iniziato nel 2015 - Fa riflettere".

Regno Unito potenzia missili della Royal Navy

Saranno intanto potenziati i missili usati dalla Royal Navy per contrastare gli attacchi lanciati dagli Houthi, ha annunciato il governo britannico. Il sistema di difesa aerea Sea Viper avrà missili più efficaci dotati di una nuova testata ed è previsto un aggiornamento del software per contrastare la minaccia rappresentata da missili balistici, tracciare e abbattere obiettivi a più di 112 chilometri di distanza.

Un 'aggiornamento' da 405 milioni di sterline assegnato a Mbda che sarà completato entro il 2032 e assicurerà 350 posti di lavoro. Così Sea Viper diventerà "il miglior sistema di difesa aerea navale mai sviluppato per la Royal Navy". "Mentre la situazione in Medio Oriente peggiora, è fondamentale adattarsi per mantenere al sicuro il Regno Unito, i nostri alleati e partner", ha detto il ministro della Difesa, Grant Shapps.

Il bilancio dei raid Usa e Gb dal 12 gennaio

Raid aerei americani e britannici contro obiettivi degli Houthi in Yemen hanno fatto dal 12 gennaio almeno 75 morti, anche tra le fila dei Guardiani della Rivoluzione (i Pasdaran iraniani) e degli Hezbollah libanesi, riferisce Sky News Arabia che cita fonti yemenite secondo cui tra le persone uccise ci sono tre "esperti" dei Pasdaran e sei di Hezbollah.

La maggior parte delle persone sono state uccise, secondo le notizie dell'emittente, in raid aerei contro siti militari degli Houthi a Hodeidah, Hajjah, Dhamar, Taiz e Al-Bayda e le operazioni hanno distrutto piattaforme per il lancio dei missili e magazzini in cui venivano 'custoditi' i droni usati per gli attacchi contro il trasporto marittimo nel Mar Rosso.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Kate Middleton “in miglioramento”: come sta la...

Published

on

La comunicazione di Kensington Palace sulle condizioni di salute della moglie di William dopo l'intervento chirurgico addominale a cui è stata sottoposta

Kate Middleton

Kate Middleton "sta bene" e la sua salute è in miglioramento. Lo ha comunicato Kensington Palace. La principessa del Galles in convalescenza nella casa di famiglia a Windsor dopo l'intervento chirurgico addominale a cui è stata sottoposta il mese scorso, non ha partecipato ieri alla commemorazione del defunto re Costantino di Grecia, ospitata dalla famiglia reale britannica nel Castello di Windsor.

Anche il principe William all'ultimo minuto ha deciso di non partecipare alla cerimonia per "motivi personali" e ha chiamato la famiglia reale greca per scusarsi. Non sono stati forniti ulteriori dettagli sull'assenza dell'erede al trono, ma sono emersi dubbi che la decisione sia dipesa in qualche misura dallo stato di salute di sua moglie.

Anche il re Carlo ha saltato la commemorazione per continuare la cura per il cancro. A guidare l’evento è stata quindi la regina Camilla. Kate non svolgerà impegni ufficiali fino a dopo Pasqua - secondo il Daily Mail Online - ma, se necessario, potrebbe lavorare dal suo letto, con il ritorno ai doveri pubblici su consiglio medico. All'inizio del mese, il tabloid britannico aveva rivelato in esclusiva che Kate si era unita al principe William e ai loro tre figli per una breve vacanza nella tenuta di Sandringham, nel Norfolk.

Continue Reading

Esteri

Moldova, deputati Transnistria chiedono aiuto alla Russia

Published

on

"La Moldova è impegnata a una soluzione pacifica" della crisi, dice la presidente Maia Sandu

Il confine tra Transnistria e Ucraina

I rappresentanti a tutti i livelli dell'autoproclamata repubblica della Transnistria hanno chiesto a Mosca "protezione contro le pressioni della Moldova". L'appello rivolto al Consiglio della Federazione Russa e i deputati della Duma, scrive la Tass, arriva dal Congresso che si è svolto oggi a Tiraspol, capoluogo della regione separatista della Moldova, su iniziativa del presidente filorusso Vadim Krasnoselsky.

Il documento approvato accusa Chisinau di aver lanciato "una guerra economica" contro la Transnistria ed esorta l'Osce, il Parlamento Europeo, il Segretario generale dell'Onu, a Comunità degli Stati indipendenti e il Comitato internazionale della Croce Rossa "ad influenzare le autorità della Moldova perché ritornino al dialogo".

Quello di oggi era il settimo congresso dei deputati a tutti i livelli della Transnistria dopo quello del 2006. Vi hanno partecipato 600 delegati del parlamento e le amministrazioni locali. C'erano timori che il Congresso potesse chiedere l'annessione alla Russia della Transnistria, che confina con l'Ucraina.

"La Moldova è impegnata a una soluzione pacifica" della crisi con la Transnistria, dice la presidente Maia Sandu. "Il governo è attualmente impegnato a effettuare piccoli passi verso la reintegrazione economica del Paese", aggiunge.

Il portavoce del governo di Chisinau, Daniel Voda, minimizza il congresso di Tiraspol, parlando di evento propagandistico che non merita di essere seguito da giornalisti stranieri. "Non vediamo nessun pericolo di destabilizzazione. Seguiamo con molta attenzione e ribadiamo che questa regione vuole pace e sicurezza", afferma Voda a Ukrainska Pravda.

Continue Reading

Esteri

Israele attacca ancora, nel mirino anche Jenin –...

Published

on

(Foto Afp)

145esimo giorno di guerra. Le foze di difesa israeliane continuano a operare sulla parte Sud della Striscia, soprattutto a Khan Yunis, ma anche nel centro di Gaza mentre non si placano gli scontri con gli Hezbollah al Nord con lo scambio di razzi e raid. Le sirene hanno risuonato in diverse comunità vicino al confine settentrionale, avvertendo del lancio di razzi in arrivo. Le città vicine al confine sono state in gran parte evacuate dai civili dall’8 ottobre, quando le forze guidate da Hezbollah hanno iniziato a lanciare attacchi quotidiani contro le comunità israeliane e le postazioni militari lungo il confine. Combattimenti sono segnalati anche in Cisgiordania a Jenin.

Continue Reading

Ultime notizie

Economia2 ore ago

Italia Economia n. 9 del 28 febbraio 2024

Natalità, il sistema Italia rischia di saltare; Presentato a Milano progetto innovativo Checasavuoi.it per aiutare giovani nell’immobiliare; Milano Cortina 2026,...

Spettacolo2 ore ago

Rai ricorda Hack con il film “Margherita delle...

L'attrice con Cesare Bocci per la regia di Giulio Base "Un romanzo di formazione, il percorso di vita di una...

Esteri2 ore ago

Kate Middleton “in miglioramento”: come sta la...

La comunicazione di Kensington Palace sulle condizioni di salute della moglie di William dopo l'intervento chirurgico addominale a cui è...

Cronaca2 ore ago

Droga, ‘Grande raccordo criminale’: confermati...

In Appello condanna a 10 anni per Petoku, il narcos albanese evaso da comunità di recupero e ora latitante. Le...

Cronaca2 ore ago

Estate europea bollente se aumenta acqua dolce...

La previsione in uno studio: "Quest'anno sarà calda e secca nel Nord ed entro 5 anni ne avremo una così...

Esteri2 ore ago

Israele attacca ancora, nel mirino anche Jenin –...

145esimo giorno di guerra. Le foze di difesa israeliane continuano a operare sulla parte Sud della Striscia, soprattutto a Khan...

Esteri2 ore ago

Moldova, deputati Transnistria chiedono aiuto alla Russia

"La Moldova è impegnata a una soluzione pacifica" della crisi, dice la presidente Maia Sandu I rappresentanti a tutti i...

Cronaca2 ore ago

Eredità Agnelli, udienza davanti a Riesame su materiale...

I legali di due dei tre indagati, John Elkann e Gianluca Ferrero, hanno presentato ricorso per ‘vizio di motivazione' Si...

Salute e Benessere2 ore ago

Farmaceutica, Ipsen entra nel mondo delle malattie epatiche...

Ipsen, azienda biofarmaceutica con un'esperienza consolidata in oncologia e nelle neuroscienze, annuncia il suo ingresso nell’area delle malattie rare alla...

Lavoro2 ore ago

Altroconsumo, più consapevolezza che pensione non basterà...

Questo è il quadro che emerge dall’indagine “Prepararsi alla pensione” In Italia migliora la consapevolezza della problematica previdenziale e si...

Politica2 ore ago

Ddl Capitali, via libera definitivo del Senato

Ecco di cosa si tratta L'Aula del Senato ha dato il via libera definitivo al ddl capitali, collegato alla manovra,...

Politica2 ore ago

Allerta meteo Vicenza, il sindaco: “Situazione...

"Limitare al massimo gli spostamenti" Maltempo a Vicenza, il sindaco Giacomo Possamai definisce la "situazione critica" in un post sulla...

Lavoro2 ore ago

Sardegna, Durante (Cgil): “Da Todde ci aspettiamo...

L'intervista al leader del sindacato dopo l'elezione della nuova presidente alla guida della Regione "Noi abbiamo avuto negli ultimi 5...

Immediapress2 ore ago

Al via la partnership tra Unicusano e A.S.D. Club Sport Roma

28 febbraio 2024. L’Università Niccolò Cusano continua a promuovere il connubio sport – cultura come proprio valore cardine attraverso la...

Cultura2 ore ago

Musa tv n. 9 del 28 febbraio 2024

A Roma la mostra “Antonio Donghi. La magia del silenzio” Margherita Buy parla all’Adnkronos del suo esordio alla regia con...

Economia2 ore ago

Mps sigla accordo con Alis a sostegno settore logistica e...

Prevede numerose opportunità per soddisfare le specifiche esigenze finanziarie e di consulenza delle aziende associate Banca Monte dei Paschi di...

Esteri2 ore ago

Russia, i piani top secret per le armi nucleari: ecco i...

Il Financial Times svela documenti segreti che abbassano la soglia sull'uso di testate tattiche. Tra gli scenari simulati "l'invasione cinese"...

Cronaca3 ore ago

Scuola, tornano i giudizi e il pediatra boccia...

Farnetani: "Troviamo un'altra formula" Il ritorno dei giudizi 'classici' - come ottimo, buono e così via - nella pagella delle...

Immediapress3 ore ago

…And the Oscar goes to: Oppenheimer! La pellicola di Nolan...

Roma, 28 febbraio 2024–La Notte degli Oscar si avvicina e, aspettando di poter rivedere per la quarta volta sul palco...

Politica3 ore ago

Sardegna, Tenores di Bitti: “Buon lavoro a Todde,...

"Speriamo ci sia confronto e ascolto con chi opera nel mondo della cultura, e per quanti ci riguarda della arti...