Connect with us

Salute e Benessere

Salute: disturbi alimentari, Rete studenti ‘oggi...

Published

on

Salute: disturbi alimentari, Rete studenti ‘oggi manifestazioni in 30 città d’Italia’

Salute: disturbi alimentari, Rete studenti 'oggi manifestazioni in 30 città d'Italia'

Manifestazioni in 30 città italiane "per chiedere un'attenzione maggiore da parte del Governo ai disturbi del comportamento alimentare" o Dca. Ad annunciarlo è la Rete degli tudenti medi, spiegando che "stamattina nelle scuole di tutto il Paese gli studenti hanno rilanciato la manifestazione che coinvolgerà oggi il territorio nazionale, anche a seguito delle dichiarazioni del ministro Schillaci di voler reintrodurre il Fondo per la cura e la prevenzione dei Dca, precedentemente tagliato dall'ultima legge di Bilancio".

"Saremo nelle piazze di tutta Italia questo pomeriggio", spiega Camilla Velotta della Rete degli studenti medi, "con un messaggio chiaro: di Dca non si può morire, il Governo deve mettere in campo delle reali misure di risposta tempestive, per evitare che ogni anno moltissime persone non riescano ad accedere alle cure. Oggi un ricovero per Dca è un privilegio, le strutture specializzate sono infatti prevalentemente private e questo rende impossibile per molte persone iniziare un percorso di cura. Non ce lo possiamo permettere, oggi ricorderemo al ministro Schillaci e al Governo Meloni che le briciole non ci bastano, che servono investimenti strutturali nel Sistema sanitario nazionale".

"Negli scorsi giorni il ministro ha dichiarato la volontà di reintrodurre il Fondo per la cura e la prevenzione dei Dca precedentemente eliminato in legge di Bilancio, ma non bastano queste timide risposte", continua Paolo Notarnicola, coordinatore nazionale della Rete degli studenti medi. "Anche l'anno scorso, nonostante il fondo esistente - rimarca - sono morte migliaia di persone proprio a causa di un Dca. Oggi serve un ragionamento più complessivo, serve dare risposte alle 4 milioni di persone con un Dca nel nostro Paese, alle quali vanno garantite cure strutturali. Invitiamo il ministro Schillaci ad essere in piazza a Roma oggi, per confrontarci".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Salute e Benessere

Minacce a Bassetti sui social, arriva la prima condanna

Published

on

Il professore: "Ne arriveranno altre, si preparino a pagare penalmente e civilmente"

Matteo Bassetti

"La giustizia arriva e arriverà contro tutti quelli che hanno deciso di usare violenza, anche a parole, sui social nei confronti miei e della mia famiglia". Così su X l'infettivologo Matteo Bassetti, da sempre in prima linea contro chi ha minacciato lui e la sua famiglia durante e dopo l'emergenza Covid per le sue posizioni contro i no-vax. "Ho deciso di pubblicare il dispositivo completo di una sentenza odierna. Uno dei tanti personaggi che mi ha minacciato e insultato tramite post di Facebook: la giustizia è arrivata inesorabile, soprattutto per una difesa che aveva dell'inverosimile: 'L'ho minacciato perché sono stato moralmente sequestrato', quindi sono giustificato".

"Meno male che nelle aule di giustizia non si fanno prendere in giro. Sono ancora tantissimi - sottolinea - quelli che ho denunciato tramite il mio avvocato Rachele De Stefanis. Si preparino a pagare penalmente e civilmente", avverte. "Avevamo promesso che saremo andati fino in fondo e stiamo mantenendo le promesse. Ne vedremo ancora tanti condannati", conclude.

Continue Reading

Salute e Benessere

Farmaci, asma eosinofilico grave: studio conferma efficacia...

Published

on

Condotto dai ricercatori del Careggi di Firenze è stato presentato a Milano, anticorpo monoclonale indicato per quattro patologie legate a eosinofili

Farmaci, asma eosinofilico grave: studio conferma efficacia mepolizumab

Un nuovo studio condotto da un team multidisciplinare composto da immunologi e otorini dell'Ospedale Careggi di Firenze ha investigato il ruolo degli eosinofili infiammatori nella severità clinica dell'asma grave eosinofilico, rilevando che il trattamento con l'anticorpo monoclonale mepolizumab ripristina il bilanciamento fisiologico fra i sottofenotipi di eosinofili, riportando i livelli di eosinofili 'buoni' e 'cattivi' a quelli osservati nei soggetti sani e spiegando così come il farmaco possa consentire di controllare una patologia così severa ed impattante.

Lo studio pubblicato dalla rivista 'Allergy' - presentato ieri a Milano - fornisce nuove evidenze circa un ambito di ricerca che aveva permesso già nel 2022 di pubblicare un articolo estremamente innovativo. Era stata infatti dimostrata la presenza di due tipologie di eosinofili con funzioni differenti, ossia omeostatica o infiammatoria. Nel recente articolo su Allergy - riporta una nota - gli autori hanno confermato e approfondito questi risultati in una popolazione asmatica totale di 74 pazienti, di cui circa l'85% presentava anche rinosinute cronica con poliposi nasale, dimostrando che la quantità di eosinofili infiammatori è collegata con la gravità della malattia e suggerendone un ruolo causale nelle patologie eosinofilo mediate. Infine, lo studio dimostra come mepolizumab sia in grado non solo di contrastare questi eosinofili infiammatori, ma possa anche ristabilire un equilibrio con gli eosinofili non infiammatori simile a quello di persone sane.

"Lo studio - afferma Alessandra Vultaggio, ricercatrice del Dipartimento di Medicina sperimentale e clinica dell'Università degli Studi di Firenze, Sod Immunoallergologia Aou Careggi - evidenzia quindi come la presenza di eosinofili infiammatori, in patologie marcatamente eosinofilo-mediate, potrebbe rappresentare il biomarker di severità della malattia e di risposta clinica al trattamento con mepolizumab".

Lo studio sottolinea anche un aspetto importante dell'asma grave, cioè quello di essere nella maggioranza dei casi accompagnata da altre patologie eosinofile importanti come la rinosinusite cronica con poliposi nasale. Sapere questo può consentire una diagnosi più precoce della malattia, seguita da un trattamento più mirato. Sono diversi infatti i pazienti con una scarsa qualità di vita, impossibilitati a lavorare e a condurre una vita normale a causa di riacutizzazioni, sintomi o trattamenti con alti dosaggi di corticosteroidi con relativi effetti collaterali.

"Siamo di fronte ad una patologia invalidante spesso aggravata da altre comorbidità come la rinosinusite cronica con poliposi nasale (CRSwNP) - spiega Andrea Matucci, dirigente I° livello Sod Immunoallergologia Aou Careggi - Binomio, questo, che ancora oggi vede purtroppo l'uso frequente dei corticosteroidi orali, anche a elevati dosaggi, che non consentono di raggiungere un controllo adeguato a lungo termine dei sintomi invalidanti, a differenza di quanto dimostrato con la terapia biologica come mepolizumab ad esempio". Entrambi gli esperti concordano quindi che mepolizumab, come emerso dallo studio, bloccando la funzione dell'interleuchina-5 (IL-5) è in grado non soltanto di migliorare gli outcome clinici, ma anche di riequilibrare il rapporto tra eosinofili infiammatori e residenti riportandolo alla condizione osservata su soggetti sani.

Gli eosinofili - ricorda la nota - sono dei globuli bianchi che possono essere più elevati nel sangue quando c'è un'infiammazione in corso poiché concorrono alla risposta immunitaria contro allergeni ed infezioni parassitarie. Alcuni fattori, tra cui ad esempio i farmaci corticosteroidi di cui spesso fanno uso i pazienti con asma eosinofilico severo, possono alterare o mascherare la quantità di eosinofili nel sangue. Per questo è molto importante una corretta diagnosi per valutare la presenza di infiammazione eosinofila, così da stabilire il corretto percorso terapeutico. Mepolizumab è un anticorpo monoclonale che agisce sull'IL-5, la molecola principalmente responsabile per la crescita e la differenziazione, il reclutamento, l'attivazione e la sopravvivenza degli eosinofili. Mepolizumab blocca il legame di IL-5 alla superficie delle cellule degli eosinofili, e di conseguenza inibisce l'azione dell'IL-5 e riduce la produzione e la sopravvivenza degli eosinofili. Attualmente è indicato per il trattamento dell'asma eosinofilico severo, della rinosinusite cronica con poliposi nasale, della granulomatosi eosinofilica con poliangite (Egpa) e della sindrome ipereosinofila (Hes).

Continue Reading

Salute e Benessere

Fumo: Richter (Esc), ‘per chi non smette necessaria...

Published

on

Al XV Congresso 'Nel cuore di Santa', medici di base e cardiologi su utilità sostituzione sigaretta con device alternativi

(Fotogramma)

Ridurre i rischi per il fumatore adulto, anche ricorrendo a device alternativi alla sigaretta. Ne hanno discusso cardiologi e medici di medicina generale, attraverso tavole rotonde interattive alla XV edizione del Congresso 'Nel Cuore di Santa' a Santa Margherita Ligure (Genova), nell'ambito del panel 'What really matters for adult smokers: an evidence-based opinion form cardiology experts', moderato dal presidente del congresso, Roberto Pescatori, e con protagonisti due cardiologi di fama internazionale: Dimitri Richter, president of the Council of Cardiology practice at European Society of Cardiology (Esc), e Silvio Festinese, cardiologo dell'Asl Roma 1 e responsabile della cattedra di Farmacologia dell'Università UniCamillus di Roma.

"Il problema clinico è che tanti fumatori con un'età e un rischio particolarmente alti non vogliono o non riescono a smettere di fumare - afferma Richter - Se un medico, come è doveroso che sia, ha già provato a far smettere loro di fumare, ma non ha ottenuto alcun risultato, allora i prodotti a rischio ridotto rappresentato una buona soluzione. Dalle evidenze scientifiche che abbiamo ad oggi, device come ad esempio le e-cigarette provocano minore assunzione di sostanze nocive. Non è ancora dimostrato che ciò riduca effettivamente le malattie, però, se assumere cancerogeni è inevitabile, è preferibile assumerne il 95% in meno, come con i prodotti a rischio ridotto, invece di quel 100% della sigaretta".

"Questo tipo di approccio, secondo me, è applicabile a tutti - prosegue Richter - Ovviamente esistono momenti in cui non bisogna dare al fumatore questa via d'uscita. Per esempio, se si ha un infarto, questo è il momento migliore per smettere di fumare. Se però da 6 a 12 mesi dopo si riprende a fumare, che è quel che accade a livello europeo al 50-60% dei fumatori, allora la cosa migliore che il medico possa dire al paziente è 'se non ce la fai, fai un'altra cosa, non ricadere nello stesso errore'. Quello che è importante - aggiunge - specialmente per prodotti che non possono essere pubblicizzati, non possono presentare i loro dati scientifici, è andare oltre l'opinione personale di ogni medico, è poter avere l'opinione dello Stato, delle commissioni indipendenti le quali possono affermare se veramente tutti questi claim siano veri o no. Fda, per esempio, dà l'approvazione o no a questi prodotti". A tale proposito, "la Grecia è stata la prima nazione in Europa in cui queste sostanze, 'heat not burn' (riscaldate non bruciate, ndr) hanno dimostrato il claim secondo cui producono meno sostanze nocive. Ritengo importante che ogni Paese abbia delle commissioni indipendenti che possano esprimere un parere, perché - conclude Richter - solo tramite un'informazione istituzionale ufficiale le persone possono informarsi veramente su quale sia la verità e quale no".

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri1 ora ago

Forze armate israeliane: “Iran pagherà conseguenze...

"Teheran finanzia, addestra e arma i gruppi terroristici in Medio Oriente e oltre" "L'Iran pagherà la conseguenze per la scelta...

Cronaca1 ora ago

“Ringraziate l’ammazza orsi”, danni per...

Il presidente della Provincia di Trento e la sua politica di abbattimento dei plantigradi nel mirino degli animalisti Distrutte un...

Cultura1 ora ago

Il Premio Film Impresa celebra l’eccellenza del...

L'energica atmosfera della Casa del Cinema a Roma ha accolto con entusiasmo la seconda edizione del Premio Film Impresa, evento...

Politica1 ora ago

Mick Wallace, chi è l’eurodeputato che insulta la Juventus...

Il derby della Mole sbarca a Bruxelles. Per qualche minuto l’emiciclo del Parlamento europeo ha preso le sembianze della curva...

Economia1 ora ago

Imposta di bollo: il pagamento con F24 tra le novità in...

Novità in arrivo per l’imposta di bollo, dopo il via libera seguito all’esame preliminare da parte del Cdm ad uno...

Ultima ora2 ore ago

Attacco Sydney, “butta il coltello”: poliziotta...

L'agente affronta l'uomo armato e lo colpisce al torace E' stata un'agente di polizia a uccidere l'uomo, di circa 40...

Cronaca2 ore ago

Straffi: “Presto il grande ritorno delle Winx”

"Ci sono tante novità in vista, la primissima è una serie che si intitola Mermaid Magic che uscirà su Netflix...

Cronaca2 ore ago

Schifani: “In Sicilia set naturali ideali”

"In Sicilia abbiamo un clima e dei set naturali e architettonici, come il castello Maniace in cui ci troviamo oggi,...

Cronaca2 ore ago

Direttore Vvf E.Romagna: “così abbiamo recuperato...

"Ricordo benissimo il momento in cui sono arrivato sul posto, poco dopo lo scoppio. C'era tantissimo fumo che usciva dal...

Economia2 ore ago

Mare, Bergamotto: “Filiera da sviluppare assieme a...

“Il piano del mare è un traguardo storico per le straordinarie potenzialità: andando dalla promozione delle potenzialità del territorio, alla...

Salute e Benessere2 ore ago

Minacce a Bassetti sui social, arriva la prima condanna

Il professore: "Ne arriveranno altre, si preparino a pagare penalmente e civilmente" "La giustizia arriva e arriverà contro tutti quelli...

Esteri2 ore ago

Trump: “Rischiamo una guerra mondiale”

L'allarme dell'ex presidente americano che critica l'attuale Joe Biden per la gestione dei conflitti in Ucraina e Medio Oriente Rischio...

Economia2 ore ago

Made in Italy, Meritocrazia Italia: “Dare spazio a...

'Prima Giornata sia occasione per strategia di promozione' "Si celebra il prossimo lunedì la prima Giornata del Made in Italy....

Ultima ora2 ore ago

Studenti, professori e opportunità negli atenei della...

Tutti i numeri sulle università dell’Isola In Sardegna sono presenti due atenei statali: l'Università degli Studi di Cagliari, che ha...

Ultima ora2 ore ago

Roma, lo uccidono per rubargli tessera del reddito...

Un uomo e una donna accusati di estorsione e omicidio preterintenzionale. La vittima è un 52enne morto in ospedale dopo...

Salute e Benessere3 ore ago

Farmaci, asma eosinofilico grave: studio conferma efficacia...

Condotto dai ricercatori del Careggi di Firenze è stato presentato a Milano, anticorpo monoclonale indicato per quattro patologie legate a...

Esteri3 ore ago

“Meglio l’uovo o la gallina?”, il grande...

L'editoriale di Angelo Panebianco sul Corriere della Sera di oggi "La tirannia del breve periodo. Ne soffrono gli aggregati umani...

Cronaca3 ore ago

Fumo, Pescatori (presidente del Congresso ‘Nel Cuore...

"Le istituzioni dovrebbero aiutare per la prevenzione primaria e secondaria" "Ogni anno cerchiamo di parlare di prevenzione primaria e secondaria,...

Ultima ora3 ore ago

Fumo, Festinese (UniCamillus): “Basta con la lotta...

Il cardiologo dell'Asl Roma 1 e docente di Farmacologia, al Congresso 'Nel Cuore di Santa' a Santa Margherita Ligure (Genova):...

Ultima ora3 ore ago

Firenze, morto al concerto dei Subsonica: c’è un fermo

Si tratta di un uomo che è accusato di omicidio preterintenzionale E' stato identificato e sottoposto a fermo d'indiziato di...