Connect with us

Immediapress

Kaspersky: le attività illecite del personale comportano...

Published

on

Kaspersky: le attività illecite del personale comportano rischi per la sicurezza informatica delle aziende

Milano, 16 gennaio 2024- Gli incidenti informatici causati dal “fattore umano” sono di solito attribuiti a errori occasionali dei dipendenti, ma spesso viene trascurato un elemento più importante: il comportamento deliberatamente dannoso del personale. A conferma, un nuovo studio di Kaspersky ha rilevato che negli ultimi due anni il 77% delle aziende di tutto il mondo ha dovuto affrontare incidenti informatici, di cui un quinto causato da comportamenti intenzionali da parte dei dipendenti. 

Quando si esamina il “fattore umano”, che può influire negativamente sulle performance di un’azienda, si possono individuare diversi elementi, che vanno dai normali sbagli dei dipendenti all’errata allocazione del budget da parte dei decision maker. Le azioni dolose del personale sono uno dei fattori più importanti, spesso trascurato. Questo dato è stato rivelato da un recente studio di Kaspersky, secondo il quale, negli ultimi due anni, il 20% delle aziende di tutto il mondo ha subito incidenti informatici a causa di comportamenti illeciti per scopi personali da parte dei dipendenti. Un recente caso verificatosi presso l’azienda Tesla illustra i pericoli che le minacce interne rappresentano per le imprese. Due ex dipendenti hanno rivelato a un giornale tedesco nomi, indirizzi, numeri di telefono ed e-mail di 75.735 attuali ed ex dipendenti. Le autorità di regolamentazione del Maine sono state informate dell’incidente con una notifica di violazione dei dati il 18 agosto, dopo che la società era venuta a conoscenza della violazione il 10 maggio dall’organo di stampa tedesco Handelsblatt e aveva condotto un’indagine interna.

Minacce interne: cosa c’è da sapere 

Cosa sono?

Esistono due tipi principali di minacce interne: intenzionali e non intenzionali. Le minacce non intenzionali, o accidentali, sono rappresentate da errori dei dipendenti, come cadere nel phishing e in altri metodi di social engineering, o inviare informazioni sensibili e riservate alla persona sbagliata, ecc. Le minacce intenzionali, invece, sono perpetrate da personale malintenzionato che si introduce di proposito nei sistemi del proprio datore di lavoro. Generalmente agiscono per ottenere un guadagno economico dalla vendita di dati sensibili o come vendetta. Gli insider con propositi malevoli hanno l’obiettivo di interrompere o bloccare le regolari operazioni commerciali di un’organizzazione, rivelare i punti deboli dell’IT e ottenere informazioni riservate. Gli insider con intenzioni malevole sono i più pericolosi tra i dipendenti che possono provocare incidenti informatici. Le conseguenze delle loro azioni sono complicate da diversi fattori:

•Hanno una conoscenza specifica dell’infrastruttura e dei processi di un’organizzazione, compresa la conoscenza degli strumenti di sicurezza informatica utilizzati.

•Sono già all’interno della rete aziendale e non hanno bisogno di introdursi nel perimetro dall’esterno tramite phishing, attacchi al firewall e così via.

•Hanno colleghi e amici all’interno dell’organizzazione, quindi è molto più facile per loro usare il social engineering.

•Hanno come unico obiettivo quello di danneggiare l’azienda.

Quali sono le ragioni delle azioni dolose degli insider?

Uno dei motivi principali che spinge i dipendenti a commettere azioni dannose contro il datore di lavoro è il guadagno economico. Spesso, infatti, rubano informazioni sensibili con l’intenzione di venderle a terzi: ai concorrenti o addirittura di metterle all’asta sul dark web, dove i cyber criminali acquistano dati per attaccare le aziende. In caso di licenziamento di un dipendente, potrebbero verificarsi comportamenti spiacevoli per vendetta. Questo può avvenire anche attraverso contatti con il personale in servizio, ma lo scenario peggiore si verifica se i dipendenti possono ancora accedere al loro account di lavoro da remoto perché l'organizzazione non ha provveduto a rimuovere l’autorizzazione di accesso ai sistemi nel momento in cui il dipendente ha lasciato l'azienda. I dipendenti possono anche agire con malizia quando non sono soddisfatti del loro lavoro o per “vendicarsi” di un datore di lavoro che non ha concesso loro un aumento o una promozione, ad esempio. Un altro tipo interessante di azione malevola si verifica quando uno o più insider collaborano con un attore esterno per compromettere un’organizzazione. Questi incidenti comportano spesso il reclutamento da parte dei criminali informatici di uno o più insider per portare a termine diversi tipi di attacchi. Possono anche verificarsi casi in cui terze parti, come concorrenti o altre parti interessate, collaborano con il personale per ottenere i dati sensibili dell’azienda.

“Gli attori malevoli possono essere scoperti ovunque: nelle grandi aziende o nelle piccole imprese, non si sa mai. Ecco perché le aziende dovrebbero costruire un sistema di sicurezza informatica aggiornato, resiliente e trasparente, unendo soluzioni di protezione efficaci, protocolli di sicurezza smart e programmi di formazione per il personale IT e non IT per salvaguardarsi da questa minaccia. Inoltre, è fondamentale implementare prodotti e soluzioni che proteggano l’infrastruttura dell’organizzazione. Ad esempio, il nostro Kaspersky Endpoint Detection and Response Optimum contiene Advanced Anomaly Control che aiuta a rilevare e prevenire attività sospette e potenzialmente pericolose, sia da parte di un insider che lavora all’interno di un’azienda, sia da parte di un attore esterno all’organizzazione”, ha commentato Alexey Vovk, Head of Information Security di Kaspersky.

Per combattere le minacce interne dannose, Kaspersky consiglia di:

•Implementare la formazione sulla cybersecurity per sensibilizzare i dipendenti e prevenire le violazioni intenzionali della politica di sicurezza delle informazioni. Per aumentare l’awareness dei dipendenti, consigliamo il programma di formazione Kaspersky Automated Security Awareness Platform, che fornisce consigli su un corretto comportamento su Internet.

•Investire in programmi di formazione pertinenti per gli specialisti della sicurezza IT. La formazione Kaspersky Cybersecurity for IT Online aiuta a creare best practice facili ma efficaci relative alla sicurezza IT e semplici scenari di risposta agli incidenti per gli amministratori IT generalisti, mentre Kaspersky Expert Training fornisce al team di sicurezza le conoscenze e le competenze più recenti in materia di gestione e mitigazione delle minacce.

•La funzione Advanced Anomaly Control di Kaspersky Endpoint Security for Business Advanced, Kaspersky Total Security for Business e Kaspersky Endpoint Detection and Response Optimum aiuta a prevenire attività potenzialmente pericolose da parte dei dipendenti o nel caso in cui un aggressore abbia preso il controllo del sistema.

•Controllo e limitazione dell’uso di dispositivi personali e di applicazioni e servizi di terze parti. Kaspersky Endpoint Security for Business e Kaspersky Endpoint Security Cloud offrono controlli su applicazioni, Web e dispositivi che limitano l’uso di applicazioni, siti Web e periferiche non richieste, riducendo in modo significativo i rischi di infezione anche nei casi in cui i dipendenti utilizzano dispositivi, applicazioni o servizi non autorizzati dall’azienda per trasferire dati.

•Implementare prodotti che consentano di limitare i diritti dell’amministratore solo alle opzioni realmente necessarie per il lavoro. Kaspersky Endpoint Security for Business offre un accesso basato sui ruoli agli elementi della console di gestione di Kaspersky Security Center, quindi non tutti gli amministratori necessitano di un controllo completo sulle funzioni di sicurezza.

•Kaspersky Security for Internet Gateway dispone anche di un filtro dei contenuti, per impedire la trasmissione di dati non richiesti, indipendentemente dal tipo, dallo stato di protezione della piattaforma o dal comportamento degli utenti negli endpoint all’interno della rete.

Informazioni su Kaspersky

Kaspersky è un’azienda globale di sicurezza informatica e digital privacy fondata nel 1997. Le profonde competenze in materia di Threat Intelligence e sicurezza si trasformano costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere aziende, infrastrutture critiche, governi e utenti in tutto il mondo. Il portfolio completo di sicurezza dell’azienda comprende una protezione leader degli endpoint e diverse soluzioni e servizi di sicurezza specializzati e soluzioni Cyber Immune, per combattere le sofisticate minacce digitali in continua evoluzione. Oltre 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie Kaspersky e aiutiamo 220.000 aziende a tenere al sicuro ciò che più conta per loro. Per ulteriori informazioni è possibile consultare https://www.kaspersky.it/

Seguici su:

https://twitter.com/KasperskyLabIT

http://www.facebook.com/kasperskylabitalia

https://www.linkedin.com/company/kaspersky-lab-italia

https://www.instagram.com/kasperskylabitalia/

https://t.me/KasperskyItalia

Contatto di redazione:

kaspersky@noesis.net

www.kaspersky.it

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Immediapress

Nelle tabaccherie di tutta Italia è possibile acquistare il...

Published

on

Prenderà avvio il 25 aprile 2024, per 29 giorni non consecutivi fino al 14 luglio, la sperimentazione relativa al contributo di accesso al centro storico di Venezia.

Venezia, 23 aprile 2024.L’istituzione del contributo di accesso a Venezia - prevista dalla Legge Nazionale n. 145 del 2018 – mira, tra le altre cose, a regolamentare il fenomeno escursionistico di Venezia, disincentivando le visite giornaliere non programmate, al fine di innalzare il livello qualitativo dell'esperienza di visita degli ospiti e migliorare la fruizione della città da parte dei diversi city-users.

Grazie all’accordo tra Vela spa - società del Gruppo AVM incaricata dal Comune di Venezia per le attività di comunicazione e vendita del contributo di accesso - e Servizi in Rete 2001 - società della Federazione Italiana Tabaccai - in tutte le oltre 30.000 tabaccherie PuntoLis in Italia si potrà acquistare comodamente e in anticipo il contributo di accesso a Venezia, in un’ottica di semplificazione dei servizi al cittadino.

Il contributo di accesso, al costo di 5 euro giornalieri, sarà richiesto ai visitatori che non ricadono nei casi di esclusione ed esenzione individuati dal Comune di Venezia, identificati solo a titolo esemplificativo come i visitatori giornalieri che non soggiornano in strutture del Comune di Venezia o che non sono residenti in Veneto.

Le persone esenti dovranno invece registrarsi sul portale https://cda.ve.it.

Si rafforza così la partnership tra il Comune di Venezia, tramite la partecipata Vela spa, e la Federazione Tabaccai, già attiva da anni per la vendita dei biglietti di trasporto pubblico locale. Un servizio aggiuntivo che permetterà di acquistare il titolo su tutto il territorio nazionale, agevolando quindi le operazioni di pagamento. Nelle tabaccherie PuntoLis di tutta Italia saranno emessi i codici (QR code) da esibire in caso di controlli.

«Il lavoro svolto nel corso degli anni in tema di mobilità e servizi ai cittadini – dichiara il Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, Mario Antonelli – ha permesso alla nostra rete di raggiungere un ulteriore traguardo, consentendo di acquistare nelle tabaccherie il contributo richiesto ai visitatori per la salvaguardia di una città tanto bella e delicata».«È la prova che – aggiunge Antonelli – grazie alla rete delle tabaccherie si riescono a coniugare le esigenze delle Amministrazioni con quelle delle persone. Semplificare la vita dei cittadini, favorendoli nel disbrigo delle piccole incombenze, è per noi tabaccai un imperativo. A conferma – conclude il Presidente Nazionale FIT – dell’importanza del ruolo della nostra categoria, a fianco tanto delle istituzioni che della comunità».

«Con questo ulteriore accordo, la città di Venezia - tramite la società Vela - offre un servizio per tutte le categorie di utenti che visiteranno il centro storico, anche quelli che hanno minor consuetudine con i mezzi informatici e che potranno quindi prenotare e pagare in anticipo il contributo d’accesso in tutto il territorio nazionale», dice Alberto Bozzo direttore Sviluppo Mercati e Vendite di Vela SpA.

“Una “facilitazione” che si aggiunge al pagamento on line – tramite il sito internet dedicato – e a quello fisico negli sportelli Vela dislocati nell’area metropolitana di Venezia e, inoltre, dei partner o vettori convenzionati».

Federazione Italiana Tabaccai

fit@tabaccai.it

Ufficio Stampa

ufficiostampa@tabaccai.it

Continue Reading

Immediapress

Coppa Italia – Atalanta contro l’incubo Fiorentina:...

Published

on

Roma, 23 aprile 2024 – Protagoniste nelle coppe, tanto in Italia quanto in Europa. Atalanta e Fiorentina si sfidano, domani sera, nella seconda semifinale di Coppa Italia: gli esperti Sisal ritengono la Dea, che deve rimontare lo 0-1 del Franchi, favorita a 1,85 contro il 4,00 dei toscani mentre il pareggio è offerto a 3,75. Se l’ipotesi supplementari si gioca a 3,60, si sale fino a 7,25 per i calci di rigore. La Viola però è avanti nel passaggio turno, 1,65 contro il 2,25 dell’Atalanta che va a caccia della terza finale negli ultimi sei anni. I Bergamaschi vogliono anche esorcizzare un tabù: su 14 confronti nella competizione nazionale, i nerazzurri hanno battuto i toscani in appena due occasioni e solo nel 2019 sono riusciti ad avere la meglio in un confronto a eliminazione diretta. Ci si attende una sfida a viso aperto dove il Goal, a 1,65, appare probabile. Le marcature potrebbero arrivare in tanti modi: da un goal di testa, a 2,75, fino a una rete dalla panchina, in quota a 2,00. E una sostituzione nel primo tempo? È ipotesi da non sottovalutare visto che si gioca a 3,25.

Gianluca Scamacca non vuole interrompere il suo momento magico e prova a trascinare la sua Atalanta fino alla finale di Roma: un goal di testa del centravanti della Nazionale è in quota a 7,50. Cerca il terzo gol stagionale anche El Bilal Touré, dato a 4,00. La Fiorentina, dal canto suo, si affida non solo ad Andrea Belotti, nel tabellino dei marcatori a 3,50, ma al grande ex Jack Bonaventura: un goal o un assist del centrocampista viola è offerto a 3,15.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Sisal è uno dei principali operatori internazionali nel settore del gioco regolamentato ed è attualmente attiva in Italia, Marocco e Turchia, con un’offerta che comprende lotterie, scommesse, giochi online e apparecchi da intrattenimento. La Società opera a livello internazionale nel canale retail attraverso una rete di oltre 49.000 punti vendita, e su quello online con 1 milioni di consumatori.

La strategia di Sisal poggia su tre pilastri: la sostenibilità, con un impegno costante sullo sviluppo del programma di Gioco Responsabile e attraverso l’offerta di un modello di intrattenimento sicuro e trasparente - l’innovazione digitale, grazie alla piattaforma di gioco all’avanguardia orientata all’omnicanalità e alle competenze per lo sviluppo in-house di software e applicazioni per cogliere le opportunità della transizione digitale - l’internazionalizzazione, con l’obiettivo di aggiudicarsi gare per nuove concessioni all’estero sulla base della solida expertise maturata.

Dal 4 agosto 2022 Sisal è parte di Flutter Entertainment plc, il più grande operatore online di giochi e scommesse al mondo, con un portafoglio di marchi riconosciuti a livello mondiale e quotato alla Borsa di Londra nell’indice FTSE.

Sisal Italia S.p.A.

Ufficio stampa

Continue Reading

Immediapress

The Open Ring: il magazine per uno stile di vita...

Published

on

Milano, 23 Aprile 2024. Nella società odierna il benessere dell’organismo e la salute in generale sono divenuti argomenti prioritari, con le persone che sono sempre più interessate a un’alimentazione corretta e a uno stile di vita sano, anche in virtù dell’avvento della pandemia da Covid19 del 2020 che ha aumentato la sensibilità nei confronti di questi temi.

In questo contesto, gli utenti cercano costantemente in rete informazioni e consigli utili per poter migliorare la propria quotidianità sotto tutti gli aspetti, individuando figure affidabili in grado di fornire un contributo concreto e professionale in un settore molto delicato come quello della salute personale.

Non è infatti difficile, purtroppo, interfacciarsi con interlocutori poco seri che, sfruttando la tendenza del momento, si sono lanciati in questo comparto, con il solo scopo di ottenere visibilità e vendere i propri prodotti, proponendo soluzioni “fantasiose” e “ricette magiche” che in molti casi, oltre a non portare a nessun beneficio, possono essere anche dannose.

Fortunatamente, esistono però realtà digitali che si configurano come un vero e proprio alleato per il proprio benessere e che, grazie alla loro esperienza maturata nel campo della salute e della medicina, offrono alla collettività il loro know-how e le loro conoscenze per diffondere la cultura del vivere sano e più a lungo, con indicazioni chiare e trasparenti che possono davvero fare la differenza nella vita di tutti i giorni.

Stiamo parlando di The Open Ring, il nuovo magazine online dedicato alla salute e alla longevità, con il chiaro obiettivo di allineare la qualità con le aspettative di vita.

Longevità e viver sano: la mission di The Open Ring

Come accennato in precedenza, navigando in rete, non è difficile imbattersi in influencer e media digitali che propongono con insistenza le soluzioni più bislacche per poter vivere in modo sano e più a lungo, con gli utenti che vengono affascinati dai toni sensazionalisti utilizzati con il solo scopo commerciale di vendere i propri prodotti o programmi da seguire.

Ma in un contesto così delicato come quello della medicina e del benessere, la professionalità e la competenza devono essere alla base della comunicazione, evitando il rischio di andare dietro alle tante fake news o informazioni poco corrette che purtroppo caratterizzano l’ambiente digitale.

Proprio per questo è nato The Open Ring, il magazine informativo dedicato alla salute e alla longevità, fondato dal dottor Federico Boldrin che dopo una carriera trentennale nel campo della sanità, ha deciso di mettere a disposizione le proprie conoscenze e competenze del settore al servizio degli utenti, così da offrire loro l’opportunità di informarsi completamente e correttamente sulle buone pratiche da seguire per vivere in modo sano e longevo, attraverso piccolo grandi accorgimenti quotidiani che risultano essere decisivi per la salute di ciascuno di noi.

Come si può leggere sul sito, la mission di The Open Ring è quella di ispirare le persone a vivere una vita consapevole, informandosi e approfondendo correttamente i fattori che possono influenzare positivamente la longevità e il benessere fisico e mentale. Il nome scelto non è banale: l’anello aperto simboleggia l’opportunità di intraprendere un viaggio di trasformazione personale. Serve come promemoria costante dell’importanza di dedicare tempo ed energia al proprio benessere, che si tratti di migliorare il movimento, l’alimentazione, la qualità del sonno, la gestione dello stress o altre sfide personali, seguendo un percorso, evitando scorciatoie, ed avendo come traguardo quotidiano l’eudemonia, ovvero quel concetto legato alla felicità personale come fine ultimo.

Cosa leggere su The Open Ring

Navigando il sito, vediamo come la pianificazione redazionale di The Open Ring rispetti pienamente la mission appena menzionata, offrendo agli utenti un’informazione a 360 gradi su come migliorare la propria salute e la longevità.

Il magazine è suddiviso infatti in cinque sezioni principali, all’interno delle quali poter leggere articoli, contenuti, studi e approfondimenti relativi alla alimentazione, attività fisica, gestione delle emozioni, sonno ed elementi esogeni (es. fumo, alcool etc.). Fattori che concorrono al nostro benessere quotidiano attraverso un approccio olistico che tiene conto di tutti gli aspetti determinanti per il nostro corpo e la nostra mente.

Inoltre, il dottor Federico Boldrin, oltre a offrire un’informazione competente e qualificata, propone ai propri lettori la possibilità di seguire il proprio programma, denominato “Longevity Coaching Program”, dalla durata semestrale, nel quale vengono presentate nuove possibilità nutrizionali e di stile di vita, frutto di una consulenza attenta e approfondita per ogni utente, perché ogni percorso deve essere personalizzato secondo le singole condizioni e esigenze personali, così da strutturare un percorso coerente e obiettivi raggiungibili, evitando scorciatoie o ricette miracolose, ma instaurando un rapporto di fiducia e impegno condiviso, basato sulla bio-individualità e sui bisogni unici del proprio corpo, evidenziando le aree che richiedono miglioramenti e ponendo in essere le attività volte a questo scopo.

In questo modo, le persone avranno la garanzia di affidarsi a un professionista serio e affidabile in grado di offrire loro non solo un’informazione trasparente ed esperta, ma anche un nuovo modo per prendersi cura di loro stessi in modo corretto e con conoscenza, coscienza e consapevolezza.

Per maggiori informazioni

Sito web: https://theopenring.it/

Email: redazione@theopenring.it

Continue Reading

Ultime notizie

Ultima ora2 ore ago

Ucraina-Russia, Nato: no armi nucleari in Polonia

Stoltenberg frena dopo l'apertura del presidente polacco La Nato non ha intenzione di posizionare armi nucleari in Polonia. Ad affermarlo...

Economia2 ore ago

Patto di stabilità, via libera Ue alla riforma ma...

Astensioni e voti contrari dai partiti di maggioranza e opposizione. Gentiloni ironizza: "Abbiamo unito la politica italiana" Per un giorno...

Ultima ora3 ore ago

Usa, aereo Douglas Dc-4 precipita in Alaska: stava...

Soccorsi sul posto. L'incidente a poche miglia dall'aeroporto internazionale di Fairbanks Un aereo Douglas Dc-4 è precipitato a Fairbanks, in...

Sport3 ore ago

Lazio-Juventus 2-1, bianconeri in finale di Coppa Italia

La formazione di Allegri, sconfitta a Roma nella semifinale di ritorno, passa grazie alla vittoria per 2-0 ottenuta all'andata La...

Ultima ora4 ore ago

Russia, arrestato vice ministro della Difesa: ha preso una...

Ivanov, uno dei vice di Shoigu, era responsabile della logistica delle forze armate Il comitato investigativo russo ha annunciato l'arresto...

Politica4 ore ago

Scurati contro il governo: “Ho toccato con mano cosa...

Lo scrittore: "Vi invito calorosamente ad andare in piazza il 25 aprile, restiamo uniti e opponiamo in numero alla forza"...

Politica5 ore ago

Puglia, mini rimpasto nella giunta Emiliano: nominati tre...

La decisione dopo la bufera giudiziaria Nessun azzeramento della giunta nella Regione Puglia. Dopo la bufera giudiziaria il governatore Michele...

Ultima ora5 ore ago

Superenalotto, centrato ‘5+’ da quasi 600mila...

Il jackpot per il prossimo concorso sale a 94,4 milioni Nessun '6' nell'estrazione del Superenalotto di oggi 23 aprile ma...

Cronaca6 ore ago

Moda, nel centenario della nascita Roma si...

Alessandro Onorato, 'Se Roma è capitale della moda, dell'arte, della cultura è anche grazie alle sue intuizioni e al suo...

Ultima ora6 ore ago

Chiara Ferragni e pandoro Balocco, tribunale conferma...

Codacons: "Ora si apre la strada ai risarcimenti per tutti coloro che hanno acquistato il pandoro" "Con una clamorosa sentenza...

Cronaca7 ore ago

Pestaggi al carcere minorile Beccaria, pm: “Sistema...

Secondo i magistrati a favorire le gli abusi il "contributo concorsuale omissivo e doloso di una serie di figure apicali...

Politica7 ore ago

Intelligenza artificiale, via libera Cdm: 1 miliardo di...

L'Italia che si candida a diventare il primo Paese europeo a legiferare sul tema  Il Consiglio dei ministri ha approvato...

Cronaca7 ore ago

Roma, la denuncia: drogata e stuprata dopo appuntamento su...

Una ragazza di 20 anni ha denunciato di essere stata narcotizzata e violentata da due persone che aveva conosciuto su...

Cronaca7 ore ago

Maturità: uno studente su tre soffre di attacchi di panico,...

Sondaggio community di Maturansia, per studenti social network il miglior strumento per integrare la preparazione Mancano ormai due mesi agli...

Ultima ora7 ore ago

Israele-Gaza, fosse comuni a Khan Yunis: Onu chiede...

Nell'area recuperati 283 cadaveri. Le forze di difesa israeliane respingono le accuse Le Nazioni Unite hanno chiesto che venga condotta...

Economia7 ore ago

Roberto Napoletano nuovo direttore de ‘Il...

Guiderà la testata dal prossimo 4 maggio A decorrere dal prossimo 4 maggio, Roberto Napoletano sarà il direttore del quotidiano...

Salute e Benessere8 ore ago

Emergenza regionale, Picco (Asl To): “Fondamentali...

"Stiamo realizzando una elisuperficie vicino al San Giovanni Bosco, ospedale hub di Torino" "Abbiamo l'emergenza a cuore e quindi siamo...

Cronaca8 ore ago

Depistaggio Borsellino: “Figli traditi da Stato in...

(dall'inviata Elvira Terranova) - Subito dopo lo strage di Via D'Amelio i magistrati di Caltanissetta, sotto la guida del Procuratore...

Sport8 ore ago

Roma, le ultime su Lukaku e N’Dicka

Giovedì il recupero contro l'Udinese Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite per la sconfitta rimediata contro il Bologna. La...

Economia8 ore ago

Confindustria-Deloitte, investimenti e convergenza...

Energia, ambiente e clima priorità Più investimenti, più collaborazione tra pubblico e privato e più convergenza tra politiche industriali dei...