Connect with us

Esteri

Gaza, 35 morti in attacco a campi profughi. Usa abbattono...

Published

on

Gaza, 35 morti in attacco a campi profughi. Usa abbattono drone e missile Houthi

Israele espande operazioni militari a Khan Younis. La denuncia Onu: "Fuoco israeliano contro convoglio aiuti". 35 morti in attacco notturno a campi profughi nella Striscia

Fumo sulla città di Khan Younis, a Gaza (Afp) - Afp

I mediatori del Qatar hanno detto ad Israele che Hamas "è d'accordo in linea di principio" alla ripresa dei negoziati per il rilascio di altri ostaggi in cambio di settimane di tregua a Gaza. Lo riporta il sito Walla, citato da Times of Israel.

Citando tre fonti israeliane, il sito riporta che Israele sta rispondendo "con cautela" al messaggio, sottolineando che emergerà velocemente se la disponibilità di Hamas è veramente seria.

I negoziati - viene ancora riferito dalle fonti - continuano ad essere incentrati sulla proposta presentata dal capo del Mossad, David Barnea, che prevede il rilascio di una quarantina di ostaggi, tra i quali donne ancora in mano di Hamas, uomini sopra i 60 anni e persone con problemi di salute. In cambio Israele fermerebbe le operazioni militari a Gaza per una settimana o due e rilascerebbe un numero di prigionieri palestinesi.

Una delle fonte israeliane definisce il messaggio arrivato dai mediatori del Qatar "molto preliminare", ma lo descrive comunque come "uno sviluppo positivo". "Ci muoviamo da una situazione congelata ad una molto fredda", sintetizza con un'immagine. Più negativa un'altra fonte, per la quale Israele deve ancora ricevere un'offerta concreta dal Qatar e sta aspettando ulteriori dettagli, aggiungendo, che "in ogni caso le distanze rimangono ampie".

In precedenza il Jerusalem Post aveva riportato la posizione di Hamas: gli ostaggi trattenuti dal 7 ottobre nella Striscia di Gaza non verranno rilasciati fino "alla fine dell'aggressione israeliana". "Ribadiamo che non ci sarà nessun accordo per uno scambio di prigionieri né ci saranno negoziati sotto i bombardamenti", affermava il gruppo, dicendosi però "aperto a qualsiasi iniziativa che possa porre fine a questa guerra genocida israeliana".

Israele espande operazioni militari a Khan Younis

L'esercito israeliano ha annunciato oggi una "espansione" delle operazioni militari nella città di Khan Younis, nel sud della Striscia di Gaza, e nei dintorni, nell'ambito dell'offensiva lanciata dopo gli attacchi di Hamas. "Le forze di difesa israeliane (Idf) stanno espandendo le loro attività a Khan Younis", afferma l'esercito in una dichiarazione sul suo sito web, in cui aggiunge di aver "eliminato" "dozzine di terroristi" nelle operazioni effettuate durante l'ultimo giorno nella Striscia.

Già sovraffollato e sotto continui bombardamenti, il sud della Striscia di Gaza continua ad 'accogliere' sfollati e a Rafah si stima vivano più di 12.000 persone in ogni singolo chilometro quadrato e la città è diventata lo specchio della crescente crisi. Ma "la guerra non è vicina alla fine", come ha detto nei giorni scorsi il premier israeliano Benjamin Netanyahu mentre nella zona di Rafah - ha denunciato l'Organizzazione mondiale della sanità - è diventato sempre più difficile consegnare forniture sanitarie e carburante agli ospedali ancora aperti perché i palestinesi fermano i convogli alla disperata ricerca di cibo.

A Gaza oltre 21.500 morti

E' salito intanto a 21.507 il numero dei palestinesi che hanno perso la vita nella Striscia di Gaza da quando è iniziata la rappresaglia israeliana per l'attacco subito da Hamas. Lo ha dichiarato il ministero della Sanità di Gaza aggiungendo 55.915 feriti al bilancio. Solo nelle ultime 24 ore sono 187 i palestinesi uccisi nei raid israeliani, ha riferito il ministero guidato da Hamas.

Onu denuncia: "Fuoco israeliano contro convoglio aiuti"

Un convoglio con aiuti umanitari di ritorno dal nord della Striscia di Gaza è finito sotto il fuoco israeliano. Lo ha denunciato l'Unrwa, l'Agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dei rifugiati palestinesi, spiegando che soldati israeliani hanno sparato contro il convoglio che si muoveva lungo il percorso indicato dall'esercito.

Il direttore dell'Unrwa a Gaza, Thomas White, ha spiegato in un tweet che ''il leader del convoglio internazionale e la sua squadra non sono rimasti feriti, ma un veicolo ha subito danni". White su X ha ribadito che ''gli operatori umanitari non dovrebbero mai essere un bersaglio''.

Raid su campi profughi Gaza, almeno 35 morti

Almeno 35 persone sarebbero state uccise, inclusi diversi bambini, durante attacchi notturni dell'esercito israeliano contro i campi profughi di Al Maghazi e Nuseirat, nella parte centrale della Striscia di Gaza. L'esercito israeliano avrebbe attaccato durante la notte diverse abitazioni in queste due località. Riferiti dai media anche continui bombardamenti nelle vicinanze del campo profughi di Bureij, sempre nella stessa zona dell'enclave.

Sono stati segnalati feriti in una casa a Deir al Balah, anche se i media non hanno specificato quante siano le vittime, come ha riferito l'agenzia di stampa palestinese Safa attraverso il suo profilo sul social network X.

Quattro giustiziati in Iran: "Sabotatori del Mossad"

La magistratura iraniana ha annunciato oggi l'esecuzione di quattro persone, definite "sabotatori", presumibilmente legate al Mossad, i servizi segreti israeliani, riporta l'agenzia di stampa Mizan, legata al ramo giudiziario della Repubblica islamica. "Quattro membri della squadra di sabotatori legati al regime sionista, che avevano commesso importanti azioni contro la sicurezza del Paese sotto la direzione degli agenti del Mossad, sono stati giustiziati questa mattina al termine delle procedure legali", si legge in un comunicato.

Usa abbattono drone e missile Houthi

L'esercito degli Stati Uniti ha intanto annunciato di aver abbattuto un drone e un missile balistico antinave lanciati dai ribelli yemeniti Houthi nel Mar Rosso meridionale, nell'ambito di attacchi contro imbarcazioni in risposta all'offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza. Il Comando Centrale degli Stati Uniti (CentCom) ha indicato che l'attacco è avvenuto tra le 17.45 e le 18.10 (ora locale) e ha confermato che non ci sono stati feriti o danni a nessuna delle navi che si trovavano nell'area presa di mira.

Guterres: "Sempre più preoccupato per rischio allargamento conflitto"

Il segretario generale dell'Onu, António Guterres, è "gravemente preoccupato" per un ulteriore allargamento del conflitto a Gaza che potrebbe avere conseguenze "devastanti" per l'intera regione. Lo ha dichiarato il suo portavoce, Stéphane Dujarric. In questo quadro descrive come "estremamente allarmante" l'escalation di violenza in Cisgiordania, sottolineando "l'intensificarsi delle operazioni delle forze di sicurezza israeliane, l'alto numero di morti, la violenza dei coloni e gli attacchi agli israeliani da parte dei palestinesi". Guterres esprime inoltre "crescente preoccupazione" per altri effetti di allargamento del conflitto con i "continui attacchi da parte di gruppi armati in Iraq e Siria, e degli attacchi degli Houthi contro imbarcazioni nel Mar Rosso".

Per questo il segretario generale "esorta tutte le parti ad esercitare il massimo autocontrollo e adottare urgenti misure per ridurre la tensione nella regione". E rivolge un appello "a tutti i membri della comunità internazionale per fare tutto quello che è in loro potere per influenzare le parti coinvolte ad impedire un'escalation della situazione nella regione".

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Esteri

Jordan Bardella, l’astro nascente della destra francese...

Published

on

Jordan Bardella, l’astro nascente della destra francese - Ascolta

E’ l’uomo nuovo della politica francese e, presto, potrebbe diventare il più giovane primo ministro della République. E’ Jordan Bardella, 28 anni, il pupillo di Marie Le Pen nonché presidente del Rassemblement National (l’ex Front National) il partito di destra grande vincitore delle Elezioni europee in Francia.

Continue Reading

Esteri

Ucraina, Russia contro Biden: “Vuole far sanguinare...

Published

on

La portavoce del ministero degli Esteri: "Paesi Ue si rendono conto che li sta coinvolgendo in uno scontro diretto con Mosca sotto la bandiera della Nato?". Il dossier alla Corte penale internazionale: "Russia ha sottoposto Mariupol alla fame"

Ministero degli Esteri russo a Mosca - Afp

L'amministrazione del presidente americano Joe Biden ha bisogno di "far sanguinare ancora più forte l'Europa" per rimanere al potere. Lo ha scritto su Telegram la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. "I paesi dell'Unione Europea si rendono conto che Washington li sta coinvolgendo in uno scontro diretto con la Russia sotto la bandiera della Nato?", ha scritto.

"L'Occidente sta nutrendo istericamente la sua popolazione con affermazioni sulla presunta imminente aggressione della Russia contro i Paesi occidentali - ha aggiunto la Zakharova - e questo significa solo una cosa: l'amministrazione Biden deve far sanguinare l'Europa ancora più forte per evitare il collasso del proprio governo e dell'economia statunitense".

Intanto il vicepresidente del Consiglio di Sicurezza della Russia Dmitry Medvedev ritiene necessario rispondere alle sanzioni occidentali. Nel suo canale Telegram, ha invitato a trasformare la vita in Occidente in un “completo incubo”, causando il massimo danno ai paesi ostili.

"Ogni giorno dobbiamo cercare di causare il massimo danno a quei Paesi che hanno imposto queste restrizioni contro il nostro Paese e tutti i nostri cittadini", ha invitato il vice capo del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa. "Dobbiamo causare danni ovunque, paralizzare il lavoro delle loro aziende e degli enti governativi. Causare problemi nelle loro tecnologie più importanti e colpirli senza pietà, distruggendo letteralmente la loro energia, industria, trasporti, banche e servizi sociali."

"Trasformiamo la loro vita in un incubo completamente folle", ha concluso Medvedev, proponendosi di lasciarsi guidare dal principio dell'Antico Testamento di "occhio per occhio".

Il dossier: "Mosca ha sottoposto Mariupol alla fame"

La Russia si è impegnata in un “modello deliberato” di tattiche di fame durante l’assedio di 85 giorni della città ucraina di Mariupol all’inizio del 2022. Questo equivale a un crimine di guerra, secondo un nuovo dossier presentato alla Corte penale internazionale dagli avvocati di Global Rights Compliance, che lavorano in collaborazione con il governo ucraino. Il documento sostiene che la Russia e i suoi leader intendevano uccidere e danneggiare un gran numero di civili.

Si stima che 22.000 persone siano state uccise durante l'accerchiamento e la conquista della città di Mariupol all'inizio della guerra in Ucraina. I civili rimasero senza acqua, gas o elettricità entro pochi giorni dall’assedio mentre le temperature scendevano sotto i meno 10°C. Catriona Murdoch, partner di Global Rights Compliance, ha affermato che lo scopo della ricerca era “vedere se esistesse una narrazione più ampia”, che provasse una deliberata negazione del cibo e di altri servizi necessari per la vita da parte dell’esercito russo e della sua leadership, un strategia della fame che potrebbe essere considerata un crimine di guerra.

"Quello che abbiamo potuto vedere è che ci sono state quattro fasi nell’attacco russo, a partire dai raid alle infrastrutture civili, con l’interruzione della fornitura di elettricità, riscaldamento e acqua. Poi le evacuazioni umanitarie sono state negate e persino attaccate, mentre è stato impedito il passaggio degli aiuti", ha aggiunto la Murdoch. "Nella terza fase sono state prese di mira le rimanenti infrastrutture critiche, i civili sono stati terrorizzati con aiuti e i punti d’acqua bombardati. Infine, nella fase quattro, la Russia si è impegnata in attacchi strategici per distruggere o occupare le restanti infrastrutture”.

Continue Reading

Esteri

Argentina, scontri a Buenos Aires in manifestazione contro...

Published

on

Polizia antisommossa lancia gas lacrimogeni

Polizia antisommossa durante gli scontri a Buenos Aires - Afp

La polizia antisommossa nella capitale argentina Buenos Aires è intervenuta con gas lacrimogeni e idranti per disperdere i manifestanti davanti al Congresso che protestavano contro il pacchetto di riforme, proposto dal presidente di destra Javier Milei, per rilanciare l’economia indebolita del paese. Un pacchetto che comprende la dichiarazione dello stato di emergenza economica, il taglio delle pensioni e l'indebolimento dei diritti dei lavoratori.

I manifestanti - che sostengono che le misure danneggeranno milioni di argentini - hanno lanciato bombe molotov e pietre, incendiando un'auto e diverse persone sono rimaste ferite. I media locali hanno descritto la scena come un "campo di battaglia".

Continue Reading

Ultime notizie

Politica24 minuti ago

Autonomia, rissa alla Camera: per il 5S Donno “è...

Il deputato: "Il mio era un gesto tranquillo, simbolico, pacifico, ci sono le immagini. Poi è accaduto il finimondo, violenza...

Curiosità57 minuti ago

Le nozze in grande stile di Tanya La Gatta

Il grande sogno d’amore , il giorno più bello , le nozze in grande stile di Tanya La Gatta ,...

Cronaca1 ora ago

Assolta dopo aver ucciso il figlio, nessuno la accoglie:...

I giudici hanno disposto il trasferimento in un ospedale psichiatrico. Adalgisa Gamba era stata assolta una settimana fa per vizio...

Ultima ora2 ore ago

Roma, scontro sul Gra tra camion e auto: un morto

Deceduto il conducente di un'autocisterna nelle prime ore del mattino Ancora un incidente mortale sul Grande Raccordo Anulare di Roma....

Esteri2 ore ago

Jordan Bardella, l’astro nascente della destra francese...

E’ l’uomo nuovo della politica francese e, presto, potrebbe diventare il più giovane primo ministro della République. E’ Jordan Bardella,...

Esteri2 ore ago

Ucraina, Russia contro Biden: “Vuole far sanguinare...

La portavoce del ministero degli Esteri: "Paesi Ue si rendono conto che li sta coinvolgendo in uno scontro diretto con...

Spettacolo2 ore ago

Buchmesse, Venezi e Grigolo con la Nuova Orchestra...

La prossima edizione della Buchmesse è prevista dal 16 al 20 ottobre con la cerimonia d’inaugurazione fissata al 15 ottobre....

Economia2 ore ago

Pmi, Gigli (Rtz Advisory): “Sostenibilità un percorso...

‘Ruolo professionista è centrale per diffondere consapevolezza che sostenibilità e criteri Esg sono essenziali per sviluppo a lungo termine aziende’...

Economia2 ore ago

Pmi, Zacchi (Bper Banca): “Un’azienda più sostenibile...

‘Bisogna raccontare la propria sostenibilità, le imprese devono uscire dalla media’ “Oggi un'azienda che intraprende un percorso di sostenibilità è...

Esteri2 ore ago

Argentina, scontri a Buenos Aires in manifestazione contro...

Polizia antisommossa lancia gas lacrimogeni La polizia antisommossa nella capitale argentina Buenos Aires è intervenuta con gas lacrimogeni e idranti...

Cronaca2 ore ago

Blitz dei carabinieri al Comune di Caserta, appalti...

Tra gli indagati sono finite agli arresti domiciliari 5 persone, tra cui l'assessore dell'attuale giunta e alcuni dipendenti comunali. L'operazione...

Cronaca10 ore ago

Glioma, tumore cresce con attività cervello: speranza da...

Un team padovano multidisciplinare scopre il ruolo delle connessioni cerebrali nella crescita della neoplasia Nonostante tutti gli sforzi della ricerca,...

Politica10 ore ago

Autonomia, alla Camera botte e sedie che volano: rissa e...

Dalla 'X' del deputato della Lega Furgiuele al 'presente' del collega di Fratelli d'Italia Padovani, passando per una maxi rissa...

Esteri10 ore ago

Gaza, Hamas e la tregua con Israele: “Usa parte...

Secondo Blinken Hamas aveva suggerito numerose modifiche, alcune delle impraticabili, alla proposta di cessate il fuoco. Hezbollah: "Intensificheremo attacchi contro...

Spettacolo10 ore ago

Gianna Nannini compie 70 anni, “ma l’età è...

Per la rockstar senese una vita all'insegna della rinascita Gianna Nannini compie 70 anni "ma l'età è facoltativa", come lei...

Esteri10 ore ago

Ucraina, Nato vuole ‘regia’ per invio armi a...

Oggi vertice dei ministri della Difesa dell'Alleanza Atlantica a Bruxelles La Nato è pronta ad assumere il coordinamento della consegna...

Cronaca10 ore ago

Pioggia al Nord ancora per poco, svolta nel fine settimana:...

Il meteorologo Gussoni: "L'anticiclone africano avanza, la prossima settimana scoppierà l'estate su tutta l'Italia" "Sicuramente queste ore sono abbastanza estreme...

Politica10 ore ago

G7 al via tra Ucraina, Gaza e Cina: verso accordo su asset...

Sul tavolo anche l’Intelligenza artificiale, Africa e migrazioni. Meloni già a Borgo Egnazia Le guerre in Ucraina e in Medio...

Politica10 ore ago

G7, Meloni vicina ad accordo storico su asset Russia ma...

Fonti dell'Italia precisano: "Nessuna richiesta di eliminare il punto sul diritto alla garanzia dell'interruzione di gravidanza" E' l'obiettivo dominus del...

Esteri10 ore ago

G7 Puglia, dalla zona relax con flipper e ping pong alla...

Dodicimila metri quadrati a disposizione degli oltre 1.700 operatori dei media accreditati C'è anche una 'prayer room', una piccola stanza...