Connect with us

Sport

Autogol di Rafia e rete di Banda, Empoli e Lecce pareggiano...

Published

on

Autogol di Rafia e rete di Banda, Empoli e Lecce pareggiano 1-1

Un punto a testa nella sfida salvezza del 'Castellani'

(Fotogramma)

Empoli e Lecce pareggiano 1-1 la sfida salvezza del 'Castellani', primo dei due posticipi del lunedì della 15/a giornata di Serie A. Passano in vantaggio gli ospiti con Banda al 64', complice un errore di Berisha, ma dopo 7' pareggiano i padroni di casa grazie all'autogol di Rafia. In classifica i salentini sono tredicesimi con 17 punti, 5 in più dei toscani che si trovano al 16° posto insieme all'Udinese.

In avvio di match Lecce pericoloso al 7'. Punizione scodellata in area dalla trequarti, Pongracic salta meglio di tutti e di testa la indirizza precisa all'angolino: Berisha si allunga alla sua sinistra e toglie la palla dalla porta. Al quarto d'ora la replica dei padroni di casa con Cancellieri che da azione d'angolo stacca di testa ma manda a lato. Al 26' chance per Cambiaghi, dopo essersi liberato della marcatura di Dorgu l'attaccante di casa si invola verso la porta ma poi sceglie una conclusione a mezza altezza che Falcone respinge.

Poco dopo ancora la squadra di casa in attacco. Bastoni dalla destra rimette al centro un pallone al volo, Luperto riesce nella deviazione ma non trova la porta. Gli ospiti si rivedono al 44' con Banda che entra in area, parte da sinistra, si accentra portandosi la palla sul destro e calcia in porta: Berisha ci mette i pugni e respinge.

In avvio di ripresa il portiere del Lecce protagonista al 4'. Tiro di Cancellieri diretto all'angolino e Falcone respinge con il piede. Al 10' ancora l'estremo difensore giallorosso salva il risultato alzando in corner una botta di Grassi. Al 19' il Lecce sblocca la partita con un tiro da lontano di Banda. Lo zambiano porta palla e, nonostante la distanza, cerca ugualmente il destro in porta. Ne esce un tiro centrale, con Berisha che sembra tranquillamente in grado di fare suo il pallone, ma poi se lo fa sfuggire.

Al 26' il pari dei padroni di casa: Cambiaghi da destra cerca il cross in mezzo, Rafia è sulla traiettoria e ci mette il piede per cercare di contrastarlo ma ne esce una parabola incredibile che si insacca alle spalle di Falcone. Poco dopo la mezz'ora i padroni di casa vicini a ribaltarla. Marin finta il tiro e invece scodella morbido a sinistra, dove Bastoni mette al centro al volo. Cancellieri al centro si inserisce e devia ma non trova la porta di un soffio.

Al 35' ancora i ragazzi di Andreazzoli vicini al gol. Sugli sviluppi di un corner arriva una deviazione di Luperto, centrale ma molto forte e destinata a entrare sotto alla traversa, Falcone alza un braccio d'istinto e salva. E' l'ultimo brivido del match che non regala altre emozioni fino al triplice fischio di Colombo.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Sport

Mei: “Arrabbiato per Mondiali 2027? Se non mi fanno...

Published

on

"Da Abodi neanche un messaggio per vittoria in Coppa Europa"

Mei:

"Io faccio il presidente, non conosco tutte le dinamiche parlamentari e su quello sono un po' carente, ma ho visto tante manifestazioni sportive risolversi in un attimo, quando c’era la volontà di farlo. Forse l’atletica non piace a tutti, può essere che ci siano sport più attrattivi. D’altro canto il ministro dello sport, quando abbiamo vinto la Coppa Europa non mi ha mandato neanche un messaggio o fatto una telefonata". Questo l'appunto del presidente della Fidal Stefano Mei al Ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi in un colloquio con l'Adnkronos dopo il ritiro della candidatura di Roma ad ospitare i Mondiali di atletica a Roma nel 2027.

"Se sono arrabbiato? Io sono uno sportivo e se non mi fanno gareggiare mi girano. E soprattutto dimmelo prima. Perché noi potevamo portare la cosa migliore del mondo e sarebbe andata così. Non c'entrava quanto buono fosse il lavoro che abbiamo fatto. Semplicemente era troppo tardi, ma ha detto che era tardi anche a novembre", ha aggiunto Mei.

"La gestione da bar del tennis sulla candidatura per ospitare i Mondiali di atletica del 2027, da noi non c'è stata. Io dico solo che, con un po' di chiarezza, avremmo evitato, di perdere un sacco di tempo, di figuracce e anche di soldi. Io tutto questo l'ho fatto quando ho capito che c'era uno spiraglio per entrare. E' vero che ci vogliono degli anni per preparare una cosa così, però se c'è un'occasione, e la mia atletica sta rendendo così tanto, devo provare. Io l'ho fatto per questi ragazzi, per Mattia Furlani, per Larissa Iapichino, per Gimbo Tamber i che vorrebbe smettere finito quest'anno e che magari gli viene voglia di allungarsi fino a Roma. L'ho fatto per loro", ha proseguito amareggiato il presidente della Fidal.

"Sentire che abbiamo fatto le cose da bar del tennis mi fa girare. Non mi permetterei mai di fare una cosa contro il Governo, contro l'istituzione o cercare di spingere l'istituzione, ma è chiaro che devo portare avanti le ragioni del mio mondo che in tre anni ha prodotto quanto neanche ai tempi di Cova, Mennea e Simeoni. Quello che fa un po' strano in tutto questo è che, ho un ministro dello sport e a lui devo fare il riferimento, e spero sempre che il mio ministro di riferimento mi dica tutto quello che deve essere fatto e soprattutto informi chi di dovere, perché se non ha il portafoglio, qualcuno dovrà sapere questa cosa", ha aggiunto Mei.

Continue Reading

Sport

De Laurentiis contro la Juve: “Non dovrebbe andare al...

Published

on

Il presidente del Napoli: "I bianconeri non fanno nemmeno le coppe..."

Aurelio De Laurentiis

"La Juve non merita di andare al Mondiale per club". Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, lancia un siluro al club bianconero, favorito rispetto agli azzurri per la qualificazione al Mondiale per club organizzato dalla Fifa. Il Napoli, per staccare il biglietto, ha bisogno di fare strada in Champions League dopo l'1-1 casalingo con il Barcellona nell'andata degli ottavi di finale.

"Se dovessimo battere il Barcellona e poi fare una vittoria o un pareggio nei quarti di Champions, di diritto dovremmo andare noi al Mondiale per club e non la Juventus. Penso però che il Napoli dovrebbe andarci comunque, perché se la Juve è fuori dalle coppe europee non dovrebbe essere ammessa al Mondiale per club", dice il presidente del Napoli intervenuto al 'Business of Football Summit', un evento promosso dal Financial Times, che si è tenuto oggi a Londra.

De Laurentiis affronta una serie di temi. "Sarò favorevole alla Superlega solo se sarà in grado di essere democratica, solo se ci si entrerà per merito e non per pedigree. Loro hanno promesso di essere operativi dal 2025. Chi vivrà vedrà", dice.

Capitolo calcio in tv: "Deve essere gratis per tutti. Se vuoi recuperare pubblico devi andare in diretta tv gratis e tu come imprenditore devi essere quello che sa raccogliere una pubblicità gigantesca. E conta anche come fai vedere il calcio. Non solo negli stadi, che in Italia sono fatiscenti e non confortevoli per il pubblico. Parlo anche della tv: non è possibile che in Formula 1 le immagini mi facciano quasi credere di essere al posto del pilota e nel calcio non sia così".

"Io dico sempre che l’esempio di come trasmettere una partita è la finale del Mondiale tra Argentina e Francia -prosegue De Laurentiis-. Ma il calcio si è invecchiato anche come gioco: bisognerebbe sedersi ad un tavolo e riflettere, ma il nostro è un grande circo in cui non ti puoi fermare a pensare e quindi non puoi ribellarti".

Quindi, bordata ai procuratori: "Gli agenti sono un cancro del calcio e la classe arbitrale dovrebbe dipendere dai club, con cui dovrebbe dialogare perché non sia una casta ma dei collaboratori. Non esiste che un arbitro espella un allenatore, il calcio sembra una barzelletta per questo".

Calciomercato: in estate Victor Osimhen andrà via? "Osimhen è un grandissimo giocatore ma si sa: Napoli è un posto fantastico, ci sono alcuni giocatori che si sono innamorati e ci sono rimasti come Hamsik per 11 anni. O altri per otto anni. C'è invece chi è stato attratto dal Real Madrid, dal Psg, dall'Arsenal, dal Manchester City, dal Chelsea. Quindi non puoi fermarli, soprattutto quando hanno una clausola rescissoria con cui possono essere acquistati". Osimhen ha da poco rinnovato il contratto. "La sua clausola è una cifra molto alta (130 milioni di euro, ndr). Partirà? Vedremo. I soldi sono l'ultimo problema del Napoli. Abbiamo sempre fatto ottimi acquisti, li faremo anche in futuro. Quando vedi un giocatore andare via è come un figlio. Sei felice anche se questo figlio ha un successo fantastico ovunque".

Continue Reading

Sport

News su Fiorentina, Napoli, Torino e Bologna

Published

on

Ultime dai campi di allenamento delle squadre di Serie A in vista della 27a giornata

(Fotogramma)

Fiorentina, dubbio Martinez Quarta

Dopo aver saltato il match contro la Lazio per un problema di calcoli, Martinez Quarta rischia il forfait anche sabato sera contro il Torino.Vincenzo Italiano monitora con lo staff medico viola le condizioni dell'argentino. Nel frattempo il tecnico confida di riuscire a convocare in extremis in campionato Kouamé, guarito dalla malaria. 

 

Napoli, out Cajuste e Ngonge

Brutte notizie per mister Calzona in vista della sfida che il Napoli affronterà domenica sera al 'Maradona' contro la Juventus. Per l'occasione, infatti, gli azzurri saranno privi di Cajuste, vittima di una distrazione muscolare alla coscia destra. Niente da fare neppure per Ngonge che non ha ancora ripreso ad allenarsi in gruppo e non sarà tra i convocati domenica sera. 

 

Torino, riecco Buongiorno

Alessandro Buongiorno è tornato ad allenarsi in gruppo, smaltito l'infortunio alla spalla. Il difensore può partire titolare nella partita di sabato sera contro la Fiorentina. Nel terzetto arretrato ci sarà anche Rodriguez, pienamente recuperato. Ai box invece Lovato per un trauma elongativo al polpaccio sinistro rimediato nell'ultima partita. 

 

Bologna, OK Saelemaekers

Buone notizie per il Bologna in vista della delicata sfida con l'Atalanta che metterà in palio punti importanti in chiave quarto posto. Questa mattina, Alexis Saelemaekers è tornato ad allenarsi in gruppo dopo il trauma contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra accusato nei giorni scorsi; vivo adesso il duello sulla sinistra offensiva con Ndoye per una maglia da titolare. 

 

Fantacalcio.it per Adnkronos

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca2 ore ago

Scontri Pisa, Elisabetta Canalis: “Polizia? Rischia...

Il commento della showgirl alle affermazioni della consigliera toscana M5S Noferi, che aveva parlato di "sputi forse anche meritati" contro...

Cronaca3 ore ago

Meteo, torna il gelo sull’Italia? Le previsioni per...

Una massa d'aria gelida tra Penisola Scandinava e Russia minaccia l'Europa, con possibili conseguenze anche per l'Italia Dopo l'ondata di...

Cronaca3 ore ago

Strage Erba, l’udienza tra protagonisti e assenti:...

Oggi a Brescia l'udienza di revisione davanti ai giudici della seconda corte d'Appello L'ultima immagine insieme di Olindo Romano e...

Cronaca3 ore ago

Strage di Erba, le tappe: il massacro, l’ergastolo di...

L'11 dicembre 2006 la mattanza nell'appartamento di via Diaz 25 E' l'11 dicembre 2006 quando i vigili del fuoco entrano,...

Cronaca3 ore ago

Strage Erba, le tre prove della discordia al centro...

I tre punti chiave che saranno dibattuti oggi in Aula dalla procura e dalla difesa di Rosa Bazzi e Olindo...

Esteri3 ore ago

Iran oggi al voto tra stanchezza politica e crisi economica

Paese alle urne per il rinnovo del Parlamento e dell'Assemblea degli Esperti, vincitori annunciati gli ultraconservatori Sullo sfondo di due...

Ultima ora3 ore ago

Strage Erba, a Brescia l’udienza sulla revisione:...

Presente solo Azouz Marzouk fra i familiari delle quattro vittime del massacro dell'11 dicembre del 2006 La strage di Erba...

Esteri3 ore ago

Navalny, oggi a Mosca i funerali: cimitero sotto stretta...

L'ultimo addio a due settimane dalla morte nella colonia penale di Kharp in cui era detenuto. Cerimonia aperta al pubblico...

Ultima ora10 ore ago

Maltempo sull’Italia, in Veneto ancora allerta rossa...

Nella regione, più a rischio la zona del bacino del Basso Brenta - Bacchiglione. Allerta arancione in Emilia Romagna Il...

Spettacolo10 ore ago

MasterChef Italia 13, Eleonora Riso trionfa in finale

La concorrente di 27 anni, cameriera a Firenze, vince nella stagione 2023-2024 Eleonora Riso è la vincitrice di MasterChef Italia...

Esteri10 ore ago

Bangladesh, incendio in un palazzo di sette piani a Dacca:...

L'edificio ospita numerosi ristoranti e negozi di abbigliamento Sono almeno 44 persone le persone rimaste uccise in un incendio a...

Cronaca11 ore ago

Pesaro, muore sbranata dal suo cane in giardino

La donna aveva 80 anni. Il sindaco di Mercatino Conca: "Certi animali sono armi" Una donna di 80 anni è...

Cronaca11 ore ago

Roma, rapina choc: rompe finestrino auto con pistola e le...

L'uomo si è allontanato a piedi facendo perdere le proprie tracce Rapina choc, questa sera, in zona Flaminio. Una 62enne,...

Esteri11 ore ago

Biden frena su auto elettriche: “Cina potrebbe usarle...

"Sono veicoli connessi come se fossero smartphone con le ruote" I cinesi potrebbero spiare l'Occidente con le auto elettriche. Joe...

Esteri12 ore ago

Gaza, strage di civili in coda per cibo. Pressing su...

Oltre 100 morti tra la folla in attesa degli aiuti, le forze armate israeliane respingono le accuse: "Un incidente. Civili...

Cronaca13 ore ago

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente oggi 29 febbraio

Nessun 6 né 5+1 e jackpot sale a 68,2 milioni Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi 29...

Spettacolo13 ore ago

Paolo Taviani, il ricordo di Pupi Avati: “Era ancora...

"Ci telefonavamo e ci confidavamo, ha subito molte ingiustizie ed emarginazioni nel suo lavoro" "Io avevo una consuetudine telefonica con...

Cronaca13 ore ago

Strage di Erba, Olindo: “Tarfusser ci ha ridato...

Alla vigilia dell'udienza del processo di revisione a Brescia si rivolge ai fratelli Castagna: "Non nascondano la testa sotto la...

Spettacolo14 ore ago

E’ morto Paolo Taviani, il regista aveva 92 anni

Con il fratello Vittorio ha formato la coppia più celebre del cinema italiano del secondo Dopoguerra. Il ministro della Cultura...

Cronaca14 ore ago

Premio Mario Sarzanini, tra premiati Antonietta Ferrante...

Assegnati gli otto riconoscimenti del premio dedicato allo specialista della cronaca giudiziaria italiana scomparso tre anni fa Il regista Marco...