Connect with us

Cronaca

Milano, auguri natalizi di Baci Perugina illuminano Piazza...

Published

on

Milano, auguri natalizi di Baci Perugina illuminano Piazza dei Mercanti

L’installazione “È giunto il tempo di riaccendere le stelle” è parte dell’iniziativa del Comune di Milano “Il Natale degli Alberi”

Milano, auguri natalizi di Baci Perugina illuminano Piazza dei Mercanti

Un cielo luminoso, costellato di frasi e biglietti, sovrasta gli archi di Piazza dei Mercanti a Milano, che quest’anno fa da cornice all’installazione di Baci Perugina “È giunto il tempo di riaccendere le stelle”, che porta un caloroso augurio alla città di Milano e a chi la visita in occasione delle festività.

L’installazione di 100 metri quadrati, ideata e progettata da Dentsu Creative, è composta da un grande albero centrale, di oltre 6 metri, sopra cui si staglia un cielo costellato di luci e di frasi di augurio tratte dai cartigli natalizi di Baci.

All’accensione dell’albero, hanno preso parte Florence Audoyer-Missakian, Managing Director Confectionery di Nestlé, Chiara Paratico, responsabile Corporate Partnership di Fondazione L'Albero della Vita Onlus, e Martina Riva, assessora allo Sport, al Turismo e alle Politiche Giovanili del Comune di Milano.

“Per Baci Perugina è un grande orgoglio e una grande felicità aver realizzato uno dei 22 alberi, parte della bellissima iniziativa del Comune di Milano, che questo Natale illuminano la città - ha affermato Florence Audoyer-Missakian a margine dell’evento - Il titolo dell’installazione non è solo un nome, racchiude infatti il nostro sincero augurio, a tutti milanese e a tutti gli italiani, di buone feste con Baci Perugina”.

Il progetto creativo fa parte dell’iniziativa del Comune di Milano “Il Natale degli Alberi”, come spiega Martina Riva, assessora allo Sport, al Turismo e alle Politiche Giovanili: “Si tratta di un progetto che ha riscosso grandissimo interesse da parte delle aziende, che quest’anno, per gli oltre venti alberi di Natale realizzati e le luminarie, hanno investito più di sei milioni di euro”.

“L’albero di Baci Perugina è un’installazione emozionale - ha continuato l’assessora - Sono due le frasi che mi sono rimaste impresse: ‘Ti auguro di fare ciò che ti rende felice’ e ‘Ti auguro di essere a casa anche quando non lo sei’. Queste frasi rappresentano ciò che Milano vuole essere, una città che le persone scelgono, per vivere o per visitarla. La città dell’inclusione, dove tutti possono sentirsi a casa. Baci Perugina oggi ci aiuta ad urlarlo al mondo”.

Quest’anno, Baci Perugina ha voluto sostenere la Fondazione L’Albero della Vita, che ha lanciato la raccolta fondi "Sotto una buona stella. Accendiamo un futuro di emozioni", per contrastare la povertà educativa dei bambini in condizioni di disagio e difficoltà e che hanno bisogno di una “buona stella” che li guidi.

Grazie a questa raccolta fondi, infatti, la Fondazione sarà in grado di assicurare percorsi educativi di potenziamento didattico, alfabetizzazione digitale, educazione STEM e corsi di lingua a tutti i bambini in condizione di povertà assoluta in Italia, dando loro accesso a possibilità di apprendimento da cui solitamente vengono esclusi.

“Vogliamo dare un messaggio di speranza e impegno per un Natale speciale, soprattutto per i bambini, che sono il cuore pulsante del nostro futuro - ha dichiarato Florence Audoyer-Missakian, Managing Director Confectionery di Nestlé - In questo periodo magico dell'anno, Baci Perugina ha deciso di andare oltre il semplice scambio di auguri, di regali e creare un impatto significativo nella vita dei più piccoli, offrendo il meglio per il loro percorso futuro”.

“È molto importante per noi essere qui stasera con Baci Perugina - ha affermato Chiara Paratico, responsabile Corporate Partnership di Fondazione L'Albero della Vita, a margine dell’accensione dell’installazione - Sotto un albero così bello, che porta luce, è altrettanto importante puntare i riflettori sulla difficoltà che vivono alcune famiglie, nella nostra città e in tante altre città d’Italia. Tutti i bambini devono avere la possibilità di avere opportunità educative significative. Con la campagna "Sotto una buona stella. Accendiamo un futuro di emozioni" chiediamo a tutti quanti di non dimenticarci di dare futuro, sogni e possibilità ai bambini e alle famiglie che non li hanno”.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cronaca

Scontri Pisa, Elisabetta Canalis: “Polizia? Rischia...

Published

on

Il commento della showgirl alle affermazioni della consigliera toscana M5S Noferi, che aveva parlato di "sputi forse anche meritati" contro gli agenti

Elisabetta Canalis - Fotogramma /Ipa

"Se non ci fosse la polizia non potremmo neanche più uscire di casa". Anche Elisabetta Canalis interviene sugli scontri di Pisa e si schiera dalla parte delle forze dell'ordine. Le parole della showgirl arrivano in un commento su Instagram alle affermazioni della consigliera regionale toscana Silvia Noferi del Movimento Cinquestelle, che aveva parlato di sputi alla polizia "forse anche meritati, perché c'è una bella differenza fra uno sputo e una manganellata".

"Ci sono uomini e donne che rischiano la vita per noi tutti i giorni con uno stipendio non certo proporzionato ai rischi che corrono. Ce lo dimentichiamo spesso...", il commento di Canalis alle parole della consigliera toscana finita nella bufera.

Continue Reading

Cronaca

Meteo, torna il gelo sull’Italia? Le previsioni per...

Published

on

Una massa d'aria gelida tra Penisola Scandinava e Russia minaccia l'Europa, con possibili conseguenze anche per l'Italia

Meteo, torna il gelo sull'Italia? Le previsioni - Fotogramma

Dopo l'ondata di maltempo con tanta pioggia e neve, potrebbe tornare il gelo sull'Italia? Sì, almeno stando alle previsioni meteo degli esperti per la prossima settimana quando, nei primi giorni di marzo, una massa d'aria fredda potrebbe spostarsi dalla Penisola Scandinava e dalla Russia minacciando il cuore dell'Europa e, di conseguenza, anche il nostro Paese.

Dal ciclone al gelo, l previsioni degli esperti

Secondo gli esperti de ILMeteo.it, un insidioso ciclone in discesa dal Nord Atlantico condizionerà il tempo nel corso del prossimo weekend con effetti che si protrarranno fino all'inizio della settimana.

Tra lunedì 4 e martedì 5 Marzo sono attese infatti tante precipitazioni, soprattutto al Nord Est e al Centro-Sud, con nevicate sugli Appennini oltre i 1400/1500 metri di quota. Tra il pomeriggio di martedì e la successiva notte un nuovo impulso instabile porterà la neve sulle Alpi occidentali, con fiocchi fin verso gli 800 metri su Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia; ancora piogge, invece, sulle pianure. Poi il maltempo si estenderà rapidamente al Centro-Sud dove ci saranno ulteriori occasioni per rovesci, anche sotto forma temporalesca, con locali grandinate.

Ma veniamo alla novità prevista per la seconda parte della settimana. I principali Centri di Calcolo stanno iniziando a fiutare un radicale cambio di circolazione a livello emisferico. Infatti, una massa d'aria gelida, attualmente localizzata tra la Penisola Scandinava e la Russia, potrebbe riversarsi fin nel cuore del Vecchio Continente. In concreto, ciò significherebbe un'ondata di freddo tardiva da giovedì 7 Marzo in rotta verso l'Europa centrale e meridionale, con conseguenze anche per l'Italia (temperature sotto la media climatica di riferimento).

Attenzione perché questo tipo di dinamiche atmosferiche potrebbe riportare all'improvviso l'Inverno, quello vero, capace di far nevicare a bassissima quota, se non addirittura in pianura.

Trattandosi di una proiezione sul lungo periodo ricordiamo sempre che non è possibile scendere nei dettagli e capire esattamente dove si formeranno i minimi depressionari e quindi le precipitazioni.

Detto questo, sembra profilarsi un periodo molto movimentato, con il Generale Inverno pronto a giocare le sue ultime carte prima di cedere definitivamente il passo alla Primavera.

Continue Reading

Cronaca

Strage Erba, l’udienza tra protagonisti e assenti:...

Published

on

Oggi a Brescia l'udienza di revisione davanti ai giudici della seconda corte d'Appello

Azouz Marzouk - Fotogramma

L'ultima immagine insieme di Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati in via definitiva per la strage di Erba (Como) è dietro le sbarre un po’ stinte di una gabbia di un’aula di giustizia. Quell'amore "quadrupede" sembra resistere - nonostante siano passati quasi 18 anni da quell’11 dicembre 2006 - e ora è pronto a condividere la speranza di vedersi riconosciuta un’innocenza già sfuggita in tre gradi di giustizia. E' un percorso in salita, ma il sì all'udienza per la revisione davanti alla seconda sezione della corte d'Appello di Brescia è linfa vitale per l'ex netturbino di 62 anni che dietro le sbarre di Opera ha scoperto l'amore per l'orto e per Rosa, 60 anni, che da gennaio esce ogni giorno dal carcere di Bollate per raggiungere il suo posto di lavoro in una cooperativa poco distante.

Rosa, Olindo e Azouz in aula. Ma molti protagonisti non ci saranno

Saranno uno accanto all'altro, lontano dai giornalisti (non ammessi in aula), e anche da chi dal giorno del massacro nella corte di via Diaz vive una pena che non conosce sconti. Oggi, tra quei banchi, mancheranno tanti protagonisti di una storia che continua a dividere l’opinione pubblica. Non ci sarà chi, tra i primi, ha creduto alla loro innocenza: l'avvocato Enzo Pacia scomparso nel 2009. Non ci sarà Carlo Castagna, il papà di Raffaella, il marito di Paola Galli e nonno del piccolo Youssef, morto nel maggio del 2006. Uomo di chiesa fu capace di perdonare gli assassini ancor prima che avessero un nome e donò la casa dell'orrore alla Caritas trasformandola così un tetto per famiglie bisognose.

Non ci saranno i suoi figli, Pietro e Giuseppe (Beppe) che negli anni hanno subito attacchi neanche velati e un profondo odio social che ha portato, anche solo pochi giorni fa, a sentenze di condanna per i 'leoni da tastiera'. Da sempre parti civili chiedono rispetto: "Abbiamo assistito ad ogni grado processuale e ci siamo convinti della colpevolezza dei coniugi Romano". Rappresentati dai legali Massimo Campa e Daniela non verranno in aula, restando lontani dal circo mediatico.

E resteranno un passo indietro anche Elena e Andrea Frigerio, i figli del 'supertestimone' Mario e di Valeria Cherubini entrambi comunque vittime di quella sera. "La nostra speranza è, soprattutto, che venga messa la parola fine a tutto questo clamore, a questo accanimento e che finalmente i nostri cari possano riposare in pace e con il rispetto che meritano" le parole affidate ieri all'Adnkronos tramite il loro avvocato Adamo De Rinaldis. "Confidiamo, come sempre, nella giustizia, come è sempre stato in tutti questi anni. Anni difficili, pesanti, in cui - confessano i fratelli che resteranno lontano dai riflettori - non abbiamo avuto modo di far rimarginare le ferite. Anni in cui, però, abbiamo sempre confidato nella verità, quella processuale, quella delle aule di tribunale, quella che ha portato alle sentenze nei tre gradi di giudizio".

Ci sarà un posto vuoto per il loro papà, morto di malattia nel settembre del 2016, e per l'avvocato Manuel Gabrielli che lo ha assistito anche in ospedale dove Frigerio pronunciò il nome di Olindo. L’uomo che si salvò solo per una malformazione alla carotide ha fatto in tempo ad assistere alla condanna definitiva e ora la difesa, nuovamente, prova a mettere in dubbio la genuinità del suo racconto. Difficile capire se la corte potrà accogliere i dubbi di chi assiste gli imputati, piuttosto certo che non ci riuscirà con chi ha assistito dal vivo alla sua deposizione.

Tra i banchi siederà, invece, Azouz Marzouk, l'unica parte civile che non crede alla sentenza. L’uomo che nella strage ha perso la moglie e il figlio Youssef di soli due anni ha fin dal primo grado messo in dubbio la colpevolezza dei coniugi Romano e anche adesso è pronto a ignorare quanto decretato, in modo univoco, da diversi giudici. Dopo la teoria innocentista già espressa in primo grado anche adesso, con accanto l'avvocato Solange Marchignoli, tiene fede alla sua convinzione e si schiera al fianco di chi, secondo tre sentenze, gli ha sterminato la famiglia.

Continue Reading

Ultime notizie

Cronaca2 ore ago

Scontri Pisa, Elisabetta Canalis: “Polizia? Rischia...

Il commento della showgirl alle affermazioni della consigliera toscana M5S Noferi, che aveva parlato di "sputi forse anche meritati" contro...

Cronaca2 ore ago

Meteo, torna il gelo sull’Italia? Le previsioni per...

Una massa d'aria gelida tra Penisola Scandinava e Russia minaccia l'Europa, con possibili conseguenze anche per l'Italia Dopo l'ondata di...

Cronaca2 ore ago

Strage Erba, l’udienza tra protagonisti e assenti:...

Oggi a Brescia l'udienza di revisione davanti ai giudici della seconda corte d'Appello L'ultima immagine insieme di Olindo Romano e...

Cronaca2 ore ago

Strage di Erba, le tappe: il massacro, l’ergastolo di...

L'11 dicembre 2006 la mattanza nell'appartamento di via Diaz 25 E' l'11 dicembre 2006 quando i vigili del fuoco entrano,...

Cronaca2 ore ago

Strage Erba, le tre prove della discordia al centro...

I tre punti chiave che saranno dibattuti oggi in Aula dalla procura e dalla difesa di Rosa Bazzi e Olindo...

Esteri3 ore ago

Iran oggi al voto tra stanchezza politica e crisi economica

Paese alle urne per il rinnovo del Parlamento e dell'Assemblea degli Esperti, vincitori annunciati gli ultraconservatori Sullo sfondo di due...

Ultima ora3 ore ago

Strage Erba, a Brescia l’udienza sulla revisione:...

Presente solo Azouz Marzouk fra i familiari delle quattro vittime del massacro dell'11 dicembre del 2006 La strage di Erba...

Esteri3 ore ago

Navalny, oggi a Mosca i funerali: cimitero sotto stretta...

L'ultimo addio a due settimane dalla morte nella colonia penale di Kharp in cui era detenuto. Cerimonia aperta al pubblico...

Ultima ora9 ore ago

Maltempo sull’Italia, in Veneto ancora allerta rossa...

Nella regione, più a rischio la zona del bacino del Basso Brenta - Bacchiglione. Allerta arancione in Emilia Romagna Il...

Spettacolo9 ore ago

MasterChef Italia 13, Eleonora Riso trionfa in finale

La concorrente di 27 anni, cameriera a Firenze, vince nella stagione 2023-2024 Eleonora Riso è la vincitrice di MasterChef Italia...

Esteri10 ore ago

Bangladesh, incendio in un palazzo di sette piani a Dacca:...

L'edificio ospita numerosi ristoranti e negozi di abbigliamento Sono almeno 44 persone le persone rimaste uccise in un incendio a...

Cronaca11 ore ago

Pesaro, muore sbranata dal suo cane in giardino

La donna aveva 80 anni. Il sindaco di Mercatino Conca: "Certi animali sono armi" Una donna di 80 anni è...

Cronaca11 ore ago

Roma, rapina choc: rompe finestrino auto con pistola e le...

L'uomo si è allontanato a piedi facendo perdere le proprie tracce Rapina choc, questa sera, in zona Flaminio. Una 62enne,...

Esteri11 ore ago

Biden frena su auto elettriche: “Cina potrebbe usarle...

"Sono veicoli connessi come se fossero smartphone con le ruote" I cinesi potrebbero spiare l'Occidente con le auto elettriche. Joe...

Esteri12 ore ago

Gaza, strage di civili in coda per cibo. Pressing su...

Oltre 100 morti tra la folla in attesa degli aiuti, le forze armate israeliane respingono le accuse: "Un incidente. Civili...

Cronaca12 ore ago

SuperEnalotto, numeri combinazione vincente oggi 29 febbraio

Nessun 6 né 5+1 e jackpot sale a 68,2 milioni Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi 29...

Spettacolo13 ore ago

Paolo Taviani, il ricordo di Pupi Avati: “Era ancora...

"Ci telefonavamo e ci confidavamo, ha subito molte ingiustizie ed emarginazioni nel suo lavoro" "Io avevo una consuetudine telefonica con...

Cronaca13 ore ago

Strage di Erba, Olindo: “Tarfusser ci ha ridato...

Alla vigilia dell'udienza del processo di revisione a Brescia si rivolge ai fratelli Castagna: "Non nascondano la testa sotto la...

Spettacolo13 ore ago

E’ morto Paolo Taviani, il regista aveva 92 anni

Con il fratello Vittorio ha formato la coppia più celebre del cinema italiano del secondo Dopoguerra. Il ministro della Cultura...

Cronaca14 ore ago

Premio Mario Sarzanini, tra premiati Antonietta Ferrante...

Assegnati gli otto riconoscimenti del premio dedicato allo specialista della cronaca giudiziaria italiana scomparso tre anni fa Il regista Marco...