Connect with us

Cultura

Premio Franco Cuomo Award alla carriera a Pupi Avati

Published

on

Per il teatro riconoscimenti anche Paola Gassman e a Massimo De Rossi. Il Premio speciale va all'attrice Gaia Riposati. La cerimonia di premiazione si terrà il 4 dicembre nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma

Il regista Pupi Avati

Un doppio Premio alla Carriera per il Cinema e la Narrativa va a Pupi Avati per il Franco Cuomo International Award che si tiene il 4 dicembre nella Sala Zuccari, nel Palazzo Giustiniani a Roma: il riconoscimento va al grande regista italiano, autore di tanti capolavori per il grande schermo, che non hanno mai mancato di sorprendere il pubblico e regalare emozioni. Ma anche a un maestro della narrativa: i suoi romanzi spesso sono l’altra faccia della medaglia dei suoi film, si compenetrano, talora l’uno anticipando l’altro ma anche viceversa.

Per il teatro i riconoscimenti del Premio Franco Cuomo vanno a Paola Gassman, figlia d’arte, che ha iniziato la sua carriera con Luca Ronconi nell’Orlando furioso e ha creato sodalizio artistico e privato con un altro importante attore Ugo Pagliai e Massimo De Rossi attore e regista, formatosi alla Scuola del Piccolo di Milano, che ha lavorato con i grandi del teatro tra cui Luca Ronconi a Giorgio Strehler, e lo stesso Franco Cuomo in 'Una notte di Casanova' e il 'Nerone'. Il Premio speciale per lo spettacolo va a Gaia Riposati per la capacità di intrecciare diversi linguaggi dell’arte tra teatro, musica, arte e letteratura, nonché le nuove tecnologie. Per la sezione Arte i premi quest’anno vanno allo scultore Paolo Borghi e al pittore Marco Rossati.

Riconoscimenti sono stati anche attribuiti ad altri importanti intellettuali, che rappresentano l’eccellenza nei settori della Saggistica, del Giornalismo e della buona politica: Stefania Palma, corrispondente da Washington del Financial Times, Valerio Nicolosi giornalista premiato dall’ European Centre for Peace and Development – Università della Pace per il suo impegno nel narrare il dramma odierno delle migrazioni, Antonio Varsori tra i maggiori storici dell’Integrazione europea, il rettore dell’Università Roma tre Massimiliano Fiorucci per i suoi studi sulla sua pedagogia sociale e interculturale, il sindaco del comune Belgioioso Fabio Zucca, per la buona politica e la buona amministrazione.

I Premi speciali, selezionati insieme all’Associazione per il Meglio della Puglia, andranno a Giovanni Lo Storto, direttore generale della Luiss Guido Carli di Roma, per l’impegno nel “connettere” il capitale sociale del Sud, a Luigi Cantamessa, dal 2013 direttore generale Fondazione FS, per aver valorizzato l'enorme patrimonio delle Ferrovie dello Stato trasformandolo in una straordinaria opportunità, al Comune di Deliceto, provincia di Foggia, per la Sostenibilità, alla Consulta provinciale per la legalità di Foggia, per il sostegno alle iniziative di contrasto alla criminalità organizzata, a Luciano Toriello produttore e regista per le tematiche umanitarie, legate ai cambiamenti sociali e culturali, che affronta nei suoi documentari. Infine il Premio alla Memoria quest’anno va a Padre Arcangelo Maira, per il suo impegno per i rifugiati e ai più fragili del pianeta da Colonia, in Germania, passando per l’Africa fino alle campagne del foggiano.

Sono tutti questi i vincitori della IX Edizione del Franco Cuomo International Award, il premio intitolato allo scrittore, giornalista e drammaturgo scomparso nel 2007, e presieduto da Velia Iacovino e Alberto Cuomo. Un riconoscimento che si propone di valorizzare nuove forme di espressione culturale, sociale e umana nel segno dell'opera di Cuomo, intellettuale sensibile e raffinato che sapeva analizzare l’agire umano e il mondo da molteplici punti di vista e che ha raccontato il suo tempo, attraverso la cronaca, la storia, i suoi romanzi e le sue pièce teatrali.

Il premio si avvale di una prestigiosa Giuria di respiro internazionale, guidata dall'ispanista e critico d’arte Otello Lottini, e di cui fanno parte Grazia Francescato, politica e ambientalista, Emilia Costantini, giornalista del Corriere della Sera, critica teatrale e scrittrice, Paolo Acanfora, docente di Storia contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, Samir Al Qaryouti, giornalista, decano della stampa estera, opinionista di France24; Piero Gambale, funzionario parlamentare.

La cerimonia si terrà lunedì 4 dicembre 2023 alle ore 15.30 nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani a Roma (Via della Dogana Vecchia, 29). Introdurrà il professor Fabio Zucca, che terrà una relazione sul tema 'Stati Uniti d’Europa. Una risposta alla crisi globale?'. Presenterà la manifestazione il giornalista e conduttore di Rai Tre Giampiero Marrazzo. La manifestazione ha ottenuto anche in questa edizione il patrocinio del Senato, dell’Ecpd, dell’Università della Pace, della Regione Puglia, della Rete dei Comuni sostenibili, del Teatro Pubblico Pugliese e della Città di San Severo.

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Cultura

Foibe, Sangiuliano: “Treno del Ricordo per tenere...

Published

on

Foibe, Sangiuliano:

Il viaggio di questo treno è un bellissimo progetto che sta unendo l’Italia nel nome del ricordo. Il Ministero della Cultura ha collaborato a un’iniziativa che ci rende molto orgogliosi e di cui ringraziamo la Struttura di missione Anniversari nazionali guidata dal Ministro Andrea Abodi, le Ferrovie dello Stato, la Fondazione FS e tutte le realtà istituzionali che hanno permesso la realizzazione, che restituisce finalmente la dovuta visibilità alla tragedia delle foibe che, per decenni, è stata una pagina di storia strappata, un buco nero nella memoria, circondato da ambiguità e omissioni, che solo negli ultimi tempi è stato faticosamente colmato. Anche la manifestazione di oggi a Napoli testimonia come finalmente venga restituita la giusta dignità e memoria alla tragedia e all'esodo giuliano-dalmata”. Lo ha dichiarato il Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano oggi alla Stazione Centrale di Napoli nella penultima tappa del Treno del Ricordo, partito lo scorso 10 febbraio da Trieste in occasione del ventennale dell'istituzione del Giorno del Ricordo in memoria delle vittime delle foibe. Il Ministro Sangiuliano è a Napoli, dopo aver partecipato insieme al Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, alla partenza del Treno a Trieste.

La cultura – ha continuato Sangiuliano - come questo treno dimostra, però può fare molto per dare ricordo e giustizia. Il 10 febbraio abbiamo deciso di dare un messaggio di unità nazionale, illuminando con il tricolore tre luoghi simbolo: la pinacoteca di Brera a Milano, il Colosseo a Roma e Capodimonte qui a Napoli. Non una scelta casuale. A Napoli ci fu un’esperienza di accoglienza diversa da quelle pagine vergognose che ci umiliano. Mentre a Bologna, ad esempio, contestatori ideologizzati del partito comunista impedirono, addirittura versando sulle rotaie il latte destinato ai bambini, agli esuli di rifocillarsi, a Napoli, proprio nei giardini del Parco di Capodimonte, i nostri fratelli provenienti da Istria, Fiume e Dalmazia furono accolti con umanità”.

Accogliamo quindi oggi di nuovo a Napoli un treno che porta con sé la memoria delle sofferenze e delle umiliazioni patite dagli italiani giuliano-dalmati a causa della violenza comunista titina. Napoli seppe accogliere e oggi, come ieri, sa ricordare i nostri fratelli d’Istria, Fiume e Dalmazia. Italiani due volte: una per Nascita e una per scelta. A cui dobbiamo la nostra gratitudine e il nostro, condiviso, ricordo”.

“La riconciliazione avrà presto un luogo a Roma che racconterà questa tragedia nazionale, fatta di storie, personaggi, vicende collettive e individuali. Il Disegno di Legge per l’istituzione di un grande Museo Nazionale del Ricordo, vicino piazza del Popolo, che vede come primo firmatario il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, infatti è già stato approvato e contiamo di aprirlo al pubblico in pochi anni. È un atto di giustizia troppo a lungo atteso”, ha concluso il Ministro.

Il progetto del Treno del Ricordo nasce da una risoluzione della Commissione Cultura della Camera dei deputati votata all’unanimità ed è realizzato dalla Struttura di missione per gli anniversari nazionali ed eventi sportivi nazionali e internazionali della Presidenza del Consiglio, da Ferrovie dello Stato e Fondazione FS Italiane, in collaborazione con il Ministero della Cultura, il Ministero dell’Istruzione e del Merito, il Ministero della Difesa, Rai Teche, Rai Cultura, Rai Storia, Archivio Luce e Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata.

Il Treno del Ricordo è un treno storico, messo a disposizione da Fondazione FS Italiane e appositamente allestito con una mostra multimediale e l'esposizione degli oggetti originali degli esuli. Il Treno del Ricordo concluderà il suo viaggio il 27 febbraio nella stazione di Taranto.

Continue Reading

Cultura

Foibe, l’annuncio di Sangiuliano: “Museo del...

Published

on

Il ministro: "Individuato il palazzo". Poi rivendica: "Migliorato enormemente il sistema museale italiano, l'autonomia dà i suoi frutti"

Gennaro Sangiuliano - Fotogramma

Per il museo del ricordo, "che vorremmo fare a Roma, abbiamo già individuato l'edificio e si trova nella zona di Piazza del Popolo". Ad annunciarlo è Gennaro Sangiuliano, ministro della Cultura, in occasione della rassegna 'Forum in Masseria' condotto da Bruno Vespa. Il museo del Ricordo, insieme a quello della Shoah "passato con legge", "sono due musei che poi mi sono particolarmente a cuore", afferma il ministro.

"Musei migliorati, autonomia dà buoni frutti"

Quindi Sangiuliano rivendica gli enormi passi avanti fatti dai musei italiani. "Ho portato da 40 a 60 i musei autonomi perché credo allo strumento dell'autonomia. L'autonomia che si costruirà da un punto di vista normativo noi l'abbiamo già fatta e ha dato dei buoni risultati". E "grazie all'autonomia, i musei del sud Italia hanno ribaltato lo schema: oggi il Man, il Museo archeologico nazionale di Napoli, Capodimonte, il Parco di Pompei ma anche il Museo di Reggio Calabria sono dei gioielli di efficienza, di pulizia e organizzazione".

Questo perché, aggiunge il ministro, "l'autonomia significa più risorse, una managerialità nella gestione e la capacità di spendere immediatamente le risorse economiche". Ogni museo, afferma Sangiuliano, "ricorda noi da dove veniamo e chi siamo, ma sono anche una straordinaria occasione di rappresentazione della nazione italiana e di sviluppo. Noi siamo un unicum, abbiamo cose che altri non hanno e che sono risultati di questa storia millenaria".

"Sono enormemente migliorati e non solo per merito mio. Anche il mio predecessore ha fatto cose interessanti", riconosce. Passi avanti che, sottolinea il ministro, "ci riconosce la comunità internazionale degli esperti: ho incontrato la direttrice del Louvre, con la quale ho un piccolo contenzioso perché ci devono restituire sette vasi che sono stati trafugati e anche lei ha detto pubblicamente che i musei italiani hanno fatto passi enormi".

"Palazzo Citterio sarà una Brera 2"

Alla Pinacoteca di Brera "ci sono stato ben otto volte, ho trovato un direttore finalmente bravo e noi il 7 dicembre apriremo Palazzo Citterio che sarà un'operazione straordinaria perché noi avremo una Brera numero due", annuncia il ministro.

"40 milioni per Capodimonte"

"In questo momento a Capodimonte c'è un investimento di 40 milioni di euro. Sono iniziati i lavori ed io sono andato sul cantiere per vedere che tutto fosse fatto in regola", afferma Sangiuliano. Grazie a questi nuovi interventi, spiega il ministro, "il 90% dell'energia di Capodimonte sarà dato dagli impianti fotovoltaici". Inoltre, "verrà ripristinata la vecchia terrazza di Capodimonte che era stata dismessa e stiamo ripristinando quel palazzetto che è di fronte alla reggia di Capodimonte dove metteremo l'arte contemporanea".

Continue Reading

Cultura

Sarà un’Italia corale protagonista alla Fiera di...

Published

on

Alla kermesse saranno presenti un centinaio di autori per 150 eventi, annuncia il Commissario Mauro Mazza

Sarà un'Italia corale protagonista alla Fiera di Francoforte

Alla 76/a edizione della Fiera del Libro di Francoforte nel prossimo ottobre "porteremo un'Italia corale, plurale e ricca. Sarà una grande opportunità per la nostra cultura in generale che si prepara a dare prova di capacità di confronto e di dialogo, puntando sulla ricchezza delle idee". Lo ha detto Mauro Mazza, Commissario straordinario del governo per il coordinamento delle attività connesse alla partecipazione dell'Italia, quale Paese d'onore, alla Buchmesse 2024. Intervenendo questa mattina alla Stazione Leopolda di Firenze all'apertura di Testo, la terza edizione del salone dell'editoria promosso da Pitti Immagine, Mazza ha precisato che saranno presenti alla kermesse tedesca dedicata all'editoria internazionale un centinaio di autori italiani che prenderanno parte a 150 eventi.

L'ultima volta che l'Italia è stata ospite d'onore è stato nel 1988 e 36 anni dopo, ha sottolineato Mazza, "Francoforte si aspetta molto da noi e noi ci aspettiamo molto da Francoforte: si annuncia una bella e importante avventura, con un mondo dell'editoria italiano vivo e vitale che va incontro al futuro con entusiasmo, per dare un'immagine di forza e sostanza al mondo del libro italiano anche per la conquista di nuovi spazi all'estero, a partire dal mercato di lingua tedesca".

La giornata inaugurale è fissata per il 15 ottobre quando l'Italia sarà protagonista di un grande evento che vedrà la partecipazione di tre autori: il fisico Carlo Rovelli, la scrittrice Susanna Tamaro e il filosofo Stefano Zecchi. Con loro sul palco anche la pianista e cantante Frida Bollani Mogani. Alla presenza, tra gli altri, del commissario Mauro Mazza e del ministro della Cultura, Gennaro Sanguliano, avverrà l'inaugurazione del Padiglione Italia ideato dall'architetto Stefano Boeri come una "Piazza Eterna".

"Nessuno vuole convincere né tantomeno convertire nessuno. Ma vorremmo conoscerci e farci conoscere meglio, incontrarci, dialogare come mai finora è stato possibile, senza censure né cesure", ha dichiarato il Commissario Mazza a proposito della 'filosofia' che sosterrà la partecipazione italiana. Per Mazza, "il dialogo darà buoni frutti se sarà accompagnato anche da incontri personali tra scrittori e lettori".

Durante il convegno a Testo è stato svelato per la prima volta al pubblico il manifesto, firmato da Lorenzo Mattotti, che accompagnerà l'Italia come ospite d'onore: raffigura "una giovane lettrice che, accomodata su un fiore, una calla, legge il suo libro e guarda il mondo, già matura e pronta a confrontarsi con il prossimo e insieme provare a fare un mondo migliore", ha spiegato Mazza.

Il Commissario straordinario ha ricordato che il programma completo della partecipazione italiana alla prossima Buchmesse verrà reso pubblico in una conferenza stampa prevista per fine maggio a Francoforte, così come da accordi presi con i vertici della stessa Fiera. Un aspetto sottolineato anche da Innocenzo Cipolletta, presidente dell'Associazione Italiana Editori, che ha puntualizzato: "non possiamo ancora rivelare i nomi degli autori italiani presenti a ottobre alla Buchmesse, ma il livello di coinvolgimento degli editori da noi sollecitati è stato particolarmente elevato, ciò garantisce una presenza a Francoforte di autori e personalità". Cipolletta, inoltre, ha tenuto a rimarcare "la proficua collaborazione che il Commissario straordinario del governo Mauro Mazza ha instaurato con noi e con le case editrici" definendola "la chiave per la buona riuscita degli eventi di Italia ospite d'onore 2024 Fiera del Libro di Francoforte".

I prossimi appuntamenti nel cammino di avvicinamento del Paese ospite d'onore 2024 alla 76/a edizione della Buchmesse, sia in Italia che in Germania, si svolgeranno nell'ambito delle iniziative che prendono il nome di "Destinazione Francoforte". Da oggi il viaggio tricolore verso la Fiera del Libro più importante d'Europa verrà accompagnato dal manifesto di Mattotti, capace di esprimere visivamente il concetto di "Radici nel futuro" scelto come titolo della storica partecipazione.

Al convegno alla Stazione Leopolda, coordinato da Laura Pugno, sono intervenuti anche Annalena Benini, direttrice del Salone Internazionale del Libro di Torino, Adriano Monti Buzzetti, presidente del Centro per il Libro e la Lettura, e Alessandro De Pedys, direttore generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri. Juergen Boos, presidente e Ceo della Buchmesse, ha inviato un video con un messaggio di saluto a relatori e partecipanti.

Annalena Benini ha ricordato, tra l'altro, come il Salone del Libro "per sua vocazione è storicamente attento ai giovani, quindi i piccoli lettori che poi crescono. Nel 2023 c'è stata una crescita significativa del pubblico under 36. Bisogna far tesoro di questo dato e quindi andare incontro ai giovani con degli scenari letterari ed editoriali che suscitino i loro interessi". Innocenzo Cipolletta ha sottolineato che "con la pandemia si è riscoperto il piacere della lettura: ogni anno in Italia si vendono circa 100 milioni di libri, sembra un numero altissimo ma in realtà sono due libri a testa per ogni italiano se vogliamo tentare una media, quindi c'è tanto spazio ancora per espandere il mercato". Adriano Monti Buzzetti ha ricordato "il sostegno concreto alle vetrine dell'editoria che sono le fiere, a partire dal Salone del Libro di Torino, per il quale non è previsto solo un supporto economico ma anche un contributo al programma"; gli "interventi concreti per la piccola e media editoria che fa più fatica a essere presente nelle fiere", oltre a rafforzare le traduzioni di opere italiane all'estero.

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri1 ora ago

Scava una buca in spiaggia, bambina muore travolta dalla...

La tragedia in Florida Una bambina di 7 anni scava una buca in spiaggia, viene travolta dalla sabbia e muore....

Politica1 ora ago

Cortei Pisa e Firenze, Salvini: “Giù le mani da forze...

Boccia: "Dalla Lega atteggiamento al limite dell'irresponsabilità". Bonelli: "Meloni in silenzio, destra non raccoglie appello del Quirinale". Piantedosi: "Valuteremo eventuali...

Economia2 ore ago

Transizione ecologica, entro 2050 in Ue serviranno 60...

In Italia entro il 2027 ne serviranno 2,4 milioni Secondo le cifre diffuse dalla Commissione europea entro il 2050 serviranno...

Politica2 ore ago

Scontri Pisa, Piantedosi: “Nessun cambiamento su...

Il ministro riferirà in Parlamento "Sull'ordine pubblico non ci sono stati cambiamenti, se ci sono stati eccessi li valuteremo". Lo...

Sport2 ore ago

Juventus-Frosinone 3-2, gol di Rugani allo scadere e...

I bianconeri si impongono con una rete del difensore al 95' La Juventus batte 3-2 il Frosinone nel match in...

Lavoro3 ore ago

Vino: Suavia, con ‘I luoghi’ il racconto di una...

Le sorelle Tessari alla guida dell'azienda del Soava Classico, leader nella produzione di bianchi Si chiama 'I luoghi' la nuova...

Cultura3 ore ago

Foibe, Sangiuliano: “Treno del Ricordo per tenere...

“Il viaggio di questo treno è un bellissimo progetto che sta unendo l’Italia nel nome del ricordo. Il Ministero della...

Cronaca4 ore ago

Ucraina, al Colosseo spunta striscione di Militia Christi:...

Il movimento politico cattolico rivendica il gesto su Facebook: "Causa del conflitto il massacro infame in corso da 10 anni...

Ultima ora4 ore ago

Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno della...

"Ho pensato a qualcosa che non facesse dimenticare quella strage" "Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi...

Cronaca4 ore ago

Strage Cutro, Gerardo Sacco crea un crocifisso con il legno...

"Ho creato questa opera con il desiderio che nessuno dimentichi quello che è successo un anno fa a Cutro, una...

Politica4 ore ago

Giorgio Armani: “Meloni donna con elementi...

L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma...

Ultima ora4 ore ago

Etiopia, 4 sacerdoti ortodossi rapiti e uccisi dai ribelli...

Gli omicidi dopo un attacco al monastero di Zequala avvenuto il 22 febbraio scorso Quattro sacerdoti ortodossi sono stati uccisi...

Spettacolo5 ore ago

Chiara Ferragni, l’entourage dell’influencer:...

La smentita all'Adnkronos dopo che erano circolate voci su una possibile relazione tra i due come causa della crisi con...

Cronaca5 ore ago

Strage Cutro, sorella vittima: “Mio fratello sognava...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Ultima ora5 ore ago

Cutro, la sorella di una vittima: “Sajad sognava di...

Il racconto a un anno dalla strage Zahra Barati guarda con gli occhi tristi la fila di 94 alberi piantati...

Politica5 ore ago

Europee 2024, Salvini punta ancora su Vannacci: “Lo...

E sulle cariche della polizia a Pisa dice: "Giù le mani dalla forze dell'ordine" Matteo Salvini riconferma la sua fiducia...

Cronaca6 ore ago

Strage Cutro, inaugurato il ‘Giardino di Alì’

Il prefetto di Crotone: "Questa terra è accogliente" "So cosa significa ricordare. Ero all’Aquila, quando c'è stato il terremoto. Ricordare...

Esteri6 ore ago

Ucraina, Russia attacca con nuova ondata di droni

Le forze di Mosca colpiscono la regione di Zaporizhzhia. Kiev: "Uccisi 810 soldati russi" L'Ucraina si difende dalla nuova ondata...

Esteri6 ore ago

Petrolio raffinato in India e rivenduto in Usa, le tecniche...

Petrolio raffinato in India e rivenduto agli Usa: è una delle tecniche con cui la Russia ha aggirato le sanzioni...

Spettacolo6 ore ago

‘Oppenheimer’ domina anche i Sag Award,...

Premiati anche Cillian Murphy e Robert Downey Jr 'Oppenheimer' conquista anche i Sag Award continuando a dominare la stagione dei...