Connect with us

Immediapress

An interview with Ricardo Quintas, founder and CEO of...

Published

on

An interview with Ricardo Quintas, founder and CEO of Adamastor

"We're putting Adamastor at the cutting edge of automotive technology."

PORTO, Portugal, Nov. 30, 2023 /PRNewswire/ --Ricardo Quintas is one of the founders of Adamastor and is currently CEO of the Portuguese supercar brand based in Porto. A brand that, starting from a blank sheet of paper and betting on a team that combines experience with young talents, as well as technology and tools developed in-house with cutting-edge digital solutions, aims to design, develop and sell a high-performance supercar scheduled to hit the market as early as 2025.

There will be undoubtedly many more questions to ask and it's no less certain that the man who gave birth to Adamastor will have much more to tell about this dream that is now materialising. However, as a result of just over a dozen questions, Ricardo Quintas reveals the threads that sew together the present and future of a supercar manufacturer that represents not only, but above all, a lot of passion.

How was Adamastor born and how has it evolved so far?

Adamastor was founded in 2015 following an initial objective of fostering partnerships between the academic and business worlds with a view to developing new technologies with a totally Portuguese signature. Under this project, the research carried out by the universities would be subsidised by the companies. The Adamastor is the final product of this idea, bringing together two inseparables but sometimes somewhat distant fields. The development of a car was the path chosen for this purpose.

How was the Adamastor team formed? How many members does it currently have?

The team was initially formed by the partners. Me and Nuno Faria. We were later joined by Frederico Ribeiro and Ricardo Ribeiro. At a later stage, we called in other engineers and mechanics from universities, or whom we already knew, to add to the company's ranks. The recruitment of new staff has always kept pace with the need to evolve and acquire new technical knowledge. Half of the team is made up of former university students and the other half is made up of specialised technicians with extensive experience in the market. We have also established partnerships with INEGI and FEUP to strengthen our technical capacity and go further. The Adamastor team is currently made up of fourteen members.

Why does it make sense to launch a supercar brand and not a more generalist, high-volume brand?

A high-volume brand would require much greater investment in various areas. We would have to compete with the likes of Renault, Citroën or FIAT and it would require the construction of huge factories. And then there's the question of price. I would have to offer something cheap in order to enter the market. So, we decided to invest in a niche sector, a rare, unique, technologically advanced product, where price is not the issue, but exclusivity and performance are. With this investment we are placing Adamastor at the cutting edge of automotive technology, handcrafting cars far from large volumes. I recently visited Ferrari and learnt that they have the capacity to produce 61 cars a day. But our goal is to produce 25 cars a year and for each one to be made exclusively by one team, from start to finish. The customer will know the people who built his car and can turn to them in the event of any problems. We want to offer the customer the latest technology. In terms of aerodynamics, for example, regarding the Venturi effect and ground effect, Adamastor had already developed in 2019 technology equivalent to that currently used in Formula 1. To achieve this, we must adapt to constant changes and developments, for example in terms of the requirements of homologation legislation. We also want to be a technology supplier to the market. Our aim is to licence and sell the technology we develop ourselves or through partnerships.

In an industry where electrification is becoming increasingly mandatory, isn't this an obstacle to Adamastor's success? Is there room for an electric supercar in the brand's future?

The electrification of the car is today's solution. It may not be a solution for the future. Several operators argue that the current growth in dependence on batteries is creating a bigger problem than the one it is intended to eliminate. But Adamastor has a great advantage in being a relatively small structure, its great capacity to react. If necessary, we can quickly switch from one drivetrain system to another, because we don't develop them. Adamastor develops chassis and bodywork. The drivetrain system is sourced externally. We therefore have a great and versatile ability to adapt to market demands. As for the possibility of having an electric supercar in the future, it's important to make a distinction from an ordinary car, a vehicle to get you from A to B. A supercar is about enjoyment. A supercar is about driving pleasure. Of course, there are impressive electric cars, but they are missing something. They are missing the roar. Without that, it's just a very fast car with an aggressive look.

On a more personal note, how did your passion for cars begin? What do you keep in your garage?

My passion for cars began in 1973, when my father gave me a pedal car. I distinctly remember saying to my friends in the street where I lived: "One day I'm going to put an engine in this little car." It's taken me 50 years, but I'm fulfilling what I told them. After I got my driving licence, I always had small, cheap cars and the one I have the fondest memories of is a second-hand Volkswagen Golf. It was the best car I've ever had and the one that has remained in my heart. Over the years I've never invested much in cars, not least because I couldn't afford to as life brought me other priorities. So, I saved up so that one day I could have the car of my dreams, which I now keep in my collection and use occasionally. I currently have a fully restored 1955 Mercedes-Benz 190 SL, as well as a 2015 Porsche 911 GTS. But the real dream is to have a car built by myself, by my team, a Portuguese car.

In terms of production and from a commercial point of view, what are Adamastor's objectives in the short/medium term? How many cars do you expect to produce and deliver to customers over the next few years?

Adamastor's business plan is to deliver two road cars and another two racing cars by 2025, although Adamastor's planned installed capacity is the aforementioned 25 cars/year, which we expect to implement by 2026. This in addition to the supply of spare and replacement parts. Adamastor will always produce series limited to 60 units of its models.

Which are the main international markets where Adamastor intends to expand its presence?

Initially, due to homologation requirements, Adamastor intends to set up in the European market and the United Arab Emirates. Subsequently, the aim is obviously to expand into the United States market, South America, Oceania, and Asia.

What is Adamastor's business model? Will there be showrooms, and what about service and maintenance?

We're not going to invest in showrooms. Rather, we're going to invest in services, so that anyone who buys an Adamastor has access to a transversal and integrated service. Adamastor cars will be sold exclusively at its factory, where customers will be able to configure their supercar to their personal taste. And when maintenance or repairs are needed, Adamastor will come to the customer and not the other way round, as usual. The team will get to the vehicle and assess the possible malfunction and/or damage. If necessary, transport is offered to the Adamastor factory so that the vehicle can be restored to its original condition. In the case of a minor repair or maintenance operation, and if the conditions are suitable, the intervention can even be carried out at the customer's home.

What type of customer does Adamastor want to appeal to?

We have identified three types of customers. Firstly, the collector of unique cars, a customer who appreciates the car as a machine that, like a work of art, will eventually increase in value. Not only in terms of the financial value itself, as it is a very limited edition, but also to enhance their private collection. On the other hand, there is also the customer who loves the high performance of the unique supercar segment and who wants to enjoy a machine that is, in essence, a Formula 1 with bodywork and number plates; and there´s also the driver who occasionally wants to use their supercar on the track, for example, taking part in track days.

Which brands do you see as Adamastor's main competitors?

Our market research has clearly identified our competitors. Firstly, Aston Martin and its Valkyrie, but also brands like Pagani, Koenigsegg, Rimac, not forgetting others like Mercedes-Benz, Audi, Porsche, and Ferrari in the supercar category. We're going to offer something very similar in terms of performance, but with a 'keep it simple' approach, a truly competitive package.

What can we expect from Adamastor in terms of motorsport? How important is this aspect in the development and implementation of the brand?

Adamastor will design two models, one for the road and one for racing. This is an extremely important aspect for us, as it's a way of showing the market that we're not just another brand. Firstly, because we're a Portuguese brand, a country with little presence in the car manufacturing industry, so there's nothing better than taking our product to the track, among the so-called "sharks" to show the performance, reliability, and resilience of the Adamastor product. The motorsport programme thus makes two important contributions. On the one hand, it will show that Adamastor should be considered for the quality and performance of its cars, but on the other, it will also contribute to their development. Let's just say that being on the battlefield will force us to improve and find more effective and efficient solutions. Adamastor's showrooms will thus become the racetracks of the world's best circuits.

Photo - https://mma.prnewswire.com/media/2289790/Adamastor.jpgPhoto - https://mma.prnewswire.com/media/2289791/Adamastor_2.jpgLogo - https://mma.prnewswire.com/media/2094180/4432167/Adamastor_Logo.jpg

View original content:https://www.prnewswire.co.uk/news-releases/an-interview-with-ricardo-quintas-founder-and-ceo-of-adamastor-302002409.html

Un team di giornalisti altamente specializzati che eleva il nostro quotidiano a nuovi livelli di eccellenza, fornendo analisi penetranti e notizie d’urgenza da ogni angolo del globo. Con una vasta gamma di competenze che spaziano dalla politica internazionale all’innovazione tecnologica, il loro contributo è fondamentale per mantenere i nostri lettori informati, impegnati e sempre un passo avanti.

Immediapress

“Sicilia, le eccellenze sanitarie ci sono e la mobilità...

Published

on

Multidisciplinarietà, medici e operatori sanitari di alto livello, nuovi interventi di edilizia sanitaria e lotta alla mobiltà passiva: il Commissario dell’Arnas Civico di Palermo Walter Messina interviene all’evento su PDTA del tumore dell’endometrio.

Palermo, 1° marzo 2024 - “Lavorare in team è uno degli elementi fondamentali per dare valore aggiunto non solo nel raggiungimento dei risultati, ma soprattutto per crescere in professionalità. Il PDTA non è altro che un team multidisciplinare in cui l'apporto e le varie professionalità negli step previsti per il raggiungimento del risultato finale costituisce un elemento fondamentale”. Queste le parole di Walter Messina, Commissario A.O. Arnas Civico di Palermo che è intervenuto all’evento “PDTA nel carcinoma dell’endometrio. Attualità ed innovazioni finalizzate ad un moderno e corretto percorso diagnostico-terapeutico” di cui è responsabile scientifico il Professore Vincenzo Adamo, Coordinatore della Rete Oncologica Siciliana-Re.O.S. e Molecolar Tumor Board. Un evento organizzato da Motore Sanità con il patrocinio di Regione Siciliana, ACTO-Alleanza contro il tumore ovarico, Europa Donna Italia, OMCeO Palermo, Ospedale Cannizzaro di Catania, SIAPEC-IAP e Azienda Civico di Cristina Benfratelli.

All’Arnas Civico di Palermo la multidisciplinarietà è un imperativo e l’impegno dei professionisti attorno ai quali ruotano le migliori tecnologie a disposizione è costante per assicurare il miglior percorso di diagnosi, cura e assistenza ai pazienti. “L'Arnas Civico di Palermo è un'azienda di elevata specializzazione – ha spiegato il Commissario Walter Messina - è caratterizzata dalla presenza al suo interno di una unità operativa complessa di Ginecologia oncologica, la prima sorta nel sud Italia nel 2016 grazie all'apporto del Professore Chiantera. All’interno di questa azienda abbiamo professionisti di elevata esperienza per garantire i migliori risultati anche in questo ambito di attività sanitaria. Inoltre, siamo un centro di riferimento regionale e abbiamo approvato negli anni scorsi un progetto che prevede anche l'utilizzo della robotica, penso al Robot da Vinci, e tutta una serie di attività, anche endoscopiche per migliorare la diagnosi dei tumori ginecologici. Cercheremo di ottimizzare il percorso di cura dei pazienti e dare loro benessere e arrivare al migliore risultato”.

Sul problema della mobilità extraregionale passiva, che è stato afforntato nel corso dell’evento, il Commissario dell’Arnas Civico di Palermo ha sottolineato il ruolo importante che ha un'adeguata ed efficace comunicazione per contrastare il fenomeno. “Le attività di comunicazione vengono poste in essere nelle nostre strutture sanitarie ma molto spesso non sono a conoscenza dell'utente e laddove si trova un problema, in mancanza proprio di una informazione o di una comunicazione adeguata ed efficace, molto spesso l’utente si rivolge a strutture oltri i nostri confini regionali. La mobilità passiva si combatte con i professionisti presenti all'interno delle nostre strutture. Inoltre, dobbiamo fare anche un'adeguata campagna promozionale di comunicazione efficace di tutto quello che di buono viene fatto nelle nostre strutture e dai nostri professionisti, che non hanno nulla da invidiare ai professionisti che si trovano da un'altra parte, e proprio in questa azienda attiverò una consistente attività di comunicazione che metta in evidenza le attività di alto livello che si fanno al suo interno”.

Logistica ed edilizia sanitaria, altri temi portati all’attenzione del Commissario Walter Messina che ha annunciato che verrà completato il famoso Cemi, verrà costruito il nuovo Civico di Palermo, notevolmente modernizzato. “In ambito di organizzazione sarà compito mio, insieme al direttore amministrativo e al direttore sanitario di analizzare adeguatamente la situazione, trovare le migliori soluzioni nell'interesse non soltanto dei pazienti, ma di tutti gli operatori all'interno dell'azienda, che vivono assiduamente questo contesto di cura, ricerca e assistenza”.

Ufficio stampa Motore Sanità

comunicazione@motoresanita.it

Laura Avalle - 320 0981950

Liliana Carbone - 347 2642114

www.motoresanita.it

Continue Reading

Immediapress

“V” è la storia dei Five Sides e anche il loro...

Published

on

1 marzo 2024. Fuori dal 1 marzo su tutti i digital store "V", il primo EP dei Five Sides in uscita per TSCK Records. Una raccolta di tutte le loro canzoni e il percorso che la band ha intrapreso finora. Cinque canzoni dove si raccontano e ci mostrano come sono maturati. "V" è anche anticipato dal singolo inedito "BPPV".

All'interno di "V" ritroviamo i primissimi brani con cui si sono fatti conoscere "IMDMP" e "COFFEE SHOP". Non manca, ovviamente, la frizzante e ipnotica "Panic Room" e gli ultimi due brani " BPPV" e "TUTTO A PUTTANE", due brani rock nei quali la band scatena tutta la propria frustrazione.

""V” come venerdì, il nostro giorno sacro in cui tutto ciò che componiamo prende vita. “V” come 5, le tracce, ma anche noi. 5 ma 4. Un’iniziale che vuol dire tutto e niente, perché è il nostro punto di inizio. Questo primo step è il racconto dei nostri venerdì sera, contenitori di ansie, paure, eccessi, silenzi, ma sempre insieme attorno ad un tavolo o con uno strumento in mano, nelle nostre similitudini e soprattutto nelle differenze, che ci contraddistinguono.

“V” è la prima tappa di una direzione intrapresa 2 anni fa. È un EP che mostra i segni del nostro cambiamento musicale e della crescita personale, anche tra una traccia e l’altra. Sentivamo la necessità di raccogliere il lavoro fatto fino ad oggi per mettere un punto, che sarà l’inizio di una nuova fase dai prossimi mesi. È una raccolta delle nostre più disparate influenze, i limiti verso cui abbiamo provato a spingerci per capire la nostra dimensione, che forse, dopotutto, è proprio questa".

ASCOLTA SU SPOTIFY: https://open.spotify.com/intl-it/album/19InZuSnpM1Bon9x2TBzu5

Tracklist:

1• COFFEE-SHOP

2• BPPV

3• PANIC ROOM

4• IMDMP

5• TUTTO A PUTTANE

• Spotify:

https://open.spotify.com/artist/041TkpEpH6rRVxRQVUCWmg?si=rZu-ay4JT5yNafo9220Atw

• Instagram:

https://www.instagram.com/fivesidesband/

• Facebook:

https://www.facebook.com/fivesidesband

• YouTube:

https://www.youtube.com/channel/UC31e_GFyNBxKEQwKX5WQLNA

• TikTok:

https://www.tiktok.com/@fivesidesband?_t=8f8N4IGHSSm&_r=1

Biografia:

I Five Sides nascono nel 2018, tra Rimini e San Marino, dalla mente di Elia, Andrea, Luca e Stefano. Un inizio old style tra risate in sala prove, prime registrazioni e primi concerti. Una band, ma soprattutto un gruppo di amici uniti dalla forte passione per la musica.

Le sonorità che li caratterizzano spaziano molto tra indie-rock e pop punk, con un’impronta post-grunge che deriva dai primi anni della formazione e qualche sfumatura blues.

Nel corso dell’ultimo anno la band assume un sound più leggero e ricercato, con testi in italiano. Il nuovo materiale li porta ad essere selezionati tra i semifinalisti del Primo Maggio Roma. Dopo l’uscita del doppio singolo IMDMP/COFFEE-SHOP si esibiscono tra Umbria, Marche ed Emilia-Romagna (We Make Future - Rimini, Antifestival - Trevi), aprendo ad artisti come Bugo e Frankie Hi-Nrg Mc.

A marzo 2024 pubblicano "V", il loro primo disco anticipato dal singolo "BPPV". Una raccolta di tutti i loro brani.

Continue Reading

Immediapress

Erba Legale: Miti da Sfatare e Realtà da Conoscere

Published

on

Erba Legale: Miti da Sfatare e Realtà da Conoscere

Milano, 1 Marzo 2024. Nonostante la sua storia millenaria e la recente legalizzazione in diversi Paesi, la cannabis, o come alcuni preferiscono chiamarla erba legale, rimane al centro di innumerevoli controversie e malintesi. Da pianta sacra a simbolo di controculture e proteste, la marijuana ha attraversato secoli di storia, spesso avvolta da un'aura di mistero e pregiudizio. In questo articolo, ci immergeremo nel cuore della discussione, sfatando i miti più comuni e illuminando le realtà meno note sulla cannabis.

Contesto e Relevanza dell'Erba Legale

In un'epoca dove l'informazione è a portata di click, paradossalmente, si rischia di incappare in false credenze ancor più facilmente. La cannabis light, la stessa che oggi si può acquistare legalmente, porta con sé un bagaglio di leggende metropolitane e dati inesatti che necessitano di un'analisi critica. Da presunta "droga di passaggio" a innocua panacea universale, la verità sull'erba legale si perde tra questi estremi. Approfondire e comprendere è il primo passo per un atteggiamento responsabile e consapevole verso questo complesso argomento.

Continua a leggere per scoprire la realtà dietro affermazioni quali "il consumo di cannabis incrementa la criminalità" o "la marijuana non ha alcun valore medicinale". Esploreremo sia gli studi scientifici di riferimento sia le esperienze dirette degli utilizzatori, offrendo uno sguardo obiettivo e aggiornato sulla situazione dell'erba legale oggi.

La Cannabis e la Criminalità: Analisi dei Dati

Uno dei miti più tenaci legati all'erba legale è l'idea che il suo consumo sia direttamente correlato a un incremento della criminalità. Tuttavia, gli studi condotti in stati come il Colorado, dove la cannabis è legale sia a uso medico che ricreativo, mostrano un quadro differente. Le statistiche indicano che, dopo la legalizzazione, non vi è stato un aumento significativo di reati legati alla droga. Anzi, alcuni rapporti suggeriscono una diminuzione di reati violenti in queste aree. Queste osservazioni sottolineano l'importanza di separare i fatti dalle percezioni quando si considera l'impatto sociale dell'erba legale.

Potenziale Terapeutico della Cannabis

In campo medico, il dibattito sull'efficacia della marijuana come trattamento per diverse condizioni è altrettanto acceso. Nonostante sia ancora oggetto di studi, il potenziale terapeutico della cannabis è innegabile. Il CBD, uno dei composti attivi della pianta, è stato riconosciuto per le sue proprietà anti-infiammatorie, anticonvulsivanti e ansiolitiche. L'uso di prodotti a base di cannabis per alleviare sintomi di malattie come la sclerosi multipla, l'epilessia e persino per la gestione del dolore cronico è ormai una realtà. La raccolta di testimonianze e prove scientifiche cresce di giorno in giorno, invitando a una riflessione seria sulla sua integrazione nel panorama medico attuale.

Ma allora, come si colloca l'erba legale nel delicato equilibrio tra le preoccupazioni per la salute pubblica e il diritto individuale al benessere? È forse arrivato il momento di sfidare vecchi paradigmi e accogliere una nuova era di conoscenza e comprensione? Continuiamo a esplorare questi interrogativi, guidati dalla ricerca e dalla testimonianza diretta, per forgiare un dibattito informato e costruttivo sull'uso della cannabis nel nostro tempo.

La Verità sull'Erba Legale: Da Mito a Realtà

Nel corso di questo articolo, abbiamo navigato tra i flutti di misconcezioni e verità sulla erba legale, una sostanza che nonostante la legalizzazione in molte parti del mondo continua ad essere avvolta da un velo di dubbio e pregiudizio. Abbiamo visto come la stessa cannabis light, legale e accessibile, porti con sé un'eredità di miti che necessitano di essere smantellati attraverso un'analisi critica e obiettiva.

Abbiamo sfatato il mito secondo cui l'uso di cannabis conduca a un aumento della criminalità, citando dati e studi da stati come il Colorado, che attestano il contrario. Questa evidenza sfida le percezioni comuni e invita a una più attenta valutazione dell'impatto sociale dell'erba legale. Allo stesso tempo, abbiamo esplorato il promettente potenziale terapeutico della cannabis, riconoscendo come il CBD e altri composti possano offrire sollievo per una varietà di condizioni mediche, aprendo la strada a nuove possibilità nel trattamento di malattie e dolori cronici.

In conclusione, è chiaro che la cannabis, o erba legale, merita di essere considerata con una nuova prospettiva informata e priva di preconcetti. Mentre la ricerca scientifica e le testimonianze personali continuano ad accumularsi, siamo chiamati a riflettere sulle implicazioni legali, sociali e mediche dell'uso della marijuana. Invece di arroccarci dietro vecchi paradigmi, dobbiamo abbracciare un dialogo basato su fatti e studio approfondito per costruire una comprensione più matura e responsabile dell'erba legale nel nostro tempo presente e futuro. La sfida è aperta: siamo pronti a informarci e a prendere decisioni consapevoli per il benessere collettivo e individuale?

Per maggiori informazioni

Sito web: https://www.puracbd.it/

Email: assistenza@puracbd.it

Continue Reading

Ultime notizie

Esteri5 ore ago

Meloni-Biden, l’incontro: crisi umanitaria a Gaza e...

La presidente del Consiglio ricevuta alla Casa Bianca, ora tappa in Canada L'atmosfera è confidenziale, 'cara Giorgia', 'caro Joe'. La...

Cronaca6 ore ago

Strage Erba, si torna in aula il 16 aprile. Il pg:...

Olindo e Rosa, condannati in via definitiva all'ergastolo per il massacro dell'11 dicembre 2006, si sottraggono alle telecamere. La difesa:...

Esteri6 ore ago

Meloni a Washington, punto stampa non era programmato

La precisazione dell'ufficio stampa di Palazzo Chigi "Il punto stampa del Presidente Meloni a Washington non è mai stato programmato...

Sport6 ore ago

Lazio-Milan 0-1, gol di Okafor nel finale. Tre espulsi tra...

I rossoneri passano all'Olimpico, la rete decisiva all'88'. La squadra di Sarri chiude in 8 Il Milan vince 1-0 sul...

Cronaca6 ore ago

Lite tra vicini a Palermo, pitbull attacca donna incinta

La donna rischia di perdere il bambino Una donna e la figlia, in stato di gravidanza, sono state aggredite da...

Cronaca7 ore ago

Superenalotto, numeri combinazione vincente oggi 1 marzo

I numeri estratti oggi Nessun '6' né '5+1' nell'estrazione del Superenalotto di oggi, 1 marzo 2024. Centrati due '5' che...

Esteri7 ore ago

Biden e la gaffe nel colloquio con Meloni: Gaza diventa...

Il presidente americano si confonde nel colloquio con la presidente del Consiglio Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, si...

Politica8 ore ago

Israele-Hamas, Meloni a Biden: “Italia sostiene...

La presidente del Consiglio alla Casa Bianca dal presidente americano: "Nostro Paese lavora a soluzione a due Stati" "La crisi...

Ultima ora8 ore ago

Chico Forti, chi è: la sua storia, dalla condanna al...

E' stato condannato all'ergastolo senza appello nel giugno del 2000 per l'omicidio di Pike in Florida Si avvicina il momento...

Spettacolo9 ore ago

Maninni: “Sanremo è ‘Spettacolare’ e per...

Il giovane cantautore sull'esordio sul palco dell'Ariston: "Sono arrivato da sconosciuto, le persone adesso stanno scoprendo la mia musica ed...

Politica9 ore ago

Giorgia Meloni: “Chico Forti sarà trasferito in...

L'annuncio della presidente del Consiglio: "Dopo 24 anni di detenzione negli Stati Uniti, è stata appena firmata l'autorizzazione al trasferimento...

Cronaca9 ore ago

Vannacci e la tentazione della politica: “Devo...

Il generale: "Le richieste sono tante". E sulle inchieste che lo riguardano dice: "Non ho mai pensato a complotti". I...

Spettacolo10 ore ago

Chiara Ferragni riceve il Tapiro di ‘Striscia’:...

"Purtroppo è un periodo molto doloroso. Penso che nessuno sia contento" "Non ho abbandonato Federico e questa non è una...

Cronaca10 ore ago

Strage Palermo, sì a perizia psichiatrica su Giovanni...

Accolta la richiesta del legale del muratore 54enne che si è autoaccusato di aver ucciso la moglie Antonella Salamone e...

Cultura10 ore ago

Gerardo e Viviana Sacco illuminano Aula Magna Università...

Nell'incantevole scenario dell'Aula Magna "Ludovico Quaroni", Plesso di Architettura dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, ieri si è dipinta una mattinata...

Cronaca10 ore ago

Coisp: “Volantini anarchici a Pisa per incitare a...

"All'improvviso anche i 'sinceri democratici' scoprono che la Polizia picchia: è il loro mestiere ed è proprio questo l'ordine pubblico....

Cronaca10 ore ago

Vannacci contro la gonna di Marco Mengoni e Mariotto...

Vannacci: "Quando si vede un uomo con la gonna ci si fa una risatina sotto i baffi". Lo stilista: "Mengoni...

Esteri10 ore ago

A Mosca i funerali di Navalny, folla davanti alla chiesa

Otto Paesi Ue chiedono nuove sanzioni contro la Russia Folla davanti alla chiesa di Mosca oggi per i funerali di...

Spettacolo10 ore ago

Buoni ascolti per ‘Tg2 Italia Europa’

Trend positivo per la trasmissione che cresce di due punti sulla settimana scorsa Ottimi ascolti per “Tg2 Italia – Europa”...

Sport10 ore ago

La finanza ‘scommette’ sul calcio: giro...

Usa in testa con 9 mandatari e il possesso di 14 club Il mondo della finanza è sempre più interessato...