Zingaretti si dimette, Bersani: “Era nell’aria, non me lo aspettavo oggi”


“Il passo indietro di Zingaretti? E’ un po’ di tempo che era nell’aria, non me lo aspettavo oggi. I problemi della sinistra dopo la svolta della globalizzazione non si risolvono ciascuno stando in casa a rigirarsi nel problema, ma in campo aperto, cioè con una novità”. Lo dice a ‘Piazzapulita’ Pier Luigi Bersani, esponente di Leu ed ex segretario del Pd, commentando le dimissioni di Nicola Zingaretti dalla guida dei dem. 

“Pensare di uscire da questa fase coi vecchi attrezzi e basta, senza mettere in campo un progetto nuovo, un percorso costituente, senza chiamare le forze che si sono allontanate, porta a questa situazione, a farsi il sangue amaro in casa propria. Ci vuole la generosità di dire: mettiamoci una novità, mettiamo una fase nuova. Credo che sia questa la via d’uscita. Per tutti” afferma Bersani. 

Poi ricorda: “Mi sono dimesso la sera stessa dei 101. Avrei potuto ricandidarmi al congresso, ma avrei dovuto fare i nomi dei 101 e non l’ho fatto per senso di responsabilità. Quello era il mio partito”.  

Parlando del governo Draghi, Bersani dice che “è una torta a strati. Abbiamo avuto governi politici di coalizione, governi tecnici, ora abbiamo un governo a strati, con politici e tecnici. Mangiando questa torta vedremo come sarà”.  

 

© Copyright Sbircia la Notizia Magazine. Riproduzione riservata.

Cerchi altro? Nessun problema!

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
">


Politica Ultima ora